Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

giovedì 20 settembre 2018

Serie C: il Matera vince 2-0 in casa col Rieti

di FRANCESCO LOIACONO - Nella prima giornata di andata del girone C di serie C il Matera ha vinto 2-0 in casa col Rieti. Nel primo tempo i lucani insidiosi. Un tiro di Casiello ha sfiorato il palo. I laziali hanno replicato. Cericola è stato anticipato all’ultimo momento dal difensore Risaliti.

Il Matera è passato in vantaggio con Scaringella di destro. Il Rieti in contropiede. Un tiro di Maistro ha trovato la valida opposizione con le mani del portiere Farroni. I blu della città dei sassi velocissimi. Una girata di Orlando ha trovato pronto a ribattere con i pugni il portiere Chastre. Il Matera ha raddoppiato con Ricci, tocco di sinistro.

Nel secondo tempo il Rieti ha cercato di riaprire la partita. Un colpo di testa di Gallifuoco è terminato di poco a lato. Una forte conclusione di sinistro di Kean non ha inquadrato la porta. Importante successo del Matera. La squadra allenata da Imbimbo ha notevoli possibilità di disputare un buon campionato.

Giornata agrodolce la prima di andata per le squadre lucane di serie D


di FRANCESCO LOIACONO - Nel girone H il Francavilla in Sinni ha perso 3-0 in casa col Nola. Nel primo tempo in vantaggio i campani con Esposito di testa su cross di Olivieri. Nel secondo tempo il raddoppio di Scielzo di sinistro. Il Francavilla in Sinni insidioso. Un colpo di testa di Acosta ha sfiorato la traversa. Ha provato di destro D’Auria, ma il portiere Gragnaniello ha respinto con le mani. Il Nola ha realizzato il terzo gol con Vaccaro, tiro di destro dal limite dell’area.

Il Picerno ha vinto 2-0 in casa contro il Savoia. Nel primo tempo in gol i lucani con Santaniello di destro. Il Picerno ha raddoppiato ancora con Santaniello di sinistro. Nella ripresa i lucani arrembanti. Fontana è stato anticipato all’ultimo momento dal portiere Savini.

Nel girone I, quello del Bari, il Rotonda ha vinto 1-0 a Castrovillari col Marsala. Nel primo tempo i lucani in contropiede. Un destro dell’argentino Gallardo ha trovato la valida opposizione del portiere Giappone in corner. Nella ripresa i siciliani in azione di rimessa. Balistreri per poco non è riuscito a tirare in porta. Il Rotonda è passato in vantaggio con l’uruguaiano Flores su rigore concesso per un fallo di Sekkoum su Ostuni. Successo importante per la squadra allenata da Pugliese.

martedì 18 settembre 2018

Serie C: il Potenza perde per 1-0 a Catanzaro

di FRANCESCO LOIACONO - Nella prima giornata del girone C di serie C il Potenza ha perso 1-0 a Catanzaro. Nel primo tempo i calabresi sono passati in vantaggio con Ciccone su rigore concesso per un fallo di Sales su Nicoletti. Fischnaller ha sfiorato il raddoppio, il suo tiro è terminato di poco fuori. Giannone è stato anticipato per un soffio in area di rigore dal difensore Ramos. I lucani in contropiede. Un destro di Strambelli ha lambito il palo. Il regista del Potenza ha riprovato su punizione, la palla per un niente non è finita in rete. Guaita è stato contrastato con sicurezza dal portiere Golubovic.

Nel secondo tempo il Potenza velocissimo. Una botta di destro di Ramos su calcio piazzato ha visto il difficile salvataggio di Golubovic. Il Catanzaro ha aumentato i ritmi del suo gioco. Un sinistro di D’Ursi ha trovato la valida opposizione con le mani del portiere Ioime. Immeritata sconfitta per il Potenza, ma la squadra allenata da Ragno può sicuramente riprendersi presto.

Larossa il fuggitivo: ad Altamura tappa e maglia per il Pedale Elettrico


ALTAMURA (BA) - Il Pedale Elettrico cala l’asso e pone (quasi) i sigilli sul Giro dell’Arcobaleno 2018. Ad Altamura, nel decimo appuntamento dell’ormai consolidato circuito del Sud Italia, Marco Larossa ha regalato una perla ai tifosi della saetta bianco-blu.

Nella gran fondo murgiana il corridore tranese si è reso protagonista di una coraggiosa azione da lontano, durata quasi 100 km. Nel finale, agli ultimi 600 metri è rientrato Tommaso Elettrico in maglia iridata, ma Larossa è riuscito a tener duro e a primeggiare. Da segnalare il 4° posto di Valerio Garofalo e il 5° di Giuseppe Navedoro, mentre terza tra le ragazze è giunta Rosa Colasuonno.

L'arrivo vittorioso di Marco Larossa su Tommaso Elettrico ad Altamura. 100 km di fuga, un'azione straordinaria!

«Questa vittoria mi mancava! Inseguita, cercata e meritata – ha commentato Larossa con la grinta che lo contraddistingue - in fuga dai primissimi chilometri, prima in coppia e poi da solo quando all’arrivo ne mancavano ben 40. Un totale di 100 km in fuga, devo dire che mi sono stupito, riuscendo a resistere anche al ritorno del secondo ai 500 metri dall’arrivo. Una vittoria che per me vale doppio, perché concretizza sempre di più la leadership del Giro dell’Arcobaleno dopo dieci tappe».

La vittoria di Marco Larossa è infatti valso il consolidamento in cima alla classifica del Giro dell’Arcobaleno, uno degli obiettivi stagionali dell’ASD Pedale Elettrico e giunto quasi all’atto conclusivo.

Ma la stagione dell’ASD Pedale Elettrico non è ancora terminata. Domenica si corre a Fisciano, in terra campana. In casa CPS D’Auria un importante appuntamento in cui continuare a confrontarsi con i migliori granfondisti del sud Italia.

Mondiali maschili volley 2018: il diario di Barivolley2018


BARI - La Russia conquista il pass per la seconda fase e attende la super sfida di domani con la Serbia. L'Australia conclude la prima fase con la matematica qualificazione al secondo round. Domani ultima "giornata mundial" al PalaFlorio di Bari.

E' stata la giornata dei verdetti nella pool C di Bari che assegna la qualificazione alla seconda fase a Russia e Australia che si aggiungono alle già qualificate Stati Uniti e Serbia. Nella prima gara del pomeriggio il Camerun ha salutato il mondiale con una sconfitta contro i campioni della VNL della Russia, che con il 3-0 di oggi conquistano la matematica certezza di volare alla seconda fase potendo però conoscere solo domani, dopo la super sfida con la Serbia, il proprio destino.

Sarà in Italia invece il destino dell'Australia che, con la matematica certezza di concludere al quarto posto la Pool C di questo mondiale, finirà nella pool F di Bologna (in caso di prima posizione dell'Italia nella pool A) o nella pool E a Milano (se l'Italia non termina al primo posto nella pool A).

