Visualizzazione post con etichetta cinema. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cinema. Mostra tutti i post

lunedì 26 novembre 2018

E' scomparso Bernardo Bertolucci


ROMA - Se ne è andato Bernardo Bertolucci. Aveva 77 anni. La notizia è stata diffusa da Repubblica.it ed è subito rimbalzata sui social. Regista, sceneggiatore e produttore, tra le figure italiane più rappresentative e conosciute a livello internazionale e autore di capolavori come "Ultimo tango a Parigi", "Il te' nel deserto", "Novecento", "L'ultimo imperatore". Bertolucci era malato da tempo e si è spento circondato dall'affetto dei familiari sino all'ultimo momento.

lunedì 19 novembre 2018

Matera Sport Film Festival 2018: programma ufficiale della 8a edizione


MATERA - E’ online il programma ufficiale delle proiezioni del Matera Sport Film Festival 2018. Sono ben 37 i film che saranno proiettati presso il Cinema IL PICCOLO di Matera durante le tre giornate della kermesse interamente dedicata al connubio tra Sport e Cinema, in programma dal 22 al 24 novembre nella Capitale Europea della Cultura 2019.

Cerimonia inaugurale prevista giovedì 22 novembre alle ore 20.30 presso il Cinema “Il Piccolo” di Matera. A seguire lo spettacolo teatrale Pugni Chiusi di Maurizio Boschini, con Jacopo Trebbi per la regia di Gianni Marras.

Venerdì 23 è la giornata dedicata all’informazione e all’UISP. In mattinata alle ore 9:30 da segnalare il Corso di formazione ODG Basilicata con UISP Le Culture dello Sport e l’Informazione in programma presso la Sala Consiliare della Provincia di Matera. Attesa la partecipazione di Vincenzo Manco, Presidente UISP, Unione Italiana Sport per Tutti. Nel pomeriggio al via le proiezioni dei film in concorso a partire dalle 14:00 fino alle 24:00 presso il Cinema “Il Piccolo”. Una no stop della settima arte con Matera Sport Film Marathon – La lunga notte di Cinema e Sport. Novità di questa edizione la sezione A World of Sports interamente dedicata ai film in lingua originale e la sezione Our Teammates I nostri compagni di squadra, a sottolineare la partnership con il Trento Film Festival ed il FICA Festival Internacional de Cine de Atletismo. Saranno infatti proiettati Silence di Bernardo Gimenez e “01:33:10″ di Juanmi Cuesta Rodriguez. La serata si conclude con la sezione Sport Stories Storie di Sport sociale e per tutti.

Sabato 24 si apre il sipario con le proiezioni dei film in concorso a partire dalle 9:00. A seguire la sezione speciale dedicata alle scuole con l’incontro La cultura attraverso le immagini e le storie di sport: a scuola di cinema. Si riprende nel pomeriggio alle 15:00 fino alle 17:30 per poi passare alla proposta della rassegna Visioni Disturbate che presenta il film Jimmy Grimble di John Hay, proiettato secondo il sistema “Friendly Autism Screening”, procedimento che permette a chi presenta disturbi sensoriali di vivere senza problemi l’esperienza del cinema. Alle 19:30 prevista la Cerimonia di premiazione alla presenza degli ospiti e dei protagonisti. Al miglior film di cinema e sport 2018, vincitore assoluto del festival, sarà consegnato il BasilicataCinema Movie Award. Si chiude il sipario di questa ottava edizione con la proiezione del documentario Capitane Coraggiose di Francesca Spanò.

La manifestazione continua con la sua missione, ovvero quella di alimentare la passione per il cinema e dare spazio anche agli autori più giovani. Il programma delle tre giornate sarà particolarmente ricco di eventi legati all’arte, alla cultura e allo spettacolo; dalle proiezioni delle opere in concorso ai meetings, passando per spettacoli e incontri con i vari protagonisti.

Matera Sport Film Festival è realizzato:

Con il Sostegno di: Matera-Basilicata 2019, Regione Basilicata, Sensi Contemporanei, Mibact-Direzione Generale Cinema.

Con il Patrocinio di: Comune di Matera, Rai Basilicata, Coni-Comitato Regionale Basilicata

In collaborazione con: MIUR – Ufficio Scolastico Territoriale Matera, Lucana Film Commission, Uisp-Comitato Regionale Basilicata.

Media Partners: Voce Spettacolo, Sassilive, Matera Inside, Matera Sport Academy.

www.materasportfilmfestival.it

giovedì 25 ottobre 2018

Lucana Film Commission celebra il cinema di Matera a Sorrento e al “Bello d’Italia”


MATERA - La Fondazione Matera 2019 e la Lucana Film Commission hanno aderito alla XXIII edizione del Premio internazionale “Penisola Sorrentina - Arturo Esposito” che culminerà nella serata di gala in programma il 27 ottobre al teatro delle Rose. In quell'occasione saranno premiati i due giovani registi materani Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana.

La coppia otterrà un riconoscimento per l’enorme successo conseguito quest’anno al botteghino con il film “Metti la nonna in freezer”, prodotto da Indigo e interpretato da Fabio De Luigi e Miriam Leone. A consegnare il premio sarà Salvatore Adduce, presidente di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. A suggellare il legame tra il Premio internazionale “Penisola Sorrentina - Arturo Esposito” sarà anche un convegno, promosso dai vertici del Museo Correale Terranova di Sorrento, durante il quale nella mattinata Paride Leporace, direttore della Lucana Film Commission, parlerà di Matera 2019 come della "stella polare del nuovo cinema meridionale". Al tavolo dei relatori, anche un volto notissimo come Giancarlo Magalli, autore, doppiatore e conduttore tv, Rosanna Romano, responsabile della direzione generale delle politiche culturali e turismo della Regione Campania, e Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania.

Il focus che il Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” 2018 intende offrire all’appuntamento di Matera2019 recupera il rapporto tra i microcosmi del sud, i centri e le periferie di un mondo che ha avuto in questi anni un fortissimo impulso partendo dal nulla. «Ringrazio moltissimo il presidente di Matera2019 e il direttore della Lucana Film Commission per aver aderito al nostro invito - commenta il patron della manifestazione della costiera, Mario Esposito - Matera2019 Capitale Europea della Cultura non rappresenta infatti solo la Basilicata, ma l’Italia della cultura e, soprattutto, il Sud proiettato in una dimensione europea e mediterranea».

E sempre sabato alle ore 18, Matera diventa la sede della seconda tappa del “Bello dell’Italia” 2018, organizzata dal Corriere della Sera e curata dalla giornalista Roberta Scorranese. Fino alle 20.30, Casa Cava sarà teatro di un racconto multimediale del territorio. Il tema è «La cura», ovvero il film di una città che è passata dagli abissi di una profonda situazione di degrado ai cieli della Capitale europea della cultura. La serata (a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, prenotando all’indirizzo email matera-ilbellodellitalia@rcs.it) si apre con un monologo affidato a Ulderico Pesce che darà voce a Rocco Scotellaro, personaggio simbolo della Basilicata. Con il vice sindaco Nicola Trombetta, Paolo Verri direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Vincenzo Santochirico, presidente della Fondazione Sassi si discuterà della sfida che aspetta la città l’anno prossimo, per dare poi spazio al cinema, uno degli strumenti che ha aiutato il rilancio della città. Sul tema prenderà la parola Paride Leporace, direttore della Lucana Film Commission e uno degli ospiti più attesi della serata, l’attore Alessandro Preziosi, che svelerà un interessante lato del suo personaggio, legato alla cura del patrimonio.

domenica 9 settembre 2018

Il Leone d'oro va a Roma di Alfonso Cuaròn


VENEZIA - Il Leone d'oro per il miglior film va a: Roma di Alfonso Cuarón (Messico), prodotto da Netflix, il colosso dello streaming online diventato dal 2014 anche major produttiva di cinema oltre che di serie tv.

