Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post

giovedì 24 maggio 2018

Focus matrimoni Potenza: quanto si spende per dire si? A Potenza quasi 15.200 euro


Milano, 24 maggio 2018 – Il 19 maggio il Principe Harry e l’attrice americana Meghan Markle si sono giurati eterno amore, ma anche tra i confini nazionali altre coppie celebri si apprestano a convolare a giuste nozze.

Matrimoni “famosi” che fanno sognare migliaia di innamorati, e, perché no, fanno venire a tanti la voglia del “fatidico sì”.

A confermarlo è l’Osservatorio Compass: dopo la crescita delle unioni registrata dall’Istat nel 2016 (+4,6% sul 2015), ben il 3% degli intervistati ha già programmato nel 2018 le proprie nozze. La differenza con i colleghi più famosi? Il budget, sicuramente ben lontano dalle cifre milionarie previste per organizzare i loro matrimoni: secondo i dati di ProntoPro, la spesa media sostenuta dalle coppie di Potenza nel 2018 è di 15.170 euro per 100 invitati, un dato leggermente superiore alla media nazionale di € 14.880.


Tra i singoli costi, quello che incide maggiormente è il catering (€ 8.000), seguito dall’abito da sposa (€ 3.700), dal fotografo (€ 1.600), dal fioraio (€ 700), dalla band (€ 550) o dj (€ 300) e dalla Torta nuziale (€ 320).

A questi bisogna aggiungere ulteriori costi non inclusi nell’analisi, come le fedi, la location, le bomboniere e il viaggio di nozze, che hanno comunque un peso non indifferente sul budget familiare. Una cifra elevata tanto che diventa fondamentale il ruolo del credito al consumo: senza la possibilità di dilazionare i pagamenti molti dovrebbero rimandare o rinunciare al giorno più atteso della propria vita. Al contrario, per chi non bada a spese e può permettersi un wedding planner, dovrà prevedere ulteriori € 1.150.

L’indagine di Compass ha evidenziato anche altri aspetti. Interrogati sulla preferenza tra matrimonio o convivenza, per gli italiani il primo rappresenta ancora un momento importante nella realizzazione della vita di coppia (per il 46%), mentre per il 38% la convivenza è un passaggio fondamentale prima del grande passo, e a pensarlo sono soprattutto i single. Una cosa è certa, che sia convivenza o matrimonio, solo l’8% preferisce la solitudine, un dato che sale al 26% tra i separati e divorziati.

Ma a livello generale, gli italiani come vedono il matrimonio? Senz’altro mai fuori moda (per il 54%), piuttosto stimolante (63%), rassicurante (61%) e non come un legame troppo impegnativo (65%). Ma restano ancora delle zone d’ombra, come i costi per l’organizzazione del “grande giorno” così come il fatto che solo quattro su dieci vedono questo momento come il coronamento del “sogno di una vita”.

Unibas, celebrata ieri la "Giornata della Legalità"

(ANSA)

Come in tutta Italia, ieri, anche a Potenza, nell'aula magna dell'Università della Basilicata, si è celebrata la "Giornata della legalità" in ricordo della strage di Capaci, a 26 anni dal tragico evento, il 23 maggio del 1992, in cui trovarono la morte Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta il palermitano Vito Schifani e i pugliesi Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Grave incidente sulla Potenza - Melfi, un morto


POTENZA - E' di un morto il tragico bilancio di un incidente stradale avvenuto nella giornata di ieri mattina sulla Potenza - Melfi, le cui cause sono ancora al vaglio degli investigatori. L'incidente ha visto coinvolti un autocarro e un'automobile. 

Sul posto immediatamente sono giunti gli operatori sanitari del 118, i Vigili del Fuoco e gli uomini della Polizia stradale.

