mercoledì 28 settembre 2016

Potenza, dal 4 al 6 ottobre nel Campus Unibas “Blu”, la Biennale del Libro Universitario

POTENZA - Ritorna, dal 4 al 6 ottobre a Potenza, nel Campus universitario di Macchia Romana, la “Biennale del libro universitario” (Blu), la prima, e unica, manifestazione in Europa dedicata interamente al mondo universitario e al circuito editoriale di settore, ovvero uno spazio riservato all’incontro tra le università e le case editrici, tra i docenti, il mondo accademico e il contesto economico e imprenditoriale.

Agli eventi della seconda edizione della Biennale - la prima si è svolta nel 2014 - parteciperanno l’Upi, il Coordinamento di 15 University Press Italiane, e undici case editrici indipendenti (Progedit, Edizioni di pagina, Edizioni le Penseur, la scuola di Pitagora editrice, casa editrice Rocco Carabba, Wip edizioni, Limina Mentis editore, Listlab edizioni, Edizioni Immanenza, Esi Edizioni Scientifiche Italiane, Es Editoriale Scientifica e uno stand della Fondazione Leonardo Sinisgalli). Da quest’anno, “Blu” è organizzata e promossa da ConUnibas, il consorzio dell’Università degli Studi della Basilicata: “Dopo il successo e i consensi raccolti nella scorsa edizione – hanno spiegato gli organizzatori - tutti gli attori della Biennale hanno avviato una riflessione sul futuro di Blu con l’intento di consolidarla, potenziarla e renderla duratura nel tempo.

Per questo motivo, Universosud, società che ha ideato e creato la biennale, ha deciso di cedere l’organizzazione e il coordinamento di tutte le edizioni della Biennale al Consorzio ConUnibas dell’Università della Basilicata. Con questo gesto Blu è diventata una manifestazione di tutti, un bene pubblico destinato a crescere ed evolversi di pari passo con l’Ateneo”. Una delle novità è la location: “Blu” è il primo evento realizzato nella nuova biblioteca di Ateneo dell'Unibas, in cui si svolgeranno i meeting, i workshop e l’esposizione dei volumi di tutte le case editrici partecipanti. La struttura è stata allestita in modo ecologico, con materiale di recupero grazie alla collaborazione con “La Luna al guinzaglio”.

Inoltre gli spazi accoglieranno la produzione artistica “Sistema degli spiriti di Galeno” dell’artista Silvio Giordano, un’istallazione che si sposa con tutta l’idea di ricerca e divulgazione scientifica, e con il fil rouge di questa edizione: l’evoluzione del sapere. Sarà inoltre proiettato l’ultimo mediometraggio di Giordano, “The Prince of Venusia”, un'interpretazione visionaria e appassionante della figura di Carlo Gesualdo da Venosa, grande musicista e compositore lucano. Grazie alla partnership con la fondazione “Basilicata Futuro” sarà anche presentato il libro di Alexander Höbel, dal titolo “Luigi Longo, una vita partigiana (1900-1945)” (Napoli, Carocci). Inoltre questa edizione ha una particolare attenzione alle iniziative sociali e mette su ruote una divulgazione della cultura differente con #Donalibro, la colletta dei Magazzini Sociali (Associazione Io potentino onlus) e il bibliomotocarro del Maestro La Cava.

Un programma ricco e variegato, quello della seconda edizione di “Blu”. In mattinata si svolgeranno i meeting, con incontri “aperti” per discutere di prospettive e punti di vista nel campo della ricerca e dell’evoluzione della divulgazione scientifica. Nel primo pomeriggio, invece, spazio ai workshop con le case editrici, in cui si toccheranno i temi più disparati e verranno presentati volumi frutto di studi e ricerche accademiche, dal “Marketing low cost” con Alessandro Martemucci (Ed. Hoepli) alla realtà aumentata con Donato Maniello edito da Le Penseur. Nel palinsesto, con un susseguirsi di iniziative e ospiti che raggiungeranno la Biennale da tutta Italia, anche i “Fuori Salone” insieme all’associazione “Letti di Sera” che traghetterà la Biennale alla scoperta di volumi interessanti e attuali fra cui “Spassionati” di Gianna Fregonara: la giornalista del Corriere della Sera presenterà il suo volume il 5 ottobre (dalle ore 19).

