Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Attualità. Mostra tutti i post

giovedì 24 maggio 2018

Focus matrimoni Potenza: quanto si spende per dire si? A Potenza quasi 15.200 euro


Milano, 24 maggio 2018 – Il 19 maggio il Principe Harry e l’attrice americana Meghan Markle si sono giurati eterno amore, ma anche tra i confini nazionali altre coppie celebri si apprestano a convolare a giuste nozze.

Matrimoni “famosi” che fanno sognare migliaia di innamorati, e, perché no, fanno venire a tanti la voglia del “fatidico sì”.

A confermarlo è l’Osservatorio Compass: dopo la crescita delle unioni registrata dall’Istat nel 2016 (+4,6% sul 2015), ben il 3% degli intervistati ha già programmato nel 2018 le proprie nozze. La differenza con i colleghi più famosi? Il budget, sicuramente ben lontano dalle cifre milionarie previste per organizzare i loro matrimoni: secondo i dati di ProntoPro, la spesa media sostenuta dalle coppie di Potenza nel 2018 è di 15.170 euro per 100 invitati, un dato leggermente superiore alla media nazionale di € 14.880.


Tra i singoli costi, quello che incide maggiormente è il catering (€ 8.000), seguito dall’abito da sposa (€ 3.700), dal fotografo (€ 1.600), dal fioraio (€ 700), dalla band (€ 550) o dj (€ 300) e dalla Torta nuziale (€ 320).

A questi bisogna aggiungere ulteriori costi non inclusi nell’analisi, come le fedi, la location, le bomboniere e il viaggio di nozze, che hanno comunque un peso non indifferente sul budget familiare. Una cifra elevata tanto che diventa fondamentale il ruolo del credito al consumo: senza la possibilità di dilazionare i pagamenti molti dovrebbero rimandare o rinunciare al giorno più atteso della propria vita. Al contrario, per chi non bada a spese e può permettersi un wedding planner, dovrà prevedere ulteriori € 1.150.

L’indagine di Compass ha evidenziato anche altri aspetti. Interrogati sulla preferenza tra matrimonio o convivenza, per gli italiani il primo rappresenta ancora un momento importante nella realizzazione della vita di coppia (per il 46%), mentre per il 38% la convivenza è un passaggio fondamentale prima del grande passo, e a pensarlo sono soprattutto i single. Una cosa è certa, che sia convivenza o matrimonio, solo l’8% preferisce la solitudine, un dato che sale al 26% tra i separati e divorziati.

Ma a livello generale, gli italiani come vedono il matrimonio? Senz’altro mai fuori moda (per il 54%), piuttosto stimolante (63%), rassicurante (61%) e non come un legame troppo impegnativo (65%). Ma restano ancora delle zone d’ombra, come i costi per l’organizzazione del “grande giorno” così come il fatto che solo quattro su dieci vedono questo momento come il coronamento del “sogno di una vita”.

Il 24 e 25 maggio a Matera convegno internazionale di studi su Don Milani


MATERA - Nei giorni 24 e 25 maggio 2018 si terrà a Matera, presso la Sala convegni della Casa di Spiritualità Sant’Anna, il Convegno internazionale di studi "Don Milani e noi. L'eredità e le sfide d’oggi", organizzato dall’Università della Basilicata, dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose Interdiocesano “Mons. Anselmo Pecci” di Matera e dall’Associazione Pedagogica Italiana (As.Pe.I.).

Il convegno si avvale del patrocinio e del sostegno delle più alte istituzioni nazionali e internazionali, oltre che di quelle locali.

Il convegno si propone di offrire una rassegna aggiornata degli studi e delle riflessioni sull’eredità del pensiero e dell’opera del Priore di Barbiana, presentati dai massimi specialisti a un cinquantennio dalla sua morte. Due intense giornate di approfondimento e di dibattito attraverso incursioni nei diversi settori disciplinari e di attività nei quali più significativa è risultata l’influenza delle intuizioni e delle istanze di rinnovamento sviluppate da don Milani su temi cruciali di natura politico-culturale, pedagogica e religiosa attraverso gli scritti e l’esperienza pastorale ed educativa.

Nel corso del convegno, oltre alle relazioni svolte dagli specialisti provenienti da diverse Università italiane, nonché ad altre in videoconferenza, saranno presentate le testimonianze di allievi della Scuola di Barbiana ed altresì proiettati documenti filmati inediti sulla vita e l’attività di don Lorenzo e dei suoi ragazzi.

Il Comitato Scientifico del convegno, coordinato dal Prof. Emilio Lastrucci, dell'Università della Basilicata, è composto dai massimi studiosi del pensiero e dell’opera di don Lorenzo Milani nel quadro nazionale ed internazionale.

