Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post

venerdì 13 settembre 2019

La Scaletta ricorda Francesco Paolo Nitti, protagonista della Resistenza a Matera


MATERA - In occasione delle celebrazioni de 76° anniversario del XXI settembre 1943, mercoledì 18 settembre alle 18, presso la sala convegni della Camera della Commercio, il Circolo culturale La Scaletta dedicherà un incontro alla straordinaria figura dell’intellettuale, politico e professore materano Francesco Paolo Nitti, interprete attivo della Resistenza a Matera. L’incontro è organizzato dal Circolo La Scaletta con la collaborazione del Centro Mediterraneo delle Arti e il patrocinio del Comune di Matera.

Nato nel 1914, visse l’esperienza della guerra e fu protagonista dei tragici avvenimenti del XXI settembre 1943, narrati nella cronaca “Le giornate di Matera ( settembre 1943)”, pubblicata per la prima volta nel 1965 dalla casa editrice di Firenze “La Nuova Italia”, per iniziativa della Provincia di Matera. Successivamente tali scritti furono ripubblicati nel volume “Sud antico e nuovo”( Stabil.Tipografico-Litografico EDAD-Matera 1981), a cura di Maria Nitti Mininni, che oltre alle cronache del settembre ’43 su Matera, Rionero in Vulture e Barletta, raccoglie numerosi saggi su temi assai cari a Nitti, tra i quali la condizione meridionale e le lotte contadine, il brigantaggio, la scuola e la cultura nel Mezzogiorno.

Nel dopoguerra fu tra i fondatori del Partito d’Azione a Matera e prese parte ai lavori della “Commissione di studio sulla città e sull’agro di Matera UNRRA CASAS PRIMA GIUNTA”. Si trasferì a Molfetta nel 1965 per svolgere l’attività di preside fino alla sua morte nel 1979. Precedentemente aveva insegnato italiano e storia presso l’Istituto Magistrale “T. Stigliani” di Matera.

Dopo i saluti di Francesco Vizziello, presidente del Circolo La Scaletta, la vita, l’impegno civile e il pensiero di Nitti saranno ricordati da Mario Manfredi, già sindaco di Matera, Giuseppe Mininni, Università degli studi di Bari e Giampaolo D’Andrea, Università degli studi della Basilicata . L’incontro sarà moderato da Michele De Ruggieri, socio fondatore del Circolo La Scaletta.

Nel corso dell'iniziativa l'attore e regista Ulderico Pesce leggerà alcuni brani sulla strage del XXI settembre, tratti dalla cronaca di Francesco Paolo Nitti.

Ai tragici avvenimenti del XXI settembre è ispirata anche la rappresentazione teatrale “La strage di Matera”, a cura di Ulderico Pesce, che andrà in scena domenica 22 settembre presso gli Ipogei Motta, gradinata via San Bartolomeo 46 ( via Ridola). Lo spettacolo è il risultato di un laboratorio teatrale tenuto nel Campus universitario da Ulderico Pesce ed altri professionisti, che ha coinvolto attori e musicisti materani e una parte della comunità di Matera. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Centro Mediterraneo delle Arti, con il sostegno del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e il patrocinio di: Ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Basilicata, Comune di Matera e Circolo La Scaletta.

Sono previsti tre spettacoli nei seguenti orari: 17.00, 19.00 e 21.00. Biglietti 3 euro Prenotazione obbligatoria 340.3721918. Prevendita presso Cartoleria Montemurro, via delle Beccherie- MATERA.

Basilicata, Unitalsi: dal 18 settembre il pellegrinaggio nazionale a Lourdes con Flavio Insinna


POTENZA - Partiranno da tutta Italia, e in particolare anche dalla Basilicata, i 5mila soci pellegrini dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) che parteciperanno al pellegrinaggio Nazionale a Lourdes. Con loro quest’anno ci sarà anche il famoso conduttore italiano Flavio Insinna.

Le sezioni partiranno in due periodi diversi, il primo dal 18 al 23 e il secondo dal 24 al 28 settembre con treni, aerei e pullman. La sezione Lucana partirà con il primo gruppo da Battipaglia.

Saranno la preghiera e la gioia ad accompagnare i pellegrini, ricordando il tema pastorale del 2019 del Santuario di Lourdes: "Beati i poveri. Non Vi prometto di rendervi felice in questo mondo, ma nell'altro". La figura di Bernadette guiderà i pellegrini a partire dall'ingresso Saint Michel, attraverso le sue parole esposte in un totem voluto dal Rettore del santuario, e saranno la storia stessa della santa e i ricordi dei momenti più intensi della sua vita a condurci per mano verso la piena comprensione di quel "Beati i poveri". A guidare l'intero pellegrinaggio sarà l'assistente ecclesiastico nazionale Mons. Luigi Bressan insieme al presidente nazionale Antonio Diella e il primo periodo sarà presieduto dal Cardinale Paolo Romeo Arcivescovo Emerito di Palermo.

"Sarà un onore e una grande emozione per me ritornare a Lourdes, provo a dare una mano agli amici dell'Unitalsi - dichiara Flavio Insinna - loro non smettono mai di aiutare chi ha veramente bisogno, trasmettono fiducia nell'altro e lo fanno sempre regalando un sorriso. Ci proverò anche io".

Sarà proprio il tema delle Beatitudini ad aprire il Pellegrinaggio Nazionale e, per sottolinearne la rilevanza, i sacerdoti accompagneranno i pellegrini lungo un percorso che si snoderà attraverso l'Esplanade, per concludersi all'altare di Santa Bernadette, al fianco della Basilica del Rosario. Successivamente, oltre alla consueta Via Crucis al Monte Calvario per i pellegrini, si aggiungerà la Via Crucis che si celebrerà sull'Esplanade del Santuario. Altri momenti significativi saranno la Celebrazione Penitenziale e l'Atto di Affidamento dell'associazione e dell'Italia intera alla Vergine Maria. Vi sarà, inoltre, una esperienza assolutamente nuova: “La notte DELLA Bianca”, dedicata ai giovani, che avrà inizio alle ore 23.30 dal Cachot; un percorso in cui si seguiranno i passi di Santa Bernadette al tempo in cui si recava alla Grotta durante il periodo delle apparizioni, per giungere proprio alla Grotta dove si terrà un momento di riflessione e preghiera personale arricchito dalle parole della Santa.

