lunedì 5 giugno 2017

Tra sacro e profano: itinerario alla scoperta dei Castelli dell'Assisano

Nel 2000 il centro storico di Assisi, con la sua Basilica di San Francesco, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. E certo non è un caso: si tratta di una piccola città, ma con un patrimonio storico, artistico e architettonico che ha pochi eguali in Italia.

Anche achi non c’è mai stato, certo è noto che Assisi èla città che diede i natali a San Francesco, patrono d'Italia. Ed è proprio per questa ragione che uno dei settori più conosciuti dell'economia cittadina è il turismo - per così dire - "religioso", fondato soprattutto sui molteplici itinerari che si snodano attorno ai luoghi francescani.Ma oltre a questo, Assisi e i territori limitrofi vantano un patrimonio architettonico che, pur prescindendo dal sacro, risulta altrettanto importante, imponente, denso di storia e valorizzato da un incredibile paesaggio collinare che, si sa, premia in modo peculiare tutta la regione umbra.

È proprio per poter godere appieno di tale paesaggio che molti scelgono di soggiornare fuori dal centro città. Per chi ha la possibilità di spostarsi con mezzi propri, l'ideale è infatti pernottare in campagna:basta dare un’occhiata a portali come expedia.it o booking.com, per farsi un’idea della notevole offerta di agriturismi in antichi casolari e romantici B&B allestiti in dimore d'epoca, con un fascino rustico e bucolico inimitabile.

Ma veniamo alle tappe più interessanti di un ideale itinerario alla scoperta del patrimonio architettonico "profano" di questa terra, seguendo un affascinante percorso tra i castelli di Assisi e dintorni. Il primo della lista è sicuramente la Rocca Maggiore, che in tutta la sua imponenza domina su Assisi da più di 700 anni. Sebbene sia raggiungibile in macchina, il modo migliore per arrivare alla Rocca è a piedi: è possibile farsi una bella passeggiata lungo Via del Colle o, in alternativa, lungo Via della Rocca. Soprattutto nell'ultimo tratto di strada bisogna affrontare una bella salita e, per accedere al castello, si paga un biglietto di 5,50 euro. Ma ne vale davvero la pena: vi basterà uno sguardo al panorama mozzafiato che si stende dinanzi a voi, per dimenticare ogni cosa.

Anche fuori dal centro di Assisi si trovano diversi castelli - certo non imponenti quanto la Rocca Maggiore, ma comunque altrettanto ricchi di fascino e storia. Il più distante dalla città e, tra tutti, anche quello a più alta quota, è il Castello di Armenzano (o Armezzano). Totalmente immersa nel Parco nel Monte Subasio(e in una delle sue zone migliori), la frazione di Armenzano, dall'alto dei suoi colli, saprà offrirvi dei panorami che a quelli della Rocca Maggiore non hanno nulla da invidiare.

Piccolo borgo medievale tutt'ora ben conservato è quello di Sterpeto, proprio a metà strada tra Perugia e Assisi. Il castello, dotato di una piccola torre, presenta due accessi delineati da grandi archi. Dopo una piacevole passeggiata all'interno del borgo, potrete godere di una delle più suggestive viste panoramiche sulla Valle Umbra.

Nei pressi di Sterpeto, poi, vi attendono tanti altri castelli: a Petrignano, a Palazzo d'Assisi, a Torchiagina e a Rocca Sant'Angelo, per esempio, troverete alcune delle fortezze più importanti della zona. La lista è lunga, perciò approfittatene: usando il castello medievale come fil rouge del vostro itinerario, avrete davvero l'opportunità di scoprire alcuni dei luoghi più belli di tutto l'Assisano.

0 commenti:

Posta un commento