giovedì 24 novembre 2016

'FurorSinisgalli – L’avventura delle due culture', 2 eventi a Montemurro

POTENZA - La quinta edizione del “FurorSinisgalli – L’avventura delle due culture” culmina con due appuntamenti dedicati a due nuove pubblicazioni sinisgalliane, che verranno presentate presso l’Ex Convento di San Domenico, a Montemurro. Due nuovi lavori che testimoniano l’attenzione riservata dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli alla ricerca e il suo impegno nella promozione di iniziative editoriali che possano tenere desta l’attenzione su Sinisgalli e sull’etica di un umanesimo tecnico sempre più necessario nella nostra società liquida.

Il 26 novembre, alle ore 17.30, l’incontro dal titolo“Sinisgallià rebours: memoria e maturità”sarà l’occasione per presentare il secondo Quaderno della Fondazione Leonardo Sinisgalli, Conversazioni sinisgalliane,FLS, Villa d’Agri 2016.

Il volume racconta un Leonardo Sinisgalli, intimo e memoriale.Nella prima sezione, infatti, sono raccolte sei interviste fatte a Leonardo negli anni della maturità da Dina Luce (1981), Claudio Marabini (1976), Enzo Fabiani (1975 e 1977), Ferdinando Camon (1965), Mario Trufelli (1975). Nella seconda sezione compaiono invece due conversazioni, quella di Biagio Russo con Renato Aymone (1992) sull’ars poetica del poeta delle due Muse e quella di Marino Faggella con Vincenzo Sinisgalli (1995), fratello minore e gregario del “Leonardo del Novecento”.

All’incontro, introdotto e coordinato dal giornalista Rocco Brancati, interverranno il Presidente della Fondazione Mario  DiSanzoper i saluti,il saggista Marino Faggella, il curatore del volume, Biagio Russo. Gli intermezzi musicali saranno curati dai Barabash, con Daniela Ippolito all’arpa eLeonardo Laurita alle percussioni. Le conclusioni saranno affidate al Presidente del Consiglio Regionale di Basilicata, Franco Mollica, con la cui compartecipazione editoriale è stato pubblicato il volume.

Il 28 novembre, alle ore 17.30, la Fondazione Leonardo Sinisgalli presenta il volume La Basilicata di Leonardo Sinisgalli nella «Civiltà delle macchine» a  cura di Biagio Russo e Gianni Lacorazza (Osanna Edizioni, Venosa 2016, pp. 522), un’antologia che raccoglie tutti gli articoli legati alla Basilicata, pubblicati tra il 1953 il 1958 sulla rivista tecnico-culturale fondata da Sinisgalli e da lui diretta in quegli anni.

Dalle pagine del volume emerge un’istantanea della Basilicata degli anni Cinquanta, una regione che versava in uno stato di forte arretratezza e disagio socio-economico, ma che al contempo cercava uno slancio di riscatto, animata da spinte utopiche come quella dell’ingegnere Adriano Olivetti per la città di Matera.

L’attenzione riservata da Sinisgalli alla sua regione d’origine nella rivista, anche attraverso i tanti autori lucani chiamati a collaborarvi, è sintomo non solo di un legame forte, mai reciso con la sua terra aspra e difficile, ma anche di una volontà di impegno civico e militante mai indagato finora in Leonardo Sinisgalli.

Alla presentazione del volume, introdotta e coordinata dalla giornalista Eva Bonitatibus, interverranno il Presidente della Fondazione Sinisgalli, Mario Di Sanzo, i curatori del volume Biagio Russo e Gianni Lacorazza, insieme ai rappresentanti dei Soci fondatori, sostenitori e benemeriti della Fondazione stessa: il Sindaco di Montemurro, Senatro Di Leo,  la Magnifica Rettrice dell’Università degli Studi di Basilicata, Aurelia Sole,  il Presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi, il  Presidente del Parco dell’Appenino Lucano,Domenico Totaro, il Presidente della BCC di Laurenzana e Nova Siri, Teresa Fiordelisi, la Dirigente dell’Ufficio sistemi turistici e culturali della Regione Basilicata, Patrizia Minardi.

Le conclusioni saranno affidate al Direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019,Paolo Verri. Al dibattito si alterneranno le note della chitarra di Graziano Accinni e la voce di Giuseppe Forastiero, con l’esecuzione di brani tratti dallo spettacolo “Le figure femminili dalla tradizione popolare alla moderna canzone d’autore”.

Nella Rivista nata fra le macchine e dedicata alle macchine, l’intervento dei poeti e degli artisti, dei sociologi e degli antropologi al fianco degli scienziati, dei tecnici, degli economisti, infrange la secolare dicotomia fra cultura scientifica e cultura umanistica, fra Nord industrializzato e Sud contadino, fra città e periferia, gettando nuova luce sulle dinamiche socio-economiche di un’Italia al bivio tra Ricostruzione e Miracolo economico.

La pubblicazione che nasce da questa Rivista sinisgalliana ha l’obiettivo di stimolare un dibattito nuovo che, muovendo dal processo storico che ha saputo trasformare Matera da Capitale del mondo contadino a Capitale Europea della Cultura 2019, possa ridare motivazione e fiducia, in Basilicata e al Sud, ad un percorso  fatto di condivisione di un’utopia e lotta per la costruzione di un nuovo orizzonte.

0 commenti:

Posta un commento