Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Potenza. Mostra tutti i post

martedì 21 maggio 2019

In Basilicata poche domande per il Rdc


POTENZA - In Basilicata al 30 aprile le domande presentate per usufruire del Reddito di cittadinanza sono 12.081, una percentuale pari al 2,11% della popolazione regionale.

A Potenza sono state presentate 7.776 richieste, 4.087 da donne e 3.689 da uomini. A Matera, invece, il totale delle richieste è di 4.305, con 2.289 donne e 2.016 uomini.

“L’Istat - commenta il presidente delle Acli di Potenza Emanuele Abbruzzese – certifica che in Basilicata è in condizioni di povertà relativa circa una famiglia su cinque. Nel Mezzogiorno si stima che sia in situazione di povertà assoluta una persona su dieci. I richiedenti del Rdc sono invece due su cento”.

Una famiglia lucana con due figli minorenni, padre e madre, è considerata assolutamente povera se sostiene una spesa mensile per consumi essenziali pari o inferiore a 850 euro. La soglia di povertà relativa per una famiglia di due componenti è invece pari a 1.061 euro mensili.

“E’ evidente – prosegue Abbruzzese – che il Rdc non ha raggiunto tutti i possibili destinatari potenziali. Ci sono intere fasce di popolazione così marginalizzate da non avere nemmeno accesso alle informazioni su provvedimenti che potrebbero agevolarli”.

La stragrande maggioranza delle domande, 10.074, è stata presentata attraverso il Caf ed il Patronato, grazie alla collaborazione e consulenza di operatori specializzati. Il Caf Acli si è trovato in molti casi a dover offrire un supporto sostanziale anche in termini informativi oltre che di invio della domanda.

“Abbiamo deciso – spiega il presidente delle Acli - di fare uno sforzo straordinario predisponendo un piano per raggiungere prima dell’estate le persone più povere, quelle che non vengono negli uffici, e fornire loro informazioni ed assistenza per predisporre la richiesta per il Rdc”.

“Ma gli strumenti di sostegno al reddito potranno funzionare davvero – conclude ancora Abbruzzese – se accanto alla pura erogazione si metterà in atto una reale presa in carico del bisognoso da parte di una rete di servizi pubblici e del privato sociale. Da tempo chiediamo l’attivazione di un tavolo sulla povertà che possa costituire un luogo di confronto e programmazione delle iniziative a sostegno dei cittadini in difficoltà. Speriamo che, finita questa lunga campagna elettorale, il tema venga finalmente messo all’ordine del giorno”.

Serie C: il Potenza pareggia 1-1 in casa col Catania nei play off


di FRANCESCO LOIACONO - Nell’andata del terzo turno dei play off di serie C per la promozione in B il Potenza ha pareggiato 1-1 in casa contro il Catania. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro dell’uruguaiano Lescano è stato respinto con le mani dal portiere Pisseri. I siciliani sono andati in gol con Di Piazza di testa. Il Potenza arrembante. Un colpo di testa di Lescano ha visto l’opposizione in corner con i pugni di Pisseri. Sepe in area di rigore ma il difensore del Catania Silvestri ha salvato con un piede.

Nel secondo tempo il Potenza ha aumentato i ritmi di gioco. Un tiro del brasiliano Emerson ha trovato pronto Pisseri a bloccare il pallone. Un destro di Genchi ha sfiorato la traversa. Un sinistro di Bacio Terracino è stato neutralizzato dal numero uno dei siciliani. Il Potenza ha pareggiato con l’altro brasiliano Franca, tiro di destro. Il Catania velocissimo. Un sinistro di Curiale è stato intercettato con una mano dal portiere Ioime. Nel ritorno il Potenza deve vincere a Catania per qualificarsi per il quarto turno dei play off.

lunedì 20 maggio 2019

A Ripacandida ferito un giovane mentre accendeva il camino


POTENZA - Un ventenne, a Ripacandida (Potenza), per cause ancora da definire, ha subito ferite molto gravi mentre cercava di accendere il fuoco nel caminetto di casa sua. L'uomo, subito soccorso dagli operatori del 118, è stato trasportato poi in eliambulanza all'ospedale San Carlo di Potenza.

sabato 18 maggio 2019

De Cillis (M5S): "Decreto Emergenze, risposte concrete per il rilancio dei settori agricoli e ittici"

POTENZA - Con la conversione del decreto legge n 27 concernente il Rilancio dei settori agricoli e ittici in crisi e il sostegno alle imprese agroalimentari del 2019 al Senato il 15maggio 2019, si iniziano a dare risposte concrete ad un comparto, quello primario, fortemente in crisi.

