sabato 25 giugno 2016

Matera, XI° Convegno Nazionale sulla Biodiversità

di DONATO FORENZA —  Si è brillantemente concluso a Matera l’XI° Convegno Nazionale sulla Biodiversità. L’evento è risultato un'innovativa tappa in prosecuzione del X° Convegno del 2014 svoltosi a Roma.

A Matera si è realizzato un vasto ed articolato Simposio nazionale con interconnessioni internazionali e di confronto tra ricercatori, studiosi ed istituzioni pubbliche e private sul tema della Ricerca scientifica, gestione, monitoraggio, tutela e protezione della Biodiversità. Va riportato che  in armonia con le ultime ricerche e innovazioni scientifiche e tecnologiche, sono state attentamente evidenziate le interrelazioni che legano la Biodiversità del territorio e del paesaggio con le filiere agro-alimentari ed i servizi eco-sistemici.

Nel contesto interdisciplinare, l’XI° Convegno sulla Biodiversità, rappresenta l’occasione di un originale bilancio delle attività svolte sulla Biodiversità nei vari programmi di Studio e Ricerca, dei Progetti di Sviluppo Regionali (PSR) e l’opportunità di conoscere lo stato dell’arte sulla sostenibilità delle ricerche relative alle intensificazioni colturali, agli allevamenti animali, alle valenze della poliedricità degli ecosistemi e del paesaggio ed altri settori correlati.

L’importante manifestazione si è svolta nell’arco di due giorni ed è stata articolata ed organizzato in cinque Sessioni generali e una tavola rotonda a carattere applicativo. Per ciascuna sessione tematica è stata effettuata una relazione di apertura su invito, a cui sono seguite comunicazioni scientifiche orali (a scelta del comitato scientifico), ed a seguire, nella stessa sessione, la presentazione dei poster ed una sintetica discussione con gli autori.

L’evento ha registrato una rilevante partecipazione di oltre 450 studiosi e relativi contributi scientifici di relazioni e poster che hanno coronato uno straordinario successo. Importanti sono le applicazioni dei risultati ottenuti per la valorizzazione del territorio, per il miglioramento della qualità della vita e per la preparazione di nuove figure professionali necessari alla sostenibilità ambientale.

1 commenti:

Posta un commento