Visualizzazione post con etichetta Campania. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Campania. Mostra tutti i post

domenica 21 luglio 2019

Ferraioli: "Pronti ad accogliere Luciano De Crescenzo"


NAPOLI - “Il ricordo di Luciano de Crescenzo è quello di quando veniva a cena da noi a Furore. Una persona speciale, semplice nella sua immensa cultura. Amava la costiera. A Conca aveva una bellissima casa ed aveva scelto Furore per il suo tempo dopo la morte. Diceva sempre - divertito - che aveva lasciato la sua cappella incompleta per scaramanzia. Ci mancherà”. Lo ha affermato ora, Andrea Ferraioli, Presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana.

sabato 6 luglio 2019

Dal 2021 i nuovi motori per la Sevel assegnati alla FCA di Pratola Serra


AVELLINO - Si terrà lunedì 8 luglio 2019 presso il Centro Sociale Samantha Della Porta alle ore 17,30 una conferenza stampa e assemblea pubblica con i lavoratori della FMA di Pratola Serra (AV).

Nella conferenza verrà illustrato quanto emerso dall’incontro tenutosi a Foggia il giorno 3 luglio 2019 con la direzione aziendale di CNH Industrial per la produzione dei motori diesel per Sevel.

Saranno presenti oltre alle RSA di Stabilimento, il Segretario Provinciale Ugl Metalmeccanici Ettore Iacovacci, il Segretario dell’Unione Territoriale di Avellino Costantinos Vassiliadis e, il Segretario Generale Nazionale Ugl Metalmeccanici Antonio Spera.

lunedì 1 luglio 2019

Stefano Accorsi padrino del Social World Film Festival


VICO EQUENSE - Sarà Stefano Accorsi il padrino della nona edizione del Social World Film Festival, Mostra Internazionale del cinema sociale che si svolgerà dal 27 luglio a 4 agosto a Vico Equense. «Una scelta in linea con l’animo del nostro festival – lo ha annunciato all’Italian Pavillion del Festival di Cannes Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del Social World Film Festival – un attore che da sempre ha abbracciato il cinema di contenuto, di qualità, quello che fa riflette e perché no educa». Ne è un felice esempio l’ultimo film “Il campione”, dove interpreta un educatore che porta sulla retta via un giovane talento calcistico.

Il festival 2019 sarà dedicato a Vittorio De Sica con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica per ricordare l’artista che ha girato in Penisola Sorrentina “Pane, amore e…” di Dino Risi al fianco di Sophia Loren. «De Sica amava questi luoghi – così Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense - si è sempre dichiarato affascinato da questo litorale. A lui verrà dedicata una sala del Museo del Cinema di Vico Equense». Spazio inoltre agli omaggi ai registi Franco Zeffirelli e Bernardo Bertolucci recentemente scomparsi.

Una edizione che segna l’apertura ai nuovi linguaggi e alla tecnologia prestata al cinema con le nuove sezioni competitive dedicata alla realtà virtuale, quella per le opere realizzate in verticale e quellegirate con lo smartphone. Grande attenzione alle opportunità per i giovani con masterclass, incontri, workshop e giurie (per ulteriori info: www.socialfestival.com).

Dopo la conferenza internazionale tenutasi durante il Festival de Cannes, il Social World Film Festival verrà presentato venerdì 5 luglio alle ore 11 presso la Sala Rocca del Ministero dei Beni Culturali Direzione Generale Cinema in piazza Santa Croce in Gerusalemme 9/a a Roma, durante la quale interverranno il regista Abel Ferrara, che sarà presidente di giuria 2019, il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, il direttore artistico Giuseppe Alessio Nuzzo, oltre ad esponenti delle istituzioni ed enti partner insieme agli autori in concorso. Ultimo appuntamento prima dell’apertura del festival con la conferenza stampa in programma venerdì 19 luglio alle ore 11 presso la Sala De Sanctis della Regione Campania in via Santa Lucia, 81 a Napoli.

domenica 3 marzo 2019

FCA Pomigliano, Marino (Ugl): "Serve responsabilità per vincere le sfide"

