venerdì 9 settembre 2016

Potenza, furti ai danni dei pazienti del reparto dialisi del San Carlo: un denunciato

POTENZA - L’aprile scorso, costretto a lasciare provvisoriamente incustoditi i propri effetti personali nei locali adibiti a spogliatoio del Reparto di Dialisi dell’Ospedale San Carlo, ove avrebbe dovuto sottoporsi a terapia, un paziente si era visto sottrarre dall’interno della tasca dei pantaloni il portafogli ed un telefono cellulare. Altri erano gli episodi di furto che si erano già registrati (parte dei quali soltanto avevano formato oggetto di denuncia da parte delle vittime) all’interno di quel Reparto, come pure di altri Reparti dello stesso Nosocomio. 2

A seguito dell’ultima denuncia resa in ordine di tempo, personale della Squadra Mobile ha operato ogni opportuno accertamento volto ad individuare il responsabile di quell’ennesimo furto. Attraverso l’analisi delle chiamate effettuate nelle settimane successive mediante il telefono rubato, e l’incrocio dei dati dei soggetti che periodicamente si portavano presso l’Ospedale (in alcuni reparti in particolare) per sottoporsi a visite di routine, si è potuti risalire al responsabile dell’ultimo dei furti consumati, individuato in un soggetto residente ad Oppido Lucano già noto per i suoi precedenti.

Quest’ultimo, già in stato di detenzione domiciliare, approfittando dei permessi riconosciutigli durante il corso della settimana per portarsi in Ospedale a Potenza e sottoporsi a visite mediche (ivi compreso il giorno in cui era stato compiuto l’ultimo furto), e quindi aggirandosi liberamente per i corridoi dei diversi reparti, aveva sottratto quanto sopra indicato all’ignaro paziente, decidendo di omaggiare del telefono la propria compagna. Quest’ultima, probabilmente ignara della provenienza dell’oggetto, ha continuato ad utilizzarlo tranquillamente, seppure con l’accortezza di sostituirne la scheda telefonica già all’indomani del furto.

Messa di fronte all’evidenza, la donna ha però ammesso che il telefono le era stato regalato dal compagno. Il telefono è stato sequestrato per essere successivamente restituito al legittimo proprietario, mentre l’uomo è stato denunciato per furto aggravato.