Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post

giovedì 24 maggio 2018

Il 24 e 25 maggio a Matera convegno internazionale di studi su Don Milani


MATERA - Nei giorni 24 e 25 maggio 2018 si terrà a Matera, presso la Sala convegni della Casa di Spiritualità Sant’Anna, il Convegno internazionale di studi "Don Milani e noi. L'eredità e le sfide d’oggi", organizzato dall’Università della Basilicata, dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose Interdiocesano “Mons. Anselmo Pecci” di Matera e dall’Associazione Pedagogica Italiana (As.Pe.I.).

Il convegno si avvale del patrocinio e del sostegno delle più alte istituzioni nazionali e internazionali, oltre che di quelle locali.

Il convegno si propone di offrire una rassegna aggiornata degli studi e delle riflessioni sull’eredità del pensiero e dell’opera del Priore di Barbiana, presentati dai massimi specialisti a un cinquantennio dalla sua morte. Due intense giornate di approfondimento e di dibattito attraverso incursioni nei diversi settori disciplinari e di attività nei quali più significativa è risultata l’influenza delle intuizioni e delle istanze di rinnovamento sviluppate da don Milani su temi cruciali di natura politico-culturale, pedagogica e religiosa attraverso gli scritti e l’esperienza pastorale ed educativa.

Nel corso del convegno, oltre alle relazioni svolte dagli specialisti provenienti da diverse Università italiane, nonché ad altre in videoconferenza, saranno presentate le testimonianze di allievi della Scuola di Barbiana ed altresì proiettati documenti filmati inediti sulla vita e l’attività di don Lorenzo e dei suoi ragazzi.

Il Comitato Scientifico del convegno, coordinato dal Prof. Emilio Lastrucci, dell'Università della Basilicata, è composto dai massimi studiosi del pensiero e dell’opera di don Lorenzo Milani nel quadro nazionale ed internazionale.

Per ulteriori informazioni contattare il Prof. Emilio Lastrucci (391-3230794) o il Prof. Rocco Digilio (338-2343242).

La Conferenza stampa di presentazione dell’evento si terrà il giorno lunedì 21 maggio 2018 alle ore 11,30 presso il "Salone degli Stemmi" del Palazzo Arcivescovile di Matera, Piazza Duomo, 7.

Matera, denunciati due fratelli per possesso di droga


MATERA - Denunciati dalla Polizia, a Matera, due fratelli, entrambi con dei precedenti specifici per droga. I due sono stati trovati, dai militari dell'Arma, in possesso di marijuana e hashish. Uno dei fratelli è stato denunciato anche per il reato di resistenza a pubblico ufficiale per non essersi fermato all'alt degli agenti, mentre guidava una moto.

mercoledì 23 maggio 2018

Unibas: 24 e 25 maggio a Matera convegno nazionale su 'Don Milani e noi. L'eredità e le sfide d'oggi'


POTENZA - L’eredità del pensiero e dell’opera di don Lorenzo Milani a un cinquantennio dalla sua morte (Firenze, 1923-1967) sarà al centro di un convegno con i massimi esperti nazionali del Priore di Barbiana, provenienti da dieci atenei, in programma giovedì 24 e venerdì 25 maggio a Matera (nella sala convegni dell’Istituto “S. Anna”, dalle ore 9).

Il convegno nazionale di studi "Don Milani e noi. L'eredità e le sfide d'oggi" - organizzato dall'Università della Basilicata in collaborazione con l'Associazione pedagogica italiana (Aspei) e l'Istituto superiore di studi religiosi, facoltà di Teologia, di Matera e Potenza - prevede due giornate di approfondimento e di dibattito in diversi settori disciplinari e di attività nei quali è risultata più significativa l’influenza delle intuizioni e delle istanze di rinnovamento sviluppate da don Milani su temi cruciali di natura politico-culturale, pedagogica e religiosa attraverso gli scritti e l’esperienza pastorale ed educativa. Nel corso del convegno, oltre alle relazioni svolte dagli specialisti provenienti da diverse Università italiane, saranno presentate le testimonianze di allievi della Scuola di Barbiana e proiettati documenti filmati inediti sulla vita e l’attività di don Lorenzo e dei suoi ragazzi. Il Comitato scientifico, coordinato dal docente dell’Unibas, Emilio Lastrucci, pubblicherà poi gli atti del convegno, con il contributo finanziario della fondazione Carical.

Il panorama delle relazioni e delle testimonianze che si susseguiranno nel corso del convegno ha come obiettivo quello di mostrare come la lezione di don Milani abbia gradualmente attecchito nei diversi contesti della cultura e dell’attività intellettuale, imprimendo impulsi determinanti al dibattito politico-culturale, di estrema attualità nella società odierna, costituendo un punto di riferimento per riflettere e identificare strategie e viatici necessari a risolvere le sfide che la società contemporanea e chiamata ad affrontare. Giovedì 24 maggio (dalle ore 9), è prevista la prima delle quattro sessioni, sul tema “La testimonianza di Don Milani attraverso la biografia e le opere”: si prosegue nel pomeriggio (dalle ore 15) con "Don Milani e noi. Evoluzione e contraddizioni della scuola italiana”. Venerdì 25 maggio, alle ore 9, si parlerà di “Don Milani e gli ultimi: modello educativo milaniano e processi d’inclusione ed esclusione”; alle ore 15 si svolgerà la quarta e ultima sessione dal titolo "L'internazionalismo di Don Milani tra globalizzazione, migrazioni e scambi internazionali. Nuove opportunità o tradimento?".

“La battaglia civile condotta dal Priore di Barbiana – ha evidenziato Lastrucci, pedagogista e presidente nazionale dell’Associazione pedagogica italiana - ha descritto nell’arco di mezzo secolo una parabola ascendente che origina dagli effetti dirompenti che ebbe negli ultimi anni della sua vita e immediatamente dopo la morte, battaglia per la quale don Milani pagò l’amaro prezzo dell’emarginazione da parte delle gerarchie ecclesiastiche e delle vicende giudiziarie che condussero alla sua condanna postuma, ed esita nell’unanime riconoscimento del mondo religioso quanto delle istituzioni pubbliche del contributo che la sua incisiva polemica ha avuto nei processi di rinnovamento della chiesa e dello stato nei decenni che ci separano dalla sua morte. Tale battaglia era fondata essenzialmente sui principi dell’impegno civile e della responsabilità delle nuove generazioni, contrapposti al clima di irregimentazione e sottomissione alle idee dominanti e allo status quo che, in ossequio del presupposto dell’obbedienza, caratterizzava la formazione dei giovani in quegli anni. Lo slogan, che don Milani mutuò dai movimenti pacifisti nordamericani degli anni ’60, campeggiò quale motto sulla parete all’ingresso della scuola di Barbiana; esso costituisce uno degli elementi-cardine delle argomentazioni sviluppate dallo stesso nella lettera ai giudici (1965), che compone, insieme a quella ai cappellani militari, lo scritto L’obbedienza non è più una virtù. Una tale espressione di volontà di engagément, di ‘sporcarsi le mani’, nell’accezione più nobile di questa espressione, e di pubblica assunzione di responsabilità, nel momento attuale, in una fase in cui, cioè, l’impegno politico delle generazioni emergenti richiede di essere decisamente promosso e stimolato, assume nuova pregnanza e il motto milaniano merita perciò di essere con il massimo vigore rilanciato”.

