venerdì 25 maggio 2018

Governo: oggi Conte vede Visco a Bankitalia alle 10, poi da Mattarella

(ANSA)

ROMA - Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte incontrerà oggi il governatore di Bankitalia Ignazio Visco alle 10. L'incontro si terra' nella sede di Banca d'Italia. Lo stesso Conte lo aveva anticipato al termine delle consultazioni. "Domani mattina incontrero' il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco" aveva detto. 

"Lasciamo a Conte l'onore e l'onere di proporre i nomi e i ruoli di chi si farà carico di realizzare quello che gli italiani aspettano", ha spiegato il leader della Lega Matteo Salvini dopo la consultazione con il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte.

Ma sarà necessario aspettare il ritorno del premier incaricato al Quirinale per capire come si allenterà la tensione tra il Quirinale ed i partiti di maggioranza sul rebus della composizione del governo. Al momento sulla figura di Paolo Savona, indicato al Mef, restano le distanze e alcuni punti interrogativi. Lui stesso, interpellato dai giornalisti, ha detto: "Non ho nulla da dire, il silenzio oggi vale più del parlare".

"E' stata una giornata proficua da tutti i punti di vista", ha dichiarato lo stesso Conte al termine delle consultazioni. Ed ha proseguito: "Dedicherò l'intera giornata di domani ad elaborare una proposta da sottoporre a al presidente della Repubblica, i ministri che proporrò saranno politici, così come il sottoscritto, saranno persone che condividono obiettivi e programmi del governo del cambiamento e che avranno dato prova di poter adempiere alle funzioni pubbliche loro affidate con disciplina e onore".

giovedì 24 maggio 2018

Governo: Savona, il Quirinale dice "no ai diktat" dei partiti

ROMA - Altolà del Colle mentre alla Camera sono in corso le consultazioni di Giuseppe Conte per la formazione del governo. Nella formazione del governo, si sottolinea dal Quirinale, il tema all'ordine del giorno non è quello di presunti veti ma, al contrario, quello dell'inammissibilità di diktat nei confronti del presidente del Consiglio e del presidente della Repubblica nell'esercizio delle funzioni che la Costituzione attribuisce loro.

Il Colle sta attendendo l'esito delle consultazioni avviate stamani dal presidente del Consiglio incaricato e si aspetta una risposta da Giuseppe Conte, che ieri ha accettato l'incarico con riserva. La Costituzione infatti prevede scelte condivise tra presidente del Consiglio e Capo dello Stato sulla scelta dei ministri. La preoccupazione del Quirinale è dunque che si limiti l'autonomia del presidente del Consiglio incaricato e del presidente della Repubblica nell'esercizio delle loro prerogative istituzionali.

Salvini, "L'Ue ci chiede nuove tasse? Faremo esattamente il contrario"

(Lapresse)

ROMA - Il leader del Carroccio Matteo Salvini replica duramente alla richiesta di manovra correttiva ventilata a Bruxelles: "L'ultima cosa per tornare a crescere sono nuove tasse", scrive Salvini su Facebook.

Gli elettori, ha continuato, "ci hanno votato per fare l'esatto contrario di quel che l'Europa ci ha suggerito con la minaccia o con l'asservimento dei governi degli ultimi anni". Salvini si è quindi soffermato sull'ipotesi di Paolo Savona a ministro dell'Economia: si tratta, ha osservato il capo del Carroccio, di "una personalita' specchiata, riconosciuta e apprezzata" che, "forte della sua sapienza", potrebbe andare "ai tavoli europei non a far casino ma a rimettere in moto un motore che altrimenti è fermo" e "a ridiscutere, a ricontrattare norme, vincoli e regolamenti per il bene dei cittadini italiani".

"Qual è - ha aggiunto Salvini - il difetto del professor Savona, onestissimo e dignitosissimo professore che vorrebbe mettersi a disposizione del suo Paese che pare abbia avuto in passato dubbi sull'euro? Domando a me stesso - ha concluso il leader della Lega - se ha un senso il voto libero, democratico e sovrano degli italiani. Se questo voto va rispettato quale è il problema?".

SPREAD RIMONTA A 188 PUNTI BASE - Continua a regnare la volatilità sul secondario italiano, con lo spread che torna a impennarsi portandosi in area 188 punti base, in concomitanza con le dichiarazioni online del leader della Lega Matteo Salvini che ribadisce il suo sostegno a Paolo Savona, indicato questi giorni fra i possibili candidati al ministero dell'Economia.

Le posizioni euroscettiche di Savona non sono apprezzate dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella né dai mercati.

Lo spread Btp-Bund è balzato da area 184 punti base a 188, e alle 13,25 circa quota 186 punti base. Alla stessa ora il rendimento del decennale Btp di riferimento quota 2,38%, ai massimi di seduta.

