Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

giovedì 21 marzo 2019

Serie C, nel recupero il Potenza pareggia 2-2 con la Sicula Leonzio


di Francesco Loiacono - Nel recupero del girone C di serie C il Potenza ha pareggiato 2-2 in casa contro la Sicula Leonzio. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Guaita è terminato fuori. Un colpo di testa di Guaita è finito a lato. Genchi con un forte tiro di destro ha centrato l’incrocio dei pali. I siciliani sono passati in vantaggio con Laezza di testa. Nel secondo tempo i lucani hanno aumentato i ritmi del loro gioco. Una conclusione di Dettori su punizione non ha avuto esito positivo. Una girata al volo di Longo è stata respinta con le mani dal portiere Pane. Il Potenza ha pareggiato con il brasiliano Franca su rigore dato per un fallo di Laezza su Coccia. E’ andato di nuovo in gol con Emerson su punizione. La Sicula Leonzio ha pareggiato con Russo di destro. Il Potenza è quinto in classifica con 43 punti. Nel prossimo turno giocherà ancora in casa col Bisceglie e stavoltà dovrà cercare di vincere per risalire in graduatoria verso le prime posizioni.

martedì 19 marzo 2019

Serie D: vincono il Francavilla in Sinni e il Rotonda, rinviata la gara del Picerno


di FRANCESCO LOIACONO - Turno molto positivo il decimo di ritorno per le squadre lucane di serie D. Nel girone H il Francavilla in Sinni ha vinto 3-0 in casa con l’Ercolanese. Nel primo tempo in gol i lucani con D’Auria di destro. D’Auria ha riprovato ma il pallone ha sfiorato il palo. Il Francavilla in Sinni ha raddoppiato con D’Auria, tiro di sinistro. I campani velocissimi. Un tiro di Castagna ha trovato pronto il portiere Boglic. Nel secondo tempo i sinnici in contropiede. Un colpo di testa di Leonetti è stato neutralizzato in corner dal portiere Di Napoli. Il Francavilla in Sinni ha segnato il terzo gol con Chavarria di destro. L’Ercolanese ha avuto un rigore dato per un fallo di Ragone su Calemme. Ma Tufano si è fatto parare il tiro da Boglic. Il Francavilla in Sinni è nono in classifica con 37 punti. La gara che il Picerno doveva giocare in casa col Gelbison è stata rinviata perché i lucani hanno un giocatore impegnato con la Rappresentativa di D nel torneo giovanile di Viareggio. Il Picerno è primo da solo a quota 62. Nel girone I il Rotonda ha vinto 2-0 in casa contro la Palmese. Nel secondo tempo i lucani sono passati in vantaggio con Gonzalez di destro su cross di Galdean. Hanno raddoppiato con Talia, tiro rasoterra su passaggio di Flores. Il Rotonda è penultimo con 23 punti.

martedì 12 marzo 2019

Serie C: il Potenza vince 1-0 col Rieti


di FRANCESCO LOIACONO - Nella trentesima giornata del girone C di serie C il Potenza ha vinto 1-0 in casa contro il Rieti. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Ricci è finito a lato. Un colpo di testa di Sepe è stato respinto in corner dall’attaccante Cernigoi. Annullato al Potenza un gol del brasiliano Franca per fuorigioco. 

Nel secondo tempo i lucani hanno insistito. Un destro di Ricci ha trovato pronto a salvare il difensore Mattia. Il Rieti in contropiede. Maistro è entrato in area di rigore ma lo stopper Coccia ha intercettato il suo tentativo. Maistro ha riprovato, bravo il portiere Breza a opporsi con i pugni. I lucani velocissimi. Un tiro di Franca è stato ribattuto con un piede dal portiere Marcone. Il Potenza è passato in vantaggio con Franca di testa su cross dell’argentino Guaita. 

Successo importante per i lucani. Sono settimi in classifica con 39 punti. Nel prossimo turno non giocheranno poiché avranno la vittoria 3-0 contro il Matera che è stato escluso dal campionato.

giovedì 7 marzo 2019

Serie D: nel recupero il Picerno vince 3-0 col Gravina ed è primo in classifica


di Francesco Loiacono - Nel recupero del girone H di serie D il Picerno ha vinto 3-0 in casa col Gravina. Nel primo tempo i lucani propositivi. Un tiro di Esposito è stato respinto con le mani dal portiere Loliva. Un destro di Santaniello ha sfiorato il palo. Una conclusione di Kosovan è finita fuori. Il Picerno è passato in vantaggio con Esposito di destro. I pugliesi arrembanti. Un tiro di Mbida non ha inquadrato la porta. I lucani velocissimi. Una punizione di Kosovan ha trovato pronto Loliva ad opporsi con le mani. Il Gravina in contropiede, una bordata di sinistro di Mady è terminata alta. Nel secondo tempo il Picerno ha raddoppiato con Kosovan di testa. Il Gravina in azione di rimessa. Santoro di destro ha centrato la traversa. I lucani hanno aumentato i ritmi di gioco. Un destro di Pitarresi non ha centrato il bersaglio. Il Gravina velocissimo. Un sinistro di Mangiacasale ha visto la valida opposizione del portiere Coletta. I lucani hanno realizzato il terzo gol con Pitarresi, tiro da fuori area. Successo importante del Picerno. E’ primo in classifica da solo con 62 punti, +4 sul Cerignola e +8 sul Taranto, ed è molto vicino ad una storica promozione in serie C.

mercoledì 6 marzo 2019

Serie D: il Picerno vince, ko il Francavilla in Sinni e il Rotonda

(Pixabay)
di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la nona di ritorno per le squadre lucane di serie D. Nel girone H il Picerno ha vinto 2-1 fuori casa contro l’Ercolanese. Nel primo tempo il Picerno propositivo. Una conclusione di Kosovan su punizione è stata respinta dal portiere Marino. Kosovan ha riprovato, il pallone è terminato a lato. Un destro di Emanuele Esposito ha visto il salvataggio sulla linea del difensore Della Monica. I campani insidiosi. Francesco Esposito su punizione ha centrato la traversa. 

Nel secondo tempo l’Ercolanese è passata in vantaggio con Falivene di destro su passaggio di Sozio. Il Picerno ha pareggiato con Emanuele Esposito di sinistro. E’ andato di nuovo in gol con Tedesco,tiro rasoterra. I lucani hanno insistito. Kosovan e Tedesco hanno colpito una traversa a testa. Il Picerno è primo in classifica da solo con 59 punti. 

