Visualizzazione post con etichetta Basilicata. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Basilicata. Mostra tutti i post

sabato 18 agosto 2018

Meridional Reggae Reunion con Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu dei Sud Sound System

La XIV edizione del Metaponto Beach Festival si chiude domenica 19 agosto al castello Torremare di Metaponto, con uno degli eventi più caratterizzanti la kermesse ionica, la Meridional Reggae Reunion, divenuta da tempo un appuntamento imperdibile non solo per gli appassionati del genere ma anche per i singer che da quasi 15 anni si danno appuntamento in Basilicata per raccontare il loro impegno civile e la loro arte nella loro “lingua madre”, il dialetto.

Quest'anno, tra conferme e novità, la serata in levare del festival ospiterà i pionieri del reggae italiano, Don Rico, Terron Fabio e Nandu Popu dei Sud Sound System, la band pugliese che oltre 25 anni anni fa ha fatto incontrare la musica giamaicana con le sonorità salentine. Dall'esordio discografico, nel giugno del 1991, ad oggi, i Sud Sound System si sono esibiti in tutto il mondo e nel 2017 hanno pubblicato l'album “Eternal Vibes”. Don Rico - uno dei migliori dancehall deejays italiani di sempre - è tra i fondatori della band; Terron Fabio – riconosciuto deejay con uno stile molto personale - e Nandu Popu – cantante e autore - pur non facendo parte della line-up originaria, si sono uniti presto al sound, dando subito il loro contributo al successo della band salentina.

Dalla vicina Puglia arriveranno anche molti “veterani” della Meridional Reggae Reunion: Fido Guido, Papa Ricky, Papa Buju, Spaddin, Rankin Lele, Papa Leu e La Marina. Non mancano mai dalla line-up della Reunion i campani Tonico & Morfuco e Uru, mentre il dialetto calabrese sarà come sempre rappresentato da Killacat. Da qualche anno si è unito alla “festa in levare” il singer siciliano Tupie, che per la XIV edizione ha confermato la sua presenza. Provenienti da tutto il Sud Italia, gli ospiti della Reunion saranno accompagnati sul palco dai padroni di casa, la Krikka Reggae Orchestra.

La serata sarà aperta dai No Fang e si chiuderà con la dancehall a cura di Kianka Town Family e Murgia Connection. Nel pomeriggio, inoltre, a partire dalle ore 17:30, proseguiranno, presso il lungomare di Metaponto, i laboratori gratuiti di circo, per ragazzi e bambini, a cura di Circo LaboratorioNomade.

Il Metaponto Beach Festival è organizzato dalle associazioni Krikka di Bernalda e Multietnica di Potenza, con il sostegno di Comune di Bernalda e Regione Basilicata. Informazioni più dettagliate e aggiornamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.metapontobeach.it e sulla pagina Facebook “Metaponto Beach Festival”.

La Fials Intervine sulle Criticità del P.O. di Melfi


Con le ferie estive esplode in tutta la sua drammaticità il problema della carenza di personale all'Ospedale di Melfi. A lanciare l'allarme è il segretario provinciale della Fials di Potenza, Giuseppe Costanzo che in una nota stampa esprime “grande preoccupazione” per lo stato in cui versa il presidio

“Da diversi mesi – scrive Costanzo - abbiamo denunciato più volte la grave crisi e le difficoltà organizzative dei lavoratori che ogni giorno devono fare i conti con una cronaca carenza di personale infermieristico,Tecnici di Laboratorio e oss”.

E' difficile gestire, con un personale scarso, i tanti compiti necessari a garantire la sicurezza dei lavoratori e dei pazienti e la qualità del servizio, a partire dai livelli essenziali di assistenza che l'ospedale deve assicurare. L’infermiere diventa così un “tutto fare”, chiamato a mansioni non qualificate, senza un minimo di attività pianificata e questa situazione stressante crea “conflitti tra gli operatori”.

“Nonostante sia attiva – sottolinea il segretario provinciale della Fials - una graduatoria di Avviso Pubblico di Infermieri a tempo determinato, l'Azienda non la utilizza. Le assunzioni fatte nelle scorse settimane, destinando solo pochissime unità a Melfi, non hanno portato nessun beneficio concreto”.

Per Costanzo “il perdurare di questa situazione, più volta segnalata, espone tutto il personale al serio rischio di danni psicofisici e nega all'utenza un'assistenza adeguata. Le condizioni di disagio psicofisico, nel quale i lavoratori versano, deriva dalla continua condizione di 'super lavoro' e non ha carattere di eccezionalità, ma di naturale continuità, dovuta alla cronica carenza di personale”.

La Fials chiede perciò, con assoluta urgenza di attuare le azioni necessarie a superare definitivamente tutte queste criticità.

Silvia Mezzanotte ospite al “Concerto al Redentore” di Maratea


Silvia Mezzanotte sarà ospite il 21 agosto 2018 a Maratea (PZ) in occasione del Concerto al Redentore

La voce storica dei Matia Bazar porterà sul palco un estratto del suo spettacolo musicale “Le mie regine”

«Le Mie Regine – racconta Silvia Mezzanotte – sono le grandi protagoniste della musica che nel tempo ho imparato a far mie, quelle stesse che inconsapevolmente hanno contribuito a realizzare il mio sogno di bambina timida di diventare una vera donna di spettacolo. Tra loro Liza Minnelli, Mina, Mia Martini, Maria Callas, Adele, Noa, Dionne Warwick, Ella Fitzgerald e molte altre. “

Tra le più apprezzate interpreti del panorama musicale italiano, la Mezzanotte è stata per oltre dieci anni la voce dei Matia Bazar, con i quali ha debuttato nel 2000 al Festival di Sanremo, raggiungendo la notorietà con il brano “Brivido caldo”. L'anno successivo conquista il terzo posto mettendo a segno un altro grande successo, seguito dalla vittoria a Sanremo nel 2002 con “Messaggio d’amore”.