Il film si vedrà su Netflix a dicembre e, secondo quanto si apprende, avrà lo stesso mese anche uscita in sale cinematografiche selezionate. Anche il film dei fratelli Coen, The Ballad of Buster Scruggs, che ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura, è prodotto da Netflix.

GLI ALTRI PREMI

Il Gran premio della Giuria va a THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (Regno Unito, Irlanda, USA).

Il Leone d'argento per la migliore regia a: Jacques Audiard per il film THE SISTERS BROTHERS (Francia, Belgio, Romania, Spagna).

La COPPA VOLPI per la migliore attrice va a Olivia Colman nel film THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (Regno Unito, Irlanda,

La COPPA VOLPI per il miglior attore va a Willem Dafoe nel film AT ETERNITY'S GATE di Julian Schnabel (USA, Francia)

Il PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA va a Joel & Ethan Coen per il film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel & Ethan Coen

Due premi per il film australiano THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia): il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA e il PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore emergente: Baykali Ganambarr.

lunedì 3 settembre 2018

Venezia 75, presentato il network Italian Film Factory all'Italian Pavilion


Un network di cinema che raccoglierà sotto un unico marchio tutti i segmenti cinematografici, dalla formazione (Università del Cinema) alla produzione e distribuzione (Paradise Pictures), dalla rappresentanza artistica (PM5 Talent) all’esercizio (Nuovo Cinema Aequa) passando per la promozione (Social World Film Festival e Pulcinella Film Festival), fino all’editoria (Cinema Edizioni). Tutto questo è l’Italian Film Factory, presentato all’Hotel Excelsior di Venezia, nell’ambito della 75a Mostra Internazionale del Cinema, l’Italian Film Factory, che avrà sede a Roma e Napoli.

«La cooperazione tra i vari segmenti del cinema – così Giuseppe Alessio Nuzzo, regista, produttore e direttore generale Social World Film Festival – è fondamentale al giorno d’oggi. Per facilitare la connessione tra diverse realtà abbiamo pensato con Giuseppe Mastrocinque, agente cinematografico di PM5 Talent, di creare una sovrastruttura che consenta un veloce scambio per lo sviluppo di tanti progetti cinematografici».

BANDI SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL. Una finestra quella di Venezia durante la quale è stato annunciato che il 10 settembre verranno lanciati i bandi dell’edizione 2019 del Social World Film Festival, Mostra Internazionale del cinema sociale di Vico Equense, che saranno pubblicati sul sito www.socialfestival.com e sulle piattaforme Film Free Way, Fest Home e Film Festival Life: sarà possibile iscrivere le opere di lungometraggio, documentario e cortometraggio nelle 11 sezioni anche una dedicata ai video in realtà virtuale, in verticale e sperimentali.

In nove anni di storia, il Social World Film Festival, che annovera come presidente onorario l’attrice Claudia Cardinale, ha organizzato 480 giornate di attività cinematografica in Campania e nell’intera nazione, 36 eventi internazionali che hanno toccato 27 città dei cinque continenti da New York a Sydney passando per Tokyo, Los Angeles, Rio de Janeiro, Tunisi e Londra, coinvolgendo migliaia di spettatori e centinaia di protagonisti della cinematografia mondiale.

PREMIATO LO SHORT FILM CORNER DEL PULCINELLA. È stata premiata inoltre Orsola Sorrentino vincitrice del Short Film Contest del Pulcinella Film Festival 2018, il festival internazionale della commedia, che si è tenuto lo scorso maggio ad Acerra alla presenza delle madrine Angela e Marianna Fontana, e gli ospiti d’onore Leo Gullotta e Ornella Muti.

“FAME” DELLA PARADISE. Tra i prossimi progetti della Paradise Pictures c’è il cortometraggio “Fame”, già sostenuto dalla Direzione Generale Cinema del Ministero per i Beni e le attività Culturali e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. L’opera, ambientata a Napoli, racconterà come le difficoltà economiche possano incidere sulla natura dell’uomo.

PREMIO CINEMA CAMPANIA 2018. Annunciata infine la quarta edizione del Premio Cinema Campania, riconoscimento non competitivo alle istituzioni, aziende, persone che hanno contribuito allo sviluppo, alla crescita e alla promozione dell’attività cinematografica ed audiovisiva in Campania, con una particolare attenzione alla celebrazione dei giovani artisti, che si terrà il prossimo dicembre.

L’evento è sostenuto dalla Regione Campania e Film Commission Regione Campania nell’ambito dei POC 2014/2020 “Piano Cinema Campania”.

venerdì 10 agosto 2018

Cine-Teatro 'N. Andrisani' di Montescaglioso, 'Vivere il cinema tra sogno e realtà' alla 48ᵃ edizione del Giffoni Experience


MONTESCAGLIOSO - Quindicesima edizione della rassegna cinematografica di qualità per ragazzi “VIVERE IL CINEMA TRA SOGNO E REALTA’” abbinata alla 48ª rassegna cinematografica del GIFFONI FILM FESTIVAL, nella cittadina di GIFFONI VALLE PIANA organizzata dal CINE-TEATRO “N. Andrisani” di DISABATO Nunzio Nicola.

Dal 20 al 28 luglio si è svolto il GIFFONI FILM FESTIVAL al quale hanno preso parte ben 22 ragazzi-giurati del CINE-TEATRO “N. Andrisani” di Montescaglioso, di cui 14 giurati selezionati alla fine di aprile e 8 richiamati dal Festival per essersi distinti nell’edizione 2017. I ragazzi hanno vissuto un’esperienza fantastica frutto di un proficuo lavoro svoltosi nell’anno scolastico 2017-2018 (novembre 2017- aprile 2018).

I ragazzi dai 10 ai 18 anni sono stati suddivisi in 4 categorie, rispettivamente:

SEZIONE ELEMENTS +10

Pietro VENTRELLI (scuola primaria Montescaglioso)
Sanya BONELLI (scuola primaria II° Circolo Policoro)
Carlotta TATARANNO (scuola primaria Bernalda)
Linda GURRADO (scuola primaria “Semeria” – MT)
Vittorio PECORELLA (scuola media “Pascoli” – MT)
Francesco SANTANTONIO (scuola media “Bramante” – MT)
Lucrezia CONTE (scuola media Montescaglioso)
Alessia VITELLI (scuola media “S. Agnese” –MT)

GENERATOR +13

Martina CENTONZE (scuola media Ferrandina)
Danila ANNUNZIATA (scuola media “Pascoli” MT)
Alice PALUMBO (scuola media Pomarico)
Martina PERRUCCI (scuola media Montescaglioso)
Gabriella MANZARI (SPECIAL JUROR)
Barbara PARZIALE (SPECIAL JUROR)
Paolo OLIVIERI (SPECIAL JUROR
Federica GALEOTA (SPECIAL JUROR)

GENERATOR +16

Nicola DINARDO (liceo scientifico IRSINA)
Simone GALLITELLI (I.T.C.G. Bernalda)
Mario CATALDO (SPECIAL JUROR)
Manuel BASTIANO (SPECIAL JUROR)
Gilda MARSICANO (SPECIAL JUROR)

GENERATOR +18

Eliana MASTRONARDI (SPECIAL JUROR)

Hanno visionato ben 100 film inediti tra documentari, corto e lungometraggi in concorso, diverse anteprime e numerosi teaser di film che usciranno nel corso della prossima stagione cinematografica.

