lunedì 3 ottobre 2016

Al via 'Blu', la Biennale del Libro Universitario: fino al 6 ottobre nel Campus Unibas di Potenza

POTENZA - Sarà inaugurata domani, martedì 4 ottobre, la seconda edizione di "Blu", la Biennale del libro universitario, a cui parteciperanno (fino al 6 ottobre nel Campus universitario di Macchia Romana, a Potenza) l’Upi, il coordinamento nazionale delle University press, e undici case editrici indipendenti (Progedit, Edizioni di pagina, Edizioni le Penseur, la scuola di Pitagora editrice, casa editrice Rocco Carabba, Wip edizioni, Limina Mentis editore, Listlab edizioni, Edizioni Immanenza, Esi Edizioni Scientifiche Italiane, Es Editoriale Scientifica e uno stand della Fondazione Leonardo Sinisgalli). La cerimonia d'inaugurazione si svolgerà alle ore 10 nella biblioteca di Ateneo del Campus universitario.

"Blu", è l'unica, manifestazione in Europa di questo tipo, che crea uno spazio riservato all’incontro tra le università e le case editrici, tra i docenti, il mondo accademico e il contesto economico e imprenditoriale. La seconda edizione della Biennale – che ha ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri - è organizzata e promossa da ConUnibas, il consorzio dell’Università degli Studi della Basilicata.

Dopo l'inaugurazione saranno aperti gli spazi espositivi che accolgono le case editrici, in cui trovare novità editoriali e tutte le informazioni su cataloghi, pubblicazione di nuovi titoli e ricerche. Il primo evento del programma inizierà poi alle ore 11 (nella Biblioteca di Ateneo del Campus) con un meeting su "Divulgazione scientifica e verifica delle fonti: i nuovi orizzonti nel mondo della comunicazione globale". Alle ore 16 è invece previsto un workshop su “Marketing low cost” di Alessandro Martemucci (ed. Hoepli), con l’autore e Vito Verrastro (Lavoradio).

Alle ore 17 saranno presentati i volumi “L’Architetto” di Franco Nasi e “Città natura” di Ina Macaione (ed. Listlab). Il "Fuori salone" (ore 19) ospiterà la presentazione di “Nel nome di un Dio uccidono”, di Ugo Maria Tassinari, con Giuseppe Melillo e Antonio Califano. Ogni sera sono poi previsti eventi musicali e proiezioni. Il primo giorno sullo schermo andrà "The Prince of Venusia" con la presenza del regista Silvio Giordano e dell’attore Fabio Pappacena. Alle ore 21.30, infine, tocca alla musica, con l'Orchestra di fiati del Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza, diretta dal Maestro Rocco Eletto. Una delle novità della seconda edizione è la location: “Blu” è il primo evento realizzato nella nuova biblioteca di Ateneo dell'Unibas, in cui si svolgeranno i meeting, i workshop e l’esposizione dei volumi di tutte le case editrici partecipanti.

La struttura è stata allestita in modo ecologico, con materiale di recupero grazie alla collaborazione con “La Luna al guinzaglio”. Inoltre gli spazi accoglieranno la produzione artistica “Sistema degli spiriti di Galeno” dell’artista Silvio Giordano, un’istallazione che si sposa con tutta l’idea di ricerca e divulgazione scientifica, e con il fil rouge di questa edizione: l’evoluzione del sapere. L'edizione 2016 ha poi una particolare attenzione alle iniziative sociali e mette su ruote una divulgazione della cultura differente con #Donalibro, la colletta dei Magazzini Sociali (Associazione Io potentino onlus) e il bibliomotocarro del Maestro La Cava. Il programma completo della manifestazione è stato pubblicato sul sito internet www.biennalelibrouniversitario.it.

“Blu è cresciuta – hanno evidenziato gli organizzatori – e quest'anno non a caso il tema che abbiamo scelto è quello dell'evoluzione. Blu non è un contenitore della carta, è soprattutto contenuto in costante trasformazione e stiamo già lavorando alla terza edizione: la fase della maturità. Blu è un'opportunità per la creazione di una rete che a oggi stenta a costruirsi e consolidarsi per la ricchezza e la complessità del settore editoriale universitario. La Biennale nasce per connettere tutti gli attori dell'editoria accademica, è un filo che ne mette in comunicazione tutti i comparti. Siamo contenti della partecipazione numerosa di case editrici molto settoriali e pienamente nel target di riferimento, dell'attenzione che le istituzioni Mibact, Regione Basilicata, Comune di Potenza, l'Istituto di credito cooperativo Bcc Laurenzana e Nova Siri e tutti gli altri partner e patrocini ci hanno riservato, segno che la tematica è sentita e importante a livello nazionale e per un territorio come il nostro. Blu, quindi, vuole creare e riservare uno specifico hub per l’incontro tra le università e le case editrici, tra i docenti, il mondo accademico e il contesto economico e gli imprenditori di settore, riempiendo quindi un “vuoto” esistente, fino a questo momento, in Europa. A corollario, l’obiettivo è anche quello di stimolare un dibattito e un confronto sulla cultura nel Paese e nel Mezzogiorno, con l’ambizione che questo dibattito diventi il punto di partenza per una visione moderna e rinnovata della cultura e per iniziative concrete e mirate a uno sviluppo tangibile.

"Blu - ha detto la Rettrice dell'Università della Basilicata, Aurelia Sole - può essere un prezioso biglietto da visita del nostro Ateneo all'esterno, non solo nei confronti degli operatori del settore, andando a colmare un vuoto in un ambito che fino a questo momento, in Europa, era completamente scoperto. E' anche un ulteriore e importante servizio, e la dimostrazione di quanto l'Unibas voglia crescere non solo nell'offerta didattica ma in tutti i campi in cui un'università può offrire le proprie eccellenze".

0 commenti:

Posta un commento