Il Francavilla in Sinni ha perso 1-0 in trasferta con la Sarnese. Decisivo per i campani il gol realizzato nel primo tempo da Maione con un pallonetto di destro su passaggio di Sellitti. Il Francavilla in Sinni è nono a quota 34. Nel girone I il Rotonda ha perso 1-0 a Portici. Determinante per i campani la rete segnata nel primo tempo da Nappo su punizione. Il Rotonda è penultimo con 20 punti.

martedì 5 marzo 2019

Serie C: il Potenza pareggia 1-1 a Catania

di FRANCESCO LOIACONO - Nella ventinovesima giornata del girone C di serie C il Potenza ha pareggiato 1-1 a Catania. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Lescano ha sfiorato la traversa. I siciliani hanno avuto un rigore a favore dato per un fallo di Giosa su Manneh. Ma Lodi si è fatto respingere il tiro dal portiere Breza. Il Potenza è passato in vantaggio con Giosa di testa sugli sviluppi di una punizione calciata dal brasiliano Emerson.

Nel secondo tempo il Catania propositivo. Una conclusione di Aya è finita di pochissimo a lato. Un destro di Silvestri ha sfiorato il palo. Il tecnico dei siciliani Walter Novellino ha fatto entrare in campo Di Piazza al posto di Angiulli.

Il Catania ha pareggiato proprio con Di Piazza di destro su passaggio di Manneh. I siciliani sono rimasti in inferiorità numerica. Fuori Carriero per un durissimo intervento sull’altro brasiliano Franca. Il Catania in contropiede. Un destro di Di Piazza è stato deviato in corner dal difensore Sales. Su un cross di Di Piazza Marotta non è riuscito a tirare in porta poiché il terzino sinistro Giosa ha salvato all’ultimo momento. Il Potenza è ottavo in classifica con 36 punti.

martedì 26 febbraio 2019

Serie D: il Francavilla in Sinni e il Rotonda vincono, la gara del Picerno rinviata per neve

(Pixabay)
di FRANCESCO LOIACONO - Turno soddisfacente l’ottavo di ritorno per le squadre lucane di serie D. Nel girone H il Francavilla in Sinni ha vinto 1-0 in casa col Nardò. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Del Prete per poco non è riuscito a tirare in porta. Un tiro di Lavopa è stato respinto con le mani dal portiere Rizzitano. Nel secondo tempo i sinnici hanno insistito. Un colpo di testa di Leonetti è stato salvato sulla linea dal difensore Scipioni. Un destro da fuori area di D’Auria ha visto la valida opposizione con i pugni del numero uno del Nardò. I pugliesi sono rimasti in dieci. Espulso Versienti per un duro intervento su Lavopa. Il Francavilla in Sinni è passato in vantaggio con De Marco di destro. Il Francavilla in Sinni è ottavo in classifica con 34 punti.

La partita che la solitaria capolista Picerno doveva giocare in casa col Gravina è stata rinviata per la neve. Nel girone I il Rotonda ha vinto 4-2 in casa contro il Città di Messina, prossimo avversario del Bari. Nel primo tempo i siciliani sono andati in gol con Silvestri, tiro di sinistro. Nel secondo tempo hanno raddoppiato con Codagnone di destro. I lucani hanno accorciato le distanze con Marigliano, tocco in scivolata. Hanno pareggiato con Pastore di testa. Sono andati in vantaggio con l’uruguaiano Flores, tiro al volo. Hanno realizzato la quarta rete con De Stefano, girata di destro. Il Rotonda è penultimo con 20 punti.

lunedì 25 febbraio 2019

MTB: Alberobello, Mino Ceci e l’Iron Bike battono il generale Inverno


BARI - Più rapidi del vento, più tenaci delle temperature rigide, radiosi come il sole che splendeva sulla Valle d’Itria. È questo il ritratto degli oltre 250 biker che ieri ad Alberobello hanno inaugurato la stagione 2019 dell’Iron Bike Puglia presentandosi ai nastri di partenza del 7° Trofeo Bosco Calmerio sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e l’organizzazione della SPES Alberobello.

Il gruppo dell'Iron Bike in attesa di partire dal Bosco Calmerio

Nel regno dei trulli, tra alti e maestosi muretti a secco, attraversando una campagna viva e in perfetta simbiosi con l’opera dell’uomo, la carovana dell’Iron Bike ha sfidato il temuto maltempo, ricevendo il compenso un cielo sereno e un grande sole. Pazienza per le temperature rigide, tanto, poi, a riscaldare l’aria ci pensano le scariche di adrenalina dei ciclisti impazienti di ricominciare a pedalare. 41 km di tracciato tra il verde dei campi, il bianco delle pietre e il marroncino delle querce ancora dormienti, con ampi sprazzi paesaggistici sulla Valle e sul canale di Pirro per totali 1100 metri di dislivello: è tutta in questi dettagli la magia del bosco Calmerio, sintetizzata dalla traccia disegnata dalla SPES con il fondamentale contributo di Nicola Pugliese, Lorenzo Moliterni, Vito Sgobba e Francesco Ciccone.

Al via da Coreggia tutti i protagonisti della stagione scorsa, in prima fila le maglie di leader consegnate nella festa finale di novembre 2018 e alcuni volti noti della mountain bike nazionale, come Paolo Colonna che quest’anno si è cimentato nel progetto di una squadra professionistica interamente pugliese.

La partenza ufficiale dell'Iron Bike 2019

LA GARA – Dal punto di vista prettamente agonistico la corsa ha visto una sfida serrata tra il padrone di casa Nicola Pugliese, non pago degli sforzi per tracciare il percorso sotto la neve e la novella corazzata del team Ciclisport 2000, in cui Colonna, migliore tra gli èlite, ha raccolto i migliori giovani agonisti della regione. Potendo contare su una accurata strategia di squadra, con Girolamo Ceci che ha attaccato a ripetizione, la resistenza di Pugliese è stata fiaccata, così che sul traguardo di Coreggia si sono presentato in tandem Colonna e Ceci, con il giovane gravinese ad aggiudicarsi la prima gara di stagione e la leadership della categoria Under 23.

