sabato 2 luglio 2016

Accordo acqua, Latronico: "esige rigorosa verifica"

POTENZA - “L'acqua invasata nei bacini idrici lucani e' una risorsa assai strategica per lo sviluppo della Basilicata e della Puglia. L'intesa annunciata dai presidenti delle due Regioni, che rinnova l'accordo del 1999, stipulato dai governatori Filippo Bubbico e Raffaele Fitto, esige una rigorosa verifica per stimarne gli effetti, le realizzazioni e le criticità. Dalla valutazione dell'entità delle royalties dell'acqua, alla finalizzazione del loro impiego, allo stato di salute dei bacini e delle opere idrauliche, al completamento dei schemi idrici”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Cor).

“Molte restano le criticità che andranno approfondite: dallo stato dei corsi idrici, spesso oggetto di esondazioni in questi anni, all’erosione delle coste ioniche, che ha raggiunto livelli allarmanti, fino all'impiego delle risorse finanziarie ricavate dalle compensazioni ambientali non sempre destinate a curare l'assetto del territorio e la sua manutenzione; allo smaltimento della debitoria accumulata dall'Eipli. Da ultimo l'equilibrio di una governance del nuovo ente pubblico partecipato da governo e regioni che assumerà le competenze e gli assetti patrimoniali dell'Eipli. Apriremo una discussione in Parlamento con il Governo per indirizzare un processo che assume una delicatezza ed un profilo di primario interesse per gli assetti economici e territoriali della Basilicata e della Puglia ed avrà conseguenze rilevanti sui bilanci del aziende agricole lucane e pugliesi”.

0 commenti:

Posta un commento