POTENZA - “Contestare e scioperare resta a nostro avviso un principio e un diritto sancito dalla Costituzione Italiana il quale non può essere messo in discussione. Tuttavia farlo nel momento in cui nonostante le difficoltà che attanagliano l’intero settore dell’automotive, si presenta l’opportunità di abbattere sensibilmente la percentuale della cassa integrazione, in quanto garantirebbe un maggior numero di giornate lavorative mensili a tutte le maestranze del sito di Fca di Pomigliano, ci sembra quantomeno rischioso”.
È quanto dichiara il segretario regionale dell’Ugl metalmeccanici Campania, Luigi Marino all’indomani dello sciopero che, non solo ha visto coinvolti un elevato numero dei lavoratori del ‘reparto Presse’ ma, determinerà un fermo lavorativo di alcuni reparti causa mancanza di particolari forniti dallo stampaggio, per domani lunedì 4 marzo. Ci piace rammentare che nel 2010, fu siglato un accordo con i vertici aziendali affinché si mirasse a riportare in Italia la produzione della Panda nello stabilimento campano e a saturare gli organici dello stesso. Nonostante mille difficoltà – prosegue Marino -, per l’Ugl quella sfida è stata parzialmente vinta. A gran forza abbiamo richiesto ai vertici aziendali una nuova missione produttiva perché consentisse il rientro in fabbrica di tutti. Dalle ultime dichiarazioni dell’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, abbiamo appreso che i nostri sforzi non sono stati vani. La nuova missione produttiva dello stabilimento di Pomigliano prevede il ritorno, dopo 8 anni, di un modello Alfa Romeo, con l’assegnazione di un mini Suv oltre alla versione ibrida della Panda. Siamo certi - conclude il segretario Ugl -, che la maggioranza dei lavoratori non ha mai smesso di stare dalla nostra parte; abbiamo creduto fin da subito nella bontà del progetto il quale oggi, richiede ulteriori sforzi: unitamente ad ulteriori investimenti da parte del gruppo, consentiranno il raggiungimento degli obbiettivi prefissati”.

giovedì 7 febbraio 2019

A Napoli sfilata di Aldo Pignatelli Origini per dire 'No alla Violenza'


NAPOLI - Grande successo e applausi scroscianti sotto la pioggia di Napoli per “Una sfilata per la vita”, realizzata dallo stilista di fama internazionale Aldo Pignatelli, per dire “No alla violenza”, contro lo stalking, il femminicidio, ed ogni altra forma di violenza sulle donne. La sfilata si è tenuta all’interno della serata "Salviamoci dall'amore malato", svoltasi Venerdì 18 gennaio 2019 presso la Città della Scienza nella Sala Newton. Un meraviglioso evento, il connubio perfetto tra moda, arte e spettacolo, per dire no alla violenza sulle donne. Un evento che fa parte dell’importante progetto itinerante di Renè Bonante con le meravigliose creazioni di Aldo Pignatelli Origini, sempre con e a tutela delle donne.

Lo stilista Aldo Pignatelli ha dichiarato che “Il sorriso di una ragazza mi riempie il cuore di gioia, ecco perché continueremo la nostra sensibilizzazione contro questo male difficile da estirpare. La mia non è stata una sfilata ma un inno contro la violenza sulle donne. Ringrazio i tantissimi presenti, ma
soprattutto grazie a Renè Bonante, per aver ideato e realizzato l'evento, e al maestro Salvatore Pettirossi”.

Hanno presentato l’evento, il giornalista e scrittore Antonio Mocciola, e la giornalista Maria De Filippo, mentre ha moderato l’Onorevole Antonio Marciano, Consigliere Regionale per la Campania. Sono intervenuti il Dottor Renato Grimaldi, esperto in politiche sociali, l’attrice Anna Maria Ackermann, la cantautrice Ida Rendano e Marinella Modica, della Federazione “AdAstra” e “Ciauro” La salute di moda.

Poi si sono esibiti “I Marasma Band” per “Donne di nuvole”, a cura di Salvatore Pettirossi e Stefania Colasanti, con la partecipazione dello stilista Aldo Pignatelli. Molto toccante, durante l’evento “Una sfilata per la vita”, il monologo che ha recitato Rossella Di Liddo, tratto dal film ”Non ti muovere”, curato dalla regia di Nicola Losapio.

venerdì 19 ottobre 2018

Abel Ferrara, Maurizio Braucci e Nino D'Angelo / dal 25 ottobre al Trianon Viviani


NAPOLI - Una produzione teatrale internazionale per un atto d’amore verso Napoli e Forcella, uno dei suoi quartieri popolari più noti.