All’interno dei 14 articoli, cui la commissione agricoltura della Camera ed in particolare il gruppo parlamentare M5S ha fortemente inciso attraverso l’impostazione di una risoluzione riguardante il comparto lattiero caseario e con l’istituzione dell’indagine conoscitiva sulla tematica della Xylella, vengono sviluppate misure mirate ai settori lattiero caseari (artt.1-5) olivicolo-oleario (artt 6-8) agrumicolo (art 9).

Oltre al carattere di aiuto straordinario che contraddistingue questo decreto, notevole importanza assume il valore strutturale che molti provvedimenti portano con sé.

Il mondo del latte made in Italy (ovino, vaccino e caprino) vengono sostenuti per la prima volta attraverso una tracciabilità totale: mensilmente sul Sian (sistema informativo unificato di servizi del comparto agricolo, agroalimentare e forestale) parallelamente a quanto già previsto per l’olio e il vino, i primi acquirenti saranno tenuti a registrare i quantitativi di latte ovino e caprino dei singoli produttori nazionali e i quantitativi di latte e dei prodotti lattiero caseari semilavorati importati da paesi Ue o extra comunitari. Inoltre le aziende che producono prodotti lattiero caseari saranno tenute a registrare mensilmente sempre nello Sian i quantitativi di ciascun prodotto fabbricato, i quantitativi di ciascun prodotto ceduto e le giacenze di magazzino.

Il controllo e le eventuali sanzioni saranno affidate all’ICQRF (Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari) in collaborazione con le autorità locali.)

Vengono previste misure fondamentali per il contenimento della diffusione del batterio Xylella che oramai è alle porte della provincia di Bari e che potrebbe dilagare nelle regioni limitrofe come la Basilicata, mettendo ulteriormente in ginocchio la produzione di olio lucano.

All’art 10 quater si indirizzano in maniera chiara, forse per la prima volta, i rapporti commerciali nell’ambito della filiera agroalimentare:

I contratti sulla cessione dei prodotti agricoli stipulati in forma scritta dovranno avere una durata non inferiore ai 12 mesi, verranno elaborati i costi medi di produzione da ISMEA mensilmente e la mancanza di almeno una delle condizioni richieste dall’articolo 168 paragrafo 4 del regolamento UE n 1308/2013 , nel caso sia fissato dall’acquirente un prezzo significativamente inferiore ai costi medi elaborati da ISMEA costituirà in ogni caso una pratica commerciale sleale. Tale pratica comporta una sanzione amministrativa pecuniaria dell’impresa acquirente fino al 10% del fatturato realizzato nell’ultimo esercizio, il tutto sarà vigilato dall’autorità garante dalla concorrenza.

Un provvedimento fondamentale per un comparto che vede nella difficoltà da parte dei produttori primari nel valore reale delle proprie produzioni il tallone d’Achille più importante.

Altre sfide però si intravedono all’orizzonte e rappresentano nodi importanti da sciogliere per l’intero comparto:

l’aggregazione reale tra i produttori, unico strumento in grado di fare massa critica sia nella contrattazione di tutti gli input necessari per fare impresa, sia per proporsi con maggiore forza rispetto alla grande distribuzione;

la programmazione delle produzioni in modo da evitare riversamenti di grandi quantitativi di prodotti sul mercato quando quest’ultimo risulta già saturo e che quindi per la legge dell’equilibrio tra domanda e offerta, impone prezzi poco vantaggiosi;

un miglior uso della Pac per la gestione dei rischi in agricoltura che negli anni a venire rappresenteranno il vero punto di svolta, tra la sopravvivenza di un territorio o il collasso economico dello stesso.

Metalmeccanici: lunedì 20 maggio a Potenza attivo unitario di Fim Fiom Uilm


POTENZA - Anche in Basilicata i sindacati metalmeccanici Fim Fiom Uilm si preparano allo sciopero generale del 14 giugno e alle tre manifestazioni che si terranno nello stesso giorno a Milano, Firenze e Napoli. Lunedì prossimo, 20 maggio, a partire dalle 8:30, al GoDesk, in Via della Tecnica 18, a Potenza, si terrà l’attivo regionale dei delegati delle tre sigle sindacali per un'esame della piattaforma di rivendicazioni e mettere a punto la macchina organizzativa in vista della manifestazione interregionale di Napoli.