Potenza, arrestato un 27enne in una sala slot


POTENZA - E' stato arrestato dalla Polizia un uomo di 27 anni, di Potenza, sorvegliato speciale, dopo aver picchiato un ragazzo in una sala slot machine. L'aggressore, accusato di lesioni aggravate e sequestro di persona, a suo dire, sarebbe stato deriso dal giovane, dal quale avrebbe preteso delle scuse.

mercoledì 23 maggio 2018

11173 persone meritano una risposta sul destino dell’ex CIP ZOO a Potenza


11173: tante sono le firme consegnate nel 2012 all’allora sindaco Vito Santarsiero e al Presidente della Regione dell’epoca, Vito De Filippo, da parte del Comitato per il “Parco della Città” per sollecitare la Regione Basilicata e il Comune di Potenza a destinare l’area “Ex CIP ZOO” (di proprietà della Regione Basilicata) alla realizzazione di un grande polmone verde per Potenza, con alberi al posto del cemento e dell’amianto. Il progetto del citato Comitato prevede la creazione di un grande Parco, luogo di incontro, socializzazione svago e attività fisica, area giochi e spazi per la organizzazione di eventi.

L’attività del Comitato non si è mai fermata: nel corso della IX Legislatura regionale fu sottoposta a tutti i consiglieri una proposta di legge che prevedeva che l’area fosse svincolata e, quindi, fosse espunta dall’elenco dei beni vendibili per ripianare i debiti dell’ex ESAB. La proposta di legge è stata poi ripresentata come emendamento approvato dal Consiglio regionale ed è diventata l’articolo 25 della Legge Regionale 8 agosto 2013 n. 18.

Nonostante siano stati affidati i lavori di bonifica delle coperture in cemento-amianto presenti nell’area Ex CIP ZOO”, il futuro dell’area permane in un limbo oscuro e sempre più indefinito.

Lo stesso Consiglio Regionale nel dicembre 2014 ha approvato una mozione impegnando la Giunta “a favorire l’effettiva cessione dell’area” Ex CIP ZOO “al Comune di Potenza con vincolo di realizzazione del Parco e ogni altra possibile iniziativa volta al raggiungimento di tale obiettivo”. Da allora, black out: non vi è stata alcuna azione tangibile e concreta da parte di Pittella e della sua Giunta.

Immobilismo stigmatizzato dallo stesso Comitato il “Parco della Città” che attende a tutt'oggi un incontro col Presidente Pittella per fare il punto della situazione. Per queste ragioni abbiamo accolto i solleciti del Comitato e presentato una mozione per dare concreta attuazione alla D.C.R. n. 154 del 9 dicembre 2014 e, in tal senso, sollecitare Pittella ad incontrare il Comitato “al fine di garantire la realizzazione nell’area Ex CIP ZOO del progetto ​“​Parco della Città di Potenza​””.

La discussione sviluppatasi in merito ieri in Consiglio Regionale a monte dell’approvazione della mozione ha finito con l’assumere aspetti a tratti bizzarri. Evidentemente gli interessi e gli appetiti (anche edilizi?) sull’area “Ex CIP ZOO” sono molteplici e non sempre coincidenti con la realizzazione del Parco. Il dispositivo della mozione approvata è stato modificato inserendo l’impegno della Giunta a riferire al Consiglio sulla mancata attuazione della D.C.R. n. 154 del 9 dicembre 2014.

Si diano risposte ai tanti cittadini che hanno firmato e soprattutto si dia al capoluogo l’opportunità di riappropriarsi di uno spazio sottraendolo magari alle mire di qualche speculatore del cemento.

Gianni Perrino

Gianni Leggieri

M5S Basilicata - Consiglio Regionale


Nominato il nuovo amministratore dell'Acquedotto lucano

(ANSA)

POTENZA - L'Acquedotto lucano ha un nuovo amministratore unico. A succedere a Michele Vita, a fine mandato, è Giandomenico Marchese, eletto all'unanimità dall'assemblea dei soci di Acquedotto lucano (Al), che si è svolta il 16 maggio a Potenza.

Gli azionisti di Acquedotto Lucano hanno anche votato per il collegio sindacale, eleggendo Vincenzo Marranzini come presidente, Carmine Nigro e Arcangelo Colella (supplenti Filomena Pia Conte e Felice D'Amato).

martedì 22 maggio 2018

Trenitalia: due frecciargento fermeranno a Maratea da giugno a settembre


POTENZA - Saranno due Frecciargento sulla rotta Roma-Reggio Calabria a fermare nella stazione di Maratea (Potenza), dalla giornata di Domenica 10 giugno e fino al 16 settembre. Lo ha comunicato Trenitalia, specificando che si tratta del Frecciargento 8351, con partenza da Roma Termini alle 7.22, arrivo a Maratea alle ore 10.00, per poi raggiungere Reggio Calabria alle 12.20; e del Frecciargento 8358, che partirà da Reggio Calabria alle ore 16.02, per fermare a Maratea alle 18.18 ed arrivare a Roma alle ore 21.00.