Alle spalle di un onorevolissimo Pugliese si è scatenata la bagarre, con Graziano Notarangelo che è riuscito a precedere di poco Giacomo Scardigno, mentre il promettente juniores Angelo Tagliente, mancando l’ingresso nel gruppo di testa guidato dai compagni di squadra Ciclisport ha dovuto lottare per un ottimo sesto posto, precedendo Francesco Ciccone. Tra le donne successo assoluto di Zeila Ruggiero su Simona Quarta e Mara Dininno, queste ultime protagoniste di un’accesa bagarre durante tutta la gara. Alla Ruggiero spetta la maglia di leader del circuito, che per un errore nella cerimonia protocollare è stata consegnata a Simona Quarta.

Le analisi del dopo gara

LA GIOIA DI RINO PERTA – Anche quest’anno il meteo ha cercato di mettersi di traverso ma poi è andato tutto alla grande e i ragazzi si sono divertiti su questo percorso fantastico. Spes 2 – meteo 0? «Intanto il tempo con noi ci va a rimettere, deve aver capito che siamo più forti di lui – scherza felice Rufino “Rino” Perta, presidente del comitato organizzatore del 7° Trofeo Bosco Calmerio - La giornata di oggi ci ha premiato e noi siamo soddisfatti dell’esito e di come abbiano tutti riconosciuto il nostro impegno e soprattutto di come abbiano potuto divertirsi.

Storicamente la SPES Alberobello è una società che fa ciclismo su strada a tutti i livelli, quindi per il fuoristrada ci aiutano gli alberobellesi Nicola Pugliese, Vito Sgobba, Lorenzo Moliterni, Francesco Ciccone, che pur non essendo tesserati con noi sono semplicemente dei grandissimi amici, prima ancora dei colori sociali. Tra quattro settimane – conclude il presidente della SPES - i trulli saranno nuovamente protagonisti delle due ruote: il 24 marzo ci sarà infatti la 24esima “Alberobello-Murge”, la classica del granfondismo su strada in Puglia, storicamente la seconda più vecchia dopo Manfredonia, molto conosciuta nel panorama internazionale e capace di attirare qui in Puglia molta gente dal nord».

BUONA LA PRIMA PER L’IRON BIKE – Sprizza di gioia l’ideatore dell’Iron Bike Maurizio Carrer: «Complimenti all’organizzazione perché dopo la giornata di sabato tanti avrebbero rinunciato anche ad uscire di casa, c’erano 2 gradi, neve e vento ed era facilissimo scoraggiarsi. Siamo riusciti con la loro collaborazione a portare a casa una bella manifestazione. Certamente si poteva fare di più, ma noi abbiamo sempre voglia di migliorare. Qui ad Alberobello ci si sente in armonia in famiglia. Spero che per le prossime edizioni il meteo possa essere più clemente affinché nessuno si lasci intimorire. Questa zona è di seria A, bisogna continuare di questo passo, non si può che crescere».

L'organizzatore Rino Perta

TUTTI I VINCITORI DI CATEGORIA

Zeila Ruggiero (MTB San Pietro Salis Bike) vince al debutto nella categoria femminile regina, donne élite, mentre Simona Quarta (MTB Martano) ha regolato un folto gruppo di donne master. Tra gli juniores dietro l’ottimo Angelo Tagliente (Ciclisport 2000) si sono aggiudicati il montepremi speciale il suo compagno di squadra Cristian Roberti e Vito Daniele Alberga (Pro.Git. Cycling Team). Nella famiglia dei cicloamatori il ruvese Giacomo Scardigno (New Bike Andria) si è già dimostrato protagonista degli ELMT (19-29 anni) tornando a far visita al gradino più alto del podio. Graziano Notarangelo, da Monopoli (NRG Bike) ha regolato la categoria M2 (35-39 anni) mentre Ermanno Laneve, della locale NCT Alberobello si è aggiudicato la M3 (40-44 anni). Alessandro Fittipaldi (Ciclisport 2000) è il miglior esponente della M4 (45-49 anni), Gaetano Soriano (Oroverde Bitonto) della M5 (50-54 anni) e Antonio Lorusso (Chialà Locorotondo) della M6. Grande battaglia anche tra i biker più esperti, con Giuseppe Lazzazera (GS Fausto Coppi Acquaviva) vincitore della M7 e Luciano Dell’Aquila (MTB Club Bari) leader della M8.

Tra gli escursionisti, infine, ha vinto l’altamurano Vito Laterza. Nella gara speciale dedicata alle E-Bike, bici con pedalata elettricamente assistita, disputata separatamente dalla gara principale, ha trionfato Emanuele Losacco (Amicinbici Losacco Bike) su Angelo Stanisci (Nocinbici) e Gianluigi Sforza (Orme Bike Altamura). Un pezzo integrante del circuito in cui l’Iron Bike crede fortemente per il futuro.

STAGE GIOVANILE – Il percorso del 7° Trofeo Bosco Calmerio ha ospitato in parallelo anche lo stage delle categorie giovanili Esordienti ed Allievi in vista della prima prova di Coppa Italia. Guidati da Piero Loconsolo, tecnico federale, circa 25 tra ragazzi e ragazze hanno vissuto un ritiro di due giorni finalizzato a fare gruppo e a mettere a a fattor comune le conoscenze. Si parte da qui per costruire il futuro di una Puglia che sia d’esempio: unita, vivace e, chissà, anche vincente.

APPUNTAMENTO A CASTEL DEL MONTE – Sarà un marzo molto intenso quello degli amanti della mountain bike e del ciclismo in fuoristrada. Comincerà tra quindici giorni a Castel del Monte una pedalata tutta murgiana che toccherà anche Altamura e Bitonto. In casa New Bike Andria è un gran fermento per l’allestimento del percorso ai piedi del Maniero Federiciano, patrimonio Unesco. Sarà possibile testare il tracciato nelle prove ufficiali del percorso che si terranno domenica 3 marzo con raduno e partenza presso il parcheggio della chiesa Santa Maria del Monte (difronte la sala ricevimenti Parco degli Svevi) alle ore 8:00.

Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale

La prossima tappa

Tra due settimane l'appuntamento è a Castel del Monte, in casa New Bike Andria. Già domenica 3 marzo si potrà testare il percorso.

domenica 24 febbraio 2019

Avventura in quad a Matera: intervista a Fabio Di Marsico

MATERA - Oggi per la sezione interviste del Giornale di Puglia abbiamo fatto un giro nella Capitale della Cultura 2019, Matera, ed abbiamo incontrato un materano doc: Fabio Di Marsico. Fabio, dopo anni passati a lavorare in strutture alberghiere ha deciso di cambiare radicalmente vita e seguire l'istinto, coniugando l'amore per un mezzo duttile come un Quad a quello del meraviglioso territorio che ci circonda... Così nasce 'Natural fun'.

'Natural Fun' ha lo scopo di scoprire e promuovere il territorio lucano ancora poco conosciuto, con i suoi paesaggi meravigliosi e ricchi di storia, proponendo tour attraverso l’uso di Quad.

Il Quad è un mezzo divertente e adatto a tutta la famiglia e permette di  effettuare percorsi storici e naturalistici sia per principianti che per piloti esperti.

A Matera grazie a 'Natural fun' sarete sempre  accompagnati da un tutor/responsabile che conosce il territorio e potrà visionare che il tutto sia svolto in sicurezza e nel rispetto della natura e dei luoghi.

Il territorio materano si presta benissimo per i tour in Quad offrendo itinerari interessanti, spesso difficili da raggiungere con altri mezzi.

Il tour diviene in automatico l’anello di congiunzione tra cultura e avventura. Sarà possibile vivere un’esperienza indimenticabile lungo antiche mulattiere attraverso torrenti e verdi vallate, sentieri, boschi e gli splendidi panorami materani.

Oggi abbiamo visitato piazza San Pietro nel cuore dei Sassi di Matera ed il belvedere, affacciandoci a strapiombo sulla Gravina del Parco Murgia, che ci ha offerto una splendida visuale sul Sasso caveoso e Sasso barisano, mettendo in luce il percorso umano dalla Preistoria fino ad oggi. Per questo motivo Matera si colloca come terza città più antica al mondo!

Videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo. Montaggio a cura di Daniele Martini.

CONTACTS:
https://www.facebook.com/Naturalfunitaly/


sabato 23 febbraio 2019

Sassi Matera a casa della capolista, Santorufo: "All’arroganza della prima della classe risponderemo vincendo"

(da sx il centrocampista Saede e il presidente Santorufo)
di ROBERTO BERLOCO - Matera. Aria di euforia incontenibile al campo sportivo “Gaetano Scirea”, dopo la decisa rivalsa ottenuta dal Sassi Matera sul Tito la scorsa Domenica. 

Tre centri senza minimo dubbio arbitrale, distribuiti nel corso dei due tempi, resi vivaci da un gioco combattivo da parte di ambedue le squadre.

Ad inaugurare la serie di punti biancazzurri il capitano altamurano Andrea Dinardo. Lui, durante il parziale d’ingresso, a sorprendere il portiere titino dai trenta metri con un tiro di collo pieno a giro.

Nella ripresa è stato invece Omar Jeasseou Saede a prendersi la scena. Alla sua prima presenza nell’undici materano, il centrocampista oriundo della Guinea Bissau ha piazzato la seconda rete, sfruttando un passaggio da parte del collega più avanzato Lorenzo Moretti. Quest’ultimo, poi, a siglare il risultato definitivo, deviando di testa verso la porta avversaria una palla crossata da Antonio Mongelli.

Categorico l’allenatore Nicola Mongelli: “con il Tito è stata una partita da ultima spiaggia, da dentro o fuori. Nel complesso abbiamo reso una prestazione assai attenta, quadrando meglio con un cambio di modulo azzeccato. Un altro fatto importante è di aver vinto senza aver subito gol”.

“E’ stata una vittoria fortemente voluta” - aggiunge Filippo Masi, in formazione con il ruolo di terzino destro - “anche se a inizio di stagione non tutti ci credevano. Insomma, siamo riusciti a rinascere e sentiamo di aver strameritato questo epilogo”.

Domani la sfida probabilmente più impegnativa del girone di ritorno, quella con il Grassano, attualmente in cima alla classifica con trentatré punti.

“Attendiamo con ansia questo nuovo incontro” - dichiara carico il presidente della società Alessandro Santorufo. E continua: “anzi sarà una resa finale, come quella della battaglia di Zama, dove Publio Cornelio Scipione battette definitivamente Annibale. Non abbiamo alcuna intenzione di farci condizionare dalle sicumere da prima della classe degli ospitanti che ci aspettano. Alla loro arroganza risponderemo vincendo”.

Fischio d’inizio dunque per domani, alle ore 15, presso lo stadio comunale grassanese. Dirigerà la gara l’arbitro Giovanni Lacopeta.

mercoledì 20 febbraio 2019

Serie D: il Picerno vince, ko il Francavilla in Sinni, pareggia il Rotonda

di FRANCESCO LOIACONO - Giornata positiva a metà la settima di ritorno per le squadre lucane di serie D. Nel girone H il Picerno ha vinto 2-0 a Nardò. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Una botta di destro di Kosovan su punizione ha sfiorato il palo. Santaniello è stato anticipato in uscita all’ultimo momento dal portiere Mirarco. Un sinistro di Kosovan è terminato alto. I pugliesi propositivi. Una conclusione di Arario su calcio piazzato è stata respinta con le mani dal portiere Coletta. Nel secondo tempo il Nardò arrembante. Una veloce azione di Mingiano ha visto il salvataggio con un piede del difensore Ligorio. Un tiro di Mingiano non ha inquadrato la porta. Il Picerno in contropiede. Una conclusione di Vanacore è stata salvata sulla linea dal difensore Aquaro. I lucani sono passati in vantaggio con Caiazza di destro. I pugliesi hanno aumentato i ritmi di gioco. Una rovesciata di Scipioni ha trovato pronto Coletta a parare. Il Picerno ha raddoppiato con Santaniello, tiro rasoterra. Il Picerno è primo in classifica da solo con 56 punti.

