giovedì 6 giugno 2019

A Filiano il primo Torneo di Lucanum


Cosa si può fare con un gioco in scatola? Sicuramente giocare, divertirsi e passare un bel pomeriggio in compagnia, ma non solo. Si può anche, per esempio, raccontare un territorio, una regione intera, o portare avanti un messaggio.

È quello che ha fatto l’Associazione Pro Loco di Filiano organizzando, nei giorni scorsi, il primo Torneo di “Lucanum”.

“Lucanum” è un’opera editoriale innovativa nata da un’idea dell’ingegnere materano e amministratore della PMI “iInformatica Srls”, Vito Santarcangelo. Il gioco da tavola mira a far scoprire, conoscere e promuovere il territorio lucano in tutto il mondo. Partendo da uno dei cinque comuni lucani (Policoro, Melfi, Stigliano, Potenza e Maratea) ogni giocatore (viaggiatore o esploratore) ha una missione da portare a termine: essere il primo a raggiungere Matera recuperando elementi artistici, paesaggistici ed enogastronomici incontrati nel percorso territoriale.

«La valorizzazione di un territorio come la Basilicata può passare anche attraverso una forma di comunicazione divertente e dinamica come un gioco. - sottolinea Vito Sabia della Pro Loco Filiano, curatore dell’iniziativa insieme agli operatori volontari di Servizio civile Carmelisa De Vito, Annalisa Carriero, Claudia Carriero e Vitantonio Pace - Si è scelto il gioco “Lucanum” perché, come in sostanza tutti i giochi di percorso, si presta ad una funzionale lettura simbolica con l’obiettivo di condurre i giocatori alla scoperta del proprio territorio di appartenenza e di accrescere, contemporaneamente, il senso di identità».

Il Torneo a cui hanno partecipato quattro squadre di giovani, è stato promosso dalla Pro Loco di Filiano in collaborazione con la iInformatica e con il patrocinio dell’Unpli Basilicata.

Un modo originale e divertente in cui la Basilicata, con tutte le sue tipicità artistiche, paesaggistiche e culinarie, diventa un elemento di coesione, in grado di creare occasione di incontro che al tempo stesso si trasformano in piacevoli momenti di crescita e conoscenza.

Alla squadra vincitrice composta da Maria Carmela Santoro, Federica Zaccagnino e Federica Mecca, sono state date in premio le t-shirt brandizzate di Lucanum.