Visualizzazione post con etichetta Matera 2019. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera 2019. Mostra tutti i post

giovedì 13 giugno 2019

Matera: chiudono le mostre di “Breadway – Le vie del pane”

MATERA - E’ stata una serata eccezionale, per la portata dell’evento e per la qualità delle proposte, quella che si è svolta il 6 giugno scorso a Matera, nell’ambito del Festival “Breadway – Le Vie del Pane”. Una serata in cui si è potuto osservare il pane tradizionale materano, da nuovi punti di vista, quelli dei designer internazionali.

Un’occasione straordinaria che ha unito la tradizione al recupero architettonico. La serata infatti si è svolta nel Mulino Alvino, storico pastificio materano e importante testimonianza di “archeologia industriale”. Grazie agli organizzatori di Breadway è stato aperto al pubblico. Il primo mulino costruito a Matera nel 1884-85, oggi è un importante esempio di rigenerazione urbana ed è stato il fulcro delle nuove visioni, un’installazione a cura di ADI e Istituto Europeo di Design di Barcellona e le due mostre di Food Design. “Bread for Earth” e “Pan Madre”. Il posto ideale per chiudere la filiera del grano che ha contraddistinto “Breadway-Le vie del pane”.

Cinque i vincitori scelti tra i tanti i designer europei che hanno partecipato al concorso sulle “nuove forme del Pane” promosso da ADI – Associazione per il Disegno Industriale, attraverso la Delegazione territoriale ADI Puglia e Basilicata, partner culturale del progetto Breadway (info: http://www.adi-design.org/blog/le-vie-del-pane.html). Un concorso valutato da una giuria internazionale, nazionale e locale composta da Roberto Marcatti, presidente ADI delegazione Puglia e Basilicata, dall’arch. Marica Paolicelli, dall’ing. Mauro Bitondo e dai designer Martin Azua, Andreu Carulla e Rosaria Copeta.

Tutti hanno esplorato le nuove forme principalmente destinate alla tavola, caratterizzate dall’uso preminente di lievito madre e di farine nelle loro varie declinazioni.

I vincitori sono:

il Progetto PANPEL della bolognese Camilla Morandi per la categoria “Innovazione Tecnologica”. L’unico progetto che ha scandagliato la tematica del packaging proponendo una soluzione in cui l’involucro è importante quanto il contenuto;

il Progetto PANGIOKO dello Studio NOII nella categoria “Nuovi prodotti per la vita”. Nel progetto del salentino Luca Paolo Vasa e del romano Francesco di Luzio, il pane è protagonista e non solo come elemento nutrizionale, ma anche come elemento ludico e dedicato ai bambini che attraverso forme e gesti semplici imparano i valori essenziali per la loro crescita culturale e sociale;

il Progetto FOLDED T di Carlo Olivari, nella categoria “Nuovi prodotti per il cibo”. Un tarallo piatto, pane secco che si può conservare per 30 giorni, razionato e resistente alle temperature. Una ricerca e un progetto dove il Food design riesce ad esplorare i Valori del Cibo attraverso la sua filiera;

il Progetto PARTE di Anastasiia Kuliabina, nella categoria “Innovazione del decoro”. Il progetto della designer originaria dell’Ucraina trapiantata in Spagna sin dall’adolescenza, mira alla condivisione. PARTE è uno stampo per infornare il pane che si converte in un oggetto commestibile: può essere diviso in piccole parti che possono intingersi nella salsa contenuta nello stesso stampo;

il Progetto SASSO di Luca Paolo Vasa nella categoria “Innovazione del decoro”. Un forno domestico in pietra Pirumafu una tipologia di pietra leccese, da usare nelle case di campagna, nelle masserie, nei giardini delle nostre abitazioni. La forma e il decoro sono così basici che è una delle qualità di questo progetto.

Alla serata hanno partecipato il presidente di MurgiaMadre, Francesco Ruggieri, Antonio Candela per la BCC per il fondo etico la banca di Basilicata, Nicola Benedetto proprietario del Mulino, Mauro Bitondo direttore dei lavori e responsabile del progetto del Mulino Alvino, Raffaella Perrone direttrice della scuola di design di Barcellona in rappresentanza dello IED, l’architetto Roberto Marcatti in qualità di presidente dell’ADI Puglia e Basilicata e presidente di giuria, ed i giurati Rosaria Copeta e Marica Paolicelli.

Di seguito le motivazioni progetto per progetto:

Categoria Innovazione Tecnologica - Progetto PANPEL – Design Camilla Morandi bologna

Il progetto parte da una ricerca dal tema attualissimo: il pack degli alimenti. Unico progetto che ha scandagliato la tematica con precisione proponendo una soluzione in cui l’involucro è importante quanto il contenuto. Troppe volte vediamo in altri settori merceologici che la priorità viene data solo al contenuto e mai al contenitore. Camilla Morandi è riuscita nel suo progetto/proposta a trovare la giusta via di mezzo tra forma e funzione, tra design e consumo delle merci.

Categoria Nuovi prodotti per la vita – Progetto PANGIOKO – Design NOII Studio luca paolo vasa salentino e francesco di luzio romano

Progetto dove il pane è protagonista e non solo come elemento nutrizionale, ma anche come elemento ludico e dedicato ai bambini che attraverso forme e gesti semplici imparano i VALORI essenziali per la loro crescita culturale e sociale. Bruno Munari che da sempre ha lavorato in modo semplice e a contatto con i bambini diceva che il gioco è sempre uno strumento didattico e di formazione importantissimo. Pangioko unisce perfettamente cultura, tradizione, formazione e creatività.

Categoria Nuovi prodotti per il cibo – Progetto Folded T – Design Carlo Olivari il tarallo piatto, pane secco con la durata di conservazione di 30 giorni, razionato e resistente alle temperature

Una modo facile di interfacciarsi con la materia pane. Quando poi la materia attinge dalla tradizione, cultura e valori nutrizionali calibrati, è una ricerca e un progetto dove il Food design è riuscito ad esprimere quello per cui è nato. Il Food Design, Manifesto che ADI promuove da alcuni anni, aiuta a ragionare ed esplorare i Valori del Cibo attraverso la sua filiera. Oggi è uno strumento di lavoro indispensabile per tutti gli addetti del settore in cui la Cultura Italiana del Cibo è un perno fondamentale. Il tarallo piatto di Carlo Olivari è la giusta sintesi di questi concetti.

Categoria Innovazione del decoro – Progetto PARTE – Design Anastasiia Kuliabina originaria di Odessa in Ucraina e trapiantata in spagna sin dall’adolescenza

PARTE è un progetto che si apprezza dopo averlo guardato, capito e letto più volte. Lo stampo in pasta che può essere realizzato in ogni famiglia, in ogni casa si presta in modo versatile ad essere usato in più situazioni di convivialità. Punto importante del progetto è anche l’impatto a Km 0 per produrlo, anche se questo tema andrebbe sviluppato con maggiore attenzione. Semplice, di facile utilizzo, informale, questo progetto si è imposto per la sua capacità di stabilire con il consumatore un approccio empatico.

Categoria Innovazione del decoro – Progetto SASSO – Design Luca Paolo Vasa forno in pietra Pirumafu una tipologia di pietraleccese

Per aver unito tradizione ed innovazione ad un rituale oramai perso nel tempo: fare il pane in casa. Forma semplice, materiale autoctono, e semplicità di utilizzo. Questo è SASSO un forno domestico da usare nelle case di campagna, nelle masserie, nei giardini delle nostre abitazioni. La forma e il decoro sono così basici che è una delle qualità di questo progetto.

Sito internet: https://www.breadway.it/

martedì 11 giugno 2019

A Matera Il Volo con l’Orchestra della Magna Grecia

(Foto Angelo Lanza)

MATERA - Il Volo, il trio che ha conquistato le platee internazionali, sarà accompagnato per una serie di concerti dall’Orchestra della Magna Grecia. A partire dalla data del debutto del tour italiano in programma sabato 16 giugno, quando Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble terranno un concerto alla Cava del Sole di Matera. E’ un altro momento di grande soddisfazione professionale per l’ICO Magna Grecia curata nella direzione artistica dal maestro Piero Romano, che negli anni ha condiviso tour e palcoscenico con artisti di fama internazionale. Fra questi, autorevolmente si inserisce il Volo, trio vocale che ha collezionato grandi riconoscimenti portando i classici italiani e internazionali in tutto il mondo.

Particolarmente attesa, questa serie di concerti condivisa con l’Orchestra Magna Grecia segna il ritorno del Volo a un tour italiano, più volte invocato, e, finalmente, realizzato dai tre artisti italiani più popolari all’estero. Una nuova, entusiasmante collaborazione per l’ICO, dunque, da più di cinque lustri impegnata in centinaia di concerti in Italia e all’estero con grandi direttori d’orchestra, artisti di musica classica e della musica leggera italiana.

Oltre venticinque anni di attività, una serie interminabile di riconoscimenti raccolti in numerosissime opere e progetti eseguiti con direzioni artistiche importanti, come quelle dell’indimenticato Luis Enriquez Bacalov e di Gianluigi Gelmetti, che nel tempo hanno sposato la causa di un’orchestra oggi fra le più celebrate in Italia. Fra le iniziative promosse dall’ICO, il “Progetto MaTa, un Ponte per la cultura con Total, Shell e Mitsui”, che di fatto ha celebrato un rapporto sempre più stretto fra i Comuni di Matera e Taranto.