Il Francavilla in Sinni ha perso 4-2 fuori casa col Gelbison. Nel primo tempo i lucani in gol con Leonetti di destro. I campani hanno pareggiato con Merkaj di sinistro. Nella ripresa il Gelbison di nuovo in gol con Merkaj, tiro rasoterra su cross di Cammarota. Ha realizzato la terza rete ancora con Merkaj, tocco al volo. I sinnici hanno segnato il secondo gol con Pagano su rigore dato per un fallo con le mani di Esposito. Il Gelbison è andato a segno per la quarta volta con Cammarota di sinistro. Il Francavilla in Sinni è nono con 31 punti. Nel girone I il Rotonda ha pareggiato 1-1 a Licata col Gela. Nel primo tempo i siciliani velocissimi. Un tiro di Sowe è stato bloccato dal portiere Gonzalez. Il Gela è passato in vantaggio con Ragosta, destro da fuori area. I lucani hanno pareggiato con Evacuo di testa. Il Gela incisivo. Una conclusione di Mannoni su punizione è stata intercettata in angolo da Gonzalez. Nel secondo tempo i siciliani in inferiorità numerica. Espulso Sowe per un duro fallo su Flores. Il Rotonda è penultimo con 17 punti.

400 studenti chiedono a Mattarella di sottoscrivere la Carta dei valori dello Sport Integrato


ROMA - Con l’incontro dei Tutor del progetto “Carovana dello Sport Integrato” che hanno seguito il percorso di alternanza Scuola-lavoro delle 20 Scuole italiane coinvolte avvenuto nei giorni 15, 16 e 17 febbraio a Roma, la “Carta dei valori dello Sport Integrato” è stata finalmente ultimata ed è pronta per la presentazione ufficiale che avverrà giovedì 21 febbraio presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (Viale Castro Pretorio) alle h. 10:00.

Dalla tre giorni di full immersion non è scaturito soltanto il documento ufficiale, frutto del lavoro congiunto di quasi 400 studenti e dei loro insegnanti negli ultimi 3 mesi, ma è emersa la volontà di includere, tra tutti i cittadini, le Associazioni, le Organizzazioni e le Istituzioni alle quali fare richiesta di sottoscrizione della Carta, anche la carica più alta delle Istituzioni italiane, rappresentata dal Capo dello Stato.

20 lettere, firmate dagli studenti delle rispettive Scuole coinvolte - una per Regione - partiranno quindi nei prossimi giorni alla volta degli uffici della Presidenza della Repubblica, con la richiesta di sostenere i valori individuati come fondanti per la realizzazione di uno sport inclusivo, solidale, senza barriere e basato sull’accoglienza delle disabilità e delle diversità. Tra le richieste anche quella di ricevere personalmente, al termine del viaggio della Carovana (che partirà da Roma il 15 marzo e, dopo aver fatto tappa in ogni Regione italiana, rientrerà nella Capitale il 14 maggio) gli equipaggi dei pulmini (composti da 72 atleti disabili e non, 8 Educatori Sportivi, 16 accompagnatori assistenti volontari, 4 arbitri di Football Integrato e 4 coordinatori di equipaggio), le delegazioni di studenti provenienti da tutta Italia, gli insegnanti, i Tutor e i coordinatori di progetto, per la consegna ufficiale della Carta che, dopo aver raccolto adesioni su tutto il territorio, potrà essere siglata dalla carica di maggior rilievo.

Alla presentazione della Carta e degli Equipaggi che si svolgerà il 21 febbraio il Presidente Nazionale Csen (Ente promotore del Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) Francesco Proietti e il Presidente della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli intellettivo relazionali) Marco Borzacchini sigleranno anche l’accordo di collaborazione finalizzato alla realizzazione di moduli comuni per la formazione delle figure degli Allenatori e dei Tecnici di Sport Integrato.

“Siamo molto soddisfatti di come sta procedendo il progetto della Carovana, delle collaborazioni e degli sviluppi che emergono nel momento in cui facciamo ogni passo avanti e in particolare della Carta dei valori elaborata, che siamo convinti risquoterà molta attenzione sia da parte delle amministrazioni che dei cittadini” ha commentato in chiusura dei lavori del weekend il Responsabile Nazionale Ufficio Progetti Csen Andrea Bruni.

La carta dei valori

La Carta dei Valori, che ha raccolto per iscritto tutti quei principi ispiratori che vogliono essere guida e motore per comunità socioculturali inclusive attraverso lo sport dilettantistico, con la diffusione anche di un nuovo linguaggio, vuole stimolare una riflessione aperta a tutta la società civile. Cittadini, atleti, operatori sportivi, associazioni, studenti, scuole, famiglie, operatori sociali, psicologi, assistenti sociali e Istituzioni di tutta Italia sono chiamati a sottoscrivere la carta, per sancirne la condivisione e renderne operativa la formalizzazione.

Il viaggio della Carovana

Tutti coloro che vorranno aderire e firmare la Carta potranno farlo sia in occasione delle tappe previste dalla Carovana in ogni Regione Italiana, sia online sul sito del progetto, a partire dal 15 marzo, data di inizio del viaggio dei pulmini della solidarietà, dell’integrazione e della partecipazione. Durante l’evento di apertura che si terrà a Roma “Buon viaggio Carovana”, il primo gruppo dei portavoce dei valori dello Sport Integrato, insieme al documento, si incontreranno alla Sala del Carroccio del Campidoglio, passeranno per la sede del Consiglio della Regione Lazio e si metteranno in viaggio per la prima tappa, prevista per il 18 marzo a Palermo. Il percorso si concluderà il 14 maggio, sempre a Roma, con l’evento “Ben tornata carovana”. In ogni sosta della Carovana è previsto un evento di benvenuto, con presentazione della Carta e raccolta delle sottoscrizioni, un evento sportivo dimostrativo di Football Integrato (lo sport appositamente nato per adattarsi ad atleti di tutte le tipologie e di tutti i livelli) e un incontro formativo – gratuito, con rilascio di attestato, crediti formativi per assistenti sociali ed educatori professionali e possibilità di accredito sulla piattaforma Sofia per i docenti – tenuto da esperti Csen e mirato alla divulgazione di conoscenze, competenze, prospettive e strumenti per l’integrazione delle persone con diverse abilità a casa, a scuola, in palestra, nel mondo. In ogni città nella quale farà tappa, la Carovana sarà accolta anche dagli stessi studenti che hanno partecipato alla redazione della Carta, che concluderanno la loro esperienza di alternanza Scuola-lavoro fornendo un supporto operativo all’organizzazione degli eventi e all’accoglienza degli equipaggi, accompagnandoli in una visita della città che li ospita.

