martedì 5 marzo 2019

Chi gioca d’azzardo online in Italia? Ce lo dicono le statistiche

Il gioco online, le scommesse e la “battaglia” per la miglior offerta sono diventati elementi mainstream nella moderna concezione dello sport. Non esiste pratica sportiva (e non solo) sulla quale non si possa scommettere. In un recente sondaggio, molti scommettitori e giocatori online affermano che questa loro “febbre da scommessa” la si deve non ad una dipendenza patologica, o per lo meno in alcuni casi, ma la si fa rientrare in un tentativo da parte di questi tifosi/giocatori di rendere, a loro avviso, più avvincente il match, la gara, l’evento, ecc. Insomma, il loro fine ultimo è quello di dare un tocco di brivido alla manifestazione.

Tuttavia, la pratica delle scommesse online è diventata una vera e propria miniera d’oro per molti bookmaker, anche in Italia. Giocatori da ogni dove, di ogni età e appassionati di qualsiasi sport, ma quali sono i dati ufficiali?

I dati ufficiali dell’Osservatorio sul Gioco Online
Nel 2017, il Politecnico di Milano ha eseguito un’indagine statistica ha calcolato che il fatturato totale dei bookmaker per l’anno precedente si aggirava su di una cifra superiore al milione di euro con una crescita del 25% rispetto al 2015.

Le scommesse sportive fatturano, da sole, 350 milioni di euro mentre il Casinò Games aumenta del 35% il proprio fatturato sfiorando il mezzo miliardo di euro. Da padrone è il ruolo svolto dal calcio che, dal 2012, ha visto una crescita irrefrenabile di scommettitori pronti a puntare su qualsiasi partita di qualsiasi campionato. Interessante, soprattutto, il dato che da, come picco di scommesse giocate, l’estate del 2014 e del 2016 con gli Europei, i Mondiali e le relative qualificazioni.

Non solo calcio, ma anche altri sport come Formula 1 e MotoGP hanno molto successo tra i giocatori online. Certo, indovinare la vittoria di un pilota su 20 è molto più complicato di puntare sul successo di una squadra fra due, tuttavia, sono molti i temerari che ci provano e altrettanti quelli che riescono ad indovinare il corretto risultato.

Da dove provengono e quanti anni hanno i giocatori
Le regioni maggiormente interessate dal fenomeno del gioco online sono quelle del centro e del sud Italia mentre al nord è la Lombardia a farla da padrone. Nel 2015 era il Lazio la regione con più giocatori attivi, nel 2016 quasi il 50% degli scommettitori proveniva dal sud e dalla Sicilia, il 30% era originario del nord Italia e solo il 20 occupava il centro. Insomma, i dati sono molto variabili e non solo in lunghi periodi di tempo.

Per quanto riguarda, invece, l’età dei giocatori si aggira in maniera preponderante tra i 25 ed i 35 anni. Gli scommettitori dai 35 ai 45 anni rappresentano il 25% circa del corpo totale dei giocatori online mentre, allo stesso livello percentuale, troviamo i giocatori over 45 e under 25 (fino a 18 anni per obbligo di legge) attorno al 15% abbondante.

La nuova frontiera del gioco online: le scommesse da mobile
In aumento vertiginoso anche l’utilizzo che gli utenti fanno del gioco online da mobile. Sempre più piattaforme e bookmaker hanno creato la loro versione online del prodotto che offrono con opzioni che sono del tutto uguali o molto simili a quelle offerte da dispositivi fissi. Sempre nel 2016, sono 233 milioni, il 50% in più rispetto al 2015, i giocatori che utilizzano tablet o telefono.

Questa capillare diffusione del gioco online anche da mobile ha aumentato in Italia l’importo pro capite giocato in quanto, attualmente, giocare non è mai stato così semplice. L’importo mensile medio giocato è di circa 50 euro mentre circa 1 milione e 790 mila italiani hanno giocato almeno una volta online.

Non farti ingannare dai siti di scommesse illegali che puoi incontrare sul web, rivolgiti solo a siti italiani o a siti di scommesse stranieri legali; ovvero aventi licenza AAMS.