Per ulteriori informazioni contattare il Prof. Emilio Lastrucci (391-3230794) o il Prof. Rocco Digilio (338-2343242).

La Conferenza stampa di presentazione dell’evento si terrà il giorno lunedì 21 maggio 2018 alle ore 11,30 presso il "Salone degli Stemmi" del Palazzo Arcivescovile di Matera, Piazza Duomo, 7.

Unibas, celebrata ieri la "Giornata della Legalità"

(ANSA)

Come in tutta Italia, ieri, anche a Potenza, nell'aula magna dell'Università della Basilicata, si è celebrata la "Giornata della legalità" in ricordo della strage di Capaci, a 26 anni dal tragico evento, il 23 maggio del 1992, in cui trovarono la morte Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta il palermitano Vito Schifani e i pugliesi Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

mercoledì 23 maggio 2018

Mattarella dà l'incarico a Conte, "Sarà il Governo del cambiamento"

(ANSA)
ROMA - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito al docente universitario pugliese Giuseppe Conte l'incarico di formare il nuovo Governo. Conte ha accettato con riserva.

Il docente universitario è giunto alle 17.27 Quirinale per l'incontro con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il giurista è giunto al Colle a bordo di un taxi.


Il premier incaricato, giurista, nel suo discorso, subito dopo aver ricevuto l'incarico, ha sottolineato di voler agire da "avvocato difenzore del popolo italiano". Ha esordito sottolineando la "necessità di confermare la collocazione europea". Il premier incaricato si è detto consapevole delle sfide che ha di fronte. "Il governo - ha elencato - dovrà cimentarsi da subito con i negoziati in corso sui temi del bilancio europeo, della riforma del diritto d'asilo e del completamento dell'unione bancaria: è mio intendimento impegnare a fondo l'esecutivo su questo terreno costruendo le alleanze opportune e operando affinché la direzione di marcia rifletta l'interesse nazionale".

"Il contratto su cui si fonda questa esperienza - ha detto - rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento degli italiani. Lo porrò a fondamento dell'esperienza di governo nel pieno rispetto delle prerogative del presidente della Repubblica e della Costituzione. Voglio dar vita a un governo dalla parte dei cittadini". "Sono disponibile" a fare il premier - ha evidenziato ancora - "senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilità". 

"Non vedo l'ora di iniziare a lavorare sul serio, grazie a tutti", aggiunge. "Nei prossimi giorni tornerò dal presidente della Repubblica per sciogliere la riserva e in caso di esito positivo per sottoporgli le proposte sui ministri".

"Soddisfazione" trapela dalla Lega per la convocazione di Conte da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Pronti a partire", è il commento.

GRILLO DIFENDE CONTE E BLINDA DI MAIO - All'unisono con la convocazione del docente foggiano al Colle, Beppe Grillo difende a spada tratta il candidato M5s-Lega a Palazzo Chigi ma 'blinda' anche Luigi Di Maio.

"L’idea stessa che noi e la Lega siamo in procinto di generare una nuova forza di governo, in grado di rappresentare stabilmente un faro sempre fisso in Europa per tutti coloro che vi si smarriscono nell’avvilimento, ha scatenato i media in un’ultima offensiva", afferma dal suo blog il Garante M5s. "Sì un’offensiva - insiste Grillo - nel senso che offende la mente di chiunque sia curioso di conoscere meglio questa nuova realtà, senza nasconderla con i rigurgiti dal trapassato remoto di figure patetiche e guascone. Luigi - conclude Grillo - hai tutto il mio appoggio, dobbiamo soltanto resistere a questo ulteriore rilancio di calunnie, è soltanto la paura di chi non si è mai voluto giocare qualcosa in cui credesse veramente nella vita, di gente che crede di essere coperta da un vaccino per le sconfitte; niente di più".

Nominato il nuovo amministratore dell'Acquedotto lucano

(ANSA)

POTENZA - L'Acquedotto lucano ha un nuovo amministratore unico. A succedere a Michele Vita, a fine mandato, è Giandomenico Marchese, eletto all'unanimità dall'assemblea dei soci di Acquedotto lucano (Al), che si è svolta il 16 maggio a Potenza.

