venerdì 14 ottobre 2016

Matera2019 porta in città il 47% in più dei visitatori, Patrizia Minardi a LuBec 2016

LUBECCA - “Da quanto Matera è stata proclamata Capitale europea della Cultura il numero di visitatori accorsi nella città lucana è aumentato del 47%, rispetto all'anno precedente”. Lo ha detto Patrizia Minardi, Dirigente dei Sitemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata. Regione che è stata protagonista oggi, 13 ottobre, a LuBeC, la rassegna internazionale su Beni Culturali che si sta svolgendo a Lucca. Una riforma della Cultura e del Turismo, ha aggiunto quindi la Minardi, è stata il punto di partenza per rafforzare il sistema imprenditoriale dell'intero territorio. Una strategia vincente perché i risultati, con quel 47% in più, le stanno dando ragione.

A LuBeC la Basilicata ha illustrato anche il suo Piano per lo Spettacolo, che prevede, tra le altre cose, bandi per il finanziamento di progetti legati al settore della musica, il sostegno della digitalizzazione delle sale piccole e dismesse (che ha visto anche una forte partecipazione delle amministrazioni pubbliche locali), il sostegno a festival storici per una comunicazione più moderna ed efficace, ma anche la formazione delle stesse figure professionali che operano nella filiera dello spettacolo. Queste stesse figure, che formano quindi la maestranza locale, dovranno poi obbligatoriamente essere utilizzate poi dalle produzioni che sceglieranno la Basilicata come location per le proprie riprese.

Il tutto è possibile in un sistema di collaborazione tra pubblico e privato, nel quale le amministrazioni pubbliche raccontano la storia dei propri luoghi, per poi rivolgersi agli operatori privati, per rendere tale storia nel modo più efficace possibile.

Matera sarà protagonista a LuBeC anche domani, 14 ottobre, nell’incontro della Rete della Città della Cultura. Antonio Nicoletti, Dirigente dello Staff del sindaco della città lucana, illustrerà al pubblico come la candidatura e la proclamazione a Capitale europea della Cultura cambia il Welfare dei territori.

0 commenti:

Posta un commento