Visualizzazione post con etichetta Calabria. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Calabria. Mostra tutti i post

martedì 16 ottobre 2018

Alla Galleria Nazionale di Cosenza - Palazzo Arnone la 'Grande maternità'

COSENZA - Il patrimonio della Galleria Nazionale di Cosenza si arricchisce della scultura Grande Maternità di Antonietta Raphaël (Vilnius 1895 - Roma 1975). L’opera giunge nelle collezioni del museo per volontà del donante, Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, con decisione condivisa da Giulia Mafai, figlia dell’artista; a conclusione di un delicato intervento di restauro sarà esposta da sabato 20 ottobre 2018, alle ore 18.00, accanto alle sculture di Giorgio de Chirico, Emilio Greco, Pietro Consagra, Mimmo Rotella completando, nella sala dedicata, il nucleo donato dalla Famiglia Bilotti. Per l’occasione la Galleria Nazionale di Cosenza osserverà un’apertura straordinaria degli spazi espositivi fino alle ore 21.00. 

Antonietta Raphaël, artista cosmopolita e anticonformista, fu tra le voci femminili più aperte e libere del Novecento. Testimone delle immani tragedie del secolo, fu capace di fondere, nella sua incessante ricerca visionaria, la memoria della millenaria tradizione ebraica con l’utopia, amalgamando nella pittura e nella scultura l’angoscia con la gioia di vivere.

Nata in Lituania da famiglia ebraica – il padre era rabbino e la madre, di origini sefardite, esperta di teologia - alla morte del genitore nel 1905, a causa delle leggi di discriminazione delle minoranze ebraiche e lo scoppio della rivoluzione, si trasferisce con la madre a Londra dove studia musica e frequenta l’ambiente artistico, in particolare lo studio dello scultore di origini polacche, Jacob Epstein. Scomparsa la madre, un dolore profondo le impone di lasciare Londra; nel 1924 si ferma a Parigi e poi a Roma; qui porterà la vivacità e la ricchezza dei suoi viaggi e dei suoi incontri, scintilla essenziale per la nascita del sodalizio con Scipione e Mario Mafai che sarà chiamata «Scuola di via Cavour» o «Scuola romana». Da Mafai, che diviene compagno di vita, avrà tre figlie, Miriam, Simona e Giulia.

Raphaël affronta incessantemente il tema della maternità inteso come «l’inizio del mondo, l’inizio delle cose, di tutte le cose» e, attratta con energia crescente dalla scultura, lo trasferisce nel gesso, nella terracotta o nel bronzo.

Già rappresentato, nel 1938, quando l’angoscia, il dolore e la paura dell’artista, all’emissione delle leggi razziali, prende corpo nella Niobe, l’abbraccio protettivo di una madre verso la figlia, quasi a volerla riportare nel grembo, è espresso ancora una volta nella Grande Maternità della Galleria Nazionale di Cosenza, realizzata nel 1960 in gesso e cemento, ricoperti da una vibrante patinatura.

Grazie alla collaborazione con il Conservatorio “Stanislao Giacomantonio”, un concerto accompagnerà l’esposizione della scultura e renderà omaggio alla passione per la musica, coltivata dall’artista negli anni della giovanile formazione a Londra, presso la Royal Academy of Music.

Paolo Presta, fisarmonica, e Federica Greco, voce e tamburi a cornice, proporranno un viaggio nelle melodie della musica tradizionale ebraica, evocando le più intime radici famigliari e poetiche dell’artista lituana.

La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon.

Grande Maternità
Galleria Nazionale di Cosenza
Cosenza - Palazzo Arnone
Sabato 20 ottobre 2018 - Ore 18.00

domenica 7 ottobre 2018

A Palazzo Teotino Nieddu del Rio 'Locri Survey'


LOCRI - Martedì 9 ottobre 2018, alle ore 17.30, a Locri (Reggio Calabria), presso il Palazzo Teotino Nieddu del Rio, verrà presentata la ricognizione archeologica del Locri Survey - 2018 della Scuola Normale Superiore di Pisa a cura del SAET (Laboratorio di Storia Archeologia Epigrafia Tradizione dell’antico) sul territorio della colonia magno-greca di Locri Epizefiri.