"Santa Bernadette guida il nostro cammino, ci accompagna nel nostro pellegrinaggio a Lourdes e nella vita; seguiremo i suoi gesti, lasciandoci illuminare dalle sue parole perché siano queste le parole più vere e più cariche di speranza e di futuro che i soci dell'Unitalsi potranno ascoltare - spiega Antonio Diella, Presidente Nazionale Unitalsi - Tutti i nostri volontari saranno vicino all'ammalato, a chi ha bisogno, a chi è messo da parte, e lo faranno con la gioia, con la preghiera e con il servizio. Lourdes è il luogo dove costruire una umanità diversa, attenta sempre a trovare il bene in chiunque e ovunque, aperta ad una nuova amicizia e una nuova serenità; Lourdes è il luogo che insegna la fraternità e il perdono reciproco; Lourdes è il luogo dove deve esprimersi sempre e soltanto il linguaggio della bellezza, della gioia, del servizio".

In questa edizione non mancherà un momento di festa con l'evento “Insieme nella Gioia” organizzato nella Chiesa Santa Bernadette a cui parteciperanno Flavio Insinna, Pietro Mazzocchetti, Giacomo Celentano con sua moglie Katia Guccione, Vito Cifarelli e tanti altri amici che animeranno la serata.

TV2000 come ogni anno sarà al fianco dell'Unitalsi trasmettendo in diretta da Lourdes la celebrazione del pellegrinaggio e la processione serale (auxflambeaux) di domenica 22 settembre alle ore 21.00 per far vivere ai pellegrini italiani rimasti a casa l'emozione del pellegrinaggio nazionale. La processione eucaristica e la processione serale (auxflambeaux) saranno visibili collegandosi al profilo ufficiale Facebook Unitalsi, su TRM Network (Tele Radio Matera) canale 511 della piattaforma SKY e in streaming sul sito www.trmtv.it.

mercoledì 11 settembre 2019

Itl Potenza - Matera: conferite le onorificenze Stella al merito del lavoro



POTENZA - L’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera informa che, anche per l’anno 2020, saranno conferite alcune decorazioni della onorificenza “ STELLA AL MERITO DEL LAVORO ” ai lavoratori, di ambo i sessi, dipendenti di imprese private o pubbliche di ogni livello professionale e di ogni settore produttivo, nonché ai lavoratori dipendenti da organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e dalle associazioni legalmente riconosciute a livello nazionale.

La decorazione può essere conferita anche a pensionati appartenenti alle suddette categorie. Requisiti indispensabili per il conferimento di tale onorificenza sono:

età non inferiore a 50 anni;

anzianità di lavoro, documentabile, non inferiore a 25 anni consecutivi alle dipendenze di una o più aziende, purché il passaggio da un’azienda all’altra non sia stato causato da demeriti personali;

meriti di professionalità, perizia, laboriosità e condotta morale in azienda.

Le proposte, corredate della necessaria documentazione, vanno presentate all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera, con sede in Potenza e Matera, improrogabilmente entro il 31 ottobre 2019.

Si fa presente che le proposte avanzate senza esito positivo negli anni scorsi debbono ritenersi decadute e quindi, eventualmente, ripresentate per l’anno 2020.

Per qualsiasi informazione al riguardo, gli interessati possono rivolgersi al suddetto Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera, sede di Potenza (tel. 0971390111), che a tal fine ha predisposto l’allegato bando.

Policoro (MT), arrestati quattro giovani per furto in un centro commerciale


POLICORO (MT) - I Carabinieri hanno tratto in arresto quattro romeni tra i 20 e i 27 anni, accusati di aver commesso in concorso un furto aggravato in un centro commerciale di Policoro (Matera). I quattro sono stati scoperti dai militari in flagranza di reato.

I banditi, che avevano rubato dei capi di abbigliamento del valore totale di circa 400 euro, sono stati posti ai domiciliari.

martedì 10 settembre 2019

A Matera presentazione del progetto multidisciplinare “Il Nuovo Vangelo”


MATERA - Mercoledi 11 settembre alle ore 17.00 al Convitto Le Monacelle - Matera – in Via Riscatto (zona Duomo) sarà presentato il progetto multidisciplinare “Il NUOVO VANGELO” dell’artista MILO RAU.

Nell'ambito del progetto di "Tòpoi. Teatro e nuovi miti", ci sarà un incontro con gli artisti de Il Nuovo Vangelo, ampio progetto al confine fra realtà, teatro e cinema, allo stesso tempo una serie di performance nel cuore dei Sassi di Matera e un film documentario.

Nel 1964 Pier Paolo Pasolini gira a Matera il Vangelo secondo Matteo e interpreta il messaggio cristiano in chiave politica, affidando la figura di Cristo al catalano Enrique Irazoqui, allora sindacalista diciannovenne impegnato nella lotta al regime franchista. Il capolavoro di Pasolini diventa così metafora del mondo contemporaneo, e Matera un simbolo dell'Italia dell'epoca.

55 anni dopo il regista svizzero Milo Rau torna alle radici del Vangelo e mette in scena la Passione di un'intera civiltà. Cosa predicherebbe Gesù nel XXI° secolo? Chi sarebbero i suoi discepoli? E come reagirebbero gli attuali detentori del potere temporale e spirituale al ritorno del più influente profeta e rivoluzionario nella storia dell'umanità? A Matera, luogo dei grandi film su Gesù, da Pasolini a Gibson, nasce un "Nuovo Vangelo" per il XXI° secolo altrettanto politico, teatrale e cinematografico. Un manifesto di solidarietà con i più poveri, una rivolta per un mondo più equo e umano.

"Il Nuovo Vangelo" di Milo Rau, parte del progetto di Matera 2019 "Tòpoi. Teatro e nuovi miti", è una produzione interdisciplinare composta da una performance e un film. A "Il Nuovo Vangelo" si lega anche una campagna, "La Rivolta della Dignità".

La campagna è organizzata da IIPM - International Institute of Political Murder con Associazione No Cap - Contro ogni forma di caporalato, Ghetto Out Casa Sankara, Spin Time Lab Roma, Osservatorio Migranti Basilicata, Agricola Leggera, Campo Libero, altragricoltura – Confederazione per la Sovranità Alimentare, UILA Taranto – Unione Italiana lavoratori agro alimentari con la partecipazione di European Alternatives, European Center for Constitutional and Human Rights (ECCHR), Medico International, FUTURZWEI – Stiftung Zukunftsfähigkeit.

