martedì 6 febbraio 2018

Festival di Sanremo 2018: al via la 68ma edizione con Baglioni, Hunziker e Favino


SANREMO - Questa sera partirà la 68ma edizione del Festival di Sanremo. Al timone troviamo un sorprendente Claudio Baglioni, che oltre a vestir il ruolo di conduttore si è cimentato anche nella direzione artistica della kermesse canora. Al suo fianco sul palco dell’Ariston troviamo Michele Hunziker e l’attore Pierfrancesco Favino, anche lui come Baglioni nell’inedita e insolita veste di conduttore, su un palco che nella maggiore dei casi spaventa e intimorisce anche il più esperto dei conduttori. Insomma anche in questa nuova edizione ne vedremo delle belle. Ma Sanremo è Sanremo e come ogni anno desta polemiche. Anche quest’anno l’attenzione prefestival da parte dei media si è concentrata sulla scelta della conduzione, delle canzoni in gara, degli ospiti. Ogni anno ci si chiede se sarà dato più spazio alla musica o allo show. A quanto ha dichiarato Claudio Baglioni nel corso della conferenza stampa di questa mattina sembrerebbe che la musica sia la vera protagonista di questa 68ma edizione. «La stella polare di questo Festival – afferma Baglioni – è la canzone italiana. Lo spettacolo sarà incentrato su tutto quello che ruota intorno alla musica, alle canzoni. Non ci saranno astronauti, sportivi e performance extra-musicali, ma tanta musica, tante parole e tanto spettacolo».

Tra le novità di quest’anno la kermesse canora ospiterà diversi artisti che renderanno omaggio ai musicisti che hanno fatto la storia della canzone italiana, con dei duetti in cui vedremo esibirsi lo stesso Baglioni durante le serate. «Una delle linee-guida di questa edizione – continua il direttore artistico – è stata quella di trovare il modo di ricordare la bellezza che ci hanno lasciato tanti artisti che sono scomparsi».

Gianni Morandi farà un omaggio al compositore recentemente scomparso, Luis Bacalov, mentre “Il Volo” a Sergio Endrigo. Umberto Bindi e Fabrizio De Andrè saranno i protagonisti di una esibizione che vedrà, oltre Baglioni anche Gino Paoli accompagnato al pianoforte da Danilo Rea. Un inedito duetto con Piero Pelù ricorderà Lucio Battisti.

L’intento di Claudio Baglioni è quello di far sentire i grandi artisti della canzone italiana a casa, provando a rappresentare tutto il mondo musicale nostrano in una rassegna moderna, anche se il suo rammarico più grande è di non essere riuscito a convincere gli esponenti della scena rap che continuano a sentire il palco dell’Ariston come lontano.

Per quanto concerne le classifiche e le graduatorie sono state abolite le eliminazioni. Ogni sera si entrerà nel dettaglio delle votazioni delle giurie che saranno chiamate, di serata in serata, ad esprimersi sulle canzoni in gara, mostrando una graduatoria che dividerà i pezzi in tre fasce, i più graditi, quelli “di mezzo” e i meno graditi.

Tra gli ospiti già confermati troviamo Fiorello, che approderà al Teatro Ariston il 6 febbraio, ancora Gianni Morandi, Laura Pausini, un nutrito gruppo di attori tra cui Stefania Sandrelli, Stefano Accorsi, Sabrina Impacciatore, e poi ancora Biagio Antonacci, i Negramaro, Gianna Nannini, il trio Pezzali-Nek-Renga, Sting con Shaggy che presenteranno un omaggio alla musica italiana e James Taylor che duetterà con Giorgia. In una delle serate sarà presente anche Pippo Baudo, definito da Baglioni uno dei tre maestri del Festival, mentre nella serata del venerdì a Milva sarà assegnato il Premio alla Carriera.

I 20 Campioni in gara sono: Annalisa “Il mondo prima di te”, Avitabile e Servillo “Il coraggio di ogni giorno“, Decibel “Lettera dal Duca“, Diodato e Roy Paci “Lettera dal Duca“, Elio e le Storie Tese “Arrivedorci“, Ermal Meta e Fabrizio Moro “Non mi avete fatto niente“, Giovanni Caccamo“Eterno“, Le Vibrazioni “Così sbagliato“, Lo Stato Sociale “Una vita in vacanza“, Luca Barbarossa “Passame er sale“, Mario Biondi “Rivederti“, Max Gazzè “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno“, Nina Zilli “Senza appartenere“, Noemi “Non smettere mai di cercarmi”, Ornella Vanoni “Imparare ad amarsi“, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli “Il segreto del tempo“, Red Canzian “Ognuno ha il suo racconto“, Renzo Rubino “Custodire“, Ron “Almeno pensami“, The Kolors “Frida (Mai, Mai, Mai)“.

Gli 8 giovani che gareggeranno nella sezione Nuove proposte sono: Alice Caioli “Specchi rotti”, Eva “La ricerca della felicità”, Lorenzo Baglioni “Il congiuntivo”, Giulia Casieri “Con le note parlo di me”, Mirko e il Cane “Stiamo tutti bene”, Mudimbi “Il mago”, Leonardo Monteiro “Bianca”, Ultimo “Il ballo delle incertezze”.
Continua fino al 10 febbraio il “PrimaFestival”, notiziario flash quotidiano condotto da Sergio Assisi, che ogni sera propone anticipazioni, ospiti, incontri inattesi, curiosità e contributi esclusivi. Melissa Greta Marchetto (voce di Rai Radio2) in collegamento dalla sua postazione multimediale informa il pubblico sui contenuti che animano i social, le tendenze e i trend e gli scoop. “PrimaFestival” è firmato da Andrea Boin e Walter Santillo, la regia è di Elisabetta Pierelli.

Come di consueto in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo torna il Dopofestival. Dal 6 al 10 febbraio su Rai1, dopo la kermesse canora dell’Ariston. A capitanare il gruppo ci sarà l’attore e regista Edoardo Leo, che ha voluto con se gli amici con cui da sempre segue il Festival: Sabrina Impacciatore, Rolando Ravello e il regista Paolo Genovese. A supportare Edoardo nel gestire il via vai di amici e cantanti che arriveranno al Casinò ci sarà la conduttrice di RaiRadio2 Carolina Di Domenico, mentre la platea di giornalisti verrà animata dalla inimitabile ironia di Rocco Tanica.

0 commenti:

Posta un commento