L’idea progettuale è finalizzata ad una sempre maggiore valorizzazione e conoscenza del patrimonio archeologico locrese.

Introdurranno i lavori: Rossella Agostino, direttore del Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri; Giovanni Calabrese, sindaco di Locri e Andrea Maria Gennaro, soprintendenza ABAP.

Il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri è afferente al Polo Museale della Calabria diretto da Angela Acordon.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Locri Survey - 2018

Palazzo Teotino Nieddu del Rio

Locri (Reggio Calabria)

9 ottobre 2018 – Ore 17.30

martedì 2 ottobre 2018

Calabria, favoreggiamento dell'immigrazione: arrestato sindaco di Riace

LOCRI - Le Fiamme gialle del Gruppo di Locri hanno eseguito in queste ore un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Locri, che ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti del sindaco del Comune di Riace ed il divieto di dimora per la sua compagna, nell’ambito dell’operazione denominata “Xenia”.

La misura cautelare rappresenta l’epilogo di approfondite indagini, coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Locri, svolte in merito alla gestione dei finanziamenti erogati dal Ministero dell’Interno e dalla Prefettura di Reggio Calabria al Comune di Riace, per l’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo politico.

venerdì 21 settembre 2018

Presentato a Cosenza il romanzo 'Ritrovarsi - Carla (The Writer)'


COSENZA - E’ stato presentato a Cosenza, nella suggestiva cornice dell’Area Archeologica della Biblioteca Nazionale di Cosenza, Ritrovarsi - Carla (The Writer), un appassionante romanzo di Marlisa Albamonte.

Sono intervenuti all’iniziativa, moderata dallo scrivente: Rita Fiordalisi, direttore Biblioteca Nazionale di Cosenza; Maria Francesca Corigliano, assessore regionale alla Cultura; Maria Cristina Parise Martirano, presidente Società Dante Alighieri di Cosenza; Antonello Grosso La Valle, presidente Provinciale UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia), Concetta Grosso, presidente provinciale CIF (Centro italiano femminile) e l’autrice del volume.

Ritrovarsi – Carla è un volume delicato e coinvolgente. Marlisa Albamonte in linea con i precedenti lavori (L’ho fatto per amore – Giulia; Il lilla bianco – Liliana e Partire per ricominciare – Isabella) racconta fatti, vicende e sentimenti di una figura femminile con uno scritto scorrevole e denso di umanità.

Calabria: al via giornate Europee del Patrimonio Prospettiva Gold Cosenza


COSENZA - Sabato 22 e domenica 23 settembre 2018 la Galleria Nazionale di Cosenza celebra le Giornate Europee del Patrimonio con numerosi imperdibili appuntamenti.

Queste in dettaglio le iniziative previste:

“Prospettiva Gold Cosenza”

Data: sabato 22 settembre 2018, ore 16.30-18.30; domenica 23 settembre 2018, ore 10.00-18.00
ingresso gratuito

Lungo il percorso espositivo della Galleria Nazionale di Cosenza, una finestra si apre sul paesaggio della città storica. L’iniziativa Prospettiva Gold Cosenza trae spunto dallo straordinario colpo d’occhio per offrire al visitatore gli strumenti conoscitivi utili a comprendere il tesoro di memorie che vi è custodito. La finestra diventa osservatorio: una mappa indica i principali edifici, monumenti, luoghi di cultura visibili a chi si sofferma ad ammirare il panorama da questa angolazione. Lo scorcio incorniciato dalla finestra, così valorizzato, stimola la curiosità dell’osservatore e gli suggerisce nuovi possibili itinerari di scoperta della città vecchia. La postazione, inoltre, è allestita come spazio-laboratorio dove ciascuno può interpretare le suggestioni del paesaggio e descriverle in poche righe o fermarle con un rapido schizzo utilizzando il materiale che il museo metterà a disposizione.

Giorno dopo giorno i contributi individuali comporranno un originale almanacco collettivo che servirà a rafforzare la consapevolezza dei valori condivisi racchiusi nel contesto storico-paesaggistico per trasmetterli, con senso di responsabilità, alle generazioni future.