I nostri ragazzi impegnati nei dibattiti dei vari temi (fantastico, drammatico, disagio sociale, bullismo, avventura, attualità ecc.) presenti nei tanti films visionati, hanno dato ancora una volta prova delle loro capacità e dell’immenso interesse per quest’attività che, partita come momento didattico, ha raggiunto grande espressività come momento umano e di crescita culturale degli stessi. Inoltre hanno offerto il loro contributo, insieme ad altri ben 5600 giurati, provenienti da 52 paesi diversi al mondo, alla scelta dei film vincitori rispettivamente per le seguenti categorie:

ELEMENTS +10 : ZOO

GENERATOR +13 : THIS CRAZY HEART

GENERATOR +16 : SADIE

GENERATOR +18: BROTHERS

Non dimentichiamoci dei numerosi interventi e partecipazioni degli importanti nomi del mondo cinematografico nazionale ed internazionale compreso anche il mondo della musica, artisti come Paul RUDD, Evangeline LILLY, Ferzan OZPETEK, Anna VALLE, Cristiano CACCAMO, Francesco SCIANNA, Frank MATANO, Brando DE SICA, Jasmine TRINCA, Sam CLAFFIN, Marco PONTI, Matilda DE ANGELIS, Simona CAVALLARI, Ilenia PASTORELLI, Rocco PAPALEO, Sarah FELBERBAUM, Alessandro SIANI, Gianmarco TOGNAZZI, FICARRA & PICONE, BENJI e FEDE, ERMAL META, Luca BARBAROSSA, ANNALISA, Max GAZZE’, Fabrizio MORO, ULTIMO, Francesca MICHELIN.

Finalmente, dopo anni di attesa, quest’anno sono stati inaugurati nuovi spazi nella Multimedia Valley dando possibilità ai ragazzi di partecipare a nuovi laboratori e a tante altre attività.

Anche per quest’anno la direzione del CINE-TEATRO “N. Andrisani” ha voluto la partecipazione al festival per il giorno 28 luglio, come premio per tutti i ragazzi non vincitori che avevano sostenuto la selezione nel mese di aprile, dando la possibilità di vivere una giornata tipo al GIFFONI FILM FESTIVAL. Pure loro potranno dire così di aver partecipato all’evento dell’anno.

Mentre si sono spenti i riflettori di questa stupenda esperienza, la direzione del CINE-TEATRO “N. Andrisani” di DISABATO Nunzio Nicola con la guida del direttore artistico DISABATO Giuseppe, sta già programmando tutta l’attività per il nuovo anno.

Ringraziamenti al direttore e vice direttore artistico del G.F.F. Claudio Gubitosi, Manlio Castagna, alla responsabile ufficio giurie Natascia De Rosa, all’ufficio scolastico provinciale e regionale, all’Agiscuola Nazionale, al Mibact, al Miur, alla Regione Basilicata, ai dirigenti, ai docenti e ai ragazzi di tutti gli istituti partecipanti, al direttore del CINE-TEATRO “N. Andrisani” di Montescaglioso, Nunzio Nicola DISABATO e al direttore artistico Giuseppe DISABATO.

martedì 7 agosto 2018

Chiusi i lavori del 19mo Lucania Film Festival


PISTICCI - Dall'Iran agli Stati Uniti passando per la Russia. Il taglio poliglotta del Lucania Film Festival può essere racchiuso in questo viaggio ideale che collega le nazioni di appartenenza di alcuni dei film premiati al termine della sua 19 esima edizione. Whole to part, film iraniano firmato da Vahid Hosseini Nami e vincitore della sezione corti fiction; The Missing Sun di Brennan Vance (Usa) miglior lungometraggio; The Theory Of Sunset di Roman Sokolov (Russia) che vince nell'animazione. I posti di provenienza di questi lavori sono divisi da distanze enormi sotto il profilo geografico e politico.

I luoghi poi si avvicinano sui sentieri della settima arte lungo il crocevia del Cineparco Tilt di Marconia di Pisticci, profondamente riqualificato grazie alla spinta propulsiva della bellezza dei cinema del mondo e valorizzato dalla presenza di ospiti di assoluto spessore come Matteo Garrone e Marco D'Amore, regista di fama internazionale il primo, attore, produttore e regista il secondo, che al Lff, racconta il personaggio di Ciro Di Marzio, il criminale della serie Gomorra che lo ha reso celebre, ed una carriera ispirata da Toni Servillo e fatta di musica, teatro ed opere e progetti che guardano alla solidità delle proposte in termini di contenuti ed al nuovo panorama creativo italiano, da incentivare perchè ricco di potenzialità.

In mezzo, uno sguardo approfondito sullo stato del cinema nazionale e sulla direzione della Basilicata nei tempi in cui occorre portare a maturazione le potenzialità connesse alle produzioni cinematografiche ed alle location in cui vengono realizzate.

La cinque giorni del Lff (1-5 agosto) è stata caratterizzata come sempre da una ricca offerta culturale tra masterclass, cinetalk, proiezioni internazionali, dibattiti ed incontri. Matteo Garrone ha narrato la forza del suo cinema permettendo di scoprire un personaggio umile profondamente proiettato verso la ricerca sull'umano. "Sono consapevole di fare uno dei mestieri più belli del mondo, in cui - spiega il regista romano - ogni film è l'occasione per misurarsi con un genere nuovo. Di fondo, tuttavia, il mio approccio è sempre umanistico. Attento cioè all'analisi della psicologia umana e del labirinto che c'è dentro ognuno di noi". Dai meandri della mente alla bellezza dei territori, Garrone ha descritto la Basilicata "quale luogo affascinante, con una natura ancora abbastanza incontaminata", non precludendo l'ipotesi di girare in questa terra alcune scene del suo Pinocchio.

Guarda all'uomo anche la misura cinematografica di Marco D'Amore, che al Lff parla del rapporto con il pubblico: "L'arte - dice - deve scioccare, sorprendere e far sviluppare il pensiero critico. Rispetto ad essa occorre un pubblico non passivo, che sappia confrontarsi con l'opera". D'Amore lascia poi la sua fotografia del Lucania Film Festival, evento prodotto dall'associazione pisticcese Allelammie sotto la guida del direttore artistico Rocco Calandriello. "E' come quando tu entri in una cucina che non è di casa tua e ci ritrovi certi saporti familiari ed hai voglia di mangiare e di bene. Questa è la sensazione che ho provato arrivando qui" ha detto l'attore e regista napoletano.

Il pensiero del direttore artistico della kermesse Rocco Calandriello è andato innanzitutto alla produzione filmica ospitata dal Lff: "Un panorama molto ricco con una sentita partecipazione degli autori che decidono di accompagnare le proprie opere con la loro presenza", ricambiata da quella di un pubblico sempre più attento alle proposte di cinema che il Festival offre, anche grazie alle attività di formazione presenti per l'intero anno al Cineparco Tilt, proiettato verso la dimensione di Cittadella del Cinema anche attraverso una maggiore presa di coscienza degli operatori del settore e dei soggetti istituzionali, chiamati a rinnovare l'impegno affinchè quello che una volta era un non luogo degradato possa definitivamente evolvere verso un contenitore virtuoso di funzioni connesse ai percorsi che la settima arte sta generando in Basilicata.

Cinema, Social World Film Festival 2018: i numeri di una edizione internazionale


Una edizione ricca di passione per il cinema. L’ottavo anno del Social World Film Festival verrà ricordato per i 6mila minuti di programmazione grazie ai 600 film selezionati provenienti da ben 48 paesi, alle 120 proiezioni, ai 500 ospiti nazionali e internazionali, oltre 10mila spettatori per i 70 eventi in programma.

Grandi protagonisti del cinema nella serata in piazza Mercato – Arena Loren a partire dall’icona Stefania Sandrelli. Icona di bellezza e talento, ha partecipato a numerose attività della Mostra Internazionale del Cinema Sociale e durante la serata evento dedicatagli ha ricevuto il premio alla carriera ed il titolo di Ambasciatrice del Social nel mondo. L’attrice, che ha fatto la storia della cinematografia italiana, ha posto la sua firma sul Wall of Fame, monumento al cinema che custodisce i calchi in bronzo degli autografi dei più grandi artisti passati al festival come Claudia Cardinale (presidente onorario dell’ente festival), Giancarlo Giannini, Valeria Golino, Ornella Muti, Luis Bacalov, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta.