Nel 2016 si aggiudica il primo gradino del podio nella sesta edizione del programma “Tale e quale”, con una serie di strepitose esibizioni, tra le quali spicca la standing ovation di “Brava” di Mina.

Per la serata in occasione del Concerto del Redentore, Silvia Mezzanotte sarà accompagnata dall’ Orchestra sinfonica del Maestro Quadrini .

Matera 2019: piano opere andava rivisto


(ANSA) - MATERA - La revisione del piano delle opere da realizzare in vista del 2019 - quando Matera sarà capitale europea della cultura - è avvenuta "non per un capriccio del sindaco" ma "per raccogliere un'indicazione espressa dal Ministro Barbara Lezzi di eliminare dall'elenco degli interventi tutte quelle opere finanziate per le quali non c'era garanzia di ultimazione entro il 2019". Lo ha detto il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, replicando oggi ai ministri Lezzi (Sud) e Alberto Bonisoli (Beni culturali) che, ieri, dopo aver appreso che la giunta comunale della città lucana aveva modificato il piano delle opere in vista del 2019, avevano espresso irritazione, criticando le scelte fatte. Oggi De Ruggieri è tornato sulla vicenda, sottolineando "la necessità di rivedere la progettualità e di inserire nuovi interventi finanziabili e realizzabili in tempi non lunghi".

Fornisce le generalità di un amico durante un controllo, denuncia per entrambi


A Balvano (Potenza), durante per un controllo alla circolazione stradale, un giovane di Picerno (Potenza) ha fornito l'identità di un suo amico della stessa città. Per questo motivo, entrambi sono stati denunciati dai Carabinieri per concorso in falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri.

venerdì 17 agosto 2018

Leggieri (M5S): Potenza-Melfi, "preoccupanti le condizioni del viadotto Scescio a Barile"


POTENZA - Stamattina mi sono recato presso il viadotto Scescio lunga la Potenza-Melfi con alcune decine di cittadini di Barile e dei comuni limotrofi, che da alcuni giorni si sono costituiti in un comitato spontaneo, per verificare di persona le condizioni in cui versa l'infrastruttura.

Le condizioni, come riportato anche dalle immagini, non sono buone e destano molte preoccupazioni: da tutti i piloni spuntano pezzi di ferro arrugginiti che dovrebbero essere coperti dal cemento armato.

Il viadotto è sottoposto quotidianamente a forte stress dovuto all'elevato traffico che caratterizza l'arteria che collega il nord della regione con il capoluogo ed è l'unica via di accesso allo stabilimento FCA di Melfi.

L'ANAS deve assolutamente accelerare i lavori di manutenzione e di messa in sicurezza: il cantiere dovrebbe essere già operativo, ma evidentemente i lavori non sono iniziati per nulla.

In data 1 giugno 2018 ho provveduto a risollecitare l'ANAS e l'Assessore ai Trasporti della Regione ad attivare questi lavori il prima possibile. Inoltre, ho inoltrato la stessa comunicazione alla Procura della Repubblica di Potenza.

Voglio anche ricordare che lo scorso 11 giugno abbiamo partecipato con il Portavoce alla Camera Luciano Cillis al Tavolo Tecnico da me richiesto proprio sulla Strada Statale 658 Potenza-Melfi e convocato dall’Assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata, Carmine Castelgrande, a seguito della nostra richiesta inviata a fine maggio all’indomani degli ennesimi incidenti mortali avvenuti sull’arteria. Proprio durante quell'incontro ci fu annunciato l'avvio del primo appalto riguardante proprio il viadotto Scescio, simbolo della pericolosità e del degrado in cui versa la strada. Ma ad oggi, ripeto, ho potuto constatare di persona che i lavori non sono ancora cominciati.

Le denunce e le azioni isituzionali messe in atto dal M5S Basilicata sul tema della sizurezza delle infrastrutture sono iniziate in tempi non sospetti. Voglio ricordare che è datato 6 luglio 2017 un ordine del giorno a firma del portavoce Gianni Perrino che impegnava la Giunta: a promuovere un tavolo tecnico con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ANAS S.p.A., gli enti territoriali interessati e il Centro Regionale di Coordinamento e Monitoraggio della Sicurezza Stradale al fine di realizzare, in ambito regionale, un censimento delle infrastrutture viarie sospese, quali ponti viadotti e cavalcavia, riportando l’anno di costruzione, la portata dell’infrastruttura, lo stato e lo storico degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Nell’ambito del predetto tavolo tecnico, a promuovere la creazione di una struttura telematica “open data” che permette l’inserimento di informazioni in tempo reale, quali la possibilità di interventi emergenziali o programmati di manutenzione, e la consultazione e condivisione delle medesime informazioni da parte di tutti i soggetti interessati.