Gli azionisti di Acquedotto Lucano hanno anche votato per il collegio sindacale, eleggendo Vincenzo Marranzini come presidente, Carmine Nigro e Arcangelo Colella (supplenti Filomena Pia Conte e Felice D'Amato).

martedì 22 maggio 2018

Hugh Grant pronto a dire sì a 57 anni

(Getty)

di PIERO CHIMENTI - Ormai manca poco acché il noto attore britannico pronunci il fatidico sì a Anna Eberstein, produttrice svedese che gli ha dato tre figli. La notizia delle imminenti nozze pare abbia stupito gli amici dell'attore, che non si sarebbero mai aspettati una svolta del genere da colui che è considerato lo scapolo d'oro del cinema inglese. Secondo il Mirror, l'avviso ufficiale è stato pubblicato nel municipio di Chelsea.

lunedì 21 maggio 2018

Il programma di attività Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani in occasione del 23 Maggio

POTENZA - Commemorare le stragi di mafia, come quella di Capaci o quella dei Georgofili, nell’ambito delle numerose iniziative scolastiche, che hanno luogo in tutto il Paese, è senz’altro lodevole, ma rischia di non raggiungere i risultati attesi, poiché, tali iniziative, vanno sempre inserite in ben più ampi progetti riguardanti la legalità.

La lotta a tutti i comportamenti deviati deve diventare un argomento di grande importanza all’interno delle scuole, qualcosa di imprescindibile nei programmi di studio dei giovani fin dalla tenera età per comprendere quanto sia importante la legalità e il rispetto delle regole. Certamente, la prima arma per combattere la mafia è non dimenticare, continuando a ripudiare l’illegalità in tutte le sue forme, da quelle più gravi a quelle più banali e semplici della vita quotidiana, come guidare senza le cinture o gettare rifiuti per terra. Il rispetto della legalità deve essere appreso con impegno e perseveranza. Dobbiamo renderci conto che parlare di legalità, partendo dal fenomeno mafioso, non è sempre una strategia corretta; ricordiamo infatti che la mafia è un fenomeno complesso che esige la conoscenza della storia di alcuni territori, ma anche di sofisticati meccanismi di corruzione dei sistemi economici e politici.

Il rischio concreto è che in queste giornate della memoria, si consegni agli studenti “un’antimafia retorica e parolaia”, come la definisce il Procuratore Roberto Scarpinato.

Una narrazione tragica e, nello stesso tempo, semplice e pacificata, che si può riassumere nei seguenti termini: Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, furono assassinati perché, con il loro lavoro di integerrimi magistrati, culminato con il maxiprocesso, erano il simbolo di uno Stato che aveva sferrato un colpo mortale a Cosa nostra, mandando in frantumi, il mito della sua invincibilità. I carnefici, i portatori del male di mafia, sono stati identificati e condannati. Hanno i volti noti di coloro che l’immaginario collettivo ha già elevato a icone assolute e totalizzanti della mafia: Totò Riina e Bernardo Provenzano. Una minoranza che rappresenta il male, all’interno di una società costituita da un’assoluta maggioranza di onesti. Il male , dunque è fuori di noi. La realtà invece, è ben diversa, infatti la linea di confine non è mai così netta, e a sporcarsi le mani sono stati i colletti bianchi, politici, magistrati, vertici dei servizi segreti, avvocati, medici, commercialisti. Chi ha vissuto queste tragiche vicende di persona , ne esce spesso spaesato , non potendosi riconoscere in una simile narrazione degli eventi. Ma anche gli studenti ne traggono una memoria superficiale.

Ecco che allora, potrebbe essere più utile spiegare in modo più approfondito, le ragioni storiche della nascita delle organizzazioni criminali, la relazione tra povertà di un territorio , l’assenza delle istituzioni, e la proliferazione delle mafie. Ricordare per esempio, il maxiprocesso come un monumento giuridico, cosa accadeva prima e cosa è accaduto dopo di esso. Si potrebbe riflettere sui cambiamenti delle organizzazioni criminali e sulla loro presenza capillare in tutto il territorio nazionale.

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani ritiene opportuno inserire la ricorrenza del 23 maggio in un programma di attività più ampio che consenta di:

- promuovere e rafforzare la consapevolezza che la legalità è il pilastro della convivenza civile

- mettere in sinergia le istituzioni, le associazioni, le agenzie educative del territorio in un percorso di convergenza verso la scuola.

- proporre ai giovani delle figure di riferimento del passato e del mondo odierno.

- sviluppare nei giovani, il senso di responsabilità e delle conseguenze delle azioni scorrette come il progetto sperimentale “Aziende giuste”.

- conoscere la storia dei fatti drammatici che hanno interessato il nostro paese, e le conseguenze sul territorio, a livello economico, politico e sociale.

Prof.ssa Daniela Provenzano
Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani

sabato 19 maggio 2018

Harry e Meghan sono marito e moglie

(ANSA)

LONDRA - Sono marito e moglie Harry e Meghan. Dopo aver pronunciato la formula matrimoniale, “I Will” (lo voglio), Harry di Inghilterra e Meghan Markle sono ufficialmente marito e moglie. Ad officiare la cerimonia il decano del Decano di Windsor, David Connor.

