Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

lunedì 16 luglio 2018

Mondiali: è la Francia la vincitrice del Torneo. Superata per 4-2 la Croazia.


di ANTONIO GAZZILLO - La Coppa del mondo avvolta nel tricolore francese. È questa l'immagine che racconta il mondiale di Russia. Infatti la nazionale di Deschamps ha battuto per 4 a 2 una buona Croazia laureandosi campione del mondo per la seconda volta nella sua storia.

Il risultato è stato sbloccato al 18' minuto con uno sfortunato autogol di Mandzukic su punizione di Griezmann. Perisic ha pareggiato al 28' con un tiro potente dal limite dell'area prima di causare il rigore a causa di un tocco di mano. Griezmann ha trasformato il penalty al 38' portando il risultato sul 2 a 1.

Nella ripresa la Francia ha dilagato con due tiri dalla distanza di Pogba al 59' e Mbappè al 65'.

Mandzukic ha accorciato le distanze al 69' approfittando di un errore clamoroso di Lloris.

domenica 15 luglio 2018

La Mita 2018 è arrivata a Taranto


Anche quest’anno i concorrenti della Mita, dopo aver attraversato l’Italia centrale, in sei giornate su due – o tre – ruote, rigorosamente d’epoca, hanno tagliato il traguardo di Taranto.

Di prima mattina la partenza da Matera per “tuffarsi” in Puglia alla volta di alcune tappe ormai quasi fisse, ma anche di luoghi nuovi.

La prima fermata rientra tra “i classici”: è Castellana Grotte che sembra aver deciso di bissare la conquista del titolo di Miglior Ristoro, già raggiunta lo scorso anno. Coordinato da Giuseppe Palumbo, lo staff di Coldiretti Puglia, insieme a quello dell’Automotoclub Storico delle Grotte, con il patrocinio del Comune di Castellana Grotte, ha preparato un vero e proprio banchetto a base di prelibatezze locali, mentre il sindaco Francesco De Ruvo e l’assessore Sansonetti hanno portato personalmente il saluto della città ai “tarantini”.

La seconda tappa è una novità per la Mita, ma certamente piacevole e sorprendente: si tratta di Ostuni, dove Giovanni Totero, presidente del Vespa Club cittadino, ha accolto i centauri nella stupenda Piazza della Libertà e li ha condotti al gustosissimo buffet allestito dentro il Chiostro San Francesco: melanzane ripiene, polpette di pane, peperoni cornaletti fritti con il pomodoro fresco, capocollo e formaggi locali. A fare gli onori di casa anche il sindaco Gianfranco Coppola, mentre a contribuire all’accoglienza sono stati anche il Parco Naturale Dune Costiere e la Masseria Asciano che ha donato ai concorrenti un graditissimo gadget a base di olio extravergine di ulivi secolari.

Altri chilometri sotto al sole e tra i paesaggi unici della Puglia e poi l’arrivo nella stupenda Martina Franca dove ad attendere la Mita ci sono il sindaco Franco Ancona e l’amico storico, Arcangelo Conserva, presidente del “Veteran Club Valle d’Itria”, federato ASI, che ha accolto i concorrenti con un freschissimo ristoro.

Ancora Puglia, ancora una città particolarmente cara alla maratona per moto d’epoca: Villa Castelli, dove il sindaco Vitantonio Caliandro e tutta la giunta, con in testa Mirella Carlucci assessore allo Sport, hanno inaugurato lo storico e attesissimo ristoro. Poi ancora in sella e ancora chilometri, gli ultimi di questa Mita 2018. Tra i motociclisti l’emozione comincia a farsi sentire, così come grandi sono l’affetto e l’entusiasmo di chi li attende al traguardo. I mezzi d’epoca sfilano sul Lungomare Virgilio offrendo il classico spettacolo, reso possibile, da ben 32 anni, dal Motoclub Veteran San Martino e dal patron dell’evento, Franco Sabatini. A ogni arrivo ci sono applausi, esultanza e festa, foto e selfie a non finire. In serata la tradizionale cena di gala e le premiazioni.

