Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post

martedì 21 maggio 2019

Flavia Salomone presenta a Matera 'C'era una volta Homo'


MATERA - Dopo la tappa pugliese, continua il tour italiano dell’antropologa e divulgatrice scientifica Flavia Salomone e questa volta approda nella Capitale Europea della Cultura 2019. Saranno, infatti, proprio i locali del Mondadori Bookstore di Matera (Piazza Vittorio Veneto, 16/B) ad ospitare - GIOVEDÌ 23 MAGGIO [ORE 18:30] - la presentazione del fortunato libro di Flavia Salomone C’era una volta Homo [Edizioni Espera |Collana ArcheoRacconti 7 | www.edizioniespera.com].

Come funziona l’evoluzione e che ruolo hanno giocato le mani? Chi era Homo naledi? Quali uomini per primi sono usciti dall’Africa per conquistare nuove terre? Quali sono stati gli eventi cruciali che circa 7 milioni di anni fa hanno fatto sì che una scimmia molto “coraggiosa” abbia intrapreso un percorso che ha portato fino a noi? Perché nel 2019 ha ancora senso il racconto dell’evoluzione umana?

La giornalista Rossella Montemurro dialogherà con Flavia Salomone andando alla scoperta della Storia delle Storie, quella che si perde nella notte dei tempi fino all’alba dell’umanità. Attraverso aneddoti, curiosità e casi irrisolti si viaggerà nel tempo alla scoperta delle nostre radici più remote.

A quattro anni dalla prima edizione e a 210 anni esatti dalla nascita di Charles Darwin, è tornato in tutte le librerie – per Edizioni Espera – la nuova e attesissima edizione di “C’era una volta Homo”, fortunato libro dell’antropologa e divulgatrice scientifica Flavia Salomone.

Questa pubblicazione, completamente rinnovata nel layout grafico, arricchita da nuovi contenuti e dalle illustrazioni di Giada Giannetti, si pone l’obiettivo di proporre tematiche complesse, come l’evoluzione, ai bambini più piccoli.

Un linguaggio semplice e accattivante, corredato da disegni, rende questo libro unico nel suo genere. Fedele all’idea originaria di colmare un vuoto editoriale, si propone come un valido supporto didattico per le scuole e per chiunque voglia scoprire chi siamo e da dove veniamo.

Come in un puzzle, l’autrice guida i piccoli lettori in un affascinante viaggio a ritroso nel tempo e a partire dalle testimonianze che la terra restituisce, i fossili, racconta la storia del nostro divenire umani. Un percorso lungo, che si è svolto in milioni di anni in cui le mani e il cervello hanno avuto un ruolo determinante. Tutto è cominciato con lo scendere dagli alberi acquisire una postura bipede… La narrazione del nostro passato più remoto è affidata proprio ai protagonisti: i nostri antenati. Saranno proprio Homo naledi, Lucy, la Mamma di Ostuni e molti altri a raccontarsi.

Affianca il libro Con le mani di Homo, un progetto di divulgazione scientifica che da anni sta girando l'Italia – scuole, musei, aree archeologiche, biblioteche, parchi tematici, centri ricreativi – con l’obbiettivo di avvicinare i più piccoli alla scienza attraverso la manualità e la possibilità di essere protagonisti del proprio processo di apprendimento.

Nel corso degli ultimi due anni, il progetto ‘Con le mani di Homo’ ha dato vita a oltre 100 eventi tra presentazioni e laboratori [in scuole, librerie, musei, biblioteche e parchi tematici], coinvolgendo ad oggi più di 4.000 bambini provenienti da circa 200 scuole primarie di tutta Italia, per un totale di circa 300 classi!

L'AUTRICE

FLAVIA SALOMONE [Roma, 1965] vive e lavora a Roma. Biologa e antropologa fisica, dopo la laurea in Biologia a indirizzo Antropologico, si è dedicata per alcuni anni alla ricerca nel campo della biologia delle popolazioni del passato, in modo particolare antichi romani, presso i laboratori di antropologia de ‘La Sapienza’ Università di Roma e del Museo Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma. Si occupa di divulgazione e, dal 2014, propone attività educativo-didattiche in collaborazione con varie associazioni e Musei rivolte alle scuole e alle famiglie. Da gennaio 2019 in collaborazione con lo staff del Museo di Casal de’ Pazzi di Roma ha dato vita ai “Lunedì con l’antropologa” incontri con laboratori sull’evoluzione del linguaggio dedicati alla scuola primaria.

Con il progetto di divulgazione scientifica Con le mani di Homo, che sta girando per l'Italia – scuole, musei, aree archeologiche – si è posta l’obbiettivo di avvicinare i più piccoli a scoprire, attraverso le tracce scolpite nel tempo, il cammino della nostra specie e recuperare così le nostre origini più remote.

In Basilicata poche domande per il Rdc


POTENZA - In Basilicata al 30 aprile le domande presentate per usufruire del Reddito di cittadinanza sono 12.081, una percentuale pari al 2,11% della popolazione regionale.

A Potenza sono state presentate 7.776 richieste, 4.087 da donne e 3.689 da uomini. A Matera, invece, il totale delle richieste è di 4.305, con 2.289 donne e 2.016 uomini.

“L’Istat - commenta il presidente delle Acli di Potenza Emanuele Abbruzzese – certifica che in Basilicata è in condizioni di povertà relativa circa una famiglia su cinque. Nel Mezzogiorno si stima che sia in situazione di povertà assoluta una persona su dieci. I richiedenti del Rdc sono invece due su cento”.

Una famiglia lucana con due figli minorenni, padre e madre, è considerata assolutamente povera se sostiene una spesa mensile per consumi essenziali pari o inferiore a 850 euro. La soglia di povertà relativa per una famiglia di due componenti è invece pari a 1.061 euro mensili.

“E’ evidente – prosegue Abbruzzese – che il Rdc non ha raggiunto tutti i possibili destinatari potenziali. Ci sono intere fasce di popolazione così marginalizzate da non avere nemmeno accesso alle informazioni su provvedimenti che potrebbero agevolarli”.

La stragrande maggioranza delle domande, 10.074, è stata presentata attraverso il Caf ed il Patronato, grazie alla collaborazione e consulenza di operatori specializzati. Il Caf Acli si è trovato in molti casi a dover offrire un supporto sostanziale anche in termini informativi oltre che di invio della domanda.

“Abbiamo deciso – spiega il presidente delle Acli - di fare uno sforzo straordinario predisponendo un piano per raggiungere prima dell’estate le persone più povere, quelle che non vengono negli uffici, e fornire loro informazioni ed assistenza per predisporre la richiesta per il Rdc”.

