giovedì 27 aprile 2017

Raniss: la band pubblica il primo disco 'A due passi dalla fine'

di REDAZIONE - Fanno il loro esordio nel panorama musicale italiano i Raniss con l’album "A DUE PASSI DALLA FINE", disponibile dal 21 aprile in digital dowloand e su tutte le piattaforme streaming. L'uscita del disco è accompagnata dalla pubblicazione del videoclip del secondo singolo estratto "IN SILENZIO". Dopo il successo di pubblico e di critica dell'Ep "Niente di Positivo", e del primo singolo estratto dal nuovo album "Mantide", la band toscana presenta il proprio disco d'esordio. Otto tracce (sette inediti e una cover), che raccontano la percezione che la band ha della situazione sociale ed economica attuale, del collasso delle nuove generazioni, schiave della tecnologia e piene di niente.

"In questo nuovo disco - racconta la band - abbiamo deciso di partire dal punto in cui ci sentiamo: a due passi dalla fine. Questo album è stato concepito in primis per appagare la nostra sete compositiva ma anche e soprattutto per comunicare ed esternare quello che pensiamo a proposito di rapporti umani e storie d'amore, non tenendo conto in alcun modo delle dinamiche commerciali”. I RANISS sono una band grossetana che parte da un duo nel 2010 con i fondatori Mario Policorsi (Voce e Chiatarra) e Alessio Dell'Esto (Basso) amici e musicisti fin dal '97, cui poi si è aggiunto Andrea Alunno Minciotti alla chitarra e Gianmarco Carlini alla batteria.

Negli anni i loro percorsi si sono allontanati portando Alessio a muoversi tra Industrial e NuMetal con gli “Hellfire Society” e ad approfondire lo studio del basso diventando insegnante abilitato per “Bass to Rock”, e Mario a concentrarsi in progetti alternative e jazz-core con i Merme. La band ha un sound riconoscibile tra Alternative Rock e Post-Grunge. Nel 2013 pubblicano il loro primo singolo ufficiale "Disordine". A maggio 2016 esce il primo Ep della band "Niente di Positivo", registrato da Andrea Alunno Minciotti (chitarrista e sound engineer della band), e contenente cinque brani.

0 commenti:

Posta un commento