Sarà quindi super sfida tra Russia e Serbia domani alle 20.30 al PalaFlorio di Bari che, alla luce del risultato della sfida tra Stati Uniti e Tunisia delle 17, si giocheranno le prime posizioni nella pool C per conoscere la griglia definitiva in vista del secondo round che farà tappa nelle quattro sedi di Milano, Bologna, Sofia e Varna.

Promozioni biglietteria per domani

- Tutti gli under20 potranno acquistare al costo di 5 euro, presso il botteghino del PalaFlorio, i biglietti per il terzo anello per assistere alle due gare.

- Speciale promozione "5 al prezzo di 4": Per la giornata di domani (martedì) è possibile usufruire della promozione con la quale si avrà diritto a 5 biglietti (per qualsiasi settore) acquistandone 4. È possibile usifruire della promozione tramite il link http://www.fipavpuglia.it/biglietteria.asp (on line fino alle ore 12) o presentandosi presso il botteghino del PalaFlorio (per l'intera giornata).


Pool C (Bari)

17 settembre: Russia-Camerun 3-0; Australia-Tunisia 3-1. Riposano Stati Uniti e Serbia.

Classifica: Stati Uniti 4v 10p, Serbia 3v 10p, Russia 3v 9p, Australia 2v 7p, Camerun 1v 3p, , Tunisia 0v 0p.

Pool C (Bari) - Risultati e Calendario

12 settembre: Camerun-Tunisia 3-0 (25-20, 28-26, 25-21); Australia-Russia 0-3 (21-25, 20-25, 16-25); Stati Uniti-Serbia 3-2 (15-25, 25-14, 21-25, 25-20, 15-10)

13 settembre: Australia-Stati Uniti 2-3 (23-25; 20-25; 25-22; 25-23; 10-15); Camerun-Serbia 0-3 (28-30; 16-25; 17-25). Riposano Russia e Tunisia.

14 settembre: Australia - Camerun (21-25, 25-17, 25-22, 25-20); Russia - Tunisia 3-0 (25-19, 25-6, 25-19). Riposano Stati Uniti e Serbia.

15 settembre: Serbia-Tunisia 3-1 (20-25, 25-20, 25-21, 25-20); Stati Uniti-Russia 3-1 (25-23, 20-25, 25-23, 25-20). Riposano Australia e Camerun.

16 settembre: Camerun-Stati Uniti 0-3 (18-25, 20-25, 14-25); Serbia-Australia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-19). Riposano Russia e Tunisia.

17 settembre: Russia-Camerun 3-0 (25-16, 30-28, 25-15); Australia-Tunisia 3-1 (16-25, 25-17, 25-19, 25-16). Riposano Stati Uniti e Serbia.

18 settembre: ore 17 Stati Uniti-Tunisia; ore 20.30 Serbia-Russia. Riposano Australia e Camerun.
_______________

Match 1
Russia batte Camerun 3 a 0 e si qualifica alla seconda fase. Gli africani salutano il Mondiale

Russia-Camerun 3-0 (25-16, 30-28, 25-15)

Bari, Italy, September 17, 2018 - Dopo aver osservato il proprio turno di riposo, la Russia riprende la marcia e spegne le speranze del Camerun imponendosi per 3 a 0 (26-16, 30-28, 25-15). Victor Poletaev con 13, Volkov e Mikhaylov con 10 punti portano la corazzata allenata da coach Sergei Shliapnikov a 9 punti, uno in meno del duo di testa, con l'insidioso esame serbo da sostenere nell'ultimo incontro di domani sera per capire con quali gradi i russi si presenteranno alla seconda fase mondiale. Kody Bitjaa con 11 punti è invece il miglior marcatore di un Camerun che saluta Bari ed il mondiale con tre punti ed un buon bagaglio di esperienza e indicazioni per il futuro.

Il sesto giorno di gare al PalaFlorio di Bari si apre con la sfida tra i russi, intenzionati a riavvicinarsi a USA e Serbia in fuga nella pool C, ed i camerunensi, chiamati a realizzare una vera e propria impresa sportiva per avere la meglio sui recenti vincitori della Volley Nations League nonché campioni d'Europa in carica. Considerando che domani, nell'ultima giornata prevista dal calendario, tanto il Camerun quanto l'Australia osserveranno il turno di riposo, servono punti agli africani, a quota 3 ed a meno uno dagli australiani che in serata possono comunque ipotecare il passaggio del turno battendo la Tunisia ultima della classe. Per i russi in campo i titolarissimi, Coach Blaise Mayam Re Niof deve ancora fare a meno di capitan Nathan Wounembaina infortunato, sposta David Patrick Feughouo in banda, dando cosi spazio all'opposto Yvan Arthur Kody Bitja. Appaiate al primo timeout tecnico, le squadre si allontanano per il solco tracciato dalla Russia e da Maxim Mikhaylov che nel finale di primo set realizza due ace consecutivi, seguiti dall'attacco vincente del 25-16. Nel secondo parziale i russi affidano la regia a capitan Sergey Grankin, con Ilyas Kurkaev per Dmitriy Muserskiy e man mano Yury Berezhko per Dmitry Volkov e Victor Poletaev per Mikhaylov, tra i camerunensi dentro il libero Alain Fossi Kamto. La trama del secondo round segue inizialmene lo stesso andamento, 8-7 al primo tempo tecnico, 16-12 al secondo, prima della riscossa africana firmata da Kody, che non impedisce però ai russi di prevalere ai vantaggi con il 30-28 del 2 a 0. Anche il libero Alexander Sokolov nel terzo set conclusivo, chiuso sul 25-15 del 3 a 0.

Dichiarazioni

Sergei Shliapnikov (Head Coach Russia): "Siamo sempre stati nel pieno controllo del match, nonostante qualche piccola difficoltà incontrata nel secondo set chiuso ai vantaggi. Il risultato finale è giusto per quanto visto sul rettangolo di gioco. Adesso, con la massima concentrazione, ci prepareremo alla partita di domani contro la Serbia, una sfida difficile ma, al contempo, importantissima per il prosieguo del nostro cammino in questo Mondiale".

Blaise Mayam Re Niof:"Dispiace non aver passato il turno. Facevamo parte di un girone con nazionali molto forti come Stati Uniti, Russia e Serbia. Gli infortuni riportati prima e nel corso di questa competizione ci hanno fortemente penalizzato nel raggiungimento del nostro obiettivo. Ci faremo trovare pronti per il prossimo Mondiale. Lavoreremo tanto per crescere e diventare una delle squadre più forti del mondo. Il prossimo step per i miei ragazzi sarà la Coppa d'Africa nel 2019. Al momento siamo la terza squadra africana. Daremo il massimo per laurearci campioni!"