Come M5S continueremo nella nostra azione di denuncia, monitoraggio e proposta coinvolgendo tutte le istituzioni interessate, comuni, province, regioni e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Danilo Toninelli.

I cittadini lucani hanno il diritto di viaggiare su strade sicure, pertanto invito nuovamente anche tutti i primi cittadini dei paesi attraversati dalla strada a tenere alta l'attenzione per evitare altre tragedie. Così in una nota Gianni Leggieri, portavoce M5S Regione Basilicata.

Mostra Mercato di Bienno: inaugurato spazio 'Segni e Sassi'


Sarà inaugurata domani, alle 18:00, la XXVIII edizione della Mostra Mercato Arti e Mestieri che si tiene nell’antico borgo medievale di Bienno (BS) dal 18 al 26 agosto 2018. Nell’importante manifestazione, che richiama oltre 230.000 visitatori dall’Italia e dall’Europa, la Basilicata sarà presente per la prima volta con il progetto “Fucina Madre” che approda a Bienno grazie all’accordo di collaborazione siglato tra l’Agenzia di Promozione Territoriale e la Comunità Montana della Valle Camonica nell’autunno del 2017. Un accordo istituzionale nato con l’obiettivo di condividere azioni per la valorizzazione a fini turistici del patrimonio culturale rappresentato dalla Civiltà rupestre che accomuna la Valle Camonica, primo sito UNESCO italiano (1979), i Sassi e il Parco della Murgia materana, Patrimonio dell’umanità dal 1993.

Fra le azioni previste in questa fase, l’attività didattica che coinvolge il liceo artistico di Matera e quello di Breno, e la partecipazione alla Mostra Mercato di Bienno. «La nostra partecipazione a questo importante evento – afferma il direttore dell’APT Mariano Schiavone – celebra l’incontro fra due realtà territoriali che hanno moltissimi punti di contatto, nonostante la distanza geografica. Oltre allo straordinario patrimonio della civiltà rupestre, troviamo l’artigianato, testimone privilegiato della storia e del paesaggio culturale di questi luoghi magnifici che probabilmente attendevano solo di essere messi in contatto».

La Mostra Mercato animerà per 9 giorni l’intero borgo di Bienno con oltre 200 artisti e artigiani provenienti dall’Italia e dall’estero. Lo spazio “Segni & Sassi”, in cui confluiscono i progetti Fucina Madre (APT Basilicata) e Segno Artigiano (Comunità Montana Valle Camonica) sarà aperto presso la Fucina Parada, nuovo spazio espositivo appena inaugurato, nel cuore di Bienno. È qui che esporranno i 6 artigiani lucani selezionati dall’organizzazione della Mostra Mercato, ambasciatori del made in Basilicata, presentati nel contesto più generale del progetto di promozione territoriale di APT.

Serata hip hop al Metaponto Beach Festval

METAPONTO (MT) - Al Metaponto Beach Festival approda l'hip hop, con nomi di tutto rispetto: Ensi e Moddi al microfono, Dj Makdid e Macro Marco in consolle si esibiranno nella seconda serata della kermesse musicale, in programma sabato 18 agosto, al castello Torremare di Metaponto, a partire dalle ore 21:30.

La crew formatasi a Milano in occasione del “Red Bull Culture Clash 2017” presenterà la sua speciale selezione, un miscuglio micidiale di reggae, rap e dancehall, freestyle e juggling nella loro massima espressione, classici e sperimentazioni.

Capitanata da Macro Marco - uno dei punti di riferimento della Black Music italiana, con ormai consolidati rapporti anche con l'Europa, e importante regista del rap underground - quella dei Real Rockers è una squadra d'eccezione che promette un live davvero unico e imperdibile: attenti alle nuove sonorità della black music internazionale, ma con un'impronta sempre classica, i quattro regalano uno show dove difficilmente si riesce a stare fermi.

L'hip hop terrà banco anche nella traccia di apertura della seconda serata del festival, affidata a sedici tra i migliori freestyler del Sud Italia, selezionati dal team del MBF in collaborazione con Feel Good Jam, i quali si “daranno battaglia” sul palco del castello di Torremare, nell'ambito del “Meridional freestyle Reunion”.

Inoltre, presso il lungomare di Metaponto, proseguiranno i laboratori gratuiti di circo, per ragazzi e bambini, a cura di Circo LaboratorioNomade, in programma a partire dalle ore 17:30.

Il Metaponto Beach Festival - organizzato dalle associazioni Krikka di Bernalda e Multietnica di Potenza, con il sostegno di Comune di Bernalda e Regione Basilicata - si concluderà domenica 19 agosto con la Meridionale Reggae Reunion. Informazioni più dettagliate e aggiornamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.metapontobeach.it e sulla pagina Facebook “Metaponto Beach Festival”.

Ugl su ospedali Policoro e San Carlo Potenza

MATERA - L’Ugl non si riferisce certamente, per ora, alla chiusura di alcuni reparti o della struttura ospedaliera di Policoro ma, intende rimarcare che l’ospedale è pieno di ammalati e non ci sono medici. Sul ‘chiude’ il reparto di ortopedia, prontamente la direzione sanitaria ha smentito affermando che, trattasi di voci infondate, non chiude nessun reparto nonostante però, manchino ortopedici, cardiologi, pediatri ed il pronto soccorso e' in emergenza di organico. Noi Ugl, abituati a abbaiare la luna, siamo molto preoccupati”.
E’ quanto denunciano i Segretari Ugl, Pino Giordano generale Matera, Angelo Fracchiolla regionale Medici e Giovanni Sciannarella, provinciale federazione Sanità.