Proseguono intanto le prove. Quello in programma a Matera alla Cava del Sole, è un momento talmente atteso da avere interessato la PBS, importante rete televisiva nazionale americana, che due giorni prima del debutto – in occasione di un evento privato, in programma il 14 giugno in piazza San Pietro Caveoso a Matera – realizzerà le riprese dello spettacolo dei tre grandi artisti italiani per farne un importante live-show d’oltreoceano per programmarlo nei prossimi mesi. Nel racconto televisivo in questione, l’Orchestra della Magna Grecia farà da preziosa cornice alle straordinarie performance di Barone, Boschetto e Ginobile.

Oltre al concerto del 16 giugno a Matera, l’Orchestra della Magna Grecia accompagnerà il Volo il 26 giugno a Roma (Auditorium Parco della Musica), a luglio il 27 a Barletta (Fossato del Castello), il 28 a Lecce (piazza Duomo) e il 30 a Chieti (Anfiteatro La Civitella).

Da domenica 16 giugno, dunque, partirà l’atteso tour prodotto da Il Volo Srl e organizzato da Friends & Partners, che raggiungerà le più belle location d’Italia per concludersi con uno show nell’Arena di Verona il 24 settembre. Intanto, spopola in radio “A chi mi dice”, il nuovo singolo de Il Volo, cover dell’adattamento in italiano di Tiziano Ferro del brano “Breathe Easy” dei Blue, impreziosito dalla celebre vocalità del trio.

Il singolo è estratto dall’album “Musica” (Sony Music) che contiene, oltre al brano sanremese “Musica che resta” con il quale il trio ha conquistato il podio al 69° Festival di Sanremo, gli inediti “Fino a quando fa bene” e “Vicinissimo” e le cover di “Arrivederci Roma”, “People”, “La nave del olvido”, “Lontano dagli occhi”, “Be My Love”, “La voce del silenzio” e “Meravigliosa Creatura”. Con 11 brani e la produzione di Michele Canova, il nuovo album dà risalto alla personalità delle tre diverse voci di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, raccogliendo i loro gusti e le loro influenze musicali in un disco che rappresenta dieci anni di una lunga amicizia e di musica insieme.

“Musica” ha confermato ulteriormente il successo mondiale del trio arrivando nella la TOP 10 di iTunes degli album più venduti in ben 14 Paesi, da Malta al Brasile, dalla Finlandia all’Israele. I tre ragazzi hanno cominciato la loro carriera giovanissimi, nel 2009, e la loro ascesa costante li ha portati a duettare con artisti del calibro di Barbra Streisand e Placido Domingo, a vincere il Festival di Sanremo a soli vent’anni, a riempire l’Arena di Verona e il Radio City Music Hall di New York, a raccogliere standing ovation nei tour in Europa, America e Giappone.

Il 13 giugno al via workshop a Matera con Manuela Arcuri


MATERA - “MALTA IL MODELLO POSSIBILE DELLA CULTURA MEDITERRANEA DA SCOPRIRE” è il workshop che si terrà a Matera il 13 Giugno 2019 presso la storica sede della Camera di Commercio di Matera a partire dalle ore 9.30.

L'evento è organizzato dalla Camera di Commercio Italo Maltese su richiesta di Malta Enterprise, Agenzia governativa per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, in collaborazione con la Camera di Commercio della Basilicata e con l'Associazione per il Commercio Malta Italia.

L'evento ha come obiettivo quello di creare delle sinergie operative nel settore della cultura e verificare spazi di investimenti ulteriori tra Matera e la Basilicata con Malta.

Perché parliamo di Malta a Matera? Perché la prima è stata la Capitale europea della Cultura 2018 e la seconda lo è oggi. Perché entrambe vivono un momento di crescita di presenze turistiche uniche nel panorama Italiano e mediterraneo. Basti pensare che Malta ha raggiunto il record di oltre 2.6 milioni di turisti nel 2018. Frutto di un lavoro di marketing territoriale in giro per il mondo e valorizzazione estrema dei beni archeologici.

L'occasione sarà anche l'inizio di una più ampia collaborazione di mobilità d'area.

“Malta e l’Italia non sono vicine solo geograficamente – ha dichiarato Mario Galea, CEO Malta Enterprise - Il legame tra i due paesi ha radici profonde e numerose diramazioni che abbracciano la società, l’economia e i cittadini. Dopo Valletta capitale europea della cultura, lo scorso anno, vogliamo cogliere l’occasione del passaggio del testimone a Matera per discutere le opportunità che l’industria culturale offre ai nostri due paesi”

Malta e Matera e la Basilicata nel suo complesso hanno tanto in comune. Un patrimonio artistico culturale inestimabile basti pensare ai Sassi alla città d'Orazio e alla storia dei Cavalieri di Malta. Un mix di culture romana, greca, fenicia che vede oggi una nuova vita attraverso politiche governative orientate ad una visione di business della Cultura.

Il Governo maltese è riuscito a rilanciare le sue bellezze riuscendo in una politica di promozione, riqualificazione ed accessibilità del territorio che hanno generato una fiorente economia, modello che rappresenta una buona prassi replicabile e allo stesso tempo ancora ricettiva di contributi per il miglioramento sempre possibile nell'unione di competenze e strategie tra pubblico e privato. La concretizzazione di un modello che ha reso la cultura non più un velleitario patrimonio ma un concreto e tangibile asset di sviluppo.

Durante la giornata saranno esposte le politiche di incentivi, che hanno permesso a Malta una crescita così esponenziale, e del perché il sistema "industria della cultura" nel suo complesso rappresenta una sfida possibile e sostenibile per i territori: come per le major company cinematografiche americane che scelgono l'isola dei Cavalieri come meta per i loro capolavori.

Ci saranno due panel in cui si entrerà nel dettaglio delle tematiche prima citate: “Performing arts, arti visive e Industrie culturali” e “Patrimonio storico-artistico, Industrie creative" in cui professionisti ed istituzioni italiane e maltesi si confronteranno cercando di capire quali sono i canali vincenti e non per una Cultura come visione di crescita del territorio.

"Le Camere di Commercio Italiane - Stanislao Filice, Vice Presidente della Camera di Commercio Italo Maltese - rappresentano il player ideale per creare la collaborazione tra privati e pubblico nelle azioni di integrazione e sviluppo grazie ad un network operativo mondiale che riesce a modularsi anche sui contesti regionali apportando un beneficio al sistema Italia e dei paesi dove si è presenti: l'industria della cultura è sicuramente arrivata ad avere una configurazione di "sistema" trasversale come pochi altri settori per uno sviluppo reciproco".

La platea prevede gli interventi di numerose autorità governative ed aziende operanti nel settore Cultura tra cui:

• H.E Vanessa Frazier Ambasciatrice Repubblica di Malta in Italia
• Gen. Vito Bardi Presidente Regione Basilicata
• Mario Galea CEO Malta Enterprise
• Gian Domenico Auricchio Presidente ASSOCAMERESTERO
• Michele Somma Presidente Camera di Commercio della Basilicata
• Raffaello Giulio De Ruggieri Sindaco Comune di Matera
• Massimo Sarti direttore dell'Istituto di Cultura Italiano a Malta
• Albert Marshall CEO del Malta Arts Council
• Noel Zammit CEO di Heritage Malta
• Roberto Celli CEO della Beni Culturali
• Francesco Franco Presidente FondItalia
• Gianpaolo Basile Presidente Associazione per il Commercio Malta Italia
• Germano Arnò CEO di EM@NEY PLC
• Rosanna Mani Codirettrice di "Tv Sorrisi e Canzoni"
• Alberto Tarallo Ref. Italia Industria della cultura Camera di Commercio Italiana a Malta
• Cristian Contini Galleria d'Arte Contini
• Edoardo Caliano CODIS
• Enghelbert Grech Ref. Malta industria della cultura Camera di Commercio Italiana a Malta
• Antonino Reina FederTerziario Italia Malta
• Dante Antilli Moderna Industrie Grafiche
• Bassel Bakdounes Velvet Media

Interverrà a chiusura dell’evento Manuela Arcuri in rappresentanza del mondo dello spettacolo italiano.

lunedì 10 giugno 2019

A Matera arriva il World Press Photo 2019


MATERA - Dal 15 giugno al 14 luglio 2019 Photolux, Biennale internazionale di fotografia di Lucca, e il Circolo La Scaletta di Matera con 10b Photography (Roma) e Cime (Bari), organizzerà la mostra dei vincitori del "World Press Photo 2019", il più importante premio internazionale di fotogiornalismo, che ogni anno premia le migliori fotografie che hanno contribuito a raccontare gli eventi e le notizie dell'anno precedente.

"Essere chiamati dal Circolo La Scaletta ad animare le attività della Capitale europea della cultura è per noi un grande onore e una bella responsabilità - ha dichiarato il direttore di Photolux Enrico Stefanelli - siamo molto felici per questa nuova opportunità che ci viene proposta, un riconoscimento molto prestigioso del nostro lavoro ed un'occasione unica anche per promuovere Lucca, proprio nell'anno della nostra biennale".

Numerose le iniziative collaterali in programma a Matera durante il World Press Photo 2019. Tre i workshop, con esperti italiani e internazionali: Francesco Zizola, vincitore di 10 World Press Photo (15 e 16 giugno); Andrea Boccalini, con un focus sul ritratto e il ritratto ambientato (6 e 7 luglio); Gabriele Croppi, con un focus sul paesaggio (13 e 14 luglio). Nei fine settimana anche alcuni talk di approfondimento a ingresso libero: il 15 giugno un incontro con Francesco Zizola e Emiliano Macaluso per discutere di diritto d'autore, il 16 giugno in programma la presentazione e proiezione dei vincitori del Prix Pictet; il 13 luglio Piergiorgio Branzi ripercorre in conversazione con Enrico Stefanelli la sua lunga carriera e infine il 14 luglio Nicola Tanzini presenta il suo ultimo libro "Tokyo Tsukiji".