Video

17-09-2018: #barivolley2018 - Le voci della Russia nel post Camerun - Russia -> https://youtu.be/ZFRX2y_Iotc

17-09-2018: #barivolley2018 - Le voci del Camerun nel post Camerun - Russia -> https://youtu.be/CIjSgHa4nGQ
__________________

Match 2

Williams porta l'Australia alla seconda fase mondiale, Tunisia sconfitta 3 a 1

Australia-Tunisia 3-1 (16-25, 25-17, 25-19, 25-16)

Bari, Italy, September 17, 2018 - Trascinata ancora una volta da uno strepitoso Lincoln Alexander Williams, autore di ben 25 punti, l'Australia stacca il pass verso la seconda fase dei mondiali. Dopo aver concesso il primo set ad un'arrembante Tunisia, i canguri hanno ribaltato la situazione con il 3-1 (16-25, 25-17, 25-19, 25-16) che consegna la matematica certezza del passaggio alla fase successiva come quarta forza della pool C barese.

L'ottimo avvio dei tunisini ed i 13 punti totali dell'opposto Ali Bongui, non sono bastati per scongiurare la quarta sconfitta in altrettante partite disputate. Con le quattro squadre ormai promosse al prossimo turno, per smuovere la classifica della Tunisia ora resta la proibitiva sfida con gli USA.

La gara serale della sesta giornata presso il PalaFlorio di Bari propone il match tra l'Australia e la Tunisia. I canguri, rassicurati dalla sconfitta pomeridiana del Camerun con la Russia che ha di fatto estromesso gli africani dalla corsa alla seconda fase, hanno l'obbligo di non abbassare la guardia nell'ultimo incontro da disputare prima del turno di riposo previsto per la giornata di domani. Anche se ultimi del girone con 0 punti, i tunisini infatti con una vittoria ed un complicato bis domani contro la capolista USA, centrerebbero una clamorosa qualificazione a scapito proprio della formazione oceanica.

E' proprio la Tunisia a partire meglio, tanto che il coach australiano Mark Lebedew è costretto a spendere il timeout sullo 0-4 per invertire il trend negativo dei suoi. Gli uomini guidati dal tecnico Antonio Giacobbe però vanno avanti 4-8 e 9-16 alle soste dei tempi tecnici. La formazione nordafricana si conferma determinata a non salutare anzitempo il suo mondiale e si porta in vantaggio mettendo pressione all'avversario con il 16-25 dello 0 a 1.

La panchina australiana allora inserisce Luke Smith per dare una scossa, la prima parte di set è molto equilibrata e le due contendenti si fronteggiano punto su punto fino all'allungo dei canguri sul 16-12 della seconda sosta tecnica, preludio al 25-17 dell'1-1. La Tunisia gioca la carta Hamza Nagga ma l'andamento del match segue l'inerzia del set precedente e l'Australia ribalta la situazione, il ritorno in campo di Ali Bongui non impedisce il 25-19 del sorpasso. Nel quarto set arriva la definitiva conferma di come il primo sia stato per gli australiani un incidente di percorso, il miglior momento tunisino si è infatti esaurito quando gli avversari hanno sistemato la ricezione rispolverando i colpi migliori in un'attacco trascinato ancora una volta dall'opposto Williams, determinante per raggiungere il 25-16 del definitivo 3-1.
Dichiarazioni

Lincoln Williams (Opposto Australia): "Abbiamo iniziato questo match con il freno a mano tirato, pagando un pò la stanchezza di questa prima fase. Dal secondo set in poi, siamo tornati ad imporre il nostro gioco, conquistando meritatamente i tre punti e la qualificazione. Siamo soddisfatti del cammino sinora compiuto. Nonostante la nostra giovane età, siamo riusciti a confrontarci a viso aperto con nazionali del calibro di Russia e Stati Uniti. Non vediamo l'ora che parta la seconda fase per misurarci con le squadre più forti di questa competizione".

Antonio Giacobbe (Head Coach Tunisia): "In questo momento è difficile tracciare un bilancio di questa spedizione. Dopo una sconfitta, ci sono sempre sentimenti negativi. La partita contro l'Australia è iniziata davvero bene. Vinto il primo set, però, abbiamo subito il ritorno degli avversari, che ci hanno messo in seria difficoltà con la loro forza in attacco. Domani chiudiamo questa esperienza con un impegno molto gravoso. Ci ritroveremo, dall'altra parte della rete, una squadra come gli Stati Uniti, al momento ai vertici della pallavolo mondiale. Dovremo affrontarla con gioia e spensieratezza, anche perchè non capita tutti i giorni di disputare gare di questo livello".

Video

17-09-2018: #barivolley2018 - Le voci della Tunisia nel post Tunisia-Australia -> https://youtu.be/eJWdoqeySys

17-09-2018: #barivolley2018 - Le voci dell'Australia nel post Tunisia-Australia -> https://youtu.be/fhHdKmwZvRE
________________

Fuori dal campo...

Antonio Giacobbe e il mondiale tunisino nella sua Bari

Ha riportato la Tunisia sul gradino più alto del podio Africano conquistando il titolo di campioni d'Africa e l'importante qualificazione ai campionati del mondo maschili 2018. Destino ha voluto che il mondiale dei tunisini facesse tappa a Bari, quella Bari che Antonio Giacobbe, tecnico di Cecina classe 1947, ha guidato al femminile per 6 anni facendo del PalaFlorio la propria casa. Una vita tra le panchine italiane del volley maschile e femminile prima di volare in Africa per portare la scuola italiana li dove c'è fame di grande pallavolo dopo a ricoperto il ruolo di guida tecnica della nazionale italiana femminile dal 1980 al 1985. Dal 2000 al 2007 il suo primo ciclo alla guida della nazionale tunisina di pallavolo prima di passare a quella egiziana nel 2009 per poi essere chiamato nuovamente a gran voce in Tunisia, nazionale con la quale nel 2018 ha conquistato il titolo di campioni d'Africa, titolo che ha proiettato i tunisini al mondiale itali-bulgaro ed in particolare nella sua Bari: "Io gioco in casa due volte, una perchè sono in Italia e una perchè sono a Bari dove ho allenato per sei anni. Sono contento di essere in questa città e sono contento di potermi godere a pieno questo mondiale da diversi punti di vista. Nonostante sia preso pienamente dal mondiale sono stato contento di aver rivisto amici, questo palazzetto e questo mi ha fatto rivivere emozioni passate ma sempre presenti nel mio cuore". Se parliamo di pallavolo italiana, Giacobbe, con un pizzico di orgoglio, racconta quanto in Tunisia il nostro campionato sia visto come il top a livello mondiale: "Quando si pensa alla pallavolo italiana si pensa al campionato italiano, un campionato di eccellenza guardato con ammirazione da tutto il mondo. In Tunisia si identifica la pallavolo italiana con il campionato italiano. Non crediamo al caso, ha dichiarato in una recente intervista e

Su questo mondiale ritengo che la Russia sia una formazione forte e concreta, forse non quella che gioca meglio ma che può mettere in campo una prepotenza fisica notevole potendo risolvere a proprio favore le situazioni in maniera più semplice".