Il teatro del popolo Trianon Viviani inaugura il cartellone con Abel Ferrara, che porta in scena «Forcella strit», un dramma in chiave contemporanea di una Napoli che vuole essere vista e raccontata anche al di fuori dei soliti clichés. La “prima” giovedì 25 ottobre prossimo, alle ore 21.

Abel Ferrara, newyorkese del Bronx, ma con il sangue campano e la passione per questa terra trasmessa dalla sua famiglia, ritorna così a lavorare sul tema Napoli dopo nove anni di assenza e dopo un suo percorso esistenziale che lo ha portato a guardare con occhi nuovi e rinnovata sensibilità questa città.

Lo spettacolo è nato dall’incontro del regista americano con il suo amico Nino D’Angelo, che l’ha spinto a mettere in scena la sua idea di questa parte di città. Aiutato nella scrittura da Maurizio Braucci, scrittore tra i più apprezzati e autore di teatro e di molte sceneggiature per cinema e tv, supportato da Raffaele Di Florio suo storico collaboratore, Abel Ferrara mette in scena una storia d’amore lunga vent’anni, dal 1987 al 2007. Venti anni d’amore, ma anche venti anni di eventi, accadimenti, fatti di cronaca e fatti privati che hanno come palcoscenico Forcella, ovvero la sua minuscola strada che costituisce tutto il quartiere, in uno scenario segnato dalla forza delle relazioni – a volte soffocanti, a volte avvolgenti –, racchiuso dalla parola napoletana «strit» («stretto») del titolo.

Tutto inizia quella notte del maggio del 1987, la magica notte dello scudetto, quando l’intero quartiere si riversa in strada per una delle più trascinanti e coinvolgenti feste: un grande originale Carnevale dedicato a Maradona.

E venti sono anche gli attori in scena, tutti napoletani, la maggior parte proprio di Forcella e del centro storico e molti dei quali non professionisti, scelti attraverso i laboratori formativi organizzati
dal teatro in collaborazione con la Scabec, con il supporto di Davide Iodice e Fabrizio Varriale, e selezionati uno a uno dallo stesso Ferrara.

A fare da colonna sonora a questo racconto sono le canzoni, tra le più conosciute e le meno note, di Nino D’Angelo, come Ciucculatina d’ ‘a ferrovia, Cafè cafè, Tengo ‘o sole, ‘A storia ‘e nisciuno e Mamma Preta.

«Torniamo al teatro Trianon Viviani a Forcella con un dramma originale del mio collaboratore e sceneggiatore, Maurizio Braucci, insieme al nostro amico geniale Nino D’Angelo, il direttore artistico del teatro, l’uomo responsabile di aver fatto confluire tutto e tutti», spiega Abel Ferrara.

«Il dramma si concentra sulle persone semplici del quartiere e non su quelle che cercano di comparire in prima pagina – prosegue il regista –: voglio guardare la vita quotidiana, dalla nascita fino a oltre la morte, di quelle persone che hanno accettato il loro quartiere e non hanno alcun desiderio di lasciarlo o di elevarsi al di sopra di esso, desiderando invece di essere il tessuto della città: con una veduta della “napoletanità”, moderna e cinica ma anche toccante, con Maurizio ho guardato nello specifico la classe operaia del centro città e il modo in cui ci si inventa il lavoro qui».

«Per interpretare e aiutare a creare il dramma qui al Trianon a Forcella abbiamo creato una compagnia composta da attori giovani di tutta Napoli – conclude Ferrara –: la musica è puro Nino D’Angelo, eseguita dal vivo dal suo musicista Massimo Gargiulo e rielaborata e resa parte integrante dello spettacolo da Nino stesso: ho fatto la regia insieme a Raffaele Di Florio, con l'aiuto del mio assistente di lunga data Jacopo Gonzales».

“Questa volta Nino D’Angelo ce l’ha fatta – sottolinea il Presidente della SCABEC Antonio Bottiglieri – .Aveva promesso al Presidente De Luca che il Trianon avrebbe stretto un forte legame con i giovani di Forcella e oggi quella promessa è mantenuta: loro sono i protagonisti di questo nuovo progetto culturale e sociale”

“De Luca per questo ha voluto D’Angelo al Trianon e ha fatto bene – continua Bottiglieri -.D’Angelo a sua volta ha voluto per questo progetto, curato da Scabec e Databenc, Abel Ferrara e sicuramente anche lui ha fatto bene”.