Gli sposi sono apparsi entrambi molto emozionati. Il Principe Harry ha indossato l’uniforme dei Blue royals, mentre Meghan un abito nuziale semplice ma molto raffinato di Givenchy, con un lunghissimo velo.

Fra i 600 invitati al Royal Wedding, celebrato nella maestosa Cappella di San Giorgio, vi sono l’ex star del calcio David Beckham, molto applaudito, e la moglie, la Spice girl Victoria, che indossava un abito blu marine scuro e cappellino in tinta, e a sorpresa, l’attore hollywoodiano George Clooney e la moglie Amal. 

Altre star presenti erano la tennista americana Serena Williams e Elton John con il marito David Furnish. Il cantante inglese è stato da sempre vicino alla famiglia reale, soprattutto alla compianta madre dello sposo, la Principessa Diana. Presenti anche i Middlenton al completo: Pippa e il marito James Matthews, il fratello James e i genitori Carole e Michael. 


All'incirca 2.600 sudditi di Sua Maestà - 1.200 giovani, 200 membri di associazioni benefiche, 100 studenti di scuole locali, 610 impiegati del castello e 530 dipendenti della casa reale - avranno il privilegio di seguire le nozze dai giardini del castello.

Matera, al Parco del Castello Tramontano la 'Festa Dello Studente 2018'

MATERA - Dopo l'enorme successo dell'edizione scorsa oltre 5000 presenze, ritorna non un semplice EVENTO ma una vera ESPERIENZA che andrà oltre l’immaginazione degli studenti e non più studenti che ne prenderanno parte, la FESTA dello STUDENTE che quest’anno si terrà, nuovamente, nell'area concerti di Parco del Castello Tramontano allestito in modo unico assicura divertimento a 360° per una giornata INTERA, piena di emozioni, di musica, di colori per tutte le fasce di età, per tutti i gusti ma soprattutto per TUTTI gli STUDENTI. L'evento promosso dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Matera sotto la direzione del presidente in carica Francesco Contini, di tutti i rappresentanti della Consulta 2017/2018 e con la collaborazione artistica del promoter Giuseppe Sole con oltre 200 elementi di uno staff formato da rappresentanti di istituto, professionisti dello spettacolo e non, è pronto a far battere il cuore, ballare, cantare e sognare i giovani e meno giovani di Matera e Provincia. L'evento sarà poliedrico dal punto di vista artistico ma soprattutto GRATUITO per tutti, ci sarà a disposizione una rete logistica mai vista prima da tutta la provincia di Matera e alcuni “events inside the events” per la prima volta in Basilicata!

INFOLINE UFFICIALE Francesco Contini 3285318515

È severamente vietato introdurre all'interno della Festa 🚫Oggetti contundenti e/o potenzialmente lesivi per la persona 🚫Bottiglie o bottigliette di vetro con liquidi e qualsivoglia tipo di drink (All’interno del parco vi sarà la presenza di un Bar) I partecipanti - giunti all’ingresso - saranno sottoposti ad un controllo individuale di borse, zaini, etc. Ai trasgressori, il personale addetto ritirerà, tutti i prodotti/oggetti di cui sopra.

martedì 15 maggio 2018

Filiano: AperiLibro in occasione de “Il Maggio dei Libri”


Continuano gli incontri di promozione della lettura inseriti nella rassegna “Il Maggio dei Libri”, la campagna di valorizzazione della lettura come elemento di crescita personale e collettiva alla quale ha aderito anche il Comune di Filiano.

Nell’ambito dell’edizione di quest’anno, la Biblioteca comunale propone un nuovo appuntamento di “AperiLibro”.

L’iniziativa consiste nella lettura ad alta voce di frammenti di libri, sorseggiando un aperitivo: ognuno può parlare del libro a cui si è particolarmente appassionato oppure limitarsi ad ascoltare.

L’iniziativa è opera della Pro Loco di Filiano, in collaborazione con la Biblioteca comunale e l’Associazione culturale “La Furmicula”.

L’appuntamento è per venerdì 18 maggio 2018, alle ore 18:00, presso la Villa Belvedere nella frazione Dragonetti di Filiano.

lunedì 14 maggio 2018

Governo, accordo M5s-Lega non si chiude. Di Maio, "Nomi non ne facciamo"

ROMA - Non si chiude l'accordo fra M5s e Lega per il nuovo governo. Il leader M5S Di Maio ha chiesto al presidente della Repubblica Mattarella altro tempo per proseguire la trattativa con Salvini. I 'tempi supplementari' chiesti dal capo politico dei 5 stelle al Quirinale serviranno sì alla definizione del contratto di governo con la Lega ma anche, ha confermato lo stesso Di Maio a consultare gli iscritti al Movimento: saranno loro “a decidere con un voto online se fare partire il governo con questo contratto oppure no”.

