lunedì 27 febbraio 2017

Basilicata, terra di trekking

POTENZA - Cresce e si rafforza l’interesse per il turismo “outdoor” ed il trekking in particolare rappresenta per la Basilicata una delle offerte tematiche con particolare potenzialità di sviluppo.

È il motivo principale per cui l’Apt sta investendo nella promozione di questo settore, con la consapevolezza che un po’ tutto il turismo sportivo, con la sua variegata offerta di attività da praticare all’aria aperta, coinvolge l’intera Basilicata, particolarmente ricca di qualità paesaggistica e culturale.

E per raggiungere in maniera mirata la nicchia di pubblico direttamente interessata, una delle ultime azioni dell’Apt è stata la realizzazione di uno speciale sulla regione in collaborazione con TREKKING&Outdoor, rivista di settore affermata e autorevole. L’opuscolo, di 64 pagine, dal titolo “Basilicata da vivere”, stampato in 50mila copie, sarà distribuito su tutto il territorio nazionale in allegato al numero di febbraio/marzo 2017 della rivista, sia in edicola che ai 5mila abbonati, oltre che sul portale www.trekking.it.

L’uscita è accompagnata dall'invio di un'apposita newsletter ad una mailing list composta da 70mila indirizzi di appassionati, giornalisti, enti e addetti ai lavori, oltre ad un articolo di presentazione dello speciale, pubblicato sulla rivista. Infine, dopo la distribuzione nelle edicole, i contenuti dello speciale monografico verranno inseriti nella sezione dedicata ai reportage della testata online Trekking.it, punto di riferimento sul web per gli amanti dei viaggi all’aria aperta e del turismo outdoor. Gli articoli resteranno visibili direttamente nell’home page del portale per un mese, successivamente rimarranno visibili nella sezione dedicata ai reportage senza scadenza alcuna.
L’iniziativa si aggiunge ad altre azioni già realizzate nella promozione del trekking e dell’outdoor, anche in collaborazione con gli operatori del territorio, visibili sul portale www.basilicataturistica.com.

“Si tratta di una iniziativa mirata – spiega il direttore generale dell’Apt Basilicata, Mariano Schiavone – ad un mercato turistico ben definito, la cui motivazione al viaggio e alla scoperta incrocia perfettamente l’offerta del nostro territorio. Il trekking e l’outdoor come il turismo sportivo in generale e il cosiddetto slow tourism, infatti, sono turismi tematici che non guardano solo alla nauta, alla montagna e ai boschi. E’ tutto il territorio lucano che si presta benissimo a fare da sfondo alla ricerca del benessere sia fisico che psichico, oltre ad una offerta anche emozionale in continua crescita, come il nuovo sistema dei ponti di Sasso di Castalda che da aprile in poi arricchirà anche l’offerta per gli appassionati di passeggiate adrenaliniche”.

0 commenti:

Posta un commento