martedì 17 aprile 2018

Salvini, "Un premier diverso da me o Di Maio? Sì se accetta il programma"

ROMA - Per superare l'impasse venutasi a creare tra il leader M5S Luigi Di Maio e il segretario del Carroccio Matteo Salvini, si potrebbe arrivare ad un terzo nome per guidare il governo? “Se ci fosse qualcuno in gamba, che sottoscrive un programma che condivido, perchè no? Io mica sono come Di Maio. Il presidente può farlo anche qualcun altro, se cancella la Fornero, difende i confini, fa la legittima difesa…”. A dichiararlo lo stesso Matteo Salvini, leader della Lega, in un’intervista rilasciata a TeleMolise.

Se il presidente Mattarella dovesse dare l’incarico esplorativo ad una figura istituzionale, “speriamo che serva” ha proseguito il leader leghista: “io giudico positivamente ogni passo avanti verso la fine delle polemiche e l’inizio del lavoro del governo e del Parlamento. Confido nel presidente della Repubblica”.

Nel caso invece dovesse affidare l’incarico allo stesso Salvini, “ho le idee chiare sulla squadra e sulle cose da fare. I ministri si concordano, perchè non c’è l’uomo solo al governo. Ed è questo che contesto a Di Maio. Io coinvolgerò al governo persone migliori di me, ma ritengo di avere la libertà di fare quello che ho promesso agli italiani di fare”.

0 commenti:

Posta un commento