Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Matera. Mostra tutti i post

sabato 16 novembre 2019

Matera: più sicurezza e controlli della Polizia Locale nel week-end


MATERA - Polizia Locale nei Sassi e nel centro storico fino alle 24 nei giorni del fine settimana. Con un provvedimento del dirigente, è stato esteso l’orario di servizio per garantire maggiore sicurezza ai cittadini e ai visitatori.

Due le pattuglie che a partire dalla serata di ieri hanno effettuato controlli sulle auto in transito e in sosta.

Nella mattina di oggi, agenti della Polizia Locale, coordinati dal Tenente Giacomo Patierno, hanno effettuato controlli sulle auto in sosta nel centro storico e in Piazza Duomo per consentire la fruizione e l’accessibilità dei luoghi e garantire la sicurezza dei cittadini e dei turisti che nei fine settimana affollano le vie del centro.

Circa 30 le sanzioni elevate per il mancato rispetto dei tempi consentiti per la sosta.

Nei prossimi giorni saranno intensificati i controlli per verificare il rispetto degli orari di carico e scarico e quelli di uscita dalla ztl.

Danni maltempo: il sindaco di Matera ringrazia l’ad di Ovs


MATERA - “Siamo grati all’Amministratore delegato del gruppo Ovs-Coin per la mobilitazione in favore della nostra città che, da oggi e fino al 22 novembre, attraverso l’iniziativa #LoveMatera, devolverà il 20% degli incassi effettuati nei suoi punti vendita”.
E’ quanto dichiara il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, che aggiunge: “Si tratta di un gesto di grande vicinanza da parte di una delle più importanti aziende del Paese e che testimonia come la comunità nazionale sia pronta a compiere gesti di grande generosità per affrontare gli effetti di eventi calamitosi che colpiscono la Nazione. Esprimo quindi il grazie dell’intera comunità materana al gruppo Ovs e a coloro che in queste ore si stanno adoperando per farci pervenire i loro messaggi di vicinanza e di solidarietà. Questa attenzione costante verso di noi, questo grande affetto che ci giunge da ogni parte del nostro Paese, ci deve responsabilizzare ad essere sempre migliori e all’altezza del ruolo che Matera è riuscita a conquistare”.

Matera: Bando periferie, avviati i bandi per 7 progetti di riqualificazione dei quartieri della città


MATERA - Il Comune di Matera rompe gli indugi e avvia le gare per i progetti candidati a finanziamento nazionale con il Bando periferie.

Sette gli interventi previsti: riqualificazione del Parco del Castello, del Parco di Serra Venerdì, della Villa Cappuccini e del Rione Pini, oltre alla realizzazione della biblioteca Leonardo Sacco, che sorgerà nell’ex sede della delegazione comunale del Rione Spine Bianche, e la riqualificazione di Piazza Marconi e del tessuto connettivo del Rione Piccianello.

L’investimento complessivo è di circa 5,5milioni di euro. La nuova normativa per il finanziamento dei progetti candidati dai Comuni prevede che i beneficiari delle risorse statali possano ottenere il rimborso delle spese sostenute e certificate, in base al cronoprogramma degli interventi. Per ottenere i finanziamenti era quindi necessario avviare i cantieri con fondi propri o ricorrendo a prestiti con la Cassa Depositi e Prestiti. Il Comune di Matera, con una delibera di giunta approvata nelle scorse settimane, ha anticipato le somme necessarie all’avvio delle opere.

“Abbiamo deciso – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Nicola Trombetta – di accelerare i tempi per far partire progetti di riqualificazione che per mesi erano rimasti bloccati dall’incertezza del quadro normativo legato ai finanziamenti del Bando periferie. Con una intuizione del dirigente dell’ufficio tecnico, il Comune ha attivato il circolo virtuoso che ci consentirà di procedere ai lavori utilizzando gli stati di avanzamento”.

I dettagli dei progetti saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà martedì 19 novembre 2019 alle ore 10.30 nella Sala Mandela del Comune di Matera.

Il sindaco di Matera ringrazia la città di Milano per la sua solidarietà

MATERA - Il Sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri esprime “viva gratitudine e ringraziamento” al Primo cittadino di Milano Giuseppe Sala, al Piccolo Teatro e alla compagnia del Falstaff, per la decisione di devolvere alla città di Matera, l’incasso dello spettacolo del 29 novembre “Falstaff e il suo servo”.

“La città di Milano – ha sottolineato de Ruggieri - ci dimostra la sua generosità e la sua vicinanza con un gesto concreto di cui non posso che essere grato al Sindaco Sala e alla comunità che rappresenta. In un momento in cui gli eventi calamitosi hanno colpito pesantemente diverse aree del Paese, si tratta di un gesto che rinvigorisce i sentimenti di solidarietà nazionale che costituiscono un elemento fondamentale che unisce l’intera Italia”.

venerdì 15 novembre 2019

Danni da maltempo: la Lega fa quadrato. Casanova, Tardino e Vuolo chiedono maggiore attenzione per il Sud

MATERA - Venezia e Matera. Da nord a sud, non dimenticando la Sicilia, il maltempo ha creato danni e purtroppo anche vittime. In tre giorni, infrastrutture pubbliche e private, coltivazioni, imprese e abitazioni private hanno subito la furia di vere e proprie tempeste che non si ricordavano da decenni.

