lunedì 5 febbraio 2018

La FIALS lancia grido di allarme per il futuro dell’AIAS di Potenza

POTENZA - La Fials ha sollecitato un urgente incontro alla Regione Basilicata a firma della Segretaria Regionale Luciana Bellitti e del Segretario Provinciale Giuseppe Costanzo. Durante  il  sit-in con tutto il personale dell’AIAS di Potenza tenutosi il giorno 9 novembre 2017, la presente O.S. ha ottenuto un incontro con le Istituzioni Regionali in cui si è discusso della grave crisi finanziaria dell’AIAS e dell’insostenibilità della stessa a pagare le spettanze dovute ai lavoratori (tre mensilità e due tredicesime 2016 e 2017).

La ‘politica’ assente al tavolo, presenti invece i Direttori Generali sia della Presidenza che del Dipartimento, i quali avevano preso serio impegno sull'aggiornamento della situazione in tempi brevi e sull'avvio di una serie di confronti tra l’ASP di Potenza e l’AIAS  al fine di trovare  soluzioni possibili.

Costanzo e Bellitti rimarcano la mancata convocazione, mai pervenuta a questa O.S., sulla vicenda AIAS; Pertanto chiedono urgentemente un incontro per mettere in atto tutte le azioni necessarie a salvaguardia dei posti di lavoro e, nel contempo, del diritto di cura e salute dei disabili e delle loro famiglie.

La FIALS, i lavoratori ed anche le famiglie delle persone assistite -dichiarano i Dirigenti della Fials- sono pronti ad intraprendere un altro sit-in qualora la presente richiesta non fosse accolta in tempi brevi e certi al fine di tutelare -conclude Costanzo e Bellitti- i lavoratori dell’AIAS, costretti dopo anni di dedizione lavorativa ad affrontare questa drammatica crisi col rischio di perdere il proprio posto di lavoro.

La FIALS continua lo stato di agitazione di tutto il personale, facendo appello ad un rapido intervento da parte delle istituzioni e della Regione Basilicata più volte annunciato, ma mai concretizzato, per garantire le risorse economiche. 

0 commenti:

Posta un commento