Ulteriori info su: www.photoluxfestival.it

A Matera il primo storico Pride

MATERA - Si è tenuta venerdì 7 giugno nel centro Carlo Levi in Palazzo Lanfranchi l'attesissima conferenza stampa di presentazione del panel eventi del "Matera Heroes Pride 2019". L’evento è promosso dal coordinamento "Matera Heroes Pride"con capofila Arcigay Basilicata in collaborazione con le associazioni Arcigay Bari, Bat, Foggia, Caserta, Lecce, Salerno, Reggio Calabria, Agedo Matera e Risvolta Matera.

All’incontro con i giornalisti hanno partecipato la presidente di ArciGay Basilicata “Marco Bisceglia” e referente del coordinamento Matera Heroes Pride, Morena Rapolla, la consigliera regionale di parità, Ivana Pipponzi, la presidente della Commissione regionale pari opportunità, Angela Blasi, l’assessore comunale Mariangela Liantonio, la referente settore cultura del coordinamento Matera Heroes Pride, Pia Adriana Ciminelli, la responsabile settore diritti umani del coordinamento Matera Heroes Pride, Gina Somma e il responsabile settore creativo e direttore artistico del coordinamento Matera Heroes Pride, Enrico Palazzo.

Era la notte del 27 giugno 1969 quando i poliziotti newyorkesi fecero irruzione nello Stonewall inn, un localedel Greenwich Village noto per essere uno dei punti di ritrovo della comunità omosessuale della città di New York. Un controllo che vide però la prima vera reazione dei presenti: Una data simbolo, un evento storico per quella che oggi è chiamata comunità Lgbtqi+ e che, proprio a partire da quel giorno, rivendicò i propri diritti e il proprio orgoglio che va oltre il mero desiderio di essere accettata. Per questo, 50 anni dopo, il 2019 vogliamo che sia anche per i nostri territori l'anno dell' orgoglio, “year of pride“!

Molti i patrocini già pervenuti: dalla Provincia di Matera, dall' Ufficio della Consigliera Regionale di Parità, dalla Commissione regionale Pari Opportunità, dalla Lucana Film Commission, e tanti altri sono in itinere.

Nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, è stato illustrato un calendario ricco di eventi culturali , ricreativi e cinematografici che culmineranno nella parata conclusiva di sabato 20 luglio.

Tra i testimonial confermati, il cantante Marco Carta e la showgirl Manila Gorio; tra gli ospiti presenti nel panel eventi anche Vladimir Luxuria. Matera 2019 offrirà una serie di eventi di straordinaria portata e risonanza, volti a convogliare un flusso turistico senza precedenti. L’offerta culturale che questa città è in grado di produrre sarà sotto gli occhi della stampa e del mondo intero. Tra gli eventi ci saranno la proiezione dei cortometraggi “Paride” di Carlos Solito, “Crisalide “ e “Glenda” di Davide Como; presentazione di libri come “Il bambino ruvido “di Martina Castellana”; un esperimento sull'omofobia interiorizzata con l'ausilio della mediazione; n incontro di studio sul tema del contrasto all'omofobia; una mostra di tele sul tema dell' Amore libero. Tra gli eventi più attesi, senza dubbio, il primo Pride cittadino.

Perché “HEREOS”? Ha forse il nostro tempo ancora bisogno di eroi? "In un contesto storico in cui la disumanità e la negazione dell’altro sembrano essere un tratto caratterizzante della nostra società, non basta tornare umani, occorre diventare “superumani”, commenta la Presidente Rapolla, che prosegue " Il messaggio che vogliamo veicolare è chiaro e dirompente: il vero “superpotere” è la diversità e l’unicità di ciascuno di noi. Il nostro vuole perciò essere un inno alla libertà , per una società più unita e più umana. Questa visione di fondo rende il “MATERA HEROES PRIDE 2019” una manifestazione di tutt* e per tutt*. Siamo così tanti e tante che non è possibile fare un elenco completo né descriverci compiutamente: siamo molteplici, non conformi e nel Pride ci riconosciamo perché rivendichiamo l’unicità e la pari dignità di ogni individuo, a partire da un’idea fondamentale: la differenza è la vera condizione naturale di tutti gli esseri viventi ed è pertanto ciò che, paradossalmente, più ci accomuna oltre ogni etichetta o apparenza.

Secondo la responsabile del settore Cultura del Matera Pride, Pia Adriana Ciminelli: "Abbiamo bisogno noi tutti di costruire una società in cui nessuno è autorizzato a sentirsi più uguale degli altri ma parte integrante di un tutto che trae linfa dal valore esperenziale di vissuti differenti".

Secondo Rapolla" Siamo persone che vivono in Italia senza godere di pieni diritti. Siamo ragazzi e ragazze bullizzati. Siamo madri e padri che non vengono riconosciuti come genitori. Siamo affetti che non sono accettati. Siamo figli e figlie senza diritti. Siamo Diritti Umani negati e stralciati! Siamo minori privati della possibilità di scegliere sul proprio corpo. Siamo pronomi sbagliati, anche dopo la nostra morte. Siamo donne e uomini messi ai margini per il nostro stato sierologico. Siamo narrazioni mistificate ed esperienze disconosciute. Siamo anime in fuga con corpi flagellati dal dolore, seviziati ed uccisi in regimi dove ci condannano a morte! Siamo lesbiche, gay, bisessuali, intersessuali, transessuali, trangender, asessuali, queer. Reclamiamo a gran voce quei diritti che ancora ci sono negati, pretendendo rispetto, doveri, tutele e piena uguaglianza. Città dopo città, ci prendiamo per mano e prendiamo per mano coloro che incontriamo lungo il percorso. Coloro i quali hanno voglia di ascoltare le nostre storie, coloro i quali credono in una società inclusiva e pluralista, coloro i quali vedono nelle differenze una risorsa e non un limite. Al nostro fianco c’è chiunque consideri l'uguaglianza piena dei diritti civili, come un motore di progresso sociale e culturale e chiunque creda che, se tutte e tutti beneficiamo degli stessi diritti, l’Italia non può che essere un posto migliore."

"Noi pensiamo che il processo d'integrazione economica e politica non possa prescindere dagli ideali fondativi di democrazia e uguaglianza, che caratterizzano il nostro continente, come patria del diritto e rifugio dei soggetti perseguitati. Eppure assistiamo, ad ogni capo del mondo, al moltiplicarsi di minacce, ad un ritorno a sovranismi e fascismi e ad un aumento della paura per ogni forma di diversità. Dalla restaurazione trumpista in America, passando per la stretta sui diritti civili nei paesi dell’est Europa, fino alla sponda meridionale del mediterraneo, insanguinata dalla tragedia dei migranti, contro cui si ergono nuovi muri. In Italia oggi, persino il timido progresso rappresentato dalle unioni civili viene rimesso in discussione dalle forze della disgregazione, che vorrebbero imporci una società ottusa, escludente e fondata su modelli arcaici. Noi sentiamo come impellente il dovere di rispondere a questa deriva omofoba e razzista, con una chiamata alla resistenza e all'orgoglio."

Avv. Morena Rapolla, Referente del Coordinamento “Matera Heroes Pride”.

mercoledì 5 giugno 2019

A Matera punto su innovazione tecnologica, raccolta rifiuti e tariffe per i cittadini

MATERA - Giornata di studio e confronto sui nuovi modelli tecnologicamente avanzati di raccolta e gestione del ciclo dei rifiuti. Adozione della tariffazione puntuale, utenti che pagano anche per ciò che conferiscono, stimolo dei comportamenti virtuosi di cittadini e imprese. I case history di successo italiani.

Sono questi i temi al centro del convegno nazionale in programma il 12 giugno a Matera (Ipogei di San Francesco – ore 9.30): dal titolo: “Da sud a nord innovazione tecnologica e tariffazione puntuale”. Manifestazione organizzata grazie all’impegno dell’azienda high-tech Lucana “Innova” e delle società “Consea” e “Softline”, nell’ambito della settimana dedicata alla sostenibilità Materia circolare. “Apriremo i lavori presentando ciò che le nostre tre imprese hanno appena realizzato. Una piattaformatecnologica, chiamata, “SINERGIKA”, in grado di gestire per tutta la filiera del servizio di raccolta rifiuti urbani, dalla organizzazione del servizio alla sua applicazione, fino alla riscossione della TARIP – spiega Andrea Di Pasquale, ad di “Innova” – Oggi in tutto il Paese esistono esperienze importanti che coniugano innovazione e grandi risultati sul piano della tutela ambientale, di un servizio efficace e in prospettiva con costi più bassi per amministrazioni locali, gestori e soprattutto utenti”.

E al meeting di Matera arrivano anche tre casi di scuola in grado di dimostrarlo. Marco Baccaglioni, direttore di “SECOVAL srl”, illustrerà l’esperienza della Comunità Montana Valle Sabbia (BS) e Savino Lattanzio, consigliere comunale delegato al miglioramento della raccolta differenziata del Comune di Massafra (TA). Mentre, Fiorenza Pascazio sindaco di Bitetto (BA) illustrerà numeri e cifre di quanto accaduto sul suo territorio, a dimostrazione che anche nel meridione d’Italia tali modelli sono applicabili.