Alla cronaca a molti nota, la delegazione della Lega in Europa guidata dal ligure Marco Campomenosi ha deciso di dare seguito interrogando la Commissione europea.

“In attesa che arrivi la richiesta formale dall’Italia, abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere alla Commissione europea di dare la massima celerità all’uso del fondo dell’Unione europea - spiega Annalisa Tardino, europarlamentare siciliana del Gruppo Identità e Democrazia - chiedendo sia una procedura semplificata e sia l'eccezione al disimpegno automatico delle risorse a valere sui fondi UE in modo da consentire una proroga nella spesa ai territori colpiti”.

Un modo per anticipare e agevolare la prossima mossa del Governo italiano che, a seguito delle richieste delle Regioni interessate pesantemente dal maltempo, chiederà di attivare una richiesta di mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE), nato per intervenire in aree geografiche profondamente colpite da grandi calamità naturali. La richiesta non è così ovvia, anzi. Il fondo di solidarietà è finanziato da fondi non inclusi nel normale bilancio dell’UE, e quindi con risorse aggiuntive provenienti dagli Stati membri.

A firmare con convinzione l’interrogazione anche Lucia Vuolo, europarlamentare campana, che due giorni fa era intervenuta dichiarando “mi farò subito portavoce di tutte le istanze dei territori colpiti in queste ore dalla pioggia”. Stesso discorso per Massimo Casanova, leghista romagnolo, che nel firmare l’interrogazione ha voluto sottolineare “le drammatiche condizioni che stanno subendo lidi e spiagge di gran parte del litorale adriatico, da Pescara a Leuca, in virtù di una erosione costante e senza soluzione e che certamente il maltempo sta amplificando”.

Gestione rifiuti sub ambito Matera 1, Cns non pronta ad avviare il servizio

MATERA - La Conferenza dei Sindaci del sub ambito rifiuti Matera 1, che si è riunita ieri sera a Matera, ha rilevato che permangono le condizioni ostative al regolare avvio del servizio, fissato su richiesta del CNS per il giorno 16 novembre 2019, per ragioni imputabili unicamente alla stessa società e che, pertanto, l'avvio del servizio dovrà subire inevitabilmente un ulteriore differimento.

Per questo motivo i primi cittadini di Matera, Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico, si sono riservati di valutare la sussistenza dei presupposti per l’avvio del procedimento di risoluzione del contratto e nel contempo, hanno emesso un’ordinanza che obbliga gli attuali gestori a garantire la prosecuzione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani sui rispettivi territori cittadini fino all’8 dicembre 2019.

Il provvedimento si è reso necessario per evitare l’insorgere di rischi per la salute dei cittadini e pregiudizi per l’igiene pubblica.

I Sassi di Matera ospiteranno il progetto Land Art 50 presso Palazzo Lanfranchi


MATERA - A cinquant’anni dalla proiezione del film Land Art (aprile 1969) del regista tedesco Gerry Schum, a cui può ricondursi la nascita della definizione di “Land Art”, l’Associazione UnconventionArt – insieme a Fondazione Dioguardi e Fondazione Casa Rossa – si propone di celebrare tale anniversario attraverso la realizzazione di una serie di iniziative espositive, editoriali e divulgative pensate per ripercorrere la storia del celebre movimento artistico ma anche per attivare riflessioni inedite, aperte al nuovo e indirizzate all’elaborazione di un Documento programmatico per la promozione e valorizzazione delle opere di Land Art e di Arte Pubblica.

Il programma, curato da Fabio De Chirico e Francesco Maggiore, prevede la realizzazione di installazioni artistiche, di eventi collaterali e di tavoli territoriali presso i quattro siti UNESCO dislocati tra Puglia e Basilicata: Alberobello, Castel del Monte, Monte Sant’Angelo e Matera; siti scelti come centri di promozione culturale per la realizzazione del progetto Land Art 50.

I Tavoli territoriali, programmati tra ottobre e novembre 2019, rappresentano momenti fondamentali per l’elaborazione dei contenuti del Documento programmatico: gli appuntamenti, ciascuno con un proprio tema specifico, sono dedicati al rapporto tra arte e valorizzazione del paesaggio attraverso pratiche artistiche innovative che nascono da un rapporto dialogico tra arte e territorio, inteso sia in un'accezione fisica sia come insieme di identità, storie e memorie dei luoghi. I coordinamenti locali si pongono un duplice obiettivo: quello di favorire un processo dal basso di definizione dei contenuti rispetto ai quali orientare lo sviluppo del Convegno internazionale che si terrà a Bari nel 2020, attraverso il più ampio coinvolgimento delle comunità locali, nonché quello di favorire l’adozione e sperimentazione di modelli innovativi pubblico-privati di valorizzazione dei beni culturali nell’ottica di una più ampia strategia che superi la dimensione localistica e guardi alla creazione di una rete interregionale di siti UNESCO.

In quest’ottica, il 16 e 17 novembre 2019 a Matera - con la collaborazione del Polo Museale della Basilicata diretto da Marta Ragozzino - il Museo di Palazzo Lanfranchi ospiterà rappresentanti istituzionali, esperti, stakeholder, realtà del mondo dell’arte e della cultura nonché artisti, chiamati a riflettere intorno al tema del Terzo Tavolo Territoriale: Conservazione, valorizzazione e documentazione delle opere di Land Art.

