sabato 30 giugno 2018

S.E. Mons. Favale è ritornato alla Casa del Padre


MATERA - S.E. Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, unito al presbiterio diocesano, partecipa al popolo di Dio dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina, il ritorno alla Casa del Padre di S.E. mons. Giuseppe Rocco Favale, Vescovo emerito della Diocesi di Vallo della Lucania, spentosi ieri alle 19,45 a Gravina in Puglia (BA), nella casa delle Suore di Gesù Crocifisso, dalle quali è stato amorevolmente assistito.

Mons. Favale, dopo gli studi liceali e teologici a Molfetta, il 5 luglio 1962 è ordinato sacerdote. Muove i primi passi del ministero sacerdotale in Gravina come vice-rettore del seminario divenendone ben presto rettore. Nel 1974, la Diocesi di Irsina viene staccata da Gravina e aggregata a Matera dove diviene arcivescovo S.E. mons. Michele Giordano che chiama a collaborare come suo segretario Don Rocco Favale. Farà poi parte del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori. Diventa parroco dell'Immacolata a Matera e il 4 marzo del 1989 il Santo Padre lo elegge Vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania.

Dopo un lavoro infaticabile presso la Diocesi di Valle della Lucania, il 7 maggio 2011 Papa Benedetto XVI accetta le sue dimissioni per raggiunti limiti di età. Da vescovo emerito ritorna nella sua Irsina dove prosegue la sua opera a favore della comunità locale, in particolare degli anziani. A seguito di una lunga malattia viene ricoverato presso la casa delle Suore di Gesù Crocifisso di Gravina in Puglia dove è morto.

La salma è vegliata nella cappella delle stesse Suore in Piazza Scacchi, 21. Domani, domenica mattina 1 luglio, la salma sarà trasferita nella Concattedrale di Irsina, dove saranno celebrate le esequie alle ore 15:30. La cerimonia sarà presieduta dall'arcivescovo mons. Antonio Giuseppe Caiazzo con la concelebrazione eucaristica insieme al presbiterio diocesano.

0 commenti:

Posta un commento