Fim Fiom Uilm chiedono "un cambio di rotta sia da parte del governo che da parte delle imprese" su industria, salari, diritti, innovazione, equità fiscale, giustizia sociale, salute e sicurezza. Per le segreterie regionali di Fim, Fiom e Uilm "è necessaria la massima partecipazione perché questo sciopero sarà sicuramente un momento fondamentale per poter affermare la centralità del lavoro e di una vera politica industriale, necessaria per affrontare in maniera strutturale la vera piaga del nostro paese, ovvero la mancanza di lavoro".

venerdì 17 maggio 2019

Fials: ASP di Potenza, "Concreto investimento per la sicurezza degli operatori del 118"


POTENZA - La FIALS saluta con soddisfazione la svolta impressa dal nuovo direttore generale dell'Asp di Potenza sull'annosa questione della sicurezza per gli operatori del 118. Il segretario provinciale Giuseppe Costanzo e la Segretaria Regionale Luciana Bellitti ricordano che "sin dal 2016 la Fials ha ripetutamente sollecitato la Direzione Generale che, in quel periodo, era assente e insensibile al tema. Abbiamo allora posto con forza la questione e contestato la mancata programmazione di un adeguato piano di formazione inerente ai rischi insiti nelle attività svolte dai dipendenti ex ASP. Le violazioni riguardavano, soprattutto, gli obblighi in materia di sicurezza e salute sul lavoro. La formazione dei lavoratori, prevista dall’art.37 del D.lgs. 81/2008, è infatti divenuta obbligatoria dal 26 gennaio 2012 in virtù dell’Accordo Stato/Regioni”. Per queste inadempienze la FIALS fece un doveroso esposto all’Ispettorato del Lavoro di Potenza che sanzionò l’allora Dirigenza, ma l'intervento dell'autorità di vigilanza non sortì nessun effetto pratico.

Nel recente incontro la Fials ha riproposto tutte le criticità che segnano il servizio del 118 e il benessere dei lavoratori, chiedendo al nuovo direttore generale di dare centralità alla formazione. "Il dottor Lorenzo Bochicchio - ha commentato Costanzo - ha messo in atto un serrato e articolato programma rispondendo puntualmente alle diverse istanze della Fials, per anni inevase dalle Direzioni Generali che si sono succedute a via Torraca: dalla carenza di dispositivi per la movimentazione dei pazienti alle divise e calzature idonee, che saranno consegnate a breve, al potenziamento del personale per l’espletamento delle delle visite mediche periodiche per i lavoratori. C'è anche un piano di adeguamento delle varie postazioni che versano in condizioni pessime, con la dotazione di PC e altri strumenti per garantire la sicurezza e l'efficacia del servizio 118.

"Un plauso - conclude Costanzo - va rivolto all'attuale Direttore Generale, attento al dialogo e al confronto. Restano ancora diverse problematiche da affrontare che la Fials continuerà a segnalare. Perseguiremo sempre la nostra azione incisiva e determinante a tutela dei lavoratori e e del diritto della Salute per i cittadini".

Progetto 'I Cammini - Nella cattedrale di Acerenza', concerto sinfonico-corale

POTENZA - Domani 18 maggio, alle ore 20:00, si terrà il concerto sinfonico-corale nella Cattedrale di Acerenza dove si esibiranno il Coro dei Cantori Materani, il Coro della Polifonica Materana "Pierluigi da Palestrina", il Coro Civico LaterChorus, con la Fondazione Orchestra Lucana.

Serie C, play off: il Potenza vince 3-1 in casa con la Virtus Francavilla Fontana e si qualifica per il terzo turno


di FRANCESCO LOIACONO - Nel secondo turno dei play off di serie C per la promozione in B il Potenza ha vinto 3-1 in casa con la Virtus Francavilla Fontana e si è qualificato per il terzo turno. Nel primo tempo i pugliesi in contropiede. Un cross di Partipilo è stato intercettato in corner dal difensore Sales. Un colpo di testa di Sarao ha trovato pronto ad opporsi con i pugni il portiere Ioime. Il Potenza è andato in gol. Il terzino destro Tiritiello ha per sbaglio mandato il pallone nella propria rete nel cercare di salvare su Genchi. La Virtus Francavilla Fontana incisiva. Una girata di destro di Partipilo non ha inquadrato la porta.

