martedì 20 ottobre 2020

Potenza: l’Ugl Fca Security riunisce il direttivo

POTENZA - Presso la sede territoriale Ugl di Potenza in via Mazzini 79, si è riunito il direttivo sindacale dell’Ugl Fca Security. L’assemblea sindacale ha discusso diverse tematiche tra cui, quelle di notevole e diffusa preoccupazione sulle conseguenze di positività al Covid-19 accertati non solo tra i dipendenti della Fca di Melfi ma in tutta la Basilicata. Alla presenza del Segretario dell’Unione territoriale del Lavoro di Potenza, Giuseppe Palumbo, l’incontro è stato aperto e presieduto dal coordinatore dell’Indotto Fca Melfi, Giuseppe Specchio, da Enrica Cannone responsabile settore femminile Fca Security e dal dirigente Adriano Fasanella, con il dibattito che ha visto come oggetto principale il ruolo e dinamiche degli addetti alla sicurezza industriale del sito Fca Melfi.

“Siamo preoccupati per quanto sta accadendo in Regione – ha rimarcato Specchio nel suo intervento -, trentatré dei 1.115 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore in Basilicata sono positivi con i lucani attualmente positivi che sono 610, quelli guariti dall'infezione sono 482, invece 52 le persone ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera. Noi addetti alla Security, svolgiamo un lavoro di alto rischio dove dobbiamo garantire la buona vigilanza sui dipendenti Fca Melfi e sui tanti dell’indotto ad essa collegata. Un lavoro incessante che ci vede quotidianamente a fare termo scanner a circa 15mila dipendenti. Non trascurabile è la nostra incolumità, anche noi siamo padri di famiglia e abbiamo le nostre preoccupazioni. Il problema è che, come sempre accade di fronte a un rischio prevale l’incertezza: ed è con questa incertezza, destabilizzante, certo, ma purtroppo inevitabile che noi della Fca Security dobbiamo imparare a fare i conti. 

Altro punto di discussione del direttivo, è stata l’argomentazione delle prossime elezioni che si terranno nel Plant di Melfi dove – prosegue Specchio – la Ugl è fortemente rappresentativa e presente sulle problematiche dei lavoratori ai quali diamo un costante supporto sui servizi personali ed aziendali essenziali. Abbiamo sollecitato l’azienda affinché riveda la gestione riguardante la normativa del protocollo covid-19, in particolare sull’incentivare la sanificazione dei Gate e delle vetture aziendali. Alla Direzione aziendale Fca Security Melfi (PZ) – concludono Specchio, Fasanella e Cannone -, la Ugl chiede un incontro urgente per una disamina anche sulla turistica, sui carichi di lavoro sulle varie postazioni, sulla mancanza di rotazione a 360° del personale soprattutto sul turno di notte dove maggiore deve essere la vigilanza del cliente Fca, di tutte e altre problematiche poste in essere a difesa della propria incolumità e la sicurezza dello stabilimento Fca Melfi: argomentazioni che si possono tranquillamente discutere in un immediata costituzione del comitato di sicurezza, quale comitato da noi Ugl fortemente richiesto e mai formato”.