Anche quest’anno la Milano-Taranto non ha tradito le aspettative, ma anzi, ha saputo ricreare, come ogni anno, il clima unico che solo i suoi avventurieri, un po’ appassionati, un po’ pazzi, conoscono fino in fondo. E tra i racconti, le battute e i saluti dell’ultimo giorno c’è già chi pensa all’edizione 2019.

sabato 14 luglio 2018

Mondiali: il Belgio batte 2-0 l’Inghilterra e si aggiudica il terzo posto


di FRANCESCO LOIACONO - A San Pietroburgo il Belgio ha vinto 2-0 contro l’Inghilterra nella finale per il terzo e quarto posto dei mondiali di calcio in Russia. Nel primo tempo al 4’ i fiamminghi in vantaggio con Meunier di destro su cross di Chadli. Al 37’ del secondo tempo il raddoppio di Hazard, tocco di sinistro su passaggio di De Bruyne. Nel primo tempo sull’1-0 per il Belgio i rossi insidiosi. Un tiro di De Bruyne è stato respinto con le mani dal portiere Pickford.

Nel secondo tempo sull’1-0 per il Belgio la squadra di Martinez in contropiede. Un destro di Lukaku ha sfiorato il palo. Sull’1-0 per il Belgio l’Inghilterra propositiva. Un pallonetto di Dier ha trovato pronto il difensore Alderweireld a salvare sulla linea di porta. Un colpo di testa di Maguire è finito di poco a lato. Il Belgio per la prima volta nella sua storia è arrivato terzo ai mondiali, solo quarta l’Inghilterra.

(ph credits: Fifa)

giovedì 12 luglio 2018

Mondiali: il sogno inglese sfuma ai supplementari, la Croazia vola in finale

(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - L'orgoglio croato supera l'Inghilterra: dopo vent'anni la Croazia sfiderà di nuovo la Francia, questa volta per una partita che vale il titolo mondiale. Gli uomini di Dalić hanno battuto l'Inghilterra per 2 a 1 ai tempi supplementari. Il vantaggio inglese arriva al quinto minuto con la punizione micidiale di Trippier che di Potenza supera Subasic.

Nella ripresa la Croazia va alla ricerca di una reazione che le è mancata nel primo tempo. Al minuto 68 arriva il pareggio con Perisic che con un balzo con gamba alta devia in rete un cross dalla destra di Vrsaljko. La Croazia cresce e al minuto 72 prende un palo con un pericoloso Perisic. Si va quindi ai tempi supplementari. Nel secondo tempo delle extra time la Croazia completa il sorpasso con un gol di Mandzukic. L'attaccante della Juventus è bravo è freddo dinanzi al portiere inglese su suggerimento di testa di Perisic che intercetta un disimpegno della difesa avversaria.

mercoledì 11 luglio 2018

Ciclismo: doppietta quasi sfiorata per il materano Tommaso Elettrico


MONTE BONDONE (TR) – È mancato davvero poco a che il panorama del ciclismo granfondistico registrasse una doppietta spettacolare: dopo soli sette giorni dalla vittoria alla Maratona Dles Dolomites, il materano Tommaso Elettrico ha portato i colori bianco-blu del team CPS D’Auria sulle alture mitiche del Monte Bondone e ha corso, con i favori del pronostico, la Leggendaria Charly Gaul Trento-Bondone.

Manifestazione tra le più importanti al mondo, prova dell’UCI Gran Fondo World Series, con 4000 metri di dislivello e ben due passaggi sul Bondone, ha visto protagonista il Principe nei momenti clou e sin alle battute conclusive. A lungo in testa con Zanetti e Nardecchia, ha rinunciato ai sogni di gloria solo nel finale, giungendo a una manciata di secondi dal podio.

«Posso dire che la corsa è andata bene, purtroppo nella salita finale a 3 km dall’arrivo mi sono staccato quando siamo rimasti in tre – ha spiegato Elettrico ai microfoni della RAI subito dopo il traguardo - nelle ultime centinaia di metri mi ha raggiunto anche Zen e ho concluso 4°».

Dalle immagini televisive si è potuto osservare che la pedalata di Elettrico si è improvvisamente appesantita sulle ultime rampe del Bondone. A spiegare come è andata è lo stesso alfiere della CPS: «Ho sprecato un po’ le energie sulla prima discesa del Bondone, siamo rimasti in tre con Zanetti e Nardecchia e abbiamo forzato una lunghissima fuga sino a quando, purtroppo, ci hanno ripresi poco prima di iniziare l’ascesa finale».

Tutto da rifare, dunque, e anche dopo la fuga il Principe non si è risparmiato, inserendosi in quello che si è rivelato l’allungo decisivo. Tuttavia nemmeno il supporto mentale della grande impresa di Charly Gaul è riuscito a sopperire alla stanchezza nelle gambe, dovute anche allo sforzo della Maratona e a una settimana poco incline al recupero, con i meritati festeggiamenti.