Trasporti, Giordano (Ugl) scrive al Presidente De Giacomo

MATERA - “Chiederò al Presidente della Provincia di Matera, dott. Francesco De Giacomo, di essere ricevuto con urgenza per sottoporre la annosa questione dei pullman che giornalmente gli utenti dei comuni della provincia di Matera ne usufruiscono. Al Presidente, unitamente ad una delegazione di viaggiatori e dirigenti sindacali, esterneremo pacatamente le incresciose situazioni che attanagliano il sistema trasportistico”.

Lo riferisce il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “ancora un ennesimo pullman in avaria lascia a piedi i lavoratori che dovevano recarsi dalla fascia Ionica direzione zona industriale di San Nicola di Melfi. L’amico Presidente sono certo che ci riceverà, conoscendolo e stimandolo come persona per bene e sicuramente, verrà incontro alle esigenze dell’utenza. La misura è colma, troppa la sopportazione di studenti, operai, famiglie che quotidianamente vivono nel terrore di prendere un pullman pubblico, è un rischio continuo. A questo punto l’Ugl pone una domanda: cosa bisogna aspettare, che ci scappi il morto o la tragedia prima che le Autorità competenti avviino un’immediata verifica dello stato di affidabilità degli autobus che circolano in Basilicata, dove si continuano ad utilizzare autobus che superano di gran lunga l’età massima di immatricolazione e che non conoscono un minimo di manutenzione? L’Ugl non si fermerà certamente. Caro Presidente De Giacomo, crediamo che la parte politica di questa Regione dovrebbe realmente prendere in considerazione la situazione e che la cosiddetta opposizione dovrebbe quantomeno tacere perché se i pullman hanno 35 anni come si legge sui giornali certamente la colpa è anche di chi ci ha governato negli ultimi 15/20 anni e non solo di chi siede adesso sulle poltrone. Bisogna togliere un po’ di responsabilità a chi la mattina mette in moto questi autobus d’epoca e si avventura sulle strade ‘mulattiere’ lucane con la speranza di arrivare a destinazione. Valgono davvero così tanto gli interessi politici? Tanto da poter mettere a rischio la vita di centinaia di persone? Nonostante le nostre innumerevoli denunce e segnalazioni, da anni si continuano a utilizzare mezzi che non conoscono un minimo di manutenzione preventiva sui quali, non viene fatta la benché minima verifica. Una regione, la Basilicata, allo sfascio totale che – conclude Giordano - non è neppure capace di far viaggiare in sicurezza i ragazzi e i lavoratori. La politica? Anche questa assente totale”.

martedì 22 maggio 2018

Amabili Confini Terza Edizione: giovedì 24 e venerdì 25 maggio con lo scrittore Giorgio Vasta

MATERA - Seconda tappa della Terza Edizione del progetto di rigenerazione sociale delle periferie di Matera, ideato da Francesco Mongiello e realizzato e promosso dall'associazione Amabili Confini.

Giovedì 24 maggio alle 19.00, nello slargo vico “G. Bruno” di San Pardo, gli abitanti dei quartieri Granulari, San Giacomo e San Pardo incontreranno lo scrittore Giorgio Vasta per dialogare e condividere riflessioni ed emozioni sul tema Umanità. Saranno letti e commentati due testi giunti dalla seconda macroarea (uno estratto a sorte, l'altro selezionato dal team di Amabili Confini) ed uno scelto tra quelli pervenuti dal Centro per i Minori di Salandra. La sezione “Periferie Sociali”, riproposta per dare voce a coloro che vivono ai margini della comunità e che anelano ad una maggiore integrazione nel tessuto sociale della propria comunità, ha visto la partecipazione dei migranti ospiti dei centri di accoglienza lucani, gestiti dalla Società Cooperativa Polis Mathera e dall'associazione Tolbà Onlus, nonchè dei cittadini detenuti della Casa Circondariale di Matera.

Venerdì 25 maggio Giorgio Vasta incontrerà, alle 11.15, gli studenti del Liceo Scientifico “D. Alighieri” e, alle 19.00, nella piazzetta antistante la Chiesa del Purgatorio di via “D. Ridola”, presenterà il suo romanzo più recente. Dialogheranno con l'autore di Absolutely Nothing la giornalista Simonetta Sciandivasci e la Co-founder di Casa Netural Mariella Stella.

Absolutely Nothing. Cosa resta di un viaggio nei deserti americani? La luce accecante, la polvere, le ghost town e altre reliquie dell’abbandono – un ippodromo-astronave, le rive di un lago fossile, un cimitero di aeroplani. Restano pagine fitte di appunti raccolti in ottomila chilometri costellati di imprevisti e digressioni attraverso California, Arizona, Nevada, New Mexico, Texas e Louisiana. A percorrerli, con Giorgio Vasta, ci sono il fotografo Ramak – camicia hawaiana, sorriso cordiale, e una spiccata attitudine a complicarsi la vita – e Silva, pianificatrice e baricentro razionale del viaggio. Doveva essere un reportage, una guida letteraria; ma quando ciò che accade nel deserto – per eccellenza luogo di miraggi e sparizioni – si rivela il preludio di quello che succederà nella vita dello scrittore al suo ritorno, l’asse del libro si modifica: le persone diventano personaggi, e per Vasta il viaggio negli spazi americani diventa un viaggio nella propria immaginazione. A fare da contrappunto, le fotografie di Ramak Fazel, che del racconto sono espansione, verifica e, allo stesso tempo, smentita. Ritratto dell’America, ragionamento sul suo mito e omaggio alle sue narrazioni, Absolutely Nothing traccia un itinerario che collega scrittura documentaristica e fiction, riflessione e autobiografia, per provare a comprendere cosa accade ai luoghi – e alle nostre esistenze – quando le persone che li hanno abitati (che ci hanno abitati) se ne vanno via.

Nato a Palermo nel 1970, Giorgio Vasta ha pubblicato il romanzo Il tempo materiale (minimum fax, 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra), Spaesamento (Laterza, 2010), Presente (Einaudi, 2012, con Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori). Con Emma Dante ha scritto la sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013). Collabora con La Repubblica, Il Venerdì, Il Sole 24 Ore e Il Manifesto, e scrive sul blog letterario minimaetmoralia.com.