"Sia io che Salvini siamo d'accordo sul fatto che nomi pubblicamente non ne facciamo" ha dichiarato Di Maio al termine del colloquio con il presidente della Repubblica.

Ai colloqui al Quirinale ha partecipato la delegazione M5S, composta dal capo politico Luigi Di Maio e i capigruppo Giulia Grillo e Danilo Toninelli.

domenica 13 maggio 2018

L'associazione "Matera 2019" dà il via ad una petizione

(CREDITS: www.ansa.it)

MATERA - L'associazione "Matera 2019" ha dato il via ad una petizione al fine di sbloccare l'adozione di un "regolamento" di settore. Nella giornata di ieri, in piazza Vittorio Veneto si è tenuta una conferenza stampa dei promotori. L'obiettivo della petizione è quello di realizzare una collaborazione tra la cittadinanza e l'amministrazione comunale per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani.

Al via, il 29 Maggio, a Potenza, l'edizione 2018 della "Storica Parata dei Turchi"

POTENZA - Al via, il 29 Maggio, a Potenza, l'edizione 2018 della "Storica Parata dei Turchi", inserita, come ogni anno, nel programma per onorare il patrono della città, San Gerardo. Sfileranno per le strade di Potenza, ben 1.250 figuranti. L'evento, che è stato definito dal sindaco, Dario De Luca "il momento identitario più forte della nostra comunità", è stato presentato dall'assessore alla cultura, Roberto Falotico, nella sala dell'Arco del Municipio di piazza Matteotti, in una conferenza stampa, in cui erano presenti da alcuni figuranti in costume.

sabato 12 maggio 2018

Governo M5S-Lega, pronta la prima bozza del 'Contratto'

(ANSA)
MILANO - Pronta la prima bozza del 'Contratto per il governo del cambiamento': nella riunione tecnica tra M5S e Lega, iniziata al Pirellone alle 14, è stata completata, a quanto apprende l'ANSA, una prima bozza del programma comune. La bozza sarà rivista nei dettagli nelle prossime ore

In cima alla copertina compaiono i simboli del M5S e della Lega.

venerdì 11 maggio 2018

Il Comitato No Radar organizza un dibattito pubblico a Picerno per il 12 maggio


Il giorno 12 maggio 2018, alle ore 18.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Picerno, in p.zza Plebiscito si terrà un dibattito pubblico organizzato dal Comitato No Radar al fine di informare i cittadini dei recenti sviluppi sul tema dell’ormai noto progetto contro cui il suddetto comitato si batte da alcuni anni ormai. Progetto della protezione civile che prevede l’installazione di un’antenna radar su monte Li Foj, nel comune di Picerno, con evidente e prevedibile impatto sull’ambiente.

giovedì 10 maggio 2018

Perrino (Portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale) Derivati 40 milioni di euro in fumo, ma i tassi Euribor furono truccati: lo avevamo già affermato a maggio 2017


In questi giorni si sta facendo un gran parlare di quell’oggetto misterioso chiamato “bilancio regionale” e come al solito non mancano i proclami da parte di Pittella che, quasi a voler negare la realtà, cerca di nascondere la gravità della situazione.

I vincoli di bilancio imposti dai trattati europei rappresentano un ulteriore cappio per le finanze regionali, ma è innegabile che nel corso dei decenni si è esagerato con le spese folli. Una di queste è sicuramente rappresentata dalla scommessa dei derivati, nata in sordina con la giunta Bubbico (correva l’anno 2002) e ratificata dalla giunta De Filippo nel 2006. È ormai assodato che la Regione Basilicata ci ha rimesso circa 44 milioni di euro. Nel maggio 2017 il consiglio regionale ha anche approvato una risoluzione che impegnava la giunta a mettere in campo tutte le azioni possibili per salvaguardare gli interessi dei cittadini lucani. Nella parte dispositiva come M5S riuscimmo a far inserire la possibilità di far intraprendere azioni legali anche in virtù del pronunciamento dell’Unione europea sulla “manipolazione dei tassi Euribor avvenuta fra il 2005 e il 2008”.

Negli ultimi mesi i pareri prodotti dagli studi legali incaricati dalla Regione hanno sostanzialmente quantificato in euro 800 mila il possibile rimborso da parte di uno solo dei due istituti di credito, UBS e DEXIA Crediop, che hanno propinato la polpetta milionaria alla regione. Un altro ostacolo sarebbe costituito dal fatto che i contratti sono retti dal diritto inglese e prevedono espressamente la clausola di elezione del foro di Londra che potrebbe risultare addirittura controproducente per le casse regionali.