“Ma gli strumenti di sostegno al reddito potranno funzionare davvero – conclude ancora Abbruzzese – se accanto alla pura erogazione si metterà in atto una reale presa in carico del bisognoso da parte di una rete di servizi pubblici e del privato sociale. Da tempo chiediamo l’attivazione di un tavolo sulla povertà che possa costituire un luogo di confronto e programmazione delle iniziative a sostegno dei cittadini in difficoltà. Speriamo che, finita questa lunga campagna elettorale, il tema venga finalmente messo all’ordine del giorno”.

A Matera 'Barattolo d'Emergenza: metti al sicuro la tua salute'


MATERA - I Lions Club Matera Host e Città dei Sassi, con una stretta collaborazione dell'ASM e dell'Ordine dei Medici della Provincia di Matera, hanno organizzato un incontro di presentazione del service "Barattolo d'Emergenza" - sistema semplice ed efficace di supporto, specialmente a protezione delle fasce più deboli della popolazione, anziani e disabili che vivono soli - che si terrà a Matera presso l'Auditorium dell'Ospedale Madonna delle Grazie giovedì 30 maggio alle ore 10,00.

Interverranno il Direttore Generale dell'ASM di Matera dott. Joseph Polimeni, il dott. Severino Montemurro - Presidente Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Matera, il dott. Rocco Pasciucco - Direttore del Distretto ASM Matera, l'Assessore alle politiche sociali del Comune di Matera Marilena Antonicelli, il dott. Diodoro Colarusso - Responsabile Dipartimento Interaziendale Regionale Emergenza Sanitaria 118, il dott. Domenico Tafuni - Presidente Comitato locale Croce Rossa Italiana e l'ing. Salvatore Tafaro - Comandante Vigili del Fuoco Provincia di Matera. Presenterà il Service la Specialist distrettuale Lions Lea D'Agostino, porteranno i loro saluti i presidenti del Lions Club Matera Host e Matera Città dei Sassi rispettivamente Angela Barbaro e Pino Sicolo, il Presidente della V Circoscrizione Lions Pasquale Bruno, concluderà il Governatore del Distretto Lions 108YA Paolo Gattola. Modera i lavori lo Specialist circoscrizionale del service Domenico Infante.

Il “Barattolo d’Emergenza” contiene una piccola scheda sanitaria cartacea, con le informazioni più importanti per i primi soccorritori e il personale medico che dovrà assistere il soggetto in caso di soccorso di urgenza, immediatamente reperibile perché posto nel frigorifero di casa (ambiente quasi sempre disponibile e protetto dal fuoco, ecc.). Sullo sportello del frigo e sulla porta di casa (se è possibile), vengono posizionati adesivi speciali (con logo Lions) che contrassegnano le famiglie aderenti al progetto. Con tale segnaletica, in maniera rapida, i soccorritori potranno così accedere nel luogo interessato e ai dati essenziali, specie in caso di persone ritrovate sole e non in grado di riferire su se stesse.

Partita dal Lions Club Vado Ligure la proposta di realizzare a livello nazionale questo semplice ma efficace sistema di prevenzione per le situazioni d'emergenza, ha trovato applicazione quest'anno in tutta Italia con grande approvazione. In realtà il “Barattolo d'Emergenza“ prende spunto da un service già applicato in Inghilterra e in Germania, dove ha avuto un successo straordinario.

Una nota di particolare importanza è che, tramite questo service, i due Club Lions di Matera hanno operato sul territorio in sinergia con altri enti ed associazioni (ASM, Ordine dei Medici, Medici di base, Amministrazione Comunale, Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana, Associazioni di volontariato) creando una rete di servizio che potrebbe svolgere un lavoro fruttuoso anche in futuro in previsione di un'estensione a tutta la popolazione interessata nel territorio provinciale.

lunedì 20 maggio 2019

Matera, arrestato per aver maltrattato la moglie


MATERA - I carabinieri, a Matera, hanno tratto in arresto e posto ai domiciliari presso la casa di alcuni parenti un 38enne per aver picchiato e minacciato sua moglie, anche in presenza dei tre figli minorenni. L'accusa per l'uomo è di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Perrino (M5S): "Archiviato il secondo procedimento a mio carico relativo alla querela di Adorisio"


POTENZA - E' arrivata un’ulteriore conferma sulle azioni da me messe in campo durante la passata legislatura nell’espletamento del mio mandato da Consigliere Regionale: il mio legale, avv.Leonardo Pinto - che ringrazio pubblicamente per la grande professionalità dimostrata - mi ha comunicato che il GIP ha archiviato il secondo procedimento che mi vedeva indagato per il medesimo presunto reato di diffamazione a mezzo stampa.

La querela da parte dell’ex Direttore Generale dell’ATER di Matera era relativa ad un comunicato stampa che informava i cittadini rispetto ad una mia interrogazione sulla gestione del trattamento di fine servizio/rapporto (TFS/TFR) e sulla quale vi erano state pesanti censure da parte degli uffici regionali. Questa archiviazione si aggiunge all’assoluzione del settembre scorso nel processo che mi aveva visto imputato, sempre a seguito di una querela da parte dell’Ing. Adorisio. Allora l’oggetto della causa era un un mio comunicato stampa sulla nomina di questi a Direttore dell’ATER di Matera.

Colgo l’occasione per ribadire che continuerò a svolgere le mie funzioni di Consigliere Regionale con ancor più vigore anche in questa legislatura, senza cedere ad intimidazioni di alcun tipo. Lo chiedono gli oltre tremila cittadini che hanno scritto il mio nome sulla scheda elettorale il 24 marzo. Così in una nota Gianni Perrino, portavoce M5S Basilicata - Consiglio regionale.

venerdì 17 maggio 2019

Trasporti: Ugl Matera scrive a Merra per la situazione inaccettabile


MATERA - “La governance si attivi affinché si possa evitare la paralisi del trasporto su gomma, sono numerosissime le problematiche sottovalutate dagli addetti ai lavori istituzionalmente riconosciuti, e che evidentemente si sono occupati d’altro, inconsci con chiarezza delle aziende rimaste monche di proseguire i servizi per l’impossibilità tecnico – finanziaria, soprattutto conseguente di non poter onorare il pagamento della mensilità ai 1.000 lavoratori del settore. Per tale ed altri motivi, l’Ugl chiede un incontro urgente all’assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra”.