Potenza: Ugl, Mercoledì II° Congresso provinciale metalmeccanici


POTENZA - Mercoledì, 23 maggio p.v., presso la Sala ‘A’ del consiglio Regionale della Basilicata, con inizio dalle ore 10,15, si svolgerà il II° Congresso Provinciale dei metalmeccanici di Potenza.

‘Industria 4.0, per un nuovo modello di sviluppo’ è il titolo che porterà il congresso per la scelta del nuovo segretario della federazione che guiderà i metalmeccanici di Potenza per i futuri quattro anni. Interverranno: il reggente provinciale Giuseppe Palumbo, la segretaria regionale Florance Costanzo, il segretario regionale Industria Giuseppe Giordano, i dirigenti provinciali federali e il segretario della confederazione Basilicata, Giovanni Tancredi. E’ prevista la partecipazione di segretari federali e confederali dell’Ugl nazionale generale.

Presiederà e concluderà i lavori, il segretario nazionale generale dell’Ugl metalmeccanici, Antonio Spera.

lunedì 21 maggio 2018

Denunciato un 21 enne a Potenza, aveva due cacciavite nella manica della felpa


POTENZA - Denunciato dai Carabinieri un ragazzo di 21 anni, già con precedenti di polizia. I Militari lo hanno trovato durante la notte in una via centrale della città di Potenza mentre passeggiava fra alcune auto in sosta con due cacciavite nella manica della felpa.

domenica 20 maggio 2018

Si inasprisce la vertenza Cosmopol: nulla di fatto al tavolo prefettizio sull’appalto Unibas


POTENZA - Nulla di fatto, venerdì scorso, al vertice in prefettura sulla vertenza Cosmopol. Le parti sono ancora distanti sul cambio di appalto dei servizi di vigilanza e portierato nei due poli universitari di Macchia Romana e Francioso, con Cosmopol che si è detta disponibile ad assumere tre guardie giurate e un portiere a tempo indeterminato e un altro portiere ma solo a tempo determinato e i sindacati di categoria Filcams, Fisascat e Uiltucs che, dal canto loro, tengono il punto sul mantenimento dei livelli occupazionali e salariali senza soluzioni di continuità, ovvero l’assunzione a tempo indeterminato di tre guardie giurate e due addetti al portierato perché, dicono, “non risultano tagli al monte ore e la stessa opzione paventata dall’Unibas di internalizzare una parte del servizio di guardiania è solo un’ipotesi, come confermato dallo stesso rappresentante dell'ateneo al tavolo odierno". Per i sindacati parlano i numeri: “Per assicurare l’espletamento di 5.880 ore di guardiania armata, 790 ore di servizi ispettivi e 4.320 ore di portierato in base ai divisori contrattuali servono non meno di cinque unità”.

Le organizzazioni sindacali hanno anche ribadito la richiesta di sospendere la procedura di cambio di appalto, anche per attendere il pronunciamento del Tar a seguito del ricorso presentato dal secondo classificato, l’istituto uscente Città di Potenza. In assenza di accordo il tavolo in prefettura è stato perciò aggiornato a mercoledì prossimo alle 9,30 non senza il forte disappunto dei sindacati per l’ennesimo nulla di fatto. E ora nel mirino della triplice finisce anche la Regione Basilicata per aver disertato il tavolo prefettizio e per non aver vigilato adeguatamente – accusano i sindacati - sul sistema degli appalti regionali. Filcams, Fisascat e Uiltucs parlano di “situazione di totale anarchia in cui le imprese fanno quello che vogliono in barba ai capitolati d’appalto e ai contratti nazionali, a tutto svantaggio dei lavoratori che per le scelte scellerate delle stazioni appaltanti perdono salario, diritti e a volte anche il lavoro”.