Il Social dal 29 luglio al 5 agosto ha trasformato Vico Equense nella capitale internazionale del cinema sociale, trattando attraverso proiezioni, dibattiti, masterclass e workshop temi impegnati come femminicidio, immigrazione, cyberbullismo. Una città che per 8 giorni ha una nuova toponomastica con l’Arena Loren, Largo Mastroianni, Viale Gassman, Arena Magnani e sale che prendono i nomi di Bertolucci, Rosi, Troisi, Tornatore.

Tanti i giovani impegnati, a partire dallo staff organizzativo composto esclusivamente da professionisti under 35 a partire dal 29enne direttore generale, il regista Giuseppe Alessio Nuzzo: «È stata l'edizione dei grandi numeri, confermando il grande trend di crescita del nostro festival. Per la prima volta abbiamo avuto una madrina internazionale, l’attrice statunitense Katherine Kally Lang. Con lei e con gli altri ospiti abbiamo argomentato sui temi sociali e dell’importanza di veicolarla attraverso il piccolo e il grande schermo. La città di Vico Equense e i tanti avventori giunti da tutta Italia e oltre hanno potuto cibarsi di cinema dalle 9 del mattino a notte inoltrata grazie anche alle due arene in 2k e con audio Dolby Sorround. Tutto ciò ha puntato su di noi le attenzioni di numerosi media nazionali ed europei».

Occasioni concrete per giovani autori grazie al Mercato Europeo del Cinema Giovane e Indipendente, salotto dell’industria cinematografica tra dibattiti, conferenze, incontri e una video library digitale che ha visto importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari Paesi, incontrarsi per discutere sulle nuove opportunità per talenti emergenti.

Tanti gli artisti premiati che si sono avvicendati sul red carpet: Katherine Kelly Lang (madrina 2018), Michele Placido, Donatella Finocchiaro, il premio Oscar Mike Van Diem, Lucianna De Falco, Daniel Tenorio e Nicolò Bertonelli (della serie tv “Braccialetti Rossi”), la factory Casa Surace, Pekka Strang, Vladimir de Fontenay, Col Spector, Angela e Marianna Fontana, Fabio Balsamo. Spazio anche alla musica con le premiazioni di Ntò e Lucariello e le Ebbanesis.

Svelati durante la serata del 4 agosto i premi dell’8a edizione del Social World Film Festival diretto dal regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo. La “Giuria Giovani”, composta da giovani dai 23 ai 35 anni, ha scelto come miglior lungometraggio “Tulips” del premio Oscar Mike Van Diem. La miglior regia è quella di Valdimir de Fontenay per “Mobile Homes”, film che si aggiudica anche la miglior sceneggiatura scritta dallo stesso Fontenay in ex aequo con “Riccardo va all’inferno” di Roberta Torre & Valerio Bariletti. Il Gran Premio della giuria di qualità presieduta dal regista Col Spector è stato assegnato a “Tom of Finland” di Dome Kowkoski. Miglior attore Pekka Strang, miglior attrice Donatella Finocchiaro.

La “Giuria Ragazzi”, composta da ragazzi campani dai 15 ai 23 anni, ha scelto come miglior cortometraggio “Cristallo”. La Miglior Regia va a Ivan Sainz Pardo per “Ainahora” ex aequo con Rosario Capozzolo per “Peggie”, miglior attore Darryl Hopkins per "Touch", miglior attrice Daphe Scoccia per “Cristallo”. La miglior sceneggiatura è quella di Andy Mark Simpsons per “Waterbabies”. Il Gran Premio della giuria di qualità, presieduta dalla regista Alessandro Grande, va a “Nowy Bronx” di Filip Ignatowicz.

La “Giuria Doc”, formata da persone diversamente abili, ha decretato come miglior documentario “L’aria sul viso” di Simone Saponieri. La miglior regia è quella di Bertha Gaztelumendi per “Volar”, la miglior sceneggiatura è di Guido Mignogna per “Ahora es cuando es”. Il Gran Premio della giuria critica va “Volar” di Bertha Gaztelumendi.

“Abcd” di Daniele Morelli vince la sezione “La città del cortometraggio”. Nella sezione “Focus” vincono il lungometraggio “Terra bruciata” di Luca Gianfrancesco e il cortometraggio “Il signor acciaio” di Federico Cappabianca. Il Premio Rai Cinema Channel, che consiste nell’acquisto dei diritti pari a 3mila euro, va a Carmelo Segreto per “Un giorno alla volta”. “Il valzer delle nuvole” di Carmine De Martino è risultato la miglior opera allo Young Film Factory e verrà proiettato durante il Festival di Cannes 2019 nella conferenza internazionale del Social World Film Festival.

L’organizzazione è già a lavoro per l’edizione 2019.

sabato 4 agosto 2018

Marco D'Amore nell'ultimo giorno di Lucania Film Festival


PISTICCI - Viaggia sul filo conduttore di un cinema iper realistico una delle tracce contenutistiche del 19 esimo Lucania Film Festival, che proprio in questa chiave di lettura trova il link ideale fra i due grandi ospiti invitati uest'anno nel Cineparco Tilt: Matteo Garrone e Marco D'Amore.
Il primo, intervenuto a Marconia di Pisticci lo scorso 2 agosto, firmò la regia del film Gomorra, tratto dall'omonimo best seller di Roberto Saviano, ed uscito nelle sale nel 2008.
Il secondo è invece protagonista della fortunata serie Sky Gomorra, in onda dal 2014 e proiettata verso la quarta stagione. Entrambi hanno narrato ed interpretato la crudezza di storie di camorra con un approccio stilistico moderno, spietato nella sua rappresentazione.

Marco D'Amore saràl Lucania Film Festival nella giornata conclusiva dei lavori, domenica 5 agosto. Il primo appuntamento è con gli allievi della masterclass (posti limitati e su prenotazione) in programma nella sala Interna del Lff a partire dalle ore 17.30. Nel suo cinetalk delle 23.15, invece, D'Amore incontrerà il pubblico del Festival subito dopo le premiazioni dei film vincitori della 19 esima edizione, la cui cerimonia è in programma alle ore 23.00.

Casertano, classe 1981, D'Amore da giovane sognava di diventare un musicista, ma la passione per la recitazione ha prevalso. Il suo debutto cinematografico arriva nel 2010 al fianco di Toni Servillo di cui è co-protagonista nel film Una vita tranquilla・diretto da Claudio Cupellini. Nell'estate del 2011 è nel cast del film Love is all you need diretto dalla regista -Premio Oscar- Susanne Bier. Sempre nel 2011 debutta in TV nella fiction Benvenuti a tavola Nord vs Sud con la quale arriva la notorietà. Ma è nel 2013 che arriva il grande successo grazie alla serie tv Gomorra diretta da Stefano Sollima, Claudio Cupellini, Francesca Comencini, nella quale interpreta il criminale Ciro Di Marzio, detto l'Immortale. Nel 2018, arriva anche il debutto come regista dirigendo, assieme a Francesca Comencini e Claudio Cupellini, la quarta stagione della serie Gomorra, in programma nella primavera 2019. Al Lff D'Amore racconterà la sua carriera partencipando anche alla cerimonia di premiazione. Nel corso dell'evento sarà assegnato anche il premio speciale Flexy Movies dal produttore Alessandro Masi.

Il Lff si concluderà con il music contest di Dante Fontana e Celeste Montorsi, alle prese con una selezione di garage e psichedelia sixty.

giovedì 2 agosto 2018

Cinema: Matteo Garrone è l'ospite del Lucania Film Festival. Il regista sarà protagonista della 2a giornata di lavori


E' il giorno di Matteo Garrone al Lucania Film Festival. Il regista romano, nel pomeriggio di giovedì 2 agosto, terrà una masterclass nella quale sarà possibile conoscere la sua visione del cinema e le modalità tecniche attraverso le quali la creatività può diventare linguaggio cinematografico. L'appuntamento, su prenotazione e con posti limitati fino a 50 persone, è in programma alle ore 17.30 nella Sala Interna del Cineparco Tilt, oggetto di un'ampia riqualificazione proprio in vista del suo evento principe.