L’iniziativa, presentata in occasione delle Giornate europee del Patrimonio, proseguirà negli orari di apertura diurna della Galleria Nazionale di Cosenza.

Apertura serale straordinaria

Data: sabato 22 settembre 2018, dalle ore 20.00 alle 23.00
Evento: ore 21.00

“Improvvisazioni per synth e musica elettronica. Tape music // Inno alla gioia di Beethoven”
ingresso gratuito

Progetto artistico a cura di Tommaso Muto, compositore ed esecutore, allievo della scuola di Composizione Musicale Elettroacustica del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza. Musiche e percorsi video interpretano suoni e immagini, espressioni del nostro tempo.

domenica 23 settembre 2018, ore 11.00
“Vacanze al Museo - Edizione Speciale GEP”

Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, domenica 23 settembre 2018 dalle ore 11.00 alle 12.30, i Servizi educativi della Galleria Nazionale di Cosenza danno appuntamento ai bambini per un’edizione speciale di “Vacanze al Museo”. Si giocherà insieme salutando l’estate e festeggiando l’Arte con tanti passatempi istruttivi. L’iniziativa è dedicata ai bambini dai 5 ai 10 anni ed è gratuita.

Info: pm-cal.gallerianaz-cs@beniculturali.it +39 0984 795639

La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon.

Info:

Giornate Europee del Patrimonio
Prospettiva Gold Cosenza
Galleria Nazionale di Cosenza
Cosenza - Palazzo Arnone
22/23 settembre 2018

martedì 18 settembre 2018

Cosenza, parte il progetto Bluemed


COSENZA - Venerdì 21 settembre 2018, alle ore 11.30, a Cosenza, Palazzo Arnone, Salone “Giorgio Leone”, nel corso di una conferenza stampa verrà illustrato un accordo di collaborazione fra il Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon, e l’Università della Calabria, retta da Gino Mirocle Crisci.

L’accordo prevede la realizzazione di uno spazio espositivo innovativo presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) e si inserisce nel quadro del Progetto BLUEMED finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma di cooperazione transnazionale INTERREG MED Programme 2014-2020, il cui titolo esteso è “Plan/test/coordinate UnderwaterMuseums, Diving Parks and Knowledge Awareness Centres in order to supportsustainable and responsibletourismdevelopment and promote Blue growth in coastalareas and islands of the Mediterranean”.

Obiettivo principale è supportare lo sviluppo di un turismo sostenibile e responsabile nelle aree costiere ed insulari del Mediterraneo, puntando alla valorizzazione del patrimonio culturale subacqueo.

Il Progetto BLUEMED, di cui l’Università della Calabria è soggetto attuatore, ha fra i siti pilota anche l’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” per la quale si punta alla valorizzazione dei suoi numerosi relitti. A tal fine, tra gli obiettivi realizzativi del progetto, è prevista la realizzazione di un “Knowledge Awareness Center” (KAC) che si configura come uno spazio nel quale, attraverso l’utilizzo di tecnologie multimediali, si offrono ai visitatori informazioni e contenuti relativi ai beni culturali e naturalistici presenti sui fondali del Mar Mediterraneo.

L’incontro offrirà un interessante momento di confronto e interlocuzione tra le parti interessate che avranno l’opportunità di presentare l’idea di progetto per la realizzazione del KAC presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) discutendo sulle ricadute culturali ed economiche che esso potrà offrire sul territorio calabrese.

Al termine dell’iniziativa sarà possibile verificare in anteprima un sistema di realtà virtuale, che verrà installato presso il Museo di Capo Colonna e che consente di effettuare un’immersione virtuale su due relitti di epoca romana presenti nei fondali.

sabato 15 settembre 2018

Al Museo e Parco Archeologico Nazionale 'Locri in acquarello'


LOCRI - Dal 21 al 23 settembre 2018 il Museo Archeologico Nazionale di Locri propone Locri in acquarello, iniziativa di notevole spessore indetta in concomitanza delle celebrazioni per il ventennale della dichiarazione di “Museo Nazionale”, riconoscimento che ha dato maggiore prestigio e autorevolezza al plesso locrese e delle Giornate Europee del Patrimonio promosse dal MiBAC.

