lunedì 9 aprile 2018

Puglia e Basilicata protagoniste di 'Opera tua'

POTENZA - Riparte da Puglia e Basilicata il tour di “Opera tua”. Nei punti vendita di Coop Alleanza 3.0 torna infatti il progetto che sposa due eccellenze del Belpaese: cibo e arte. Da aprile, infatti, al tour enogastronomico tra le specialità delle regioni italiane “Sapori, si parte!” si unisce, per il secondo anno, l’iniziativa con cui la Cooperativa sostiene il restauro di capolavori da salvare. Il percorso si snoda in 8 tappe, fino a novembre: ogni mese i prodotti di un territorio vengono valorizzati nei negozi e, in parallelo, due gioielli artistici della stessa zona vengono proposti ai soci che, con il loro voto, determinano a quale opera destinare i fondi per il recupero. Per Puglia e Basilicata si tratta di due capolavori dedicati a San Nicola, una delle figure più amate di queste regioni: la tempera su tavola del XIII secolo “San Nicola e storie sulla sua vita” (Pinacoteca Metropolitana di Bari) e l’olio su tela del XVIII secolo “San Nicola con Adeodato e i tre fanciulli” (chiesa di San Nicola Trimodiense di Andria).

Per il 2018, l’investimento di Coop Alleanza 3.0 per il recupero delle opere ammonta a 150 mila euro: un sostegno coerente con l’impegno della Cooperativa per la cultura come veicolo di coesione sociale. Coop Alleanza 3.0 è la più grande cooperativa di consumatori italiana, con 2,5 milioni di soci e 400 negozi in 12 regioni. Le opere da restaurare sono state scelte con Fondaco Italia, società attiva nella valorizzazione dei beni culturali, in collaborazione con le istituzioni territoriali. E da quest’anno, “Opera tua” può contare anche sulla collaborazione dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco.

Una peculiarità del progetto è il legame con il territorio, con l’individuazione di opere espressione della cultura delle diverse aree e realizzate da artisti legati alle varie regioni. Una gamma di capolavori che sintetizzano la multiforme produzione artistica italiana: dal monumento al dipinto di personaggi illustri, dalle pale nelle chiese ai dipinti dedicati ai santi patroni, dal pezzo unico in argento al sarcofago, dalle statue lignee dell’arte popolare alle chiese rupestri di Matera, dai codici malatestiani alla pietà del battistero di San Marco e l’opera in terracotta di Ravenna. In calce, le tappe di “Opera tua” e le iniziative “Sapori si parte”.

Le opere da votare

La tempera su tavola del XIII secolo “San Nicola e storie sulla sua vita” era originariamente collocata nella chiesetta gentilizia di Santa Margherita a Bisceglie, fu acquistata dalla Pinacoteca di Bari nel 1964. La parte centrale accoglie la figura del santo in posizione frontale, rivestito dagli abiti vescovili. Sull’alta fascia rilevata che forma la cornice appaiono le scene dalla vita e dei miracoli, secondo un ordine di lettura da sinistra a destra e con una particolare ricerca delle rispondenze ritmiche tra le coppie di scene in cui è affidata la rappresentazione dei vari episodi.

L’olio su tela del XVIII secolo “San Nicola con Adeodato e i tre fanciulli” è collocato sull’abside della chiesa di San Nicola Trimodiense di Andria. Il dipinto narra uno dei miracoli compiuti da San Nicola: in uno di questi il santo raccolse la sfida di un pascià ottomano, che canzonò un giovane coppiere al suo servizio, reo di essere nostalgico del suo santo protettore. Quando il giovane, fatto schiavo dai Turchi, espresse il suo rimpianto per non essere alle celebrazioni di San Nicola, il pascià gli disse che se davvero di santo si trattava, allora San Nicola lo avrebbe immediatamente riunito a sé. E il santo così fece, come si vede dalla presenza del giovane alla destra del santo. Alla sua sinistra, invece, i tre fanciulli che danno il nome all’opera.

“Opera tua” 2018: prodotti, voti, opere e tappe

Per votare l’opera da restaurare basta andare sul sito di Coop Alleanza 3.0 (www.coopalleanza3-0.it); la sezione dedicata al progetto è accessibile anche dalla short url all.coop/operatua. È possibile votare una volta per tappa. L’andamento dei voti sarà visibile sul sito e l’opera vincitrice verrà resa nota alla fine di ogni tappa. Online sarà possibile seguire il restauro, con informazioni sui tempi e l’avanzamento dell’intervento di recupero e valorizzazione degli stessi luoghi che accolgono i diversi capolavori.

Votando l’opera preferita, i soci potranno garantirsi, nell’arco dello stesso mese, uno sconto del 15%: negli iper sull’assortimento di eccellenze locali “Sapori, si parte!” (per un importo massimo di 100 euro) e nei super sul “prodotto totem” di ogni tappa, una specialità ad hoc molto rappresentativa di ogni regione. Lo sconto verrà caricato direttamente sulla Carta socio e potrà essere usato anche subito; i soci potranno approfittare di entrambe le riduzioni. Complessivamente, nel 2018 “Opera tua” coinvolgerà quasi 400 negozi contro i 52 del 2017 (interessando non solo gli iper, come nel 2017, ma anche i super).

I risultati di “Opera tua” nel 2017: 100 mila euro e 7 capolavori in restauro

Nel 2017, grazie a “Opera tua”, Coop Alleanza 3.0 ha restaurato con 100 mila euro 7 capolavori artistici. Di questi, 3 sono già stati recuperati: l’olio su tela “Sant’Anna con bambino” (cattedrale di Matera), l’olio su tela  “I fiori di cardo” di Basilio Cascella (Palazzo Farnese di Ortona, Chieti), l’olio su tavola “Sacra famiglia con Sant’Orsola” (Pinacoteca del Museo degli eremitani di Padova). Le altre 4 opere sono ancora in restauro: l’olio su tela “Il giuramento degli anconetani” (Pinacoteca Francesco Podesti di Ancona), il “Mosaico a nido d’ape” (Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, Udine), la statua lignea “Cristo del XIII secolo” (Castello di Copertino, Lecce), il monumento “Fontana del genio” (Piazza della Rivoluzione, Palermo). Il termine degli interventi è previsto per giugno.

Info: Ufficio stampa Coop Alleanza 3.0, ufficio.stampa@alleanza3-0.coop.it; 3351226703

0 commenti:

Posta un commento