Tuttavia una concreta possibilità di rivalsa per la regione potrebbe essere rappresentata proprio dalla Decisione del 2013, caso n. AT 39914 del 3 dicembre 2013 Commissione Europea, pubblicata solo qualche mese fa e che si rifà a quanto inserito nella mozione approvata dietro nostra sollecitazione. La commissione Europea ha di fatto accertato che vi era un'intesa restrittiva della concorrenza, ovvero un cartello tra le principali banche europee, con lo scopo di manipolare, a proprio vantaggio, il corso dell'Euribor. La Commissione Europea ha comminato multe per 1,7 miliardi di euro a Barclays, Deutsche Bank, Royal Bank of Scotland e Société Générale. Con ulteriore Decisione adottata in data 7 dicembre 2016, sempre la Commissione europea, ha comminato agli istituti bancari Crédit Agricole, HSBC e JP Morgan una sanzione complessiva pari a euro 485 milioni per un’intesa anticoncorrenziale nel mercato dei derivati su tassi di interesse mediante collusione nella quotazione di tali prodotti finanziari e scambio di informazioni sensibili.
Appare a nostro avviso possibile, sulla base delle Decisioni del 4 dicembre 2013 e 7 dicembre 2016 della Commissione Europea e delle ordinanze dei Tribunali di Pescara (13 febbraio 2018), Padova (06 giugno 2017 ) e Nocera Inferiore (28 luglio 2017), ottenere il risarcimento integrale di tutti gli interessi e dei flussi negativi sui derivati che la Regione Basilicata ha improvvidamente sottoscritto, per la nullità della clausola contrattuale Euribor e illecita manipolazione del medesimo tasso.
Crediamo sia doveroso approfondire gli sviluppi della risoluzione approvata a maggio 2017 e conoscere quali azioni si intendano mettere in campo alla luce delle decisioni della Commissione Europea.


Gianni Perrino

Portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale

Le notizie del giorno: Governo, incontro Di Maio - Salvini; Terrorismo, scoperte cellule jihadiste a Brescia e in Sardegna; Sport, trionfo Juve in finale di Coppa Italia



(FOTO ANSA)

Governo: Di Maio - Salvini si incontrano dopo l'ok definitivo di Silvio Berlusconi: i leader del Movimento 5 Stelle e della Lega si sono parlati in tarda mattinata a Montecitorio, riscontrando dei "significativi passi avanti", che preludono a una possibile formazione di governo tra i rappresentanti dei pentastellati e del Carroccio, ma hanno chiesto tempo al Colle fino a lunedì. A sbloccare la situazione di impasse, il placet di Silvio Berlusconi, che ha dato l'ok al governo M5S-Lega ma senza votare la fiducia. Per il nome del Presidente del Consiglio, in calo le quotazioni di Giorgetti, mentre si fa strada anche l'ipotesi di una staffetta, con Salvini Premier, sostituito successivamente da Di Maio.

Ue: Mattarella, mondo turbato mai come oggi serve unirsi (ANSA): "Più sicuri che nel dopoguerra, più liberi che nel dopoguerra, più benestanti che nel dopoguerra, rischiamo di apparire oggi privi di determinazione rispetto alle sfide che dobbiamo affrontare. E qualcuno, di fronte a un cammino che è divenuto gravoso, cede alla tentazione di cercare in formule ottocentesche la soluzione ai problemi degli anni 2000". E' il monito del capo dello Stato Sergio Mattarella alla conferenza 'State of the Union'. Bisogna riscoprire l'Europa - ha osservato -"sottraendoci all'egemonia di particolarismi senza futuro e di una narrativa sovranista pronta a proporre soluzioni tanto seducenti quanto inattuabili, certa comunque di poterne addossare l'impraticabilità all'Unione".

Terrorismo: A Brescia e in Sardegna, scoperte cellule jihadiste: Arrestate in Lombardia e in Sardegna ben 14 persone che davano sostegno a combattenti di formazioni integraliste. Le accuse che sono state ipotizzate nei loro confronti sono quelle di associazione con finalità di terrorismo, di finanziamento del terrorismo e di intermediazione finanziaria abusiva.Inoltre, gli uomini della Polizia e della Gdf stanno eseguendo perquisizioni in tutta Italia.

Esteri: Si aggrava la situazione tra Israele e Iran: Diventa sempre più tesa e grave la situazione tra Israele e Iran sulle Alture del Golan. Durante la scorsa notte, si è verificato il primo attacco diretto di Teheran a Israele. Dopo che la forza Al-Quds di Teheran ha lanciato ben 20 razzi verso le postazioni israeliane di prima linea sulle Alture, la notte scorsa c'è stata la risposta dell' l'esercito israeliano che ha colpito circa 50 postazioni iraniane in Siria.