Oltre alla parte di produzione teatrale, Forcella Strit prevede anche la realizzazione di una mostra fotografica di Luciano Ferrara.

In scena Diletta Acanfora, Bruno Barone, Livia Bertè, Gennaro Cuomo, Daniela De Vita, Giovanni Esposito, Greta Domenica Esposito, Maria Esposito, Pierpaolo Ferruzzi, Piergiuseppe Francione, Giusy Freccia, Angela Garofalo, Vincenzo Iaquinangelo, Emanuele Iovino, Giuseppe Madonna, Vittorio Menzione, Monica Palomby, Giorgio Pinto, Federica Raimo, Daniele Vicorito ed Emanuele Vicorito.

Dopo la “prima” del 25 ottobre, Forcella strit sarà replicata venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 ottobre; quindi venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 novembre. Tutte le recite sono alle ore 21, tranne quelle domenicali, programmate alle 18.

Per informazioni 081 2258285 www.teatrotrianon.org

martedì 16 ottobre 2018

VESUVIUS - 79 d.C., l'eruzione raccontata da Plinio: sabato 20 e domenica 21 ottobre al MAV


NAPOLI - “VESUVIUS - 79 d.C., l’eruzione raccontata da Plinio” è la visita guidata con spettacolo proposta dalla Scabec per OPENart>Campania il 20 e il 21 ottobre al Museo Archeologico di Ercolano (MAV) nella sua versione 4.0, con nuovi percorsi ed installazioni virtuali.

Il MAV, nato nel 2003 e gestito dalla Fondazione Cives, ripropone attraverso filmati, animazioni e speciali ricostruzioni in 3d, un sorprendente viaggio tra le strade di Ercolano e Pompei poco prima della fatale eruzione vesuviana del 79: in una stanza con sei pannelli si ammira il panorama dell’area sacra dell’antica città d’Ercole prima che venisse sepolta dall’eruzione, la stessa vista la si può apprezzare attraverso un visore; effetti di luce e di fumo ricostruiscono un attraversamento nella nube ardente che investì l'area nel 79 d.C..

Al termine della visita la Space Gallery del museo ospiterà una rievocazione storica dell’eruzione con le celebri lettere di Plinio il Giovane a Tacito attraverso la narrazione di Gianmatteo Matullo archeologo che da anni collabora con le Soprintendenze di Lazio e Campania e con l'Herculaneum Conservation Project. “Con questo appuntamento – dichiara la Vicepresidente della SCABEC Teresa Armato - continua la collaborazione tra il MAV e la SCABEC. Una serie di iniziative inserite in una strategia complessiva della Regione Campania che ha individuato nell’area di Ercolano e del Vesuvio il centro di importanti progetti di valorizzazione e di sviluppo culturale e territoriale”.

Il racconto si configura come una cronaca avvincente dei fatti accaduti in quella tragica giornata: grazie ad atmosfere visive e sonore, frutto di un mix di teatralità ed effetti digitali, il pubblico sarà trasportato nel vivo dell’evento catastrofico. “Continua così il percorso di valorizzazione dell’eccezionale patrimonio ambientale e culturale vesuviano intrapreso dal MAV” sottolinea il presidente della Fondazione Cives Luigi Vicinanza.

L’appuntamento è per sabato 20 ottobre con inizio alle 20, mentre domenica 21 ottobre inizio alle 18.30. Info e prenotazioni al numero 081 7776843 dal martedì alla domenica; dalle ore 10.00 alle ore 16.00. Ingresso 5 euro.

OPENart>Campania è il contenitore della Scabec, promosso dalla Regione Campania, che ospita eventi e manifestazioni, dai concerti al teatro, dalle visite guidate alle degustazioni, in musei e luoghi culturali campani, sia per valorizzare i siti minori sia per far emergere artisti giovani utilizzando sedi prestigiose che facciano da richiamo e da scenografia.

mercoledì 10 ottobre 2018

Oplontis ed Ercolano protagonisti con Campania by Night

NAPOLI - Proseguono gli appuntamenti con l’archeologia di notte di Campania by Night, progetto promosso dalla Regione Campania e attuato dalla SCABEC. In programma per il week end dal 12 al 14 ottobre aperture straordinarie dei siti di Oplontis ed Ercolano.