In particolare l’iniziativa, che si terrà il 22 e il 23 settembre nel Parco archeologico, curata da FabrianoinAcquerello-FabrianoinWatercolor, dall’Associazione In Arte di Fabriano, e dal Museo Archeologico Nazionale di Locri, vedrà la presenza di noti acquarellisti che esprimeranno attraverso i loro lavori le suggestioni che il passato ancora ci può dare. E’ inoltre un’occasione di apertura del mondo archeologico calabrese all’arte contemporanea e a nuovi rapporti finalizzati a far conoscere questi luoghi nel mondo intero. Infatti l’iniziativa In Acquerello, voluta dal Polo Museale della Calabria e dalla direzione del Museo Archeologico Nazionale di Locri, è una realtà già presente in diversi Paesi del mondo. Nelle due giornate, il 22 per tutta la giornata e il 23 in ore antimeridiane, sarà possibile assistere per quanti vorranno, inclusi gli Istituti artistici invitati all’evento, alle performance degli acquarellisti.

Il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, guidato da Rossella Agostino, afferisce al Polo Museale della Calabria diretto da Angela Acordon.

giovedì 13 settembre 2018

Cassano allo Ionio (CS): al via i lavori nell'area archeologica di Casa Bianca

COSENZA - Al via i lavori di messa in opera del progetto finanziato dal PON Cultura e Sviluppo FERS 2014-2020: Parco Nazionale Archeologico di Sibari – Miglioramento della fruizione dell’area archeologica di Casa Bianca.

Il progetto rientra nella fase di sperimentazione di monitoraggio civico promossa nel 2015 dalla Commissione Europea ed avviata in 11 paesi dell’Unione, denominata Patti di Integrità: Meccanismo di monitoraggio civico per la tutela dei fondi UE e avviata con la sottoscrizione del Memorandum of Understanding fra l’Autorità di gestione PON Cultura e Sviluppo 2014/20120 e ActionAid International Italia. A seguito di ciò, è stato sottoscritto un Patto di Integrità dal Segretariato Regionale per la Calabria e i soggetti partecipanti alle gare, che si vincolano al rispetto di condotte improntate a principi di trasparenza e legalità nelle vasi fasi dei lavori e un successivo Accordo di monitoraggio tra lo stesso Segretariato, in qualità di Autorità appaltante e ActionAid International Italia, in qualità di supervisore indipendente. In sintesi, un patto di fiducia e di reciproco impegno tra stazione appaltante, imprese partecipanti e organismo indipendente di monitoraggio che, oltre a supervisionare la legalità, l’integrità e la trasparenza delle procedure, si occupa di coinvolgere i cittadini in percorsi di monitoraggio civico volti a garantire un controllo da parte delle comunità locali su tutte le fasi di progetto. Il monitoraggio tecnico/legale e civico, condotto da ActionAid Italia, è in collaborazione con Monithon e Gruppo Abele Onlus e con i cittadini del territorio. Per rispettare il principio di trasparenza, la ditta appaltatrice ha inserito nelle proposte migliorative del progetto ben 11 visite didattiche sul cantiere. La prima si terrà il 19 settembre e saranno presenti i congressisti internazionali del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Il Segretario Regionale del Mibac Calabria, Dott. Salvatore Patamia, rappresentante della stazione appaltante, ha più volte sottolineato il valore della sottoscrizione del Patto di Integrità che, permette l’avvicinamento dei cittadini alle istituzioni e viceversa, contribuendo a creare quel clima di fiducia e collaborazione che il progetto Integrity Pacts si pone tra i suoi obiettivi. Il progetto prevede anche l’allestimento di percorsi museali tattili per ciechi e ipovedenti con l’installazione di pannelli braille e riproduzioni in 3D. Accedere al patrimonio culturale è un diritto di tutti e per garantire la completa fruizione dell’area archeologica di Casa Bianca verranno realizzati accessi e percorsi privi di barriere architettoniche. L’area archeologica di Casa Bianca verrà inoltre messa in sicurezza con la costruzione di recinzione di confine di sistemi di videosorveglianza.