Alle 20.30 il Lff omaggia Garrone con la proiezione del film Reality. Premiata al Festival di Cannes, l'opera ha ottenuto 4 candidature e vinto 2 Nastri d’Argento. Ha ottenuto, inoltre, 11 candidature e vinto 3 David di Donatello.

Alla 23.15 nella piazza Scola, infine, Matteo Garrone incontrerà il grande pubblico del Lucania Film Festival nel corso di una lectio magistralis moderata dal direttore della Lucana Film Commission Paride Leporace. Il dibattito rappresenterà anche l'occasione per ripercorrere la carriera del regista, per il quale il grande successo di critica e pubblico arrivò nel 2002 con un’incursione nel cinema di genere col film noir “L’imbalsamatore”, inserito nella Quinzaine des Réalisateurs del 55° Festival di Cannes col quale vinse numerosi premi prestigiosi tra cui il David di Donatello per la Miglior Sceneggiatura.

Nel 2004 arriva il film “Primo amore”, la storia di un uomo ossessionato dalla magrezza femminile che vince l’Orso d’Argento, il Nastro d’Argento e il David di Donatello per la Miglior Colonna Sonora. Nel 2008 Garrone gira “Gomorra”, pluripremiata trasposizione cinematografica del romanzo-inchiesta sulla Camorra di Roberto Saviano. Il film ottiene numerose candidature e importanti premi tra cui il Gran Premio della Giuria al Festival del Cinema di Cannes, che Garrone vincerà nuovamente nel 2012 con la commedia nera “Reality”. Nel 2015 torna a Cannes con “Il Racconto dei Racconti”, un grande affresco in chiave fantastica del periodo barocco e vince 7 David di Donatello fra cui il premio alla Miglior Regia. Nel 2018 con il film “Dogman” si aggiudica al Festival di Cannes la Palma d’Oro per il miglior attore al protagonista Marcello Fonte.

Nel corso della seconda giornata di lavori del Lff saranno come sempre protagonisti i film, suddivisi nella varie sale del Cineparco Tilt attraverso le differenti sezioni competitive di corti e lungometraggi.

La serata si concluderà con il music contest by Seiss – 12KDUBBY, fra sonorità hip hop, big beat, drum n bass, chill out.

mercoledì 1 agosto 2018

Katherine Kelly Lang al Social World Film Festival: "Produrrò un film in Italia, amo questo paese"


«Produrrò un film in Italia, inizieremo a girare in primavera in Puglia». Katherine Kelly Lang, nota al grande pubblico anche per sua interpretazione nel ruolo di Brooke nella serie statunitense “Beautiful” in onda dal 1987, è stata ospite a Vico Equense come madrina dell’8a edizione del Social World Film Festival. Ha parlato del suo amore per il Bel Paese annunciando le riprese di “How to climb a three” con la sua “Angel Eyes Production” di Hollywood in collaborazione con Bros Group Italia. «Si tratta di un romantic drama, una storia di famiglia, un film che parla di come riuscire nella vita e scalare verso il successo, parlerà al cuore».

L’attrice americana ha incontrato giovani attori e registi per una masterclass nel pomeriggio per poi abbracciare il pubblico di Piazza Mercato – Arena Loren durante il gala inaugurale della Mostra Internazionale del Cinema Sociale che le ha tributato un grande applauso. Salita sul palco la Lang si è concessa alle domande della presentatrice, l’attrice Roberta Scardola, raccontando le fasi principali della sua carriera a partire dalle prime apparizioni nella serie tv cult “Happy Days”, fino all’ultimo spot dedicato alla ricerca contro il cancro.

«Sono ambasciatrice della lotta contro il cancro, alcuni membri della mia famiglia sono scomparsi a causa di questa malattia, è un tema che mi sta molto a cuore. È giusto comunicarlo attraverso questi canali per far arrivare i giusti messaggi a milioni di persone». Al termine dell’incontro ha firmato la tavoletta in argilla per il Wall of Fame, il monumento al cinema nel centro della città che custodisce gli autografi dei grandi ospiti del festival come Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, il premio Oscar Luis Bacalov, Ornella Muti, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero e tanti altri.

La Lang è legata all’Italia anche da un altro suo progetto imprenditoriale: sta lanciando infatti il brand “Salsedine by KKL” con una linea di abbigliamento da mare per donna. «Tutto ciò che è fatto in Italia è perfetto». Incantata dalle bellezze della Penisola Sorrentina, è poi ripartita con il Dominique Zoida alla volta di Los Angeles per tornare negli studi della Cbs per registrare le nuove puntate della soap dei record “Beautiful”.

Il Social Festival proseguirà stasera con un incontro dedicato alla lotta alla violenza di genere con la partecipazione dell’attrice Cristina Donadio e alla premiazione della sezione “Scuole”. Mercoledì 1 agosto sarà la giornata del Mercato del cinema giovane europeo e in serata un omaggio agli Academy Awards.

Grande attesa per l’evento di giovedì 2 agosto con Michele Placido che tributerà il cinema italiano, leggendo passi dal libro “Cinema è Sogno”. A seguire, la proiezione del suo film “7 minuti” e il concerto delle Ebbanesis. Verrà premiata la factory “Casa Surace” con la quale si discuterà di comunicazione sociale sui nuovi media. Venerdì 3 agosto sarà il turno del tributo a Stefania Sandrelli che sarà insignita del titolo di Ambasciatrice del Social World Film Festival nel mondo e omaggiata con il Golden Spike Award alla carriera, poi un approfondimento su “Gatta Cenerentola” alla presenza del cast e dei produttori.

Gran galà di premiazione sabato 4 agosto con sfilata sul red carpet del premio Oscar Mike Van Diem, Gianfranco Gallo (membro giuria qualità), Nto e Lucariello, Fabio Balsamo, il cast della serie televisiva “Braccialetti Rossi” e tanti altri. Domenica 5 al mattino l’evento di chiusura con l’“Ottava Conferenza Internazionale: Il Cinema come veicolo di messaggio sociali”.

Media partner Canale 21, Radio Marte, Radio Marte 2 e Voce di Napoli.

lunedì 30 luglio 2018

Lucania Film Festival al via: il programma


MARCONIA DI PISTICCI - Saranno i film gli assoluti protagonisti della prima giornata di lavori del Lucania Film Festival, in programma dal primo agosto.

Le proiezioni delle opere in concorso avranno inizio dalle 17.30 e dureranno fino alle 23.00 circa, suddivise nelle varie sale di proiezione installate nel Cineparco Tilt di Marconia di Pisticci che ospita l'evento ideato e prodotto da Allelammie.

Il programma di proiezioni è stato ripartito in sei sezioni competitive nelle quali, come da tradizione, trovano notevole spazio i cortometraggi. I lavori short sono stati suddivisi in Animazione, Fiction, Documentari e Spazio Italia. I lungometraggi, invece, sono suddivisi in sezioni Fiction e Doc.

Alle 23.00, invece, il Lff presenta la sua diciannovesima edizione attraverso il talk scenico "Il corvo e i suoi fratelli" affidato a Gemma Lanzo (critico cinematografico), Gianni Palumbo (ornitologo) ed Eugenio Imbriani (antropologo). La serata si concluderà con il music contest di Tom Rapp.

Il 2 agosto il LFF apre, invece, con la masterclass del regista Matteo Garrone, appuntamento a prenotazione con posti limitati fino a 50 persone nel quale sarà possibile conoscere la visione del cinema di uno dei più importanti registi italiani. L'incontro con il pubblico al completo del Festival è invece previsto alle ore 23.15 nella piazza Scola, quando Garrone terrà una lectio magistralis nella quale sarà possibile approfondire le sfaccettature della sua poetica filmica e conoscere più da vicino il pluripremiato autore romano.