Venerdì 12 e sabato 13 nella Villa di Poppea ad Olpontis prevista la visita spettacolarizzata “Nerone e le Imperatrici” a cura de Le Nuvole/Casa del Contemporaneo, in collaborazione con il Parco archeologico di Pompei e il Comune di Torre Annunziata, con testo e regia di Rosario Sparno.

Musica, danza e recitazione per scoprire storie e miti di duemila anni fa. Previsti tre turni di visita a sera a partire dalle ore 19,45.  Costo del biglietto € 12, per i possessori di Campania>artecard € 6.

E’ possibile acquistare i biglietti online sul sito di Ticketone fino al giorno prima dello spettacolo, in alternativa saranno messi in vendita tutti i biglietti disponibili la sera dell’evento.

Info al numero 800 600 601 - da cellulari e estero +39 081 19737256. E’ consigliabile recarsi al sito 15 minuti prima del proprio turno di visita.

Sabato 13 e domenica 14, in programma Paerco Tour, riapertura in via sperimentale del Teatro antico di Ercolano al termine dei lavori di messa in sicurezza e dopo vent’anni dalla chiusura. Sepolto dall’eruzione del 79 d.C., fu il primo monumento ad essere scoperto nei siti vesuviani colpiti dal cataclisma. Fin dalla sua scoperta, suscitò grande interesse, nel corso del Settecento e dell’Ottocento, da parte dei colti viaggiatori che giungevano a Napoli da ogni parte d’Europa e diventò una tappa del Grand Tour. Il costo del biglietto è di 15 euro e 10 euro (per ragazzi con età compresa tra i 18 e i 30 anni e i possessori delle card di Campania>artecard). I biglietti sono acquistabili in prevendita sul sito Ticketone e, se disponibili, anche la sera dell’evento presso la biglietteria del Parco. Consultare il sito www.campaniabynight.it per tutte le indicazioni sul percorso.

lunedì 1 ottobre 2018

Dal 4 al 7 ottobre alla scoperta del Museo Archeologico di Pontecagnano con Campania by Night

Un weekend alla scoperta del Museo archeologico di Pontecagnano, con la visita spettacolo ispirata al Teatro Antico. Dopo Fratte Etrusca, “SpeTTaTTori” si sposta a Pontecagnano: da giovedì 4 a domenica 7 ottobre la Fondazione Salerno Contemporanea e la Fondazione Casa del Contemporaneo, in collaborazione con il Polo museale della Campania, propongono il programma di valorizzazione del Museo archeologico di Pontecagnano nell'ambito di Campania by Night.  Visite-spettacolo ispirate ai grandi classici del Teatro Antico con la direzione artistica e la regia di Andrea Carraro. Questa iniziativa rientra nelle attività della Regione Campania di valorizzazione dei siti storici e archeologici della regione, a cura della Scabec Società Campana Beni culturali.

L’appuntamento è alle 19,30 al Museo in via Lucania 55 a Pontecagnano Faiano, con le visite guidate realizzate in gruppi di 20 persone. Il sito, intitolato agli 'Etruschi di Frontiera’, raccoglie i reperti di inestimabile valore, il cui nucleo più consistente è rappresentato da quelli provenienti dalle oltre 9000 sepolture scavate nelle necropoli di Pontecagnano negli ultimi cinquant’anni. Il percorso di visita parte dal periodo Eneolitico e giunge all’Età Romana, offrendo al visitatore momenti di approfondimento sulla città e sul suo sviluppo urbano, sulle necropoli, sui santuari, sulle produzioni artigianali. Al termine della visita il pubblico si riunirà nello spazio adibito allo spettacolo teatrale per assistere alle due performance: “Incontro di Odisseo con Agamennone” da Omero con l’attrice Amelia Imparato e a seguire “Clitennestra ovvero del Crimine” di Marguerite Yourcenar interpretato da Cinzia Ugatti.