Sport: Juve da record, batte il Milan e conquista la quarta Coppia Italia consecutiva: Trionfo Juventus, con una netta vittoria per 4-0 contro il Milan, la squadra di Massimiliano Allegri conquista la quarta Coppa Italia consecutiva, un record. Autori dei gol, Benatia al 56' e al 64, Douglas Costa al 61'. A chiudere il match una sfortunata autorete del rossonero Kalinic.

Matera. Ugl Terziario: Carmine Mele eletto all’unanimità segretario provinciale


Si è svolto a Matera il 1° congresso provinciale dell’UGL Terziario, dove ha visto, essere eletto all’unanimità Carmine Mele, già reggente provinciale del settore. Un’affollata assemblea degli iscritti presso la Segreteria Utl con la partecipazione del Vice Segretario Nazionale Ugl Terziario, Luigi Giulio De Mitri Pugno e di Pino Giordano, segretario provinciale dell’Ugl Matera.

“Rivolgo un particolare augurio al neo segretario Mele per aver creato una squadra giovane e competente – ha affermato il Vice Segretario Nazionale Ugl, De Mitri -, in linea con direttive provinciali, e per aver svolto in poco tempo un egregio lavoro che ha in maniera evidente contribuito alla crescita dell’Ugl Terziario e dell’Ugl tutta nella provincia di Matera. La mia presenza in questo importante appuntamento nella Città dei Sassi è per riconoscere l’ottimo lavoro che sta portando avanti Mele unitamente alla confederazione provinciale, dove costantemente siamo informati e aggiornati sulla situazione organizzativa territoriale riguardo alle problematiche esistenti dell'intero Comparto terziario”.

Per il segretario Giordano, “insieme a Mele, a cui vanno le congratulazioni di tutta la segreteria Ugl Matera, dobbiamo affrontare con determinazione tutte le sfide specie quelle che provengono dalle nuove realtà economiche, dobbiamo innovarci, snellire i processi, rendere la nostra struttura giovane e flessibile in modo da dare risposte concrete a tutti i lavoratori”.

Durante il dibattito, molti sono stati i contributi dei delegati approvando infine un documento dove l’Ugl Terziario Matera, unitamente alla struttura provinciale, avvierà un serio confronto con la Regione Basilicata per ottenere le garanzie e le tutele necessarie per portare serenità a tutti i lavoratori dove la priorità assoluta, come sempre, è la tutela occupazionale: purtroppo nella provincia di Matera si registra un aumento ben oltre del 40% delle vertenze da lavoro, un dato allarmante che impone una seria riflessione su come le aziende puntualmente trasgredisco diritti fondamentali.

L’assemblea ha quindi eletto il direttivo e i delegati al congresso generale Territoriale Ugl.

Ad avvenuta elezione, il nuovo segretario Carmine Mele rivolge un pensiero particolare a tutti lavoratori del settore: “L’Ugl Terziario – spiega – è seriamente preoccupata per i continui licenziamenti che attanagliano il settore nel nostro territorio. La dignità dei lavoratori e la salvaguardia dei livelli occupazionali rappresentano i due aspetti che mi preme sottolineare saranno miei impegni da neo segretario. Con il dialogo e il buon senso – ha concluso Mele -, sono certo che si riuscirà a ristabilire un clima di serenità in tutte le realtà lavorative che non potrà che giovare ai dipendenti e nei rapporti tra azienda e sindacato".

Capodanno 2019, Giordano (Ugl): “Marinagri disponibile per il grande evento”


MATERA - Il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano si è recato presso la struttura Marinagri di Policoro per rassicurarsi e verificare lo stato dell’arte ed ottenere garanzie sui livelli occupazionali. Il sindacalista è stato ricevuto dal rappresentante legale della società, Enzo Vitale il quale ha dato la massima disponibilità a discuterne, insieme con le società coinvolte nelle gestioni dei diversi comparti produttivi (Hotel, Porto, ecc.), e a poter svolgere un’assemblea con i lavoratori tutti iscritti al sindacato Ugl.