Perrino (M5S): Servizio 118 Basilicata: una situazione endemicamente disastrosa


Siamo ben consci che le particolari caratteristiche orografiche del territorio lucano determinano tutta una serie di conseguenze sull’erogazione di servizi pubblici fondamentali come l’urgenza-emergenza sanitaria attraverso il 118. Per ovviare alle difficoltà di raggiungere i sempre più lontani e rari presidi ospedalieri, Pittella ha scelto di avviare il servizio di elisoccorso notturno al fine di potenziare appunto la gestione delle urgenze-emergenze.

I risultati, tuttavia, tardano ad arrivare: in una recente inchiesta pubblicata da “La Repubblica”, la Basilicata risulta essere la regione peggiore per tempi d’intervento dei sanitari del 118.

Purtroppo i problemi non sono dovuti esclusivamente alle caratteristiche altimetriche del territorio e alla lontananza dei presidi ospedalieri dalle parti interne della regione, ma paiono di essere “strutturali” ed endemici. I sindacati denunciano, infatti, uno stato di profondo disagio di lavoratori e lavoratrici a causa dell’applicazione di modelli organizzativi imposti in maniera unilaterale dall’ASM di Matera prima e oggi dall’ASP di Potenza. Le postazioni di lavoro, soprattutto nelle strutture dell’ASM di Matera, sarebbero al limite del rispetto delle norme dell’igiene e sicurezza sul lavoro: ad esempio, i servizi igienici parrebbero non essere sufficienti per uso distinto tra il personale maschile e quello femminile.

Come segnalato da altri sindacati, il personale medico del servizio sarebbe inquadrato in modo confuso e precario tra contratti e convenzioni anomale e a tempo determinato; UIL FPL E SMI riferiscono di “una giungla nella quale si mette a rischio la qualità dei servizi per i cittadini, spesso garantita solo grazie allo sforzo dei medici e degli operatori in generale”; i sindacati pongono la questione della stabilizzazione dei Medici Convenzionati del 118, “ritenendo non più procrastinabile l’adozione di un decreto che” ponga “fine al precariato nel 118, trasformando i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato”.

Infine, è bene spendere qualche parola per il parco ambulanze dell’Emergenza Urgenza 118: attualmente ci sarebbero in dotazione ambulanze immatricolate nel 2008/2009 con un alto chilometraggio (anche 400.000 km) e una meccanica usurata. A tal proposito evidenziamo che, qualche giorno dopo la presentazione della nostra interrogazione, l’ASP ha riapprovato il Capitolato Tecnico e il quadro economico relativo all'acquisto di n. 57 ambulanze di tipo B e n. 3 automediche (per un totale di € 5.050.000, IVA inclusa) occorrenti al 118 dell'ASP. Adesso attendiamo che, finalmente, il SUA-RB bandisca la relativa gara.

Tutta l’innanzi esposta serie di criticità dovrebbe essere sufficiente a giustificare l’ultimo posto nella classifica stilata da “La Repubblica”. Crediamo sia necessario ottenere chiarimenti dalla Regione su questa situazione disastrosa e, in particolare, su come la Giunta intenda muoversi nei mesi conclusivi della legislatura in corso, al fine di migliorare il servizio di emergenza-urgenza sanitaria, garantendo ai cittadini e ai lavoratori un livello almeno dignitoso del medesimo servizio 118.

Leggi interrogazione

Gianni Perrino
Portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale

Focus matrimoni Potenza: quanto si spende per dire si? A Potenza quasi 15.200 euro


Milano, 24 maggio 2018 – Il 19 maggio il Principe Harry e l’attrice americana Meghan Markle si sono giurati eterno amore, ma anche tra i confini nazionali altre coppie celebri si apprestano a convolare a giuste nozze.

Matrimoni “famosi” che fanno sognare migliaia di innamorati, e, perché no, fanno venire a tanti la voglia del “fatidico sì”.

A confermarlo è l’Osservatorio Compass: dopo la crescita delle unioni registrata dall’Istat nel 2016 (+4,6% sul 2015), ben il 3% degli intervistati ha già programmato nel 2018 le proprie nozze. La differenza con i colleghi più famosi? Il budget, sicuramente ben lontano dalle cifre milionarie previste per organizzare i loro matrimoni: secondo i dati di ProntoPro, la spesa media sostenuta dalle coppie di Potenza nel 2018 è di 15.170 euro per 100 invitati, un dato leggermente superiore alla media nazionale di € 14.880.


Tra i singoli costi, quello che incide maggiormente è il catering (€ 8.000), seguito dall’abito da sposa (€ 3.700), dal fotografo (€ 1.600), dal fioraio (€ 700), dalla band (€ 550) o dj (€ 300) e dalla Torta nuziale (€ 320).