Nel suo percorso di incontro con il pubblico, il Lff ha messo in calendario anche un Cine Talk con registi, produttori e giurati presenti sui luoghi dell'evento. L'incontro è in calendario alle 23.15 del 3 agosto, giornata di lavori per il resto dedicata alle proiezioni e destinata a concludersi con le narrazioni sonore di Costantino Rizzuti e Delia Dattilo.

Il 4 agosto il Festival apre un focus specifico sulla creatività lucana e sull'opportunità di orientare il suo sguardo al turismo. Nasce così il Cine Talk “Basilicata Cineturismo Experience” a cura di Gal Start 2020 con Giuseppe Marco Albano, Giuseppe Lalinga, Leonardo Braico, Sergio Palomba, Viviana Verri e Luca Braia.

Gli farà seguito il Cine Talk “Basilicata 5×5” con Francesco Lattarulo, Rocco Calandriello, Mimmo Mezzapesa, Silvio Giordano, Manola Rotunno, Nicola Ragone, Federico Ferrandina, Roberto De Feo, Andrea Gori, Angelica Muredd, Angelo Troiano.

In serata, inoltre, nel Cine Book Corner è in programma la presentazione del romanzo di Fabio Morici “Non sentire il buio" moderata da Sergio Palomba, con letture di Fabio Pappacena e Cosimo Frascella.

Nel corso dell'intera giornata, come sempre, proseguiranno le proiezioni di film competitivi ed anche fuori concorso.

Il 5 agosto, giorno storicamente dedicato alle premiazioni, il Festival ospita Marco D'Amore, il celebre Ciro Di Marzio di Gomorra terrà una masterclass con posti limitati a partire dalle ore 17.30, mentre in serata, al termine della cerimonia di premiazione delle 23.00, incontrerà il grande pubblico in una specifica lectio magistralis nella quale la star della serie Gomorra si racconterà anche in una veste informale.

Il Lff si concluderà con music contest con i contributi di Celeste Montorsi e Dante Fontana. Sono garantiti servizi di Campeggio, Food/Bar, Cine tour e parcheggio.

giovedì 26 luglio 2018

Stefania Sandrelli, premio alla carriera al Social World Film Festival


POTENZA - Ha fatto la storia del cinema italiano recitando nei film di Bertolucci, Monicelli, Germi, Scola, Montaldo, Benigni. Stefania Sandrelli sarà ospite dell’8a edizione del Social World Film Festival che le attribuirà il premio alla carriera succedendo nell’albo a Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, il premio Oscar Luis Bacalov, Ornella Muti, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta.

Ennesimo riconoscimento per la grande attrice che nel suo palmares ha già 3 David di Donatello, 6 Nastri d'argento e un Leone d'oro alla carriera nella 62esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. La Sandrelli sfilerà sul red carpet in piazza Mercato – Arena Loren, si racconterà al pubblico attraverso le fasi principali della sua carriera, firmerà il Wall of Fame, monumento al cinema nel centro della città di Vico Equense, e verrà insignita del titolo di Ambasciatrice del Social World Film Festival nel mondo.

La Mostra Internazionale del cinema Sociale (www.socialfestival.com), diretto dal regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, si terrà dal 29 luglio al 5 agosto, proponendo oltre 6mila minuti di programmazione tra le 600 opere in concorso e fuori concorso provenienti da tutto il mondo tra lungometraggi, documentari e cortometraggi, 100 anteprime in proiezione nelle due Arene Loren e Magnani, e poi concerti, mostre, masterclass, workshop, seminari. In programma gli omaggi a Carlo Vanzina e Paolo Villaggio, il Mercato Europeo del Cinema Giovane e Indipendente e focus su film e serie tv più amate dal pubblico. Il tema di quest’anno sarà “Passione. Sentimento, sensazione, sacrificio”.

Sulla locandina campeggia Sophia Loren alla quale verrà dedicata una retrospettiva con la proiezione di “Pane, amore e…” e “Qualcosa di biondo” e una mostra fotografica nel Museo del Cinema della Penisola Sorrentina. Attesi oltre 500 attori, autori, registi in concorso tra questi la madrina Katerine Kelly Lang, l’attrice statunitense nota al grande pubblico anche per la sua Brooke in “Beautiful”, il premio Oscar Mike Van Diem, Michele Placido, Cristina Donadio, la factory Casa Surace, Donatella Finocchiaro e tanti altri.

Tutti gli eventi del Social World Film Festival sono ad accesso libero e gratuito (salvo diversa esplicita segnalazione). È possibile richiedere l'invito compilando l'apposito form elettronico all’indirizzo www.socialfestival.com/it-it/accrediti/richiesta-inviti.html, per accedere ai posti a sedere non numerati del primo settore platea in Piazza Mercato durante gli eventi serali in Arena Loren. Media partner Canale 21, Radio Marte, Radio Marte 2 e Voce di Napoli.

martedì 24 luglio 2018

Lucania Film Festival: i film in concorso e la giuria internazionale

MARCONIA DI PISTICCI - E' una selezione ufficiale ampia ed in grado di offrire come sempre un vasto spaccato del cinema del mondo quella della diciannovesima edizione del Lucania Film Festival, in calendario a Marconia di Pisticci dall'1 a 5 agosto presso il Cineparco di Tilt.

Il programma di proiezioni, nell'anno in cui il Lff ospita Matteo Garrone (2 agosto) e Marco D'Amore (5 agosto), è stato ripartito in sei sezioni competitive nelle quali, come da tradizione, trovano notevole spazio i cortometraggi. I lavori short sono stati suddivisi in Animazione, Fiction, Documentari e Spazio Italia. Sono dodici i film scelti nella sezione Animazione con un'ampia rappresentanza del cinema europeo. Quattordici, invece, le opere in concorso nella Fiction con pellicole provenienti anche da Iran, Iraq e Cina. Saranno sette, inoltre, i titoli dei documentari in forma breve e sei quelli contenuti nello Spazio Italia.

Confermate le sezioni Fiction e Doc anche per i lungometraggi. Nella prima saranno in concorso Fremde Tochter di Stephan Lacant (Germania) e The Missing Sun di Brennan Vance (Usa). Nella seconda sono in gara quattro titoli, due dei quali in rappresentanza dell'Italia, Aperti al pubblico di Silvia Bellotti e Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori di Andrea Chiloiro, Riccardo Franchini, Giovanni Labriola, Matteo Ragno. Dall'Argentina, invece, arriva Ata tu arado a una estrella di Carmen Guarini e dagli Stati Uniti Chasing houses di Justin Time.

I film in concorso saranno valutati dalla Giuria internazionale del LFF che quest'anno si compone di Chiara Pellegrini, Elena Zervopoulou ed Angelo Troiano, tre profili giovani in grado di esprimere un moderno fermento creativo nel settore cinematografico e degli eventi ad esso connessi. La torinese Chiara Pellegrini collabora con il gLocal Film Festival, di cui cura la sezione cortometraggi. Nel 2016 fonda Fish&Chips Film Festival, primo festival in Italia dedicato all’erotismo e alla sessualità. Nello stesso anno entra a far parte del direttivo di AIACE Torino – Associazione Italiana Amici Cinema d’Essai.