Lo ha detto il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “la regione è stata con la precedente classe politica di centro sx altamente dormiente. A Donatella Marra vogliamo sottolineare che alcune Società di autolinee ancora ad oggi non hanno pagato diverse mensilità e da qui la considerazione dell’enorme difficoltà che l’Ugl ha da sempre ritenuto non poter essere affrontata o tanto meno risolta con slogan o spot pubblicitari, bensì con soldi da mettere subito in cassa al di la se poi la nostra Basilicata potrà o meno essere attraversata dal Frecciarossa 1000. Uno dei casi eclatanti è la situazione assurda e intollerabile che i lavoratori continuano a subire dalla ditta Autolinee Nolè la quale azienda sono anni che assume un comportamento ingiustificato e inaffidabile all’interno del servizio pubblico dei trasporti della Basilicata perché continua a contraddistinguersi negativamente sia per il trattamento dei propri dipendenti sia per il trattamento dei passeggeri, rispetto a tutte le altre aziende del settore che ottemperano gli oneri con maggiore puntualità e confort viaggianti accettabili. Chiediamo d’incontrare l’assessore per manifestare che la grave situazione del trasporto pubblico locale in Basilicata deve essere affrontata trovando gli adeguati rimedi, come Ugl – prosegue Giordano – continueremo a denunziare una situazione di grave crisi: mancata corresponsione alle imprese esercenti delle spettanze per i servizi trasporstici assicurati, oltre che una serie di altre inadempienze che si riflettono negativamente sulla organizzazione e gestione dei servizi del trasporto pubblico locale nella intera regione. Siamo stufi e stanchi di aver sentito per anni proclami : ‘Faremo un Piano dei Trasporti che rivoluzionerà il settore.

Abbiamo bisogno di efficientare i servizi rendendoli intermodali; Faremo dei trasporti il volano della mobilità; Porteremo l’eccellenza della mobilità ferroviaria mondiale in Basilicata con il Frecciarossa; La Basilicata ha la necessità di aprirsi al mercato faremo 8/10 gare per il settore !!!! Solo ed esclusivamente, Tutte chiacchiere !!!! Il nostro auguro è che – conclude Giordano – l’assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità della Regione Basilicata, Donatella Merra ci convochi quando prima, volendo essere di aiuto e partecipativi dove ciascuno per le sue competenze possa guardare con attenzione ed impegno al settore del trasporto pubblico locale in Basilicata, per assicurare certezze alle imprese concessionarie, condizioni di salvaguardia e diritti ai lavoratori, servizi con standard di qualità agli utenti, cose che fino ad oggi sono mancate”.

giovedì 16 maggio 2019

Voce Spettacolo Film Festival 2019: 2a edizione a Matera


MATERA - Si terrà a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, la 2a edizione del Voce Spettacolo Film Festival, in programma dal 31 maggio al 2 giugno presso il Cinema “Il Piccolo”di Matera. La rassegna cinematografica, fondata e prodotta dall'Associazione Culturale “Voce Spettacolo” di Matera, è ideata e diretta dall'attore materano Walter Nicoletti.

Il VSFF focalizza l’attenzione sulla scoperta di giovani talenti ed ha l’obiettivo di promuovere il lavoro di autori di cinema provenienti dall'Italia e dal resto del Mondo.

“Dopo il successo della 1° edizione - dichiara Nicoletti – si accendono nuovamente i riflettori sulla settima arte a Matera. Sono suddivisi in cinque sezioni i film, documentari, cortometraggi, videoclip e drone video pervenuti da Italia, Stati Uniti, Canada, Francia, Giappone, Turchia, Belgio, Regno Unito e Germania. Un risultato straordinario che premia la qualità di una iniziativa internazionale dedicata alla relazione tra Cinema e Cultura, alla contaminazione tra differenti linguaggi espressivi e creativi per raccontare la settima arte”.

Numerose le celebrità che fanno parte della Giuria Web della kermesse: Valeria Altobelli, Inès Trocchia, Lavinia Bruno (La7), Caterina Milicchio (Attrice), Clarissa Leone (Attrice), Federica Bertoni (Conduttrice televisiva), Lorena Baricalla (Etoile, Attrice e Cantante internazionale), Berta Corvi, Rita Rusciano (Attrice), Francesca Piggianelli (RomArtEventi-Cinecittà Studios), Elena Parmegiani (Direttrice Coffè House Palazzo Colonna Roma), Tiziana De Giacomo (Attrice), Joanna Longawa (Giornalista), Michelle Morell (Attrice), Carlotta Galmarini (Attrice), Mor Cohen (Produttrice, Attrice, Direttrice Associata New York Film Awards), Licia Gargiulo (Giornalista), Jeannine Marie Guiylard (Giornalista Fra Noi Magazine – New York), Valentina Tomada (Scrittrice, Attrice e Regista), Yassmin Pucci (Attrice), Pamela Quinzi (Stilista), Emanuela Del Zompo (Giornalista), Armando Lostaglio (Critico Cinematografico), Chiara Lostaglio (Attrice), Annamaria Sodano (Giornalista e Conduttrice), Francesco Di Silvio (Produttore), Gaetano Russo (Artista e Scenografo), Salomè Da Silva (Attrice), Marco Gambino (Attore), Danilo Leo Lazzarini (Consulente Storico e Attore), Valentina Sorice (Attrice), Valentina Gemelli (Attrice), Vicky Maria Catalano (Attrice), Sofia Valleri (Modella), Maithè Casiraghi (Modella), Juan Pablo Arroyo (Regista), Alissa Huzar (Attrice), Francesca Martinelli (Giornalista), Francesca Vitaliani (Conduttrice televisiva), Valentina Stredini (Attrice e doppiatrice) e Silvia Silvestri (Giornalista – Basilicata Notizie).

Per questa 2a edizione grande novità è rappresentata dalla partnership tra il VSFF ed il World Film Fair, l’evento internazionale in cui registi e sceneggiatori provenienti da tutto il mondo possono incontrarsi e mostrare il proprio lavoro alle aziende di tutti i settori dell’industria cinematografica. La prossima edizione si svolgerà ad Hollywood dall’11 al 16 novembre ed i vincitori del VSFF saranno di diritto selezionati per partecipare alla rassegna hollywoodiana.

Si parte venerdì 31 maggio dalle ore 10,30 presso il Cinema “Il Piccolo” di Matera con la proiezione delle opere in concorso. In serata, alle ore 20,30, proiezione speciale di “Terrurismo” di Vito Cea, alla presenza del regista e dello scrittore e sceneggiatore Roberto Moliterni.

Sabato 5 si riparte alle 10,30 con le proiezioni del World Film Fair. Nel pomeriggio si riprende a partire dalle ore 16,30 con la proiezione delle opere finaliste fino ad arrivare in serata alla proiezione speciale di “Nemo Propheta” di David Cinnella. Il nuovo lavoro del regista italoamericano girato a Matera e post prodotto ad Hollywood con il quale si affronta il delicato tema della fuga dei giovani cervelli italiani. Nel cast Cosimo Frascella, Walter Nicoletti e Brunella Lamacchia.

Domenica 2 giugno, alle ore 20,00 si chiude con la Première di “Vendesi Maternità” di Walter Nicoletti, con Brunella Lamacchia, Valentina Ranoia, Rosanna David, Vito Nicoletti, Anna Gravela e Franco Piccinni. A seguire la cerimonia di premiazione.