AMABILI CONFINI è un’idea di Francesco Mongiello
Direttore artistico: Francesco Mongiello
Coordinatrice incontri di quartiere: Maria Rosaria Salvatore
Giornalista: Sergio Gallo
Responsabile grafico: Andrea Fontanarosa
Sito web: Carlo Magni
Responsabile ufficio stampa: Gessica Paolicelli
Responsabile relazioni con le scuole e illustrazioni: Genni Caiella
Responsabile relazioni con Paesi esteri: Selena Andrisani
Animazione incontri nei quartieri: Dalia Gravela, Angela Riccardi, Brunella Manicone, Francesco Porpora
Info: www.amabiliconfini.it – www.facebook.com/amabiliconfini/
Segreteria: info@amabiliconfini.it tel. 335-7560493

TEAMAGERS

Istituto di Istruzione Superiore “I. Morra”: Marco Guida, Giuseppe Dell’Acqua, Rossana Nardiello, Deborah Laterza, Deborah Quero.

Liceo Classico “E. Duni”: Francesco Contini, Francesco Colucci, Flavia Bevilacqua, Raffaella Pia Festa, Annachiara Clementelli, Martina Lascaro, Paola Piccenna, Juliette Colacicco, Anna Chico, Alessia Trezza, Giusi Rotondò, Clara Spagnuolo, Elena Lionetti, Riccardo Strafella, Antonella Fanuele, Sofia Rega, Susanna Sangiovanni, Cecilia Salerno, Melissa Festa, Stefano Dell’Aglio, Alessandro Brucoli, Flavia Calfapietro, Francesca Maffei e Erica Fontanarosa.

Liceo Scientifico “D. Alighieri”: Matteo Camerini, Mattia Gravina, Silvia Selvaggi.
Liceo Artistico “C. Levi”: Michele Melodia, Apollonia Tortorelli e Anna Chito
I.I.S. “G.B. Pentasuglia”: Piervito Cancelliere e Antonio Di Tinco.

lunedì 21 maggio 2018

"Kedi. La città dei gatti" il 22 e 23 maggio all’UCI Cinemas Red Carpet di Matera

MATERA – Arriva a Matera “Kedi. La città dei gatti”, il film documentario della regista turca Ceyda Torun sugli straordinari felini che da migliaia di anni popolano le strade di Istanbul e che, grazie alle cure e alle attenzioni degli abitanti, vivono liberi facendo innegabilmente parte della vita e della cultura della metropoli turca.

Il documentario sarà in programmazione all’ UCI Cinemas Red Carpet martedì 22 maggio, ore 17.30 e 20.30, e mercoledì 23 maggio, ore 20.30 (per info orari e prezzi www.ucicinemas.it) distribuito da Wanted Cinema.

A Istanbul, oltre agli abitanti, ci sono delle altre creature che popolano la città: i gatti di strada, che si aggirano liberi per la metropoli. Da migliaia di anni gironzolano entrando e uscendo dalle vite degli abitanti, diventando una componente essenziale delle tante comunità che rendono così ricca la città. Vivono tra due mondi, quello selvaggio e quello domestico, portando gioia e voglia di vivere nelle persone che scelgono di adottare. A Istanbul i gatti incarnano il caos e la cultura della città e questo incredibile documentario ne racconta le diverse anime attraverso sette di loro: Sari, la soriana rossa e bianca che vive vicino alla Torre di Galata; Bengü, la gattina grigia che controlla il quartiere industriale; Aslan Parçasi, guardiano di un ristorante di pesce sulle rive del Bosforo; Psikopat, che si è guadagnata il rispetto dei venditori del quartiere di Samatya; Deniz, il giocherellone del gruppo; Gamsiz, l’abile scalatore e lottatore; e infine Duman, che vive nei quartieri alti di Istanbul.

“Sono cresciuta a Istanbul fino all'età di undici anni - ha spiegato la regista - e credo che la mia infanzia sarebbe stata infinitamente più solitaria se non fosse stato per i gatti e io non sarei la persona che sono oggi. Sono stati i miei amici e confidenti e dopo il trasferimento, ogni volta che mi capitava di tornare a Istanbul, trovavo la città sempre meno riconoscibile ad eccezione di una cosa: i gatti, unico elemento costante e immutato che incarnava l’anima stessa della metropoli. Questo film è, per molti versi, una lettera d'amore a quei gatti e alla città”.

Il film documentario gode del sostegno dell‘ Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali). In alcuni cinema saranno presenti dei desk informativi dell’associazione, per sensibilizzare il pubblico sulle tematiche del film. Marco Bravi, Presidente del Consiglio Nazionale ENPA e Responsabile Comunicazione e Sviluppo Iniziative, dichiara: "Kedi, la città dei gatti ti immerge in un mondo che ti avvolge, ti emoziona, ti commuove. Una cultura di rispetto profondo, per questi meravigliosi animali che convivono da sempre con l'uomo, dalla quale occorrerebbe trarre ispirazione, perché non esistono 'culture diverse' quando si tutelano gi animali e quindi la civiltà. In alcune sale presenzieranno i nostri volontari con banchetti di sensibilizzazione e raccolta aiuti" - conclude Bravi - "un'occasione speciale per conoscere i retroscena dell'attività di chi, tutti i giorni, scende in campo per migliorare la loro esistenza."

WANTED Wanted Cinema è una società di distribuzione fondata nel 2014. Ha un catalogo di oltre 70 titoli, tra film e documentari, molti dei quali vincitori di festival nazionali e internazionali. In tre anni di vita ha lavorato con realtà differenti tra sale cinematografiche, festival e rassegne. Nel 2016 partecipa a un bando di crowd funding del Comune di Milano e viene scelta tra le realtà che sono meritevoli di essere supportate. La campagna è vincente e ha visto la realizzazione del cine Wanted, realtà finalizzata a promuovere un’idea di cinema nuovo e socialmente impegnato.

Per maggiori informazioni: www.wantedcinema.eu

sabato 19 maggio 2018

Matera, al Parco del Castello Tramontano la 'Festa Dello Studente 2018'

MATERA - Dopo l'enorme successo dell'edizione scorsa oltre 5000 presenze, ritorna non un semplice EVENTO ma una vera ESPERIENZA che andrà oltre l’immaginazione degli studenti e non più studenti che ne prenderanno parte, la FESTA dello STUDENTE che quest’anno si terrà, nuovamente, nell'area concerti di Parco del Castello Tramontano allestito in modo unico assicura divertimento a 360° per una giornata INTERA, piena di emozioni, di musica, di colori per tutte le fasce di età, per tutti i gusti ma soprattutto per TUTTI gli STUDENTI. L'evento promosso dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Matera sotto la direzione del presidente in carica Francesco Contini, di tutti i rappresentanti della Consulta 2017/2018 e con la collaborazione artistica del promoter Giuseppe Sole con oltre 200 elementi di uno staff formato da rappresentanti di istituto, professionisti dello spettacolo e non, è pronto a far battere il cuore, ballare, cantare e sognare i giovani e meno giovani di Matera e Provincia. L'evento sarà poliedrico dal punto di vista artistico ma soprattutto GRATUITO per tutti, ci sarà a disposizione una rete logistica mai vista prima da tutta la provincia di Matera e alcuni “events inside the events” per la prima volta in Basilicata!