La collaborazione scientifica tra il Polo Museale e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, si concretizzerà con la ripresa dell’indagine archeologica del sito, negli anni oggetto di studio da parte della Scuola Archeologica di Atene, oggi di nuovo oggetto di approfondimenti scientifici. Le aspettative sono alte, perché nuovi tasselli potrebbero essere aggiunti alla conoscenza dell’aerea del Parco Archeologico di Sibari.

L’intervento verrà realizzato con metodologie e tecnologie moderne, per una più efficace azione di tutela. Le opere si svolgono all’interno di un Parco Archeologico sottoposto a tutela per cui, ogni lavorazione ed attività lavorativa terrà conto di tale circostanza e sarà improntata ad un principio generale di cautela, atto ad evitare interferenze con i beni e le attività del parco.

sabato 11 agosto 2018

Alloggeranno anche in Basilicata i frequentatori del festival 'Il Federiciano'


C'è grande fermento a Rocca Imperiale “Il Paese della Poesia” per la decima edizione del festival “Il Federiciano”, che si terrà dal 18 al 26 agosto. La cittadina si sta preparando ad accogliere la numerosa comunità di poeti e amanti del verso che soggiornerà, durante i nove giorni del festival, nel tipico borgo calabrese, noto per le poesie scritte su ceramica maiolicata e affisse ai muri delle case.

Da queste parti sono abituati agli eccezionali numeri del festival, che in tutti questi anni ha dimostrato che la poesia, quando è sostenuta da un buon progetto, può diventare un eccellente attrattore turistico, richiamando decine di migliaia di presenze. Ma l'edizione 2018, in cui si festeggia il decimo anno, è ancora più intensa e porta con sé importanti novità. Si preannunciano numeri da record, le strutture ricettive sono piene zeppe e numerosissime le case affittate, soprattutto nel centro storico, che però non bastano a soddisfare tutte le richieste e così è nato anche un passaparola su Facebook per la ricerca di nuovi alloggi, dopo l'annuncio lanciato nel gruppo “Sei di Rocca Imperiale se...” da Giuseppe Aletti, ideatore della manifestazione. Molte richieste sono state assorbite dalle strutture dei Comuni limitrofi dell'Alto Jonio calabrese e lucano, soprattutto da Nova Siri e Policoro.

L'aumento delle richieste rispetto agli altri anni è la diretta conseguenza della scelta di festeggiare la speciale ricorrenza unendo tre importanti eventi letterari, che complessivamente superano i 4.000 iscritti: il concorso “Il Federiciano” (che già da sé è il più importante concorso per inediti in Italia per numero di partecipanti), il premio Cet (che assegnerà al vincitore una borsa di studio per frequentare la scuola di Mogol) e il premio “Salvatore Quasimodo”.

Quest'ultimo evento rientra nelle ricorrenze del cinquantenario della morte del poeta, che ricade proprio quest'anno, e sarà commemorato con molte iniziative durante il festival. Per l'occasione, la cerimonia del Premio “Salvatore Quasimodo” si terrà per la prima volta a Rocca Imperiale. Ci sarà anche lo svelamento di una stele il 20 agosto, giorno in cui nasceva il grande poeta siciliano, che riporta i versi di Maria Cumani (moglie del poeta). La stele sarà affissa accanto a quella di Quasimodo (presente nell'antologia a cielo aperto già dal 2014), alla presenza di un testimone d'eccezione: il figlio della coppia, l'attore e regista teatrale Alessandro Quasimodo, che presenzierà a tutti gli eventi.

Ai poeti, e aspiranti tali, che partecipano al festival, si aggiungono i numerosissimi frequentatori attratti dal ricco cartellone di eventi e di importanti ospiti, che ogni anno fa registrare presenze record nel borgo.

“Il Federiciano”, sostenuto dal Comune di Rocca Imperiale e dalla Regione Calabria, annovera sempre più partecipanti e simpatizzanti, vanta una pagina Facebook di quasi ben 40.000 iscritti, e si prepara ai festeggiamenti con il cofanetto celebrativo realizzato dalla Liquirizia Amarelli di Rossano e con un tris di vini (bianco, rosso e rosato) prodotto dall'attore Michele Placido in collaborazione con la Cantina Volpone.

martedì 17 luglio 2018

La Galleria Nazionale di Cosenza dedica al pubblico un’apertura straordinaria


COSENZA - La Galleria Nazionale di Cosenza mercoledì 25 luglio 2018 dedica al pubblico un’apertura straordinaria al di fuori del consueto orario, dalle ore 20.00 alle 23.00.