Fondamentale, infatti, nella divulgazione e promozione delle opere di Land Art è la loro rappresentazione attraverso, disegni, fotografie e video, trattandosi spesso di opere effimere soggette a mutare nel tempo.

Oltre agli illustri ospiti invitati a prendere parte all’evento, le due giornate vedranno la partecipazione di due artisti di fama internazionale, Ninì Pasquale Santoro e Antonio Marras.

A tenere la lectio magistralis sarà Ninì Pasquale Santoro, lucano di origine, e insignito nel 2011 del Premio Presidente della Repubblica per la scultura, conferito ogni tre anni dall’Accademia Nazionale di San Luca.

Protagonista dell’intera kermesse “Land Art 50” sarà Antonio Marras, artista e stilista da sempre impegnato nell’indagare ogni forma d’arte e di espressione artistica rivolgendo la propria ricerca al recupero e alla valorizzazione della memorie, delle tradizioni e delle culture dei luoghi; per Land Art 50 realizzerà performance e installazioni appositamente ideate e strettamente legate al territorio pugliese e lucano.

Prima Categoria, Sassi Matera: a Vincenzo Trani le redini della squadra


di ROBERTO BERLOCO - MATERA. Sassi Matera verso la nona giornata di andata, con l’ennesima sconfitta alle spalle, stavolta rimediata, durante il pomeriggio della scorsa Domenica, contro l’E.V. Episcopia e proprio nel campo casalingo dello Scirea.

Scorrendo la tabella dei risultati della formazione del presidente Alessandro Santorufo, nel Girone B della Prima Categoria calcistica lucana, parrebbe di mirare la trama di una pellicola drammatica, con quell’unico pareggio guadagnato in Ottobre, a voler come rappresentare la promessa di una speranza, infine annegata tra la melma dei fiaschi successivi.

Ma il calcio è pure attività che ricrea e diverte, non solo cimento agonistico. Uno spirito complessivo, questo, probabilmente alla base dell’inscalfibile entusiasmo della squadra materana, si, certo, ultima in classifica, ma assolutamente non piegata nel morale.

Ancora è viva, infatti, tra le fila biancazzurre, una grande voglia di fare bene e di mettersi in gioco, senza timore a ripartire puntualmente da zero, in grazia di un’inossidabile decisione comune a non arrendersi, quasi che non si possa fare diversamente.

“Nel corso delle ultime settimane” - informa Santorufo - “con l’allenatore Francesco Camerino ed il direttore sportivo Biagio Mastrorilli, erano intercorsi abboccamenti che preludevano ad un loro ingresso nella nostra scena. La vicenda del loro inserimento, però, ha conosciuto un’improvvisa evoluzione opposta appena qualche giorno fa. Oggi la mia scelta, condivisa coi giocatori, è ricaduta su Vincenzo Trani, tra l’altro un amico di vecchia data, al quale sarà affidata la direzione tecnica del Sassi Matera già dalla partita in arrivo”.

“Siamo consapevoli” - aggiunge il capitano Nunzio Marsico - “che, malgrado tutto il nostro impegno, nemmeno la fortuna ci venga incontro. L’ultima sconfitta di certo pesa, ma vorrei marcare che, con l’Episcopia, abbiamo subìto cinque reti in fuori gioco, mentre eravamo noi a dettare il bello o il cattivo tempo. D’ora innanzi, questo è sicuro, venderemo cara la pelle!”.

Domenica entrante 17 Novembre il prossimo incontro a Salandra, con fischio arbitrale d’inizio alle ore 14.30, contro i padroni di casa che, al proprio attivo, possono vantare nove punti in classifica generale.

Matera: conferita la cittadinanza onoraria al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco


MATERA - Il consiglio comunale di Matera ha conferito nella seduta che si è svolta nel pomeriggio di oggi nel cineteatro “Geraro Guerrieri”, la cittadinanza onoraria al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco “per il costante e puntuale lavoro di tutela delle persone e dei beni, per l’attività di prevenzione e sicurezza, per l’apporto fondamentale nel servizio di protezione civile, nonché per la rilevanza interdisciplinare nei settori della sicurezza nei luoghi di lavoro e di controllo e prevenzione, attività svolte con infaticabile impegno e abnegazione al servizio della collettività”.

“Nella mia memoria – ha detto il sindaco Raffaello de Ruggieri nel suo intervento – sono scolpiti i momenti legati alla qualità del soccorso, dell’assistenza e della solidarietà umana dei Vigili del Fuoco. Ricordo il momento eroico del loro intervento il 23 novembre 1980 quando per primi accorsero sui luoghi del terremoto scavando a mani nude per cercare di prestare soccorso alle persone rimaste sotto le macerie.

Non dimentico il loro impegno in prima linea nella lotta contro gli incendi che in estate minacciano il nostro territorio. L’affetto popolare per questi interventi trova ancoraggio nell’attività dei Vigili del Fuoco che è principalmente una missione. Voi siete missionari del soccorso e dell’assistenza. Rappresentate un riferimento per la comunità e incarnate valori in cui tutti ci riconosciamo. Per questo, a nome della città il Sindaco vi ringrazia. Il conferimento della cittadinanza onoraria è un atto doveroso nei vostri confronti che io mi onoro di offrirvi”.