Il progetto Carovana dello Sport Integrato
Il progetto, promosso dal Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN), Ente No Profit di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI, dal CIP, accreditato presso il MIUR e Associazione Nazionale di Promozione Sociale, con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi dell’art. 72 del Codice del Terzo Settore (d.lgs 117/2017) Annualità 2017, ha finora coinvolto tramite patrocinio numerosi soggetti istituzionali e organizzazioni di rilievo: CONI, CIP, FISDIR, INAIL, ANCI, Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, i Comuni di Ascoli Piceno, Brindisi, Cavalese (TN), Latisana (UD), Lignano Sabbiadoro (UD), Marsicovetere (PZ), Meda (MB), Napoli, Narni (TR), Palermo, Pont-Saint-Martin (AO), Quiliano (SV), Reggio Calabria, Riccia (CB), Sennori (SS), Serravalle Pistoiese (PT), Pescara, Val di Fiemme (TN), Vigasio (VR), Vignola (MO), Roma - Municipio III, Torino - Circoscrizione IV, Consiglio Regionale della Calabria, Regione Basilicata, UNPLI Pro Loco Basilicata, Assessorato allo Sport della Regione Molise, Regione Emilia Romagna, Centro per le Pari Opportunità della Regione Umbria, Regione Lazio, Biblioteche di Roma.

martedì 19 febbraio 2019

Serie C: il Potenza vince 2-0 col Siracusa

di FRANCESCO LOIACONO - Nella ventisettesima giornata del girone C di serie C il Potenza ha vinto 2-0 in casa contro il Siracusa. Nel primo tempo i lucani propositivi. Un tiro di Genchi è stato respinto con le mani dal portiere Crispino. Una conclusione di Piccinni ha visto l’opposizione con i pugni in corner del numero uno dei siciliani. Il Siracusa in contropiede. Un colpo di testa di Souare è terminato di poco a lato. Il Potenza è passato in vantaggio con Ricci di destro. 

Nel secondo tempo i siciliani velocissimi. Un tiro di Vazquez ha trovato pronto a salvarsi il portiere Breza. Il Potenza ha raddoppiato con Emerson su punizione. Per il difensore brasiliano terza rete in questo torneo. La squadra allenata da Raffaele è andata vicina alla terza realizzazione. Un tiro di Longo ha centrato la traversa. Il Potenza è ottavo con 35 punti. Nel prossimo turno giocherà ancora in casa, stavolta con la Sicula Leonzio. I siciliani hanno vinto 2-0 nel loro stadio con la Vibonese.

domenica 17 febbraio 2019

Serie A. Inter-Sampdoria, esito finale: pronostici, statistiche e aggiornamenti sulle formazioni



La sfida tra nerazzurri e blucerchiati di domenica prossima alle ore 18,00, sta passando decisamente in secondo piano rispetto alle vicende che hanno visto protagonisti i vertici societari dell’Inter e Mauro Icardi: infatti la decisione di togliere la fascia di capitano al numero 9 in favore del portiere Handanovic ha dato luogo a non poche polemiche.

L’infortunio di Icardi e il suo problematico rapporto con la società

Inoltre parte della stampa sembra aver visto molto poco casuale la non convocazione di Maurito nella gara di Europa League di giovedì scorso contro il Rapid Vienna, che ha visto la banda Spalletti vincere grazie a un rigore trasformato da Lautaro Martinez: infatti se da una parte l’allenatore di Certaldo ha dichiarato che la scelta di non partire è stata dello stesso Icardi, dall’altra questo risentimento alla caviglia sembra essere giunto in un momento abbastanza topico, ossia quello che riguarda la vicenda del rinnovo contrattuale del bomber argentino e la perdita della fascia di capitano.

In questo vespaio la sfida contro la Samp di Giampaolo, reduce da due sconfitte di fila in campionato sembra dunque aver perso peso, anche se sicuramente Spalletti vorrà dar seguito alla vittoria contro il Parma per mantenere saldo il terzo posto in classifica e cancellare le prestazioni poco convincenti di questo inizio d’anno.

La Samp riparte da San Siro per cercare di restare agganciata all’Europa

Anche la situazione societaria dei doriani è tutt’altro che serena: infatti in questi giorni le voci sulla possibile cessione della squadra a terzi da parte del presidente Ferrero ha destabilizzato l’ambiente, che dopo il 3-0 incassato a Napoli ha perso in casa una partita sulla carta semplice come quella contro il Frosinone, col risultato che ora l’Europa League sembra più lontana.

Un nono posto in classifica e una sfida delicata come quella contro i nerazzurri non poteva giungere in un momento peggiore per Giampaolo, che se non vuole dare l’addio ai sogni europei dovrà provare a fare per forza la partita, sperando nelle gambe più affaticate degli avversari, reduci dalla trasferta di Vienna di Coppa.

Ora che abbiamo fotografato a dovere la situazione al contorno che accompagna questa sfida, cerchiamo di vedere ora quali sono le probabili formazioni e i pronostici sull’esito finale di Inter-Samp, oltre a qualche statistica di base che riguarda i precedenti in Serie A tra queste due compagini.

Spalletti spera nel recupero di Keita e punta forte sul Toro Martinez

I padroni di casa scenderanno in campo domenica sera senza il loro bomber di riferimento, che come sappiamo è fermo ai box a causa del problema alla caviglia.

Situazione non rosea anche per Keita Balde, che stando alle indiscrezioni potrebbe essere in panchina ma comunque non al top della forma.

Due giocatori pronti per la sfida sono invece Skriniar e Brozovic, che hanno saltato la gara contro il Rapid a causa di una squalifica: una buona notizia per Spalletti, che in attacco punterà forte e deciso su Lautaro Martinez, che è risultato decisivo sia nella trasferta contro il Parma che nella gara di Coppa a Vienna.
Un buon momento per il Toro, che se a inizio stagione ha avuto molto da dire col suo mister a causa del suo scarso impiego, col passare dei mesi si è rivelato sempre più incisivo.

Alla luce di defezioni e presenze elencate finora, la probabile formazione nerazzurra sarà la seguente: Handanovic tra i pali, che saranno difesi da una linea a 4 formata da D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij e Dalbert; a centrocampo invece potrebbe giocare dal primo minuto Roberto Gagliardini, affiancato da Brozovic, mentre in posizione più avanzata agiranno probabilmente Joao Mario – non inserito in lista UEFA – Perisic e Politano; in attacco invece Lautaro agirà da punta di riferimento.

