martedì 20 dicembre 2016

"Chi ama il Potenza, si faccia avanti"

POTENZA - È il momento della verità per chi ama Potenza. Finalmente la città ha la possibilità di riprendersi la sua squadra di calcio.

Spero che il Sindaco finalmente riesca a sensibilizzare tutto il tessuto produttivo del capoluogo affinchè il Potenza torni ad essere patrimonio della città.

100 anni di storia di aggregazione, di trofei, di soddisfazioni e di emozioni devono tornare ad essere gestiti da tutte le persone che in questa città hanno costruito patrimoni e aziende.

Con un contributo di tutti non solo si avrebbe la possibilità di garantire stabilità e grandi ambizioni ma soprattutto si tornerebbe a sentire la società come un patrimonio comune da proteggere e tutelare.

Per questo chiedo al Sindaco di rendere pubblico un percorso di incontri non solo con gli imprenditori ma anche con associazioni e singoli professionisti.

Ad esempio, una delle realtà più produttive, come la Pittini, potrebbe essere coinvolto per il rilancio dello sport più amato dai potentini. Grandi gruppi, come quello di Di Carlo, sono sicuro che possano essere coinvolti in un progetto di rilancio del leone rampante e dei suoi colori.

Bisogna tornare a pensare in grande, a progettare un futuro fatto finalmente di certezze e non di continue emergenze.

Ormai è chiaro a tutti che, con una gestione attenta e lungimirante, con il nuovo impianto sportivo rimesso a nuovo, il Potenza potrebbe mantenersi quasi solo con i soldi degli incassi e quindi con il costante contributo dei tifosi.

Sotto la cenere cova un fuoco che è pronto a divampare per una squadra che può tornare a dare dignità ai colori rossoblù.

È il momento di coinvolgere tutti, di rilanciare il calcio e di dare splendore alle migliori energie della città.

Non dobbiamo e non possiamo assolutamente permetterci di perdere questa ennesima occasione.
Così in una nota Alessandro Galella, Consigliere comunale Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Città di Potenza.

0 commenti:

Posta un commento