L’offerta speciale di visita e spettacolo ha un unico biglietto promozionale di 5 €, i biglietti sono acquistabili on line sul sito www.vivaticket.it e fino ad esaurimento la sera dell’evento. Per informazioni è possibile chiamare l’800 600 601 da fisso 081 19737256 da mobile ed estero. Tutte le informazioni sul sito www.campaniabynight.it

venerdì 31 agosto 2018

San Pietro al Tanagro: al via la XII edizione della 'Festa della Cipolla'

SAN PIETRO AL TANAGRO (SA) - La Festa della di Cipolla di San Pietro al Tanagro (SA), che avrà luogo il 31 agosto e l’1 settembre 2018 è arrivata all'importante traguardo della sua XII edizione. “I sapori che si sentono in bocca … e nella mente”, è questo lo slogan che da anni caratterizza la due giorni organizzata dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro che ha come protagonista, giusto appunto, una delle eccellenze gastronomiche del territorio: la cipolla.

Fin dalla metà del 1800, la cipolla rappresentava un rilevante valore aggiunto, alla povera economia contadina locale dell’entroterra Salernitano, oggi è un prodotto d’eccellenza molto ricercato ed apprezzato, simbolo dello sforzo di rinascita di un territorio. “L’ idea è quella di fare di un “frutto” della nostra terra, un’occasione enogastronomica – ha dichiarato, infatti, Francesco Cardiello, presidente dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro – cercando di incentivare l’economia locale attraverso la memoria e la promozione del prodotto tipico locale. Questa sarà la nostra sfida”.

“La due giorni , intende offrire l’occasione ai visitatori ed agli stessi Sampetresi – ha spiegato Antonio Pagliarulo, Assessore Turismo e Cultura ‐ di ammirare e riscoprire la bellezza, la semplicità e la serenità di vita di una volta”. Dunque, attrattive naturalistiche, paesaggistiche ed ambientali, riscoperta di vecchie tradizioni, tra cui, ovviamente, gastronomia tipica del posto.

Il primo settembre alle ore 18:30, inoltre, si terrà un interessante seminario/dibattito:

“Mangiare e sapere. La dimensione culturale del cibo” con esperti nel settore culinario ed altri professionisti che forniranno informazioni corrette e ci accompagneranno nel mondo dell’alimentazione sana e della prevenzione, senza perdere di vista l’importanza del gusto a tavola.

Le precedenti edizioni rappresentano la garanzia dell’evento che per l’anno 2018 conferma l’obiettivo della manifestazione, ovvero la scelta delle prelibate pietanze, servite rigorosamente in piatti di terracotta, accompagnati da “tammorra, tamburelli e triccheballacche” e dal vino rosso prodotto a San Pietro al Tanagro. Tutto questo farà apprezzare maggiormente i succulenti piatti, quest’anno rafforzati come al solito da una eccellente novità (trippa, fagioli e cipolla alla contadina), senza far mancare le “patane e cepodde arraanate” e gli anelletti di cipolla indorati con farina di mais.

lunedì 14 maggio 2018

Turista inglese violentata, 5 arresti nel Napoletano


NAPOLI - Avrebbero stuprato una turista inglese, dopo averle somministrato sostanze stupefacenti. Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo in queste ore tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese.

giovedì 10 maggio 2018

Sabato 12 maggio 2018 alle ore 16 a Padula (Sa) il convegno 'Guerricchio e Scotellaro'


Sabato 12 maggio 2018 alle ore 16 presso l’Aula Esami dell’Università Pegaso in Viale della Certosa a Padula in provincia di Salerno promuove il convegno “Guerricchio e Scotellaro – la pittura sotto il segno della poesia”, un evento organizzato dal MAM Musei Aiello Moliterno, che ha collaborato alla realizzazione della Mostra “E’ fatto giorno – Opere di Luigi Guerricchio e Poesie di Rocco Scotellaro” organizzata dall’Associazione Faq-Totum di Sassano (Salerno).

E’ possibile visitare la mostra, allestita nella Sala “Archivum” della Certosa di San Lorenzo a Padula, fino al prossimo 4 giugno, ogni giorno, tranne il martedì, dalle ore 10,30 alle ore 13,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30.

mercoledì 9 maggio 2018

Napoli, imprenditori per conto del clan: 6 arrestati

NAPOLI - Esercitavano l'attività imprenditoriale per conto dei clan camorristici. La Dia di Napoli sta eseguendo in queste ore una misura di custodia cautelare emessa dal gip partenopeo nei confronti di tre fratelli residenti nel quartiere napoletano di Posillipo, imprenditori con interessi nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli, delle agenzie di scommesse, della ristorazione e proprietari di in un noto locale per serate danzanti ed eventi musicali che ospitava spesso calciatori partenopei e uomini dello spettacolo. La misura cautelare riguarda anche le mogli di due degli imprenditori e un sesto indagato, ritenuto prestanome dei tre.