Un quarto posto di tutto rispetto, che conferma la grande condizione di forma di Tommaso Elettrico, in un mese di luglio che promette, e garantisce, scintille. #staytuned #stayelectric.

Tailandia, in salvo tutti i 12 ragazzi


E' uscito dalla grotta anche il dodicesimo ragazzo intrappolato a Tham Luang. Lo riferisce l'agenzia nipponica Kyodo News. Fuori dalla grotta anche l'allenatore, che aveva detto di voler esser l'ultimo tratto in salvo. I ragazzini, una volta usciti dal buio, vengono trattenuti brevemente nell'ospedale da campo, poi prelevati in elicottero e portati nell'ospedale di Chiang Rai, dove vengono tenuti in assoluto isolamento per il timore che, con il sistema immunitario indebolito, siano a rischio di infezioni.

Le operazioni degli ultimi quattro giovani rimasti bloccati nella Tham Luang con il loro allenatore sono partite alle 10:08 locali (le 5:08 in Italia). A renderlo noto i responsabili dei soccorsi.

I 12 ragazzi tratti in salvo sono di "buon umore" e hanno un sistema immunitario forte perché sono calciatori, hanno fatto sapere oggi le autorità sanitarie.

Jesada Chokdumrongsuk, vicedirettore generale del ministero della Sanità pubblica, ha riferito che i primi quattro ragazzi salvati, di età compresa tra 12 e 16 anni, sono già in grado di nutrirsi normalmente. Due hanno una probabile infezione polmonare, ma tutti e otto sono generalmente "sani e sorridenti", ha detto.

"I bambini sono calciatori, quindi hanno un sistema immunitario alto", ha detto Jesada. "Tutti sono di buon umore e sono felici di uscire, ma ci sarà uno psichiatra per valutarli". Ci potrebbero essere almeno sette giorni prima che possano essere dimessi dall'ospedale, ha detto Jesada in una conferenza stampa.

È arrivato il tanto sospirato sì: Cristiano Ronaldo alla Juve per 4 anni

(credits: Maisfutebol)

di PIERO CHIMENTI - E' arrivato ieri il tanto sospirato si di Cristiano Ronaldo alla Juventus, decisivo il vertice in Grecia a cui ha partecipato, tra gli altri, anche l'agente Mendes. I bianconeri hanno fatto pervenire al Real, tramite il procuratore di Ronaldo, un'offerta di 105 milioni che ha avuto il benestare del presidente Perez.

Mentre a Torino impazza la Ronaldo mania, c'è da capire quando l'asso portoghese, a cui andranno 30 milioni per i prossimi 4 anni, si aggregherà ai nuovi compagni di squadra: durante la tournée negli Stati Uniti o meno.

La lettera di Ronaldo ai tifosi - Sempre sul sito del Real Madrid è stata pubblicata una lettera del giocatore ai tifosi. "Questi anni al Real Madrid, e in questa città di Madrid, sono stati forse i più felici della mia vita" ha scritto Ronaldo, "Ho solo sentimenti di enorme gratitudine per questo club, per questo hobby e per questa città. Posso solo ringraziare tutti loro per l'amore e l'affetto che ho ricevuto. Tuttavia, credo che sia giunto il momento di aprire una nuova fase nella mia vita ed è per questo che ho chiesto al club di accettare il mio trasferimento. Mi sento così e chiedo a tutti, e specialmente ai nostri tifosi, di restare con me".

"Sono stati 9 anni assolutamente meravigliosi. Sono stati 9 anni unici. È stato un momento emozionante per me, pieno di considerazione ma anche duro perché il Real Madrid è molto impegnativo, ma so bene che non dimenticherò mai di aver goduto del calcio qui in un modo unico.

"Il Real Madrid ha conquistato il mio cuore e quello della mia famiglia. Grazie infinite ancora una volta ai nostri fan e grazie anche al calcio spagnolo. Durante questi 9 eccitanti anni ho avuto grandi giocatori di fronte a me. Il mio rispetto e il mio riconoscimento per tutti loro. Ho riflettuto molto e so che è giunto il momento per un nuovo ciclo. Me ne vado, ma questa maglietta, questo stemma e il Santiago Bernabéu continuerò a sentirli sempre miei ovunque io sia".

