Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post

venerdì 13 settembre 2019

Gualtieri: "Italia di nuovo protagonista in Europa"


HELSINKI - Con questo Governo "l'Italia torna ad essere protagonista in Europa, riprende il ruolo che le spetta come Paese fondatore che ha delle idee, imposta la sua visione dell'Ue come percorso per migliorare, cambiare, renderla più adatta ad affrontare le sfide del nostro mondo": così il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri entrando all'Eurogruppo informale.

"Oggi presenteremo il programma di governo come illustrato dal presidente Conte in Parlamento", ha spiegato il ministro che in un'intervista a Repubblica oggi ha ricordato l'impegno per disinnescare l'aumento Iva, spiegato che la flat tax è archiviata e che Quota 100 resterà fino alla scadenza triennale.

Il ministro ha poi evidenziato che la manovra 2020 e lo scorporo dal deficit degli investimenti verdi "sono due questioni diverse, una è la discussione della manovra e uno è il più grande processo di riforma, approfondimento, completamento dell'Unione monetaria che naturalmente ha tempi diversi, quindi sono due piani diversi".

Leggieri (M5S) su Cova di Viggiano


POTENZA - "Chiediamo al Presidente Vito Bardi e all'assessore all'ambiente Gianni Rosa che si faccia estrema chiarezza su quello che sta accadendo in questi giorni al Cova di Viggiano. La salute prima di tutto, i cittadini e i lavoratori della Val d'Agri vanno tutelati. Presenterò un'interrogazione per avere tutti i dettagli relativi a quello che è accaduto. La salute e la trasparenza non sono in vendita". Così Gianni Leggieri, Consigliere Regionale M5S Basilicata.

mercoledì 11 settembre 2019

Perrino (M5S): "studentato UNIBAS di Matera, quando avverrà la fatidica consegna?"


POTENZA - Forse una delle strutture più attese e allo stesso tempo più annunciate della città di Matera: si tratta dello studentato per gli universitari dell’UNIBAS presso l’ex Ospedale Civile di Matera in via del Castello.

Più volte nella scorsa legislatura abbiamo sollecitato la vecchia giunta per avere delucidazioni sullo stato dei lavori e sui continui blocchi degli stessi, ma come risposta abbiamo ottenuto sempre e solo annunci e scadenze mai rispettate. L’ultimo annuncio risale al novembre 2018 quando, al termine di un sopralluogo da parte dell’allora assessore regionale al ramo, Cifarelli, e da parte della Rettrice dell’UNIBAS, Sole, si faceva riferimento alla fine del 2019 come data ultima per la consegna dei lavori.

Siamo ormai nell’ultimo trimestre del 2019, anno di grandi sfarzi e di grande visibilitá per la città di Matera, ma lo studentato sembra essere finito in fondo alla lista delle priorità. Eppure si tratta di una grandissima opportunità di sviluppo a lungo termine per l’intero territorio che andrebbe capitalizzata al massimo e nel più breve tempo possibile. Matera potrebbe diventare ancora più autorevole a livello culturale se puntasse allo sviluppo del polo universitario, intercettando bacini di utenza come quello pugliese e calabrese e, vista la grande visibilità internazionale della città, anche numerosi studenti stranieri.

Attendiamo un segnale da parte delle istituzioni sperando che la consegna dello studentato non si trasformi nell’ennesima passerella elettorale in vista delle prossime elezioni comunali a Matera.

Nel frattempo abbiamo interrogato la nuova giunta regionale per avere notizie sulla consegna dei lavori. Così in una nota Gianni Perrino, Portavoce M5S Basilicata - Consiglio Regionale.

Governo incassa la fiducia al Senato. Conte a Salvini: "Voltafaccia"

(credits: Governo.it)

ROMA - Il governo Conte bis, dopo la fiducia alla Camera, ha incassato anche quella del Senato. I voti a favore sono stati 169, 133 i contrari e 5 gli astenuti.

