lunedì 5 marzo 2018

M5s a valanga durante lo spoglio (32%), centrodestra al 37%, Pd sotto il 20%

Grande exploit del M5S, primo partito, con il centrodestra prima coalizione in questa tornata elettorale che consegna all'Italia la conferma delle previsioni della vigilia, comprese quelle sui timori di una prevedibile ingovernabilità. Con due corollari: un Pd marginale e una guerra all'ultimo voto tra Matteo Salvini, al momento vincente, e Silvio Berlusconi.

Quando ormai lo spoglio delle schede elettorali ha superato abbondantemente il 50%, il Movimento 5 Stelle si conferma il primo partito alle elezioni politiche con il 32% dei consensi, mentre il centrodestra è la prima coalizione con il 37%. La coalizione di centrosinistra, invece, fa registrare un 24%, con il Pd però che si tiene sotto la soglia del 20% sia alla Camera che al Senato.

Alla Camera, dove lo scrutinio ha raggiunto il 55%, il centrodestra segna un 36,91% con la Lega primo partito della coalizione (18,58%), seguito da Forza Italia (13,48%), FdI (4,26%) e Noi con l'Italia-Udc (1,22%). M5S è al 31,12%, mentre il centrosinistra è al 24,23% (Pd 19,73%, +Europa 2,77%, Italia Europa Insieme 0,57%, Svp 0,54% e Civica Popolare 0,47%). LeU 3,55%. Al Senato, dove lo spoglio ha raggiunto il 73%, centrodestra al 37,47% (Lega 18,42%, Fi 14,17%, FdI 4,24%, Noi con l'Italia-Udc 1,17%), M5S al 31,23%, centrosinistra al 23,85% (Pd 19,78%, +Europa 2,47%, Italia Europa Insieme 0,54%, Svp e Civica Popolare 0,49%). LeU è al 3,36%.


M5S ESULTA: NOI PILASTRO PROSSIMA LEGISLATURA - "Chiaramente i primi dati dobbiamo prenderli con la giusta cautela ma se i risultati fossero confermati ci ritroveremmo di fronte ad un dato straordinario, anzi storico. C'è un elemento certo che emerge da questi dati, ovvero che il M5S sarà il pilastro della prossima legislatura". A dichiararlo Alfonso Bonafede, deputato uscente e candidato ministro alla Giustizia del M5S.

MEDIA STRANIERI: ITALIA SENZA MAGGIORANZA - Gli exit poll delle politiche italiane tengono banco sui siti dei media, da El Pais a Sky News, da Le Monde al Guardian. Tutti riportano la vittoria della coalizione di centrodestra nel suo insieme sottolineando tuttavia che il Movimento 5 Stelle è il primo partito. Tuttavia è diffusa la lettura di un "hung parliament", ovvero di un 'Parlamento appeso' senza una maggioranza per governare. "Le elezioni italiane consegnano un parlamento appeso", twitta anche la Reuters.

Dà una lettura identica della situazione la Bbc, che parla di "parlamento appeso con gli anti-establishment del M5S primo partito e la coalizione di centrodestra in testa". "La coalizione di centrodestra in testa nel voto italiano, ma la maggioranza è incerta secondo gli exit poll", cinguetta l'Afp, mentre il quotidiano spagnolo El Pais evidenzia che "la coalizione di Berlusconi è in testa ai sondaggi che segnalano il Movimento 5 Stelle come il partito più votato".
(ANSA)
SICILIA: M5S VOLA AL 50%, CDX AL 30% - La Sicilia si conferma come la roccaforte del M5S. Mentre lo scrutinio va a rilento (metà dei seggi nella circoscrizione Sicilia 1 alla Camera e un terzo in quella Sicilia 2), nell'isola i pentastellati si avvicinano addirittura alla maggioranza assoluta, con il 48% dei voti ed è prevedibile che farà il pieno di seggi anche nell'uninominale.

La coalizione di centrodestra si attesta invece attorno al 30%, con Forza Italia al 20%-21% e la Lega che ottiene comunque un buon risultato tra il 5-6%. In caduta libera invece il centrosinistra, con un risultato tra il 14 e il 15%, mentre Leu supera a fatica la soglia del 3%.

0 commenti:

Posta un commento