INFOLINE UFFICIALE Francesco Contini 3285318515

È severamente vietato introdurre all'interno della Festa 🚫Oggetti contundenti e/o potenzialmente lesivi per la persona 🚫Bottiglie o bottigliette di vetro con liquidi e qualsivoglia tipo di drink (All’interno del parco vi sarà la presenza di un Bar) I partecipanti - giunti all’ingresso - saranno sottoposti ad un controllo individuale di borse, zaini, etc. Ai trasgressori, il personale addetto ritirerà, tutti i prodotti/oggetti di cui sopra.

venerdì 18 maggio 2018

Progetti di alternanza scuola lavoro: Ispettorato del lavoro in azione


POTENZA - Nelle giornate dell’8 e 9 maggio scorse presso le sedi dell’Ispettorato Territoriale del lavoro di Potenza e Matera si sono tenuti due distinti incontri organizzati in collaborazione con ANPAL Servizi e che hanno visto la presenza dei Dirigenti scolatici delle scuole superiori, e degli Enti Istituzionali della Regione Basilicata, quali: Miur-Ufficio Regionale Scolastico, Inail Regionale, Aziende Sanitarie locali di Potenza e Matera, al fine di affrontare e condividere le problematiche legate alla riforma della cosiddetta Buona Scuola, ovvero l’implementazione dei progetti di alternanza scuola-lavoro anche relativamente alle questioni riguardanti la salute e sicurezza nelle scuole per quanto riguarda le attività poste in essere inerenti i progetti da doversi attuare presso imprese e strutture lavorative.

Dal confronto è scaturita la necessità di realizzare un percorso finalizzato a portare nelle scuole la rete degli attori del mercato del lavoro in una cornice più ampia che possa vedere in continua evoluzione il valore formativo di tale esperienza nonché il trasferimento ai giovani della cultura della sicurezza stabilendo una fitta rete di collaborazione tra le istituzioni scolastiche e il mondo imprenditoriale nel pieno rispetto di quanto previsto dal Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Attraverso il MIUR, sarà presto reso disponibile agli studenti, sulla piattaforma nazionale dell’ASL, il modulo formativo sulla sicurezza relativo al rischio di bassa entità che si andrà ad affiancare al modulo di formazione generale al momento già fruibile.

Nelle giornate seminariali, tenutesi nei due capoluoghi Lucani tra L’ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, la Camera di Commercio di Potenza e di Matera, le Aziende Sanitarie locali di Potenza e Matera, l’INAIL, l’USR Basilicata, l’ANPAL Servizi e i Presidi delle 24 scuole rientranti nel programma ANPAL Servizi, si è confermata la disponibilità a supportare i Dirigenti Scolastici con attività di indirizzo, informazione, formazione e aggiornamento auspicando a nuovi momenti di condivisione e riflessione, utile e necessario strumento di confronto e scambio tra le istituzioni e gli enti istituzionali sui temi dell’alternanza scuola lavoro e loro ulteriore sviluppo.

A Matera la 5a "Giornata Nazionale del Biologo Nutrizionista


Matera, 17 maggio 2018 - C’è anche Matera tra le oltre venti città italiane che sabato 19 e domenica 20 maggio ospiteranno la quinta “Giornata nazionale del biologo nutrizionista”, iniziativa promossa dall’Enpab, l’Ente nazionale di previdenza e assistenza dei biologi. L’appuntamento nella Città dei Sassi è dalle 10 alle 19, per l'intero week-end, in piazza Vittorio Veneto, dove biologi nutrizionisti presteranno volontariamente e gratuitamente la loro opera professionale all'interno di stand organizzati in più studi di consulenza. Qui saranno effettuate su richiesta interviste alimentari e dello stile di vita, valutazioni antropometriche e dello stato nutrizionale. Questi dati, elaborati dall’Enpab e dall’Università di Roma Tor Vergata, saranno poi utilizzati come campione sugli stili di vita in Italia.

La Giornata ha l'obiettivo di educare a un corretto stile alimentare, sensibilizzando il cittadino sulla necessità di un’alimentazione varia, sana e bilanciata e informandolo dei rischi di un’alimentazione non corretta, nella consapevolezza che al problema della malnutrizione sono correlate disfunzioni metaboliche che possono minare la salute della popolazione ma anche incidere sulla spesa sanitaria. L’iniziativa promuove anche l’abitudine a una costante attività fisica a tutte le età e mira a rimuovere radicate abitudini non salutari. Nel mirino soprattutto sovrappeso e obesità, specialmente quella addominale, fattori che si sono dimostrati associati a un maggior rischio di malattie infiammatorie croniche. Da qui l’importanza di mantenere un corretto stile di vita, a tutte le età, e garantire un’educazione alimentare diffusa.

I biologi nutrizionisti ricordano che al fine di prevenire l’insorgenza di patologie è necessario ridurre l’assunzione quotidiana di tutti i cibi fortemente calorici, quindi gli alimenti molto ricchi di grassi e di zuccheri che possono favorirla. Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, in Europa l’86% dei decessi e il 77% della perdita di anni di vita in buona salute sono provocati da patologie croniche (malattie cardiovascolari, tumori, diabete mellito, malattie respiratorie croniche, problemi di salute mentale e disturbi muscolo scheletrici).

I dati rilevati nelle precedenti edizioni della Giornata, nelle città campione, hanno evidenziato errori nelle abitudini alimentari che vanno valutati e corretti per una sana alimentazione. Tra i principali: consumo di acqua insufficiente per fascia di età e stile di vita, scarso consumo di frutta (in alcuni casi quasi assente) e di verdura, carne e derivati animali in eccesso (soprattutto negli uomini) e scarso consumo di pesce, disabitudine diffusa al consumo di legumi, scarso consumo di prodotti integrali e di farine alternative al grano in almeno il 50% degli intervistati, diseducazione al movimento (dipendenza da schermi, disabitudine o impossibilità di giocare in strada), spuntini fuori pasto (piluccamento) soprattutto nelle donne mentre gli uomini saltano i pasti, eccessivo consumo di zuccheri semplici. Negli uomini emerge una sottovalutazione dell’obesità mentre nelle donne c’è invece una sovrastima del loro peso con sottovalutazione del sottopeso che preoccupa in termini di prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare.

mercoledì 16 maggio 2018

Dati Istat, Giordano (Ugl): “Basilicata fanalino di coda


“Quella del tentativo di far risalire la Basilicata è un’illusione svanita da anni, ed oggi c’è giusto il tempo per accorgersi che la Regione è appesa ancora al suo destino grazie alla Fca Melfi: se l’industria automobilistica ed il suo agglomerato industriale di San Nicola di Melfi non ci fossero, il nostro territorio sarebbe risucchiato nel gorgo delle regioni europee più depresse”. 