A Rossano Ercolini, presidente di “Zero Waste Europe”, vincitore del “Goldman Environmental Prize 2013”, unanimemente considerato l’equivalente del premio “Nobel” sui temi dell’ambiente, invece il compito di riflettere su come l’introduzione in Italia della tariffazione puntuale, possa essere un passo importante verso il traguardo dei “rifiuti” zero. Nel pomeriggio ancora spazio per Ercolini, con una presentazione e dibattito sul suo ultimo libro “Rifiuti Zero”, in libreria per i tipi “Baldini e Castoldi”.

L’evento è stato organizzato nell’ambito del ricco programma di “Imprese Possibili – Materia Circolare”, che rientra nelle attività del bando Open Future della “Fondazione Matera 2019” e Confindustria. Il programma della settimana è disponibile sul sito www.impresepossibili.it.

Matera ospita il progetto mondiale 'Stop Look & Wave'


MATERA - Il 6 Giugno 2019, a partire dalle ore 9.00, il piazzale della scuola primaria in via Fermi 10, Matera ospita il più vasto progetto mondiale per gli studenti con i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Polizia Stradale, i volontari nell'ambito della campagna di sensibilizzazione alla Sicurezza Stradale promossa da Volvo Trucks, che dopo aver viaggiato in tante città italiane, arriva a Matera. Alle ore 10 ci sarà la premiazione della scuola Infanzia Meucci che si è aggiudicata un finanziamento per il concorso nazionale “Stop Look & Wave”

L’iniziativa coinvolge tutti i rappresentanti degli “Alleati della Strada” che ogni giorno con il proprio impegno e lavoro assicurano la sicurezza sulle nostre strade e i formatori Unasca segreteria di Bari e di Potenza impegnati a sviluppare il percorso che porterà gli studenti a diventare guidatori attenti e consapevoli.

Gli studenti potranno salire su una motrice e conoscere i più moderni sistemi di sicurezza sviluppati da Volvo Trucks, scoprendo anche le nuove tecnologie e l’innovazione che rivoluzionerà il settore della guida e dei trasporti in chiave di sicurezza attiva e passiva. Verranno allestite 3 aree tematiche e le classi compiranno a turno l'intero percorso tra le "stazioni " delle varie Forze dell'ordine e di sicurezza intervistando le pattuglie ed ascoltando i loro consigli e racconti.

Ci saranno anche i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco che festeggerà a Matera i 25 anni dalla sua fondazione il giorno 8 Giugno. Saranno tutti con noi per festeggiare i rappresentanti delle Forze dell'ordine schierati con uomini e mezzi per far vivere l'esperienza di chi fa sicurezza stradale ogni giorno.

Un’esperienza emozionale unica nel suo genere in cui le istituzioni di Matera e le Forze dell'Ordine, quotidianamente impegnate sul territorio e Volvo Trucks saranno a disposizione degli studenti (dalla scuola dell’infanzia alle scuole secondarie di secondo grado) per far sì che la sicurezza e il rispetto per l’ambiente diventino abitudine quotidiana e che la conoscenza degli strumenti di prevenzione vada di pari passo con la formazione di una cultura della consapevolezza e del valore sciale della strada.

martedì 4 giugno 2019

A Matera 2019 l’architettura dialoga con il design


MATERA - Nell’ambito del ricco programma di eventi di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura si inserisce l’esposizione “Alessi Tea & Coffee Piazza and Towers. ARCHITECTURE meets DESIGN” promossa da Alessi in collaborazione con Calia Italia, realtà presente sul territorio materano da oltre 50 anni.

La rassegna illustra i felici esiti di due operazioni di ricerca che testimoniano l’incessante attività di esplorazione nel mondo del possibile creativo di una delle più note Fabbriche del Design Italiano. Avviate dall’azienda piemontese e condotte sotto la direzione di Alessandro Mendini, “Tea & Coffee Piazza” del 1983 e a vent’anni di distanza “Tea & Coffee Towers” del 2003, hanno aperto nuove strade di sviluppo per il design, coinvolgendo per la prima volta esponenti dell’architettura internazionale nella progettazione dell’oggetto domestico.

“Si è voluto offrire ai progettisti un territorio di sperimentazione affinché si producessero le condizioni favorevoli per arricchire con nuove idee il panorama del design degli anni futuri” dichiara Alberto Alessi. Undici gli architetti protagonisti del primo metaprogetto e ventidue per il secondo, chiamati a disegnare, liberi da qualsiasi vincolo posto dalla produzione industriale, la propria interpretazione di un servizio da tè e caffè. Il risultato è “una storia di micro-architetture da tavola, di micro-urbanistica da appartamento, che attraverso la visione sintetica di un micro-universo, ha portato dentro alle case dei veri e propri messaggi scenografici, delle icone dell’ospitalità, dei concentrati delle utopie di ogni autore”.

Dall’8 giugno al 4 agosto 2019, saranno esposti a Matera negli spazi di Caliainteriors, i progetti di Michael Graves, Hans Hollein, Richard Meier, Alessandro Mendini, Aldo Rossi, Will Alsop, David Chipperfield, Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa, Doriana e Massimiliano Fuksas, Jean Nouvel, Ben van Berkel + Caroline Bos.

“Siamo felici di ospitare questa mostra ideata dal grande Maestro Alessandro Mendini in questo anno della sua scomparsa” afferma l’architetto Saverio Calia, fondatore di Caliainteriors e Direttore Generale Marketing e Sviluppo di Calia Italia. “Offrire questa mostra nel calendario di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, di cui siamo partner, conferma il nostro impegno nelle attività di promozione della città di Matera e della sua cultura a livello nazionale e internazionale con attività che ne favoriscano, oltre allo sviluppo economico, anche quello sociale e culturale”.

lunedì 3 giugno 2019

'Grow!', il 13 giugno a Matera incontro con i ministri Centinaio e Lezzi


MATERA - Le regioni del Mezzogiorno, pur rappresentando grandi bacini di produzione agroalimentare, non spiccano tra le regioni top exporter e questo anche a causa dell’orografia che caratterizza i traffici commerciali del territorio; l’export agroalimentare del Meridione, infatti, è ‘geograficamente’ concentrato nei mercati di prossimità e raggiunge solo in minima parte i mercati più distanti. Anche in ragione di ciò, l’export agroalimentare delle regioni del Mezzogiorno, seppur in aumento nell’ultimo decennio, è cresciuto ad un tasso inferiore rispetto a quello delle regioni del Nord: nel decennio 2008-2018, infatti, a fronte di una crescita dell’export delle regioni settentrionali pari al 62% circa, quello delle regioni meridionali è aumentato ‘solo’ del 46%, arrivando a superare di poco i 7 miliardi di euro di export nel 2018.

Muove da queste premesse il terzo appuntamento di “Grow!”, l’Action Tank del coordinamento di Agrinsieme che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, che si terrà giovedì 13 giugno 2019, dalle 9:30 nel Palazzo Viceconte di Matera, in Via S. Potito 7. L’incontro, che vedrà gli interventi del Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio e del Ministro per il Sud Barbara Lezzi, sarà incentrato sull’importanza delle infrastrutture materiali e immateriali del Meridione per la competitività dell’agricoltura italiana nel contesto comunitario e globale.

I collegamenti, i trasporti, la digitalizzazione e il sistema idrico del Meridione saranno solo alcune delle tematiche al centro dello studio “Il sistema infrastrutturale a servizio dell’agricoltura italiana: focus territoriale Mezzogiorno”, realizzato da Nomisma per Agrinsieme, che sarà presentato per l’occasione dal responsabile dell’Area Agricoltura e Industria Alimentare della società di ricerca Denis Pantini.

A questo importante appuntamento, come già avvenuto nei precedenti, parteciperà una corposa delegazione di rappresentanti delle aziende e degli organi territoriali delle associazioni facenti parti del Coordinamento, i quali avranno la possibilità di rappresentare le proprie istanze direttamente alle istituzioni. Alla giornata di lavori interverranno, oltre al coordinatore nazionale di Agrinsieme Franco Verrascina e ai copresidenti del coordinamento Dino Scanavino, Massimiliano Giansanti e Giorgio Mercuri, il coordinatore della Commissione agricoltura della Conferenza delle Regioni Leonardo Di Gioia, l’assessore all’agricoltura della Regione Basilicata Francesco Fanelli, l’assessore all’agricoltura della Regione Siciliana Edy Bandiera, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi e il presidente di Federalimentare Ivano Vacondio.

A questo terzo appuntamento di “Grow!”, l’innovativa piattaforma attraverso la quale Agrinsieme intende mettere a disposizione dei decisori pubblici e dei propri associati un innovativo laboratorio di riflessione sulle policy che influenzano il futuro del settore, farà seguito, nei prossimi mesi, un incontro analogo durante il quale l’attenzione sarà dedicata alla situazione infrastrutturale del Settentrione del Paese.

venerdì 31 maggio 2019

Dall'11 al 14 giugno a Matera si discute di economia circolare con le imprese


MATERA - Imprese Possibili – Materia Circolare è un evento promosso da Irigom e Consea, due società pugliesi selezionate dal bando Open Future indetto da Confindustria e dalla Fondazione Matera 2019 per promuovere e premiare le imprese che fanno economia circolare. Nella settimana dall’11 al 16 giugno 2019 presso gli Ipogei di San Francesco a Matera ci sarà un evento in cui si racconteranno i diversi aspetti dell’economia circolare, a partire dall’esperienza delle imprese Irigom e Consea, impegnate rispettivamente nella gestione e riutilizzo dei pneumatici fuoriuso e dei servizi ambientali.

La settimana di eventi ha l’obiettivo di raccontare lo stato dell’arte dell’economia circolare dal punto di vista di un gruppo di imprese meridionali, provando a tracciare la rotta per il futuro prossimo venturo della sostenibilità ma anche di rafforzare la rete territoriale tra imprese, enti, associazioni e cittadini.

