lunedì 24 ottobre 2016

Nell’aula magna dell’Unibas il convegno: "Woman - no alla violenza di genere"

POTENZA - Martedì 25 ottobre, a Potenza, nell’aula magna del polo del Francioso (in via N. Sauro) si svolgerà a partire dalle ore 16 l’iniziativa dal titolo “WoMan No alla Violenza di genere” organizzata dalle associazioni studentesche e dai dottorandi dell’Università della Basilicata in collaborazione con il Cug (Comitato unico di garanzia) e la Commissione Regionale Pari Opportunità. Si tratta della prima delle due giornate previste dal programma, a cui è associato un concorso per arti grafiche destinato agli studenti iscritti nell’Unibas, che saranno premiati a Matera il 25 novembre. L’Unibas ha già avviato una campagna di sensibilizzazione su questi temi, con l’esposizione di un drappo rosso agli ingressi delle sedi universitarie per “simboleggiare la chiara e ferma posizione dell’Università contro la violenza di genere”.

Questo evento, hanno evidenziato gli organizzatori, “porterà a un ulteriore livello di approfondimento e di riflessione”. All’appuntamento del 25 ottobre parteciperanno la Rettrice dell’Unibas, Aurelia Sole, il sindaco di Potenza, Dario De Luca, la presidente del Cug Unibas, Anna Maria Salvi, la consigliera di parità della Regione, Ivana Pipponzi, la presidente della Commissione regionale pari opportunità, Angela Blasi, la presidente della Conferenza nazionale degli organismi di parità delle Università italiane, Patrizia Tomo, Maria Anna Fanelli (esperta in politiche del lavoro e di genere), Nadia Kibout (attrice e regista), Carmen Lasorella (giornalista), Patrizia Del Puente (Docente di Glottologia nell’Unibas) e Luigi Campanella (Uniroma 1). Alle ore 21, nell’atrio dell’edificio 3D del Campus di Macchia Romana, inoltre, è prevista la lettura del manifesto degli studenti e dei dottorandi contro la violenza di genere, la presentazione dei poster degli studenti Unibas e uno spazio musicale. 

L’iniziativa, hanno spiegato gli organizzatori, “mira a sensibilizzare contro la violenza di genere. Attraverso diversi momenti di analisi e con l’intervento di autorevoli ospiti, si cercherà di affrontare questo problema sociale e culturale, nonché politico, e di promuovere soluzioni e prospettive sociali nuove. Il filo rosso che legherà i diversi momenti strutturali è rappresentato dall'analisi del difficile equilibrio che governa la definizione dei ruoli sociali dell’uomo e della donna nella società contemporanea”. L’intervento degli studenti, hanno concluso gli organizzatori, sarà incentivato “anche attraverso l’invito a partecipare a un concorso artistico aperto a tutti gli iscritti nel nostro Ateneo e relativo alle arti grafiche (disegno, pittura, college, fotografia, fumetto)”. Le opere realizzate dai partecipanti, corredate di didascalie descrittive, saranno esposte durante il momento conclusivo, del 25 novembre, e le vincitrici verranno premiate dalla Rettrice.

0 commenti:

Posta un commento