Per i sindacalisti, “con i timori che si sono diffusi nel centro jonico per la ventilata chiusura del reparto di ortopedia dell'ospedale Giovanni Paolo II paventando la drastica decisione che sarebbe stata motivata dalla carenza di specialisti, ci siamo recati a vedere se le cose fossero veritiere nel nosocomio verificando che tutto era in disordine. A Matera, però, - proseguono i sindacalisti - da qui forse il diffondersi delle voci, era in corso un incontro nella sede dell'Asm per affrontare il problema. Come mai? Problema, quello della scarsità di medici, come abbiamo potuto verificare, che non solo è per l’U.O. di ortopedia bensì, esiste per almeno altri tre reparti: quello di pediatria, quello di cardiologia e quello del Pronto soccorso. Non ci fidiamo minimamente di quanto dichiara il direttore sanitario dei presidi ospedalieri del Materano, Gaetano Annese che non ci sarà alcuna chiusura. Alla classe politica del metapontino diciamo di essere reattivi su quanto l’Ugl grida se pur qualcuno ritiene che abbaiamo la luna. Pittella, in qualità di medico, venga a supportare e coprire i turni ai colleghi di lavoro: Policoro è un polo di emergenza-urgenza 365 giorni all’anno. Il concorso come sostenuto dal D.S. è stato bandito scaduto il 19 luglio c.a., è stato completamente disertato da potenziali partecipanti: per l’Ugl è in atto un vero notevole rifiuto da parte di medici professionisti che non vogliono avere a che fare con questa azienda sanitaria. Non si spiegherebbe come nel vicino ospedale di Castellaneta (TA), gli organici medici sono pressoché al completo ed i carichi di lavoro dimezzati rispetto ai colleghi di Policoro e, cosa più sorprendente, con organici medici provenienti da altre regioni: com’è possibile che negli ultimi 10 anni, più di 20 ortopedici, oltre a cardiologi, medici di pronto soccorso e specialisti professionisti in genere hanno preferito la mobilità verso altre sedi? Perché non proviamo a chiederglielo? Com’è possibile che nei confronti dei sanitari dell’Azienda materana è stata fatta una decurtazione stipendiale significativa azzerando le funzioni posizionali solo all’Asm mentre, gli stipendi dei vertici aziendali non sono stati minimamente scalfiti anzi, si sono rimpinguiti abbondantemente di premi di produzione per le economie fatte a discapito dei servizi agli utenti!? Perché nelle altre U.O. si è provveduto ad integrare la carenza con il supporto dei medici di Matera, ad eccezione del reparto di ortopedia? E’ stato chiesto ai sanitari dell’ospedale Madonna delle Grazie di supportare anche temporaneamente i colleghi di Policoro rimasti ad operare per 20 giorni con solo 2 unità mediche? L’Ugl invita l’Asm a pubblico confronto aperto ai cittadini, amministrazioni, professionisti della sanità in maniera che ciò noi sosteniamo venga smentito. Il direttore sanitario di presidio ASM da quanto tempo non mette piede nel nosocomio Jonico? Si fida dei suoi riferimenti yes man che probabilmente nascondono la reale verità sull’ospedale. Vogliamo sapere del Pronto Soccorso che è più paragonabile ad una astanteria di Kabul che non a un plesso con servizi dignitosi e civili, con tempi d’attesa che sforano, quando va bene le 5 ore. Chiediamolo ai poveri utenti! Ma sgombriamo subito il campo dalle chiacchiere. Non esiste paragone tra la gestione della sanità lucana e la gestione sanitaria delle strutture del nord Italia. Un esempio? Per quanto concerne l’emergenza ‘Ponte Morandi’, l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova nella persona del direttore sanitario, ha formalmente ringraziato tutti i medici che si sono messi a disposizione rientrando anche dalle ferie per contribuire al funzionamento per l’Attivazione Piano d’Emergenza Intraospedaliera Massiccio Afflusso di Feriti (Peimaf), l’Attivazione Unità di Crisi presso Sala Riunioni Direzione Generale, stretto contatto con centrale 118 e relative informazioni a uscire, valutazione dei posti letto disponibili all’interno della struttura, 13 sale operatorie attive con equipe al completo, Trauma Center attivo, allestimento terzo punto di triage al Pronto Soccorso. Insomma questa è organizzazione – concludono Giordano, Fracchiolla e Sciannarella – non certamente da paragonare ad un’azienda, la ASM, che si definisce unica ( probabilmente nel terzo mondo) !!!. E mentre per Policoro si lotta disperatamente e per la sopravvivenza, in controtendenza si adotta con un atto aziendale, la ridesignazione al San Carlo di Potenza: si creano o si tolgono primariati senza alcun criterio logico-programmatico istituendo strutture complesse già sapendo che, entro il 2020 dovranno essere soppresse. Ecco che la politica crea Colonnelli e Generali, rispolvera una vecchia nota pubblicitaria che recitava: Regali regali regali...., perché si sa sotto elezione ci vuole una bella struttura complessa”.