Al Cineteatro Rinascente a Marconia di Pisticci sarà proiettato il corto "La notte prima"


MARCONIA DI PISTICCI - Alessandra è una giovane donna determinata e ambiziosa che si divide tra gli impegni professionali e i preparativi del matrimonio, ormai alle porte. Una diagnosi inaspettata, però, sconvolge all’improvviso la sua vita e la costringe a rivedere scelte fondamentali.

Parte da qua “La notte prima” di Annamaria Liguori: un cortometraggio d'autore dedicato alle donne con tumore al seno metastatico, che, in occasione della manifestazione “Premio #agatacontroilcancro” promossa da Agata – Volontari contro il cancro, verrà proiettato domenica 17 novembre alle ore 10:30 al Cineteatro Rinascente.

Interpretato da Antonia Liskova, Francesco Montanari, Giorgio Colangeli, Imma Piro, Alessandro Bardani ed Emanuela Grimalda, il corto, già presentato in anteprima internazionale nell’ambito della 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – sezione Venice Production Bridge e premiato in numerosi Festival nazionali dedicati a cinema e musica, è liberamente tratto da una delle storie di pazienti con tumore al seno metastatico raccolte nell’ambito di “Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico”, campagna promossa da Pfizer con il patrocinio di Fondazione AIOM – Associazione Italiana di Oncologia Medica, in collaborazione con Europa Donna Italia e Susan G. Komen Italia con l’obiettivo di far conoscere le esperienze delle donne che ogni giorno combattono con grande coraggio contro questa malattia.

Il primo obiettivo è quello di vincere il senso di solitudine ed emarginazione che spesso travolge chi convive con questa patologia; in questo senso è fondamentale il valore della narrazione e della comunicazione per affrontare la malattia. “La notte prima”, ispirato dal racconto “Io scelgo di vedermi splendida” di Alessandra, attraverso la potenza comunicativa del linguaggio cinematografico vuole rompere il muro di silenzio che circonda questa malattia e le donne che ne sono affette, portando all’attenzione del grande pubblico i loro sentimenti, le loro emozioni, ciò che provano e vivono quotidianamente.

“La notte prima” è disponibile per la visione online su www.voltatiguardaascolta.it, dove è possibile trovare tutte le storie e le informazioni sulla campagna.

Matera: riapre Via Bruno Buozzi, ripristinata la pavimentazione divelta dalla furia dell’acqua


MATERA - Dopo essere stata invasa dall’acqua con la pavimentazione in basolato divelta, via Bruno Buozzi è stata completamente rifatta ed è possibile percorrerla anche in auto, con le limitazioni previste dal regolamento della zona a traffico limitato.

La strada di accesso ai Sassi, immortalata dai filmati amatoriali che hanno fatto il giro del mondo e suscitato sgomento, è tornata alla normalità. Effettuata anche la pulizia di Piazza San Pietro Caveoso mentre si procede alla rimozione dei detriti lungo le strade degli antichi rioni e della città ed a completare i sopralluoghi tecnici nei locali del centro storico e dei Sassi.

Nell’attesa di una stima definitiva dei danni causati dal maltempo, la città sta lavorando alla predisposizione di un piano per mitigare in futuro gli effetti di fenomeni come quelli che si sono verificati.

Il Sindaco Raffaello de Ruggieri ha ricevuto una telefonata da parte del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha voluto essere informato sull’evoluzione della situazione.

“Occorre predisporre – ha spiegato il Sindaco al Presidente del Consiglio in una lettera seguita alla telefonata – interventi di contenimento della velocità delle acque nell’anello stradale sovrastante i Sassi che, in seguito alla edificazione dei nuovi quartieri nelle colline circostanti l’antico centro abitato, non rappresentano più un’area di contenimento, bensì di scivolamento accelerato delle acque. Nel contempo, sarà necessario recuperare e ripristinare il sistema di raccolta dell’acqua meteorica costituito da percorsi sotterranei e ipogei, che negli anni sono stati interrotti e, a volte, compromessi dalla costruzione dei quartieri della città nuova e dagli interventi di recupero all’interno dei Rioni Sassi. E’ su questo aspetto che dovranno essere concentrati gli sforzi e gli investimenti perché il restauro e la valorizzazione della città sotterranea è la sfida che la città deve sostenere per evitare il ripetersi di fenomeni in grado di danneggiare il patrimonio architettonico e culturale di Matera e di rappresentare un pericolo anche per i cittadini”.

giovedì 14 novembre 2019

Matera: il 14 novembre il Consiglio comunale si riunirà in seduta straordinaria


MATERA - Il giorno 14 Novembre 2019, con inizio alle ore 16:30, presso il cineteatro “Guerrieri” di P.zza Vittorio Veneto, il Consiglio comunale di Matera si riunirà in seduta straordinaria per conferire la “Cittadinanza Onoraria di Matera” al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Parteciperanno all’evento, oltre alle autorità politiche, civili e militari dell’intera regione, anche il Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Prefetto Salvatore MULAS e il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco dott.ing. Fabio DATTILO.

Al termine della cerimonia, intorno alle ore 19:00 circa, si esibirà la Banda Musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco diretta dal maestro Donato DI MARTILE, a cui la cittadinanza è invitata a partecipare.

Il conferimento della cittadinanza onoraria ha per noi Vigili del Fuoco, e non solo di Matera, un importante significato perché i cittadini di Matera, per il tramite del loro Primo Cittadino e dei loro Rappresentanti, ci dimostrano stima e fiducia.

