sabato 30 settembre 2017

Arte: Porta Coeli presenta il progetto 'Genesis - Arte contemporanea dalla Basilicata'

VENOSA (PZ) – Si è tenuta ieri, presso la sede dell’Azienda di Promozione Territoriale della Basilicata (APT), la conferenza stampa di presentazione del progetto “Genesis - Arte contemporanea dalla Basilicata” realizzato da Porta Coeli International Art Gallery di Venosa.

“GENESIS” è il progetto espositivo multidisciplinare itinerante nato dalla sinergia di artisti lucani ai quali Porta Coeli, galleria d’arte internazionale e Centro Studi della Cultura del Mediterraneo, apre un accesso da Venosa verso la Florence Biennale 2017 - XI Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze, che si terrà dal 6 al 15 ottobre 2017 presso la Fortezza da Basso.

Alla kermesse fiorentina, tra le principali vetrine internazionali per l’arte contemporanea, giunta alla sua XI edizione, parteciperanno 462 artisti da 72 Paesi di tutto il mondo, per un totale di 1357 opere. I dieci artisti curati da Porta Coeli attraverso il progetto Genesis sono: per la categoria Video Art, Aniello Ertico con l’opera “Scirocco alla controra”; per la categoria Mixed Media, Salvatore Comminiello con “Controra” e Paola Salvia con “Signs of life”; nella categoria Performance, Nadia Kibout interprete dell’opera “Scirocco alla controra”; nella categoria Scultura, Donato Linzalata con “Pandora”, Antonio Saluzzi con “Anàstasis” e Nicola Divietri con “Gaia”; nella categoria Fotografia, Salvatore Laurenzana con l’opera “Sôma Pneumatikón”; per la categoria Gioiello d’arte, Antonella Rubertone con l’opera “Ankita” e nella sezione Ceramica Artistica, Nisio Lopergolo con le opere “Peccato originale”, “Mnemosyne” e “Attesa inerte”.

Durante il suo intervento alla conferenza stampa, il Direttore di Porta Coeli Aniello Ertico ha sottolineato che: “Genesis si propone come esperimento di sintesi delle contemporanee esperienze di produzione artistica lucana. Una operazione in cui artisti con livelli di carriera importante, assumono lo sfidante incarico di accompagnare i giovani in processi virtuosi di crescita e ricerca. Non una mera selezione ma la base di costruzione di una comunità di artisti per i quali Porta Coeli è collettore e garante di servizi e curatele internazionali”.

Anche il Direttore generale dell’APT, Mariano Schiavone, ha espresso entusiasmo per la collaborazione nata con Porta Coeli dichiarando: “Non potevamo non aderire al progetto Genesis, in quanto la promozione di un territorio passa certamente anche attraverso le espressioni artistiche contemporanee e gli artisti che parteciperanno alla Biennale di Firenze saranno i portavoce ideali di tutta la Basilicata”.

Ancora un'importante iniziativa, messa in campo da Porta Coeli che, per usare le parole del suo direttore “non è solo un luogo: è prima di tutto un’idea avanguardista che, come spesso accade, si 

0 commenti:

Posta un commento