Intanto, a conferma del clima glaciale tra sindacati e Cosmopol, prosegue lo stato di agitazione di tutto il personale lucano dell’istituto, con la sospensione delle prestazioni aggiuntive, ma “l’azienda – accusano i sindacati – continua a chiedere lavoro aggiuntivo e straordinario ben oltre le 48 ore settimanali”.

sabato 19 maggio 2018

Rapina in una banca di Venosa, un arresto


VENOSA (PZ) - Termina con un inseguimento da parte dei Carabinieri, con conseguente arresto di un 26 enne di Cerignola e la fuga a piedi del complice, la rapina, che, due uomini, con il viso travisato da un passamontagna e armati di taglierino, hanno compiuto ieri mattina a Venosa (Potenza), in una filiale della Banca Popolare di Bari.

L'inseguimento è terminato lungo la ss 93, nei pressi di Canosa di Puglia (Barletta Andria Trani).

Potenza, alla Biblioteca Nazionale presentata la mostra "Interpretando i grandi Maestri”


POTENZA - Sarà presentata martedì 22 maggio alle ore 16.30 nella Sala Conferenze della Biblioteca Nazionale di Potenza, l’esposizione degli elaborati degli allievi dell’Istituto comprensivo “G.Leopardi” di Potenza, Plesso Scuola Primaria “G.Rodari” di contrada Bucaletto.

Il progetto didattico, dal titolo "Interpretando i grandi Maestri”, è stato ideato e condotto da Grazia Pastore, ideatrice e sviluppatrice di format educativi per la didattica dell'arte, ed ha coinvolto i bambini e le insegnanti delle cinque classi (sezione A) della Scuola Primaria “Gianni Rodari” di Potenza.

E’ patrocinato dal MIBACT – Direzione Generale Biblioteche ed Istituti Culturali, e dall’Assessorato alla Cultura, Istruzione e Turismo” del Comune di Potenza.

Articolato in più incontri, il workshop "Interpretando i grandi Maestri” si è svolto grazie al supporto tecnico e logistico dello “ Studio d'Arte Il Santo Graal” di Potenza e al sostegno della Banca Monte Pruno, in stretta collaborazione con la Biblioteca Nazionale di Potenza e l'Istituto Comprensivo “G.Leopardi”.

L'iniziativa fa parte del calendario di eventi “Maggio Potentino” promosso dal Comune di Potenza e del “ Maggio dei Libri 2018” dal “Centro per il libro e la lettura” del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. L’evento è stato organizzato nell’ambito della campagna “Illuminiamo il Futuro” promossa da "Save the children" per contrastare la povertà educativa in Italia. La vostra partecipazione è particolarmente gradita.

venerdì 18 maggio 2018

Progetti di alternanza scuola lavoro: Ispettorato del lavoro in azione


POTENZA - Nelle giornate dell’8 e 9 maggio scorse presso le sedi dell’Ispettorato Territoriale del lavoro di Potenza e Matera si sono tenuti due distinti incontri organizzati in collaborazione con ANPAL Servizi e che hanno visto la presenza dei Dirigenti scolatici delle scuole superiori, e degli Enti Istituzionali della Regione Basilicata, quali: Miur-Ufficio Regionale Scolastico, Inail Regionale, Aziende Sanitarie locali di Potenza e Matera, al fine di affrontare e condividere le problematiche legate alla riforma della cosiddetta Buona Scuola, ovvero l’implementazione dei progetti di alternanza scuola-lavoro anche relativamente alle questioni riguardanti la salute e sicurezza nelle scuole per quanto riguarda le attività poste in essere inerenti i progetti da doversi attuare presso imprese e strutture lavorative.

Dal confronto è scaturita la necessità di realizzare un percorso finalizzato a portare nelle scuole la rete degli attori del mercato del lavoro in una cornice più ampia che possa vedere in continua evoluzione il valore formativo di tale esperienza nonché il trasferimento ai giovani della cultura della sicurezza stabilendo una fitta rete di collaborazione tra le istituzioni scolastiche e il mondo imprenditoriale nel pieno rispetto di quanto previsto dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Attraverso il MIUR, sarà presto reso disponibile agli studenti, sulla piattaforma nazionale dell’ASL, il modulo formativo sulla sicurezza relativo al rischio di bassa entità che si andrà ad affiancare al modulo di formazione generale al momento già fruibile.