Nel secondo tempo i pugliesi arrembanti. Una conclusione di Partipilo è stata neutralizzata da Ioime. Un sinistro di Mastropietro ha trovato il numero uno dei lucani sicuro nel bloccare il pallone. Il Potenza velocissimo. Una conclusione dell’argentino Guaita è stata ribattuta in angolo dal terzino sinistro Sirri. Piccinni di testa ha raddoppiato. I lucani hanno segnato il terzo gol con l’uruguaiano Lescano su rigore dato per un fallo di Caporale su Guaita. I pugliesi hanno realizzato una rete con Puntoriere di destro. Nel terzo turno il Potenza giocherà in due partite col Catania. L’andata si disputerà a Potenza, il ritorno in Sicilia.

martedì 14 maggio 2019

Serie C, play off: il Potenza pareggia 0-0 in casa col Rende e si qualifica per il secondo turno


di FRANCESCO LOIACONO - Nel primo turno dei play off di serie C per la promozione in B il Potenza ha pareggiato 0-0 in casa col Rende e si è qualificato per il secondo turno. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Ricci è stato anticipato all’ultimo momento in area di rigore dal difensore Sabato. Un tiro di Longo è finito alto. I calabresi in contropiede. Un destro di Franco è terminato fuori. Il Potenza arrembante. Una punizione del brasiliano Emerson è stata intercettata in corner dal difensore Germinio. Una conclusione di Genchi ha sfiorato il palo.

Nel secondo tempo i lucani velocissimi. Un tiro di Genchi è finito a lato. Il Rende propositivo. Un colpo di testa di Rossini non ha inquadrato la porta. Il Potenza in azione di rimessa. Un colpo di testa di Lescano è stato intercettato con i pugni dal portiere Bersellini. Un destro di Piccinni è terminato in curva. Un sinistro di Lescano è uscito di pochissimo. Nel secondo turno il Potenza giocherà ancora in casa con la Virtus Francavilla Fontana.

lunedì 13 maggio 2019

Perrino (M5S Basilicata) sulle grandinate del metapontino


POTENZA - Destano forte preoccupazione le immagini della copiosa grandinata che ha colpito numerose zone del metapontino. Non è possibile fare ancora una stima complessiva, ma i danni alle coltivazioni presenti nell’area appaiono evidenti: le testimonianze dirette di alcuni imprenditori agricoli parlano di coltivazioni compromesse nella loro totalità. Dal canto nostro, vigileremo affinché il governo regionale dia seguito a quanto annunciato in queste ore dal neo assessore all’agricoltura, Francesco Fanelli, (n.d.r. - il quale ha disposto l’attivazione degli uffici e dei tecnici del Dipartimento agricoltura, per valutare se ci sono le condizioni per lo stato di calamità naturale). Così in una nota Gianni Perrino, portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale.

Chiusa la tappa in Basilicata dei giochi interregionali 'Play the Games'

POTENZA - Si sono conclusi domenica 12 maggio i giochi “Play the Games”, riservati a persone con disabilità intellettive e organizzati in Basilicata da Special Team di Venosa, Centri di Riabilitazione dei Padri Trinitari di Venosa e Bernalda, Accademia Equestre Family Horses di Ginosa Marina e Special Olympics Italia Team Basilicata. Tre giorni di gare all’insegna dell’inclusione e del divertimento, che hanno visto impegnati nelle discipline di atletica, bocce ed equitazione circa 200 atleti Special Olympics appartenenti alle 19 delegazioni accreditate da 8 regioni diverse (Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia): Agorà di Arezzo, Albatros di Capurso (BA), All Stars di Arezzo, Andromeda di Reggio Calabria, Anffas Cisterna di Latina, Club Athena di Melfi (PZ), Fuori Centro di Paliano (FR), Gocce di Corato (BA), Green Project di Biccari (FG), Il Cerchio di Spoleto (PG), Il Gabbiano Aias di Melfi (PZ), L’Aquilone di Reggio Calabria, L’Orizzonte di Gela (CL), La Coccinella di Bernalda (MT), Lucky Friends di Lamezia Teme (CZ), Osmairm di Laterza (TA), San Giovanni De Matha di Venosa (PZ), Scavalcando di Pianella (PE), Sportinsieme Fara Sabina di Passo Corese (RI).