Lo dice in una nota il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano.

“Anno dopo anno l’Istat ci consegna sempre la stessa fotografia: cresce la povertà e aumentano le diseguaglianze. Cinque milioni d’italiani versano in condizioni di assoluta indigenza, ben 261 mila persone in più rispetto al 2016. La verità disvelata oggi dal rapporto annuale dell'Istat è purtroppo molto diversa e preoccupante rispetto a quella che ci è stata raccontata durante i governi di centrosinistra nella scorsa legislatura. La povertà è in aumento e si concentra soprattutto al Sud, con una forte incidenza in Basilicata. E’urgente sciogliere i nodi cruciali che affliggono le famiglie lucane più deboli. Perché ciò avvenga, serve che ci sia un Governo al Paese, un Governo responsabile che indichi la via giusta per uscirne dalla crisi. La provincia di Matera è ricca di eccellenze, storia e talenti. Possono esserci anni buoni e anni meno buoni ma l'importante è restare, combattere fino alla fine per arrivare a uscirne da questa recessione che sta’ ingoiando il territorio. Molte imprese - afferma- si stanno sacrificando affinché tutto il territorio si risollevi da questa piaga sociale. Le piccole e medie aziende che forniscono lavoro in un territorio in via di desertificazione sono in affanno. Questo è il vero tema che il nuovo Governo politico deve prioritariamente affrontare ossia, su come aiutare e supportare chi crea lavoro e sviluppo economico e sociale. Il sistema politico deve mostrare responsabilità verso gli Italiani e verso tutto il tessuto sociale dando supporto e capacità di produrre ossigeno per l’occupazione con un piano di ampio respiro tutto incentrato sulla competitività. Nel nostro territorio una famiglia su quattro stenta a vivere, le aziende chiudono, la disoccupazione aumenta insieme alla disperazione, nulla si è fatto. Ci sono padri di famiglia disperati che non riescono a sfamare i propri figli. I politici facciano tutti un passo indietro, responsabilmente, occupandosi non di posti e ruoli ma di programmi su temi come la riforma delle pensioni, il lavoro e la riforma fiscale. Continuino a confrontarsi incontrandosi tutti a partire dal centrodestra, prima forza in parlamento. Facciano di tutto per dare un governo che duri 5 anni ovviamente partendo dal centrodestra: solo così – conclude Giordano – per l’Ugl sarà possibile trovare una quadra e iniziare a dare risposte ai cittadini, al sud, alle famiglie ed alle imprese che stanno scomparendo. L’Ugl chiede l’impegno degli enti locali a fare di tutto per alleviare il più possibile questo stato di sofferenza diffusa. Secondo il report sul futuro demografico del Paese, tra 47 anni i residenti saranno solo 54,1 milioni. Previsto anche uno spopolamento del Mezzogiorno in favore delle regioni del centro-nord del Paese. Se oggi le Regioni dall’Emilia Romagna in su accolgono il 66 per cento degli italiani, nel 2065 i residenti saranno il 71 per cento. Le probabilità che la popolazione della Basilicata possa aumentare rispetto a oggi secondo l’Istat sono pari a zero. Anche nel centro-nord, in realtà, lo scenario non è dei migliori. Dopo i primi trent’anni di crescita, dal 2045 il saldo dei cittadini sarà sempre negativo. Non c’è tempo da perdere, è sempre più urgente dare un segnale di concretezza e di stabilità alla parte più sofferente del territorio, il malcontento sociale potrebbe diventare elevato: i politici responsabilmente diano un Governo al Paese altrimenti, ritorni la parola al popolo che è sovrano”.

Matera, importante operazione di contrasto all'evasione fiscale


MATERA - Operazione di contrasto all'evasione fiscale da parte della Guardia di Finanza, nel materano. In particolare sono state effettuate delle verifiche su due società agricole operanti nel settore della produzione e cessione di energia elettrica da fonti fotovoltaiche. Sono state scoperte condotte "di abuso del diritto" con conseguente sottrazione al fisco di ben 2,5 milioni di euro.

Nel comunicato diffuso dalle Fiamme Gialle si fa presente che "oltre a non aver riconosciuto le caratteristiche proprie di società agricola e con esse il peculiare e vantaggioso regime fiscale che determina il reddito su base catastale, i finanzieri hanno rilevato una serie di atti giuridici posti in essere dagli imprenditori coinvolti, non per finalità economiche, gestionali o di altro genere, ma per finalità essenzialmente fiscali".

martedì 15 maggio 2018

Irsina, arrestato un ventenne per tentata rapina


IRSINA - Arrestato dai Carabinieri un giovane ventenne, accusato di tentata rapina in un bar di Irsina (Matera). Il ragazzo ha agito armato con delle forbici da giardino, e con il viso celato da un passamontagna, non riuscendo però ad eseguire la rapina, in quanto c'è stata la reazione del titolare dell'attività che ha messo in fuga il ladro.
 

lunedì 14 maggio 2018

Amabili Confini 2018: giovedì 17 e venerdì 18 maggio di scena lo scrittore Giorgio Falco


MATERA - Saranno gli incontri con lo scrittore Giorgio Falco ad inaugurare il programma della Terza Edizione del progetto di rigenerazione sociale delle periferie di Matera Amabili Confini.

Giovedì 17 maggio, alle 19.00, nella piazzetta antistante la Chiesa di Sant'Agnese, l'autore dialogherà e condividerà con gli abitanti dei quartieri Lanera, Pini, Giustino Fortunato e Cappuccini, emozioni e riflessioni sul tema Umanità.

Venerdì 18 maggio, alle 9.30, Giorgio Falco incontrerà gli studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore “I. Morra” e, alle 19.00, nella Sala “L. Battista” della Biblioteca Provinciale “T. Stigliani”, presenterà Ipotesi di una sconfitta, pubblicato da Einaudi nel 2017. Converseranno con l'autore l'archeologa Isabella Marchetta ed il giornalista Sergio Gallo.