Media Partners: DiTutto.it, LF Magazine, JL Interviews, Al di là del Cinema, AT News, LifeStyle Made In Italy, TrendyArt for Living, Zerkalo Spettacolo, Ultima Voce, Il Giornale del Sud, L'Eco del Litorale, Sassilive, BasilicataNotizie, SassiLand, Wavesandrunways, Celebrity-America.

A Matera "La tutela delle specie, delle aree protette e della Biodiversità"


MATERA - Il giorno 17 maggio 2019, presso l’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Matera sito in Via Parini n.1, alla presenza di circa 150 alunni delle classi IV elementare, sarà tenuto un’importante incontro di divulgazione ambientale avente a tema il valore della biodiversità e l’attività dell’Arma dei Carabinieri a tutela delle specie di fauna e flora in pericolo di estinzione, con particolare riferimento a quelle della nostra regione.

L’incontro sarà tenuto da militari qualificati nella didattica alle classi elementari con giochi e video illustrativi, nonché da militari specializzati nel controllo delle specie protette.

La giornata è il momento centrale di un programma di iniziative formative che l’Arma dei Carabinieri sta tenendo sul tema in tutte le scuole della regione.

Al termine, alle ore 11.15, alla presenza del Prefetto e del Sindaco di Matera, con la partecipazione dell’Ufficio scolastico regionale, gli alunni sarà donato il calendario CITES dell’Arma dei Carabinieri, che per il 2019 ha ad oggetto: la cooperazione internazionale contro il traffico di specie selvatiche.

Il calendario, edito ogni anno, intende accrescere l’attenzione sull’importanza della biodiversità nel mondo, anche portando a conoscenza degli sforzi che vengono sostenuti per proteggerla. la cultura della biodiversità.

Clima di cambiamento...in tour! 3° tappa Matera


MATERA - Il 24 maggio p.v., l' I.I.S. “A. TURI” – Istituto Tecnico Agrario “G. Briganti” di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, ospita la 3° tappa del tour “Clima di Cambiamento” di Isola della Sostenibilità 2019.

Tema della giornata sarà il Climate Change: aziende, associazioni ed enti coinvolgeranno gli studenti dell’Istituto in un dibattito sull’argomento, con un focus particolare sulle criticità presenti sul territorio. Matera si è dimostrata, infatti, sensibile alle tematiche legate al concetto di città sostenibili. Compito dei relatori sarà quello di spiegare ai ragazzi l’importanza dei contenuti trattati, spingendoli a riflettere sui propri comportamenti e sugli effetti che questi hanno sul Pianeta.

Il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggeri, il Presidente della Provincia di Matera, Piero Marrese ed il Consigliere della Regione Basilicata, Piergiorgio Quarto, saranno presenti alla manifestazione.

Tra gli interventi della giornata Carolina Innella, ricercatrice ENEA, con un discorso sull’Economia Circolare Urbana. Per ISPRA sarà presente la ricercatrice Anna Chiesura, con un intervento ad hoc sull’importante ruolo che l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, svolge per la sostenibilità urbana; mentre CROCE ROSSA ITALIANA mostrerà ai ragazzi le attività svolte a difesa dell’ambiente.

La parola passerà, quindi, agli studenti che, prima di partecipare alle attività laboratoriali, presenteranno un progetto di semina su sodo: sistema di coltivazione che si basa sull'assenza di qualsiasi tipo di lavorazione meccanica del terreno, al fine di proporre una tecnica di agricoltura conservativa, per un’agricoltura amica del suolo.

Cos'è Isola della Sostenibilità?

Isola della Sostenibilità è un Progetto a carattere Nazionale in cui Enti di ricerca e Aziende e Associazioni virtuose cooperano con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile tra le nuove generazioni.

Le attività in programma per il 2019 sono: il Tour nelle scuole – “2019: Clima di Cambiamento”, l’Evento finale “Isola della Sostenibilità – Educare al cambiamento” e la seconda edizione del Concorso “Cambia-Menti. Upgrade Ur Mind”.

Per maggiori dettagli:

http://isoladellasostenibilita.com
https://www.facebook.com/isolasostenibile/
info@isoladellasostenibilita.com

Matera 2019: Lezzi, "Stanziato un milione per trasporto su ferro nei festivi"

MATERA - “Nella cabina di regia per il Fondo di sviluppo e coesione che ho presieduto, ho previsto uno stanziamento di 1 milione di euro, aggiuntivo sul Patto per la Basilicata, destinato a Matera e, in particolare, al trasporto su ferro. Tale stanziamento diventerà definitivo questa sera, quando si riunirà il Cipe. Queste risorse saranno utilizzate per la tratta Bari-Matera delle ferrovie Fal (Ferrovie Appulo Lucane) nei giorni festivi e, dunque, agevoleranno sensibilmente il trasporto di cittadini e turisti da, e per, la Capitale europea della Cultura. Questo è stato l'unico modo per superare le inspiegabili lentezze burocratiche che, pur in presenza delle risorse, hanno reso impossibile l'avvio di questo servizio. Ora non ci sono più alibi, bisogna partire". Lo afferma in una nota il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

Infortuni, Giordano (Ugl):”Tema centrale in Basilicata”


MATERA - “La Regione Basilicata sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro è stata sempre assente non percependo mai la materia a garanzia dei lavoratori i quali, hanno dovuto pagare sulla pelle in caso di infortunio. In riferimento agli incidenti sul lavoro avvenuti in Italia si può solo dire con immenso e duro rammarico che, l’assenza di una efficace politica sulla sicurezza sul lavoro in questo Paese, porta a nefaste conseguenze. Per tanto l’Ugl supporta la giusta presa di posizione del consigliere regionale Giovanni Vizziello sull’analisi dei dati Inail relativi all’anno 2018”.
Lo afferma il segretario provinciale dell'Ugl di Matera, Pino Giordano per il quale, “alla politica e al consigliere Vizziello vogliamo rammentare che lo scorso primo maggio, il triste fenomeno delle ‘morti bianche’ è stato il tema scelto dal sindacato Ugl con l’iniziativa “Lavorare per vivere” tenutosi in Piazza Politeama a Palermo dove, sono state installate 1133 sagome in ricordo delle vittime sul lavoro nel 2018. Oltre alle 1029 sagome bianche, pari al numero di morti sul lavoro registrato nel 2017, aggiunte 104 sagome rosse, per sottolineare come il fenomeno sia cresciuto del 10% nel 2018. I dati Inail relativi all’anno 2018, collocano la provincia di Matera tra quelle a più alta incidenza di infortuni sul lavoro con esito mortale e di tumori sul totale delle malattie professionali denunciate.