Elena Zervopoulou, di origini greche e francesi, è fondatrice di One Vibe Films, una società di produzione indipendente con sede in Italia che aspira a promuovere il dialogo interculturale. Ha un background di etno-psicologa (Master dall’università di Parigi), nella capitale Francese ha lavorato con famiglie di immigranti e come consulente all’UNESCO con bambini di strada in Madagascar. A Roma, lavora come co-produttrice di documentari distribuiti internazionalmente (per ARTE, Discovery, WDR, History Channel). Da oltre 10 anni, con One Vibe Films ha prodotto, diretto, filmato e montato documentari creativi per emittenti internazionali e per OGN Internazionali. Girati nel Sud-Est dell’Asia, Europa e Africa, avvicinino il pubblico alle realtà quotidiane di minoranze etniche, donne e bambini. Attraverso storie locali affettive, che hanno un fascino universale, promuove la crescita consapevole sullo sviluppo sostenibile, i diritti ambientali, sociali e umani. 

Il lucano Angelo Troiano è socio fondatore dell’Ass.ne Culturale Basiliciak intenta a produrre e promuovere il cinema lucano. Cura la fase di comunicazione dell’Associazione per poi spostare il suo impegno nel reparto di Produzione come assistente nei primi tre cortometraggi di Basiliciak: “Il Cappellino”, “Xie Zi” e “Stand By Me”. Nel 2013 è organizzatore generale del cortometraggio “AnnA” presentato alla 69 Mostra del cinema internazionale di Venezia, poi nel 2014 si occupa interamente dello sviluppo progettuale producendo “Thriller”. Il corto verrà girato interamente nella città di Taranto e sarà vincitore ai David di Donatello come miglior cortometraggio italiano. Vince il premio Gold Elephant Award 2014 come Miglior Produttore al Catania Film Festival. Fonda nel 2014 Mediterraneo Cinematografica con cui produce “L’avenir” e “Acquario”. 
Confermato anche per quest’anno il premio speciale FlexyMovies per la distribuzione a cura di Alessandro Masi.

Le opere in concorso, inoltre, saranno valutate per il secondo anno consecutivo anche dalla Giuria Popolare che assegnerà il "LFF – POP 2018 Award”, il nutrito gruppo di componenti ha seguito uno specifico percorso formativo sin dallo scorso marzo così da poter dare un giudizio più “qualificato” nell’assegnazione del premio, dopo aver appreso dagli addetti ai lavori alcuni codici e segreti utili a decifrare al meglio il linguaggio del cinema.

martedì 17 luglio 2018

Termina la V edizione di OasiCinema

POTENZA - Giovedì 19 luglio per l’ultimo appuntamento con “Oasi Cinema, il cinema dell'ecologia", sarà proiettato “La lunga strada gialla” di Christian Carmosino e Antonio Oliviero.

Il documentario, che è stato rinviato lo scorso 27 giugno per le avverse condizioni meteorologiche, ha riscosso numerosi consensi di critica e pubblico nei festival Cinemambiente, Doc/it, International Film Festival Human Rights Buenos Aires 2017, Ekofilm Brno 2016, Clorofilla Film Festival 2016.

La rassegna ideata e curata dall'associazione di promozione sociale “Zer0971” si prefigge lo scopo di promuovere attraverso il cinema la conoscenza dell’ambiente, dei territori e il rapporto con la natura.

La lunga strada gialla un film di: Christian Carmosino e Antonio Oliviero
Genere: documentario, Durata: 79 min.
Produzione: Italia – 2016

Trama:

Federico e Mirko, due giovani palermitani, decidono di partire da Portella della Ginestra in sella ai loro muli, Giovanni e Paola, con l’obiettivo di arrivare al Quirinale e portare il loro messaggio di ecologia e giustizia sociale.

Un viaggio di oltre 1.200 km, in cui i due protagonisti incontrano pastori, contadini, pescatori e tanta gente comune. Alla ricerca della loro identità, del contatto con un mondo rurale che ormai sembra scomparso, ma soprattutto di un confronto con tante persone che testimoniano la vitalità di un territorio, il Sud, avvilito dalla criminalità e dalla cecità di un progresso incapace di assimilare le tradizioni e i valori umani.

martedì 10 luglio 2018

George Clooney travolto da un'auto in Sardegna


di PIERO CHIMENTI - Incidente stradale per George Clooney in Sardegna, dove è impegnato nella serie tv Catch 22, fortunatamente senza gravi conseguenze. L'attore e regista hollywoodiano viaggiava in scooter sulla statale 125 all'altezza di Olbia quando è stato travolto da una Mercedes che si apprestava ad entrare nel parcheggio di un albergo a Costa Corallina.

Soccorso e portato in ospedale, gli è stato riscontrato una contusione al ginocchio guaribile in 20 giorni.

domenica 8 luglio 2018

Addio al regista Carlo Vanzina, aveva 67 anni


ROMA - Si è spento a soli 67 anni il regista italiano Carlo Vanzina. Vanzina era figlio di Steno, cioè Stefano Vanzina, e fratello di Enrico, sceneggiatore: sin da giovane si era dedicato al cinema. La famiglia ha fatto sapere in una nota che Vanzina è morto «nella sua amata Roma, dov’era nato, ancora troppo giovane e nel pieno della maturità intellettuale, dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia».

Carlo Vanzina sarà ricordato soprattutto per le belle commedie dirette fra gli anni Ottanta e Novanta, fra cui 'Eccezzziunale… veramente', 'Io no spik inglish', 'Sapore di mare' e molte altre.

Il suo ultimo film è stato 'Caccia al tesoro', con Vincenzo Salemme e Serena Rossi.

giovedì 5 luglio 2018

La Basilicata all’Ischia Film Festival. Giovani autori e tanto cineturismo



ISCHIA - Presenza significativa quella del mondo creativo e istituzionale lucano alla sedicesima edizione dell’Ischia film festival in corso di svolgimento dal 30 giugno al 7 luglio.

Sugli schermi della bella manifestazione che si svolge nel Castello aragonese dell’isola campana, il concorso ha selezionato le opere di Adelaide De Fino (che proprio ad Ischia aveva segnato il suo esordio con “Papaveri e papere) nell’emozionante e attuale “La Pace dannata” e l’esordio del regista lucano Delio Colangelo che con “Che fine ha fatto l’inciviltà” dimostra di avere buone prerogativa per proseguire su una strada che lo ha rivelato in diversi festival. Ad Ischia a parlare di cinema presentando il loro recente successo ai botteghini invernali, i vulcanici materani Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi che con “Metti la nonna in freezer” hanno dimostrato di essere eccellenti artigiani di una commedia che appassiona le generazioni più giovani.

Ad accompagnare gli artisti anche la Lucana Film Commission che avrà una sua finestra per illustrare gli ultimi provvedimenti di una regione che sempre più si caratterizza con lo slogan Basilicata terra di cinema.

E ad Ischia, dove il patron Michelangelo Messina ha coniato il neologismo e la materia del cineturismo, nell’annuale convegno dove si ritrovano i principali esperti e studiosi di materia, non mancheranno contributi che illustreranno le ultime significative novità che sono state avviate.

Il direttore della Lucana Film Commission Paride Leporace e Patrizia Minardi dirigente della Regione Basilicata avranno modo di illustrare la grande attenzione che ha ricevuto in varie parti del mondo il progetto Basilicata Movie Tourism, realizzato dalla Regione Basilicata - Ufficio Sistemi Culturali e Turistici, nell’ambito del Progetto di Eccellenza interregionale “South Culture Routes”, finanziato dall’Enit e cofinanziato dal MIBACT, che ha avuto già successo nelle tappe delle fiere internazionali del turismo di Monaco e Parigi e sarà presente a Astrakan in Russia e a Gorlitz in Germania a partire da settembre 2018.

Con Basilicata Movie Tourism sono stati catalogati e mappate le principali location di 68 film girati in Basilicata, creando cinque percorsi cinematografici ad alta intensità esperienziale e fruibili attraverso app, sito web, pannelli e movie map. I percorsi partono tutti da Matera. Il primo riguarda la città dei Sassi, il secondo è il percorso del film “Basilicata Coast to Coast” dallo Jonio al Tirreno e altri tre itinerari che partendo da Matera portano i visitatori a scoprire le Dolomiti Lucane, la costa jonica e l’area del Vulture.