Quagliarella titolare inamovibile, spazio a Ramirez e Defrel

Sul versante blucerchiato invece Giampaolo dovrà rimaneggiare la formazione reduce dalla sconfitta contro il Frosinone e in questo senso le scialbe prestazioni di Saponara e Gabbiadini sono un forte indizio di turn-over: infatti in panchina l’allenatore ha a disposizione Gregoire Defrel e Gaston Ramirez, due che non vedono l’ora di calpestare l’erba della Scala del calcio.

Buone notizie invece sul fronte difensivo: infatti Murru rientrerà dalla squalifica e potrà a gire sulla fascia sinistra, dando maggiore spinta in fase offensiva.

Ma il vero punto di forza di questa Samp è senza dubbio Fabio Quagliarella, che a 36 anni compiuti sorprende ancora per la sua costanza di rendimento e per la voglia di giocare che ha ancora nelle gambe.

Detto questo lo schema della formazione doriana potrebbe essere un 4-3-1-2 formato da Audero in porta, Bereszynski, Andersen, Colley e Murru sulla linea difensiva; sulla mediana invece il terzetto formato da Praet, Ekdal e Linetty formerà una solida cerniera con il fronte d’attacco, formato da Ramirez sulla tre quarti e dalla coppia Defrel-Quagliarella.

I pronostici dei bookmakers

La sfida tra Inter e Sampdoria vede il Biscione favorito nettamente, nonostante le vicende societarie descritte sin qui e soprattutto anche senza la presenza in campo di Maurito Icardi.

La Samp vincente invece porta quotazioni decisamente interessanti, anche se comunque risulta essere una giocata molto azzardata, vista la netta disparità tecnica tra le due compagini.

Tuttavia non bisogna sottovalutare l’atteggiamento offensivo di Giampaolo, che a San Siro non rinuncerà a creare occasioni da gol; di qui il consiglio è di giocare l’over, in quanto le reti potrebbero fioccare durante tutti e 90 i minuti di gioco, vista la presenza in campo di un bomber di razza come Quagliarella.

A questo proposito, l’attaccante campano ha segnato in tutti e tre gli ultimi incroci di Serie A contro la formazione nerazzurra, con ben due centri messi a segno sul terreno di San Siro.

Per quanto riguarda invece gli ex della partita come non nominare Maurito Icardi, che con la maglia blucerchiata ha esordito nella massima serie e che contro la sua vecchia squadra ha segnato in due delle tre partite giocate a San Siro.

Altro grande ex di lusso della sfida è Eder, che da blucerchiato ha realizzato 40 reti in 112 presenze con la casacca doriana.

Le statistiche e i precedenti tra le due formazioni

Gli ultimi tre scontri tra Inter e Sampdoria vedono quest’ultima perdente, tendenza confermata anche dalla storia: infatti su 123 incontri in Serie A i nerazzurri hanno trionfato per 66 volte, mentre le vittorie doriane sono solo 20 e 37 i pareggi. Il quarto successo di fila contro la compagine blucerchiata manca invece dal 1985.

L’Inter si conferma quindi la vera bastia nera per la squadra di Giampaolo, contro cui ha subito ben 214 reti nella massima serie. Tenendo poi presente che il Biscione è reduce da 5 successi consecutivi a San Siro e con almeno 2 gol segnati sul tabellino dei marcatori, l’impresa si annuncia davvero ardua per i doriani, specialmente considerando che Handanovic e compagni hanno mantenuto involata la propria porta per 12 turni consecutivi, striscia che in Europa è stata migliorata solo dal Liverpool di Klopp, con 14 giornate senza subire gol.

La Sampdoria invece è a secco da due turni consecutivi, con il suo bomber Quagliarella che è secondo nella classifica dei cannonieri a pari merito con l’atalantino Duvan Zapata e che vorrà sicuramente tornare a segnare gol pesanti, soprattutto in uno scenario prestigioso come quello dello stadio Meazza.


venerdì 15 febbraio 2019

Serie C, il Potenza pareggia 0-0 fuori casa con la Reggina

 

di FRANCESCO LOIACONO - Nel posticipo del turno infrasettimanale del girone C di serie C il Potenza ha pareggiato 0-0 fuori casa contro la Reggina. Tra i calabresi in campo l’ex Strambelli che fino a dicembre 2018 ha giocato nel Potenza. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Bacio Terracino è finito fuori. Una conclusione di Piccinni è stata salvata dal difensore Conson. I calabresi hanno sbagliato un rigore concesso per un fallo di Dettori su Franchini. Baclet si è fatto parare il tiro dal portiere Ioime. Un colpo di testa di Doumbia ha sfiorato il palo. Un destro di Bellomo ha visto la valida opposizione con le mani di Ioime.

Nel secondo tempo la Reggina propositiva. Ha riprovato Bellomo, però il numero uno dei lucani ha respinto con i pugni. Il Potenza in contropiede. Un tiro di Lescano è terminato alto. Un destro di Genchi è stato neutralizzato dal portiere Farroni. Un colpo di testa di Genchi ha trovato pronto Baclet a salvare sula linea di porta. Risultato positivo per il Potenza. E’ nono in classifica con 32 punti. Nel prossimo turno giocherà in casa col Siracusa. I siciliani hanno vinto 1-0 a Rende.

Serie D: nel recupero il Rotonda perde 2-1 in casa con la Turris


di FRANCESCO LOIACONO - Nel recupero del girone I di serie D il Rotonda ha perso 2-1 in casa contro la Turris. Nel primo tempo i campani insidiosi. Un tiro di Addessi è terminato fuori. Una conclusione di Riccio è stata respinta in corner con le mani dal portiere Gonzalez. Un destro di Addessi su punizione ha trovato la valida opposizione con i pugni del numero uno dei lucani.

Nel secondo tempo al 12’ il Rotonda è passato in vantaggio con Capristo, tiro rasoterra. La Turris ha replicato con Aliperta di sinistro, ma Gonzalez ha neutralizzato il suo tentativo. Un colpo di testa di Di Nunzio ha visto di nuovo protagonista Gonzalez, in grande giornata. Al 19’ però la Turris ha pareggiato con Vacca di testa su cross di Formisano. I campani hanno aumentato i ritmi del loro gioco. Un tiro di Di Dato ha sfiorato il palo. Ha provato Vacca, però Gonzalez gli ha negato la gioia del gol. Ma al 32’ la Turris ha ribaltato la gara con una rete di Riccio di destro.