Infrastrutture, tutti chiedono controlli


(ANSA) - POTENZA - "Un piano straordinario di messa in sicurezza": è la richiesta dei segretari regionali della Basilicata della Uil e della Feneal Uil, Carmine Vaccaro e Carmine Lombardi, dopo la tragedia di Genova. Secondo il consigliere regionale Paolo Castelluccio (Fi), "si può intervenire in tempo a garantire sicurezza perché oggi è la tecnologia a consentirlo". Il segretario regionale della Filca Cisl, Michele La Torre, ha sottolineato che "anche in Basilicata abbiamo infrastrutture vecchie e in condizioni piuttosto precarie, concepite con tecnologie e materiali inadeguati ai mutati bisogni di mobilità delle merci e delle persone". Il Codacons ha chiesto, in particolare, il blocco della circolazione dei mezzi pesanti su tre cavalcavia per un mese, "così da dare modo ai tecnici di provvedere alle necessarie verifiche sulla stato e la sicurezza della struttura".

Matera 2019: ritorna sui canali Rai la campagna #BecomeCulture


MATERA - Dal 19 al 21 agosto ritornano sui tre canali principali RAI gli spot “#BecomeCulture - Matera Basilicata 2019” realizzati dall’Agenzia di Promozione Territoriale nell’ambito del Protocollo di Intesa siglato tra Regione Basilicata e Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si tratterà, come comunicato all’APT da Palazzo Chigi, di 5 passaggi al giorno su RAIUNO, RAIDUE e RAITRE dello spot realizzato dal regista Antonello Piva, aggiudicatario di una procedura di selezione che l’Agenzia turistica lucana ha indetto in collaborazione anche con la Fondazione Matera-Basilicata 2019.

“Dopo la prima programmazione durata 15 giorni a luglio, che aveva fatto registrare oltre 145 milioni di contatti lordi, – afferma il direttore generale APT Mariano Schiavone – questo nuovo rilancio si innesta in una stagione turistica in corso che in Basilicata sta facendo registrare un clima più che positivo. Si registra infatti una crescente attenzione che, innanzitutto grazie alla forza comunicativa di Matera, si presenta con una offerta unica e variegata che va dal mare ai borghi, dall’outdoor nella natura e nei parchi fino all’enogastronomia di qualità, con la possibilità di fruire di eventi ed attrazioni che fanno della nostra regione una novità da scoprire ed apprezzare da parte del viaggiatore contemporaneo”.

Grande partecipazione per la prima giornata di 'Venosa Cammina'


VENOSA (PZ) - Domenica 12 agosto all’interno dell’Auditorium Chiesa di San Domenico si è tenuto il primo incontro di Venosa Cammina con una grandissima partecipazione dei cittadini e delle autorità locali. Venosa Cammina è una piattaforma cittadina che mira ad individuare soluzioni condivise con gli abitanti di Venosa (Potenza) in merito a diverse tematiche del vivere quotidiano. L’idea è nata da un gruppo di giovani per discutere di tematiche di solito poco affrontate all’interno del dibattito locale: quali sono i benefici della mobilità attiva (mobilità pedonale e ciclistica); come rinvigorire e dare un nuovo impulso all’offerta turistica di Venosa; discutere di questioni legate al decoro, all’arredo urbano e all’ambiente che stanno a cuore a tutti i cittadini.

“Venosa Cammina non è una passeggiata”, ha sostenuto Pasquale Cancellara (Rete Polis, Bruxelles) il quale ha aperto la giornata presentando la piattaforma e illustrando in seguito alcune buone pratiche europee in tema di mobilità attiva e sostenibile (camminare ed andare in bici). “Venosa Cammina”, ha continuato, “si ispira ad altre città europee e mondiali che hanno deciso di camminare ovvero di mettere al centro delle loro politiche di mobilità un’attività antica come l’uomo: camminare non soltanto può essere un’attività ricreativa ma è anche modalità di trasporto sana ed efficiente soprattutto per i piccoli spostamenti quotidiani”.

Cosimo Chiffi (TRT Milano) ha illustrato l’esempio della città di Nardó (Lecce) dove grazie alla volontà e alla visione politica del comune salentino si è passati da un centro storico quasi interamente devoto alle automobili (un po’ come succede oggi a Venosa) ad un centro storico per le persone, le attività commerciali e ricreative grazie all’istituzione di una Zona a Traffico limitato denominata ZTL Area Monumentale. Cosimo Chiffi ha poi ringraziato tutti e ha commentato sulla pagina Facebook che Venosa è una “città splendida ancora assediata dalle auto e dalle cattive abitudini di mobilità”. Cosimo Chiffi ha inoltre invitato tutti cittadini e gli amministratori comunali per una visita studio nelle città di Nardò “per vedere con i propri occhi che una mobilità alternativa è possibile e che i benefici non tarderanno ad arrivare”.

Il nucleo centrale dell’incontro del 12 agosto sono stati i tre tavoli discussione (o laboratori, workshop) guidati da un facilitatore e strutturati secondo l’approccio del “World cafe” dove i partecipanti cambiavano tavolo ogni 15 minuti contribuendo con proposte ed idee alle tre aree tematiche individuate: mobilità attiva e salute; decoro urbano; turismo. Moltissime le idee emerse dai tavoli che sono state poi affrontate e analizzate dal dibattito con gli ospiti i quali rappresentavano le associazioni del centro storico, dei commercianti, del settore turistico locale e dove lo stesso economista dei trasporti, Cosimo Chiffi, ha preso parte.