La performance è una co-produzione di IIPM - International Institute of Political Murder con Fondazione Matera Basilicata 2019, Teatro di Roma e NTGent in collaborazione con Teatri Uniti di Basilicata, Fruitmarket e Langfilm con la partecipazione di ProLoco Ginosa, Universität für angewandte Kunst Wien.

Il progetto cinematografico è una produzione di Fruitmarket e Langfilm in co-produzione con SRF SSR, ZDF in collaborazione con Arte, IIPM - International Institute of Political Murder, Fondazione Matera Basilicata 2019, Consorzio Teatri Uniti di Basilicata e Teatro di Roma

Con il supporto di Kulturstiftung des Bundes, European Cultural Foundation, Film- und Medienstiftung NRW, Office of Culture (FOC), Zürcher Filmstiftung, DFFF - Deutscher Filmförderfonds, Kanton St.Gallen Kulturförderung / Swisslos, BKM - Die Beauftragte der Bundesregierung für Kultur und Medien, Volkart Stiftung, GEA – Waldviertler, Stadt Lausanne und Kanton Waadt, Fondo Etico di BCC Basilicata.

Serie C: vincono il Potenza e il Picerno

(Pixabay)
di FRANCESCO LOIACONO - Turno molto positivo il terzo di andata per le squadre lucane del girone C di serie C. Il Potenza ha vinto 2-0 in casa col Catania. Nel primo tempo i lucani propositivi. Una conclusione del brasiliano Emerson su punizione è stata intercettata in corner dal difensore Silvestri. Una girata al volo di Longo ha sfiorato il palo. Una conclusione di Murano è stata respinta con le mani dal portiere Furlan. Il Potenza è passato in vantaggio con Giosa di testa. Ha raddoppiato con Isgrò di destro. Nel secondo tempo i siciliani insidiosi. Un sinistro di Lodi ha visto la valida opposizione con i pugni del portiere Ioime. Il Potenza è terzo con 6 punti. Il Picerno ha vinto 2-1 a Viterbo. Nel primo tempo in gol i lucani con Caidi su punizione. Il Picerno ha raddoppiato con Santaniello di testa. Nella ripresa i laziali hanno segnato con Tounkara di sinistro. Il Picerno è secondo con 7 punti.

venerdì 6 settembre 2019

Mennea Day 2019: a Matera l'iniziativa "Un gelato per un sorriso"



MATERA - In occasione del Mennea Day 2019, la manifestazione che da sei anni celebra in tutta Italia il grande velocista Pietro Mennea, la città di Matera diventa protagonista di una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà.

Il 12 settembre 1979 Mennea stabiliva il record del mondo sui 200 metri con un tempo di 19.72, record che sarebbe stato battuto soltanto vent’anni più tardi. A 40 anni da questa giornata e in occasione delle manifestazioni per Matera 2019, capitale europea della cultura, la città diventa teatro di un importante giornata dove la gioia dello sport si unisce alla gioia del sorriso dei bambini. Grazie alla Fondazione Pietro Mennea nella persona della dottoressa Manuela Olivieri, moglie di Pietro Mennea, sarà possibile donare un sorriso a tantissimi bambini sostenendo il progetto “Un gelato per un sorriso”. Il 12 settembre presso la gelateria I vizi degli angeli (via Domenico Ridola, 36) si potrà gustare un buon gelato il cui ricavato andrà ad Emergenza Sorrisi, l’associazione che con il suo lavoro ha restituito la speranza di un sorriso e di un futuro a oltre 4.900 bambini nati con malformazioni del volto e patologie invalidanti.

“Pietro Mennea ha sempre attribuito a sport e solidarietà un ruolo fondamentale. Durante la sua vita ci ha sostenuto e ancora oggi, grazie alla Fondazione, continua a sostenerci. Per noi è un vero onore poter partecipare a questa giornata che non rappresenta semplicemente l’anniversario di un record, ma è un modo per ricordare che dietro ogni grande campione c’è sempre un grande uomo” - sottolinea Fabio Abenavoli Presidente di Emergenza Sorrisi.

Per ricordare il grande velocista in centro città sarà allestita una pista di atletica leggera dove tutti i giovani atleti di Puglia e Basilicata si cimenteranno in gare di velocità. A seguire sarà inaugurata la Biblioteca della cultura sportiva intitolata al grande campione.

A Matera sarà presentato il libro a fumetti I misteri di Hidrya

MATERA - Sabato 7 settembre 2019, alle ore 18:30, a Matera nel Palazzo Bernardini, Via Arco del Sedile n. 9, per le novità 2019 Edizioni Magister, sarà presentato il libro a fumetti I misteri di Hidrya.

Gli autori, Danilo Filippo Barbarinaldi e Giovanni Calia, converseranno con Sergio Palomba del viaggio fra le memorie di Matera narrate nel libro con disegni e testi.

Interverranno l’archeologa Isabella Marchetta e l’editore Timoteo Papapietro.

(Ingresso libero)

APPROFONDIMENTO SUL LIBRO

Il libro è corredato da 136 pagine illustrate, completamente a colori, da Danilo Barbarinaldi, con schede storiche curate da Giovanni Calia. Narra di un ragazzo che sta per vivere non solo un viaggio a Matera con la sua famiglia, ma un ardito viaggio nel tempo di scoperta nel mistero di luoghi millenari, scrigni di segreti ancestrali di scoperta.

Per inseguire una goccia d’acqua rischierà di rimanere intrappolato nei secoli di questa città, dal Paleolitico fino ai giorni nostri, ma l’incontro con una ragazza misteriosa, che sarà la sua compagna di viaggio, lo aiuterà a dipanare misteri e affrontare prove ardite. Una costante nella narrazione è la benevolenza di Hidrya, spirito dell’acqua, e come antagonista un mostro da sconfiggere.

Al termine delle accattivanti avventure vissute in tredici epoche storiche diverse, il libro si completa di curiosità storiche atte a spiegare al lettore il vero perché delle cose. Importante anche il corredo, all’interno della copertina, di una cartina in cui sono indicati i luoghi ormai indelebilmente cambiati dalla mano del tempo e oggetti preziosi nascosti che sono stati rappresentati nel fumetto.

Preziosa la consulenza dell’archeologa Isabella Marchetta nella rappresentazione di luoghi e oggetti come importantissima è stata la consulenza del disegnatore Giuseppe Palumbo che ha anche realizzato la prefazione di questo volume.