Nella cornice notturna di Palazzo Arnone, con la collaborazione del Conservatorio di Musica S. Giacomantonio, le arti visive e la musica torneranno a dialogare.

La visita serale sarà occasione per immergersi nella bellezza delle preziose opere d’arte del museo e per godere dell’appuntamento alle 21.30 con Zefiro gentile, concerto per chitarre che sarà ospitato nell’arioso cortile dell’edificio cinquecentesco.

L’ingresso è gratuito.

La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della
Calabria guidato da Angela Acordon.

domenica 15 aprile 2018

'ndrangheta, arrestato latitante cosca Pesce

GIOIA TAURO - Importante scacco alla 'ndrangheta messo a segno dai carabinieri, che hanno arrestato in località Ponte Vecchio di Gioia Tauro Vincenzo Di Marte, di 37 anni, indicato come elemento di spicco della cosca "Pesce".
 
Di Marte era latitante dal giugno 2015 quando si era sottratto ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Reggi Calabria, su richiesta della Procura Distrettuale, perché ritenuto responsabile di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti aggravato dalla transnazionalità della condotta e con la finalità di agevolare il rafforzamento economico delle cosche di 'ndrangheta dei "Pesce" di Rosarno e degli "Alvaro" di Sinopoli (operazione "Santa Fé"). Capi di accusa che nello scorso luglio hanno portato alla sua condanna in primo grado a 14 anni di reclusione.
   

sabato 14 aprile 2018

Solidarietà: a Catanzaro 'La musica del cuore'

CATANZARO - Si terrà martedì 17 aprile alle ore 14,30 presso il Bar Mignon di Catanzaro una conferenza stampa durante la quale verrà presentato dettagliatamente il programma del prossimo concerto “La musica del cuore”, che avrà luogo venerdì 20 aprile alle ore 20,30. Si tratta di un grande evento musicale organizzato dalle associazioni Consolidal Catanzaro ETS e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Catanzaro APS-ETS, col patrocinio del Comune di Catanzaro e l'Assessorato alla Cultura. L’evento, che avrà luogo presso l’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro, sarà presentato da Massimiliano Lepera e Ilenia Lepera.

Nel corso della conferenza stampa porteranno i loro saluti istituzionali le autorità e le presidenti delle rispettive associazioni: Teresa Gualtieri per Consolidal e Luciana Loprete per UICI, oltre a Rosario Chiriano, presidente nazionale di Consolidal. Di seguito gli artisti che si esibiranno poi nel corso della serata, tesa a valorizzare i talenti locali e regionali, a dimostrazione che i valori nostrani, in particolare della gioventù calabrese, sono in grado di offrire spettacoli di grande rilievo e professionalità: M° Tusha Ilaria Silipo, giovanissima catanzarese, maestro di pianoforte, laureata al Conservatorio "Fausto Torrefranca" di Vibo Valentia, sotto la guida del M° Pollice, e attualmente iscritta al secondo anno del corso laurea biennale presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, sotto la guida del M° Costagliola. Protagonista di numerosi concerti e concorsi, tra cui il recente concorso internazionale di Roma. Massimiliano Paone & Andrea Mezzatesta, professionisti catanzaresi della musica leggera e pop, specializzati in particolare in cover di Pooh e Nomadi, e non solo, coniugano alla perfezione la passione della musica all'alta professionalità d'esecuzione. Dany Esposito, giovane cantautore di Isca sullo Ionio, con all'attivo già 4 album musicali, ha aperto i concerti di Tiziana Rivale ed Equipe 84, presente su Rai 3 e specializzato in tarantelle; ha partecipato prodigiosamente a vari concorsi.

