martedì 4 luglio 2017

Basentana, Latronico: parzialmente soddisfatti da risposte Governo

POTENZA - “Dal Sottosegretario per le Infrastrutture e i trasporti, Umberto Del Basso De Caro, abbiamo solo avuto conferma che sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza, tra lo svincolo di Balvano e quello di Vietri, entro la fine del corrente anno è programmata la riapertura al traffico del raccordo per la sola carreggiata, a doppio senso di circolazione, in direzione Potenza. Un annuncio che soddisfa parzialmente, in quanto ci saremmo aspettati una risposta più organica, perché sulla Basentana, è necessario capire che tipo di intervento strutturale viene fatto sui viadotti che si stanno deteriorando, mettendo a dura prova la sicurezza dei veicoli e la connessione di un'intera area del Mezzogiorno, Basilicata compresa”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Direzione Italia) commentando la risposta del Sottosegretario per le Infrastrutture e i trasporti, alla sua interrogazione per conoscere lo stato di salute della strada statale Basentana ed in particolare del tratto che collega Sicignano a Potenza, interessato da anni da interruzioni traumatiche e rischiose.

“Mi auguro che ci sia un supplemento di istruttoria e che il Governo trovi occasione per spiegare, con la Regione Basilicata, cosa fare di questa infrastruttura straordinaria e importante. Poi, ci sono i temi della sicurezza: insieme a quelle strutturali ci sono le questioni della sicurezza, perché è un'arteria dove mancano i presidi minimi di sicurezza, con incidenti mortali, che hanno portato questa strada ad essere una delle più pericolose del nostro Paese. Anche su questo vorremmo sentire qualcosa, perché gli investimenti sulle questioni infrastrutturali - ci rendiamo conto - hanno i loro tempi di programmazione e di esecuzione: speriamo che siano stretti e che l'Anas, oltre a riorganizzare le sue strutture di governance, riorganizzi anche le sue strutture tecniche per fare progetti e appalti in tempi stretti e all'altezza delle esigenze e delle urgenze che ci sono”.

0 commenti:

Posta un commento