giovedì 1 giugno 2017

'Vivere tra sogno e realtà', al via rassegna cinematografica abbinata al Giffoni

MATERA - Tra il 27 e il 28 maggio 2017 si è concluso il progetto cinematografico che ha interessato migliaia di ragazzi delle diverse scuole della Basilicata, dalle scuole elementari, alle medie, alle superiori, della provincia di Matera. Il CINE-TEATRO “N. Andrisani” di Montescaglioso di Disabato Nunzio Nicola da oltre un decennio sta egregiamente portando avanti questo progetto culturale educativo scolastico con i ragazzi appartenenti a scuole di ogni ordine e grado. La rassegna iniziata nel mese di novembre 2016, si è conclusa nel mese di marzo 2017 con la visione di ben 12 lungometraggi suddivisi in quattro categorie con i seguenti film:

SEZIONE  (ragazzi da 4 a 8 anni)     non in concorso

IL VIAGGIO DI ARLO
BILLY IL KOALA
ABEL IL FIGLIO DEL VENTO

SEZIONE   (ragazzi da 9 a 11 anni)

BELLE & SEBASTIEN 2
IQBAL: BAMBINI SENZA PAURA
ABEL IL FIGLIO DEL VENTO

SEZIONE  (ragazzi da 12 a 14 anni)

RACE - IL COLORE DELLA VITTORIA
UN PAESE QUASI PERFETTO
MALALA

SEZIONE  (ragazzi da 15 a 18 anni)

RACE – IL COLORE DELLA VITTORIA
THE EICHMANN SHOW
VELOCE COME IL VENTO

Tante le tematiche trattate, dal cartoon allo storico, al drammatico, all’emarginazione della donna, dalla denuncia sociale fino al razzismo in ogni forma e modo nel mondo del passato e in quello attuale.

I ragazzi, dopo la visione dei film, hanno dialogato sulle diverse tematiche motivando con intelligenza le loro opinioni, offrendo una ottima conoscenza dei diversi argomenti trattati nei rispettivi film. Guidati costruttivamente dai loro insegnanti hanno mostrato interesse, partecipazione, spirito critico motivando i loro interventi e arricchendosi vicendevolmente. In possesso di un lessico più che buono, hanno contribuito all’arricchimento del dialogo educativo, sono stati protagonisti di innovazioni e aperture mentali e con la loro spontaneità hanno reso il dibattito filmico interessante, migliorandosi e confrontandosi tra di loro.

Ognuno per la sua età ha dato il meglio di se con naturalezza e cognizione di causa. Tutto ciò è stato maggiormente evidenziato durante il colloquio finale quando i ragazzi scelti dai rispettivi istituti, si sono confrontati dando un saggio delle loro conoscenze e competenze.

La giuria selezionatrice si è mostrata soddisfatta e meravigliata nel verificare il grado di maturazione raggiunto ormai da queste nuove generazioni. Un lento e continuo progresso culturale e una visione globale del mondo che circonda queste nuove generazioni non ci fa però dimenticare il lavoro svolto dalla scuola in genere e dai docenti in particolare, assiduo e sempre più difficile ma che dà frutti, creando nuove coscienze e conoscenze.

0 commenti:

Posta un commento