NOTIZIE SUGLI AUTORI
Danilo Filippo Barbarinaldi, alias DAB

Ha iniziato la sua carriera in tenera età con le mani nella plastilina e gli occhi davanti i cartoni animati. Adolescente si è innamorato dei fumetti, e dopo la Laurea all’Accademia di Belle Arti di Carrara, ha sperimentato varie forme d’arte; dalla street-art alla cartapesta, passando per la grafica e la serigrafia. Ma il primo amore non si scorda mai.

Il fumetto e la sua forza narrativa sono il modo naturale per raccontare le storie che incontra e inventa. Vincitore al Premio Energheia, sezione “Fumetto”, nel 2009 e 2010 con Uccidete il grillo parlante e Il venditore di enciclopedie; co-autore dell’edizione a fumetti della commedia teatrale I la zit’ com’ si jacchij; finalista al Lucca Comics nel 2011, con ZeroLife; vincitore del concorso “Una fiaba per la transumanza nel 2014” con Il bastone d’o Rumit; co-autore delle illustrazioni di Fuori Traccia, Insoliti itinerari materani, 2017, Altrimedia; illustratore di Colora Matera, 2018, Edizioni Magister.

Giovanni Calia
Classe 1986, vive e lavora a Matera. Sin da bambino vive la sua passione per Matera e la Basilicata, con spirito di ricerca e avventura e con un profondo senso delle radici che, insieme all’innata curiosità, lo spingono a indagare, ricercare, scoprire. Da tale interesse scaturiscono i suoi studi in campo storico-artistico, ma non solo. Co-fondatore della APS Giallo Sassi, si occupa di conoscenza del territorio, didattica e turismo esperienziale. Progetta giochi di ruolo dal vivo e progetti di conoscenza del sé per adolescenti, collaborando con scuole, fondazioni ed enti del terzo settore.

Info sui premi non ancora ritirati della IX Lotteria Maria SS. della Bruna

MATERA - Il Presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna, Mimì Andrisani, porta a conoscenza degli organi di informazione e della cittadinanza che, in data 14 Settembre 2019, alle ore 20.00, scade il termine per richiedere i premi della IX Lotteria Maria SS. della Bruna.

La suddetta data è termine perentorio.

I possessori dei biglietti vincenti potranno richiedere i premi con raccomandata A.R. indirizzata all’Associazione Maria SS. della Bruna, Piazza Duomo 7, Matera o con raccomandata a mano in Via A. Volta 24.

Data odierna risultano pervenute n. 21 richieste su 40 premi minori e n. 15 richieste su 22 premi maggiori.

Non è stato ancora richiesto il 1° premio maggiore, e cioè l’autovettura Ford Ecosport Plus abbinata al biglietto vincente serie BF n. 27.

Il Presidente invita i possessori dei biglietti vincenti a richiedere i premi tassativamente nei termini sopraindicati.

giovedì 5 settembre 2019

A Matera "Il nuovo Vangelo" di Milo Rau


MATERA - L’11 settembre a Le Monacelle nell'ambito di "Tòpoi. Teatro e nuovi miti", ci sarà un incontro con gli artisti de Il Nuovo Vangelo, ampio progetto al confine fra realtà, teatro e cinema, allo stesso tempo una serie di performance nel cuore dei Sassi di Matera e un film documentario.

Saranno presenti il regista Milo Rau, il protagonista Yvan Sagnet, e i volti iconici di grandi film dedicati alla figura di Cristo, a loro volta coinvolti nel Nuovo Vangelo: Enrique Irazoqui, il Cristo di Pasolini, e Maia Morgenstern, intensa Maria in The Passion di Mel Gibson.

Alle ore 19.30 proiezione del capolavoro pasoliniano Il Vangelo secondo Matteo.

Nel 1964 Pier Paolo Pasolini gira a Matera il Vangelo secondo Matteo e interpreta il messaggio cristiano in chiave politica, affidando la figura di Cristo al catalano Enrique Irazoqui, allora sindacalista diciannovenne impegnato nella lotta al regime franchista. Il capolavoro di Pasolini diventa così metafora del mondo contemporaneo, e Matera un simbolo dell'Italia dell'epoca.

55 anni dopo il regista svizzero Milo Rau torna alle radici del Vangelo e mette in scena la Passione di un'intera civiltà. Cosa predicherebbe Gesù nel XXI° secolo? Chi sarebbero i suoi discepoli? E come reagirebbero gli attuali detentori del potere temporale e spirituale al ritorno del più influente profeta e rivoluzionario nella storia dell'umanità? A Matera, luogo dei grandi film su Gesù, da Pasolini a Gibson, nasce un "Nuovo Vangelo" per il XXI° secolo altrettanto politico, teatrale e cinematografico. Un manifesto di solidarietà con i più poveri, una rivolta per un mondo più equo e umano.

"Il Nuovo Vangelo" di Milo Rau, parte del progetto di Matera 2019 "Tòpoi. Teatro e nuovi miti", è una produzione interdisciplinare composta da una performance e un film. A "Il Nuovo Vangelo" si lega anche una campagna, "La Rivolta della Dignità".

La campagna è organizzata da IIPM - International Institute of Political Murder con Associazione No Cap - Contro ogni forma di caporalato, Ghetto Out Casa Sankara, Spin Time Lab Roma, Osservatorio Migranti Basilicata, Agricola Leggera, Campo Libero, altragricoltura – Confederazione per la Sovranità Alimentare, UILA Taranto – Unione Italiana lavoratori agro alimentari con la partecipazione di European Alternatives, European Center for Constitutional and Human Rights (ECCHR), Medico International, FUTURZWEI – Stiftung Zukunftsfähigkeit.

La performance è una co-produzione di IIPM - International Institute of Political Murder con Fondazione Matera Basilicata 2019, Teatro di Roma e NTGent in collaborazione con Teatri Uniti di Basilicata, Fruitmarket e Langfilm con la partecipazione di ProLoco Ginosa, Universität für angewandte Kunst Wien.