Nikola Grbic tra sogni mondiali e il fascino della prossima SuperLega. L'approfondimento video
17-09-2018: #barivolley2018 - Pool C a Bari, fari puntati su Nikola Grbic -> https://youtu.be/O0toJmuDRHg

lunedì 17 settembre 2018

Da tutta Italia lettere a supporto dell’istituzione della Ciclo-Via Appenninica


POTENZA - Numerose sono le lettere di sostegno che in queste ultime settimane sono state inviate alla Direzione Generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a favore dell’inserimento della Ciclo-Via Appenninica tra le Ciclo-Vie Turistiche Nazionali. Alle diverse missive di Comuni, Parchi e Regioni si aggiungono quelle di alcune delle maggiori Associazioni Nazionali.

Il Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia, Francesco Rivolta, commenta: “Siamo a confermare il sostegno di Confcommercio all’iniziativa e ad evidenziare che la progettualità è completa e che l’infrastruttura della Ciclo-Via Appenninica è quasi totalmente già realizzata poiché il percorso individuato interessa esclusivamente strade secondarie provinciali e comunali ormai non più frequentate che necessitano di sole opere di manutenzione e prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico”.

Sulla stessa linea il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, che afferma: “La proposta rimette al centro la dorsale appenninica e tende a recuperare i borghi con eccellenze culturali e paesaggistiche in gran parte abbandonati per effetto dell’attrazione dei grandi centri urbani. La valorizzazione della Ciclo-Via Appenninica contribuirebbe ad una più equilibrata promozione e fruizione delle nostre risorse ambientali, turistiche ed economiche”.

Il Presidente dell’Unione Nazionale delle Pro-loco d’Italia, Nino La Spina, evidenzia: “La rete delle Pro Loco ha aderito fin dall’inizio al progetto #AppenninoBikeTour e collabora a supporto di questa iniziativa attraverso l’attivazione di punti di accoglienza e di informazione per tutti i fruitori di questo percorso”.

Sottolinea il Segretario Generale del Centro Turistico Giovanile, Alberto Ferrari: “Come CTG - Centro Turistico Giovanile – siamo impegnati a incentivare un tipo di turismo lento e rispettoso dell’ambiente, da noi praticato sin dalle origini della nostra associazione nel 1949. Siamo infatti convinti che le vie cicloturistiche siano anche un mezzo altamente sostenibile per scoprire tanti luoghi dell’Appennino che hanno bisogno di essere valorizzati e apprezzati”.

Grazie all’interessamento del Touring Club Italiano si è attivata anche l’Alleanza della Mobilità Dolce (AMODO), l’alleanza delle più importanti associazioni nazionali impegnate sul tema della mobilità sostenibile alla quale aderiscono insieme a Touring Club Italiano anche Italia Nostra, Legambiente Onlus, Assoutenti, Associazione Italiana Greenways Onlus, Federazione Italiana Ferrovie Turistiche Museali, Kyoto Club, Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale, Audax Randonneur Italia, In Loco motivi, Iubilantes, Borghi Autentici d’Italia, Associazione Italiana Turismo Responsabile, Terre di mezzo Editore, AIGAE Associazione Guide Ambientali Escursionistiche, Associazione Europea Ferrovieri, Rete dei Cammini, WWF, Federtrek Escursionismo e Ambiente e Federparchi. La portavoce dell’Alleanza, Anna Donati, evidenzia: “Alcune nostre associazioni promotrici come Touring Club Italiano, Legambiente ed AICS sono tra i partner di Appenino Bike Tour. Riteniamo fondamentale l’inserimento di tale progettualità tra le Ciclo-Vie Turistiche Nazionali al fine di costruire una strategia per il rilancio delle aree appenniniche. Si tratta d un progetto non solo di mobilità dolce ma anche di sostegno e crescita delle aree interne del nostro Paese”.

Anche il mondo universitario si è interessato all’iniziativa evidenziandone la positività e il Consorzio Interuniversitario Nazionale per le Scienze Ambientali (CINSA) al quale aderiscono l’Università degli Studi di Parma, Università degli Studi di Firenze, Università di Bologna, Università di Camerino, Università degli Studi dell’Aquila e Università degli Studi di Palermo si è attivata con una lettera di supporto inviata al MIT. Nelson Marmiroli, Direttore del Consorzio Universitario, con entusiasmo afferma: “Condivisione che ha avuto un concreto e autorevole confronto scientifico e istituzionale nel corso del convegno internazionale tenutosi a Villetta Barrea nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. La comunità del CINSA e tutti i partner istituzionali coinvolti sapranno fornire pieno sostegno per rendere la Ciclo-Via Appenninica una delle eccellenze nazionali e internazionali della mobilità ciclabile”.

Contento dell’entusiasmo che si sta creando intorno alla Ciclo-Via Appenninica il Direttore Generale Vivi Appennino, Enrico Della Torre, che afferma: “I sostegni ricevuti, così come la positività dei diversi incontri che stiamo portando avanti, dimostrano come la Ciclo-Via Appenninica possa divenire punto focale per il rilancio delle aree appenniniche. Auspichiamo che con la Legge di stabilità il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, d’intesa con il Ministero dell’Ambiente, decida di istituire la Ciclo-Via. In seguito prenderà avvio una revisione del percorso che porterà al completamento della progettualità con l’obiettivo di inaugurare nel 2020 l’intera segnaletica del percorso”.

domenica 16 settembre 2018

Calcio, altra tragedia questa volta in Francia: calciatore 26enne senegalese si accascia al suolo


CAEN - Ancora una tragedia, venerdì 14 settembre, che sconvolge il mondo del calcio, dopo la morte a marzo di Bruno Boban, 25 anni, dopo una forte pallonata al petto che gli ha causato un collasso. Questa volta siamo in Francia, nel campionato regionale (equivalente alla serie C).

Durante una sessione di allenamento della US Mondeville (Calvados) allo Stadio Jean-Tocquer di Mondeville, vicino a Caen,, un 26enne senegalese, Mamadou Camara, si è accasciato al suolo. Tutto è accaduto verso le 20:00. A stroncarlo sarebbe stato un collasso.

Una morte che riporta alla memoria la tragedia di Piermario Morosini, stroncato nel 2012 da un arresto cardiaco durante Livorno-Pescara, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, l’ultima di una lunga lista di calciatori che questa vita ha strappato presto, troppo presto, ai suoi cari e allo sport.

venerdì 14 settembre 2018

Mediofondo Bosco di Bitonto: superata quota 300 iscritti


MARIOTTO - La Mediofondo Bosco di Bitonto è pronta per entrare nel vivo. La tappa numero otto dell'Iron Bike 2018, che avrà luogo domenica 16 settembre con partenza e arrivo presso la struttura alberghiera Elizabeth Park Hotel sulla via Mariotto-Mellitto, ha superato la soglia dei 300 iscritti.

