giovedì 17 novembre 2016

Melfi, M5S replica a Destino

POTENZA - Triste assistere a una replica così indecente in difesa di un proprio atteggiamento scorretto e palese! Non mi aspettavo avrebbero ammesso colpe e chiesto scusa ai cittadini per la mancanza di rispetto che continuamente perpetrano nei loro confronti ma neanche mi aspettavo una risposta così bieca e vuota per la pochezza degli argomenti usati. Sarebbe stata apprezzato il silenzio, invece ecco unarisposta indecente, asservita e pretestuosa!

Il consigliere Destino non trova altro argomento che denigrarci liberamente definendoci bugiardi, nulla più che la solita tattica di chi non ha argomenti reali e preferisce sparare a zero per aggredire chi rivela una scomoda verità! Del resto lo aveva fatto anche il Sindaco sulla problematica delle luci votive al cimitero, oppure con l'inaugurazione in campagna elettorale di una sala parto Fittizia!
Il leitmotiv utilizzato è sempre il solito oramai non solo a Melfi ma in tutte le comunità in cui il Movimento 5 Stelle si è assunto l’onere (e l’onore) di far rispettare la dignità dei cittadini; non sbaglia l’amministrazione … non sbaglia la macchina amministrativa (comunque oberata e priva di una guida di indirizzo politico), sbaglia solo il Movimento 5 Stelle che denuncia fatti, situazioni, disservizi ed approssimazioni.

Non stupisca i cittadini che il consigliere Destino, nella sua arringa in difesa del Sindaco e della Commissione Elettorale, non abbia assolutamente fatto cenno al fatto che tra il 61 scrutatori nominati ci siano alcuni dei 96 candidati che hanno sostenuto il sindaco Valvano alle ultime elezioni comunali, perché indifendibile.

All’accusa di essere stati assenti durante la commissione elettorale rispondiamo che il Movimento 5 Stelle non avrebbe avuto alcun titolo a presentarsi e parlare durante tale commissione, visto che non ne fa parte. Dalla maggioranza abbiamo solo ricevuto una telefonata, nei giorni precedenti, con la quale ci veniva chiesto di fornire 3 nomi per gli scrutatori. In pratica volevano rendere complici della spartizione proprio noi che abbiamo fatto una battaglia per richiedere che gli scrutatori venissero sorteggiati anziché nominato per i soliti favoritismi!

Il Sindaco e la sua maggioranza fingono di non capire il senso della nostra opposizione… non v'è dubbio alcuno che gli scrutatori nominati siano disoccupati (del resto non è cosa difficile oggi a Melfi trovarne), ma è il metodo scelto per la loro nomina che non condividiamo.
Questa Amministrazione ha scelto i suoi sodali, ha ancora una volta diviso e non ha unito Melfi, ha creato la categoria dei disoccupati di serie A e quelli di serie B.

Così facendo ha creato tensioni sociali in un territorio che di tutto ha bisogno meno che di una guerra tra poveri. Un sorteggio avrebbe dato un segnale di speranza... ma ancora una volta l'arroganza ha prevalso.

Che si assumano la responsabilità dei loro misfatti, delle loro mancanze verso icittadini e delle loro bugie...anziché chiamare bugiardi chi scopre gli altarini. Noi non cambieremo atteggiamento finché non cambierete il vostro modo di fare politica. Sappiate che il cittadino ha aperto gli occhi ed è capace di capire chi davvero mente! Basta con le menzogne, non ingannate più nessuno girando la frittata.
Così in una nota Angela Bisogno, consigliere M5S Melfi.

0 commenti:

Posta un commento