Mondiali: è la Francia la prima finalista, eliminato il Belgio

(credits: Fifa)

di ANTONIO GAZZILLO - La finale del mondiale di Russia 2018 conosce la sua prima protagonista. La Francia infatti ha guadagnato la terza finale della sua storia battendo il Belgio per 1 a 0.

Il match si è rivelato davvero equilibrato e combattuto soprattutto a centrocampo fino all'inizio della ripresa.

Infatti al 51' minuto i blues hanno sbloccato il risultato grazie ad un colpo di testa del centrale difensivo del Barcellona Umtiti su calcio d'angolo battuto da Griezmann.

La squadra di Deschamps accede quindi alla finale dove attenderà la vincente dell'altra semifinale tra Croazia e Inghilterra.

lunedì 9 luglio 2018

Cristiano Ronaldo si veste già in bianconero


Il profilo Instagram "MuseuCR7Funchal" ha postato una foto di Cristiano Ronaldo in vacanza, una delle poche che si possono trovare sulla rete del suo viaggio nel Peloponneso: CR7 ha una maglia bianca e pantaloncini neri, vestito da turista, ma secondo molti tifosi della Juventus la scelta dei colori in questo momento non è casuale. E via ai commenti degli appassionati...

domenica 8 luglio 2018

Mondiali: Inghilterra e Croazia le altre due semifinaliste

Mondiali: l'Inghilterra elimina la Svezia ed è in semifinale

(credits: Fifa)

di ANTONIO GAZZILLO - Dopo Francia e Belgio, l'Inghilterra ottiene il pass per le semifinali dove attende la vincente dell'ultimo quarto di finale tra Russia e Croazia. Il match è terminato con il risultato di 2 a 0 per gli inglesi i quali hanno superato il castello difensivo svedese con l'arma della velocità.

Il risultato è stato sbloccato nel primo tempo grazie a Maguire che al 30'minuto ha insaccato in rete di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il raddoppio è arrivato nella ripresa. Al 59'minuto un cross preciso di Lingard ha pescato l'ottimo movimento in area di Dele Alli, abile a superare di testa l'estremo difensore avversario.

Mondiali: Russia battuta ai rigori, Croazia vola in semifinale

(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - La Croazia, dopo un match deciso dai rigori, sfiderà l'Inghilterra nella seconda semifinale. Nel primo tempo la Russia trova il vantaggio con Cheryahev che batte Subasic con un sinistro imparabile da 30 metri. Il pareggio non si fa attendere ed arriva al 39' con la firma di Kramaric che finalizza in gol l'azione partita da Mandzukic.

Nella ripresa il risultato non si sblocca, con le squadre apparse stanche rispetto alla prima frazione di gara. Si va quindi ai tempi supplementari, dove la gara si anima al 100' con Vida in proiezione offensiva che su corner di Modric di testa supera Akinfeev. Sullo scoccare della fine del secondo tempo supplementare, arriva al 115' il Mario Fernandes che su punizione di Dzagoev di testa supera Subasic per il nuovo equilibrio tra Russia e Croazia.

Si va ai calci di rigore, decisi dagli errori dal Kovacic, per i croati, su cui c'è la prodezza di Akinfeev. Per padroni di casa, invece, sono letali le eliminazioni di Smolov, tiro parato da Subasic, e Mario Fernandes, che calcia fuori.

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev, Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Kurdyashov, Zobnin, Kuzyaev, Samedov (9' st Yerokhin), Golovin (12' pts Dzagoev), Cheryshev (22' st Smolov), Dzyuba (34' st Gazinskiy). (12 Lunev, 20 Gabulov, 5 Semenov, 23 Smolnikov, 14 Granat, 15 An. Miranchuck, 18 Zhirkov, 16 Al. Miranchuck). All.: Cherchesov.

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic, Vrsaljko (6' pts Corluka), Lovren, Vida, Strinic (29' st Pivaric), Rakitic, Modric, Rebic, Kramaric (43' st Kovacic), Perisic (18' st Brozovic), Mandzukic. (1 Livakovic, 13 Jedvaj, 15 Caleta-Car, 14 Bradaric, 19 Badelj, 12 Kalinic, 20 Pjaca). All.: Dalic. Arbitro: Meira Ricci (Brasile). Reti: nel pt 31' Cheryshev, 39' Kramaric; nel pts 11' Vida; nel sts 10' Fernandes.

