venerdì 26 maggio 2017

Manovra, Province: l"’appello a Parlamento e Governo"

POTENZA - “Oggi si discuteranno in Commissione Bilancio le misure destinate a risolvere la grave emergenza causata dai tagli irragionevoli ai servizi ai cittadini assegnati alle Province: ci rivolgiamo al Governo e al Parlamento facendo appello al loro senso di responsabilità. È l’ultima occasione che le istituzioni hanno per dimostrare di volere davvero garantire a tutti i cittadini il diritto allo studio, alla mobilità e alla sicurezza”.

È quanto comunica il presidente dell’Upi Basilicata Nicola Valluzzi, condividendo l’appello rivolto dal Presidente dell’Upi Achille Variati, alla vigilia della discussione degli emendamenti sulle Province al Dl 50/17, la cosiddetta manovrina, che dovrebbero contenere le misure necessarie ad assicurare a queste istituzioni le risorse aggiuntive indispensabili per la copertura delle funzioni fondamentali.

“Risorse – ribadisce Valluzzi – che non servono a mantenere un ente, ma a garantire i diritti delle comunità e dei territori che noi Sindaci alla guida delle Province siamo chiamati, senza alcun compenso, ad erogare. In questi giorni – conclude – abbiamo raccolto il sostegno a questa nostra battaglia di civiltà dei cittadini che amministriamo, dei rappresentanti delle imprese, di tutto il mondo della scuola e della società civile”.

Negli incontri con il Governo, con il Parlamento, con i partiti politici c’è stata, a parole, una presa d’atto dell’errore commesso con i tagli irragionevoli alle Province e la comprensione delle pesanti ripercussioni che stanno per questo subendo i cittadini: è il momento che dalle parole si passi ai fatti. Oggi dal Governo e dal Parlamento ci aspettiamo risposte chiare”.

0 commenti:

Posta un commento