Si è stufi di una contabilità che certifica le disgrazie che colpiscono i lavoratori ed è indispensabile che questo stillicidio abbia fine poiché, la perdita di una vita umana crea un vuoto incolmabile che colpisce, straziando, l'esistenza di una famiglia e porta il disonore alla società. In un paese dove si lavora non più per migliorare la propria esistenza, ma per la sopravvivenza, è assolutamente inaccettabile morire sul posto di lavoro. Gli infortuni sono una piaga che affligge il nostro Paese, ma è inaudito che solo questo Governo si sta’ adoperando su politiche di prevenzione e la nuova governance regionale lucana, raccoglie una eredità pesante dei governi di centro sinistra che dobbiamo migliorare ed invertire al più presto, mediante opportune sinergie tra tutte le componenti cui spetta garantire lo svolgimento in sicurezza dell’attività lavorativa, perché, giustamente come sostiene Vizziello, la tutela della salute dei lavoratori è la vera cifra della civiltà.

A conferma di quanto il tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro rimanga sempre assolutamente centrale nel nostro Paese – aggiunge Giordano -, anche per quest’anno, l’Ugl per focalizzare l’attenzione sull’immane tragedia che devasta il mondo del lavoro e le famiglie colpite da questi lutti, ritiene che quotidianamente debba essere forte la mobilizzazione di tutti nel parlare delle vittime sul lavoro. #LavorarePerVivere per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle morti bianche. Per l’Ugl – conclude Giordano - servono subito maggiori risorse da destinare alla prevenzione ed alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Basta morire di lavoro, una criticità rilevante che occorre sanare al più presto mediante opportuni investimenti in grado di incrementare la prevenzione degli incidenti sul lavoro. Dei dati Inail per le 107 province italiane oggetto di monitoraggio vede vergognosamente la provincia di Matera distinguersi in negativo con 4 infortuni con esito mortale ogni 1000 incidenti sul lavoro denunciati e soprattutto con il 16% di tumori sul totale delle malattie professionali denunciate (ottavo posto della classifica delle province con più elevato tasso di malattie professionali tumorali). Sono numeri imbarazzanti che devono far riflettere sulla necessità di un maggiore impegno istituzionale con il fine di contribuire ad una implementazione dei controlli sui luoghi di lavoro”.

Giordano, inoltre, sottolinea “quanto sia importante informare tutti i lavoratori sui rischi nei quali possono incorrere sia nei cantieri edili che in altre realtà professionali. Infatti, si è spesso erroneamente indotti a sottovalutare questo aspetto, considerandolo un ‘ingombro’; in realtà, la considerazione di tutte le precauzioni da prendere prima di cimentarsi in ogni tipo di attività lavorativa rappresenta una parte integrante del processo produttivo”.

mercoledì 15 maggio 2019

Al via a Matera un viaggio internazionale sulle vie del pane


MATERA - Nell’ambito del ricco programma culturale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, motivo di incontro culturale e generazionale, il tema dell’alimentazione e del pane saranno il filo narrativo di un “viaggio-esperienza” unico nel mettere a confronto i cittadini materani ed internazionali, riscoprendo la convivialità nel mangiare, abitare e vivere gli spazi.

Dopo l’edizione del 2018 che ha messo al centro la grande tradizione del pane materano e dei suoi timbri artistici, la seconda edizione del Festival “Breadway – Le Vie del Pane”, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 coprodotto da Fondazione Matera - Basilicata 2019 e Murgiamadre (food.culture.territory), in programma dal 6 al 9 giugno 2019, si arricchisce di alcune importanti novità, confermando una formula che non si ferma all’aspetto prettamente alimentate ma va ben oltre, divenendo di più ampio respiro artistico-culturale.

Ancora una volta l’attenzione si sposterà dai Sassi, considerato il “salotto di Matera”, alla periferia urbana, rianimandola e riqualificandola. Protagonisti di questo percorso saranno il quartiere Piccianello e il Mulino Alvino, storico pastificio materano e importante testimonianza di “archeologia industriale”, dove la tradizione incontrerà l’innovazione grazie al contributo di alcuni designer europei che hanno partecipato al concorso sulle “nuove forme del Pane” promosso da ADI – Associazione per il Disegno Industriale, attraverso la Delegazione territoriale ADI Puglia e Basilicata, partner culturale del progetto Breadway (info: http://www.adi-design.org/blog/le-vie-del-pane.html).

Oltre ad ADI, il partenariato Internazionale, Nazionale e locale che accompagnerà la nuova edizione sarà composto anche da IED Barcelona, Indisciplinarte , Università degli Studi di Bari, Slow Food, Consorzio I.G.P. Pane di Matera, BCC di Laurenzana e Novasiri.

Nel secondo weekend di giugno, mese in cui inizia la raccolta del grano, il quartiere di Piccianello (a 5 minuti dal centro e da i Sassi di Matera) si animerà per riscoprire la convivialità, il piacere dello stare insieme, in nome del pane, attraverso performance artistiche, spettacoli, installazioni di design, workshop e laboratori organizzati in collaborazione con Slow Food, in cui cittadini e visitatori di ogni età saranno coinvolti in un’esperienza coinvolgente, avvicinandosi ad un patrimonio di saperi, sapori e tradizioni culturali.

Il Mulino Alvino, il primo mulino costruito a Matera nel 1884-85, oggi importante esempio di restauro e di rigenerazione urbana di un’area degradata, ospiterà un’installazione a cura di ADI e IED Barcellona e due mostre di Food Design. Alcuni laboratori sul pane si terranno anche all’interno della ​scuola primaria Marconi e nei pressi di una chiesa rupestre dal 7 al 9 giugno (Accesso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione mediante la piattaforma www.materaevents.it ).

Venerdì 7 giugno presso La Cava Paradiso, sarà organizzato un workshop a cura dell'Università degli studi di Bari dedicato alla presentazione di una ricerca prodotta sul Lievito Madre Europeo con il supporto di Slow food e il Consorzio IGP Pane di Matera.

Breadway, esclusivo “viaggio-esperienza” attraverso tutte le fasi che dal chicco del grano conducono alla preparazione del pane, sfornerà il pane europeo del 2019, che sarà disponibile al pubblico in alcuni dei principali forni della città che aderiscono al progetto (Panificio di Adriano Dal Mastro, Panificio di Davide Longoni, Panificio di Pasquale Brisa, Panificio di Matteo Piffer, ​Panificio del Consorzio I.G.P. Pane di Matera).

Inoltre, grazie ad un accordo con l’Associazione cuochi materani parte della Federazione Italiana Cuochi, nei maggiori ristoranti materani si proporrà il menù Breadway, un menù speciale dedicato all’evento, tutto a base di pane….dall’antipasto al dessert.

Non solo pane e design, ma anche performance artistiche di livello internazionale, curate da un cast di talentuosi artisti e food performer, selezionato da ​Indisciplinarte - Chiara Organtini e Linda Di Pietro e composto da Gosie Vervloessem, Rares Craiut e Floriane Facchini Catalina Pollak Williamson.