Gli organizzatori di Venosa Cammina hanno spiegato che tutte le idee raccolte saranno elaborate e poi pubblicate in un report riassuntivo da cui partire per iniziare a lavorare praticamente sulle proposte finora emerse. La musica del trio jazz composto da Canio Coscia, Francesco Chieffo e Sergio Dileo ha concluso la prima giornata di Venosa Cammina ma soprattutto ha creato interazione sociale e ha trasformato lo spazio la Chiesa in un luogo di aggregazione per grandi e piccoli: meno spazio per le auto significa più spazio per le persone, più sicurezza per i bambini e più interazione sociale.

Venosa Cammina è presente online con una pagina Facebook e Instagram dove verranno pubblicati tutti gli aggiornamenti.

Matera 2019: Lezzi e Bonisoli, cambio piano decisione non presa in comune


POTENZA - “Il ministro per il Sud e il ministro dei Beni e delle attività Culturali apprendono con stupore e irritazione della nota, diffusa dal Sindaco di Matera, circa la decisione di non realizzare il parcheggio della Cava del Sole e i lavori di qualificazione all'ingresso a Matera di via La Martella. Contrariamente a quanto affermato dal sindaco del capoluogo lucano, nessuno dei due argomenti è stato oggetto di incontri avuti nelle scorse settimane, se non nella misura in cui si era convenuto di andare avanti speditamente nella realizzazione dei progetti. Nessun preavviso è stato poi fornito circa la decisione comunicata oggi. Evidentemente, lo diciamo con sincero rammarico, c'è chi non essendo in grado di adempiere alle proprie responsabilità, mena il can per l'aia e pensa bene di irridere le istituzioni. Tutto questo quando l'appuntamento con Matera 2019 è ormai alle porte”.

“Rispetto a un fantomatico eliporto, questo non è mai stato oggetto del confronto tra le istituzioni centrali e l'amministrazione comunale mentre, per quanto attiene l’acquisto del Teatro Duni, si precisa che durante l'incontro informale che si è tenuto in data 8 agosto tra i collaboratori del ministro per il Sud, il coordinatore del Governo, il Sindaco, l'assessore alla Cultura e il presidente della Fondazione, era stato convenuto che l'amministrazione non avrebbe realizzato l’acquisto del Teatro con risorse provenienti dal Fondo di Sviluppo e Coesione, attesa la non definitiva chiarezza relativa al passaggio di proprietà, ma eventualmente con fondi propri ed in un momento successivo. Al contempo, il Governo si è reso disponibile, a seguito di una ricognizione complessiva dei progetti che si intendono realizzare, a sostenere interventi alternativi per un importo analogo. Anche rispetto ai citati 300 mila euro per l'adeguamento del teatro Duni, l'informazione si apprende solo ora e a mezzo stampa. Riteniamo che allo stato dell'arte non ci sia nulla da aggiungere, se non che questo governo, nonostante tutto e tutti, continuerà a fare il possibile in questi mesi per il bene di Matera e dei materani”. Così i ministri Barbara Lezzi e Alberto Bonisoli.

giovedì 16 agosto 2018

Giada Agasucci opening act dei concerti estivi di Timothy Cavicchini

POTENZA - Sabato 18 agosto ore 21.30 c/o Emigratis 2018 - Castelluccio Inferiore (PZ) Giada Agasucci, finalista del programma AMICI (edizione 2013-2014) aprirà il live di Timothy Cavicchini (secondo classificato a The Voice 2013) interpretando alcuni dei suoi successi tra cui LA MIA ITACA e AUTOSTOP attualmente in rotazione radiofonica con il feat di G-Max fondatore storico dei Flaminio Maphia.

Queste le prossime date :

19 agosto, BLERA - VITERBO opening act live di Timothy Cavicchini
24 agosto, SONG AD TRIBUTE, SONGAVAZZO (Bg) opening act live di Timothy Cavicchini
26 agosto Piazza Roma - Maida (Catanzaro) Giada Agasucci live
31 agosto, PITIGLIANO (Gr) opening act live di Timothy Cavicchini

GIADA AGASUCCI è una talentuosa interprete nata a Roma il 20 settembre 1995. Ama cantare sin da quando era bambina, ha iniziato a dedicarsi alla musica all’età di 7 anni. Dal 2010 al 2013 partecipa a numerosi festival e concorsi facendosi notare sin da subito per le sue doti canore: "Una stella sarò" (1° Classificata, 2010), "Una stella sarò" (1° Classificata, 2011), "Una voce italiana" (1° Classificata, 2012), "Cantamonte" (1° Classificata, 2012), "Far far away" (1° Classificata, 2012), "Una stella sarò" (1° Classificata, 2013), "Stasera canto io" (1° Classificata e Premio della Critica, 2013), "Festival dell'adriatico" (2° Classificata, 2013), "Miss teenager" (1° Classificata, 2013), "Festival di Arce" (1° Classificata, 2013), "Cantamonte" (1° Classificata, 2013), "Faenza Pop Festival" (3° Classificata e Premio della Critica, 2013). Nel settembre 2013 supera le selezioni ed entra a far parte del cast di "Amici 13".