Ammoniti: Strinic, Lovren e Gazinskiy per gioco falloso, Vida per essersi tolto la maglia dopo il gol, Pivaric per fallo di mani. Angoli: 8-6 per la Croazia. Recupero: 2', 5', 2' e 1'. Spettatori: 44.287. Var: 0.

sabato 7 luglio 2018

Mondiali: Le prime due semifinaliste sono Francia e Belgio. A sorpresa fuori il Brasile


(credits: Fifa)

di FRANCESCO LOIACONO - A Novgorod nei quarti di finale dei mondiali di calcio in Russia la Francia ha vinto 2-0 contro l’Uruguay e si è qualificata per la semifinale. Nel primo tempo al 40’ i transalpini sono passati in vantaggio con Varane di testa su punizione di Griezmann. Nel secondo tempo al 15’ il raddoppio di Griezmann, tiro di sinistro dalla lunga distanza su passaggio di Pogba con errore del portiere Muslera che si è fatto sfuggire il pallone dalle mani.

Nel primo tempo sullo 0-0 l’Uruguay insidioso. Un tiro di Stuani che ha sostituito l’infortunato Cavani è terminato fuori. Sull’1-0 per la Francia i sudamericani in contropiede. Un colpo di testa di Cavani è stato parato con difficoltà dal portiere Lloris.

Nel secondo tempo sull’1-0 per i transalpini l’Uruguay rapidissimo. Un destro di Caceres è finito di poco a lato. Sul 2-0 per la squadra di Deschamps Tolisso è andato vicino alla terza rete con un tiro che ha sfiorato l’incrocio dei pali. La Francia in semifinale giocherà contro la vincente di Brasile-Belgio.

Mondiali, impresa Belgio: eliminato il Brasile

(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - Il Belgio accede alle semifinali di Russia 2018 battendo per una volta una squadra sudamericana. Il Brasile di Tite ha perso al Kazan Arena 1-2 contro gli uomini di Martinez. Il vantaggio dei Diavoli Rossi arriva su autogol di Fernandinho su cross giunto dal corner. Il terzino carioca devia nella propria porta il pallone, beffando Allisson. Il 2-0 arriva da De Bruyne che di destro finalizza al meglio un contropiede di Lukaku.

Nella ripresa il Brasile, nonostante una prestazione sotto tono, accorcia le distanze con Renato Augusto, bravo a battere di testa Courtois per il 1-2. Nei minuti di recupero, il portiere belga si esalta con una prodezza per una parata salva-risultato su tiro a giro di Neymar, che consente al Belgio di sfidare la Francia alle semifinali.

venerdì 6 luglio 2018

Marco Larossa vittorioso ad Oppido Lucano


OPPIDO LUCANO (PZ) – I colli lucani nascondono sempre meraviglie dietro l’angolo, a maggior ragione se vengono associati alla bicicletta. Domenica, ad Oppido, se ne è avuta la dimostrazione con il 1° Mediofondo “La Tre Colli”, 86 km per ben 1660 metri di dislivello, tappa di campionato regionale Csain. Protagonisti di giornata i ragazzi dell’ASD Pedale Elettrico, che hanno interpretato al meglio il percorso calibrando le possibilità di vittoria su Marco Larossa.

Marco Larossa si impone a Oppido Lucano al termine dello sprint

E infatti sul rettilineo d’arrivo, al termine di una corsa nervosa, si è presentato un gruppetto di 10 unità, sulle quali Marco Larossa ha potuto imporre le sue doti di velocista, ben pilotato dai suoi compagni di squadra anche e soprattutto delle rampe più difficili dell’erta finale.

Con il suo successo salgono a 11 le vittorie stagionali del Pedale Elettrico, mentre 5 sono le perse nel ruolino personale di Larossa. Da segnalare il 5° posto di Valerio Garofalo, ottimo piazzamento nonostante il lavoro da gregario. Perché, in fondo, il vero obiettivo è il successo di squadra.

«Oggi è andata così, riuscendo a spuntarla in volata su un gruppetto di una decina di unità, dopo la selezione in salita – ha commentato a caldo il giovane corridore tranese – la vittoria è dedicata alla mia ragazza Martina, con un grandissimo ringraziamento ai miei compagni di squadra del Pedale Elettrico, che mi hanno dato manforte, in particolare nel difficile finale».