Il romanzo autobiografico Ipotesi di una sconfitta ha inizio con la storia del padre dell'autore: raccontando l’epopea novecentesca del lavoro come elevazione sociale, come salvezza, Falco ne testimonia il graduale disfacimento, attraverso le proprie innumerevoli esperienze professionali, cominciate durante il liceo per pagarsi una vacanza mai fatta. Una lunga catena di lavori iniziati e persi, che lo condurrà alla scelta radicale di mantenersi con le scommesse sportive. Storia intima, chirurgica, persino comica, di un lento apprendistato per diventare scrittore. E di come possa vivere un uomo incapace di adattarsi. Inserendosi in una grande tradizione letteraria che va da Volponi a Ottieri e a Bianciardi, quello di Falco è un romanzo sul lavoro, che da narrazione epica diventa cronaca del fallimento.

Nato ad Abbiategrasso nel 1967, Giorgio Falco ha esordito con la raccolta di racconti Pausa Caffè (Sironi Editore, 2004), finalista al Premio Chiara nel 2005. Ha fatto seguito la raccolta L’ubicazione del bene, (Einaudi, 2009), Premio Pisa e nel 2011 La compagnia del corpo (:due punti Edizioni). Con il romanzo La gemella H (Einaudi, 2014) ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Mondello Opera Italiana e il SuperMondello, il Premio Volponi ed è stato finalista al Premio Campiello. Con Sabrina Ragucci ha pubblicato, nel 2014, Condominio Oltremare (L’orma Editore). Nel 2015 ha pubblicato Sottofondo Italiano per Laterza.

Il programma della terza edizione si svogerà nell'arco di cinque settimane, dal 17 maggio al 15 giugno 2018, ed ospiterà cinque scrittori di rilievo nazionale (Giorgio Falco, Giorgio Vasta, Azzurra D'Agostino, Laura Pariani e Rosella Postorino) abbinati singolarmente a cinque macroaree in cui i quartieri della città sono stati raggruppati. Gli autori incontreranno i cittadini sia nei loro quartieri, in veste di curatori dei racconti sorteggiati e selezionati per ciascuna area di provenienza, sia nel centro storico della città per la promozione delle loro ultime pubblicazioni.

Pur conservando l'impianto dell'edizione scorsa, l'associazione Amabili Confini ha visto raddoppiare, quest'anno, il numero delle partecipazioni: sono 146 gli elaborati pervenuti, di cui 128 racconti e 18 componimenti poetici (questi ultimi per la nuova sezione “Amabili Versi”).

Dagli istituti scolastici superiori IPSEOA “A. Turi”, Liceo “T. Stigliani” (indirizzi: Linguistico e Scienze Umane) e dall'Istituto comprensivo “N.Festa – P.G. Minozzi” sono pervenuti ben 35 testi. Ad ampliare le “Periferie Sociali” 23 racconti, ricevuti dai cittadini detenuti della Casa Circondariale di Matera e dai migranti ospiti dei centri di accoglienza lucani gestiti dalla Società Cooperativa Polis Mathera (Chiostro delle Cererie di Matera, Centro “Le Muse” di Metaponto, “Rayo de Luna” di Marconia) e dall'associazione Tolbà Onlus (Centro per i minori di Salandra).

A confluire nei “Fuori Zona” 23 elaborati provenienti prevalentemente dalla vicina Puglia. I 15 testi ricevuti dai cittadini di Pisticci sono stati inclusi nella sezione “Amabili Alchimìe”: in sinergia con l'associazione Plus il progetto Amabili Confini sarà replicato nel comune lucano. Gli incontri con lo scrittore Dario Voltolini del 21 giugno a Matera e del 22 e 23 giugno a Pisticci concluderanno la manifestazione.

Il racconto di classe ricevuto dagli alunni dalla Scuola Media n.3 della città greca di Katerini ha aperto la sezione “Esperanto”, con cui Amabili Confini ha varcato i confini italiani, evolvendosi in un progetto di narrazione e di cultura partecipata sempre più diffusa e sempre più itinerante.

Come per le edizioni precedenti, tutti gli elaborati pervenuti saranno pubblicati successivamente in un'accurata antologia.

Patrocinato dal Comune di Matera, il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale del sostegno di partner privati.

AMABILI CONFINI è un’idea di Francesco Mongiello

Direttore artistico: Francesco Mongiello
Coordinatrice incontri di quartiere: Maria Rosaria Salvatore
Giornalista: Sergio Gallo
Responsabile grafico: Andrea Fontanarosa
Sito web: Carlo Magni
Responsabile ufficio stampa: Gessica Paolicelli
Responsabile relazioni con le scuole e illustrazioni: Genni Caiella
Animazione incontri nei quartieri: Dalia Gravela, Angela Riccardi, Selena Andrisani, Brunella Manicone, Francesco Porpora
Info: www.amabiliconfini.it – www.facebook.com/amabiliconfini/
Segreteria: info@amabiliconfini.it tel. 335-7560493

TEAMAGERS

Istituto di Istruzione Superiore “I. Morra”: Marco Guida, Giuseppe Dell’Acqua, Rossana Nardiello, Deborah Laterza, Deborah Quero.

Liceo Classico “E. Duni”: Francesco Contini, Francesco Colucci, Flavia Bevilacqua, Raffaella Pia Festa, Annachiara Clementelli, Martina Lascaro, Paola Piccenna, Juliette Colacicco, Anna Chico, Alessia Trezza, Giusi Rotondò, Clara Spagnuolo, Elena Lionetti, Riccardo Strafella, Antonella Fanuele, Sofia Rega, Susanna Sangiovanni, Cecilia Salerno, Melissa Festa, Stefano Dell’Aglio, Alessandro Brucoli, Flavia Calfapietro, Francesca Maffei e Erica Fontanarosa.

Liceo Scientifico “D. Alighieri”: Matteo Camerini, Gabriele Salluce, Silvia Selvaggi.
Liceo Artistico “C. Levi”: Michele Melodia, Apollonia Tortorelli e Anna Chito
I.I.S. “G.B. Pentasuglia”: Piervito Cancelliere e Antonio Di Tinco.

domenica 13 maggio 2018

L'associazione "Matera 2019" dà il via ad una petizione

(CREDITS: www.ansa.it)

MATERA - L'associazione "Matera 2019" ha dato il via ad una petizione al fine di sbloccare l'adozione di un "regolamento" di settore. Nella giornata di ieri, in piazza Vittorio Veneto si è tenuta una conferenza stampa dei promotori. L'obiettivo della petizione è quello di realizzare una collaborazione tra la cittadinanza e l'amministrazione comunale per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani.

sabato 12 maggio 2018

Trasporto Pubblico, Giordano (Ugl Matera):”Ennesimo vergognoso episodio”

MATERA - “’Fin che la barca va, lasciala andare’, era il ritornello di un famoso brano di Orietta Berti del 1970: a distanza di quasi 50 anni cade a pennello su l’oramai consuetudine di avere dei pullman obsoleti e che non fa notizia. Possono circolare nelle strade della Basilicata per il trasporto pubblico, costruiti ed in esercizio obsoleti. Ma, per smuovere qualcosa, bisogna aspettare che ci scappi il morto o la tragedia, prima che le Autorità competenti avviino un’immediata verifica dello stato di affidabilità degli autobus che circolano e che sono impiegati nel trasporto pubblico”.

