venerdì 18 maggio 2018

Governo: pubblicato il contratto di governo M5S-Lega


ROMA - Consta di trenta punti elencati in 57 pagine il “Contratto per il governo del cambiamento” pubblicato oggi da Lega e M5s. Il contratto ha come incipit il “funzionamento del governo e dei gruppi parlamentari” e si chiude con Università e ricerca. Tra i temi che sono toccati ci sono il conflitto di interessi; debito pubblico e deficit; flat tax; “immigrazione: rimpatri e stop al business”; lo “stop alla legge Fornero”; i campi nomadi; l’Unione europea.

“Il presente contratto di governo – si legge nella premessa – è valido per la durata della XVIII legislatura repubblicana” e “le parti si impegnano ad attuare questo accordo in azioni di governo, nel rispetto della Costituzione Repubblicana, dei principi di buona fede e di leale cooperazione e si considerano responsabili, in uguale misura, per il raggiungimento degli obiettivi concordati”. “I contraenti – si legge ancora – si impegnano a tradurre questo contratto in una pratica di governo e sono insieme responsabili di tutta la politica dell’esecutivo”. Inoltre “stabiliranno insieme il lavoro in ambito parlamentare e governativo e si adopereranno per ottenere il consenso rispetto a questioni relative a procedure, temi e persone”.

Al via intanto (alle 10 di questa mattina), sulla piattaforma Rousseau, il voto online sul contratto di governo Lega-M5s. Si potrà votare fino alle 20. “Oggi – scrive Luigi Di Maio sul blog delle stelle – si è finalmente definito in tutte le sue parti il contratto per il governo del cambiamento. Sono davvero felice. Sono stati 70 giorni molto intensi, sono accadute tantissime cose, ma alla fine siamo riusciti a realizzare quanto avevamo annunciato in campagna elettorale. Un contratto di governo che vincola due forze politiche, che sono e rimangono alternative, a rispettare e fare quanto hanno promesso ai cittadini”.

Il leader M5S sottolinea che “in questo contratto non ci sono solo delle proposte, non c’è solo un’idea di Paese, non ci sono solo le nostre battaglie storiche. In questo contratto ci sono le persone che ho incontrato in campagna elettorale”, “ci sono gli italiani in questo contratto. Ci sono io in quanto cittadino italiano. Ci sei tu qui dentro. Leggi questo contratto e sentiti parte di questa ondata di cambiamento che sta per infrangersi sulle speranze di chi voleva che tutto restasse così com’era e sentiti orgogliosamente italiano oggi perchè una nuova era sta per cominciare. La cosa più bella è che ognuno di voi, come me, oggi possa dire: #IoSonoNelContratto”.

0 commenti:

Posta un commento