Nella suggestiva cornice degli Ipogei di San Francesco, nel cuore di Matera, si affronteranno i temi della riduzione dei rifiuti, della tariffazione puntuale e dell’innovazione tecnologia, della sfida dell’end of waste e il recupero materico. Si alterneranno sul palchetto imprenditori, amministratori pubblici, università e associazioni impegnate nella difesa dell’ambiente.

Il 12 giugno alle ore 17.00 ci sarà la presentazione del libro “Rifiuti zero” di Rossano Ercolini. Sarà presente l’autore.

Programma di Materia Circolare

Martedì 11 giugno

Evento inaugurale: imprese e territorio
Dove si racconta del rapporto simbiotico tra imprese e territorio e di come non possano prosperare le une senza l’altro. E viceversa.

  • 9.30: Accoglienza
  • 10.00: Pasquale Lorusso, presidente Confindustria Basilicata – saluti
  • 10.15: Giuseppe Tragni, assessore alle Politiche per la sostenibilità del Comune di Matera – saluti
  • 10.30: Giovanni Gugliotti, presidente della Provincia di Taranto – saluti
  • 10.45: Cosimo Borracino, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia
  • 11.00: Fabrizio Quarto, sindaco di Massafra, Comune capofila del progetto “Terre delle Gravine, tra sharing economy e turismo esperienziale”
  • 11.20: Stefano Montanaro, Irigom – Il ruolo delle imprese nella valorizzazione del territorio
  • 11.50: Pietro Vito Chirulli, gruppo Finsea – L’impegno del gruppo per l’economia circolare
  • 12.30: inaugurazione mostra fotografica sulle gravine
  • 13.00: lunch break

Mercoledì 12 giugno

Da sud a nord: innovazione tecnologica e tariffazione puntuale
Dove saranno presentate le sinergie tecnologiche che faranno bene all’ambiente e di come la tariffazione puntuale sia la strada migliore per ridurre la produzione dei rifiuti.

  • 9.30: Accoglienza ospiti con caffè di benvenuto
  • 10.00: Saluti iniziali
  • 10.15: Presentazione della piattaforma “Sinergika” per la gestione di tutta la filiera del servizio di raccolta rifiuti, dall’organizzazione del servizio fino alla riscossione della Tarip.
  • 12.00: Le best practice dell’applicazione della Tariffa puntuale dei rifiuti:
  • Tonia Di Gregorio, assessore all’Ambiente del Comune di Massafra
  • Fiorenza Pascazio, sindaco del Comune di Bitetto
  • Marco Baccaglioni, direttore Secoval della Comunità Montana Valle Sabbia
  • 13.00: lunch break
  • “Rifiuti zero”, presentazione del libro
  • 17.00: presentazione del libro “RIFIUTI ZERO” con l’autore Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Europe, vincitore del Goldman Environmental Prize 2013, Nobel alternativo per l’ambiente.
  • Modera: Carlo Bozzo, giornalista

Giovedì 13 giugno

Materia circolare: end of waste
Dove si racconta dell’impegno sul fronte dell’end of waste, tra burocrazia e e casi di studi e dove si comprende come la sfida per la riduzione dei rifiuti ha dimensioni planetarie.
  • 10.00: inizio lavori
  • 10.15: Michele Mazzarano, consigliere regionale in rappresentanza del Presidente della Regione Puglia – saluti
  • 10.35: Francesco Sicilia, direttore Unirima – Le sfide dell’end of waste
  • 11.05: Vincenco Capasso, presidente Let’s do Italy – Il mare di plastiche
  • 11.35: Giuseppe Auriemma, Matera plant manager Italcementi – Il recupero energetico
  • 12.05: Barbara Scozzi, Politecnico di Bari – Gli esempi di economia circolare
  • 12.35: Carmelo Marangi, gruppo Finsea – L’esperienza di gestione di un impianto di selezione di raccolta differenziata

Venerdì 14 giugno

Materia circolare: il recupero di materia
Dove si spiega cosa si può fare con il recupero materico, dall’arredo urbano ai parchi gioco. In questo giorno sarà presentato per la prima volta al sud il progetto di riciclo dei pneumatici.


  • 9.30: inizio dei lavori
  • 10.00: Enrico Ambrogio, presidente consorzio Ecotyre – il progetto “Da gomma a gomma”
  • 10.30: Antonio Armeni, presidente Commissione impianti in erba sintetica della Lega Nazionale Dilettanti (LND) – l’esperienza dell’utilizzo dell’erba sintetica nello sport
  • 11.00: Barbara Valenzano, direttore di dipartimento Regione Puglia – l’impegno della Regione Puglia nella sfida dell’end of waste
  • 11.30: Stefano Montanaro, Irigom – il ciclo di recupero dei pfu
  • 12.00: Carmelo Marangi, gruppo Finsea –
  • Modera: Lucia Trotta, giornalista

Leggeri sul mare: erosione costiera e innovazione tecnologica
Dove si racconta come il mare e le spiagge stanno cambiando a causa della pressione umana e di come l’innovazione tecnologica può mitigarne l’impatto.

  • 15.00: inizio dei lavori
  • 15.15: En.Su
  • 15.45: Consorzio di Tutela di Torre Guaceto
  • 16.15: Università di Bari
  • 16.45: Niteko

giovedì 30 maggio 2019

Matera Cultura per lo sviluppo sostenibile


MATERA - Italia smART Community Network parte da Matera, Capitale Europea per la Cultura 2019, per lanciare il proprio progetto attraverso un Summit: la costruzione di una società digitale e sostenibile che favorisca la cultura e il turismo. Nel corso del Summit, in scena dal 30 maggio al 1 giugno, si terrà l’evento dedicato alla cultura per lo sviluppo sostenibile Italia Smart Community, che si inserisce nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS.

L’evento nazionale si fonda sull’idea che gli attori della cultura, che operano con visioni positive e costruttive, possono dare vita ad una dimensione culturale diffusa per innescare il cambiamento e orientarlo verso lo sviluppo sostenibile. Le città italiane, con le loro bellezze, difficoltà e contraddizioni, possono diventare luoghi dell’intreccio virtuoso tra innovazione, beni culturali, turismo e resilienza.

PROGRAMMA

9.30 Benvenuto
Vito Bardi*, Presidente Regione Basilicata
Piero Marrese*, Presidente Provincia Matera
Raffaello De Ruggeri, Sindaco Comune Matera

9.45 Saluti istituzionali
Introduce: MirellaLiuzzi, Segretario Presidenza Camera dei Deputati
Intervengono:
Salvatore Giuliano, Sottosegretario Ministero Istruzione
Antonio Lampis, Direttore Musei Ministero Beni Culturali
Piernicola Pedicini*,Deputato Parlamento Europeo
SimonePiunno, CtoTeamperlaTrasformazioneDigitale/PresidenzaConsiglioMinistri
Massimo Scalia, Presidenza Nazionale UNESCO Italia

10.30 Presentazione “Il Network italiano delle smART Communities”
Massimiliano Pontillo, Presidente Pentapolis Onlus

10.40 Relazione introduttiva “Fabbrica Italia 4.0”
Andrea Bianchi, Direttore politiche industriali Confindustria

10.50 Best practices: “L’economia circolare: un nuovo modello culturale”
Coordina: IreneIvoi, PentapolisOnlus
Intervengono:
Carmine Pagnozzi, Direttore Assobiop

11.30 Technology: “Il patrimonio storico tra materiale e digitale”
Interviene:
Giuseppe Ariano, Direttore Comunicazione Scabec

11.45 Dialoghi tra Culture
Dataset > “Al mondo della cultura servono i Big Data?”
Intervengono:
Francesco Barletta, Responsabile ICT Wind Tre
Sergio Bellucci, Presidente Free Hardware Foundation
Paolo Cignoni, Responsabile Visual Computing Lab ISTI-CNR
Michele Ieradi, Solution Director Esri Italia
Carlo Maria Medaglia, Pro-Rettore Ricerca Link Campus University

12.30 Tavola Rotonda “La Cultura per lo Sviluppo Sostenibile”
Coordina: Rosa De Pasquale, Segretariato ASviS, Referente Cultura per lo sviluppo sostenibile
In collegamento video: Enrico Giovannini, Portavoce ASviS
Intervengono:
Livia Celardo, Segretariato ASviS
Cecilia Cognigni, Coordinatore della Commissione nazionale Biblioteche pubbliche, AIB
Michele Fasano, Curatore Focus: Adriano Olivetti Beatrice Lucarella, GT Cultura e sviluppo Confindustria

13.30 > NETWORKING LUNCH

15.00 Presentazione “Italia smART Media Research”
Andrea Carretta, Presidente Osservatorio di Pavia

15.15 Dialoghi tra Culture
Economy > “L’impatto della finanza sulla cultura”
Elena Casolari*, Presidente Opes Lcef Italia
Alberto Luigi Gusmeroli, Sindaco di Arona e Vicepresidente Commissione Finanze Camera Deputati,
Lega
Ernesto Somma*, Direttore incentivi e innovazione Invitalia
StefanoTrippetti, Vicepresidente Aubay Italia

16.00 Incontri
Energy: “Nuova energia per il patrimonio artistico”
Intervengono:
Michele Giovannini, Responsabile Progetti finanziati E-distribuzione
Luca Torchia*, Direttore relazioni esterne e sostenibilità Terna

16.45 Dialoghi tra Culture: “I beni culturali nell’era dell’Intelligenza Artificiale”
Intervengono:
Vincenza Bruno Bossio, Segretario Commissione Trasporti, poste e telecomunicazione Camera
Deputati
Roberta Fantoni, Enea
Stefano Ferilli, Associazione italiana Intelligenza Artificiale
Marco Scialdone, Università Europea di Roma

 17.30 Presentazione Ricerca “Italia smART Focus”
Intervengono:
Claudio Bocci, Direttore Federculture
Enzo Patierno, Digilab-Sapienza Università di Roma Luisa
Piacentini, Anci Lazio

17.45 La comunicazione tra innovazione e lavoro
Intervengono:
Francesco Di Costanzo, Presidente PASocial
Rosella Sobrero, Csr Network Manager

18.00 Presentazione “La Carta digitale di Matera”

18.10 Tag cloud: le parole chiave di Italian SmART Community
Carlo Infante, Urban Experience

18.20 Saluti finali
Paolo Verri, Direttore Fondazione Matera Basilicata 2019

A Matera Italia smART Community


MATERA - L’Italia ospita uno straordinario patrimonio artistico, architettonico, umanistico, scientifico, paesaggistico ed eno-gastronomico.

