lunedì 21 agosto 2017

Muro Lucano, tutto pronto per la rievocazione della Battaglia di Numistro

MURO LUCANO – Muro Lucano entra nel circuito nazionale e internazionale delle grandi rievocazioni di storia antica. Sabato 26 e domenica 27 agosto il centro del Marmo Platano farà da scenario naturale alla rievocazione della Battaglia di Numistro, episodio della seconda guerra punica narrato da Tito Livio e Plutarco, che vide contrapposte nel 210 a.C. la coalizione di popoli guidata dal generale cartaginese Annibale e le legioni del console romano Marco Claudio Marcello. L'appuntamento con la storia è in località Ponte Giacoia, nei pressi dell'antica Numistro, a circa 6 chilometri dal centro, proprio sul terreno in cui, secondo le fonti storiche e le evidenze archeologiche, si consumò lo scontro tra Roma e Cartagine che tra il III e il II secolo a.C. si contesero il dominio sulla penisola e sul Mediterraneo. L'evento è promosso dal Centro Iniziative Sociali in collaborazione con la federazione Evropa Antiqva e con il patrocinio del Comune di Muro Lucano, del ministero dei Beni culturali e di Matera 2019. I contenuti della manifestazione saranno illustrati venerdì 25 agosto alle 18,30 nella sala consiliare di Muro Lucano con un convegno sugli aspetti storici e archeologici della battaglia.

In questi giorni a Muro si lavora in maniera febbrile per mettere a punto gli ultimi dettagli della complessa macchina organizzativa, con il coinvolgimento di numerose associazioni, sia locali che nazionali, diversi operatori economici e tanti volontari animati dalla passione per la storia e da un forte impegno civile. Fulcro dell'iniziativa è un'area di oltre un ettaro alle porte del paese che ospiterà la fedele riproduzione di due accampamenti dell'epoca, uno romano e l'altro cartaginese, e circa 160 figuranti provenienti da Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Abruzzo, Molise, Puglia e Lazio che vivranno per due giorni in una quarantina di tende secondo i costumi e gli usi dell'epoca. “L’intento – spiega il presidente del Cis, Mimmo Lepore – è quello di favorire la promozione sociale e culturale del territorio attraverso la valorizzazione delle risorse locali, dei luoghi e delle tradizioni. La Battaglia di Numistro – continua – non è solo una rievocazione storica ma ambisce ad essere un progetto culturale per il recupero e la valorizzazione di un bene intangibile importante per la nostra comunità”. L'associazione ha curato anche un volume, opera dello scrittore Galdino Zaccardo, che racconta, in forma romanzata, la vicenda di Annibale e la battaglia svoltasi sul territorio murese, sulla scorta di precise fonti storiche e degli scritti di Tito Livio.

La parte spettacolare dell'evento è curata dalla federazione Evropa Antiqva che riunisce vari gruppi di rievocazione storica dell'età del ferro, tra questi l'Istituto di Archeologia sperimentale Fianna ap Palug di Verona presieduto dall'archeologo Gioal Canestrelli. La rievocazione della Battaglia di Numistro è basata sul format Ad Pugnam Parati, nato nel 2011, che riproduce le grandi battaglie dell’antichità nei luoghi esatti in cui sono avvenute e con la migliore accuratezza ricostruttiva possibile. Il modello è quello sperimentato delle grandi rievocazioni di battaglie storiche come Waterloo in Belgio, Gettysburg negli Stati Uniti e Hastings in Inghilterra, manifestazioni che in quei paesi sono consolidate da anni e considerate di elevato interesse turistico e culturale. “Il nostro obiettivo – spiega Canestrelli – è creare attraverso la rievocazione un magnete per il turismo culturale, creando la giusta combinazione tra cultura, divulgazione e spettacolarità. Il tutto lavorando a stretto contatto con gli enti locali, i musei, le attività e le realtà del territorio al fine di fare educazione con intrattenimento”.

PROGRAMMA

Venerdì 25 agosto

Ore 18,30, sala consiliare di Muro Lucano, Piazza Don Minzoni – Convegno sul tema: “La Battaglia di Numistro, tra mito, storia e archeologia”. Intervengono: prof. Fransceo Calabrese, classicista; dott. Giuseppe Gioey Guerra, archeologo sperimentale; Gioal Canestrelli, archeologo e presidente Istituto di Archeologia sperimentale Fianna ap Palug; dott. Giuseppe Casciarino, presidente associazione Decima Legio.

Sabato 26 agosto

Ore 10,45, in località Ponte Giacoia – Apertura della manifestazione e del mercato artigianale, con visite presso gli accampamenti dei Romani e dei Cartaginesi, percorsi didattici per i bambini, e visita al villaggio di Numistro.

Ore 16, nel centro storico di Muro Lucano (da Via Roma a Piazza Don Minzoni) – Parata storica e ingresso in città dei due eserciti; seguirà la narrazione dei testi originali di Tito Livio con l'accompagnamento a ritmo di tamburi del gruppo Nicolaus Barium e dimostrazioni a cura della Legione Decima Romana.

Ore 20, in località Ponte Giacoia – “Tito Livio racconta”: spettacolo rievocativo con l’arrivo del console Marcello e del generale Annibale.

Domenica 27 agosto (località Ponte Giaoia)

Ore 10 – Apertura del mercato artigianale e percorsi didattici negli accampamenti.

Ore 15 – “I gioielli dei cartaginesi”: laboratorio per bambini con realizzazioni di simulacri di perle in pasta vitrea.

Ore 16 – Dimostrazione sulle armi da tiro degli eserciti dell’antichità e stage di tiro con l’arco europeo e con la funambola balearica.

Ore 17 – Rievocazione della Battaglia di Numistro.

Ore 21,30 – Spettacolo musicale.

Nelle due serate saranno presenti operatori gastronomici per una cena che si perde nella notte dei tempi.

0 commenti:

Posta un commento