Teatro delle gare sono stati l’impianto sportivo del Campo Scuola “Raffaele Duni” di Matera e il campo sportivo “Michele Lorusso” di Bernalda per l’atletica, l’Alessidamo Club di Metaponto per le bocce, il maneggio del centro Family Horses di Ginosa Marina per l’equitazione. Alla cerimonia di apertura, svoltasi nella serata di venerdì 10 maggio presso l’anfiteatro dell’Alessidamo Club, ha preso parte il vicepresidente di Special Olympics Italia Federico Vicentini. Dopo la presentazione delle squadre e l’arrivo delle bandiere di Italia, Unione Europea e Special Olympics Italia, la corsa con la fiaccola del tedoforo ha portato all’accensione di rito del tripode olimpico. L’inaugurazione si è chiusa con il giuramento dell’atleta Special Olympics: «Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze».

Grande l’entusiasmo di tutti i partecipanti, che hanno trasformato i campi di gara in luoghi di festa e condivisione, dove la diversità viene premiata come un valore e l’inclusione si fa colonna portante di una società sana. Immancabile il tifo sfrenato di tecnici e familiari, che dagli spalti hanno incoraggiato e incitato i propri atleti, ma anche gli avversari, che tali non sono mai quando si tratta di Special Olympics. Momento culmine di tutte le gare, come sempre, è stato quello della consegna delle medaglie, che rappresenta per i partecipanti una gratificazione per gli sforzi compiuti e per l’impegno dimostrato.

La formula dei “Play the Games” prevede un lungo calendario di eventi regionali e interregionali programmati in vari fine settimana, con tappe su tutto il territorio nazionale. Un’unica grande festa che attraversa l’Italia, diventando un prezioso strumento per sensibilizzare i territori, diffondere la conoscenza sulla disabilità intellettiva ed educare i più giovani alla comprensione e alla valorizzazione della diversità in ogni sua più ampia espressione.

Potenza: esami con il 'trucco', ai domiciliari il titolare di una scuola guida


POTENZA - Utilizzava delle telecamere in miniatura e degli auricolari bluetooth celati in una speciale polo "preparata ad arte" per poter suggerire agli esaminandi quelle che erano le risposte che avrebbero permesso di superare con successo i quiz per l'esame della patente di guida. Per questo motivo, il titolare di una scuola guida del Potentino è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari dagli uomini della Polizia stradale, che, tra le province di Potenza, Matera e Cosenza, hanno denunciato altre sette persone.

domenica 12 maggio 2019

Lucana Film Commission: è morto Luigi Di Gianni


POTENZA - La Lucana Film Commission annuncia con dolore e commozione la scomparsa del presidente della Fondazione Luigi Di Gianni, morto ieri all’età di 93 anni.

E’ stato fino all’ultimo istante, non curandosi dei malanni, legato a un ruolo che nella sua operosa vita lo ha visto attento padre nobile della nuova cinematografia lucana. E’ di ieri il suo ultimo atto, quando ha convocato il prossimo Consiglio d’amministrazione della Fondazione e come sempre chiedeva lumi e documenti per preparare con zelo i lavori che doveva presiedere mercoledì prossimo.

Pochi giorni fa si era chiusa a Roma al Museo delle Civiltà – Museo delle arti e tradizioni popolari di Roma la mostra “Luigi Di Gianni. Sopralluoghi di Memoria”, organizzata dall’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia in collaborazione con il Museo delle Civiltà. Uno dei tanti omaggi che in tutto il mondo gli sono stati tributati in mostre e retrospettive di altissimo valore.

Luigi Di Gianni è stato un maestro riconosciuto del documentarismo internazionale che ha profondamente legato la sua estetica ad un cinema antropologico che non ha mai smesso di scavare sul senso più profondo dell’anima e della psiche umana. Un’altra sua costante ricerca è stata quella del Sud esplorato in molteplici versanti con macchine fotografiche e cineprese.

Laureato in Filosofia. Allievo di Blasetti al Centro Sperimentale di Cinematografia, aveva anche assistito alle lezioni di Charlie Chaplin di passaggio a Roma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Diventerà in seguito docente della prestigiosa scuola nazionale per vent’anni lasciando un segno profondo tra i suoi allievi non solo nella disciplina del documentario e della regia, ma soprattutto nei rapporti umani con i nuovi autori che hanno sempre avuto con lui un intenso dialogo ricco di scambi e consigli.