Le città italiane, con le loro bellezze, difficoltà e contraddizioni devono e possono diventare i luoghi simbolo dell’intreccio virtuoso tra innovazione, beni culturali, turismo e resilienza che le rende così diverse e uniche al mondo.

Italia smART Community, promosso da Pentapolis Onlus, parte da Matera, per lanciare il proprio progetto di Network attraverso un Summit, con la volontà di coinvolgere istituzioni, governo, imprese, enti di ricerca, università, società civile, media, start up su un obiettivo comune: la costruzione di una società digitale e sostenibile per una maggiore valorizzazione e migliore fruibilità dei beni culturali.

L'iniziativa rientra tra gli appuntamenti di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e si svolgerà anche all'interno del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile.

Tre giorni di convegni, iniziative speciali e attività di formazione dedicati all'incontro tra innovazione, patrimonio artistico e turismo; creando così una community di stakeholders per sviluppare progetti b2b, ma con forte interesse per il largo pubblico e con particolare attenzione ai Millennials.

“Stiamo lavorando alla redazione de La Carta digitale di Matera – afferma Massimiliano Pontillo, Presidente di Pentapolis Onlus – che verrà pubblicata dopo la kermesse: un Manifesto a firma pubblico-privato, che indicherà principi e linee d'indirizzo nella promozione di una società digitale e sostenibile, per favorire sempre più la cultura e il turismo”.

Sarà presentata la prima edizione della ricerca Italia smART Focus, che avrà lo scopo di analizzare le numerose realtà della società civile che si prendono cura, gestendola, dell’enorme ricchezza culturale diffusa e spesso condannata al degrado.

Verrà allestito un “Fuori Summit” dell’innovazione digitale, uno spazio espositivo dedicato alle nuove possibilità offerte dalle tecnologie emergenti per conservare e divulgare il patrimonio storico artistico.

In chiusura, l’assegnazione del Premio ISC 2019 a quel progetto che ben rappresenti i valori promossi dall’iniziativa.

Il Network italiano delle smART Communities (www.italiasmartcommunity.it) prevede, infine, l’organizzazione di un Tour con tappe regionali itineranti, oltre al Summit annuale, che valorizzino le eccellenze presenti nel nostro Belpaese alimentando, al contempo, un circolo emolutivo e creando così una vera e propria “rete” culturale nazionale, portatrice di valori.

#itscommunity

martedì 28 maggio 2019

Turismo: 'I Cammini - Matera Beauty Experience'


MATERA - Con l’iniziativa “Matera Beauty Experience” organizzata dal Meic (Movimento ecclesiale di impegno culturale) a Matera nella Casa di Spiritualità Sant’Anna dal 31 maggio al 2 giugno prosegue il progetto "I Cammini tra radici e futuro. Il contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontifico Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

L’evento multimediale e multisensoriale, concepito in sé come esperienza di bellezza della parola, della musica, dell’arte anche con inserti musicali, video e icone d’arte, intende proporre la Bellezza come esperienza capace di generare e rigenerare le persone e l’ambiente, favorendone la crescita e lo sviluppo. In particolare, in riferimento anche a casi concreti, saranno presentate la bellezza spirituale e la bellezza dell’arte quali esperienze capaci di fare crescere luoghi e imprese d’arte: la bellezza è volano per lo sviluppo.

Tra gli interventi, si segnalano quelli di mons. José Tolentino de Mendonça (archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa), di don Gianluca Bellusci (Direttore Istituto Teologico di Basilicata), del prof. Luigino Bruni (Ordinario di Economia LUMSA) e della dott.ssa Alfonsina Russo (Direttore del Parco Archeologico del Colosseo).

Sabato 1 giugno, inoltre, nell’Auditorium della Casa di Spiritualità Sant’Anna alle ore 21,00 si svolgerà lo spettacolo teatrale in prima assoluta: “Un sipario a cancelli. Le mille patrie di Carlo Levi”. (regista e autore Vittorio Pavoncello, attore unico Oreste Valente).

“Matera Beauty Experience” rientra nel Cammino delle Letture.

PROGRAMMA MATERA BEAUTY EXPERIENCE

Matera, Casa Di Spiritualità Sant’Anna
31 maggio – 2 giugno


VENERDÌ 31 MAGGIO

h 16.30 “Crescere con la bellezza” - SEMINARIO NAZIONALE DEL MEIC - Prima sessione
In collaborazione con l’Istituto Teologico di Basilicata
Intermezzi musicali a cura dell’Accademia Ducale Centro Studi Musicali
Inserti video e musicali a cura dell’Istituto Comprensivo di Brienza – Sasso di Castalda
“Cos’è la bellezza?” - mons. José Tolentino de Mendonça, archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa
“Bellezza in azione” - don Gianluca Bellusci, Direttore Istituto Teologico di Basilicata

h 20.30 Visita guidata ai Sassi: “Suoni di passi nei Sassi”

SABATO 1 GIUGNO

h 8.15 Cattedrale
“Armonia liturgica” - Liturgia della Messa del mattino a cura dell’Orchestra dell’Accademia Ducale Centro Studi Musicali e dei partecipanti al corso di “Operatore musicale della liturgia”

h 10.00 Casa S. Anna
“Crescere con la bellezza” - SEMINARIO NAZIONALE DEL MEIC - Seconda sessione
“Che bella impresa!” - Prof. Luigino Bruni, Ordinario di Economia LUMSA
“Un percorso nella bellezza tra storia e arte” - Dott.ssa Alfonsina Russo, Direttore del Parco Archeologico del Colosseo

Dibattito

h 17.00 Visita dei convegnisti alla mostra di artisti lucani contemporanei “Belle figure” nella chiesa di San Biagio e passeggiata nel centro di Matera

h 21.00 Auditorium Casa S. Anna

Spettacolo teatrale in prima assoluta: “Un sipario a cancelli. Le mille patrie di Carlo Levi”. Regista e autore Vittorio Pavoncello, attore unico Oreste Valente
DOMENICA 2 GIUGNO

h 8.00 Santa Messa festiva (nella cappella di Casa S. Anna)

h 12.00 Visita dei consiglieri alla mostra di artisti lucani contemporanei “Belle figure” nella chiesa di San Biagio e passeggiata nel centro di Matera

domenica 26 maggio 2019

A Matera i 'Piaceri della gola. Storie di cibo tra mito e realtà'


MATERA - Si tratta di un incontro dal carattere divulgativo con il quale si intendono presentare al pubblico aspetti della storia del cibo in chiave multidisciplinare, dal punto di vista dell’arte, della letteratura, della medicina e della comunicazione. Complice la ristampa di una pubblicazione del Centro Annali dal titolo “Porco e Aglianico”, per anni introvabile, che racconta elementi di storia dell’alimentazione in Basilicata e che rappresenta uno dei titoli principali della collana “Biblioteca del Centro Annali”, dove confluiscono i lavori del gruppo di ricerca istituito da Nino Calice nel 1987.

Tra i relatori si segnala in particolare la presenza della dott.ssa Anna Villarini, che coordina ricerche e protocolli di sperimentazioni sul rapporto tra alimentazione e salute per il Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione della Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, autrice di pubblicazioni di grande diffusione come Prevenire i tumori mangiando con gusto e Scegli ciò che mangi, editi da Sperling & Kupfer. oltre che referente scientifico  di trasmissioni di approfondimento come Elisir e Geo di RAI3.

L’iniziativa è organizzata del Centro Annali “Nino Calice” con il sostegno della Regione Basilicata e il patrocinio dell'APT.

Relazioni:

Non si può resistere... nessuno può resistere... irrrresistibile!
Come la pubblicità ha rivoluzionato i gusti alimentari nell’Italia del boom economico
Palmarosa Fuccella, designer della comunicazione, Centro Annali “Nino Calice”

A tavola con Arte. Antologia “critica” della tavola imbandita nella pittura italiana ed europea
Isabella Valente, storica dell’arte, Università degli Studi di Napoli Federico II

Cibo e letteratura, ovvero appetiti culinari, appetiti letterari ed altro
Diego Zancani, italianista, professore emerito Università di Oxford

Cibo della tradizione e sana alimentazione
Dott.ssa Anna Villarini, biologa e specialista in Scienza dell’Alimentazione, Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione della Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

Gli atti del convegno saranno pubblicati nella “Biblioteca del Centro Annali” di Calice Editori nel 2019.

