giovedì 16 giugno 2016

''Stop Cova'', Pittella tranquillizza i lavoratori dell'indotto Eni

POTENZA - La Regione Basilicata perde 300 mila euro al giorno per il blocco delle estrazioni petrolifere al Cova di Viggiano" e bisogna aggiungere, "in tutta sincerità", che "se dovessimo proiettare il futuro della Regione Basilicata senza uso delle fonti fossili non ne saremmo in grado". Lo ha detto oggi il presidente della Regione, Marcello Pittella, incontrando i lavoratori dell'indotto Eni della Val d'Agri, preoccupati per il loro futuro dopo il blocco del centro oli a causa di un'inchiesta della Procura di Potenza.

"La Regione - ha aggiunto Pittella - con il suo dipartimento ambiente sta lavorando alacremente per garantire la tranquillità ai cittadini".

0 commenti:

Posta un commento