Questa manifestazione assume notevole rilevanza perché capita in un momento particolarmente delicato per il Corpo dei Vigili del Fuoco.

Non possiamo fare a meno, infatti, di ricordare, con grande commozione, i colleghi Matteo, Marco e Antonino, che pochi giorni fa, in modo tragico, durante il proprio servizio hanno lasciato per sempre le loro famiglie e i loro affetti più cari.

E’, inoltre, particolarmente importante per il Comando di Matera perché quest’anno, che è l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura, coincide anche con l’ottantesimo anniversario dalla istituzione del Corpo Nazionale.

Per di più, i Vigili del Fuoco di Matera hanno affrontato con non minore professionalità le emergenze di quest’anno (frana di Pomarico ed emergenza maltempo di pochi giorni fa).

Grazie alla grande sensibilità del Comune di Matera, coroniamo quest’anno con il conferimento oggi della cittadinanza onoraria al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco !!!

Unibas: a Matera giornata di studio su “Leonardo da Vinci, artista, scienziato, inventore”


MATERA - Nell'ambito delle celebrazioni del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, il 15 novembre, nel Campus universitario di Matera (aula C003, dalle ore 9.30) si svolgerà una giornata di studio dal titolo “Leonardo da Vinci, artista, scienziato, inventore” organizzata dall'Università degli Studi della Basilicata e dall’Accademia Pugliese delle Scienze. La Giornata di studio inizierà con i saluti della Prof.ssa Aurelia Sole, Rettrice dell’Ateneo Lucano, e del Prof. Eugenio Scandale, Presidente dell'Accademia Pugliese delle Scienze.

Il nutrito programma scientifico sarà focalizzato sul contributo originale che Leonardo da Vinci ha dato alla Scienza, all'Arte, alle Lettere: dalle Scienze della Terra all'Idraulica, dalla Botanica alla Zoologia, dall'osservazione del Cielo alla dinamica del volo, dall'Arte all'invenzione di macchine fantastiche, dalla Musica all'ideazione di strumenti musicali.

Le relazioni saranno tenute da valenti ricercatori e studiosi provenienti da alcune università italiane (Politecnico di Milano e di Bari, Università della Basilicata, Università di Bari, Università del Salento), da istituzioni scientifiche nazionali (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari), e dall’azienda aerospaziale Sitael. “Questa giornata di studio – ha detto Francesco Sdao, Ordinario di Geologia Applicata nell’Unibas e componente del consiglio direttivo dell’Accademia Pugliese delle Scienze - è organizzata nell’ambito delle iniziative culturali previste dal protocollo di intesa accademico-scientifico stipulato qualche anno fa fra l'Ateneo lucano e l’Accademia Pugliese delle Scienze.

L'incontro di studio non vuole essere semplicemente una celebrazione di Leonardo, non vuole concentrarsi solo sulla sua infinita Arte, ma vuole soprattutto evidenziare alcuni dei temi che hanno maggiormente attratto la sua proverbiale curiosità e il suo interesse scientifico: il Cielo, La Terra, L'Acqua, la Musica, Le Macchine”.

Danni causati dal maltempo a Matera, Vuolo: «Un patrimonio da tutelare a tutti i costi»

MATERA - «Matera non sia nuovamente la vergogna d’Italia». Così l'europarlamentare Lucia Vuolo, sui danni nella città patrimonio dell'Unesco. «Non è possibile – prosegue l'onorevole Vuolo – assistere inermi ai danni subiti dalla città di Matera, capitale europea della cultura per il 2019. E’ necessario lo sforzo non solo del Governo italiano ma anche dell'intera comunità internazionale che ha riconosciuto Matera un orgoglio europeo».

«I danni del maltempo in tutto il Mezzogiorno, con la provincia di Salerno in particolare, meritano di essere approfonditi dal parlamento europeo. Ecco perché mi farò portavoce di tutte le istanze dei territori colpiti in queste ore dalla pioggia». Così Lucia Vuolo, europarlamentare della Lega, interviene sull'ondata di maltempo che si sta abbattendo in tutto il Sud. «I danni non si contano nelle province di Salerno, Matera e Catanzaro, oltre a sporadici episodi che si registrano nel resto del nostro meridione», ha detto. «Capisco la volontà degli amministratori locali di chiedere lo stato di calamità naturale, ma credo sia venuto il momento di non dover più lavorare sull'emergenza. C'è necessità di programmare in tempo per prevenire questi fenomeni atmosferici. Ogni anno, in questo periodo, ci troviamo a fare la conta dei danni per colpa del maltempo. Questo non è più tollerabile. L'Europa, più di una volta, ha dato dimostrazione che esistono dei fondi da utilizzare per mettere in sicurezza il territorio. Si programmino strategie precise e si lavori in sinergia perché sono disponibile a farmi carico delle esigenze dei territori del Sud. Chiedere l'ennesimo stato di calamità è il classico pannicello caldo utile in attesa del prossimo acquazzone. Invece, bisogna bonificare i canali, pulire i corsi fluviali e mettere in sicurezza le montagne. Su questo sono disponibile a operare. Le polemiche sterili bisogna accantonarle».

