venerdì 5 aprile 2013

Cattolici in politica: Latronico, ogni persona recuperi responsabilità per bene comune

ROMA. “Ogni persona deve recuperare la propria responsabilità per costruire il bene comune. Identità personale, responsabilità comune ed appartenenza sono la traccia di un dinamismo del bene che si deve poter sprigionare per aiutare lo sviluppo delle comunità”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Pdl), partecipando a Roma alla tavola rotonda dal titolo “Partiti cattolici o cattolici nei partiti?”, sull’impegno politico dei cattolici italiani a vent’anni dalla fine della Dc, organizzata dalla Federazione Universitaria Cattolica Italiana Gruppo della LUISS "Guido Carli". “I cattolici sono chiamati a testimoniare una sostanziale fedeltà ai principi che la dottrina della Chiesa ha sempre indicato e sul piano sociale ed economico a lottare le povertà e diseguaglianze che oggi assumo spesso il volto della mancanza di opportunità soprattutto per le nuove generazioni. Il fattore decisivo non può che essere il protagonismo delle persone e dei soggetti creativi che all'interno del corpo sociale devono poter sprigionare i propri talenti e le proprie potenzialità. I cattolici anche se su posizione diverse sul piano partitico devono poter favorire questo disegno di ricostruzione e di rinascita della nazione”.