Nelle giornate seminariali, tenutesi nei due capoluoghi Lucani tra L’ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, la Camera di Commercio di Potenza e di Matera, le Aziende Sanitarie locali di Potenza e Matera, l’INAIL, l’USR Basilicata, l’ANPAL Servizi e i Presidi delle 24 scuole rientranti nel programma ANPAL Servizi, si è confermata la disponibilità a supportare i Dirigenti Scolastici con attività di indirizzo, informazione, formazione e aggiornamento auspicando a nuovi momenti di condivisione e riflessione, utile e necessario strumento di confronto e scambio tra le istituzioni e gli enti istituzionali sui temi dell’alternanza scuola lavoro e loro ulteriore sviluppo.

giovedì 17 maggio 2018

Rivello ospita la terza giornata della Lega del Mare di baseball


Domenica 20 maggio Rivello, in provincia di Potenza, ospiterà la terza giornata della Lega del mare, campionato di baseball delle regioni meridionali a cui partecipa la squadra dei Kings Acli.

Si tratta di un evento che premia l'attività fin qui svolta dal circolo Acli di Rivello, promotore del "progetto baseball", ormai divenuto esperienza di eccellenza non solo a livello regionale ma anche in campo nazionale grazie ai riconoscimenti della Federazione italiana baseball e softball.

La cittadina lucana ospiterà le due squadre di Salerno, quella di Cosenza e le altre realtà di Napoli, Foggia e Caserta. Le partite avranno luogo dalla mattina con inizio alle 10. Nel pomeriggio alla 15.30 gli incontri più interessanti con la presentazione delle squadre ed altri momenti.

I ragazzi della Acli Rivello Kings sono pronti a fare onore alla propria terra dimostrando sul campo il valore di una squadra giovanissima ma molto preparata.

La nascita di questo mini-campionato per la sezione amatori è il fiore all’occhiello di uno sport che sta acquisendo sempre più spazio in Basilicata proprio grazie ai Kings, squadra composta da ragazzi under 18, ora alla prima esperienza in un vero campionato.

Prosegue intanto per i giovani il progetto “Scuola e baseball” realizzato da Acli Rivello in collaborazione con la Fibs, attualmente in svolgimento presso l’istituto comprensivo di Lagonegro - Rivello. Dopo le lezioni teoriche sul baseball si svolgerà, a fine anno scolastico, il mini torneo tra le classi dello stesso istituto.

mercoledì 16 maggio 2018

Progetto RIPAM, Rosa (Fdi-An): "richiesta l’audizione del Presidente Pittella in II Commissione sulle fantomatiche assunzioni"


POTENZA - In data 12 Luglio 2017 avevamo presentato, al Presidente del Consiglio regionale, un’interrogazione che delibera che approvava un programma di potenziamento delle capacità istituzionali ed amministrative delle pubbliche amministrazioni locali della Basilicata (Deliberazione di Giunta Regionale n. 486 del 01/06/2017). Ovviamente dopo quasi un anno ancora non ci hanno risposto.

In sostanza, con un impegno di € 2.900.000,00, la proposta progettuale prevedeva una convenzione con Formez PA per il reclutamento di personale che avrebbe rafforzato l’organico già in forza agli Enti locali della Basilicata.

Nell’interrogazione sollevammo non pochi dubbi tanto sulla bontà del progetto che, di fatto, equivale a introdurre un’altra platea di precari nella pubblica amministrazione, quanto nelle procedure di selezione del personale che eludevano i principi basilari di trasparenza e meritocrazia. Del resto, le modalità del reclutamento da parte del Formez sono note a tutti..

A distanza di quasi un anno, apprendiamo oggi, attraverso un comunicato stampa, che in data 15 Maggio 2018, presso la Regione Basilicata, è stato convocato un incontro alla presenza del Presidente Pittella, dei Sindaci lucani, della dirigente del Dipartimento Funzione Pubblica del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Maria Barilà e, per il FormezPa, della dottoressa Luisa Calindro, per illustrare il progetto di rafforzamento nell’ambito del programma RIPAM, i contenuti del bando e le modalità di adesione dei comuni.