Giordano ha appreso che, proprio nella giornata di ieri, il Marina di Policoro è stato insignito per il settimo anno consecutivo della Bandiera Blu, una vittoria che ha dato grande prestigio anche alla città di Policoro e che garantisce visibilità internazionale, in un contesto già valorizzato dalla nomina di Matera quale capitale europea della cultura per il 2019. L’Ugl ha preso atto che, il pluriennale riconoscimento internazionale della Bandiera Blu è il frutto di una impostazione progettuale e gestionale ispirata a rigidi criteri di sostenibilità ambientale, con aspetti di particolare rilievo quali il riutilizzo totale delle acque reflue ai fini irrigui, l’innovativo sistema di trattamento delle acque di pioggia che vengono depurate dai solidi sospesi e dagli olii prima dell’ingresso in laguna, l’ottimizzazione della progettazione e della gestione della laguna per mezzo delle moderne tecniche di ecologia lagunare e la creazione di un parco ornitologico per conservare un habitat ideale per le numerose specie di avifauna presenti nel comprensorio. Questo per l’Ugl – prosegue il sindacalista nell’incontro – è sinonimo di occupazione “pulita” in un complesso le cui diverse componenti (porto turistico, albergo, ristorazione, spiaggia attrezzata, settore manutenzione) garantiscono il lavoro a più di cento persone con svariate professionalità. Oggi la cittadella turistico-portuale, che ha tre km di fronte mare ed occupa 3 milioni e mezzo di metri quadri (più di Montecarlo) deve continuare a vivere la sua vita ‘normale’: porto turistico, hotel, attività commerciali, ristorazione e balneazione, il tutto a Policoro e in Basilicata, essendo un patrimonio di tutta la comunità lucana che ha l'obbligo di difenderla trattandosi di una struttura che garantisce visibilità internazionale e occupazione nel settore strategico del turismo.

Il segretario Ugl ha auspicato al presidente Vitale che Marinagri ospiti il Capodanno Rai 2019. La Città di Ercole ha infatti il dovere di proporre la candidatura per ospitare il Capodanno Rai per l’edizione 2019 in quanto luogo ideale e baricentrico per tutta la fascia jonica, in grado di offrire eccellenze a livello naturalistico, di ricettività ed enogastronomia, luogo ideale di stazionamento per il turista interessato anche alle notevoli possibilità di escursione in tutta la provincia materana, dalle valli dei calanchi alla montagna boscosa, ai sassi di Matera. Il Marina di Policoro avrebbe tutte le carte in regola per essere sede dell’evento in virtù delle caratteristiche dimensionali e di sicurezza.

L’Ugl ritiene che il tessuto produttivo debba essere sostenuto non con proclami ma con i fatti, e la prospettiva di portare un evento mondiale, come il capodanno Rai 2019 proprio a Policoro, città ben collegata con la rete autostradale e servita dalle Ferrovie dello Stato, sarebbe un veicolo straordinario per l’economia dell’area. La costa ionica lucana, vero settore trainante di tutta la Regione, con la sua agricoltura di qualità ed il turismo organizzato in rete di impresa, merita questa vetrina e per l’Ugl occorre dare risposte certe al territorio metapontino con una programmazione di eventi di prestigio e realizzabili e la governance politica regionale ha l’obbligo di garantire al territorio costiero jonico il necessario sostegno, dimostrando che ‘Matera 2019’ significa garantire a tutto il territorio materano, a 360°, la dovuta visibilità, allo scopo di salvaguardare e sostenere -conclude il segretario Ugl – il più importante patrimonio produttivo della Regione Basilicata.

mercoledì 9 maggio 2018

Allenarsi per il futuro

di REDAZIONE - Nella giornata del 04 Maggio, presso il Polo universitario G.Marconi di La Spezia si è tenuto uno degli appuntamenti del progetto creato da Bosch e Randstad Italia, “Allenarsi per il Futuro”. La mission è quella di contrastare la disoccupazione giovanile attraverso l’orientamento scolastico e l’alternanza scuola/lavoro.

Gli ospiti della giornata sono stati accolti da una platea molto dinamica, interattiva e pronta ad ascoltare i passi dei grandi talenti italiani: un vero e proprio fuoco sacro alimentato da tanta curiosità di come “mettersi in gioco al meglio”. Sono state raccontate le storie di atleti azzurri e di imprenditori di grande successo, ma soprattutto persone straordinarie che hanno messo a nudo le loro vite a testimonianza di come ogni difficoltà può essere superata se alla base si vuole combattere per i propri sogni. La prima parola è stata affidata alla pluripremiata pallavolista Maurizia Cacciatori che con carisma ed entusiasmo ineguagliabile ha raccontato quella che è stata una carriera costellata di faticosi successi ma anche di momenti negativi per i quali non si è persa d’animo e ne ha fatto tesoro.

A partecipare allo speech vi è stato Christian Gaston Illan, fondatore del real social network iLoby. Egli ha parlato di come un’idea può diventare una realtà tangibile: da un social online si possono creare una rete di conoscenze vere, tutto grazie alla voglia di rompere la barriera del virtuale e formare un senso di appartenenza attraverso una comunity.

Tra i protagonisti dell’incontro ci sono stati anche Alessia Rosi (responsabile uffici didattici Polo G.Marconi), Martina Coli (Testimonianza Randstad), Selima Barnardi (Testimonianza Bosch).

Passione ma anche determinazione perseveranza e coraggio di sognare. Ingredienti essenziali per inseguire i propri sogni e costruirsi il futuro.