Il premier nel suo intervento ha replicato alle parole di Matteo Salvini che lo aveva attaccato parlando di lui come di un "nuovo Monti". "Poi con calma - ha attaccato Conte - nelle prossime settimane spiegherete al Paese cosa ci sia di dignitoso in tutti i repentini voltafaccia che ci sono stati in poche settimane". "Senza onore!". Così alcuni senatori leghisti hanno urlato interrompendo piu' volte la replica del presidente del Consiglio, che aveva parlato della decisione presa dalla Lega "unilateralmente" l'8 agosto di 'avviare' la crisi di governo. Sono seguiti cori: Dignità, dignità!", scanditi battendo le mani sui banchi.

"Ho conosciuto per mesi - va all'attacco Matteo Salvini parlando con i cronisti al Senato - quello che sembrava un Presidente del Consiglio. Poi non so che cosa è cambiato, cosa gli hanno promesso. Da un premier mi aspetto un'idea per l'Italia, non insulti continui. E' un uomo organico al potere, senza dignità. Abbiamo scoperto un nuovo Monti, un nuovo Gentiloni. Chi si somiglia, si piglia".

Paolo Gentiloni nuovo commissario agli Affari Economici


ROMA - L'ex premier Paolo Gentiloni è stato designato commissario agli Affari economici dell'Ue. E' la prima volta che un italiano ottiene la responsabilità del pacchetto EcFin. L'indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca.

"Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l'incarico che mi ha assegnato nella nuova commissione. Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale": ha detto Gentiloni, considerando il suo ruolo "di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell'economia europea". "Cercherò di onorare l'Italia, il governo che mi ha proposto, lavorando nell'interesse si tutti i cittadini europei", aggiunge il neo commissario.

La decisione è giunta oggi a mezzogiorno, quando la presidente eletta Ursula von der Leyen ha svelato le attribuzioni dei portafogli ad una squadra che - con i suoi 14 uomini e 13 donne - presenta anche un altro primato, il rispetto della parità di genere.

Fino a domani, avvertono gli addetti ai lavori, modifiche nell'assegnazione dei portafogli sono possibili, ma ad oggi nella casella EcFin appare il nome di Paolo Gentiloni. Se ci sarà la conferma di Gentiloni, come ventilato, sarà un successo per l'Italia prima di tutto, che fino a poche settimane era in guerra permanente con Bruxelles.

martedì 10 settembre 2019

Leggieri (M5S): "Decreto ministeriale finanzia interventi su strade, illuminazione, edifici pubblici nei comuni sotto i 3500 abitanti"


POTENZA - L'ormai ex Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, negli ultimi giorni della sua attività ministeriale ha firmato il decreto che assegna 7,5 milioni euro ai Comuni sotto i 3.500 abitanti per il finanziamento di interventi infrastrutturali.

In Basilicata, come noto terra di piccoli centri, i comuni interessati, che potranno accedere ai finanziamenti e dare osssigeno ai propri bilanci, sono moltissimi. I comuni che potranno accedere al finanziamento sono stati individuati sulla base degli indici Istat sul “Grado di Urbanizzazione” e dell’Indice di Vulnerabilità Sociale e Materiale – IVSM. Sono stati esclusi dal finanziamento i piccoli comuni che hanno già avuto accesso ai recenti programmi: Nuovi progetti di intervento e 6000 Campanili.

Il Decreto Ministeriale, controfirmato dall'ex Ministro dell’Economia Giovanni Tria a breve entrerà in vigore. Il DM aveva avuto il semaforo verde dalla Conferenza Unificata agli inizi di agosto, attua la norma del decreto Sblocca Cantieri e individua le modalità e i termini di accesso al finanziamento per lavori di immediata cantierabilità relativi a: illuminazione pubblica, manutenzione di strade; abbattimento delle barriere architettoniche, strutture pubbliche comunali.

Le risorse a disposizione, non utilizzate dai precedenti programmi per i piccoli comuni, ammontano a 7.535.118,69 euro e verranno utilizzate per finanziare i suddetti interventi, su richiesta dei singoli enti, in Italiana sono 1.152 comuni che contano mano di 3.500 abitanti.