22 Night Band, rock band catanzarese che fonde il repertorio più classico di cover internazionali con inediti dei suoi componenti, nata da un anno circa, ha partecipato al Borgia Film Festival e ha tenuto importanti concerti presso il Piccolo del Teatro Politeama di Catanzaro, il Comune di Catanzaro e il Museo del Rock. Massi Lepera, giovane cantautore catanzarese con all'attivo un disco dal titolo "Nessuno è perfetto", presente nel panorama regionale sia in tv che via radio (Rai 3, Repubblica), piazzandosi di recente al 1° posto con il suo ultimo singolo Crazy Jazz. Ama sperimentare più generi ed è presente come artista al Museo del Rock di Catanzaro. Giovanni Gullace & Samuele Lombardo feat GiuliaEffe, professionisti del panorama musicale, di Roccella Jonica, conduttori del programma televisivo su Telemia La radio a Colori e giudici del programma su Telemia Talent Sciò, con all'attivo numerosi concerti ed eventi. Anna Maria Paonessa, violinista catanzarese con all'attivo numerosi concerti ed eventi.

Coro Voci di Luce dell'UICI di CZ, coro professionista e di lunga esperienza musicale, ideato e creato dalla presidente UICI CZ Luciana Loprete, con all'attivo numerosi eventi e concerti, segnati dalla profonda dolcezza e sensibilità che il coro trasmette in ogni performance. Patrizia Magnolia, cantante catanzarese con lunga esperienza, vincitrice di numerosi concorsi canori e specializzata in musica pop e leggera del panorama musicale italiano in particolare.

lunedì 9 aprile 2018

Calabria, scoppia auto candidato Comune: ipotesi bomba

(ANSA)
Torna la paura nel Vibonese, in Calabria, dove un uomo di 42 anni, Matteo Vinci, è morto a Limbadi nello scoppio dell'autovettura che stava guidando. Ferito gravemente il padre di 70 anni. Secondo le prime ipotesi dei carabinieri, che indagano sotto le direttive della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, è che a provocare lo scoppio sia stata una bomba collocata nel vano portabagagli della vettura. Matteo Vinci, ex rappresentante di medicinali, era stato candidato alle ultime elezioni comunali nella lista "Limbadi libera e democratica".

Il padre dell'uomo, Francesco Vinci, é stato ricoverato con prognosi riservata nell'ospedale di Vibo Valentia. Le sue condizioni, secondo quanto si è appreso, sarebbero gravi. Lo scoppio dell' auto (una Ford Fiesta) si é verificato in località "Cervolaro" mentre la vettura condotta da Matteo Vinci sta percorrendo una strada provinciale. Sul posto, per il coordinamento delle indagini, ci sono il pm di turno della Procura della Repubblica di Vibo Valentia ed un magistrato della Procura antimafia di Catanzaro. Gli artificieri dei carabinieri stanno effettuando gli accertamenti tecnici per verificare dinamica e cause dell'esplosione.

Limbadi è uno dei centri della provincia di Vibo Valentia a più alta densità mafiosa, al centro di numerose inchieste della Procura antimafia di Catanzaro.

Il prefetto di Vibo Valentia, Guido Longo, ha convocato d'urgenza il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle indagini. 

venerdì 30 marzo 2018

'Lo zoo che vorrei. Animali in libertà', al centro commerciale Porto degli Ulivi di Rizziconi il primo grande 'zoo' etico

REGGIO CALABRIA - Più di 140 animali di peluche, in pet 100% riciclato e a grandezza naturale, per una attrazione spettacolare e divertente, ma al tempo stesso etica ed educativa, grazie alla quale bambini, studenti, ma anche adulti potranno conoscere gli animali rispettandoli: è quello che ci attende a Rizziconi dal 7 al 22 aprile, nell’unica tappa in Calabria della grande esposizione ludico/didattica dedicata agli animali, anche i più esotici del pianeta.

“Lo zoo che vorrei. Animali in libertà” è uno parco senza gabbie, ma con scenografie curate nei minimi dettagli, abitato da animali di tutto il mondo: dalle fattorie alla savana, dalla giungla alla foresta, dall’Australia al Polo Nord, rettili e volatili. Sono infatti otto le aree tematiche che offrono al pubblico la possibilità di conoscere attraverso un’interazione emozionale e coinvolgente le abitudini e la storia degli animali e le caratteristiche dei diversi ambienti dove vivono, facendo  comprendere inoltre l’importanza della salvaguardia e della coesistenza con il meraviglioso mondo animale.

