giovedì 15 agosto 2019

A Ferragosto accenderemo le torce e di notte andremo a vedere bellezze uniche, esistenti solo in Italia

(Foto generica)

ROMA - Galli: “I cambiamenti climatici impongono una riflessione: quale è il nostro rapporto con la natura? Il 23 in Puglia un esperimento interessante: “Il popolo degli alberi”. Conosceremo il loro ruolo per la Terra. Agosto sarà pieno di storie come quella della Valle delle Prigioni in Umbria. In Toscana invece c’è il paesino fantasma di Lignana, raso al suolo nella guerra del 1365 tra Pisa e Firenze. Oggi è stato restaurato l’unico monumento rimasto, la chiesa di San Jacopo e la vedremo. Con l’avvicinarsi dell’anniversario del terremoto aumenteranno gli eventi nelle zone colpite. Ci sarà un’importante escursione sul Monte Vettore. Sabato 17 Agosto, invece entreremo nel santuario astronomico delle ruote cosmiche della Val Mariana, in Valle D’Aosta. La stampa potrà entrare nella Grotta Alta e nella Grotta delle Tre Bocche per un’apertura straordinaria, filmare e vedere segni dell’astronomia nel cuore della Terra”.

"I cambiamenti climatici avanzano ed anche le Guide Ambientali Escursionistiche scendono in campo. Conosciamo ad esempio l’importanza dell’esistenza degli alberi? Abbiamo mai dialogato con loro? Abbiamo mai pensato che il rapporto con gli alberi possa rappresentare anche un’ottima terapia antistress? Dal 23 al 25 Agosto in Puglia ed esattamente ad Altamura si potranno vivere ben 3 giornate solo in contatto con gli alberi. “Il Popolo degli Alberi” sarà un grande evento con le Guide Ambientali Escursionistiche.

Una proposta formativa rivolta ai docenti, alle guide, alla gente. Un viaggio interiore alla ricerca di una mediazione culturale tra Uomo e Natura, oggi sempre più indispensabile visti i cambiamenti climatici la distruzione degli ambienti naturali che purtroppo avanzano. Conosceremo la vita degli alberi, la loro funzione, la loro importanza per la Terra che ci ospita ma conosceremo anche l’aspetto terapeutico del rapporto tra Uomo e Natura”. Lo ha annunciato Davide Galli, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE. E sarà un’Estate piena di eventi con sentieri nuovi, particolari ed un vero viaggio in un mondo che non conosciamo, in un’Italia da amare ma che non conosciamo.

In Basilicata saremo nella Piana del Lago fino al Monte Lama.

Un Ferragosto che anche in Basilicata sarà all’insegna del cammino. Il sentiero inizierà da Piana del lago, si percorreranno circa 1000 m in salita fino ad arrivare sulla vetta del Monte Lama (1566 m). Arrivati sul crinale, si percorrerà la parte sommitale del monte Lama con l'alternarsi di zone scoperte e zone alberate”.

Ci sarà anche del trekking notturno nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano – VENERDI’ 16 AGOSTO

Si entrerà nella faggeta di Piano Imperatore per poi arrivare sulla vetta del Monte Volturino. Arrivati sul crinale, si percorrerà la parte sommitale del Monte con l'alternarsi di zone scoperte e zone alberate.

Escursione anche sulla montagna più alta del Parco Nazionale del Pollino tra Basilicata e Calabria – VENERDI’ 16 AGOSTO

Ed ancora in Basilicata – Trekking sul Sentiero di Frassati – La via delle Nevi e la Via dei Pastori – SABATO 17 AGOSTO -

Si partirà dal Monte Pierfaone, da qui ci sposteremo verso il Monte Arioso a quota 1709 m. Seguiremo la Via delle Nevi e la Via dei pastori del Sentiero Frassati, fino a raggiungere Il Faggio di San Michele, l'albero padre di tutta la faggeta nonche' uno degli alberi padri di Basilicata, e la Nevera. Dopo una breve sosta, in corrispondenza del Faggio di San Michele, ci inoltreremo nella parte bassa del bosco della Costara, dove si costeggia il corso d'acqua fino alla cappella si San Michele (SABATO 17 AGOSTO).

Escursione ancora tra Basilicata e Calabria alla Serra delle Ciavole a ben 2.127 metri nel Parco Nazionale del Pollino – SABATO 17 AGOSTO.