Il progetto cinematografico è una produzione di Fruitmarket e Langfilm in co-produzione con SRF SSR, ZDF in collaborazione con Arte, IIPM - International Institute of Political Murder, Fondazione Matera Basilicata 2019, Consorzio Teatri Uniti di Basilicata e Teatro di Roma

Con il supporto di Kulturstiftung des Bundes, European Cultural Foundation, Film- und Medienstiftung NRW, Office of Culture (FOC), Zürcher Filmstiftung, DFFF - Deutscher Filmförderfonds, Kanton St.Gallen Kulturförderung / Swisslos, BKM - Die Beauftragte der Bundesregierung für Kultur und Medien, Volkart Stiftung, GEA – Waldviertler, Stadt Lausanne und Kanton Waadt, Fondo Etico di BCC Basilicata.

A Matera “Centodieci” con Simona Atzori


MATERA - Al via a Matera il secondo appuntamento firmato Centodieci. L’evento è in programma lunedì 9 settembre alle ore 21.00 con l’artista e ballerina classica Simona Atzori che si esibirà all’Auditorium R. Gervasio, Piazza del Sedile, 2.

L'evento si inserisce all’interno del ciclo “Ri-Vedere Matera”, un palinsesto di 9 incontri che Centodieci, la piattaforma culturale di Banca Mediolanum, e il Comune di Matera hanno progettato per valorizzare tradizioni e identità in chiave innovativa e visionaria attraverso percorsi non solo fisici ma anche spirituali e culturali.

“Il progetto Ri-vedere Matera è un viaggio che Centodieci vuole donare al territorio lucano, nel quale il punto di osservazione è il diverso sguardo di alcuni tra i principali protagonisti del nostro tempo - dichiara Oscar di Montigny, Chief Innovation, Sustainability and Value Strategy Officer di Banca Mediolanum e ideatore di Centodieci -. Abbiamo coinvolto in questo progetto, che durerà sino a giugno 2020, 9 tra i principali interpreti del mondo della cultura, dell’impresa, della scienza e dell’arte e, con la loro guida, arriveremo a una nuova lettura del nostro tempo e dei nostri luoghi che ci permetta di RiVedere l’impianto del nostro futuro e del futuro delle nostre comunità”.

I prossimi incontri aperti al pubblico saranno con Mario Cucinella, Oscar Farinetti, Oscar di Montigny, Massimo Recalcati, Patrizio Paoletti, Michele Placido e Stefano Boeri.

Simona Atzori, straordinaria artista milanese affermatasi a livello internazionale nella danza quanto nella pittura, nonostante priva di braccia dalla nascita, mostra allo spettatore la possibilità di cambiare il suo sguardo, verso sé stesso e verso l’altro. E i danzatori insieme a lei e con lei, scoprono anche loro di essere una creazione unica, con le loro debolezze e la loro forza, con ciò che di più nascosto e di prezioso hanno dentro. Sono i danzatori stessi a invitare lo spettatore ad andare incontro a un nuovo punto di vista, quello di essere anche loro speciali in ciò che sono ed esattamente come sono.

Lo spettacolo è gratuito previa prenotazione sul sito web www.centodieci.it

A Matera il concerto “O dulcis Virgo Maria”

 

MATERA - Prosegue, con il concerto “O dulcis Virgo Maria” l’8 settembre alle 20,30 nella Concattedrale di Irsina, il progetto “I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontificio Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

Questi i protagonisti di "O dulcis Virgo Maria": voce recitante Giuseppe Ranoia, soprano Maria Maddalena Notarstefano, i Cantori Materani diretti dal Maestro Alessandra Barbaro e la Fondazione Orchestra Lucana diretta dal Maestro Vincenzo Perrone.

Si tratta di un concerto dedicato interamente alla musica Mariana, colta e popolare, corale, solistica e strumentale. Riscoprire capolavori, commissionare nuove opere, valorizzare e impreziosire il repertorio radicato nel territorio sono alcuni degli assi portanti di questo progetto.

“O dulcis Virgo Maria” rientra nel Cammino delle Cattedrali.

⃰La Fondazione Orchestra Lucana nasce nel novembre del 2003 come trasformazione dell’Istituzione "Orchestra Sinfonica e Filarmonica della provincia di Matera", fondata nel 1987 su iniziativa del Presidente della Provincia in occasione della celebrazione del 60° della Provincia. L’Orchestra ha al suo attivo numerose esecuzioni di importanti partiture appartenenti al repertorio classico e di musica contemporanea anche in prima mondiale. Ultima grande produzione realizzata in prima assoluta "Nigra sum sed formosa" Oratorio Mariano in otto quadri per voce recitante, coro di voci bianche, coro misto ottoni e timpani fuori campo orchestra Testi dalla Liturgia, Musica di Damiano D'Ambrosio di cui è stato presentato il Cd (etichetta Farelive) lo scorso 14 dicembre, cd premiato dalla rivista "MUSICA" con l'attribuzione di quattro stelle. Solisti, Compositori, Direttori, Attori di chiara fama hanno collaborato nel corso degli anni con l'Orchestra: Alvarez, Bellugi, Canino, Carreras, S.Cipriani, Clemente, Coppola, Desderi, D'Urso, Fanna, Fiorillo, Foa, Gasdia, Giordana, Giorgino, Lomuto, Larrieux, Maio, Manara, Marrone, Mazzola-Gavazzeni, Medori, Mirabella, Miserachs, Mondelci, Monetti, Montesano, Parente, Patanè, Ricciarelli, Rigillo, Rosini, Samale, Salurso, Saluzzi, Serra, Signorini, Sisillo. Le incisioni discografiche: E.R.Duni "Isola dei Pazzi" direttore Rino Marrone, "Opera Galà" con F. Patanè, M.Chingaro e R. Bruson, "Presagios" con musiche inedite di C. Desiena e M. Palmieri, "Carosello" con musiche di R.Gervasio dirette da V.Clemente, cd premiato dalla rivista francese "LE MONDE DE LA MUSIQUE" con l'attribuzione di quattro stelle. Il Presidente della Fondazione è il Prof. Francesco Lisanti, già primo Presidente dell’istituzione orchestrale, la Direzione Artistica è stata affidata da novembre 2009 al M° Vincenzo Perrone.

mercoledì 4 settembre 2019

Il 7 settembre a Matera "Notte Sacra"


MATERA - Con la "Notte Sacra", all'insegna della musica che vedrà quattro diversi concerti in altrettanto location, prosegue il 7 settembre a Matera il progetto “I Cammini tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontificio Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

La "Notte Sacra" inizia alle 19,30 nella Chiesa di Santa Chiara con la celebrazione dei Vespri e, a seguire, il celebre Stabat Mater di Boccherini presentato dal gruppo cameristico “Ensamble Kroma”, soprano Fabiola Amatore, dirige Massimo Paolella.