Napoletano di nascita e formazione ma autore lucano a tutto tondo per discendenza paterna. Le sue origini di Pescopagano e un viaggio adolescenziale verso le sue radici rinfocoleranno un legame profondo con la Basilicata. Non è un caso che la sua opera d’esordio nel 1958 “Magia lucana” riceve la consulenza scientifica di Ernesto De Martino consegnando ad un caposaldo del documentarismo italiano il giusto viatico per l’affermazione alla Mostra internazionale di Venezia come miglior documentario di quell’edizione.

E’ l’inizio di una carriera ricca di storia e di affermazione che mai distoglieranno Di Gianni da derive commerciali e di facile mercati rimanendo in una trincea d’autore che gli è valsa riconoscenza dappertutto. Il ciclo lucano della preziosa opera di Di Gianni è stato centro di attenzione di studi e riflessioni in tutto il mondo. In anni recenti anche il Festival Internazionale di Berlino ha costruito una retrospettiva a lui dedicata analizzando il profondo rigore culturale e tecnico della sua opera.

Autore di diversi programmi Rai, tra i tanti indimenticabile il suo sceneggiato del 1978 tratto dal Processo di Kafka dove dirige un cast strepitoso ( Paolo Graziosi, Roberto Herlitzka, Mario Scaccia, Piera Degli Esposti, Milena Vukotic, Leopoldo Trieste) conquistando i favori della critica. Nella lunga filmografia va ricordato anche “Il Tempo dell’inizio” unico suo film di finzione “girato nella Basilicata di Craco, Pisticci e Matera, tra fobie kafkiane e distopie Orwelliane, tra teatro classico e off, tra Lacan e Artaud, tra tragedia e grottesco”.

Vincitore di innumerevoli premi, nel febbraio del 2006 l’Università di Tubinga, in Germania, gli conferisce la laurea honoris causa in Filosofia per meriti nel campo del cinema di ispirazione antropologica. Ha insegnato in diverse università compresa quella della Basilicata conquistando ovunque la passione degli studenti.

Pur essendo autore di fama internazionale non ha mai interrotto i suoi rapporti con la Basilicata. Aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dai comuni di Albano di Lucania, San Fele, Pescopagano. Era stato soprattutto ben felice di essere stato nominato presidente della Lucana Film Commission su designazione del presidente Marcello Pittella che aveva subito accolto la segnalazione di Alberto Versace presidente di “Sensi contemporanei”.


Sono stati anni intensi dove la sua direzione paterna e rigorosa ha sempre mantenuto l’attenzione vigile ai contenuti profondi del cinema inteso come strumento pedagogico dell’esistenza e alla formazione in ogni direzione. Amico personale di Albino Pierro, Mario Trufelli, Rocco Brancati ha continuato a lavorare in Basilicata producendo documentari che di recente erano stati restaurati con la preziosa opera della Cineteca Lucana e della Cineteca di Bologna che ha prodotto un Dvd molto apprezzato dai cultori di materia.




Aveva conservato lo spirito giovanile partecipando con fervore alle iniziative cinematografiche che lo coinvolgevano. Il suo sogno era quello di poter vivere nei luoghi delle sue storiche esplorazioni cinematografiche (San Cataldo a Bella, il Pollino, Albano, Potenza) per interloquire con le diverse generazioni lucane consegnando loro sempre magistero semplice e assistenza gratuita ai giovani registi che continuavano a rivolgersi a lui.




Ora resta la sua grande lezione umana, etica e artistica. A noi il compito di curarne Memoria e conoscenza.




I consiglieri di amministrazione, il direttore, le dipendenti e i consulenti della Lucana Film Commission si stringono al lutto della famiglia e del cinema italiano che perde uno dei suoi più importanti registi.

sabato 11 maggio 2019

Potenza: presentata la giunta regionale Bardi


POTENZA - Nella giornata di ieri, il neo governatore della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha presentato nella città di Potenza la sua giunta di centrodestra, composta dagli assessori Francesco Fanelli e Donatella Merra della Lega, Rocco Leone e Franco Cupparo di Forza Italia e Gianni Rosa di Fratelli d'Italia. I primi quattro sono stati eletti consiglieri regionali lo scorso 24 marzo, mentre Rosa è stato in passato consigliere regionale.

Fratelli d'Italia presenta i candidati alle amministrative di Potenza

POTENZA - Saranno presentati oggi, 11 Maggio, alle ore 17,30, presso la Sala Minerva del Grande Albergo a Potenza, i 32 candidati alle prossime amministrative del Capoluogo di Regione della Lista ‘Fratelli d’Italia’.