L’importo massimo finanziabile per intervento è stato individuato in 200.000 euro, di cui fino a 150.000 euro per lavori, e fino a 50.000 euro per somme a disposizione. Così in una nota Gianni Leggieri, Consigliere regionale M5S Basilicata.

Paolo Gentiloni verso gli Affari Economici


ROMA - Paolo Gentiloni verso la nomina alla presidenza degli Affari economici nella nuova commissione Ue. La svolta è attesa per oggi a mezzogiorno, quando la presidente eletta Ursula von der Leyen svelerà le attribuzioni dei portafogli ad una squadra che - con i suoi 14 uomini e 13 donne - presenta anche un altro primato, il rispetto della parità di genere.

Fino a domani, avvertono gli addetti ai lavori, modifiche nell'assegnazione dei portafogli sono possibili, ma ad oggi nella casella EcFin appare il nome di Paolo Gentiloni. Se ci sarà la conferma di Gentiloni, come ventilato, sarà un successo per l'Italia prima di tutto, che fino a poche settimane era in guerra permanente con Bruxelles.

Governo: oggi la prova al Senato. Cresce attesa per il discorso di Salvini

(credits: Governo.it)

ROMA - Il nuovo Governo Conte, dopo aver incassato ieri la fiducia della Camera, attende la prova più dura del Senato. Conte oggi si presenterà a palazzo Madama per richiedere anche lì la fiducia con numeri certi, dovrebbero essere assicurati 163 voti, con il timore di qualche defezione, anche tra i 5 Stelle, ma l'aggiunta di altri voti dal gruppo misto e dai senatori a vita.

Anche il dem Matteo Richetti non ha ancora sciolto le sue riserve: "Valuterò, domani (oggi, ndr) intervengo in Aula", spiega. C'è grande attesa in Aula per l'intervento del senatore Matteo Salvini.

Facebook e Instagram bloccano Casapound

ROMA - Instagram e Facebook hanno bloccato numerosi account del movimento di estrema destra Casapound. Dal primo pomeriggio i profili ufficiali non sono raggiungibili, così come quelli di numerosi responsabili nazionali, locali e provinciali, compresi quelli degli eletti in alcune città italiane. Restano consultabili invece i profili su Twitter.

lunedì 9 settembre 2019

Fratelli d’Italia: "In piazza a Roma contro il Governo dei poltronisti"


POTENZA - Anche la Basilicata presente oggi a Roma alla manifestazione indetta da FdI, per esprimere il proprio NO all'ennesimo gioco di palazzo. Corretta è apparsa la scelta del leader Giorgia Meloni di chiamare, liberamente, a raccolta quanti a gran voce chiedono che venga data parola agli elettori. Nulla di trascendentale, nessun passaggio forzato, solo la possibilità di far esercitare il proprio diritto al voto e la conseguente scelta di chi debba guidare questo nostro paese Italia, possibilmente fuori dall'enpasse in cui da un po' di tempo si trova.

Sia ben chiaro, nessuna #democrazia è stata messa in discussione, così come democrazia verrebbe messa in discussione se con il voto popolare dovesse prospettarsi una maggioranza diversa da quella dai molti auspicata. Si chiama Libertà, libertà di espressione, libertà di pensiero, libertà di esprimere il proprio voto. Libertà, per me, MAI in discussione, anche se al governo c'è una forza politica della quale non condivido le linee purchè sia scelta dal Popolo, perché come recita l’art. 1 della Costituzione: la Sovranità appartiene al Popolo.

Come sottolineato dalla nostra leader Giorgia Meloni “è il terzo Governo dove il Pd si insinua pur perdendo le elezioni.” E se non stupisce l’attaccamento alla poltrona del Partito Democratico “i 5stelle, che dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, adesso sono diventati il tonno chiuso nella scatoletta. Senza alcuna dignità! Cosa dirà Di Battista al suo Ministro Speranza dopo averlo insultato?”

