martedì 10 gennaio 2017

Fim Cisl, al via fase congressuale con prime assemblee in Fca

POTENZA - Preoccupazione per la cassa integrazione sulla linea Punto, ma anche soddisfazione nel vedere Melfi sempre più al centro della galassia Fca grazie al successo commerciale di 500X e Renegade. Il segretario della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista, detta la linea in vista di un 2017 che si carica di molte aspettative sul futuro della più importante fabbrica nazionale (quale modello per il dopo Punto?) e che per il sindacato rappresenta un anno cruciale: l’anno del congresso. I metalmeccanici lucani della Cisl celebreranno il loro X congresso regionale l’8 febbraio. Nei prossimi giorni partiranno i congressi di base nelle fabbriche. Occhi puntati sullo stabilimento Fca dove sono in programma due assemblee congressuali il 15 e il 16 gennaio. I lavoratori saranno chiamati ad eleggere il 40 per cento del direttivo regionale e i delegati al congresso di febbraio. “Il 2017 è l’anno del congresso e come Fim ci poniamo obiettivi concreti da raggiungere attraverso la rigenerazione del gruppo dirigente. Le nostre parole d’ordine sono gioco di squadra e competenza: l’unica strada per proporre e realizzare soluzioni adeguate alle aspettative dei lavoratori”, spiega Evangelista. In cima alla lista della priorità c’è senza dubbio un nuovo modello da destinare alla linea che attualmente produce a singhiozzo la vecchia Punto.

“Siamo preoccupati per la cassa integrazione anche se bisogna considerare fisiologico che un modello a fine serie registri un calo di mercato - precisa il sindacalista - però rimane il problema di saturare gli impianti di Melfi, e questo può avvenire solo con la decisione di assegnare un nuovo modello che sostituisca la Punto mettendo così in sicurezza tutti i lavoratori di Fca e dell’indotto di Melfi. Ovviamente, oltre alla preoccupazione, c’è anche la soddisfazione per la ripresa del mercato automobilistico e, dentro questa ripresa del mercato, per i risultati positivi dei due modelli suv prodotti a Melfi. La nostra fabbrica si conferma uno stabilimento cruciale all'interno di una sfida che è ormai globale. Questo ci fa guardare al futuro con rinnovata fiducia. Il 2017 sarà un anno importante per consolidare la leadership dello stabilimento lucano dentro lo scacchiere europeo e mondiale di Fca e per ribadire con forza che i lavoratori di Melfi - conclude Evangelista - sono una parte importante della crescita sociale ed economica del nostro territorio”.

0 commenti:

Posta un commento