Messi a punto gli ultimi dettagli dell'organizzazione. Dopo aver girovagato per tutta la Puglia, ed essersi spinta nel cuore della Basilicata più autentica, l’Iron Bike ritrova i sentieri dell’Alta Murgia nella stagione in cui tutto il paesaggio vira sull’arancione. I ciclisti troveranno un terreno secco e molto compatto, ma proprio per via del periodo, gli ultimi giorni d’estate, dovranno vedersela con un tasso di difficoltà innalzato dalla presenza di piante spinose, tipiche della Murgia in questo periodo. Un valore aggiunto che esalterà le capacità di tecnica di guida dei biker, unitamente alla corretta interpretazione delle discese polverose.

Il percorso tracciato dai tecnici del team Oroverde, disegnato attraverso tre diverse aree boschive, il bosco del Ceraso, il bosco di Pietre Tagliate ed il Bosco di Bitonto, si presenta sotto una doppia veste: divertente da un lato, impegnativo dall’altro, con oltre 1000 mt di dislivello in 50 km; reso arduo dall’intensità delle brevi salite, spesso assolate, che toccano pendenze anche del 18%. Tecniche e veloci le discese. Particolarmente adatto agli atleti dotati di una forza esplosiva avrà un grande peso nella definizione delle classifiche finali del circuito, a sole tre gare dal termine. Per coloro che desiderano pedalare senza velleità agonistiche è stato invece previsto un percorso ridotto di poco inferiore ai 30 km, dedicato alla passeggiata cicloturistica non competitiva. Per tutti i partecipanti pacco gara con prodotti dell’enogastronomia locale, offerto da Casa Milo, e pasta party con fresca birra refrigerante per il dopo gara, allestito dal Park Hotel Elizabeth che ospita tutta la logistica dell’evento.

Anche il meteo sembra voler fare l’occhiolino alla Mediofondo Bosco di Bitonto: domenica il sole splenderà sui ciclisti e la temperatura media sarà sui 25° C, ottimale per non soffrire troppo il tracciato murgiano, che storicamente compensa il ridotto dislivello altimetrico rispetto alle tappe montane con le difficoltà legate a temperatura ed umidità. Le iscrizioni sono aperte sino a sabato alle ore 12:00. «Oltre la gara ci sarà una grande festa, oltre la festa una grande gara – fanno sapere dal team Oroverde Bitonto, che come sempre aggiunge un pizzico di brio alle fatiche organizzative - in ogni caso il divertimento è assicurato, non mancate»

L’APPUNTAMENTO – Ore 7.00 / 9.00 ritrovo, verifica licenze, consegna numero di gara, consegna CHIP presso Park Hotel Elizabeth in Mariotto. Riunione tecnica alle 9:15 e alle 9:30 partenza ufficiale. Il tempon massimo per l’arrivo dei concorrenti è fissato alle 13:30, orario in cui avrà inizio il pasta party (accessibile per gli accompagnatori al costo di 5 €). Seguiranno le cerimonie protocollari di premiazione. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita. La partenza della gara dedicata avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte a questo link sul portale dei cronometristi Icron.it. Inoltre tutti gli atleti tesserati presso la FCI, Federazione Ciclistica Italiana, sono tenuti tassativamente (pena l’esclusione dall’elenco dei partenti) ad effettuare l’iscrizione sul portale federale “Fattore K”. Tale obbligo vale sia per i cicloamatori che per gli agonisti.
ID GARA: 145180 – Codice Gara: F011 – Organizzatore: 14°0103.

La quota di iscrizione, per i soli cicloamatori, è fissata in € 20,00 fino a sabato 15 settembre e € 25 domenica 16 settembre, a cui aggiungere il costo del chip di cronometraggio (€ 5,00 da versare in loco). I cicloturisti non tesserati, che prenderanno il via sul percorso non competitivo ad essi dedicato, la tariffa sarà la medesima del percorso agonistico, beneficiando degli stessi servizi. Per tutte le società extraregionali con più di cinque iscritti, il sesto è in omaggio. Simile il trattamento per le società pugliesi: ogni 10 iscritti, l’11° è in omaggio.

«La Società organizzatrice chiede la copia dell’avvenuto pagamento con i nomi dei relativi iscritti da inviare all’indirizzo mail: teamoroverdebitonto@gmail.com per l’assegnazione del numero – spiegano dal team, sottolineando l’importanza di tale passaggio - del chip per cui richiederà alla consegna del tutto la ricevuta in originale del bollettino postale o del bonifico bancario».
Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale

La prossima tappa sarà domenica 16 settembre sulla Murgia, nel bosco di Bitonto.

mercoledì 12 settembre 2018

Dal 15 settembre a Venosa 'Change the game'


VENOSA (PZ) – L’associazione sportiva dilettantistica Special Team, Opera dei Padri Trinitari Venosa-Bernalda e Special Olympics Italia Team Basilicata, in collaborazione con il Comune di Venosa, Essedisport e New Water Park Nettuno, organizzano a Venosa, dal 15 al 20 settembre 2018, il meeting internazionale “Change the game”, riservato ad atleti con disabilità intellettive. In programma gare sportive e attività collaterali di alta inclusione, incentrate sul benessere psico-fisico, la scoperta del territorio, la gioia della condivisione. 

Insieme agli atleti speciali del centro di riabilitazione dei Padri Trinitari, del centro socio-educativo “Il Filo di Arianna” di Venosa, di altre delegazioni regionali ed extraregionali, prenderanno parte al meeting e saranno ospiti dell’organizzazione gli atleti di Germania e Malta. Tutti metteranno in campo le proprie abilità nelle discipline di atletica e nuoto. “Change the game” sarà, quindi, una straordinaria occasione per riaffermare il valore della diversità e per promuovere un differente approccio alla disabilità intellettiva quale risorsa e forza per una società realmente inclusiva.

Il programma di “Change the game” prevede per domenica 16 settembre alle ore 19.30 lo svolgimento della cerimonia di apertura in Piazza Castello, che sarà preceduta dalla sfilata delle delegazioni partecipanti, accompagnate dai cortei storici medioevali di Banzi, Forenza e Palazzo San Gervasio. Lunedì 17 settembre si entrerà nel vivo dei giochi, che vedranno la partecipazione di circa 200 atleti Special Olympics e che si svolgeranno, anche martedì 18, sulla pista di atletica del centro polivalente Essedisport e nella piscina del New Water Park Nettuno. Assisterà alle gare e parteciperà alle premiazioni l’ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier.

Tra le attività collaterali sono previsti screening odontoiatrici e oftalmici gratuiti, visite guidate ai monumenti di Venosa, a Palazzo San Gervasio e a Matera ed il convegno “La forza dell’esempio, il valore delle parole”, con il giornalista Sky Luca Corsolini, esperto di comunicazione del settore no profit. La sei giorni si concluderà giovedì 20 settembre con una festa all’insegna della musica e del ballo, a partire dalle ore 20.00 in Piazza San Giovanni de Matha.