Domenica naso all'insù verso il Monte Bondone

Le avventure del Pedale Elettrico continuano. Domenica, per esempio, potremo vederli in tv, con un drappello della squadra impegnato nella Charly Gaul Trento-Monte Bondone. Pronti a lasciarvi elettrizzare dai ragazzi della saetta bianco-blu? #pedalaconnoi #elettrizzati

giovedì 5 luglio 2018

Ronaldo, tra casa a Torino e spiraglio Real


di PIERO CHIMENTI - Il quotidiano spagnolo Marca rilancia l'indiscrezione che vedrebbe CR7 ormai prossimo al bianconero, tanto che starebbe cercando casa a Torino. A consumare lo strappo col Real Madrid sarebbe stato il continuo corteggiamento di Neymar portato avanti da Perez, oltre la mancata difesa dei blancos per la sua vicenda col fisco ed il mancato adeguamento del ingaggio. Ed è proprio questo nodo della questione economica irrisolta col Real che potrebbe far saltare l'arrivo di Ronaldo in Serie A, facendo di fatto trovare la Juve con un pugno di mosche in mano.

mercoledì 4 luglio 2018

Mondiali: Svezia e Inghilterra le ultime qualificate per i quarti

(credits: Fifa)
di PIERO CHIMENTI - La Svezia si sta rivelando la sorpresa di questi mondiali, qualificandosi ai quarti a spese della Svizzera. Dopo un primo tempo equilibrato, il vantaggio scandinavo arriva al 66' con Forsberg che, servito da Toivonen, finta e poi calcia di destro, trovando la decisiva deviazione di Akanji che spiazza Sommer. Nei minuti successivi gli elvetici tentano un assalto che risulterà sterile.


Mondiali: Colombia-Inghilterra 4-5, Kane guida i leoni ai quarti 
(credits: Fifa)
di ANTONIO GAZZILLO - È l'Inghilterra l'ultima squadra a raggiungere i quarti di finale, dove affronterà la Svezia, dopo la vittoria ai calci di rigore contro la Colombia.

Il match tra le due squadre si è rivelato davvero equilibrato. La nazionale inglese ha sbloccato il risultato 57' minuto grazie ad un calcio di rigore conquistato e trasformato da Kane, sempre più capocannoniere della competizione .

La Colombia ha pareggiato i conti al 93' quando Mina ha trafitto di testa l'estremo difensore avversario sugli sviluppi dell'ultimo calcio d'angolo della partita.

La gara si è protratta fino ai calci di rigore dove gli errori di Uribe e Bacca hanno condannato la Colombia all'eliminazione.

Colombia-Inghilterra 4-5 (1-1 dopo tempi regolamentari e supplementari).

Colombia (4-3-3): Ospina, Mina, Moijca, D.Sanchez, Arias (10' sts Zapata), Barrios, Lerma (16' st Bacca), C.Sanchez (34' st Uribe), Quintero (43' st Muriel), J.Cuadrado, Falcao. (3 Murillo, 8 Aguilar, 12 Vargas, 18 Díaz, 21 Izquierdo, 22 J.F.Cuadrado, 10 J.Rodriguez, 19 Borja). All.: Pekerman.

Inghilterra (3-1-4-2): Pickford, Maguire, Walker (8' sts Rashford), Stones, Lingard, Trippier, Dele Alli (36' st Dier), Henderson, Young (12' pts Rose), Sterling (43' st Vardy), Kane. (13 Butland, 14 Welbeck, 15 Cahill, 16 Jones, 21 Loftus-Cheek, 22 Alexander-Arnold, 23 Pope). All.: Southgate. Arbitro: Geiger (Usa).

Reti: nel st 12' Kane (rig.), 48' Mina. Sequenza rigori: Falcao (gol), Kane (gol), J.Cuadrado (gol), Rashford (gol), Muriel (gol), Henderson (parato), Uribe (traversa), Trippier (gol), Bacca (parato), Dier (gol). Angoli: 7-2 per l'Inghilterra. Recupero: 3' e 5'; 1' e 1'. Ammoniti: Barrios, Arias, C.Sanchez, Henderson, Bacca, Lingard, J.Cuadrado per gioco falloso; Falcao per proteste.

martedì 3 luglio 2018

Juve pronta a far pazzie per Ronaldo: offerti 120 milioni al Real


MADRID - Scuote il mondo calcistico la prima pagina del quotidiano Marca, vicinissimo al Real Madrid da anni, in cui campeggia questo titolo: "La Juventus fa sul serio per Cristiano Ronaldo", si legge a proposito del campione portoghese. "Il club campione d'Italia ha avviato la trattativa, offerti 4 anni di contratto e 120 milioni di euro al Real da subito, si tratta con CR7", aggiunge Marca.