Oggi liberamente, in tantissimi, abbiamo manifestato, oggi forse un altro piccolo tassello si è andato ad aggiungere in quel percorso di crescita da quel lontano 2013. La Basilicata era presente con un'ampia delegazione di lucani e questo è molto interessante perché vogliamo crescere ed guadagnare la fiducia come classe dirigente anche nelle nostre comunità. Così Erberto Frieri dirigente nazionale FdI.

Perrino (M5S): "Emergono ancora le forzature del passato recente Pittelliano"


POTENZA - Troppo spesso in questi primi mesi di legislatura abbiamo assistito a polemiche sterili e puerili tra l’attuale maggioranza e la minoranza di centrosinistra. Quasi impossibile intravedere segni di discontinuità tra il vecchio e il nuovo corso visto che non si è fatto altro che parlare di riorganizzazioni e spartizioni.

Considerata l’intransigenza mostrata nelle ultime settimane da parte della minoranza di centrosinistra, da questi ultimi ci saremmo aspettati un minimo di onestà intellettuale nel condannare i rilievi della Corte dei Conti su alcuni contratti stipulati dalla passata Giunta pittelliana, contratti che secondo i giudici contabili non erano legittimi a causa dell’intempesitivitá nella approvazione del rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2016. Trentadue le assunzioni effettuate illegittimamente, di cui ventidue a tempo indeterminato.

Una vera e propria forzatura da parte di Pittella che pone ancora una volta seri dubbi sul modo di fare politica messo in campo dal gladiatore negli anni addietro. Quale l’urgenza di stipulare questi contratti se la normativa in atto non lo consentiva?

Auspichiamo che la Corte dei Conti faccia al più presto chiarezza su questa vicenda augurandoci di non dover parlare mai più in futuro di queste becere operazioni. Così Gianni Perrino, portavoce M5S Basilicata - Consiglio regionale.

Conte presenta la manovra: "Sarà impegnativa"


ROMA - Il premier Conte presenta alla Camera il programma del nuovo governo Pd-M5S. Al centro vi saranno la legge di bilancio e le politiche migratorie, ambiente, diritti e riforme, in cerca di un rapporto più forte con l'Europa e con più voce in capitolo.

"Sono molte le sfide che ci attendono - ha sostenuto Conte parlando della manovra - a partire dalla prossima sessione di bilancio, che dovrà indirizzare il Paese verso una solida prospettiva di crescita e di sviluppo sostenibile, pur in un quadro macroeconomico internazionale caratterizzato da profonda incertezza". "Siamo consapevoli che questa manovra sarà impegnativa. La sfida più rilevante, per quest'anno, sarà evitare l'aumento automatico dell'Iva e avviare un alleggerimento del cuneo fiscale".

"Scarsa formazione, carente dotazione di conoscenze e di competenze, difficoltà di conciliare vita familiare e vita lavorativa" saranno al centro dell'azione di governo. "Scuole e università di qualità, asili nido e servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno dunque le prime leve sulle quali agire. Il primo, immediato intervento sarà sugli asili nido. Non possiamo indugiare oltre".

Conte ha anche garantito che il taglio dei parlamentari sarà inserito nel primo calendario utile in Aula. E che verrà avviato un sistema di riforma del sistema di voto. "Rivedremo la disciplina in materia di sicurezza - ha detto Conte - alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica, il che significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del più recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l'equilibrio complessivo".

"L'epocale fenomeno migratorio - ha aggiunto Conte - va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un'organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone, ma che si dimostri capace di affrontare più efficacemente i temi dell'integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non lo hanno".

Giorgetti (M5S): "Auguri ai 31 Navigator lucani"


POTENZA - Lunedì 9 settembre è partita anche in Basilicata l’attività dei 31 navigator lucani (19 opereranno a Potenza e 12 a Matera) che, da mercoledì, avvieranno i colloqui con gli 11.602 i beneficiari lucani (al 31/08) del reddito di cittadinanza ed a cui sarà chiesto di sottoscrivere il "Patto per il Lavoro".