Maltempo, Copagri: "l’ondata autunnale aggrava la situazione del primario meridionale"


POTENZA - “L’ondata di maltempo autunnale che si è abbattuta sulla parte meridionale della Penisola e che sta continuando a imperversare sul Paese, con veri e propri nubifragi, non ha fatto altro che aggravare ulteriormente il già pesante bilancio dei danni causati alle principali produzioni agricole, per le quali si preannunciano notevoli disagi”. Lo sottolinea il presidente della Copagri Franco Verrascina, in relazione alle allerte meteo diffuse dalla Protezione Civile e in attesa di due nuovi cicloni in arrivo nei prossimi giorni, che dovrebbero interessare anche l’area centro-settentrionale della Penisola.

“Le situazioni più critiche sul versante agricolo si registrano nelle regioni del Sud, con l’allerta rossa diramata in Basilicata, Calabria e Sicilia e quella arancione in Puglia”, precisa il presidente, spiegando che “la Confederazione è al lavoro per raccogliere le segnalazioni dei propri associati, così da poter quantificare le perdite e comunicarle alle istituzioni preposte e procedere celermente con i necessari adempimenti per valutare la possibilità di avviare iniziative a tutela dei produttori agricoli”.

“Di fronte al sempre più frequente ripetersi di questi fenomeni climatici estremi, purtroppo sempre meno sporadici e isolati e dovuti anche ai cambiamenti climatici, ribadiamo nuovamente l’importanza del ruolo degli agricoltori quali custodi del territorio e presidio dell’ambiente, anche e soprattutto per il contrasto al dissesto idrogeologico e per la manutenzione delle piante, delle aree verdi urbane e dei terreni di scolo”, aggiunge Verrascina.

I PRINCIPALI DANNI REGIONE PER REGIONE - In Basilicata le problematiche maggiori si concentrano nel metapontino, sferzato da forti piogge e venti che hanno distrutto quasi completamente le strutture agricole fisse e mobili, interessando in particolare le celle di raccolta della frutta e le serre e causando ovviamente gravi danni alla rete infrastrutturale e ai fabbricati rurali. Da una prima ricognizione nella stessa zona, risultano quasi irrimediabilmente compromesse le produzioni in atto di agrumi, frutta e olive, queste ultime in fase di raccolta.

In Calabria, invece, i maggiori danni si riscontrano nel lametino, dove un ciclone mediterraneo, caratterizzato da forti venti che hanno superato i 100km/h e piogge intense, ha scoperchiato le serre e i tendoni, danneggiando gravemente le colture frutticole, con particolare riferimento agli agrumi, e quelle orticole. Le intense piogge hanno allagato molte piantagioni di agrumi in tutta l’area Jonica Reggina. Nel crotonese diverse aziende zootecniche sono state addirittura costrette ad evacuare il bestiame a causa delle avverse condizioni meteo.

In Sicilia, dopo il disastroso nubifragio dello scorso anno, che aveva sommerso chilometri e chilometri di campagna e messo in ginocchio moltissime aziende agricole, azzerando la produzione di ortofrutta, agrumi e ortaggi, si registrano nuovi gravi danni alle produzioni ortofrutticole e al settore olivicolo. Quasi tutte le aree interne della Regione sono sommerse dalle acque, che hanno causato sensibili disagi, oltre a frane e smottamenti.

In Puglia, dopo le violente grandinate estive e le gelate di maggio e giugno, che avevano colpito tutto il versante adriatico della Regione compromettendo le coltivazioni di angurie e meloni prossime alla raccolta e non risparmiando le colture ortofrutticole, ci sono chilometri di campi sommersi dall’acqua, che rende impossibile le semine autunnali e amplia la già lunghissima lista dei disagi al settore olivicolo. I problemi maggiori sembrano concentrarsi nel tarantino, e in particolare al confine con la Basilicata.

A Matera la 'Digital&Export Business School' di Unicredit con Confapi


BRESCIA - Prenderà il via il 18 novembre a Brescia, presso la sede API Industria, il tradizionale percorso formativo della Digital & Export Business School di UniCredit, giunto con questo appuntamento al suo nono anno.

L’iniziativa è articolata in tre mezze giornate di lezioni e approfondimenti, tenute da specialisti della banca ed esperti provenienti dal mondo della ricerca e dell’imprenditoria, per fornire ad export manager e imprenditori approfondimenti e spunti di riflessione sul rapporto tra export e digitalizzazione, sulle nuove geografie per l’export, sulle strategie di marketing a supporto del posizionamento all’estero, su big data, intelligenza artificiale, machine learning e e-commerce. Un approfondimento sarà dedicato anche a temi quali la contrattualistica e la fiscalità internazionale, il credito documentario e la digital trade chain.

Sarà possibile seguire le lezioni in diretta streaming da 37 sedi Confapi e UniCredit distribuite su tutto il territorio nazionale, grazie al collegamento da remoto via webinar. Una piattaforma di instant-feedback consentirà l’interazione con i docenti in tempo reale da ogni location. In Basilicata verrà coinvolta la sede di Matera.

È possibile iscriversi, fino a esaurimento posti, collegandosi sul sito web https://education.unicredit.it, consultando l’Elenco Regioni.

La Digital&Export Business School è uno dei percorsi di formazione offerti dalla Banking Academy di UniCredit, il programma di financial education e formazione su innovazione, export e digitalizzazione che la banca offre gratuitamente a clienti e non.