Anche in questa competizione elettorale il centrodestra è compatto e Fratelli d’Italia partecipa con una lista competitiva, frutto delle tante anime che compongono il nostro partito, a supporto del candidato Sindaco Mario Guarente.

Saranno presenti i candidati alla carica di Consigliere comunale, il Segretario cittadino Pierpaolo Gruosso, Clemente Delli Colli del coordinamento regionale FdI, il Questore della Camera dei Deputati on.le Edmondo Cirielli, il Senatore Salvatore Caiata, l’Assessore regionale Gianni Rosa e Mario Guarente candidato di Sindaco.

venerdì 10 maggio 2019

Potenza, arrestato un 57enne per violenza sessuale sulla figlia minorenne


POTENZA - La Polizia ha tratto in arresto, a Potenza, un 57enne accusato di aver commesso violenza sessuale sulla sua figlia minorenne. Le indagini sono partite lo scorso marzo quando la ragazza ha trovato la forza di denunciare l'accaduto ai militari, che si sono subito attivati.

Oggi Raffaele Fitto a Potenza e a Matera


POTENZA - Nella giornata di oggi, 10 maggio, alle ore 10:00, al Grande Albero a Potenza, l’eurodeputato Raffaele Fitto, candidato nella lista di Fratelli d'Italia, incontra i giornalisti. Nel pomeriggio alle ore 18:00, invece, partecipa ad una iniziativa a Matera, al cinema “Il Piccolo”.

giovedì 9 maggio 2019

Potenza, in arresto uno stalker


POTENZA - La Polizia, a Potenza, ha tratto in arresto un 30 enne, accusato di atti persecutori verso la sua ex fidanzata. La coinquilina della ragazza ha chiamato i militari, dopo aver visto l'uomo fare irruzione nella casa nel centro storico, dove le due donne vivono. Gli agenti sono dunque intervenuti arrestando lo stalker.

mercoledì 8 maggio 2019

Scoperto con hasish in casa ai domiciliari: arrestato un 30enne


VENOSA (PZ) - Un 30 anni, di Venosa (Potenza), che si trovava agli arresti domiciliari, è stato condotto in carcere a Potenza. A casa dell'uomo i Carabinieri hanno trovato un quantitativo pari a 170 grammi di hashish. I capi di accusa per l'uomo sono detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tentata evasione, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

martedì 7 maggio 2019

Iniziato con successo 'Il Maggio dei libri' a Filiano


FILIANO (PZ) - Ha preso il via a Filiano “Il Maggio dei Libri 2019”, campagna nazionale di promozione della lettura promossa dal Centro per il libro e la lettura, con l’iniziativa “Caro Sindaco, mi leggi una storia?”, un incontro di crescita culturale che ha visto il sindaco Francesco Santoro impegnato nel ruolo di lettore.

L’incontro si è svolto sabato scorso presso la Biblioteca comunale dove una trentina di bambini dai cinque ai dieci anni hanno accolto il sindaco con grande curiosità e entusiasmo.

Santoro ha letto ai bambini, seduti di fronte e attorno a lui, la storia “Il bambino ritrovato”: un racconto che ha calamitato la loro attenzione insegnandogli che la vita è un susseguirsi di cose a volte belle a volte tristi.

Al termine, il sindaco ha invitato i bambini, una volta tornati a casa, a raccontare la nuova esperienza in famiglia e ha aggiunto: “Leggere è importante. Chiedete ai vostri genitori di spegnere la televisione e di leggervi un storia”.

L’iniziativa “Caro Sindaco, mi leggi una storia?” rientra nella rassegna “Favole a merenda” che vuole abituare i bambini all’ascolto e all’amore per le storie e promuovere e sviluppare la passione per la lettura.

La rassegna è promossa dalla Pro Loco di Filiano e dalla locale biblioteca con il patrocinio del Comune di Filiano, ed è curata dall’operatore di biblioteca Vito Sabia che dichiara: «L’esperienza è stata decisamente positiva per i bambini che, attratti forse anche da una voce “nuova” rispetto a quelle dell’ambiente scolastico, hanno dimostrato grande attenzione. Infatti i bambini devono approcciarsi alla lettura per piacere e non per dovere.».

All’iniziativa hanno collaborato gli operatori volontari di Servizio Civile Pro Loco e un gruppo di preparate animatrici.