Colonna sonora del Festival sarà la “musica da cucina”, un ​DJ set di musica elettronica con un set speciale: vapori pentole e utensili sono gli strumenti base della composizione di Fabio Bonelli.

Oltre a Cooking Class e Cooking Show che vedranno all’opera materani e visitatori, grande attesa per la sfida, senza esclusione di colpi, tra “pane artigianale e pane industriale”, dove i panificatori presenti si confronteranno fino all’ultima briciola, rievocando i più blasonati cooking format televisivi.

Queste iniziative saranno realizzate con ​il supporto dell'azienda DERADO & DE SALVO, Consorzio IGP pane di Matera e del gruppo alimentare belga Vandemoortele.

“Breadway” diventa così un vero e proprio “Festival del pane” in grado di combinare la narrazione della tradizione locale legata alla panificazione con le espressioni artistiche e culturali contemporanee, raccogliendo storie sul pane e lieviti madre europei che insieme alimenteranno e formeranno il pane europeo del 2019.

«Non ci sarà spazio ad alcun tipo di barriera, la cultura si aprirà all’altro partendo proprio da memoria e tradizioni – assicura Francesco Ruggieri, presidente di Murgiamadre: si tirerà fuori dai cassetti ogni sorta di ricordo che permetterà di osservare l’evoluzione sociale di una città in continuo fermento, fino ad arrivare a ricostruirne la vera autenticità».

«Uno degli elementi più simbolici della cultura materana, ovvero il pane, frutto della terra e del lavoro dell’uomo – sottolinea Paolo Verri, Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019 - diventa catalizzatore di storie ed esperienze fortemente coinvolgenti sia per l’abitante materano che per il cittadino temporaneo. Una straordinaria opportunità per allargare inoltre i confini della città, spostando l’attenzione del visitatore dal centro alle periferie, nell'ottica di apertura che caratterizza il dossier di Matera 2019».

Un ruolo importante dell’intera iniziativa sarà affidata proprio ai cittadini materani, chiamati a rinvigorire ed alimentare quelle radici che hanno reso la loro città unica, capace di reinventarsi e rigenerarsi, vincendo la sua sfida con il tempo.

Matera e il pane, simbolo di condivisione, religiosità e sacralità, ma anche di creatività (l’arte del riuso degli avanzi) metafora della passione e della resurrezione dell’uomo, creeranno una nuova comunità consapevole, creatrice e custode di saperi e, allo stesso tempo, fruitrice.

Sito internet: https://www.breadway.it/

Metaponto e Matera, MAPO Travel scommette sul binomio mare-cultura


MATERA - Per l'estate 2019 MAPO Travel ha scelto di puntare sulla Basilicata potenziando la presenza in una delle strutture più richieste del catalogo Mare Italia: il Magna Grecia Village di Metaponto, località insignita anche nel 2019 della Bandiera Blu.

162 camere immerse nel verde di una pineta naturale, spiaggia privata di sabbia fine, sport e animazione per adulti e bambini, accessibilità per persone con disabilità o bisogni speciali, sono solo alcuni dei caratteri distintivi del villaggio 4 stelle del tour operator pugliese, più volte premiato come struttura famiglie Sud Italia.

“Grazie alla sua posizione strategica, il Magna Grecia Village – spiega Barbara Marangi, general manager di MAPO Travel - è la meta ideale per chi vuole coniugare una vacanza di relax al mare con il turismo culturale. La struttura si trova infatti a poche centinaia di metri dall’area archeologica della Magna Grecia ed è in posizione strategica per scoprire i sassi di Matera, Taranto e lo splendido Museo MarTa, la ‘città fantasma’ di Craco, il Pollino e le Dolomiti Lucane”.

Con un aumento boom del 176% delle presenze negli ultimi sette anni (dati Assoturismo), Matera ha registrato la maggiore crescita tra le città d’arte italiane. E obiettivo delle proposte estive di MAPO Travel è proprio la valorizzazione della Capitale Europea della Cultura 2019.

“I nostri villaggi non sono il punto di arrivo, ma il punto di partenza, anche grazie alle escursioni e alle esperienze proposte in loco dalle Mapo Assistant. I tour di MAPO Travel sono tutti tailor made: vogliamo offrire ai nostri ospiti la possibilità di scoprire scorci inediti della Puglia e della Basilicata, puntando soprattutto su Matera, meta straordinaria oggi sotto i riflettori”, conclude Barbara Marangi.

Il tour operator ha lanciato inoltre una serie di plus e promozioni riservate alle agenzie di viaggio, unico canale distributivo del TO, grazie ad una rete commerciale presente ormai su tutto il territorio italiano. Anche il servizio di booking on line per le adv, per prenotazioni in tempo reale con disponibilità immediata, è stato potenziato.

Anche nel Materano la campagna nazionale HS 'Che Nome Dai Alle Tue Cisti?'


MATERA - Sabato 18 Maggio a Pisticci la tappa della Campagna nazionale informativa e di sensibilizzazione sull’Idrosadenite suppurativa (HS), denominata “Che nome dai alle tue cisti?”, che prevede visite dermatologiche gratuite su prenotazione.

“Che nome dai alle tue cisti?” vede coinvolte 33 strutture ospedaliere ed universitarie su tutto il territorio nazionale in cui gli specialisti dermatologi saranno a disposizione per aiutare chi soffre di HS ad iniziare un percorso di cura presso i centri ospedaliero-universitari che hanno un ambulatorio dedicato ad una patologia ancora oggi misconosciuta e di difficile diagnosi.

L’HS infatti si manifesta con la formazione di cisti, noduli, ascessi e lesioni dolorose nelle aree inguinale, ascellare, perianale, dei glutei e sotto il seno e, meno frequentemente, sul cuoio capelluto, collo, schiena, viso e addome. Il quadro clinico non è sempre facile da riconoscere e può simulare delle comuni “cisti sebacee” o essere scambiata per altre patologie (acne, follicoliti). L’idrosadenite suppurativa è una patologia misconosciuta, molto dolorosa e difficile da diagnosticare. Proprio la difficoltà di diagnosi causa a volte il peggioramento dei pazienti.

Sabato 18 Maggio presso gli ambulatori di Dermatologia dell’Ospedale Distrettuale “A. Lo Dico” Tinchi di Pisticci hi soffre di HS potrà usufruire di una visita gratuita, previa prenotazione.

Per prenotare telefonare al numero 392 8077216 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 17,00.

“Che nome dai alle tue cisti?” è Patrocinata da Inversa Onlus, l’associazione italiana per i pazienti affetti di idrosadenite suppurativa (HS) nata per sopperire alle necessità e difficoltà dei malati legate alla gestione di una patologia cronica invalidante. L’associazione, fondata nel 2010 da Giusi Pintori, sostiene proattivamente ogni singolo malato, fornendo informazioni e sostegno, con l’obiettivo di aiutare le persone a vivere meglio.