“Crediamo fermamente – ha dichiarato Andrea Casini, co Ceo Commercial Banking Italy di UniCredit - che l’innovazione digitale sia fondamentale per sostenere la competitività delle imprese. Per accompagnarle in questo complesso percorso è tuttavia necessario investire anche nella crescita delle conoscenze. Per questo da anni offriamo formazione gratuita nei territori in cui operiamo mettendo a disposizione il know how delle nostre persone e dei professionisti con cui collaboriamo: la nostra Banking Academy dal 2011 ad oggi ha già coinvolto oltre 256.000 partecipanti tra cittadini ed imprese in Italia. Inoltre, grazie ad iniziative come Easy Export con cui cerchiamo di ampliare la platea di imprese che hanno accesso ai mercati esteri offrendo l’accesso ad Alibaba, il più importante market-place B2b in Italia, abbiamo sottoscritto contratti con oltre 1000 imprese che hanno visto aumentare il loro giro d’affari con l’estero del 24%”.

“Confapi – ha commentato Maurizio Casasco, Presidente di Confapi - da sempre opera per favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese sia con iniziative promozionali sia attraverso una formazione dedicata che mira al miglioramento delle competenze dettate dai cambiamenti dei mercati e dalle sfide dell’innovazione tecnologica e digitale. Questo percorso formativo rappresenta un’opportunità sia per le imprese del Sistema Confapi che vogliono affacciarsi su nuovi mercati sia per le aziende che sono già presenti all’estero e che intendono incrementare il proprio business”.

UniCredit vanta una presenza capillare garantita da banche leader in 14 mercati strategici e uffici di rappresentanza in 18 Paesi nel mondo, e mette a disposizione delle imprese unità specializzate, come gli International Center, in grado di proporre ai clienti un’offerta completa di servizi e prodotti di supporto ai processi di internazionalizzazione. Per saperne di più è possibile consultare il sito: https://www.unicredit.it/it/corporate/perche-unicredit/servizi-offerti/unicredit-international-center-italy.html.

La Confederazione italiana della piccola e media industria dal 1947 tutela e promuove la piccola e media industria privata italiana. 83mila sono le imprese che applicano i contratti nazionali di lavoro sottoscritti da Confapi e che impiegano quasi un milione di addetti.

Le Pmi del sistema Confapi rappresentano un modello non soltanto industriale ed economico, ma anche culturale e sociale. Centro di aggregazione nel quale l’imprenditore svolge anche una funzione guida all’interno del territorio di appartenenza in termini di conoscenza dei fabbisogni e delle specificità nonché del mercato del lavoro.

De Ruggieri: "la stazione di Boeri è unica, fiorirà in un parco"

MATERA - “Siate fieri della vostra città e siate fieri di questa stazione che non è replicante ma frutto dell’energia creativa di uno dei più bravi architetti contemporanei, Stefano Boeri”.
E’ il messaggio lanciato dal Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, nel corso dell’inaugurazione della stazione delle Fal di Matera centro.

“Gli starnuti corrosivi di questi giorni – ha aggiunto de Ruggieri – sono il frutto di un livore che un Sindaco deve farsi scivolare addosso. Credo che la politica non sia un’arte marziale ma uno strumento di collaborazione e di comunione e questa inaugurazione deve farci ritrovare il senso della comunione, uscendo dalle logiche dell’aggressione. Ricordo che solo il 18 maggio 2018 abbiamo ottenuto la proprietà di questo spazio, senza la quale nessun progetto sarebbe stato possibile, e lo abbiamo fatto proprio perché abbiamo collaborato con le Fal e con la Regione. Bisognava trovare una soluzione per questo luogo e lo abbiamo fatto scongiurando il pericolo di una nuova colata di cemento in un’area in cui di cemento ce n’è fin troppo. Abbiamo scelto di realizzare in questo spazio un parco urbano e l’unicità di Matera sta nel fatto che non esistono al mondo stazioni che fioriscono all’interno di aree verdi. Presto condivideremo con la città il progetto del parco intergenerazionale e solo successivamente avvieremo l’iter per la sua realizzazione. Gli steli di Boeri saranno coerenti con i fiori che pianteremo in questo luogo e sarà chiara a tutti la bellezza di questo progetto”.

Il Sindaco ha poi parlato della necessità di completare i lavori per il collegamento di Matera alla rete ferroviaria nazionale da Ferrandina e di prolungare i binari fino a Gioia del Colle, rendendo attuali le previsioni che nel lontano 1879 dell’Onorevole Salvatore Correale, di Stigliano. “Vi faccio dono di questo opuscolo – ha detto de Ruggieri – con il discorso dell’onorevole Correale sulla necessità di collegare Matera a Gioia del Colle. Al termine del dibattito il presidente del Consiglio dell’epoca, Agostino Depretis, rispondeva: è cosa fatta. Grazie al lavoro del Governo Gentiloni e della battaglia condotta dalla parlamentare materana Maria Antezza, oggi ci sono i fondi per collegare Matera a Ferrandina, ma dobbiamo porci l’obiettivo di chiudere l’anello ferroviario e raggiungere Bari attraverso Gioia del Colle”.