I campani, sulla cui panchina c’era il tecnico in seconda Salvatore che ha sostituito Fabiano squalificato, sono secondi in classifica con 46 punti, ora a -9 dal Bari. Il Rotonda è penultimo a quota 16.

giovedì 14 febbraio 2019

Serie D, il Picerno vince ed è primo in classifica


di FRANCESCO LOIACONO - Nel recupero del campionato di serie D girone H, la gara non fu giocata per neve il 6 gennaio del 2019, il Picerno ha vinto 2-1 in casa contro il Nola. Nel primo tempo in gol i campani con D’Anna di testa. I lucani sono andati vicini alla rete con Santaniello, bravo il portiere Gragananiello a respingere con le mani. Il Picerno ha pareggiato con Vanacore di destro su passaggio di Emanuele Esposito. La squadra allenata da Giacomarro è passata in vantaggio con Emanuele Esposito, tiro al volo da trenta metri.

Nel secondo tempo il Nola ha sfiorato il pareggio con un sinistro di Colarusso su punizione respinto con i pugni dal portiere Fusco. Il Nola è rimasto in dieci. Espulso Pasquale Esposito per un duro fallo su Kosovan. I lucani insidiosi. Un sinistro di Ligorio ha sfiorato il palo. Una conclusione di Pitarresi è stata bloccata con sicurezza da Gragnaniello. Il Picerno è primo in classifica da solo con 53 punti, +2 sul Taranto secondo a quota 51.

Calcio: Matera, addio alla Serie C. Dopo la quarta rinuncia è scattata l'esclusione


Il Matera dice addio al campionato; troppo gravi i problemi economici che hanno portato finora a un totale di 34 punti di penalizzazione. Dopo la quarta rinuncia stagionale, avvenuta nella gara casalinga contro la Cavese, la squadra lucana, che era inserita nel Girone C della Serie C, sarà esclusa dal campionato.

Il Matera perde 3-0 a tavolino ed è escluso dal campionato di serie C

di Francesco Loiacono - Nel turno infrasettimanale del girone C di serie C il Matera ha perso 3-0 a tavolino in casa contro la Cavese. I lucani non sono scesi in campo nemmeno con la squadra Berretti impegnata nel suo campionato. Per il Matera è stato il quarto 3-0 a tavolino subito dopo quelli a Catania, in casa col Bisceglie e a Brindisi contro la Virtus Francavilla Fontana. I lucani sono stati esclusi come previsto dal regolamento dal campionato di serie C. La Federcalcio dovrà decidere se far vincere 3-0 a tavolino le squadre che avrebbero dovuto affrontare il Matera nelle prossime giornate del torneo, oppure se fare riposare le compagini che dovevano giocare contro la squadra lucana. Tutto questo è stata la conseguenza dello sciopero che la prima squadra d’accordo con l’Associazione Italiana Calciatori sta effettuando da dicembre del 2018, poiché i giocatori del Matera non percepiscono gli stipendi da settembre. Il Matera nella prossima stagione potrebbe giocare in serie D, Eccellenza o Promozione della Basilicata. Questo lo deciderà la Federcalcio a Luglio 2019.

mercoledì 13 febbraio 2019

Serie D: vincono il Picerno e il Rotonda, pareggia il Francavilla in Sinni



di FRANCESCO LOIACONO - Turno quasi soddisfacente il sesto di ritorno per le squadre lucane del campionato di serie D. Nel girone H il Picerno ha vinto 1-0 in casa con l’Andria. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Un tiro di Zingaro è finito fuori. Una conclusione di Petruccelli è stata respinta con le mani dal portiere Coletta. Un tiro di Paparusso ha visto il pronto salvataggio sulla linea del difensore Conte. I pugliesi in dieci. Espulso Zingaro per avere appoggiato in modo forte la mano sul volto di Vanacore.

Nel secondo tempo il Picerno è passato in vantaggio con Pitarresi di destro. Espulso l’allenatore dell’Andria Potenza per proteste. I lucani sono andati vicini al secondo gol con Langone il cui tiro ha sfiorato il palo. I pugliesi in contropiede. Un colpo di testa di Cipolletta è finito di pochissimo a lato. Il Picerno è secondo in classifica con 50 punti.

Il Francavilla in Sinni ha pareggiato 1-1 in casa con l’Altamura. Nel primo tempo in gol i lucani con D’Auria di sinistro. I murgiani hanno pareggiato con Guadalupi di destro. Il Francavilla in Sinni è nono a quota 31.

Nel girone I il Rotonda ha vinto 2-1 in casa col Locri, prossimo avversario del Bari. Nel primo tempo in gol i calabresi. Il difensore dei lucani Taccogna su cross di Pannitteri ha involontariamente deviato il pallone nella propria porta. Nel secondo tempo il Rotonda ha pareggiato con Evacuo su rigore dato per un fallo di Russo su Flores. I lucani hanno realizzato la rete decisiva con Cocuzza su rigore concesso per un fallo di mano di Pagano su cross di Capristo. Il Rotonda è penultimo con 16 punti.

martedì 12 febbraio 2019

Serie C: il Potenza pareggia, Matera ko 3-0 a tavolino


di FRANCESCO LOIACONO - Giornata agrodolce la venticinquesima per le squadre lucane del girone C di serie C. Il Potenza ha pareggiato 0-0 in casa col Rende. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Guaita è terminato di poco fuori. I calabresi in contropiede. Un destro di Viteritti è stato respinto con le mani dal portiere Breza. Un sinistro di Franco è finito alto. Il Potenza è rimasto in dieci. Espulso il brasiliano Franca per un duro fallo su Franco. I lucani arrembanti. Coccia tutto solo in area di rigore si è visto bloccare il tiro dal portiere Savelloni.

Nel secondo tempo il Potenza ha insistito. Un tiro di Lescano ha trovato pronto ad opporsi il numero uno dei calabresi. Il Rende velocissimo. Un cross a rientrare di Zivkov ha sfiorato la traversa. Il Potenza è decimo in classifica con 31 punti. Il Matera ha perso 3-0 a tavolino a Brindisi con la Virtus Francavilla Fontana. I lucani non si sono presentati allo stadio “Fanuzzi” nemmeno con la squadra Berretti impegnata nel suo campionato. I titolari sono in sciopero da dicembre 2018 perché non ricevono il pagamento degli stipendi da settembre. Il Matera è stato penalizzato di un punto ed è ultimo a -18.