Sarà anche proiettato il video – spot “Basilicata is more than a Film”; di Giuseppe Marco Albano, in cui sono protagonisti non solo i luoghi e i film girati in Basilicata, ma anche e soprattutto gli attori lucani come Dino Paradiso, Anna Rita Del Piano, Fabio Pappacena, Nando Irene, Giovanni Andriuoli, Antonio Andrisani, Pascal Zullino, Michele Russo, Erminio Truncellito, Simone Càstano, Nadia Kibout.

Un vero e proprio modello nazionale di offerta cineturistica quello della Basilicata che a Ischia schiera anche Leonardo Braico, presidente del Gal Start 2020 che, grazie alla visione progettuale del suo direttore Giuseppe Lalinga, ha già creato diverse proposte cineturistiche sperimentate e inserite, attraverso alcuni tour operators, nel mercato delle vacanze.

mercoledì 4 luglio 2018

Matteo Garrone e Marco D'Amore al Lucania Film Festival


MARCONIA DI PISTICCI - Sono Matteo Garrone e Marco D'Amore gli ospiti d'eccezione del 19 esimo Lucania Film Festival. L'edizione 2018 dell'evento ideato ed organizzato dall'associazione Allelammie si presenta come sempre ricca di novità a partire, quest'anno, da una diversa collocazione temporale. La kermesse, infatti, si svolgerà dall'1 al 5 agosto presso il centro Tilt di Marconia di Pisticci, trasformato per il terzo anno consecutivo in vero e proprio villaggio del cinema, un crocevia sul quale possono incontrarsi i mille linguaggi e le infinite inclinazioni creative della settima arte.

Fresco di David di Donatello con "Dogman", il suo ultimo lavoro che a Cannes ha conquistato anche il premio miglior attore con Marcello Fonte, Garrone interverrà al LFF il giorno 2 agosto. Nella sua lectio magistralis sarà possibile approfondire le sfaccettature della sua poetica filmica e conoscere da vicino uno dei più importanti e famosi autori contemporanei del cinema italiano ed internazionale. Pluripremiato nel Belpaese, Garrone si è affermato anche sulla scena mondiale con "Il racconto dei racconti", narrazione fantastica, interpretata fra gli altri da attori del calibro di Salma Hayek e Vincent Cassel.

A lanciare definitivamente il regista romano verso la popolarità fu, nel 2008, il film "Gomorra", trasposizione cinematografica dell'omonimo bestseller sulla camorra e la criminalità napoletana di Roberto Saviano. Proprio in quest'opera è contenuto il link che lancia idealmente il secondo ospite d'eccezione del LFF, l'attore Marco D'Amore, intrreprete del criminale Ciro Di Marzio, fra i principali protagonisti della serie tv Gomorra, finora capace di spopolare per le tre stagioni andate in onda. Prodotta da Sky a partire dal 2012, la serie è stata esportata in tutto il mondo. Anche Marco D'Amore terrà una master class con focus specifici sul cinema essendo sempre prerogativa del LFF quella di riempire di contenuti al servizio di una vision impegnata anche le occasioni di incontro con gli ospiti di maggiore notorietà.

La cinque giorni festivaliera, come sempre, ospiterà una ricca programmazione competitiva e non competitiva, la cui selezione si è conclusa di recente, dando spazio ai diversi linguaggi del cinema di tutto il mondo. Sono ben 46, infatti, le opere in concorso in questa 19 esima edizione. I lavori sono stati suddivisi in sei sezioni. I lungometraggi di fiction ed i documentari, i cortometraggi di fiction, animazione, documentari e Spazio Italia.

Questa 19 esima edizione conferma e rafforza il nuovo corso del progetto Festival, incentrato sempre più sull'educazione al linguaggio, nel suo significato etimologico di "condurre fuori", portare da uno stato all'altro, per produrre conoscenza.

Il cinema che si avvale del "bello", per far splendere il vero è il mantra della 19a edizione. Il cinema ha un suo statuto disciplinare specifico, che ne fa un dispositivo imprescindibile per la comprensione del mondo e del tempo in cui viviamo. Ci sono epoche che hanno espresso se stesse con la musica, altre con la poesia, altre con il teatro o con la letteratura.

Il nostro tempo ha espresso se stesso, prima di tutto, attraverso il cinema, la televisione, i media audiovisivi. Continuare a ignorarlo sarebbe fare un danno irreparabile alle nuove generazioni e il LFF si carica da anni di questa responsabilità.

Definiti i primi ospiti, la 19 edizione del LFF tiene in serbo altre numerose novità che la caratterizzeranno andando a completare una programmazione già ricca e come sempre in grado di coniugare la qualità con la dimensione di spettacolo mescolando i linguaggi del cinema attraverso un'offerta di contenuti sempre più ampia.

lunedì 2 luglio 2018

Oasi Cinema, il cinema dell'ecologia: proiettato 'Domani'

POTENZA - Mercoledì 4 luglio per la V edizione di Oasi Cinema, il cinema dell'ecologia, sarà proiettato “Domani” di Cyril Dion e Mèlanie Laurent. .

La rassegna ideata e curata dall'associazione di promozione sociale “Zer0971” si prefigge lo scopo di promuovere attraverso il cinema la conoscenza dell’ambiente, dei territori e il rapporto con la natura.

DOMANI

Un film di: Cyril Dion, Mélanie Laurent con Cyril Dion, Mélanie Laurent, Pierre Rabhi, Rob Hopkins

Genere: Documentario, 2015 - Durata: 118 min. - Produzione: Francia

Premio Cesar 2016 miglior documentario

Dopo aver letto un report pubblicato da un gruppo di scienziati sulla rivista Nature nel 2012, che ribadiva la necessità di correre ai ripari, perché il nostro pianeta non può sostenere ancora a lungo l'attuale ritmo di sfruttamento delle sue risorse, e le conseguenze ambientali minacciano niente meno che l'estinzione della specie umana per come la conosciamo, Cyril Dion e Mélanie Laurent hanno deciso di intraprendere un viaggio in cerca delle possibili soluzioni.

'Domani' è un documentario on the road, che attraversa parte dell'Europa e degli Stati Uniti e approda fino in India e all'isola della Réunion, alla ricerca degli esempi virtuosi in cinque campi, che indicizzano il film in capitoli, e sono l'agricoltura, l'energia, l'economia, la democrazia e l'istruzione. Trattandosi di gente di cinema, alle prese con i primi figli e le prime enormi inquietudini sul (loro) futuro, Dion, Laurent e compagni, sanno evitare la trappola del didascalismo, lavorando sulla musica e sulle immagini, ma non fanno sconti sul livello di complessità dei discorsi in campo, pena la conversione del documentario esplorativo in un manifesto umanista ed ecologista, senza piedi per terra.

La volontà è chiara: è quella di lasciare ai disaster movie il conto dei danni possibili ed eventuali, limitandosi a darli come probabilissimi nel corso di un breve preambolo, terrorizzante quanto basta, per andare ad illuminare con la torcia quei pochi luoghi del mondo in cui si produce cibo riparando la natura anziché distruggendola, si abbattono le emissioni sfruttando le energie rinnovabili e rifiutando non solo il petrolio ma anche il fossile e il nucleare, si creano catene produttive in cui i rifiuti non riciclabili sono inesistenti, si rimette in moto l'economia del luogo, si agisce per democrazia diretta, talvolta aggirando la legge degli uomini per rispondere a quella della natura, si (re)insegna ai bambini, a risolvere i conflitti, a sentirsi responsabili verso gli altri e l'ambiente, a uscire dalla logica di un consumismo che porta solo problemi e disuguaglianze.

A.L.B.A.Birrificio Lucano: Via Poggio d’Oro (C.da Dragonara) – Potenza
Beer & Food Garden: h.20,30 Proiezione h. 21,30
Ingresso Libero
info@zer0971.org; tel.: 3475467191