Innanzitutto grazie, a tutti coloro che in meno di un anno hanno lavorato sodo per mettere in piedi questa squadra e grazie a voi, navigator, che avete avuto la forza di presentarvi ad una selezione, dimostrando una grande forza interiore e una grande fiducia in se stessi perché eravate 80mila candidati per 3.000 posti. Avete dimostrato, superando questa selezione, di avere una grande fiducia in voi stessi e anche una grande speranza nel futuro quindi, quando vi approccerete ai beneficiari lucani, trasferitegli questa speranza che voi nutrite nel futuro. Non trattateli come persone che non hanno voglia di lavorare. Cercate di comprenderli, cercate di comprendere le aspettative che questa società gli ha trasferito senza però avergli dato, prima, un briciolo di opportunità. Prendeteli per mano e accompagnateli in un percorso. Questo deve fare un navigator.

Non avrete a che fare solo con giovani, ma anche con i meno giovani che sono stati espulsi dal mercato del lavoro a cui il mercato del lavoro gli ha detto “trovati un lavoro”, magari a 60 anni o a pochi anni dalla pensione.

A questi giovani e meno giovani lucani, imparerete ad avere fiducia in loro perché siete voi la miccia che innescherà il processo voluto dal MoVimento 5 Stelle. Se tutti quanti lavoreremo sodo arriverà l’obiettivo di creare migliaia e migliaia di nuovi posti di lavoro stabili anche in Basilicata, perché tanti giovani e meno giovani pur credendo oggi di lavorare, in realtà il loro saldo è negativo considerando quanto spendono e quanto guadagnano.

Anche in Basilicata, il MoVimento 5 Stelle ha rimesso in moto un sistema che rivoluzionerà l’approccio dello Stato. Uno Stato che ci sarà quando i cittadini hanno difficoltà e non solo quando le cose vanno bene perché in questi anni, abbiamo percepito solo uno Stato che pur chiedendo oltre il 50 per cento di tasse non c'era, anzi scompariva, quando le cose andavano male.

È il momento per tanti cinquantenni, sessantenni, diciottenni, ventenni, trentenni di avere uno Stato vicino anche nel momento di difficoltà, e voi sarete il volto di quello Stato che, cambia approccio e va a prendere per mano chi si è smarrito, chi ha difficoltà, per riportarlo ad avere fiducia nel futuro e quindi nelle istituzioni. Così in una nota Gino Giorgetti, Consigliere Regionale MoVimento 5 Stelle.

sabato 7 settembre 2019

Mattarella: "Italia abbia ruolo primo piano nell'Ue"


ROMA - L'Italia è chiamata a svolgere" un "ruolo di primo piano, partecipando con convinzione e responsabilità a un progetto europeo lungimirante, sostenibile ed equilibrato dal punto di vista ambientale, sociale e territoriale": così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, in cui invita il "sistema economico-finanziario" a "cogliere l'occasione di fornire il suo contributo a questa fase di rinnovamento del progetto europeo".

E' "necessario" un "riesame" del patto di stabilità: ha aggiunto Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, letto dall'ex premier Enrico Letta. "Coesione e crescita - ha spiegato - sono gli obiettivi ai quali guardare e il necessario riesame delle regole del patto di stabilità può contribuire a una nuova fase, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, reti, innovazione, educazione e ricerca".

Gianni Rosa, Assessore Regione Basilicata: Autorizzazione unica ambientale per i depuratori: gli enti pubblici devono fare il loro dovere


Leggo con interesse la nota del Presidente della Provincia in risposta al mio sollecito a dare impulso ai procedimenti delle richieste di Autorizzazione unica ambientale (Aua), presentate da Acquedotto Lucano e riguardanti gli scarichi dei depuratori.