Le manifestazioni proseguono alle 20,30 nella Chiesa di San Francesco d'Assisi con il concerto degli Organi a canne n.8 a cura della Fondazione Orchestra Lucana con l’organista Carlo Maria Barile*.

Alle ore 21,30 nella Chiesa di San Francesco da Paola ci sarà la suggestione del Misa Tango. La Misa di Buenos Aires, altrimenti nota come Misa Tango, composta dal compositore argentino Martín Palmeri tra il 1995 ed il 1996, fu presentata a Buenos Aires per la prima volta dall’Orchestra Sinfonica Nazionale di Cuba. La Misa Tango si compone dei sei movimenti classici della messa cantata in latino: Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Benedictus e Agnus Dei, e viene scritta per voce, coro, bandoneón e orchestra. La scrittura musicale coniuga i caratteristici ritmi sincopati e le dissonanti armonie del tango con la scrittura per coro, accostando i testi sacri della messa latina con gli inconfondibili ritmi della musica “porteña”. Un lavoro sapiente, un coraggioso progetto musicale, in cui tradizione ed innovazione convivono in perfetta armonia.

Infine, alle 22,30 nella Chiesa di Sant'Agostino, si terrà il concerto “Reflection”, con un organico originale, composto da musicisti di fama internazionale e con l’obiettivo di creare un inedito repertorio, un concerto dedicato al riarrangiamento e alla rielaborazione in chiave jazz dei principali canti dei culti religiosi lucani - il canto di San Rocco di Tolve, della Madonna di Viggiano, di San Donato da Ripacandida, di Santo Egidio di Latronico, della Madonna del Carmine di Avigliano, della Madonna di Anglona di Tursi. Ci sarà Pino Melfi alla tromba, Davide Cervellino alla chitarra, Marco Pezzenati al vibrafono, Marco De Tilla al contrabbasso e Giovanni Imparato con le percussioni e la voce. Sarà inoltre presentata l'incisione "live" realizzata durante l'esecuzione di giugno.

Il concerto nella chiesa di San Francesco d'Assisi rientra nel Cammino degli Organi a canne, “Reflection” nel Cammino delle Generazioni, gli altri nel Cammino delle Sacre Notti.

PROGRAMMA

LA MUSICA PER ORGANO NELLA NAPOLI SPAGNOLA
Carlo Maria Barile, organo
Carlo Gesualdo da Venosa (1566 - 1613)
Canzon Francese del Principe

MS DI LUIGI ROSSI, LONDRA, BRITISH LIBRARY, ca 1614
Giovanni Maria Trabaci (ca 1575 - 1647)
Canzon Franzesa Prima

IL PRIMO LIBRO DE RICERCATE, CANZONE FRANZESE,CAPRICCI, NAPOLI, 1603
12 Versi del Secondo Tono, dai Cento Versi sopra li otto Toni Ecclesiastici

IL SECONDO LIBRO DE RICERCATE, ET ALTRI VARII CAPRICCI, NAPOLI, 1615
Gagliarda VIII

IL PRIMO LIBRO DE RICERCATE, CANZONE FRANZESE,CAPRICCI, NAPOLI, 1603
Durezze et Ligature

IL SECONDO LIBRO DE RICERCATE, ET ALTRI VARII CAPRICCI, NAPOLI, 1615
Toccata VIII Tono

IL PRIMO LIBRO DE RICERCATE, CANZONE FRANZESE,CAPRICCI, NAPOLI, 1603
Antonio de Cabezón (1510 -1566)
Diferencias sobre la Pavana Italiana

OBRAS DE MUSICA PARA TECLA, ARPA Y VIHUELA, MADRID, 1578 – NUOVA EDIZIONE MONS. HIGINIO ANGLéS
Bernardo Storace (ca 1637 - ca 1707)
Aria sopra la Spagnoletta

SELVA DI VARIE COMPOSITIONI D'INTAVOLATURA PER CIMBALO ET ORGANO, VENEZIA, 1664
Gaetano Veneziano (1656 – 1716)
Fuga a due voci

MS. NAPOLI, CONSERVATORIO SAN PIETRO A MAJELLA, MS.74, p.103, 1716
Improvvisazione sul tema del Guarracino

*CURRICULUM CARLO MARIA BARILE

Carlo Maria Barile, nato a Ferrara nel 1989, ha studiato pianoforte e batteria con Vito di Modugno e Michele Di Monte presso la scuola di musica “Il Pentagramma” di Bari dove insegna dal 2011. Nel 2007 ha frequentato come borsista il Five Week Summer Performance Program del “Berklee College of Music” di Boston, nel 2008 – in seguito alla maturità classica conseguita con il massimo dei voti – si è diplomato in organo e composizione organistica con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Niccoló Piccinni” di Bari con Margherita Quarta, nel 2011 ha conseguito il Konzertexamen in organo con valutazione sehr gut presso la “Hochschule für Musik” di Detmold in Germania con Tomasz Adam Nowak e nel 2016 ha conseguito con Antonio Florio il Master di II livello di musica antica presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli con il massimo dei voti e la lode. Ha continuato il suo perfezionamento con docenti quali il Thomasorganist Ullrich Böhme, Naji Hakim e Ton Koopman. Tra le sue esibizioni in qualità di solista – organista, pianista e cembalista sia nel repertorio classico che in quello jazz – si ricordano luoghi come il Dizzy’s Club Coca Cola – Jazz at Lincoln Center, la Steinway Hall e la St. Peter’s Church di New York City, la cattedrale di Toledo per la XI e la XIV “Batalla de Organos", il Teatro Petruzzelli di Bari per il Bif&st nelle edizioni dal 2014 al 2017, la chiesa di Notre Dame des Champs di Parigi, la basilica di Valére a Sion in Svizzera, la Thomaskirche di Lipsia e la Markuskirche di Monaco di Baviera in Germania. Tra le sue performance in orchestre ed ensemble barocchi nella sezione del basso continuo si annoverano luoghi come il Concertgebouw di Amsterdam, il Muziekcentrum De Bijloke di Gent in Belgio, Cracovia per il festival “Mysteria Paschalia 2019", l’auditorium di Castel Sant’Elmo a Napoli nell’ensemble “Cappella Neapolitana” diretto da Antonio Florio e la Real Cappella del Tesoro di San Gennaro per la prima esecuzione in tempi moderni della “Passio Domini Nostri Jesu Christi Secundum Matthaeum” di Giovanni Maria Trabaci, sotto la direzione di Rosario Totaro. Con il “Ghislieri Choir & Consort” ha partecipato all’harmonium alla realizzazione della “Petite Messe Solennelle” di Gioachino Rossini presso la Cattedrale Anglicana di San Paolo di Valletta, Malta per il Teatru Manoel. Al Teatro di San Carlo di Napoli nell’ambito della stagione lirica e di balletto 2017-18 ha partecipato al clavicembalo alla realizzazione dell’opera “Siroe, Re di Persia” di Leonardo Vinci, eseguita in forma di concerto in prima esecuzione nei tempi moderni e diretta da Antonio Florio. Con l’etichetta giapponese “Da Vinci Jazz” ha pubblicato il suo ultimo lavoro discografico dal titolo “Manhattan Suite … And Other Stories”.