La Campagna “Che nome dai alle tue cisti?” è realizzata grazie al contributo incondizionato di Abbvie.

Per ulteriori informazioni: www.chenomedaialletuecisti.it

Amabili confini: con Eraldo Affinati doppio incontro a Matera e Miglionico

MATERA - Amabili Confini riporta la letteratura nei quartieri. Dopo l’anteprima nella Biblioteca Stigliani, il primo incontro della quarta edizione del progetto di rigenerazione sociale delle periferie, è giovedì 16 maggio, alle ore 18.30: Eraldo Affinati dialogherà con la giornalista Antonella Ciervo e il professor Saverio Ciccimarra, a Villa Longo, in piazza Firenze, accanto al Punto Sanità (in caso di maltempo nella sede dell'associazione Anziani Uniti di Matera). Venerdì 17 maggio, sempre alle 18.30, si replica al Castello del Malconsiglio di Miglionico, dove a dialogare con l’autore saranno Marzia Dalessandro e Brunella Persia. Il viaggio di Amabili Confini alla scoperta di nuovi “Orizzonti” (questo il tema scelto per questa edizione), prende il via da una delle cinque Macro-aree in cui il progetto ha suddiviso la periferia di Matera. Sotto la sapiente guida di Maria Rosaria Salvatore, Affinati, finalista al premio Strega e vincitore del Campiello nel 1997, non si limiterà a parlare della sua ultima pubblicazione “Via dalla pazza classe”, ma si aprirà al confronto con chi scrittore di professione non è, ma, a suo modo, ha storie da raccontare e condividere.

Lo scrittore, infatti, converserà con gli autori dei due racconti brevi realizzati dai residenti, selezionati unoper sorteggio e l’altro dal team, esprimendo le sue considerazioni sul loro contenuto e soffermandosi sul ruolo dello scrittore e sul valore della “scrittura” nel nostro tempo. Attraverso le sue parole e le sue visioni, pianterà un "seme di bellezza" in quella comunità. E’ in questo modo che Amabili confini intende stimolare la partecipazione attiva degli abitanti facendone emergere le potenzialità narrative e conferendo allo scrittore ospitato il ruolo di "cittadino culturale temporaneo" nella Capitale Europea della Cultura 2019.

E’ in questo contesto di interscambio di esperienze che Eraldo Affinati parlerà anche del suo nuovo romanzo. Partendo dalla straordinaria testimonianza delle scuole Penny Wirton per l’insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati, Eraldo Affinati racconta la storia di una nuova esperienza didattica dove ci si guarda negli occhi, sedendo allo stesso tavolo, senza classi e senza voti, in una relazione d’amicizia e simpatia. Nel suo diario personale e pubblico, in cui s’intrecciano la dimensione pedagogica e letteraria, troveremo una preziosa riflessione su temi cruciali: la responsabilità di chi viene chiamato a formare i ragazzi, i viaggi della speranza mischiati a quelli della morte, i fantasmi della Shoah, la natura equivoca della nuova libertà digitale, gli adulti fragili, il rischio delle parole gratuite e delegittimate, la potenza del vero volontariato, il nodo spinoso del giudizio e della valutazione, il possibile inganno della risposta esatta e il valore paradossale di quella sbagliata.

Il venerdì mattina, alle ore 12, infine, al Liceo Classico di Matera, lo scrittore parteciperà ad un incontro interamente autogestito dagli studenti. A dialogare con l’autore, gli studenti Francesco Guarnieri (IV C) e Teresa Di Pace (III B); coordinatrice la professoressa Angela Capurso.

martedì 14 maggio 2019

A Matera Italia smART Community


MATERA - L’Italia ospita uno straordinario patrimonio artistico, architettonico, umanistico, scientifico, paesaggistico ed eno-gastronomico.

Le città italiane, con le loro bellezze, difficoltà e contraddizioni devono e possono diventare i luoghi simbolo dell’intreccio virtuoso tra innovazione, beni culturali, turismo e resilienza che le rende così diverse e uniche al mondo.

Italia smART Community Network, promosso da Pentapolis Onlus, parte da Matera, per lanciare il proprio progetto attraverso un Summit, con la volontà di coinvolgere istituzioni, governo, imprese, enti di ricerca, università, società civile, media, start up su un obiettivo comune: la costruzione di una società digitale e sostenibile per una maggiore valorizzazione e migliore fruibilità dei beni culturali.

L'iniziativa rientra tra gli appuntamenti di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e si svolgerà anche all'interno del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile.

Tre giorni di convegni, iniziative speciali e attività di formazione dedicati all'incontro tra innovazione, patrimonio artistico e turismo; creando così una community di stakeholders per sviluppare progetti b2b, ma con forte interesse per il largo pubblico e con particolare attenzione ai Millennials.

“Stiamo lavorando alla redazione de La Carta digitale di Matera – afferma Massimiliano Pontillo, Presidente di Pentapolis Onlus – che verrà pubblicata dopo la kermesse: un Manifesto a firma pubblico-privato, che indicherà principi e linee d'indirizzo nella promozione di una società digitale e sostenibile, per favorire sempre più la cultura e il turismo”.

Sarà presentata la prima edizione della ricerca Italia smART Focus, che avrà lo scopo di analizzare le numerose realtà della società civile che si prendono cura, gestendola, dell’enorme ricchezza culturale diffusa e spesso condannata al degrado.

Verrà allestito un “Fuori Summit” dell’innovazione digitale, uno spazio espositivo dedicato alle nuove possibilità offerte dalle tecnologie emergenti per conservare e divulgare il patrimonio storico artistico.

In chiusura, l’assegnazione del Premio ISC 2019 a quel progetto che ben rappresenti i valori promossi dall’iniziativa.

Il Network italiano delle Sm’ART Communities (www.italiasmartcommunity.it) prevede, dal 2020, l’organizzazione annuale di tappe regionali itineranti, oltre al Summit, che valorizzino le eccellenze presenti nel nostro Belpaese alimentando, al contempo, un circolo emolutivo e creando così una vera e propria “rete” culturale nazionale, portatrice di valori.

A Matera una mostra e un corso di bonsai e suiseki


MATERA - Dal 16 al 19 maggio 2019 al Circolo La Scaletta, in via Sette Dolori 10, è in programma un corso gratuito di bonsai e suiseki, con la partecipazione di esperti del settore, che approfondiranno tecniche e segreti di questa antica arte giapponese.