È un incontro preliminare che, ufficialmente, dà il via al progetto e di cui Pittella, come è sua consolidata abitudine, si è guardato bene di relazionare in Consiglio, considerato che era oggetto di una formale interrogazione.

Prendiamo atto del fatto che la trasparenza non è mai stata una priorità di questo Governo, tanto meno può esserlo oggi, in piena campagna elettorale. Quale momento migliore per rafforzare il consenso elettorale di una platea di Sindaci e di una schiera di “futuri fortunati selezionati”?

Per queste ragioni abbiamo presentato stamattina la richiesta di audizione del Presidente Pittella nella II Commissione consiliare “Bilancio e Programmazione” affinché venga a rispondere all’interrogazione regionale, tuttora inevasa, e a relazionare, circa il progetto RIPAM e le modalità di attuazione dello stesso.

Vogliamo approfondire la questione prima che un’altra fetta di risorse pubbliche vada a riversarsi nel solito corridoio di interinali e precari. Così in una nota Gianni Rosa, Fratelli d’Italia, Basilicata.

Giannizzari (M5S): "Ordinanze emesse sul divieto d’uso di acqua potabile non si esauriranno a breve"


POTENZA - "E’ presumibile, ma solo per peccare di generosità, che le ordinanze emesse recentemente sul divieto d’uso di acqua potabile in alcuni comuni della costa jonica lucana non si esauriscano nel breve periodo. Nel giro di pochi giorni il problema del superamento dei trialometani si è ripresentato, e tempestivamente affrontato dai sindaci dei territori interessati con la sospensione della erogazione che, ovviamente, oltre a non placare le preoccupazioni dei cittadini, anzi, sembra che i dubbi legittimi sorgano proprio per questo altalenante fenomeno che innesca domande sulla reale salubrità dell’acqua tra una ordinanza e l’altra, pone diverse ipoteche sui metodi e provvedimenti adottati affinché non recidivi in alcuna altra circostanza. Le informazioni che corrono, peraltro, ignorano un aspetto che si è nel tempo consolidato come abitudine e per qualsiasi tematismo meriti, invece, una attenzione più mirata: il diritto dei cittadini di conoscere, da chi è demandato per funzioni e competenze alle opportune analisi e valutazioni e quindi al monitoraggio, quale sia lo stato delle acque che si consumano, in primis, ad uso potabile, senza sottovalutare gli altri impieghi altrettanto prioritari. Per superare questo primo ostacolo è stata avviata una richiesta di accesso agli atti da parte del Consigliere del Comune di Potenza del Movimento 5 Stelle, Savino Giannizzari, per comprendere, innanzitutto, la tipologia di controlli, non solo qualitativa ma anche quantitativa, per la verifica della qualità dell'acqua nonché il piano annuale attraverso il quale tali analisi vengono raccolte e valutate. L’istanza è stata inoltrata sia all’Acquedotto Lucano SPA, nella persona dell’amministratore unico, sia al direttore generale dell’ASP, viste le funzioni ed i compiti in capo a ciascun ente. E’ evidente che questo tipo di iniziativa, pur sollecitata dall’allarmismo diffuso a seguito degli episodi occorsi nel materano, dovrebbe diventare metodo, trattandosi di acque destinate al consumo umano, ai fini della prevenzione per patologie, acute e croniche, derivanti da situazioni di non conformità chimica o microbiologica dell’acqua proprio in considerazione del numero elevato di persone esposte, delle modalità e del tempo d’esposizione, della velocità con cui l’acqua veicola inquinanti chimici, virus e batteri patogeni. E soprattutto dovrebbe, in quanto metodo, appartenere a tutto il territorio regionale così come attiene a tutte le risorse sensibili a contaminazione da fenomeni terzi rispetto a quelli normalmente previsti, che aggiungono ulteriore preoccupazione perché non adeguatamente considerati. La conoscenza dei possibili cambiamenti che possono interessare le matrici fondamentali come l’acqua, il suolo e, ancora, l’atmosfera necessitano di un monitoraggio continuo e costante al fine della prevenzione delle cause esatte di possibili alterazioni e dell’attuazione di strategie mirate che sicuramente e come in questo caso, non possono risolversi nella sospensione idrica, un mero palliativo, molto più pericoloso della causa in sé per gli effetti generati dalle incognite tracimate sia sulla popolazione che il territorio, non solo regionale". Così in una nota Savino Giannizzari, M5S Potenza.