martedì 3 settembre 2019

“Leonardo Atlantico” di Corrado Veneziano nel Museo Nazionale Ridola

MATERA - Dopo l’inaugurazione ad Amboise (sotto l’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica francese, e con il sostegno del Museo del Louvre), e dopo la mostra nell’Osservatorio astronomico di Firenze per conto del Comune di Firenze, arrivano a Matera – nel Museo Nazionale Domenico Ridola – le tele del “Leonardo Atlantico” di Corrado Veneziano. Per felice combinazione, l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura cade nel medesimo anno del 500° anniversario leonardiano.

La mostra, aperta al pubblico da martedì 10 a martedì 17 settembre, si avvale del riconoscimento e del supporto del Mibac-Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, nonché dei patrocini del Fai Basilicata e della Delegazione Fai di Matera.

Leonardo Atlantico è composto da trenta opere che uniscono frasi e immagini del celeberrimo “Codice Atlantico”. Parole e disegni sono evocati, ripresi, estrapolati e poi sospesi in un azzurro che è universo impenetrabile e moderno, cielo spirituale, firmamento fiabesco.

I disegni riprendono ruote, ali, archi e cannoni di artiglieria; e poi appunti personali, operazioni matematiche e alchemiche. E tutto questo, nel tappeto bluastro dello sfondo di Corrado Veneziano, si fanno oggetti metafisici: astratti e fascinosi. Tutte le immagini e le parole disegnate, comunque e in ogni caso, testimoniano il continuo lavorìo dell’uomo sulla terra; l’ostinazione e la forza nel cercare e perfezionare; la volontà di superare steccati tra tecnica, scienza e arte; il lucido desiderio – la “libertà” – nel sentirsi ideatori ed esecutori, ingranaggi, motori e arbitri di un ciclo inesauribile che nessuna stasi può rallentare e fermare.

La curatela della mostra è firmata dai critici e dagli storici dell’arte Niccolò Lucarelli, Francesca Barbi Marinetti e Raffaella Salato.

Il supporto allestitivo è organizzato dall’azienda materana “Abitare Canario”.

La mostra è sponsorizzata dalla Scuola di Lingua Italiana Leonardo da Vinci (Roma-Milano-Firenze-Siena).

CORRADO VENEZIANO - Corrado Veneziano ha cominciato a dipingere, continuando una importante tradizione famigliare, sin da giovanissimo. Si è misurato inizialmente con l’attività teatrale (studiando al Piccolo Teatro di Milano e lavorando più volte come regista per la Biennale di Venezia) e con quella formativa.

Da un punto di vista artistico, ha esposto per la prima volta solo nel 2013, sotto la spinta, e la redazione critica di Achille Bonito Oliva e di Marc Augé. Ha poi presentato le sue opere con la cura di Derrick de Kerckhove nel 2014 a Bruxelles, su invito dell’Ambasciata e dell’Istituto di cultura italiana. Nel 2015 la Rai gli ha commissionato il logo del 67mo Prix Italia e, (tra l’altro) ha esposto a Parigi, nell’Espace en Cours diretto da Julie Heintz.

Nel 2016 è nella Galleria Comunale di San Pietroburgo Nevskij 8. Nel 2017, è invitato ufficialmente dal Governo cinese nella Galleria nazionale di arte moderna e contemporanea di Lanzhou con una mostra a cura di Wu Weidung.

“Leonardo Atlantico” è l’unica mostra personale di un autore vivente nel programma francese per le celebrazioni del 500mo anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Serie C: ko il Potenza, vince il Picerno


di Francesco Loiacono - Giornata positiva a metà la seconda di andata per le squadre lucane del girone C di serie C . Il Potenza ha perso 1-0 a Terni. Nel primo tempo gli umbri propositivi. Un tiro di Defendi è stato respinto con un piede dal difensore brasiliano Emerson. Il Potenza in contropiede. Un tiro di Isgrò è stato deviato in corner dal portiere Iannarilli.

Nel secondo tempo la Ternana arrembante. Un destro di Marilungo ha trovato pronto il portiere Breza ad opporsi con le mani. Gli umbri sono passati in vantaggio con Russo, tiro da pochi metri. Il Potenza è rimasto in dieci. Espulso Silvestri per un brutto fallo su Torromino. Il Potenza è quarto con 3 punti.

Il Picerno che gioca in C per la prima volta nella sua storia, ha vinto 2-1 in casa col Rieti. Nel secondo tempo in gol i lucani con Kosovan di sinistro. Ha raddoppiato Bertolo, tiro rasoterra. I laziali hanno segnato con De Pauli di destro. Il Picerno è secondo con 4 punti.