Pone l’accento, il segretario provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano per il quale, “dobbiamo essere speranzosi e ringraziare al cielo che mai e poi mai avvenga qualche incidente e che nessun passeggero rechi danno. Nonostante le nostre innumerevoli denunce e segnalazioni da anni, si continuano ad utilizzare mezzi che superano di gran lunga l’età massima di immatricolazione o che non conoscono un minimo di manutenzione preventiva sui quali, non viene fatta la benché minima verifica. Ancora un’ennesima avaria nei mezzi di trasporto Cotrab. Questa volta, per fortuna, nessun incendio ma sino a quando possiamo ringraziare il Cielo? Sulla questione, oltre alla determinazione dei genitori, del consigliere provinciale di Matera, Gianluca Modarelli (FI) che ha presentato interrogazioni alla Provincia senza ottenere risposta, oltre a Striscia La Notizia e a Pinuccio che ha dato voce, sono rimasti del tutto assenti le istituzioni tutte...nessuna esclusa. Non pervenute la Provincia, il Prefetto, i Sindaci, la Regione, tutti sono in perfetto e rigoroso silenzio. Una regione, la Basilicata, allo sfascio totale che non è neppure capace di far viaggiare in sicurezza i ragazzi e i lavoratori. La politica? Anche questa assente totale. Al danno la beffa – continua Giordano - perché i ragazzi in questo episodio sono arrivati tardi a scuola non ottenendo neppure giustificazione per l’accaduto. Alla società che dovrebbe garantire che gli autobus siano funzionanti prima di partire accade che, invece, si parte all'avventura. Il tutto è avvenuto con l'autobus di linea per Marconia di Pisticci (MT), rimasto senza acqua di raffreddamento nel radiatore, ha dovuto fermarsi a Scanzano. I ragazzi sono stati fatti scendere in attesa di un autobus sostitutivo, anzi 2, perchè il primo è arrivato già pieno di passeggeri. Sono ripartiti da Scanzano alle ore 8.10, arrivati tardi a Marconia....non ci sono parole, solo altro materiale da allegare alle tante denunce già depositate. E’ veramente vergognoso – conclude Giordano - l'assenza del sostegno delle istituzioni non gioverà. Per l’Ugl e per quanto riguarda, alla scelta che verrà fatta in cabina elettorale, genitori e ragazzi, con un servizio pubblico indegno, lasciati soli senza alcuna azione a sostegno di quelle già in essere, meravigliati e delusi, possiamo anche scrivere ‘Fin che la barca và lasciala andare!!’.

Uisp Matera presenta Bicincittà 2018


MATERA - Bicincittà, la tradizionale pedalata promossa dalla Uisp, giunta alla 32esima edizione, quest’anno si svolgerà domenica 13 maggio in ben 110 città italiane. Il prologo della manifestazione nazionale si terrà a Fucecchio domenica 22 aprile, tre giorni prima di Roma e di tutte le altre località che dall’inizio di maggio alla fine di giugno saranno interessate da questo evento. L’iniziativa aderisce alla Giornata nazionale della bicicletta per chiedere sostenibilità ambientale.

Bicincittà è una pedalata aperta a tutti, non competitiva, che si svolge su percorsi urbani o nei parchi, su distanze variabili dai 5 ai 20 chilometri. Il ritrovo è fissato solitamente nel centro storico delle città, si parte tutti insieme a velocità controllata, in molti casi si toccano siti simbolici importanti e si ritorna nel luogo di partenza, dove vengono allestiti ristori, feste e esibizioni di varie attività sportive. I valori nazionali di Bicincittà, aria pulita e strade sicure, si incrociano con urgenze e tematiche sociali individuate territorialmente.

Bicincittà è anche solidarietà per sport: in ogni Comune si sostiene un progetto o un’associazione umanitaria.

Bicincittà 2018 continuerà ad operare, assieme a Terre des Hommes, con progetti in Libano.

Anche il Comitato Territoriale Uisp Matera presenterà il Bicincittà 2018 nella Città dei Sassi. L'evento è in programma per Domenica 13 Maggio con partenza ore 10.30 e prevede un percorso di 6,5 km.

Il percorso sarà così articolato:

partenza Pazziale del Comune, via Ugo la Malfa, Viale Aldo Moro, la rotonda (PINO) ritorno su via Aldo Moro, Piazza Matteorri, Via Don Minzoni, Via Lucana, Via XX Settembre, alla rotonda di Via Annunziatella, Via Nazionale, Via Lazzazera, Viale Parini, Via Manzoni, Via Nazionale, Via dei Peucezi, Via dei Messapi, ritorno su Via dei Peucezi, Via Lucrezio, fine passeggiata, arrivo campetto di Via Lucrezio.

Le iscrizioni si effettuano presso la Sede Uisp, in via Gattini 8 Matera, LUN/VEN 10:30/13:00 - 16:30/19.00 oppure Domenica 13 Maggio nel Piazzale del Comune a partire dalle ore 9.00.

La quota di iscrizione è di Euro 6,00 con pacco gara per ogni iscrizione.

PROGRAMMA UFFICIALE

- ORE 9:00 APERTURA ISCRIZIONI presso il Piazzale del Comune di Matera;

- ORE 10:30 PARTENZA CICLO-PASSEGGIATA dal Piazzale del Comune di Matera lungo le strade cittadine, con arrivo nel quartiere di Serra Rifusa (Via Lucrezio);

- ORE 12:00 ATTIVITA’ E LABORATORI DI RIGENERAZIONE URBANA NEL QUARTIERE DI SERRA RIFUSA a cui si potrà partecipare gratuitamente, con l’obiettivo di conoscere e valorizzare uno dei quartieri periferici della città:

1. PASSEGGIATA GUIDATA NEL PARCO INTEGRATO “DEGLI ANGELI” a cura del Comitato di Quartiere di Serra Rifusa;

2. ESIBIZIONE DI GIOCOLERIA E CAPOEIRA a cura dell’Asd Lacaposciuc (nel campetto di Via Lucrezio);

3. PERCORSO DI EDUCAZIONE STRADALE a cura della FIAB (nel campetto di Via Lucrezio);

4. LABORATORIO di STREET ART, a partire dalle ore 10:00, a cura di Momart Gallery, in Via dei Dauni.

- ORE 12:30 ESTRAZIONE DI PREMI TRA TUTTI GLI ISCRITTI ALLA MANIFESTAZIONE presso la Piazzetta di Via Dei Peuceti (Unimed);

- ORE 13:00 FINE MANIFESTAZIONE.