Special Olympics è un movimento globale che opera, anche in Basilicata, per creare un mondo migliore, più sano e più gioioso, fatto di inclusione e rispetto. A livello internazionale propone un programma di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettive, che attraverso lo sport hanno la possibilità di dimostrare le proprie capacità e di ottenere un riconoscimento sociale. Special Olympics è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale e i suoi programmi sono adottati in più di 170 paesi. In Italia è presente da oltre 30 anni, è riconosciuto come associazione benemerita dal CONI e dal CIP e opera in tutte le regioni.

Barivolley2018: vigilia della Pool C dei mondiali maschili di volley a Bari. Parola ai protagonisti


BARI - Si è svolto oggi l'incontro i capitani e i tecnici delle sei nazionali impegnate nella Pool C del mondiale maschile di volley di Italia e Bulgaria. Alla vigilia della giornata inaugurale della prima fase (domenica scorsa si sono giocate le prime gare di Italia e Bulgaria, le nazionali di casa) i protagonisti della Pool hanno presentato il proprio mondiale. Tra allenamenti e sedute video da domani tutti in campo con la prima giornata di gare che vedrà scendere sul campo del PalaFlorio tutte le sei nazionali della Pool con le tre gare in programma alle 14, alle 17 e alle 20.30.

Prosegue la prevendita dei biglietti sul circuito ticketone mentre il botteghino del PalaFlorio sarà aperto a partire da domani.

Dichiarazioni

Paul Carroll (Capitano Australia): "Arriviamo in ottime condizioni di forma a questa competizione mondiale. Abbiamo compiuto un buon cammino di preparazione, daremo il nostro meglio in campo per onorare questo girone. Il sogno sarebbe quello di conquistare il podio. Obiettivo affascinante ma non certamente facile da raggiungere, considerando le avversarie molto forti che andremo ad affrontare".

Nathan Wounembaina (Capitano Camerun): "Proveremo ad arrivare al turno successivo, nel 2010 siamo stati qui in Italia e abbiamo avuto accesso al secondo turno. Il Camerun ha nell'attacco la sua caratteristica principale e lo spirito di gruppo, siamo una buona squadra. Porto con me l'esperienza fatta in Europa negli ultimi anni grazie anche agli insegnamenti di Silvano Prandi, tecnico dello scudetto con Chaumont di due anni fa".

Sergei Shliapnikov (Head Coach Russia): "Sicuramente siamo inseriti in un girone difficile. A prescindere dall'avversario che andremo ad affrontare, prepareremo ogni singolo incontro con la stessa attenzione ed intensità che contraddistingue il nostro modo di lavorare. Vogliamo uscire vincitori da questa pool. Abbiamo tanti punti di forza ma anche alcuni aspetti da migliorare. L'umore dell'intero ambiente è ottimo alla viglia di un appuntamento così importante. Abbiamo colto l'occasione di visitare Bari e di fare una passeggiata al porto. Siamo molto legati a questa città per via del culto secolare di San Nicola. La guardiamo sempre con molta ammirazione".

Nemanja Petric (Capitano Serbia): "È davvero bello vivere questo Mondiale in Italia. Questo paese rappresenta una seconda casa per me. Nelle esperienze di Perugia e Modena, sono cresciuto molto sia come uomo che come pallavolista. Domani inizierà un torneo lungo e difficile, caratterizzato da partite belle, combattute e di alto livello. Nella nostra pool C le due favorite sono sicuramente Russia e Stati Uniti. Hanno qualcosa in più rispetto a tutte le altre contendenti. Dal canto nostro, abbiamo qualità ed esperienza per dire la nostra e arrivare fino in fondo a questa competizione. L'esordio dell'Italia? In realtà non ho avuto la possibilità di vedere il match ma, attraverso la visione delle foto, ho potuto ammirare il bellissimo spettacolo che è andato in scena al Foro Italico. Complimenti alla Federazione Italiana per la grande organizzazione dell'evento".

Antonio Giacobbe (Head Coach Tunisia): Cercare di sfruttare al massimo la possibilità di giocare con queste grandi squadre, alcune delle quali puntano alla medaglia d'oro. Difficilmente la Tunisia può incontrare queste squadre in situazioni non ufficiali. Sappiamo che il mondiale sarà molto difficile, siamo contenti di poterci confrontare con squadre di questo livello. Io gioco in casa due volte, una perchè gioco in Italia e uno perchè gioco a Bari dove ho allenato. Sono contento di stare in questa città e voglio godermi a pieno questo mondiale.

John Speraw (Head Coach USA): "Come dimostra il nostro recente passato, siamo sempre capitati in gironi difficili e competitivi. Russia e Serbia saranno sicuramente avversarie toste da affrontare. Scenderemo in campo con l'obiettivo di raggiungere la final six, passaggio obbligato per poi puntare al gradino più alto del podio. Arriviamo a questa pool C nelle migliori condizioni possibili, sia sul piano fisico che su quello mentale. L'ottima intesa instauratasi fra ciascun componente del gruppo sarà uno dei nostri punti di forza".

Il calendario della Pool C di Bari

12-09-2018: ore 14 Camerun - Tunisia, ore 17 Australia - Russia, ore 20.30 USA - Serbia

13-09-2018: ore 17 Australia - USA, ore 20.30 Camerun - Serbia

14-09-2018: ore 17 Australia - Camerun, ore 20.30 Russia - Tunisia

15-09-2018: ore 17 Serbia - Tunisia, ore 20.30 USA - Russia

16-09-2018: ore 17 Camerun - USA, ore 20.30 Serbia - Australia

17-09-2018: ore 17 Russia - Camerun, ore 20.30 Australia - Tunisia

18-09-2018: ore 17 USA - Tunisia, ore 20.30 Serbia - Russia

domenica 9 settembre 2018

Mondiali maschili di volley: 4 giorni al via della Pool C di Bari


BARI - Sale l'attesa nel capoluogo pugliese che pochi giorni fa ha presentato ufficialmente la Pool C dei mondiali maschili di pallavolo in programma al PalaFlorio dal 12 al 18 settembre. Alle 14 di mercoledì 12 settembre il fischio iniziale della "settimana mundial di Bari" con la sfida tra il Camerun di Yvan Kody e la Tunisia del tecnico italiano Antonio Giacobbe. Solo nella prima giornata di gare sono in programma tre sfide con quella delle 20.30 che si preannuncia già big match della Pool tra USA e Serbia. C'è attesa per guardare da vicino tre nazionali che arrivano in Italia con l'obiettivo di fare bene: USA, Russia e Serbia, squadre piene zeppe di campioni di livello mondiale tanti dei quali militanti nel campionato italiano.