A questi bisogna aggiungere ulteriori costi non inclusi nell’analisi, come le fedi, la location, le bomboniere e il viaggio di nozze, che hanno comunque un peso non indifferente sul budget familiare. Una cifra elevata tanto che diventa fondamentale il ruolo del credito al consumo: senza la possibilità di dilazionare i pagamenti molti dovrebbero rimandare o rinunciare al giorno più atteso della propria vita. Al contrario, per chi non bada a spese e può permettersi un wedding planner, dovrà prevedere ulteriori € 1.150.

L’indagine di Compass ha evidenziato anche altri aspetti. Interrogati sulla preferenza tra matrimonio o convivenza, per gli italiani il primo rappresenta ancora un momento importante nella realizzazione della vita di coppia (per il 46%), mentre per il 38% la convivenza è un passaggio fondamentale prima del grande passo, e a pensarlo sono soprattutto i single. Una cosa è certa, che sia convivenza o matrimonio, solo l’8% preferisce la solitudine, un dato che sale al 26% tra i separati e divorziati.

Ma a livello generale, gli italiani come vedono il matrimonio? Senz’altro mai fuori moda (per il 54%), piuttosto stimolante (63%), rassicurante (61%) e non come un legame troppo impegnativo (65%). Ma restano ancora delle zone d’ombra, come i costi per l’organizzazione del “grande giorno” così come il fatto che solo quattro su dieci vedono questo momento come il coronamento del “sogno di una vita”.

Il 24 e 25 maggio a Matera convegno internazionale di studi su Don Milani


MATERA - Nei giorni 24 e 25 maggio 2018 si terrà a Matera, presso la Sala convegni della Casa di Spiritualità Sant’Anna, il Convegno internazionale di studi "Don Milani e noi. L'eredità e le sfide d’oggi", organizzato dall’Università della Basilicata, dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose Interdiocesano “Mons. Anselmo Pecci” di Matera e dall’Associazione Pedagogica Italiana (As.Pe.I.).

Il convegno si avvale del patrocinio e del sostegno delle più alte istituzioni nazionali e internazionali, oltre che di quelle locali.

Il convegno si propone di offrire una rassegna aggiornata degli studi e delle riflessioni sull’eredità del pensiero e dell’opera del Priore di Barbiana, presentati dai massimi specialisti a un cinquantennio dalla sua morte. Due intense giornate di approfondimento e di dibattito attraverso incursioni nei diversi settori disciplinari e di attività nei quali più significativa è risultata l’influenza delle intuizioni e delle istanze di rinnovamento sviluppate da don Milani su temi cruciali di natura politico-culturale, pedagogica e religiosa attraverso gli scritti e l’esperienza pastorale ed educativa.

Nel corso del convegno, oltre alle relazioni svolte dagli specialisti provenienti da diverse Università italiane, nonché ad altre in videoconferenza, saranno presentate le testimonianze di allievi della Scuola di Barbiana ed altresì proiettati documenti filmati inediti sulla vita e l’attività di don Lorenzo e dei suoi ragazzi.

Il Comitato Scientifico del convegno, coordinato dal Prof. Emilio Lastrucci, dell'Università della Basilicata, è composto dai massimi studiosi del pensiero e dell’opera di don Lorenzo Milani nel quadro nazionale ed internazionale.

Per ulteriori informazioni contattare il Prof. Emilio Lastrucci (391-3230794) o il Prof. Rocco Digilio (338-2343242).

La Conferenza stampa di presentazione dell’evento si terrà il giorno lunedì 21 maggio 2018 alle ore 11,30 presso il "Salone degli Stemmi" del Palazzo Arcivescovile di Matera, Piazza Duomo, 7.

Governo: Conte, al via le consultazioni a Montecitorio

(ANSA)

ROMA - Sono partite a mezzogiorno le consultazioni alla Camera del neopresidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli ha conferito ieri l'incarico di formare il governo e Conte ha accettato l'incarico con riserva, confermando la vocazione europea dell'Italia e affermando che sarà 'l'avvocato difensore degli italiani'.

Le consultazioni sono in corso di svolgimento presso la sala dei busti a Montecitorio a partire dalle 12 fino alle 19, secondo quanto si legge in un comunicato della Camera. A chiudere i colloqui sarà l'incontro con i pentastellati.

Unibas, celebrata ieri la "Giornata della Legalità"

(ANSA)

Come in tutta Italia, ieri, anche a Potenza, nell'aula magna dell'Università della Basilicata, si è celebrata la "Giornata della legalità" in ricordo della strage di Capaci, a 26 anni dal tragico evento, il 23 maggio del 1992, in cui trovarono la morte Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta il palermitano Vito Schifani e i pugliesi Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.