Uno “zoo” itinerante nella galleria del Centro Commerciale Porto degli Ulivi di Rizziconi che permette ai visitatori di osservare ogni particolare delle varie specie attraverso i 144 peluche che riproducono perfettamente e a grandezza naturale gli animali presenti in vari continenti, liberi di sprigionare la loro bellezza e i loro reali colori, realizzati con cura e maestria da Hansa creation nel pieno rispetto dell’ambiente: tutto il materiale utilizzato per l'imbottitura è infatti 100% pet riciclato.

Sensibilizzando al rispetto dell’ambiente “Lo zoo che vorrei. Animali in libertà” diventa inoltre un’irrinunciabile esperienza rivolta alle scuole, in cui i protagonisti saranno i bambini, piccoli esploratori, accolti da uno staff professionista in tenuta da "rangers" che li inviterà ad indossare a loro volta dei caschetti e accessori da esploratori, per un'esperienza ancor più interattiva che si concluderà con una fantastica sorpresa: un acquario multimediale dove i bambini potranno vivere l'esperienza dell'oceano in prima persona, tra i pesci colorati, grazie all'avanzata tecnologia di visori 3D. In più durante i giorni dell’evento, saranno presenti anche dei rappresentanti del WWF che illustreranno la loro attività di difesa e tutela dell’ambiente al fine di rafforzare nei visitatori  - che riceveranno l'attestato di partecipazione di "Piccolo Esploratore" - l’atteggiamento rispettoso e la cura della natura e degli animali.

sabato 10 marzo 2018

Calabria, arrestato latitante Cosca Pesce

REGGIO CALABRIA - Arrestato dalla polizia a Rosarno il latitante Antonino Pesce, 26enne appartenente alla omonima cosca della 'Ndrangheta. Ricercato da un anno per associazione mafiosa, Pesce è stato bloccato dagli uomini della squadra mobile e del Servizio centrale operativo (Sco) in un appartamento della cittadina nella piana di Gioia Tauro.

Il 26enne latitante era sfuggito alla cattura durante l'operazione della Polizia e della Dda di Reggio Calabria che un anno fa ha portato in carcere diversi esponenti della cosca. Pesce, secondo gli inquirenti, gestiva assieme ad altri il trasporto su gomma degli agrumi da Gioia Tauro alle regioni italiane. Si è arreso alzando le mani. Con l'arresto di oggi, sono stati tutti catturati i latitanti della cosca Pesce.

Gli investigatori stavano cercando Pesce da un anno con il coordinamento della Dda reggina guidata dal procuratore facente funzioni Gaetano Paci. Quando hanno avuto conferma che il latitante si nascondeva in un appartamento a Rosarno, i poliziotti hanno isolato il condominio e poi hanno fatto irruzione. Alla loro vista Pesce si è subito arreso. Gli agenti adesso, stanno vagliando la posizione di altre persone che erano nell'appartamento.

Pesce, nonostante la giovane età, è ritenuto dagli investigatori un elemento di rilievo della cosca, in considerazione anche del fatto che tutti i boss sono detenuti. L'uomo, secondo l'accusa, dalla latitanza, avrebbe assunto, di fatto, la direzione della cosca. Tra l'altro era incaricato di gestire con metodologia mafiosa, insieme ad altri esponenti di spicco della 'ndrina, il trasporto su gomma dei prodotti agrumicoli dalla Piana di Gioia Tauro verso altre regioni d'Italia.

Il 26enne si era dato alla latitanza dall'aprile dello scorso anno quando sfuggì alla cattura nell'operazione Recherche con la quale fu smantellata la rete dei fiancheggiatori che per anni avevano protetto la latitanza del boss Marcello Pesce, di 54 anni, considerato il capo strategico del clan, attivo in importanti settori criminali e con diramazioni nel nord Italia, soprattutto in Lombardia, arrestato nel dicembre 2016 dopo 6 anni di latitanza.