Agli arrestati viene contestato il reato di intestazione fittizia di beni con l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare le attività dei clan Contini e Sarno. La Dia napoletana sta contestualmente eseguendo il sequestro di depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli a Napoli, in provincia e nel Casertano, di un bar/ristorante nel quartiere di Chiaia a Napolo, di un’agenzia di scommesse in piazza Mercato a Napoli e di una discoteca nella zona di Cornelio.

martedì 10 aprile 2018

Napoli, ragazza si lancia dall'Ateneo nel giorno della laurea

di PIERO CHIMENTI - Una ragazza di 26 anni di Sesto Campano avrebbe deciso per cause ancora imprecisate di lanciarsi dall'ultimo piano della Facoltà Federico II° di Napoli, nel giorno che doveva essere quello della sua laurea in Scienze Naturali.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti ci sarebbe quella della depressione e di aver nascosto ai suoi familiari accorsi ad assistere alla discussione di essere rimasta indietro con gli esami. L'università partenopea, in segno del lutto, ha deciso di sospendere tutte le sessioni di laurea.

lunedì 2 aprile 2018

Salerno, ventenne muore travolto da treno

SALERNO - Tragedia sulle rotaie nel Salernitano. E' deceduto nell'ospedale di Salerno il giovane di 20 anni investito ieri sera da un treno vicino a Battipaglia. Il ragazzo era stato travolto ieri alle 18.30 tra le stazioni di Battipaglia e Pontecagnano Faiano da un treno partito da Reggio Calabria e diretto a Roma.

Il traffico ferroviario sulla linea Napoli–Battipaglia era stato sospeso per tornare alla normalità solo in serata. I treni in viaggio avevano registrato ritardi fino a 100 minuti, mentre il convoglio investitore aveva maturato un ritardo di 145 minuti.

sabato 31 marzo 2018

Addio a Luigi De Filippo

ROMA - Si è spento a Roma, all'età di 87 anni, Luigi De Filippo. A darne notizia fonti vicine alla famiglia. Attore, regista e commediografo, figlio di Peppino De Filippo, ultimo erede della storica dinastia, era nato a Napoli il 10 agosto 1930. Fino a metà gennaio era stato in scena, con 'Natale in casa Cupiello', al Teatro Parioli di Roma di cui era direttore artistico.

giovedì 22 marzo 2018

Mastella perde falange a causa di incidente stradale

di PIERO CHIMENTI - Il Sindaco di Benevento, Clemente Mastella, è stato coinvolto in un incidente stradale sulla SS 372, scontrandosi con un'altra auto a cui guida c'era una donna. Ricoverato all'Ospedale di Piedemonte Matese, i medici sono stati costretti ad amputargli la falange di una mano ma comunque le sue condizioni non sono preoccupanti.

sabato 3 marzo 2018

Denso Thermal Systems Avellino: Ugl Metalmeccanici primo sindacato nel rinnovo RSU

AVELLINO - Grandissima affermazione dell’Ugl metalmeccanici nell’azienda Denso di Avellino per il rinnovo delle rappresentanze sindacali confermandosi  prima o.s. con 3 RSU su 9.

Alle elezioni si sono presentate 5 liste delle Oo.S.s.: Fim, Fiom, Uilm, Fismic  e Ugl la quale, alla grande, ha ottenuto 240 preferenze di lista passando da 1 delegato a 3 così eleggendo Simonetti Luigi, Palladino Michele e Moffa Vincenzo.

Per il Segretario provinciale, Ettore Iacovacci, “è un risultato importate che culmina un lavoro fatto da anni con un gruppo di persone formidabili che hanno permesso di raggiungere un obiettivo prefissato da tre anni”.