Giovedì 16 maggio alle 11, dopo i saluti di Francesco Vizziello, presidente del Circolo La Scaletta, si terrà la presentazione del corso a cura di Gianni Picella e Vito Di Venere (Bonsai Club Puglia), a seguire sarà presentato il libro “La timidezza delle chiome” di Pietro Maroè (Rizzoli editore 2017). Venerdì 17 maggio alle 10 Vittorio Leone, docente dell’Università della Basilicata, terrà una lezione sulla fisiologia dell’albero, seguiranno alle 12 i saluti di mons. Giuseppe Caiazzo, arcivescovo di Matera- Irsina. Nel pomeriggio, a partire dalle 17, Antonio De Giuseppe, orto botanico di Cosenza, spiegherà le tecniche di base per impostare un bonsai.

L’arte e la filosofia suiseki, che significa in giapponese pietra lavorata dall’acqua, saranno illustrate sabato 18 maggio alle 10 da Luciana Queirolo, presidente AIAS, Associazione italiana amatori suiseki. Nel pomeriggio alle 17 Vito di Venere, vicepresidente European Suiseki Association, terrà un incontro dal titolo “Arte e apprezzamento delle pietre”.

Domenica 19 maggio il corso si concluderà con un intervento di Armando Dal Col, fondatore del Giardino Museo Bonsai della Serenità a Tarzo, sulle colline trevigiane, considerato il tempio del bonsai italiano. Alle 17 il bonsaista Gerardo Mandile, Arbores Bonsai Club, svelerà tutti i segreti su come strutturare un bonsai.

Negli stessi giorni alcuni spazi del complesso rupestre "Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci" ospiteranno l'esposizione di bonsai e suiseki "Sonzai Presenze", a cura di Gianni Picella e Vito Di Venere.

La mostra potrà essere visitata dalle 10 alle 20, con l’ultimo ingresso previsto alle 19.

L'iniziativa è organizzata da Bonsai Club Puglia in collaborazione con il Circolo La Scaletta.

La Chiesa di Matera vicina agli agricoltori del metapontino


MATERA - Le inclementi condizioni atmosferiche di domenica e lunedì 12 e 13 maggio, che hanno interessato tutta l’Italia, non hanno risparmiato la zona del metapontino procurando ingenti danni all’agricoltura. Una grandinata violenta, che in alcuni punti ha raggiunto i 15 centimetri, ha devastato una vasta zona, compromettendo il raccolto di frutta e grano. Intere piantagioni del materano, in particolare nei comuni di Pisticci, Bernalda, Montalbano e Scanzano Jonico - già cariche di frutti, pesche e albicocche - hanno subito danni irreversibili, tanto da indurre gli amministratori locali a chiedere il riconoscimento di calamità naturale.

L’Arcivescovo mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, con i parroci delle zone interessate, si è reso vicino agli amministratori, e per il loro tramite, a tutta la popolazione e agli imprenditori agricoli che vedono i loro sforzi, il loro lavoro e i loro investimenti così gravemente compromessi.

La natura che è madre, talvolta si ribella agli abusi che la devastano, pensiamo agli stravolgimenti climatici per effetto del surriscaldamento del clima sul pianeta. Per una sorta di interdipendenza tra tutte le zone della Terra, gli effetti negativi dell’inquinamento si manifestano qua e là procurando devastazione e distruzione.

Nell’esprimere vicinanza alle popolazioni colpite, soprattutto agli agricoltori, la Chiesa di Matera–Irsina incoraggia tutti a ritentare, a ricominciare confidando nell’aiuto di Dio, delle Istituzioni perché diano i sussidi necessari, e nell’impegno di tutti a salvaguardare il Creato, la Casa comune, da qualsiasi forma di abusi.

Le tradizioni religiose delle nostre comunità nel passato hanno fatto ricorso all’intercessioni dei Santi per chiedere la grazia della pioggia nei momenti di siccità, dobbiamo riprendere queste tradizioni di fede perché si ricrei un’alleanza virtuosa tra uomo e natura, tra lavoro e sviluppo, tra sacrificio e bellezza.

Grandinata metapontino, Giordano (Ugl): "Vera tragedia imprenditoriale"


MATERA - "A seguito della grandinata verificatasi nel pomeriggio di ieri 12 maggio, molte sono le imprese fortemente danneggiate e qualcuna non riuscirà a riprendere la propria attività: a loro va assicurato un sostegno concreto e immediato. La prima misura da adottare è quella di sospendere le tasse e i tributi per alleggerire la pressione su chi sta vivendo una vera e propria tragedia imprenditoriale".
E' la richiesta fatta dal segretario provinciale dell'Ugl di Matera, Pino Giordano dopo i gravi danni provocati dalla grandinata di domenica in provincia di Matera.

"Sono state danneggiate molte aziende agricole determinando in special modo un grave stato di emergenza sui territori di Tursi, Montalbano e Pisticci. Per quanto è accaduto nel metapontino - continua Giordano - è necessario attivare tutte le misure che possano in qualche modo alleggerire la situazione delle imprese, degli agricoltori e delle famiglie: l’Ugl chiede l’immediata sospensione dei tributi locali, certamente, ma anche dei mutui contratti con gli istituti bancari. L’assessore regionale all’Agricoltura nonché vicepresidente dell'esecutivo regionale, Francesco Fanelli, al quale dall’Ugl Matera và il ringraziamento per aver tempestivamente effettuato questa mattina un sopralluogo nelle aree colpite, siamo convinti che si attiverà per la grave calamità di queste aziende che si sono già visto compromesso ulteriormente il loro settore agricolo che già versa in una situazione difficile a causa dei precedenti eventi calamitosi. La Regione intervenga al più presto – conclude il segretario Ugl, Giordano - tali emergenze vanno adeguatamente fronteggiate con idonei strumenti normativi, economici e finanziari a salvaguardia delle aziende, delle famiglie e di centinaia di posti di lavoro”.

venerdì 10 maggio 2019

Dal 21 maggio al 6 giugno torna il Festival dello sviluppo sostenibile


MATERA - Dal 21 maggio al 6 giugno torna il Festival dello sviluppo sostenibile, la più grande manifestazione internazionale sulla sostenibilità. Il Festival dello sviluppo sostenibile, che si svolge in tutta Italia per ben 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 sottoscritta da 193 paesi nel 2015, in Basilicata ha in programma un evento molto importante. Dal 30 maggio all’1 giugno l’Italia Smart Community, promosso da Pentapolis Onlus, parte da Matera, Capitale Europea per la Cultura 2019, presso la Cava del Sole, per lanciare il proprio progetto attraverso un Summit, con la volontà di coinvolgere istituzioni, governo, imprese, enti di ricerca, università, società civile, media, start up, associazioni di categoria su un obiettivo comune: la costruzione di una società digitale e sostenibile per una migliore fruibilità dei beni culturali. L'iniziativa rientra tra gli appuntamenti di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e si svolgerà all'interno del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile. Italia SmART prevede, dal 2020, l’organizzazione annuale di tappe regionali itineranti che valorizzino le eccellenze presenti nel nostro Belpaese alimentando un circolo virtuoso per creare una “rete” culturale, positiva, nazionale.