martedì 14 maggio 2013

Giovani prolife a Maratea per il Life Happening “V. Quarenghi”


MARATEA (PZ) - “Uno di noi- se vuoi la pace difendi la vita” è il titolo della trentesima edizione del Life Happening per giovani e giovani famiglie organizzato dai giovani del Movimento Per la Vita Italiano, che si terrà ad Acquafredda di Maratea (PZ), presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa del Mare, dal 28 luglio al 4 agosto.

Un modo divertente per diventare cittadini attivi della società. Il Life happening, dedicato alla memoria di Vittoria Quarenghi, prima segretaria del Movimento per la Vita Italiano, riunisce ogni anno più di 200 giovani e tante giovani famiglie provenienti da tutta Italia che hanno voglia di condividere una settimana di vacanza e di approfondimento sulle principali questioni della bioetica e che si interrogano sull’importanza del volontariato e della tutela dei diritti umani. Formazione ma anche amicizia, condivisione e vacanza costituiscono lo “stile Quarenghi”.

Appuntamento consueto ma sempre nuovo, arricchito ogni anno da riflessioni specifiche e da relatori di grande spessore. Quest’anno, i ragazzi saranno accompagnati nel loro percorso di formazione dalle parole di Rosario Carello, giornalista e conduttore di Rai 1 e da Mons. Jean M. M. Mupendawatu, che parlerà della tutela della vita e della pace nella realtà africana. Uno sguardo aperto al mondo intero, anche attraverso i collegamenti video con la Giornata Mondiale della Gioventù, a cui i ragazzi parteciperanno a distanza. Non manca neanche l’appoggio e la presenza della comunità locale, soprattutto nella presenza di S.E. Mons. Francesco Nolè, Arcivescovo di Tursi-Lagonegro, che celebrerà la messa a conclusione della settimana. L’evento ha infatti avuto il patrocinio della Diocesi di Tursi-Lagonegro e del Comune di Maratea.

Il titolo del Quarenghi 2013 ha un duplice intento: da una parte vuole continuare ad affermare che il bambino concepito è “Uno di noi”, riprendendo le parole dell’iniziativa europea che il Movimento Per la Vita Italiano sta portando avanti in questi mesi (http://www.oneofus.eu/), dall’altra vuole sottolineare l’interdipendenza che esiste tra la tutela della vita umana e la realizzazione della pace. Pace e vita, le due parole chiave che si ritrovano nell’ammonimento di Papa Paolo VI “Se vuoi la pace, difendi la vita”. Infatti, solo tutelando ciò che di più caro abbiamo, solo credendo che ogni vita è bella e degna di essere vissuta, con qualsiasi caratteristica e in ogni condizione, saremo capaci di accogliere l’altro e di amarlo. Ed è questo il vero e saldo fondamento della pace e il compito che spetterà ai giovani.

Per informazioni si può consultare il sito www.seminarioquarenghi.blogspot.com

Per informazioni è possibile scrivere a: seminarioquarenghi@gmail.com

Foto: cartolina evento Quarenghi 2013