“Ringrazio tutti i candidati e i dipendenti della Denso Thermal Systems che hanno sostenuto la nostra lista - commenta Antonio Spera, segretario generale Ugl Metalmeccanici - in una realtà industriale che è in salute e l’idea nel settore automotive che conta oltre mille dipendenti, dove ha visto l’azienda stabilizzare circa un centinaio di lavoratori a tempo indeterminato: è un orgoglio raggiunge un risultato elettorale ambizioso. Non potevano mancare nemmeno le polemiche da parte di qualcuno che ha tentato di avvelenare il voto a poche ore dall’inizio delle votazioni, anche questo fa parte del gioco e soprattutto quando non si riesce a prendere il bandolo della matassa. Per l’Ugl – prosegue Spera - è senza dubbio un risultato veramente importante quello di oggi alla Denso che rafforza il lavoro che sta svolgendo la nostra federazione con determinazione e viene riconosciuto dalle lavoratrice e lavoratori nelle fabbriche con un trend positivo sia a livello territoriale che nazionale. Un ringraziamento in particolare d’obbligo va al segretario provinciale, Ettore Iacovacci  il quale anche questa volta è riuscito a mettere assieme una squadra perfetta in ogni dettaglio e vede la categoria dei metalmeccanici di Avellino tra le più importanti in Italia. L’Ugl non dimentica la desertificazione che sta vivendo il nostro territorio Irpino dove le aziende continuano a delocalizzazione e di conseguenza – conclude Spera - lo smantellamento del tessuto produttivo con la relativa perdita dei posti di lavoro che non saranno mai più recuperati”.

lunedì 19 febbraio 2018

Napoli, De Luca: contro di noi operazione camorristica

NAPOLI - Una "operazione camorristica e squadristica" che "parte dal tema della gestione dei rifiuti". Una "campagna di aggressione mediatica pseudo-giornalistica alla vigilia di una delicata tornata elettorale". Tramite un video postato su Facebook il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, esprime la sua opinione sull'inchiesta giornalistica e della procura di Napoli che vede indagato per corruzione il figlio secondogenito Roberto, che ha annunciato le dimissioni da assessore al Bilancio del Comune di Salerno dopo la pubblicazione del video di Fanpage.it ma non ha ancora protocollato la scelta di lasciare l'incarico ricoperto.


De Luca, nel video Facebook in merito all'inchiesta che ha coinvolto suo figlio, ha risposto anche alle dichiarazioni di Pietro Grasso. "Lo invito a un dibattito. Ho visto le sue dichiarazioni, c'è da vergognarsi, non una parola sui camorristi che vengono a fare operazioni di aggressione e ma finto moralismo da quattro soldi. Sfido anche questo nostro amico a un dibattito pubblico in diretta sulla moralità pubblica". A suscitare l'ira di De Luca, a quanto si è appreso, sono state tutte le prese di posizione di Grasso sull'inchiesta di Napoli in cui è indagato il figlio minore del governatore della Campania. L'ultima questa mattina, quando il leader di LeU ha annunciato una manifestazione per il 26 febbraio a Napoli: 'Siamo il partito della legalità, contro la corruzione, le mafie e l'inquinamento', ha detto. Tre giorni fa, alla notizia dell'inchiesta, il presidente del Senato aveva dedicato una battuta alla vicenda: 'A Napoli si dice 'tengo famiglia...', ed evidentemente si pensa che la politica, fatta secondo una discendenza dinastica, sia un modo di risolvere i problemi personali', aveva detto. L'iscrizione di Roberto De Luca nel registro degli indagati, secondo Grasso, confermava la presenza in Campania di una 'illegalità evidente che coinvolge la politica'. 'I fatti di Napoli - ha aggiunto sabato Grasso - mettono in evidenza un ambiente di corruzione che noi non possiamo certamente tollerare'.

venerdì 16 febbraio 2018

Napoli, indagato De Luca jr

NAPOLI - Gli agenti della squadra mobile e dello Sco hanno eseguito una perquisizione la scorsa notte nell'abitazione e nello studio professionale di Roberto De Luca, assessore comunale di Salerno e figlio del governatore della Campania Vincenzo. La perquisizione rientra nell'inchiesta della procura di Napoli che ha indagato De Luca jr per corruzione in relazione a un video di Fanpage in cui un finto imprenditore gli avrebbe proposto accordi illeciti per un appalto. Nelle stesse ore sono state eseguite altre perquisizioni.