"Amici" rappresenta la sua grande occasione: arrivata in semifinale nel corso del programma la cantante della Squadra Blu, capitanata da Miguel Bosè, si è fatta notare grazie alla sua voce intensa, la sua dolcezza e la sua sensibilità. Nel corso del programma si è fatta notare con interpretazioni cariche di emozione, oltre ai prestigiosi duetti con nomi eccellenti della musica italiana ed internazionale come Kylie Minogue, Antonello Venditti, Loredana Bertè, Marco Mengoni, Umberto Tozzi, Fedez e Modà. Uscita dal programma televisivo nell'estate del 2014 ha pubblicato il suo primo disco con Sony, dal titolo “Da Capo”. Per i due anni successivi, ha partecipato al programma tv di capodanno "L'anno che verrà" su Rai1. All'inizio del 2016 esce l'Ep "La foglia e il sole". Da giugno 2017 inizia la sua collaborazione con l’etichetta discografica Otto P Management, ed esce il singolo “Non lasciarmi andare”.

Il 27 Aprile 2018 presenta in anteprima nazionale, al Teatro Brancaccio di Roma, “La mia Itaca” nel quale continua a portare avanti il messaggio d’amore ma con ritmi e consapevolezze tutte nuove.

Il 29 giugno 2018 pubblica il singolo “Autostop” che vede la straordinaria partecipazione di G-Max, storico fondatore della band hip hop Flaminio Maphia.

Matera: Ferragosto con nuvole e turisti


MATERA - Sono i luoghi coperti, come il "palombaro lungo" di Piazza Vittorio Veneto, il grande serbatoio idrico della Matera del Novecento, ma anche musei e chiese, tra le mete più visitate dai turisti in visita a ferragosto nella città "capitale europea della cultura 2019". Una scelta precauzionale a causa del cielo coperto che minaccia pioggia, come da allerta meteo.

I visitatori, e tra di loro anche giapponesi, francesi e inglesi, stanno comunque compiendo escursioni nei rioni Sassi in visita a chiese rupestri, musei e case della civiltà contadina e al sistema di raccolta delle acque. Molte anche le comitive su due ruote, in bici e moto, provenienti dalle regioni vicine e di appassionati di ricordi del passato, in piazza Vittorio Veneto, per la presenza del mercatino delle pulci nel ponte di ferragosto.

Pancalli, cordoglio per scomparsa Polese

POTENZA - "A nome di tutto il Comitato Paralimpico Italiano esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa del Presidente del Cip Basilicata, Pasquale Paolo Polese". Così il n.1 del comitato paralimpico, Luca Pancalli ha voluto ricordare il dirigente scomparso. "Ci stringiamo alla famiglia di Pasquale in questo momento di dolore - ha aggiunto Pancalli -. Si tratta di un uomo impegnato nel sociale che aveva accettato la sfida del movimento paralimpico. Lo salutiamo con grande rispetto e gratitudine".

La Torre (Filca Cisl): "Strade lucane inadeguate ma lavori procedono a rilento"


POTENZA - Avviare un approfondito monitoraggio delle infrastrutture stradali lucane e accelerare i progetti di manutenzione e ammodernamento già approvati o in corso di realizzazione. A pochi giorni dalla tragedia di Genova il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, si dice preoccupato per lo stato di salute delle principali arterie stradali lucane e chiede l’immediata convocazione dell’osservatorio regionale sulle opere pubbliche.

“La tragedia di Genova è un monito per tutto il paese. Anche nella nostra regione abbiamo infrastrutture vecchie e dalle condizioni piuttosto precarie, concepite con tecnologie e materiali inadeguati ai mutati bisogni di mobilità delle merci e delle persone. L’elenco della arterie che necessitano di interventi è lungo e i casi sono noti, ma i lavori, quando riescono a partire tra mille difficoltà burocratiche, procedono con una lentezza inaccettabile e nel peggiore dei casi finiscono su un binario morto”.

La Torre si riferisce in particolare alla Potenza-Melfi e al raccordo Sicignano-Potenza. “Ci sono i soldi, ci sono i progetti, ma i cantieri procedono a passo di lumaca”, lamenta il sindacalista, sottolineando che “per entrambe le arterie, anche alla luce di quanto accaduto a Genova, occorre rivedere il programma dei lavori per accorciare i tempi di messa in sicurezza delle opere”. Per il segretario della Filca “la manutenzione ordinaria e straordinaria delle infrastrutture esistenti non va vista, però, come alternativa alla realizzazione di nuove e più moderne opere che servirebbero a rendere la nostra regione più accessibile, più attrattiva e più coesa internamente”.

Galella (FDI): "Viceconte si ritiri a vita privata"


POTENZA - La Basilicata non ha più bisogno di politici che hanno l'unico scopo di utilizzare il potere per propri fini. Nel centrodestra non c'è nessuno spazio persone così. La Basilicata deve utilizzare le prossime elezioni per liberarsi di un sistema che l'ha oppressa e schiavizzata e Viceconte è stato parte integrante di questo sistema.

È giunta l'ora di liberarsi di Pittella quanto di Viceconte. Questi personaggi dovrebbero avere la dignità di ritirarsi a vita privata.

Sono stati bocciati dalla storia politica e dagli elettori quindi non hanno più alcuna rahione di esistere nello scenario politico lucano. L'ora delka liberazione è vicina e nonostante stiamo tentando in ogni modo di riciclarsi sono sicuro che i lucani finalmente se ne libereranno con il voto. Il centrosinistra che non ha più vergogna di niente ha anche cambiato il sistema elettorale da solo, senza minoranza, roba da terzo mondo.