Unibas: il 4/9 “Astro Mater(i)a” con la ricercatrice Amata Mercurio

MATERA - Il 4 settembre, dalle ore 20 nell’aula magna del Campus universitario di Matera - nell'ambito della conferenza internazionale “Matera Oscura-Dark” ospitata dalla Città dei Sassi dal 2 al 6 settembre - si svolgerà “Astro Mater(i)a”, un evento divulgativo aperto al pubblico, con Amata Mercurio, ricercatrice nell'Istituto Nazionale di Astrofisica-Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Napoli). Sono previsti i saluti di Nicola Cavallo, Prorettore al Public Engagement dell'Università della Basilicata, e di Giuseppe Bianco, Direttore del Centro di Geodesia Spaziale “Giuseppe Colombo”. Dopo l’introduzione di Carlo Giocoli (Alma Mater Studiorum Università di Bologna e INAF-OAS Bologna), Mercurio proporrà un “viaggio” nel cosmo attraverso alcune delle domande principali: cosa sono le lenti cosmiche? Cosa accade quando un ammasso di galassie si trova davanti a un'altra galassia? L’obiettivo è di far luce sui segreti dell’Universo attraverso l’esplosione di una stella osservata grazie a una lente d'ingrandimento molto efficace, quella gravitazionale. "Abbiamo voluto questa conferenza divulgativa – ha detto Nicola Cavallo, Prorettore al Public Engagement dell'Università degli Studi della Basilicata - per avvicinare tutti, giovani e meno giovani, al mondo della ricerca scientifica - aprendo l'università al territorio che la ospita, come sempre più spesso facciamo da tempo - per far comprenderne non solo la straordinaria importanza ma anche, e soprattutto, i risultati positivi per lo sviluppo del territorio". Carlo Giocoli, dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e INAF-OAS Bologna, ha evidenziato che "lo studio delle stelle rappresenta un'attività di ricerca importante per la comprensione della nascita del nostro universo. Capirne l'origine e l'evoluzione aiuterà a comprendere le nostre origini e a proiettarci, forse, verso la scoperta di altri mondi".

A Potenza oggi lutto cittadino


POTENZA - Nella giornata di oggi sarà lutto cittadino nella città di Potenza. La scelta del sindaco della città lucana, Mario Guarente, è in coincidenza con i funerali dei due operai morti lo scorso 29 agosto nella città di Aliano (Matera), dove si trovavano per effettuare un'ispezione presso un pozzo di servizio di una discarica. I funerali delle due vittime si terranno alle ore 15 nella chiesa della Beata Vergine del Rosario, al rione Betlemme.

lunedì 2 settembre 2019

A Calvello concerto d'organo 'Omaggio a Girolamo Frescobaldi e Giovanni Maria Trabaci'

MATERA - Prosegue il Progetto i Cammini a Calvello, il 4 settembre alle 20,30 nella chiesa di Santa Maria del Piano, con il concerto “Omaggio a Girolamo Frescobaldi e Giovanni Maria Trabaci”, che sarà realizzato dal Maestro organista Teodosio Bevilacqua e il coro Oppidi Cantores. "I Cammini, tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre di Luce”, in partenariato con l'Arcidiocesi di Acerenza, e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontificio Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

Il progetto "Organi Lucani "si propone di avviare una valorizzazione culturale dell'ingente patrimonio di organi storici e non presente in Basilicata attraverso un ciclo organico di concerti.

La fruizione dei concerti é indirizzata sia alla popolazione locale, che spesso ignora il valore di questi straordinari strumenti, sia dei turisti che frequentano Matera ed il territorio Lucano. Il progetto coinvolge sia solisti a livello nazionale che giovani promesse tra gli allievi dei Conservatori lucani. La scelta dei programmi è adeguata all'epoca degli organi stessi. Il ciclo dei concerti si propone infine di compiere un'opera di salvaguardia degli organi storici.

“Omaggio a Girolamo Frescobaldi e Giovanni Maria Trabaci” rientra nel Cammino degli Organi a canne.

Omaggio a Girolamo Frescobaldi (1583-1643) e Giovanni Maria Trabaci (1575-1647)

Programma

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)
Dai “Fiori Musicali” (1635)
Dalla Messa “In Dominicis infra annum” (Orbis factor)
Toccata avanti la Messa della Domenica
Kyrie eleison
Christe eleison
Kyrie eleison
Canzona dopo l’Epistola
Canzona per il post Communio
Canzona per il post Communio, alio modo

mercoledì 14 agosto 2019

Truffa online nei confronti di un materano, una denuncia


MATERA - Un uomo di Matera è stato truffato on line riguardo l'affitto di una casa-vacanze nella città di Castellammare del Golfo (Trapani). I Carabinieri, scoperto l'accaduto, hanno denunciato un 50enne della provincia di Trapani, a cui la vittima aveva versato una caparra pari a 800 euro. Ricevuto il denaro, il siciliano era sparito, non dando più notizie di sè al materano.

lunedì 12 agosto 2019

Fondazione Sassi, aperta anche a Ferragosto la mostra 'Tutti i pani del mondo'

MATERA - Si potranno ammirare anche a Ferragosto le opere/pane dei 45 artisti internazionali ospitate negli ipogei della Fondazione Sassi a Matera.

Il 15 agosto la mostra Tutti i pani del mondo sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

A cura di Andrea B. Del Guercio, Tutti i pani del mondo presenta sculture, installazioni, pitture astratte e figurative, fotografie e video che interpretano e raccontano uno tra i più straordinari soggetti rappresentativi della società umana e delle sue infinite e diverse culture, un simbolo non solo della storia ma di una perenne contemporaneità: il pane.

Le opere/pane sono state realizzate da artisti africani, asiatici e europei appositamente per la mostra simbolo del Festival La Terra del pane, un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, tema: Radici e Percorsi che la Fondazione Sassi realizza nell’anno in cui Matera è Capitale Europea della Cultura in coproduzione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019.

“Nei primi quindici giorni di apertura al pubblico, sono oltre mille i visitatori che hanno raggiunto la Fondazione Sassi, nel cuore del Sasso Barisano, per ammirare le opere esposte- afferma il presidente della Fondazione Sassi di Matera, Vincenzo Santochirico - Una mostra, Tutti i pani del mondo, che anticipa il Festival La Terra del pane”.

Progetto di Matera 2019 che la Fondazione Sassi realizzerà dal 12 al 20 ottobre con un ricco programma di mostre d’arte e di fotografia, di appuntamenti con il teatro, la musica e il cinema, con presentazioni di libri alla presenza degli autori, con dibattiti e approfondimenti che esalteranno il profilo culturale e antropologico, di due elementi che maggiormente caratterizzano la città di Matera: il pane e la terra”.

La mostra Tutti i pani del mondo resterà aperta al pubblico fino al 20 settembre 2019. Si potrà visitare dal martedì alla domenica (giorno di chiusura il lunedì) a Matera, negli ipogei della Fondazione Sassi nel rione Sasso Barisano. L’ingresso è libero.

Informazioni:

Organizzata e promossa dalla Fondazione Sassi la mostra Tutti i pani del mondo rientra nel Festival La Terra del pane, un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, in coproduzione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019, tema: Radici e Percorsi.