I Piaceri della gola. Storie di cibo tra mito e realtà
Matera, 27 maggio 2019, ore 17:30  |  ingresso libero
Palazzo dell’Annunziata, Sala convegni Basilicata Openspace, Piazza Vittorio Veneto

mercoledì 22 maggio 2019

Ai nastri di partenza Italia smART Community


MATERA - Italia smART Community, promosso da Pentapolis Onlus, partirà da Matera per lanciare il proprio progetto di Network attraverso un Summit che coinvolgerà istituzioni, governo, imprese, enti di ricerca, università, società civile, media, start up.

Abbiamo chiesto a Massimiliano Pontillo, Presidente dell’associazione organizzatrice e Direttore di Eco in Città, quali sono gli obiettivi del progetto: 

“La costruzione di una società digitale e sostenibile che abbia tra gli scopi principali una maggiore valorizzazione e una migliore fruibilità dei beni culturali. Voglio ricordare che l’appuntamento rientra tra gli eventi di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e ospita l’evento nazionale cultura del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile”.

Come si svolgerà esattamente il Summit?

“Saranno tre giorni di convegni, iniziative speciali e attività di formazione dedicati all'incontro tra innovazione, patrimonio artistico e turismo; avvieremo una community di stakeholders per sviluppare progetti b2b, ma con forte interesse per il largo pubblico e con particolare attenzione ai Millennials. Stiamo, inoltre, lavorando alla redazione de La Carta digitale di Matera che verrà pubblicata dopo la kermesse: un Manifesto a firma pubblico-privato, che indicherà principi e linee d'indirizzo nella promozione di una società che favorisca la cultura e il turismo responsabile”. Dunque un intreccio virtuoso tra innovazione, beni culturali, turismo e resilienza che rende le nostre città così diverse e uniche al mondo.

E quali saranno le altre caratteristiche dell’evento?         

 “Saranno presentate due ricerche: Italia smART Focus, che ha lo scopo di analizzare le numerose realtà della società civile che si prendono cura, gestendola, dell’enorme ricchezza culturale diffusa e spesso condannata al degrado; e Italia smART Media Research, con l’obiettivo di monitorare come, quanto e in che modo i mezzi d’informazione e i social media parlano del connubio tra digitale e cultura. Verrà allestito un Fuori Summit dell’innovazione digitale, uno spazio espositivo dedicato alle nuove possibilità offerte dalle tecnologie emergenti per conservare e divulgare il patrimonio storico artistico”.

A chi verrà assegnato il Premio ISC 2019?

“A quel progetto e/o personalità che ben rappresenti i valori promossi dall’iniziativa. Vorrei, infine, sottolineare che il Network italiano delle smART Communities (www.italiasmartcommunity.it) prevede l’organizzazione di un Tour con tappe regionali itineranti, oltre al Summit annuale, che valorizzino le eccellenze presenti nel nostro Belpaese alimentando, al contempo, un circolo emolutivo e creando così una vera e propria “rete” culturale nazionale, portatrice di valori”.   
Marino Midena.

martedì 21 maggio 2019

Flavia Salomone presenta a Matera 'C'era una volta Homo'


MATERA - Dopo la tappa pugliese, continua il tour italiano dell’antropologa e divulgatrice scientifica Flavia Salomone e questa volta approda nella Capitale Europea della Cultura 2019. Saranno, infatti, proprio i locali del Mondadori Bookstore di Matera (Piazza Vittorio Veneto, 16/B) ad ospitare - GIOVEDÌ 23 MAGGIO [ORE 18:30] - la presentazione del fortunato libro di Flavia Salomone C’era una volta Homo [Edizioni Espera |Collana ArcheoRacconti 7 | www.edizioniespera.com].

Come funziona l’evoluzione e che ruolo hanno giocato le mani? Chi era Homo naledi? Quali uomini per primi sono usciti dall’Africa per conquistare nuove terre? Quali sono stati gli eventi cruciali che circa 7 milioni di anni fa hanno fatto sì che una scimmia molto “coraggiosa” abbia intrapreso un percorso che ha portato fino a noi? Perché nel 2019 ha ancora senso il racconto dell’evoluzione umana?

La giornalista Rossella Montemurro dialogherà con Flavia Salomone andando alla scoperta della Storia delle Storie, quella che si perde nella notte dei tempi fino all’alba dell’umanità. Attraverso aneddoti, curiosità e casi irrisolti si viaggerà nel tempo alla scoperta delle nostre radici più remote.

A quattro anni dalla prima edizione e a 210 anni esatti dalla nascita di Charles Darwin, è tornato in tutte le librerie – per Edizioni Espera – la nuova e attesissima edizione di “C’era una volta Homo”, fortunato libro dell’antropologa e divulgatrice scientifica Flavia Salomone.

Questa pubblicazione, completamente rinnovata nel layout grafico, arricchita da nuovi contenuti e dalle illustrazioni di Giada Giannetti, si pone l’obiettivo di proporre tematiche complesse, come l’evoluzione, ai bambini più piccoli.

Un linguaggio semplice e accattivante, corredato da disegni, rende questo libro unico nel suo genere. Fedele all’idea originaria di colmare un vuoto editoriale, si propone come un valido supporto didattico per le scuole e per chiunque voglia scoprire chi siamo e da dove veniamo.

Come in un puzzle, l’autrice guida i piccoli lettori in un affascinante viaggio a ritroso nel tempo e a partire dalle testimonianze che la terra restituisce, i fossili, racconta la storia del nostro divenire umani. Un percorso lungo, che si è svolto in milioni di anni in cui le mani e il cervello hanno avuto un ruolo determinante. Tutto è cominciato con lo scendere dagli alberi acquisire una postura bipede… La narrazione del nostro passato più remoto è affidata proprio ai protagonisti: i nostri antenati. Saranno proprio Homo naledi, Lucy, la Mamma di Ostuni e molti altri a raccontarsi.

Affianca il libro Con le mani di Homo, un progetto di divulgazione scientifica che da anni sta girando l'Italia – scuole, musei, aree archeologiche, biblioteche, parchi tematici, centri ricreativi – con l’obbiettivo di avvicinare i più piccoli alla scienza attraverso la manualità e la possibilità di essere protagonisti del proprio processo di apprendimento.

Nel corso degli ultimi due anni, il progetto ‘Con le mani di Homo’ ha dato vita a oltre 100 eventi tra presentazioni e laboratori [in scuole, librerie, musei, biblioteche e parchi tematici], coinvolgendo ad oggi più di 4.000 bambini provenienti da circa 200 scuole primarie di tutta Italia, per un totale di circa 300 classi!

L'AUTRICE

FLAVIA SALOMONE [Roma, 1965] vive e lavora a Roma. Biologa e antropologa fisica, dopo la laurea in Biologia a indirizzo Antropologico, si è dedicata per alcuni anni alla ricerca nel campo della biologia delle popolazioni del passato, in modo particolare antichi romani, presso i laboratori di antropologia de ‘La Sapienza’ Università di Roma e del Museo Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma. Si occupa di divulgazione e, dal 2014, propone attività educativo-didattiche in collaborazione con varie associazioni e Musei rivolte alle scuole e alle famiglie. Da gennaio 2019 in collaborazione con lo staff del Museo di Casal de’ Pazzi di Roma ha dato vita ai “Lunedì con l’antropologa” incontri con laboratori sull’evoluzione del linguaggio dedicati alla scuola primaria.

Con il progetto di divulgazione scientifica Con le mani di Homo, che sta girando per l'Italia – scuole, musei, aree archeologiche – si è posta l’obbiettivo di avvicinare i più piccoli a scoprire, attraverso le tracce scolpite nel tempo, il cammino della nostra specie e recuperare così le nostre origini più remote.

A Matera 'Barattolo d'Emergenza: metti al sicuro la tua salute'


MATERA - I Lions Club Matera Host e Città dei Sassi, con una stretta collaborazione dell'ASM e dell'Ordine dei Medici della Provincia di Matera, hanno organizzato un incontro di presentazione del service "Barattolo d'Emergenza" - sistema semplice ed efficace di supporto, specialmente a protezione delle fasce più deboli della popolazione, anziani e disabili che vivono soli - che si terrà a Matera presso l'Auditorium dell'Ospedale Madonna delle Grazie giovedì 30 maggio alle ore 10,00.

Interverranno il Direttore Generale dell'ASM di Matera dott. Joseph Polimeni, il dott. Severino Montemurro - Presidente Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Matera, il dott. Rocco Pasciucco - Direttore del Distretto ASM Matera, l'Assessore alle politiche sociali del Comune di Matera Marilena Antonicelli, il dott. Diodoro Colarusso - Responsabile Dipartimento Interaziendale Regionale Emergenza Sanitaria 118, il dott. Domenico Tafuni - Presidente Comitato locale Croce Rossa Italiana e l'ing. Salvatore Tafaro - Comandante Vigili del Fuoco Provincia di Matera. Presenterà il Service la Specialist distrettuale Lions Lea D'Agostino, porteranno i loro saluti i presidenti del Lions Club Matera Host e Matera Città dei Sassi rispettivamente Angela Barbaro e Pino Sicolo, il Presidente della V Circoscrizione Lions Pasquale Bruno, concluderà il Governatore del Distretto Lions 108YA Paolo Gattola. Modera i lavori lo Specialist circoscrizionale del service Domenico Infante.

Il “Barattolo d’Emergenza” contiene una piccola scheda sanitaria cartacea, con le informazioni più importanti per i primi soccorritori e il personale medico che dovrà assistere il soggetto in caso di soccorso di urgenza, immediatamente reperibile perché posto nel frigorifero di casa (ambiente quasi sempre disponibile e protetto dal fuoco, ecc.). Sullo sportello del frigo e sulla porta di casa (se è possibile), vengono posizionati adesivi speciali (con logo Lions) che contrassegnano le famiglie aderenti al progetto. Con tale segnaletica, in maniera rapida, i soccorritori potranno così accedere nel luogo interessato e ai dati essenziali, specie in caso di persone ritrovate sole e non in grado di riferire su se stesse.