Hanno cambiato le reGole, abolito il voto disgiunto, sperando attraverso il ricatto di candidare persone che assicurino il voto al loro Presidente, ma non ce la faranno neanche così.

Il centrodestra deve essere unito, aprirsi alle liste civiche, candidare persone capaci, perbene e soprattutto avere un candidato Presodente che rappresenti tutti i lucani perbene. MANDIAMOLI A CASA, LA NOSTRA LIBERAZIONE È VICINA!

Alessandro Galella, Capogruppo al Comune di Potenza Fratelli d'Italia

mercoledì 15 agosto 2018

Genova, Crollo ponte: cordoglio dell’Ugl Matera


MATERA - “Cordoglio dall’Ugl Matera per la grave tragedia che ha colpito il capoluogo ligure a seguito del crollo del ponte 'Morandi' sulla A10. Genova appartiene sentimentalmente e col cuore al territorio lucano, principalmente al territorio Tursitano (MT) da quando nel 1952, un gruppo di operai tursitani era ancora impegnato nella locale costruzione della diga di Gannano, sul fiume Agri che eseguiva lavori esterni decisero di trasferirsi a Genova, città industrializzata, e assunti all’epoca alle dipendenze della società genovese ‘Fondazioni Spa’, specializzata, appunto, in fondazioni e pilastri”.

E’ quanto dichiara il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “a nome di tutta la confederazione territoriale Ugl di Matera, esprimo vicinanza e solidarietà alla comunità genovese e a tutte le famiglie di Tursi che oramai da anni vivono a Cornigliano, popoloso quartiere genovese nelle proprie vicinanze della tragedia, che sono ormai un punto di riferimento per tutti i lucani”.

XIV Metaponto Beach Festival: al via con Colapesce (17 agosto) e Dimartino (16 agosto)

METAPONTO (MT) - Un “infedele” sul palco del Metaponto Beach Festival 2018: ad inaugurare, venerdì 17 agosto, la XIV edizione dell'evento musicale più atteso della costa jonica lucana sarà Colapesce, al secolo Lorenzo Urciullo, uno dei nomi più importanti ed affermati della nuova scena musicale italiana. L'artista siciliano ha preso il suo nome d'arte da un'antica leggenda diffusa sull'isola, per ispirarsi al suo protagonista - abile esploratore dei fondali marini - nella sua continua ricerca e sperimentazione degli orizzonti musicali.

Artista libero che non ama le etichette, nel suo ultimo album, “Infedele”, Colapesce si diverte a giocare con le forme del pop senza disdegnare la musica colta, il rock e il fado portoghese, l'elettronica e il free jazz. Ad accompagnarlo sul palco del castello Torremare a Metaponto sarà la Infedele Orchestra, band in cui militano Mario Conte, Adele Nigro (meglio conosciuta come Any Other), il drumming chirurgico di Giannicola Maccarinelli (aka Bonito Belissimo dei Joy Cut), il tocco suadente di Andrea Gobbi al basso e il sax impazzito di Gaetano Santoro.

Open act della prima serata del Metaponto Beach Festival sarà Marco Ancona, autore indipendente salentino tra i più noti del panorama underground nazionale. Attivo dalla seconda metà degli anni 90, dopo aver dato vita a Bludinvidia, Amerigo Verardi & Marco Ancona e a Fonokit, è oggi impegnato in un nuovo percorso artistico sulla scia di quella ricerca indie-rock visionaria e poco incline ai compromessi che ha sempre accompagnato la sua carriera. A chiusura della serata il dj set di Coqò Djette, selecter materana che ama i vinili e la spontaneità.

La XIV edizione del Metaponto Beach Festival propone un'anteprima ad ingresso gratuito - in programma giovedì 16 agosto - frutto di una prestigiosa collaborazione con il Club Tenco, supportata dall'amministrazione comunale. Nell'ambito del format “Il Tenco ascolta”, alla presenza della giuria del prestigioso premio, si esibiranno cinque esordienti della musica d'autore, Valerio Zito, Dorso, Antonio Langone, Dely De Marzo e Roberta Palumbo.

Guest star della serata di giovedì, presentata da Paolo Talanca, sarà Dimartino, musicista e autore palermitano accompagnato in acustico dalla sua band. Dopo aver esordito nel 2010 con l'album "Cara maestra abbiamo", del 2012 è il suo secondo lavoro, per la critica fra le migliori uscite discografiche dell'anno. Nel 2013 pubblica solo in vinile l'ep "Non vengo più mamma", mentre del 2015 è "Un paese ci vuole", concept album sul concetto di paese, liberamente ispirato a “La luna e i falò” di Cesare Pavese. E' del 2017 il suo primo romanzo dal titolo "Un mondo raro", dedicato alla cantante messicana Chavela Vargas, scritto insieme al cantautore Fabrizio Cammarata, con il quale ha inciso l'omonimo disco.

Il Metaponto Beach Festival - organizzato dalle associazioni Krikka di Bernalda e Multietnica di Potenza, con il sostegno di Comune di Bernalda e Regione Basilicata - proseguirà sabato 18 agosto con l'esibizione dei Real Rockers e si concluderà domenica 19 con la Meridionale Reggae Reunion. Informazioni più dettagliate e aggiornamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.metapontobeach.it e sulla pagina Facebook “Metaponto Beach Festival”.