Mettere in campo un’azione di accelerazione degli iter di verifica/approvazione di qualsiasi processo amministrativo, legato a qualsiasi autorizzazione che la Pubblica Amministrazione ha l’obbligo di istruire e, quindi, rilasciare o negare, deve essere inteso, da parte di chi ha la responsabilità politica, come un modo per cassare quella parte di apparato burocratico pubblico inefficiente, che, per fortuna non è maggioritaria, il quale troppo spesso si nasconde dietro la carenza di personale o il troppo lavoro e che compromette il buon andamento della P.A..

Non è più il tempo delle ‘perdite di tempo’, ognuno si assuma le proprie responsabilità che sia vertice politico, funzionario, nel caso di specie regionale, provinciale o società pubbliche.

La politica rappresentata dal Presidente Bardi è in campo per ‘far bene’ ai Lucani e questo assunto presuppone che gli enti pubblici debbano fare il loro dovere.

Nel merito della ‘AUA’, che la legge intesta alle Province, faremo immediatamente chiarezza, fermo restando, però, che ‘segnali di difficoltà’ dalla Provincia di Potenza, in questi 4 mesi di legislatura, non sono mai arrivati in Regione. Senso di responsabilità avrebbe voluto che la nuova Giunta fosse stata messa al corrente prima e non dopo di eventuali inadempienze, proprio per quello spirito di leale collaborazione che sempre deve sempre improntare le Istituzioni. Nel caso avessimo avuto notizie dalla Provincia, certo, non avremmo fatto mancare il nostro sostegno, proprio per quel principio di buon andamento su richiamato e perché la nostra Basilicata è il nostro interesse.

Potenza, 7 settembre 2019
Gianni Rosa, Assessore regionale Ambiente ed Energia

venerdì 6 settembre 2019

Cillis (M5S): "Ci interessa solo che il programma elettorale si continui a tradurre in fatti"


POTENZA - Sorrido nel leggere le interpretazioni più creative per valutare il governo "giallo-rosa" appena nato. Ma resto anche mortificato nel leggere il dolore di alcuni attivisti perché ritengo, personalmente, che non abbiano compreso appieno cosa è accaduto al M5S da marzo 2018, dopo le elezioni Politiche, quando pur essendo diventati la prima forza politica del Paese, non potevamo governare da soli a causa di una legge elettorale costruita contro di noi, votata da Pd, Lega e Forza Italia.

L’unica cosa che potevamo fare era porre i temi per realizzare il più possibile il nostro programma elettorale vedendo chi ci stava ed è così che abbiamo fatto, mettendo a disposizione i nostri voti a favore delle cose buone, nell’ unico e solo interesse dei cittadini.

Il PD non volle stipulare il contratto e ci confrontammo con la Lega. Con loro scrivemmo, insieme, un programma di governo e siamo andati avanti sin quando Salvini ha deciso, di disonorare quel contratto e di tradire non solo il MoVimento 5 Stelle ma anche il Presidente Conte e, soprattutto, gli italiani.

Oggi il nostro interesse, unico, è ancora di provare a portare a termine tutte quelle cose che 11 milioni di italiani ci hanno chiesto di fare superando le vecchie categorie politiche, i colori e avendo come bussola solo ed esclusivamente l’interesse dei cittadini. Quindi abbiamo indicato al PD i nostri temi e le nostre priorità, esattamente come avevamo fatto dopo il 4 marzo del 2018, chiedendo di avere la massima garanzia affinché si traducano in fatti i nostri temi.

Ecco perché, con convinzione, faccio gli auguri di buon lavoro a tutti i ministri, al "nuovo" governo e soprattutto agli italiani affinché - dopo quanto già fatto nei primi 14 mesi - entro la fine di questa legislatura si possano realizzare altri nostri temi.