Partita dal Lions Club Vado Ligure la proposta di realizzare a livello nazionale questo semplice ma efficace sistema di prevenzione per le situazioni d'emergenza, ha trovato applicazione quest'anno in tutta Italia con grande approvazione. In realtà il “Barattolo d'Emergenza“ prende spunto da un service già applicato in Inghilterra e in Germania, dove ha avuto un successo straordinario.

Una nota di particolare importanza è che, tramite questo service, i due Club Lions di Matera hanno operato sul territorio in sinergia con altri enti ed associazioni (ASM, Ordine dei Medici, Medici di base, Amministrazione Comunale, Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana, Associazioni di volontariato) creando una rete di servizio che potrebbe svolgere un lavoro fruttuoso anche in futuro in previsione di un'estensione a tutta la popolazione interessata nel territorio provinciale.

giovedì 16 maggio 2019

Voce Spettacolo Film Festival 2019: 2a edizione a Matera


MATERA - Si terrà a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, la 2a edizione del Voce Spettacolo Film Festival, in programma dal 31 maggio al 2 giugno presso il Cinema “Il Piccolo”di Matera. La rassegna cinematografica, fondata e prodotta dall'Associazione Culturale “Voce Spettacolo” di Matera, è ideata e diretta dall'attore materano Walter Nicoletti.

Il VSFF focalizza l’attenzione sulla scoperta di giovani talenti ed ha l’obiettivo di promuovere il lavoro di autori di cinema provenienti dall'Italia e dal resto del Mondo.

“Dopo il successo della 1° edizione - dichiara Nicoletti – si accendono nuovamente i riflettori sulla settima arte a Matera. Sono suddivisi in cinque sezioni i film, documentari, cortometraggi, videoclip e drone video pervenuti da Italia, Stati Uniti, Canada, Francia, Giappone, Turchia, Belgio, Regno Unito e Germania. Un risultato straordinario che premia la qualità di una iniziativa internazionale dedicata alla relazione tra Cinema e Cultura, alla contaminazione tra differenti linguaggi espressivi e creativi per raccontare la settima arte”.

Numerose le celebrità che fanno parte della Giuria Web della kermesse: Valeria Altobelli, Inès Trocchia, Lavinia Bruno (La7), Caterina Milicchio (Attrice), Clarissa Leone (Attrice), Federica Bertoni (Conduttrice televisiva), Lorena Baricalla (Etoile, Attrice e Cantante internazionale), Berta Corvi, Rita Rusciano (Attrice), Francesca Piggianelli (RomArtEventi-Cinecittà Studios), Elena Parmegiani (Direttrice Coffè House Palazzo Colonna Roma), Tiziana De Giacomo (Attrice), Joanna Longawa (Giornalista), Michelle Morell (Attrice), Carlotta Galmarini (Attrice), Mor Cohen (Produttrice, Attrice, Direttrice Associata New York Film Awards), Licia Gargiulo (Giornalista), Jeannine Marie Guiylard (Giornalista Fra Noi Magazine – New York), Valentina Tomada (Scrittrice, Attrice e Regista), Yassmin Pucci (Attrice), Pamela Quinzi (Stilista), Emanuela Del Zompo (Giornalista), Armando Lostaglio (Critico Cinematografico), Chiara Lostaglio (Attrice), Annamaria Sodano (Giornalista e Conduttrice), Francesco Di Silvio (Produttore), Gaetano Russo (Artista e Scenografo), Salomè Da Silva (Attrice), Marco Gambino (Attore), Danilo Leo Lazzarini (Consulente Storico e Attore), Valentina Sorice (Attrice), Valentina Gemelli (Attrice), Vicky Maria Catalano (Attrice), Sofia Valleri (Modella), Maithè Casiraghi (Modella), Juan Pablo Arroyo (Regista), Alissa Huzar (Attrice), Francesca Martinelli (Giornalista), Francesca Vitaliani (Conduttrice televisiva), Valentina Stredini (Attrice e doppiatrice) e Silvia Silvestri (Giornalista – Basilicata Notizie).

Per questa 2a edizione grande novità è rappresentata dalla partnership tra il VSFF ed il World Film Fair, l’evento internazionale in cui registi e sceneggiatori provenienti da tutto il mondo possono incontrarsi e mostrare il proprio lavoro alle aziende di tutti i settori dell’industria cinematografica. La prossima edizione si svolgerà ad Hollywood dall’11 al 16 novembre ed i vincitori del VSFF saranno di diritto selezionati per partecipare alla rassegna hollywoodiana.

Si parte venerdì 31 maggio dalle ore 10,30 presso il Cinema “Il Piccolo” di Matera con la proiezione delle opere in concorso. In serata, alle ore 20,30, proiezione speciale di “Terrurismo” di Vito Cea, alla presenza del regista e dello scrittore e sceneggiatore Roberto Moliterni.

Sabato 5 si riparte alle 10,30 con le proiezioni del World Film Fair. Nel pomeriggio si riprende a partire dalle ore 16,30 con la proiezione delle opere finaliste fino ad arrivare in serata alla proiezione speciale di “Nemo Propheta” di David Cinnella. Il nuovo lavoro del regista italoamericano girato a Matera e post prodotto ad Hollywood con il quale si affronta il delicato tema della fuga dei giovani cervelli italiani. Nel cast Cosimo Frascella, Walter Nicoletti e Brunella Lamacchia.

Domenica 2 giugno, alle ore 20,00 si chiude con la Première di “Vendesi Maternità” di Walter Nicoletti, con Brunella Lamacchia, Valentina Ranoia, Rosanna David, Vito Nicoletti, Anna Gravela e Franco Piccinni. A seguire la cerimonia di premiazione.

Media Partners: DiTutto.it, LF Magazine, JL Interviews, Al di là del Cinema, AT News, LifeStyle Made In Italy, TrendyArt for Living, Zerkalo Spettacolo, Ultima Voce, Il Giornale del Sud, L'Eco del Litorale, Sassilive, BasilicataNotizie, SassiLand, Wavesandrunways, Celebrity-America.

Clima di cambiamento...in tour! 3° tappa Matera


MATERA - Il 24 maggio p.v., l' I.I.S. “A. TURI” – Istituto Tecnico Agrario “G. Briganti” di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, ospita la 3° tappa del tour “Clima di Cambiamento” di Isola della Sostenibilità 2019.

Tema della giornata sarà il Climate Change: aziende, associazioni ed enti coinvolgeranno gli studenti dell’Istituto in un dibattito sull’argomento, con un focus particolare sulle criticità presenti sul territorio. Matera si è dimostrata, infatti, sensibile alle tematiche legate al concetto di città sostenibili. Compito dei relatori sarà quello di spiegare ai ragazzi l’importanza dei contenuti trattati, spingendoli a riflettere sui propri comportamenti e sugli effetti che questi hanno sul Pianeta.

Il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggeri, il Presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese ed il Consigliere della Regione Basilicata, Piergiorgio Quarto, saranno presenti alla manifestazione.

Tra gli interventi della giornata Carolina Innella, ricercatrice ENEA, con un discorso sull’Economia Circolare Urbana. Per ISPRA sarà presente la ricercatrice Anna Chiesura, con un intervento ad hoc sull’importante ruolo che l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, svolge per la sostenibilità urbana; mentre CROCE ROSSA ITALIANA mostrerà ai ragazzi le attività svolte a difesa dell’ambiente.

La parola passerà, quindi, agli studenti che, prima di partecipare alle attività laboratoriali, presenteranno un progetto di semina su sodo: sistema di coltivazione che si basa sull'assenza di qualsiasi tipo di lavorazione meccanica del terreno, al fine di proporre una tecnica di agricoltura conservativa, per un’agricoltura amica del suolo.

Cos'è Isola della Sostenibilità?

Isola della Sostenibilità è un Progetto a carattere Nazionale in cui Enti di ricerca e Aziende e Associazioni virtuose cooperano con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile tra le nuove generazioni.

Le attività in programma per il 2019 sono: il Tour nelle scuole – “2019: Clima di Cambiamento”, l’Evento finale “Isola della Sostenibilità – Educare al cambiamento” e la seconda edizione del Concorso “Cambia-Menti. Upgrade Ur Mind”.

Per maggiori dettagli:

http://isoladellasostenibilita.com
https://www.facebook.com/isolasostenibile/
info@isoladellasostenibilita.com

Matera 2019: Lezzi, "Stanziato un milione per trasporto su ferro nei festivi"

MATERA - “Nella cabina di regia per il Fondo di sviluppo e coesione che ho presieduto, ho previsto uno stanziamento di 1 milione di euro, aggiuntivo sul Patto per la Basilicata, destinato a Matera e, in particolare, al trasporto su ferro. Tale stanziamento diventerà definitivo questa sera, quando si riunirà il Cipe. Queste risorse saranno utilizzate per la tratta Bari-Matera delle ferrovie Fal (Ferrovie Appulo Lucane) nei giorni festivi e, dunque, agevoleranno sensibilmente il trasporto di cittadini e turisti da, e per, la Capitale europea della Cultura. Questo è stato l'unico modo per superare le inspiegabili lentezze burocratiche che, pur in presenza delle risorse, hanno reso impossibile l'avvio di questo servizio. Ora non ci sono più alibi, bisogna partire". Lo afferma in una nota il ministro per il Sud Barbara Lezzi.