La prevendita sul circuito ticketone, accompagnata dalle promozioni riservate alle società FIPAV, sta facendo viaggiare il "botteghino" su buoni numeri focalizzando sicuramente l'attenzione sulla giornata clou della settimana, quella che si concluderà con la super sfida tra gli Stati Uniti di Micah Christenson e Matt Anderson e la Russia di Dmitriy Muserskiy e Maxim Mikhaylov. Sono più di 2000 i tagliandi già staccati per la giornata di sabato 15 settembre, una giornata che si preannuncia grande festa del volley nel solito calore del PalaFlorio che potrebbe a breve raccontare il suo "Sold Out". Tra domani e lunedì sono previsti gli arrivi delle nazionali che, dopo aver assaggiato l'aria di Bari, incontreranno la stampa nella giornata di martedì prima di dare il via alla Pool C nella giornata di mercoledì. La "settimana mundial" di Bari è ormai alle porte e il calore della Puglia inizia a farsi sentire. La passione per la pallavolo che contraddistingue questa terra sarà ancora una volta la protagonista Intanto l'informazione sulla Pool C di Bari viaggia sui social sui canali facebook, instagram, twitter e youtube contraddistinti dall'hashtag #barivolley2018 al fianco del sito web della Pool www.barivolley2018.it

martedì 4 settembre 2018

Pioggia di titoli italiani sul pedale elettrico: 5 maglie Csain


TROIA (FG) – Il Pedale Elettrico si è vestito di tricolore. Cinzia Tarantini (donne A), Rosa Colasuonno (donne B), Valerio Garofalo (Senior 1), Marco Larossa (Junior) e Giuseppe Navedoro (Veterani 1) sono i nuovi campioni italiani per l’ente Csain, un titolo conquistato in funzione dei risultati conquistati nella gara di Troia, in provincia di Foggia, che funge anche da coronamento per una stagione tutta da incorniciare.

Il tricolore per un anno intero

Una maglia prestigiosa, che i neo campioni potranno indossare in tutte le gare organizzate sotto l’egida Csain. Un titolo fortemente voluto e onorato con la presenza dell’organico completo ai nastri di partenza e che rappresenta il primo sigillo tricolore nella bacheca del Pedale Elettrico.

Entrando nel vivo della corsa, la vittoria assoluta è andata a Giuseppe Navedoro, autore dell’azione decisiva quando mancavano 5 km all’arrivo. Ottimo scudiero, sul podio, Valerio Garofalo, che fa festa proprio sulle strade di casa. Mentre Bartolo Lucarelli chiude al 7° posto assoluto dopo una lunga fuga e Marco Larossa al 9°, ma è l’intera prestazione del Pedale Elettrico da incorniciare: i partecipanti si sono infatti misurati lungo un percorso di 13,5 chilometri ripetuto cinque volte, caratterizzato da una prima parte pianeggiante e la seconda ondulata, con l’ascesa che conduce al traguardo di Troia, sulla quale Navedoro ha fatto la differenza cogliendo il secondo successo consecutivo in maglia Pedale Elettrico, a conferma del suo eccezionale stato di forma.

«Abbiamo difeso la maglia lottando fino alla fine al campionato italiano CSAIN – ha dichiarato quasi senza più voce il capitano Lucarelli – abbiamo dimostrato quali frutti porta il sano lavoro di squadra. Non possiamo che essere più contenti di così»

E non è finita qui, perché le festa tricolore del Pedale Elettrico si unisce a quella iridata del suo mentore, Tommaso Elettrico, fresco campione del mondo a Varese. «Si è affermato un corridore completo e con una grinta da vendere. Immenso» Che annata elettrica, questo 2018!

martedì 28 agosto 2018

“Welcome: Mondiali Antirazzisti in Tour al Sud”


Dopo la grande affermazione del progetto “SportAntenne”, durato 18 mesi e conclusosi a marzo scorso con una festa molto partecipata e che ha creato una vera “carovana di mediazione itinerante”, il comitato UISP di Matera continua il suo impegno sul tema dell’inclusione ed integrazione attraverso lo Sport, in quanto ha dimostrato la sua efficacia mediatoria annullando tutte le distanze e incomprensioni.

Il Comitato Territoriale di Matera, infatti, organizza in Basilicata la manifestazione “WELCOME: Mondiali Antirazzisti in Tour al Sud”, tre giorni e 100 persone dal Sud Italia che si incontrano per condividere i valori dell’inclusione e della collaborazione.

Saranno giornate ricche di sport, musica e dibattiti. La caratteristica è la convivenza, infatti, tutti i partecipanti dormono in tenda, dando vita in pochi giorni ad un villaggio, una babele di lingue differenti, unite da un linguaggio universale, ovvero quello dello sport.

Giuseppe De Ruggieri, Coordinatore Mondiali Antirazzisti in Tour Uisp Matera, dichiara: “La Uisp, con i mondiali ANTIRAZZISTi al Sud, ribadisce la ferma volontà di combattere attraverso lo sport ogni forma di esclusione, di respingimento e discriminazione razziale e sociale, unendosi a quanti in Italia esigono il rispetto Dell’art 3 della Costituzione da parte dei cittadini e delle istituzioni.”

La manifestazione è in programma dal 31 Agosto al 2 Settembre, mentre la sede scelta è il “Camping dei Mitemi”, presso il lido di Rotondella.

Si allega il programma ufficiale della manifestazione:

Venerdì 31 agosto

- Ore 9,00/11,00 ACCOGLIENZA/SISTEMAZIONE;

- Ore 11,00/12,30 ORGANIZZAZIONE (Riunione con gli operatori dei gruppi);

- Ore 15,30/17,00 INCONTRI RAVVICINATI (Plenaria con tutti i partecipanti e iscrizione ai tornei);

- Ore 17,00/19,30 ATTIVITA’ SPORTIVE (Tornei di: Bocce; Beach Tennis; Beach Volley; Basket 3vs3);

- Ore 22,00 MUSICA DJSET a cura dei partecipanti al progetto “We are One”;

- Ore 23,30 Inaugurazione “PORTA DEL MEDITERRANEO”;

Sabato 1 settembre

- Ore 9,30/12,00 ATTIVITA’ SPORTIVE (Tornei di: Bocce; Beach Tennis; Beach Volley; Basket 3vs3);

- Ore 17,00/20,00 TORNEO DI CALCIO;

- Ore 17,00/20,00 LABORATORIO CUCINA (Per chi si iscrive al laboratorio di cucina, non fa il torneo, collabora alla preparazione della cena);

- Ore 22,00 “ABBARABBIS” - CONCERTO DAL VIVO;

- Ore 23,30 PORTA DEL MEDITERRANEO;

Domenica 2 settembre

- Ore 10,00/12,300 INCONTRI RAVVICINATI: “Per un manifesto mediterraneo delle parole e delle azioni dell’accoglienza” - a cura di UISP Basilicata e ARCI Basilicata;

- ORE 16,00 ARRIVEDERCI & PARTENZE.

giovedì 23 agosto 2018

Carlo Pelegatti non sarà più voce del Milan


di PIERO CHIMENTI - Carlo Pellegatti, voce inconfondibile ed appassionata del Diavolo, famoso soprattutto per i soprannomi regalato ai tifosi dei giocatori rossoneri come Vento di Passione per Shevchenko, Smoking Bianco per Kakà, dopo 35 anni dice addio alle telecronache, il suo ultimo racconto è stato quello di Milan-Fiorentina dell'ultima giornata dello scorso campionato.