martedì 15 maggio 2018

Nella Pinacoteca provinciale di Potenza, dal 18 maggio, si terrà la mostra "Io sono"

(Credits: ANSA)

POTENZA - Interessante iniziativa artistica nella Pinacoteca provinciale di Potenza, che vedrà esposte dal 18 maggio, le immagini e le storie dei migranti, raccolte nella mostra "Io sono" di Luisa Menazzi Moretti. Il materiale fotografico e testuale che verrà esposto, è stato realizzato nel 2017, assieme ai rifugiati che sono stati accolti nei progetti Sprar della Basilicata.

L'iniziativa, promossa dalla Provincia di Potenza e dal Comune di Matera e gestita da Fondazione Città della Pace, Cooperativa Sociale Il Sicomoro ed Arci Basilicata.rientra in "Videomigrazioni - Storie di persone in viaggio" un programma di eventi, per celebrare la Giornata mondiale del Rifugiato del 20 giugno.

Potenza: Servizi di baby-sitting: dal voucher al contributo di acquisto

POTENZA - Anche nel 2018 le neomamme possono – rinunciando al congedo parentale – fruire di contributi per l’accesso ai servizi baby sitting e/o a quelli pubblici per l’infanzia. Nulla è cambiato per quanto riguarda i requisiti d’accesso a questi contributi, tranne il sistema di erogazione, che dal 1 gennaio ha visto il passaggio dai cosiddetti voucher al “Libretto Famiglia”.

Lo ricorda il Patronato Acli, presso il quale è possibile avere informazioni ed inoltrare la richiesta.

A poter inoltrare la domanda sono le lavoratrici dipendenti (sia pubbliche che private) e le iscritte in via esclusiva alla Gestione separata, entro 11 mesi dal termine del congedo di maternità e le lavoratrici autonome entro 12 mesi dalla nascita o dall’ingresso in famiglia del bambino.

“L’accesso a un contributo mensile – precisa la direttrice del Patronato Acli di Potenza Raffaella Ferrara - comporta la rinuncia ad un mese di congedo parentale. Una lavoratrice dipendente può fruire fino a un massimo di 6 contributi mensili, una autonoma fino a un massimo di 3. L’importo mensile massimo del contributo è pari a 600 euro”.

“La procedura – avverte però il presidente delle Acli Emanuele Abbruzzese - è un po’ farraginosa e richiede alcuni passaggi e termini da rispettare. Per questo motivo abbiamo attivato il Patronato Acli per aiutare le interessate a valutare la convenienza a fruire di questo istituto e per assisterle nell’espletamento dell’intero iter della pratica”.

lunedì 14 maggio 2018

Potenza, una riunione per discutere di prevenzione degli incendi boschivi

(Credits: www.ansa.it)

Nella giornata di oggi si è svolta una importantissima riunione in cui si è discusso di prevenzione degli incendi boschivi. All'incontro, che si è tenuto all'interno della prefettura di Potenza, hanno preso parte i rappresentanti dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, dell'Anas, di Rete ferroviaria italiana, dell'Enel e degli enti locali. La Regione Basilicata, ha fatto presente quali saranno le risorse del piano triennale antincendio boschivo in corso di definizione, che saranno impiegate per attuare politiche di prevenzione e di contrasto al fenomeno, che è aumentato notevolmente nel corso degli anni, sia come numero degli incendi che come superficie di estensione delle fiamme.