- Bicincittà è un passeggiata che si svolge nel rispetto delle norme del codice stradale;

- Raccomandiamo l’uso del casco per tutti;

- Per poter partecipare al meglio ai laboratori proposti al termine della ciclo- passeggiata, suggeriamo di munirsi di catena e lucchetto.

Per info: 0835/334076 o 393/2110491.

venerdì 11 maggio 2018

FlixBus continua a investire su Matera: nuovi collegamenti in partenza per l’estate


Sempre più autobus verdi a Matera: FlixBus, leader europeo della mobilità in autobus, annuncia oggi nuovi collegamenti tra la città e tre nuove destinazioni del Sud Italia, con l’obiettivo di continuare a garantire ai Materani un servizio di mobilità pratico ed economico e al contempo consentire ai turisti in arrivo dalle altre regioni di raggiungere facilmente la Città dei Sassi.

Grazie ai nuovi collegamenti in partenza a metà giugno, ci si potrà innanzitutto spostare con facilità tra Matera e l’aeroporto di Capodichino: chi quest’estate partirà per le vacanze dallo scalo partenopeo potrà arrivare comodamente al terminal senza ricorrere all’auto. Gli amanti del mare potranno invece sfruttare le corse per Gallipoli e raggiungere così, senza cambi né stress, le spiagge dorate del Salento. Ideali per un weekend culturale, infine, sono i nuovi collegamenti con Pompei, sede del famosissimo sito archeologico.

I nuovi collegamenti si aggiungono a quelli già esistenti con 30 mete nazionali: città a breve raggio come Altamura, a soli 20 minuti, grandi centri del Paese come Roma, collegata sia in diurna che in notturna, Taranto, raggiungibile fino a quattro volte al giorno, Milano, Venezia, Bari o Pescara.

Tutti i collegamenti, in partenza dalla fermata di via Don Luigi Sturzo, sono prenotabili sul sito www.flixbus.it, via app e in agenzia, e sono operati in collaborazione con una rete di aziende partner dall’esperienza pluriennale che svolgono il servizio operativo mettendo a disposizione mezzi e autisti, mentre FlixBus si occupa della pianificazione di rete, del marketing, della comunicazione e del pricing. A bordo, Wi-Fi gratuito, prese elettriche, sedili reclinabili e toilette.

Tursi, lite tra due uomini, arrestato un 65 enne per tentato omicidio


TURSI (Matera) E' stata una lite dovuta a motivazioni di natura economica, quella che ha scatenato la furia di un 65 enne, che ha colpito un uomo con un'ascia, scatenandone la conseguente difesa con un bastone. Entrambi sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale di Policoro (Matera), ma nessuno dei due è in pericolo di vita. In seguito a questa lite, i Carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari il 65enne, accusato di tentativo di omicidio, esercizio arbitrario delle proprie ragioni e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

giovedì 10 maggio 2018

Matera. Ugl Terziario: Carmine Mele eletto all’unanimità segretario provinciale


Si è svolto a Matera il 1° congresso provinciale dell’UGL Terziario, dove ha visto, essere eletto all’unanimità Carmine Mele, già reggente provinciale del settore. Un’affollata assemblea degli iscritti presso la Segreteria Utl con la partecipazione del Vice Segretario Nazionale Ugl Terziario, Luigi Giulio De Mitri Pugno e di Pino Giordano, segretario provinciale dell’Ugl Matera.

“Rivolgo un particolare augurio al neo segretario Mele per aver creato una squadra giovane e competente – ha affermato il Vice Segretario Nazionale Ugl, De Mitri -, in linea con direttive provinciali, e per aver svolto in poco tempo un egregio lavoro che ha in maniera evidente contribuito alla crescita dell’Ugl Terziario e dell’Ugl tutta nella provincia di Matera. La mia presenza in questo importante appuntamento nella Città dei Sassi è per riconoscere l’ottimo lavoro che sta portando avanti Mele unitamente alla confederazione provinciale, dove costantemente siamo informati e aggiornati sulla situazione organizzativa territoriale riguardo alle problematiche esistenti dell'intero Comparto terziario”.

Per il segretario Giordano, “insieme a Mele, a cui vanno le congratulazioni di tutta la segreteria Ugl Matera, dobbiamo affrontare con determinazione tutte le sfide specie quelle che provengono dalle nuove realtà economiche, dobbiamo innovarci, snellire i processi, rendere la nostra struttura giovane e flessibile in modo da dare risposte concrete a tutti i lavoratori”.

Durante il dibattito, molti sono stati i contributi dei delegati approvando infine un documento dove l’Ugl Terziario Matera, unitamente alla struttura provinciale, avvierà un serio confronto con la Regione Basilicata per ottenere le garanzie e le tutele necessarie per portare serenità a tutti i lavoratori dove la priorità assoluta, come sempre, è la tutela occupazionale: purtroppo nella provincia di Matera si registra un aumento ben oltre del 40% delle vertenze da lavoro, un dato allarmante che impone una seria riflessione su come le aziende puntualmente trasgredisco diritti fondamentali.

L’assemblea ha quindi eletto il direttivo e i delegati al congresso generale Territoriale Ugl.

Ad avvenuta elezione, il nuovo segretario Carmine Mele rivolge un pensiero particolare a tutti lavoratori del settore: “L’Ugl Terziario – spiega – è seriamente preoccupata per i continui licenziamenti che attanagliano il settore nel nostro territorio. La dignità dei lavoratori e la salvaguardia dei livelli occupazionali rappresentano i due aspetti che mi preme sottolineare saranno miei impegni da neo segretario. Con il dialogo e il buon senso – ha concluso Mele -, sono certo che si riuscirà a ristabilire un clima di serenità in tutte le realtà lavorative che non potrà che giovare ai dipendenti e nei rapporti tra azienda e sindacato".

Violavano il sistema informatico della Procura della Repubblica di Matera, sospesi un dirigente e due dipendenti


MATERA - Sospensione rispettivamente per dodici, otto e quattro mesi, per il dirigente dell'ufficio registro generale delle notizie di reato ed altri due dipendenti della Procura della Repubblica di Matera. Il provvedimento è stato preso dalla Guardia di Finanza, dopo che sono venuti alla luce degli accessi non autorizzati al sistema informatico della Procura stessa, allo scopo di poter ottenere delle "notizie coperte da segreto", successivamente divulgate. L'indagine è stata condotta dalla Procura della Repubblica di Potenza, in coordinamento con la Procura della Repubblica di Matera.