venerdì 7 ottobre 2016

Nomina Amministratore Unico Egrib, Rosa: "fa curriculum partecipare a convegni del Pd"

POTENZA - La nomina dell’Amministratore Unico dell’Egrib, Nicola Cicoria, è l’esempio lampante del perché i giovani scappano da questa Terra. Abbiamo presentato un’interrogazione al Presidente della Giunta per chiedere la revoca della nomina del neo-Amministratore e spiegazioni sulle modalità con le quali si è approdati alla scelta tra 21 autocandidature pervenute.

In verità, le domande per l’ambita nomina sono state 25: 4 erano mancanti di date o firme, 11 regolari e 10 erano state ritenute inadeguate dal gruppo di lavoro a supporto tecnico della Giunta regionale, poiché “dal curriculum non si evince il possesso di elevata competenza nei settori di riferimento”.

Ora, in una Regione normale cosa accadrebbe? Accadrebbe che il nuovo Amministratore venga scelto tra le 11 autocandidature idonee. Ma la Basilicata di Pittella non è normale e, dunque, accade che lo stesso Presidente della Regione, anche se la competenza è della Giunta, si mobilita per chiedere delle integrazioni ai curriculum deficitari perché, a quanto si legge, i curriculum tra i quali scegliere sono pochi. Per il Presidente, quindi, 11 candidature per un ruolo così importante sono poche.

Forse, tra i candidati con elevate competenze non c’era qualcuno affiliato al ‘grande partito Regione’? Questo il nostro dubbio. A vedere il curriculum del nuovo Amministratore dell’Egrib parrebbe di sì, visto che spicca, tra le integrazioni fornite da Nicola Cicoria, la partecipazione quale relatore ad un convegno del Pd.

Ed ecco svelato l’arcano. Il posto doveva proprio andare al Cicoria, nonostante egli stesso dichiari che ha partecipazioni azionarie che possono porlo in conflitto con l’incarico e che ha parenti (la moglie) che svolgono attività politica per le quali i contatti con l’Egrib sono possibili.

Ma cosa importa se tra quei 10 autocandidati ritenuti idonei già alla prima valutazione ce n’era qualcuno che questi conflitti non li aveva (a noi ricorda un altro caso, quello della nomina all’ACTA di Potenza)? Nulla, Cicoria doveva essere nominato. E tanto è voluta questa nomina che è lo stesso Pittella, bypassando anche il gruppo tecnico di lavoro, che, con proprio decreto, la fa. Nella fretta, dimentica però che, per legge (l’articolo 7 della legge regionale n. 1 del 2016) “l’Amministratore Unico è nominato dalla Giunta regionale”. Sarà stato un raptus di onnipotenza del Presidente.

Gli estremi per l’applicazione dei poteri sostitutivi del Presidente, secondo noi, non ci sono. Questi, i poteri sostitutivi, si applicano quando alla nomina non si provvede entro la scadenza di un certo termine, cogente. Nel caso dell’Egrib, trattandosi di un Ente neo-nato, scadenze non ne sono previste. Nè, tantomeno, è credibile il fatto che Pittella non sia riuscito a riunire la sua Giunta per la nomina o che i suoi Assessori non fossero d'accordo con la stessa.

Ad ogni buon conto, se ancora ci chiediamo perché i giovani scappano, consideriamo che, in Basilicata, se non sei stato relatore ad un convegno del Pd non sei nessuno.
Così in una nota Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale.

0 commenti:

Posta un commento