A Matera "L'ipnosi conversazionale: come ottimizzare le relazioni interpersonali empaticamente"


MATERA - La suggestiva cornice dell’ex Ospedale San Rocco di Matera ospiterà – giovedì 14 novembre 2019 alle ore 16:30 - il Seminario su “L’ipnosi conversazionale: come ottimizzare le relazioni interpersonali empaticamente” organizzato da IKOS AgeForm Scuola di Specializzazione Quadriennale in Psicoterapia PNL terapeutica, figlia legittima dell’Ipnosi. Questo momento formativo è promosso dallo Zonta Club of Matera Area che festeggia i suoi 100 anni di vita, dall’Associazione Moglie Medici Italiani, dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatrici di Matera, dall’Ordine degli Psicologi della Basilicata, dal MIUR, ed è stato richiesto il patrocinio morale del Comune di Matera.

Durante il Seminario, con l’intervento straordinario del Prof. Dan Short, il grande successore di Milton Erickson, i relatori illustreranno le tecniche più moderne dell’ipnosi ericksoniana, e più in generale alcune metodiche di PNL, (Programmazione Neuro Linguistica), che ben spiegano “l’ipnosi conversazionale”. Questa tipologia di ipnosi dinamica, si può usare durante una normale conversazione in cui la persona che ha bisogno di aiuto entra in uno stato di eccellenza tale da meglio comprendere ed interagire con il suo interlocutore. Una Ipnosi quindi che rinuncia volentieri a forme di rilassamento indotto a favore di un processo che lascia cosciente e vigile chi viene accompagnato ad esplorare le proprie risorse inconsce.

Il modello conversazionale è quindi quello orientato alla motivazione, al potenziamento personale e alla creazione di una empatia indispensabile al cambiamento. Un evento straordinario e imperdibile per la Capitale Europea della CULTURA, data l’importanza che ha oggi nel mondo la comunicazione, sempre di più ponte per uno scambio culturale tra i popoli, la comprensione e la pace.

Porteranno i loro saluti e i propri contributi: Il Dott. Prof. Polizzi - MD Past-President del Corso di Laurea in Medicina Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia del Policlinico Bari, per il Dott. Montemurro - Presidente dell’Ordine dei Medici Matera, ci sarà il Dott. Giuseppe Romano, la Dr.ssa Langone - Presidente Ordine degli Psicologi della Basilicata, la Prof.ssa Daniela Poggiolini - Psicologa Ipnoterapeuta, Trainer PNLt. e IPNOSI, Presidente IKOS AgeForm. Modera la Dr.ssa Francesca Pilò, Psicologa, Psicoterapeuta EAP, Trainer PNLt. e IPNOSI. (Con traduzione consequenziale.)

Al termine del Seminario, il Prof. Dan Short presenterà il suo ultimo libro “William James e Milton Erickson. La cura della coscienza umana” Ed. Franco Angeli – Agosto 2019.

La partecipazione è gratuita ed è preferibile prenotare.

L’appuntamento sarà ripetuto anche a Bari e a Lecce, rispettivamente il 15 e il 18 novembre.

Info: IKOS AgeForm 080 5212483

Per prenotazioni: segreteria@ikosageform.it • www.pnlt.it

mercoledì 13 novembre 2019

Matera, il Sindaco De Ruggieri: scongiurato il pericolo di altre colate di cemento su Piazza della Visitazione


“Leggo con tristezza – scrive in una lettera de Ruggieri - la vostra dura denuncia nella quale sollevate critiche spietate alle mie decisioni su piazza della Visitazione.

Il vostro rilievo è quello di essere stati privati del ruolo di interlocutori e di trovarvi di fronte ad un fatto compiuto. Questa vostra posizione stride con alcune verità che non possono essere ignorate.

Lo studio di fattibilità tecnico-finanziario di piazza della Visitazione, affidato allo studio Boeri, sarà consegnato al Comune di Matera entro il corrente mese.

Prima della sua approvazione in Giunta lo studio di fattibilità sarà comunicato ai cittadini per essere oggetto della necessaria verifica comunitaria. E’ sottinteso che voi avrete una corsia anticipatrice di tale informazione.

Quanto alla Stazione delle FAL – spiega il Sindaco de Ruggieri - per ovvie ragioni temporali, la sua edificazione ha avuto tempi diversi utilizzando la ordinaria normativa vigente. Rimane comunque il dato che sarà una stazione posta all’interno del progettato parco intergenerazionale.

Quanto agli altri rilievi da voi sollevati, appartengono al diritto di critica che rispetto, ma che non condivido, e che saranno oggetto dei necessari pubblici chiarimenti nell’ambito del democratico confronto tra opinioni. Oso solo ricordarvi della pericolosità di riannodare la Stazione FAL a Punta Perotti, che, disinvoltamente “spazzata via”, è tornata come un macigno nella passività del Comune di Bari.

Rimane un dato obiettivo che, rispettoso del mio programma elettorale, piazza della Visitazione sarà un parco intergenerazionale e non un’area edificatoria di 53.000 mc.

Mi sembra quindi – conclude la lettera - che il progetto attuale abbia impedito il “disastro annunciato” di una totalizzante e disinvolta cementificazione dell’area, oggi destinata a parco urbano”.

martedì 12 novembre 2019

Bomba d'acqua a Matera, le strade diventano fiumi di fango che invadono gli storici Sassi

MATERA - Violenta bomba d'acqua mette a soqquadro la Capitale della Cultura 2019. Un nubifragio si è abbattuto questa mattina sulla Città dei sassi. Strade allagate e problemi per la circolazione stradale. L'acqua è entrata nelle case, sfondando pavimenti e causando molti danni. Chiuse tutte le scuole.