In più, un dettaglio da non sottovalutare: "Ronaldo ha garantito alla Juventus che ci potrà essere dal Real Madrid un sostanzioso sconto sulla sua clausola rescissoria", conclude il quotidiano.

Dopo le voci in Italia degli ultimi giorni, la bomba dalla Spagna: la Juve vuole Ronaldo ed è pronta a mettere in campo 240 milioni tra ingaggio e cartellino per portarlo via dalla corte di Perez.

Mondiali: avanzano Brasile e Belgio

(credits: Fifa)

di PIERO CHIMENTI - Il Messico non riesce a fermare il Brasile, nonostante nei primi 25' i gialloverdi siano sotto tono. Il vantaggio dei penta campioni arriva al 51' con Neymar bravo a farsi trovare puntuale sotto porta e spingere in rete la palla di Willian.

Sul finire della partita arriva il gol fotocopia, però a dare l'assist a Firmino per il 2-0 è O'Ney. Brasile ai quarti attende la vincente di Belgio-Giappone che si giocherà in serata alle ore 20.

Mondiali: remuntada Belgio. Giappone sconfitto 3 a 2

(credits: Fifa)
di ANTONIO GAZZILLO - È stato un match spettacolare e ricco di gol quello tra Belgio e Giappone. Le furie rosse sono state autrici di una rimonta fantastica con la quale hanno battuto il Giappone per 3 a 2 qualificandosi per i quarti dove incontreranno il Brasile.

I nipponici si sono portati sul doppio vantaggio. Al 48' Haraguchi ha trafitto Courtois con un bel diagonale finalizzando un'azione di contropiede. Al 52' Inui si è letteralmente inventato la conclusione del 2 a 0. Il Belgio però non si è demoralizzato e ha avuto la forza di rimontare. Al 69' Vertonghen ha sorpreso con un colpo di testa l'estremo difensore avversario.

Il pareggio è arrivato al 74' grazie al neo entrato Fellaini e Chadli ha completato la rimonta al 95' minuto dopo una splendida azione corale.

lunedì 2 luglio 2018

MondialI: Passano ai Quarti la Russia e la Croazia


(credits: Fifa)

di ANTONIO GAZZILLO - Dopo le eliminazioni di Argentina e Portogallo, è la Spagna a lasciare clamorosamente i mondiali. L'ottavo di finale contro la Russia ha avuto un padrone solo dopo i calci di rigore.

I tempi regolamentari si sono conclusi con un pareggio per 1 a 1. Gli uomini di Hierro hanno sbloccato il risultato all'11' minuto grazie ad un autogol di Ignashevich. La nazionale russa ha pareggiato i conti con un rigore finalizzato da Dzyuba e ottenuto per un tocco di mano di Pique in area di rigore.

Il risultato non è cambiato ai supplementari e ai calci di rigore il portiere russo Akinfeev è stato incoronato eroe dopo aver fermato Koke e Aspas dagli 11 metri, portando la sua nazionale ai quarti e la Spagna all'eliminazione.


Mondiali, decide ancora la lotteria dei rigori: Rakitic regala i quarti alla Croazia


(credits: Fifa)

di FRANCESCO LOIACONO - A Novograd la Croazia ha vinto 4-3 ai rigori contro la Danimarca e si è qualificata per i quarti di finale dei mondiali in Russia. I tempi regolamentari e supplementari erano terminati 1-1. Nel primo tempo al 1’ è passata in vantaggio la Danimarca con Jorgensen, tiro di destro. Al 4’ la Croazia ha pareggiato con Mandzukic di sinistro su cross di Vrsaljko.

Nel secondo tempo supplementare al 10’ la Croazia ha sbagliato un rigore con Modric dato per fallo di Zanka su Rebic. Modric si è fatto parare il tiro dal portiere Schmeichel. Ai rigori decisivi per i danesi gli errori di Eriksen, Schone e Jorgensen che si sono fatti bloccare i tiri dal portiere Subasic. Per i croati rigore decisivo segnato da Rakitic.

