martedì 11 settembre 2018

Giunge a Lagonegro il Teatro itinerante 'Poema della Croce'


LAGONEGRO (PZ) - La suggestiva cittadina di Lagonegro (Pz) ospiterà venerdì 14 settembre la prossima tappa del tour “Poema della Croce” Teatro sacro di Alda Merini, ideato e diretto da don Vito Telesca. La pièce sarà rappresentata alle ore 19.30 nella chiesa di San Nicola, concattedrale della diocesi di Tursi- Lagonegro.

Lo spettacolo itinerante è dedicato alla centralità che il mistero salvifico della Croce riveste nella teologia cristiana, e rientra nel progetto regionale “TEATRO SACRO NELLE CATTEDRALI” promosso dall’ Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo, con i patrocini della Regione Basilicata e del progetto culturale CEI (Conferenza Episcopale Italiana).

Il prossimo 14 settembre - giorno in cui la Chiesa celebra la festività della “Esaltazione della Santa Croce” – è la terza tappa itinerante della pièce, dopo quelle dello scorso agosto nelle Cattedrali di Melfi e di Potenza. Nei propositi dell’ideatore, la rappresentazione intende intrecciare i temi della fede con la valorizzazione delle risorse turistiche ed architettoniche del territorio e sarà, dunque, anche occasione per apprezzare le bellezze custodite nella concattedrale di San Nicola. Edificata tra il IX ed il X secolo, rimaneggiata nei secoli successivi, conserva tra i suoi tesori opere di Altobello Persio (XV secolo), una tela con Madonna e sante di Giovanni Bernardino Azzolino e un altare maggiore risalente al Settecento. Secondo una tradizione piuttosto diffusa, nella chiesa è stata sepolta Lisa del Giocondo, la Monna Lisa di Leonardo Da Vinci, morta a Lagonegro nel 1506. Nel paese, oltre alla concattedrale di San Nicola, si trovano ben 34 chiese, tutte incantevoli e da scoprire.

La pièce “Poema della Croce” è composta da momenti musicali a cura della “Cappella Musicale della Cattedrale di Potenza” diretta da Giuseppe Cillis, dell’Associazione musicale “ART-PARK”, con le esibizioni di: Patrizia Borghini (soprano), Don Mimmo Florio (chitarra e canto), Iole Cerminara (canto), Donato Benedetto (tromba), Francesco Scorza (pianoforte), Paolo Miccolis (violoncello). Con l’attenta regia di don Vito Telesca, lo spettacolo si avvarrà anche di Renato La Ghezza, al service, che scandirà le fasi salienti della sceneggiatura, esaltando con giochi di luci e audio le performance della compagnia HDUEteatrO, e le emozionanti interpretazioni dei testi della Merini, affidate alle voci di Giovanna Valente, Donato Varallo, Anna Anastasio.

0 commenti:

Posta un commento