In anteprima, inoltre, il nuovo Libro di Gaetano Cappelli, “Una medium, due bovary e il mistero di Bocca di Lupo”. Le giornate si chiuderanno con live musicali di ampio respiro, con l’orchestra di fiati del Conservatorio “Gesualdo da Venosa” diretta dal Maestro Rocco Eletto, il cantautorato di Rocco De Paola e la musica jazz con ospiti di respiro internazionale come Rocco Matera e Vincenzo Florio. Il programma completo della manifestazione è stato pubblicato sul sito internet www.biennalelibrouniversitario.it.

“Blu è cresciuta – hanno evidenziato gli organizzatori – e quest'anno non a caso il tema che abbiamo scelto è quello dell'evoluzione. Blu non è un contenitore della carta, è soprattutto contenuto in costante trasformazione e stiamo già lavorando alla terza edizione: la fase della maturità. Blu è un'opportunità per la creazione di una rete che a oggi stenta a costruirsi e consolidarsi per la ricchezza e la complessità del settore editoriale universitario. La Biennale nasce per connettere tutti gli attori dell'editoria accademica, è un filo che ne mette in comunicazione tutti i comparti. Siamo contenti della partecipazione numerosa di case editrici molto settoriali e pienamente nel target di riferimento, dell'attenzione che le istituzioni Mibact, Regione Basilicata, Comune di Potenza, l'Istituto di credito cooperativo Bcc Laurenzana e Nova Siri e tutti gli altri partner e patrocini ci hanno riservato, segno che la tematica è sentita e importante a livello nazionale e per un territorio come il nostro”. “Blu”, quindi, vuole creare e riservare uno specifico hub per l’incontro tra le università e le case editrici, tra i docenti, il mondo accademico e il contesto economico e gli imprenditori di settore, riempiendo quindi un “vuoto” esistente, fino a questo momento, in Europa. A corollario, l’obiettivo è anche quello di stimolare un dibattito e un confronto sulla cultura nel Paese e nel Mezzogiorno, con l’ambizione che, questo dibattito diventi il punto di partenza per una visione moderna e rinnovata della cultura e per iniziative concrete e mirate a uno sviluppo tangibile. "Blu - ha detto la Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole - può essere un prezioso biglietto da visita del nostro Ateneo all'esterno, non solo nei confronti degli operatori del settore, andando a colmare un vuoto in un ambito che fino a questo momento, in Europa, era completamente scoperto. E' anche un ulteriore e importante servizio, e la dimostrazione di quanto l'Unibas voglia crescere non solo nell'offerta didattica ma in tutti i campi in cui un'università può offrire le proprie eccellenze".

PATROCINI: Mibact, Cepell (centro per il libro è la lettura che tra le altre cose organizza ogni anno la manifestazione nazionale Il maggio dei libri), Azienda Ospedaliera San Carlo, Fondazione Leonardo Sinisgalli, Istituto Internazionale Jacques Maritain, che ha anche una cattedra riconosciuta dall'Unesco intitolata al filosofo omonimo, Fondazione Matera 2019, CSV Basilicata, ARDSU, Forum Nazionale dei Giovani, ANCI e Apt. PARTNER TECNICI: “Lavoradio” è il main media partner che racconterà insieme agli ospiti tutti i momenti della biennale; il web team “Italia 2019” sarà il connettore social della manifestazione; “la luna al guinzaglio/salone dei rifiutati” allestisce per la seconda volta gli spazi Unibas dedicati a Blu. La parte musicale è a cura dell'associazione Woody Groove; con “Letti di Sera” si scopriranno i volumi selezionati per i "fuori salone". AppBasilicata è partner che si occupa di pubblicizzare gli eventi della biennale su questa innovativa app dedicata ai luoghi e gli eventi in Basilicata. Con Magazzini sociali e il Bibliomotocarro spazio alle iniziative sociali: la divulgazione scientifica su ruote per arrivare a chiunque.

0 commenti:

Posta un commento