Nei quarti di finale la Croazia giocherà sabato 7 luglio alle 20 contro la Russia che ha superato 5-4 ai rigori la Spagna.

domenica 1 luglio 2018

Mondiale: Francia e Uruguay prime semifinaliste

 
(credits: Fifa)

di FRANCESCO LOIACONO - A Kazan nei mondiali di calcio in Russia la Francia ha vinto 4-3 contro l’Argentina e si è qualificata per i quarti di finale. Nel primo tempo al 13’ è passata in vantaggio la Francia con Griezmann su rigore concesso per un fallo di Rojo su Mbappè. Al 41’ l’Argentina ha pareggiato con Di Maria, tiro di sinistro da venticinque metri.

Nel secondo tempo al 3’ i sudamericani hanno ribaltato la partita con Marcado che ha deviato di destro in rete un tiro di sinistro di Messi. Al 12’ i transalpini hanno pareggiato con Pavard, tiro di destro da fuori area su cross di Hernandez. Al 19’ la Francia è andata in gol con Mbappè di sinistro. Al 23’ quarta rete della Francia ancora con Mbappè, tiro di destro su passaggio di Giroud. Al 92’ l’Argentina ha accorciato le distanze con Aguero di testa su cross di Messi. L’Argentina è stata eliminata. Nei quarti di finale la Francia giocherà contro la vincente di Portogallo-Uruguay.

Mondiale: dopo Messi fuori anche Ronaldo

(credits: Fifa)
Dopo Messi anche CR7 è fuori dal Mondiale, che perde in una sera i suoi due protagonisti principali. L'Uruguay ha sconfitto 2-1 il Portogallo con una doppietta di Cavani e si è qualificato ai quarti del torneo, al termine della partita degli ottavi giocata a Sochi. Il 6 luglio affronterà la Francia che ha eliminato l'Argentina di Messi.

IL MATCH - Il primo gol del Matador arriva al 7' dopo un bello scambio con Suarez, culminato dal cross su cui Cavani si avventa di testa per l'1-0. Nella ripresa Pepe rimette la situazione in parità, sfruttando al meglio il calcio d'angolo calciato da Guerrero. Al 62' è ancora Cavani a decidere il match battendo Rui Patricio col piattone su cross di Bentancur, facendo esultare anche il ct dei celesti Tabarez. Al 72' un bel gesto di sportività: CR7 accompagna Cavani fuori dal campo dopo un infortunio che rischia di tenere il bomber fuori dal campo per i quarti. (P.Chimenti)

venerdì 29 giugno 2018

Mondiali: avanzano Colombia, Giappone, Belgio e Inghilterra

(credits: Fifa)

di ANTONIO GAZZILLO - Nonostante la sconfitta all'esordio mondiale con il Giappone, nel gruppo H è la Colombia ad ottenere la qualificazione come prima del girone battendo il Senegal per 1 a 0.

Il risultato è stato sbloccato nella ripresa al 74' minuto grazie a Mina che ha insaccato in rete di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Nell'altra gara del girone invece il Giappone, nonostante la sconfitta subita per mano della Polonia, si è qualificata agli ottavi grazie al minor numero di cartellini ottenuti rispetto al Senegal.

La Polonia, squadra che non aveva più nulla da chiedere in quanto ultima nel girone, ha battuto i nipponici con un gol di Bednarek al 59'minuto.

Mondiali: il Belgio batte l'Inghilterra e ottiene il primo posto nel girone
(credits: Fifa)

di ANTONIO GAZZILLO - Nel girone G è stato il Belgio ad ottenere la qualificazione come prima del girone grazie alla vittoria per 1 a 0 sull'Inghilterra, qualificata invece come seconda. Il gol decisivo è arrivato ad inizio ripresa, al 51'minuto, grazie a Januzaj, autore di uno splendido tiro a giro che non ha lasciato scampo all'estremo difensore avversario.

Il Belgio affronterà il Giappone agli ottavi mentre la nazionale inglese se la vedrà con la Colombia.


Nell'altro match del gruppo, la Tunisia ha battuto Panama per 2 a 1, ma entrambe le squadre erano già eliminate. Panama è passato in vantaggio al 33' con un tiro di Rodriguez deviato in rete da Meriah. La Tunisia ha rimontato prima al 51' con Ben Youssef e al 66' con Khazri.

giovedì 28 giugno 2018

Milan cacciato dall'Europa: massima punizione Uefa


di PIERO CHIMENTI - La Uefa ha emesso la massima pena contro il Milan per il mancato rispetto del fair play finanziario. La decisione del massimo organo europeo è l'esclusione dall'Europa League per una stagione, senza però il pagamento di una multa. Fassone potrà fare ricorso al Tas per cercare di ribaltare la sentenza.