lunedì 23 gennaio 2017

Confindustria Basilicata, Olivetti e Sinisgalli a confronto

POTENZA - A Leonardo Sinisgalli e Adriano Olivetti, due figure strettamente legate alla storia e alla cultura della Basilicata nonché al mondo dell’industria, sarà dedicato l’appuntamento organizzato da Confindustria Basilicata in partnership con il Rotary Club di Potenza, l’associazione “Letti di sera” e la Fondazione Leonardo Sinisgalli  dal titolo "Quando gli industriali si affidavano ai poeti. Olivetti e Sinisgalli: un’idea di industria fondata sulla partecipazione”.

Nel corso della tavola rotonda, che si terrà giovedì 26 gennaio 2017 alle ore 18:00 presso la sede di Confindustria Basilicata a Potenza (Via Di Giura - Centro Direzionale), i due personaggi verranno messi a confronto attraverso due volumi che ne approfondiscono il pensiero, collocandoli all’interno della temperie culturale attraversata dal nostro Paese fra gli anni ’50 e ’60: "La Basilicata di Leonardo Sinisgalli nella Civiltà delle macchine" (Osanna Edizioni, Venosa 2016) a cura di Biagio Russo e Gianni Lacorazza e "La letteratura al tempo di Adriano Olivetti" di Giuseppe Lupo (Edizioni di Comunità, Roma 2016).

Il sodalizio fra Olivetti e Sinisgalli, ingegneri entrambi, cominciò nel 1938, quando Sinisgalli venne chiamato da Olivetti a dirigere l’Ufficio Tecnico della Pubblicità nell’azienda di Ivrea. Intorno ad essa Olivetti volle infatti radunare i grandi intellettuali dell’epoca, per dare vita a un modello industriale che coniugasse produttività e diritti dei lavoratori, tecnica e umanesimo. È qui che il poeta ingegnere lucano entrò in contatto con quella cultura politecnica che divenne poi la cifra distintiva della rivista aziendale da lui fondata nel 1953 e diretta fino al 1958, “Civiltà delle Macchine”, uno spazio di incontro e dialogo fra scienza e letteratura, grandi nomi e giovani esordienti, voci del Nord industrializzato e del Sud contadino. A questo Sud e in particolare alla Basilicata sinisgalliana, che cercava un riscatto dalla sua condizione di marginalità e arretratezza, dedicò la sua attenzione lo stesso Adriano Olivetti, facendosi promotore negli anni ‘50 di un’indagine sociologica sui Sassi di Matera e della successiva realizzazione del borgo La Martella, nato dallo spopolamento del rione Sassi, attraverso l’utilizzo di un approccio interdisciplinare, all’insegna dell’intreccio fra le competenze.

All’incontro dedicato a queste due originali figure di intellettuali interverranno gli autori dei volumi, Giuseppe Lupo, scrittore e docente presso l’Università Cattolica di Milano, Biagio Russo, Direttore della Fondazione Leonardo Sinisgalli e Gianni Lacorazza, esperto di comunicazione presso l’Apt Basilicata, che dialogheranno con Margherita Perretti, Vice Presidente di Confindustria Basilicata con delega a Cultura d’impresa e Politiche della formazione, coordinati da Simona Bonito di “Letti di sera”.

I due volumi presentati contribuiranno a far luce su quella cultura utopica che animava Sinisgalli e Olivetti, nata con lo sviluppo industriale del nostro Paese negli anni del boom economico, propagatasi poi da Nord a Sud, imprimendo al corso della storia di quest’ultimo una spinta irrefrenabile, culminata oggi nella città di Matera, nuova finestra sull’Europa proprio grazie alla cultura.

0 commenti:

Posta un commento