La seria A scende in campo con 'Genova nel cuore'


di PIERO CHIMENTI - Le 20 squadre di Serie A scenderanno in campo per il secondo turno di campionato, con la maglia commemorativa Genova nel cuore, raffigurante il ponte Morandi stilizzato, unito da un grande cuore, mentre la Serie B che prenderà il via venerdì con l'anticipo Brescia-Perugia, osserverà un minuto di silenzio in tutti gli stadi.

martedì 21 agosto 2018

Calcio: Matera e Picerno si sfideranno per il primo Memorial Carpentieri


Verrà disputato da Matera e Picerno giovedì 23 agosto, alle ore 20.30, nello stadio ''Franco Salerno-XXI Settembre" di Matera, il primo "Memorial Carpentieri", in memoria del giornalista sportivo Renato Carpentieri, deceduto nel 2014. Ne hanno dato annuncio ai giornalisti il presidente e il vicepresidente del Matera, Nicola Andrisani e Vito Antonio Ripoli.

lunedì 20 agosto 2018

Sportività, luce a Potenza con il calcio


(ANSA) - Potenza al secondo posto nel "calcio dilettanti" - categoria "sport di squadra" - è il risultato migliore raggiunto dalle province lucane nel "medagliere" dell'"Indice di sportività 2018", dodicesima edizione di un'inchiesta Pts Group in collaborazione con Il Sole 24 Ore, quotidiano economico che oggi ha pubblicato i risultati delle analisi. Nella classifica generale, Matera occupa il 73/o posto, mentre Potenza è scivolata fino al 102/o. Una condizione, quella del capoluogo di regione, che la accomuna ad altre realtà del Mezzogiorno, che continua a presentare "elevato differenziale" con il Centro-Nord.

venerdì 17 agosto 2018

Sainz sarà l'erede di Alonso


di PIERO CHIMENTI - La McLaren ha deciso di affidare il volante di Alonso, che lascerà la F1 nel 2019, al 23enne spagnolo, adesso alla Renault. Secondo il Ceo Zack Brown, Carlos, dal cognome importante, è un mix di giovinezza ed esperienza.

Grande partecipazione per la prima giornata di 'Venosa Cammina'


VENOSA (PZ) - Domenica 12 agosto all’interno dell’Auditorium Chiesa di San Domenico si è tenuto il primo incontro di Venosa Cammina con una grandissima partecipazione dei cittadini e delle autorità locali. Venosa Cammina è una piattaforma cittadina che mira ad individuare soluzioni condivise con gli abitanti di Venosa (Potenza) in merito a diverse tematiche del vivere quotidiano. L’idea è nata da un gruppo di giovani per discutere di tematiche di solito poco affrontate all’interno del dibattito locale: quali sono i benefici della mobilità attiva (mobilità pedonale e ciclistica); come rinvigorire e dare un nuovo impulso all’offerta turistica di Venosa; discutere di questioni legate al decoro, all’arredo urbano e all’ambiente che stanno a cuore a tutti i cittadini.

“Venosa Cammina non è una passeggiata”, ha sostenuto Pasquale Cancellara (Rete Polis, Bruxelles) il quale ha aperto la giornata presentando la piattaforma e illustrando in seguito alcune buone pratiche europee in tema di mobilità attiva e sostenibile (camminare ed andare in bici). “Venosa Cammina”, ha continuato, “si ispira ad altre città europee e mondiali che hanno deciso di camminare ovvero di mettere al centro delle loro politiche di mobilità un’attività antica come l’uomo: camminare non soltanto può essere un’attività ricreativa ma è anche modalità di trasporto sana ed efficiente soprattutto per i piccoli spostamenti quotidiani”.

Cosimo Chiffi (TRT Milano) ha illustrato l’esempio della città di Nardó (Lecce) dove grazie alla volontà e alla visione politica del comune salentino si è passati da un centro storico quasi interamente devoto alle automobili (un po’ come succede oggi a Venosa) ad un centro storico per le persone, le attività commerciali e ricreative grazie all’istituzione di una Zona a Traffico limitato denominata ZTL Area Monumentale. Cosimo Chiffi ha poi ringraziato tutti e ha commentato sulla pagina Facebook che Venosa è una “città splendida ancora assediata dalle auto e dalle cattive abitudini di mobilità”. Cosimo Chiffi ha inoltre invitato tutti cittadini e gli amministratori comunali per una visita studio nelle città di Nardò “per vedere con i propri occhi che una mobilità alternativa è possibile e che i benefici non tarderanno ad arrivare”.

Il nucleo centrale dell’incontro del 12 agosto sono stati i tre tavoli discussione (o laboratori, workshop) guidati da un facilitatore e strutturati secondo l’approccio del “World cafe” dove i partecipanti cambiavano tavolo ogni 15 minuti contribuendo con proposte ed idee alle tre aree tematiche individuate: mobilità attiva e salute; decoro urbano; turismo. Moltissime le idee emerse dai tavoli che sono state poi affrontate e analizzate dal dibattito con gli ospiti i quali rappresentavano le associazioni del centro storico, dei commercianti, del settore turistico locale e dove lo stesso economista dei trasporti, Cosimo Chiffi, ha preso parte.

Gli organizzatori di Venosa Cammina hanno spiegato che tutte le idee raccolte saranno elaborate e poi pubblicate in un report riassuntivo da cui partire per iniziare a lavorare praticamente sulle proposte finora emerse. La musica del trio jazz composto da Canio Coscia, Francesco Chieffo e Sergio Dileo ha concluso la prima giornata di Venosa Cammina ma soprattutto ha creato interazione sociale e ha trasformato lo spazio la Chiesa in un luogo di aggregazione per grandi e piccoli: meno spazio per le auto significa più spazio per le persone, più sicurezza per i bambini e più interazione sociale.

Venosa Cammina è presente online con una pagina Facebook e Instagram dove verranno pubblicati tutti gli aggiornamenti.

giovedì 16 agosto 2018

Il Real perde senza Ronaldo: Atletico vince la Supercoppa


TALINN - Non porta fortuna ai blancos l'addio di Zidane e Ronaldo. L'Atletico Madrid ha vinto la Supercoppa Europea 2018 sconfiggendo per 4-2 il Real nella finale giocata a Tallinn. In rete al 1' pt Diego Costa, al 27' pt Benzema, al 18' st Ramos (Rig), al 34' st Diego Costa, all'8 pts Saul, al 14' pts Koke. Per l'Atletico di Diego Simeone si tratta della terza Supercoppa della sua storia.