Quale componente della XIII COMMISSIONE (AGRICOLTURA) continuerò ad impegnarmi affinché diventino prioritari i temi sull'agricoltura del nostro programma elettorale anche per il nuovo ministro Teresa Bellanova del PD, a cui evidenzio la necessità:

di ristabilire gli equilibri e i rapporti di forza all’interno della filiera tra agricoltori e industria della trasformazione e distribuzione;

di potenziare l’offerta nazionale di materie prime valorizzando le eccellenze dei nostri territori;

di semplificare le procedure burocratiche e l’accesso al credito, soprattutto per i giovani;

di ridurre la pressione fiscale sulle Pmi agricole e non per ultimo la necessità di legiferare affinché il nostro Made in Italy non sia più inquinato: dal caporalato e dallo sfruttamento del lavoro in agricoltura, dall’uso di sostanze nocive per ambiente e salute e da metodi cruenti per gli animali da reddito.

Come sempre, non siamo di destra o di sinistra, siamo solo per i cittadini. Così in una nota Luciano Cillis (M5S), Portavoce alla Camera componente della XIII Commissione (Agricoltura).

Bellanova: Cisl Puglia, "solidarietà e forte vicinanza"


POTENZA - “Solidarietà alla Ministra Teresa Bellanova per gli spregevoli attacchi ricevuti via social”. Così la Segretaria generale della Cisl Puglia, Daniela Fumarola, che sottolinea quanto “il dibattito politico, purtroppo sempre più spesso negli ultimi tempi, trascenda il merito delle questioni per scadere nelle offese sulla persona. La Ministra Bellanova ha già dimostrato, anche nelle tante collaborazioni sulle vertenze regionali che abbiamo gestito assieme, di avere capacità politiche ed esperienza indiscutibili. Ed è la dimostrazione che lavoro, impegno e passione sociale possono consentire di raggiungere traguardi importanti. A lei formuliamo vicinanza e auguri di proficuo lavoro".

Di Maio: "Leali a Ue e Nato, ma dialogheremo con tutti"


ROMA - "La politica estera sarà una componente essenziale dell'azione di questo Governo" e "avrà come obiettivo prioritario l'interesse nazionale in Europa e nel mondo", "con l'autorevolezza che spetta ad un grande Paese come l'Italia e alla sua riconosciuta e apprezzata tradizione di equilibrio e apertura al dialogo con gli altri".

Manterremo "un dialogo franco e aperto con i nostri partner, senza ovviamente rinunciare ai valori europei e atlantici che caratterizzano la storia del nostro Paese". Lo scrive il neo ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una lettera di saluto alla diplomazia italiana.

"L'Africa - si legge nella lettera - non può essere più vista solo come motivo di preoccupazione, bensì come opportunità per individuare nuovi partner strategici attraverso i quali incrementare lo sviluppo e la crescita del nostro Paese".

"La questione migranti - scriva ancora Di Maio - sarà una delle priorità della politica estera del nuovo governo. Intendiamo lavorare per una maggiore responsabilizzazione dell'Europa e un superamento del regolamento di Dublino".

giovedì 5 settembre 2019

Paolo Gentiloni candidato al ruolo di commissario europeo


ROMA - L'ex premier Paolo Gentiloni è il candidato dell'Italia per il ruolo di commissario europeo. E' quanto si apprende da fonti Ue. Il nome di Gentiloni è stato comunicato a Bruxelles nella serata di ieri. Quello di Gentiloni, aggiungono le stesse fonti, è l'unico nome indicato dall'Italia.

Il Governo Conte ha giurato. Subito il primo Cdm

(credits: Quirinale.it)

ROMA - Il governo Conte ha giurato al Quirinale, nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: è dunque nella pienezza dei poteri. Al termine del giuramento, Mattarella e Conte hanno lasciato il tavolo e hanno raggiunto i ministri, per la foto di rito.

I 21 ministri del nuovo governo Conte sono arrivati alla spicciolata al Quirinale per il giuramento. Molti in taxi e accompagnati da consorti e familiari.

Commenta il premier Giuseppe Conte: "Forti di un programma che guarda al futuro dedicheremo le nostre migliori energie e la nostra passione a rendere l'Italia migliore nell'interesse di tutti i cittadini'.