Autoferrotranvieri. Ugl Potenza: Cappiello eletto segretario provinciale

Si è svolto nella Sala A del Consiglio regionale, il 2° Congresso Provinciale autoferrotranvieri di Potenza. Presieduto dai segretari regionale Giovanni Tancredi e congressuale, Rocco Brienza, dopo un ampio confronto incentrato soprattutto sui progetti e le sfide future del Sindacato, l'Assemblea è passata alla votazione che per alzata di mano, elegge all’unanimità come Segretario Provinciale Donato Cappiello, dipendente delle Autolinee Liscio S.r.l. di Potenza il quale potrà contare sulla collaborazione dei colleghi che costituiscono il direttivo: Benedetto Donato, Carrieri Amleto Davide, Crispino Giuseppe e Pirolo Mario, mentre Maiorino Davide, Prota Michele, Sabia Rocco e Silvano Rocchino oltre al direttivo entrano anche a far parte della Segreteria.

"L’Ugl è un Sindacato diverso rispetto alle altre Organizzazioni Confederali", ha esordito a margine della sua elezione, "occorre costruire una squadra di lavoro partendo dal basso, ponendo prioritariamente l'interesse dei lavoratori che rappresenta, riconquistando la loro fiducia. Richiameremo i lavoratori a non rimanere alla finestra a guardare, ma ad interessarsi in prima persona, non dando più deleghe in bianco a nessuno. Bisogna ripartire dalle persone che operano a stretto contatto con la Segreteria, così potremmo ottenere ottimi risultati". E ancora, "la presenza dell’Ugl in settori strategici autoferrotranvieri sono un trampolino per le sfide che ci attendono. Solo attraverso le esperienze passate, e consolidate, è possibile costruire il futuro. In maniera onesta e piena libertà. Contrastare l'attacco al salario e alla salvaguardia dei posti di lavoro da parte dei poteri forti", ha concluso il neo-segretario, "è e sarà il nostro volano". La relazione tocca anche la delicata situazione che stanno vivendo i lavoratori di alcune aziende che da diverso tempo non percepiscono più il salario con cadenza mensile, come previsto dal Ccnl e accordi di secondo livello, l'innegabilità che da diversi anni il trasporto pubblico locale, compreso quello urbano, versa nel caos più totale, dovuto non solo alla mancata puntualità dei trasferimenti economici da parte della Regione al Co.Tra.B. che ne gestisce i servizi, ma anche al modello di gestione che non ha funzionato perciò non riproponibile. Infine il Segretario auspica che la Regione Basilicata dia una proroga breve al Consorzio (Max 6 mesi), azzeri in tempi brevi le debitorie con quest'ultimo, dato che alcune aziende sono a un passo dal fallimento, attivi un tavolo tecnico con le parti sociali. “Cosi – conclude - davvero potrebbe cambiare il sistema nell'interesse degli utenti, dei lavoratori e delle aziende”. Sulla stessa lunghezza, il segretario regionale Giovanni Tancredi: “per continuare il nostro lavoro è indispensabile aumentare gli sforzi di noi tutti. Ognuno dovrà fare la propria parte, il coinvolgimento e il confronto, rappresentano la linfa vitale del Sindacato. La chiave che ci permette di continuare a combattere, sempre in difesa della Categoria degli Autoferrotranvieri. Che, nonostante la nostra azione, attenta e lungimirante, ha subito un feroce attacco, al punto da creare gravi ingiustizie da parte della politica. Alla stessa maniera, è nostra intenzione pungolare le Istituzioni, sino allo sfinimento, affinché si realizzi quella cabina di regia propedeutica per smuovere e rendere attivo il Co.Tra.B., agognato quanto indispensabile". "In questo nuovo percorso", prosegue Tancredi, "è importante aiutare le nuove generazioni, attraverso l'informazione e la formazione. Un ringraziamento particolare và al segretario uscente , Giuseppe Antonino Giorgi, il quale ha saputo costruire una squadra di giovani quadri sindacali preparati, capaci e padroni della materia con i nostri strumenti che hanno rafforzato tale processo, nella concezione di essere sindacalisti di se stessi. Da subito metteremo in campo iniziative sul settore poiché siamo stufi e stanchi di sentire proclami dalla politica. Il nostro augurio è che – conclude il sindacalista – in questo scorcio di fine legislatura, chi ha governato la Regione per 5 anni guardi con attenzione ed impegno al settore del trasporto pubblico locale in Basilicata per assicurare certezze alle imprese concessionarie, condizioni di salvaguardia e diritti ai lavoratori, servizi con standard di qualità agli utenti, cose che fino ad oggi sono mancate”.