mercoledì 11 luglio 2018

Ciclismo: doppietta quasi sfiorata per il materano Tommaso Elettrico


MONTE BONDONE (TR) – È mancato davvero poco a che il panorama del ciclismo granfondistico registrasse una doppietta spettacolare: dopo soli sette giorni dalla vittoria alla Maratona Dles Dolomites, il materano Tommaso Elettrico ha portato i colori bianco-blu del team CPS D’Auria sulle alture mitiche del Monte Bondone e ha corso, con i favori del pronostico, la Leggendaria Charly Gaul Trento-Bondone.

Manifestazione tra le più importanti al mondo, prova dell’UCI Gran Fondo World Series, con 4000 metri di dislivello e ben due passaggi sul Bondone, ha visto protagonista il Principe nei momenti clou e sin alle battute conclusive. A lungo in testa con Zanetti e Nardecchia, ha rinunciato ai sogni di gloria solo nel finale, giungendo a una manciata di secondi dal podio.

«Posso dire che la corsa è andata bene, purtroppo nella salita finale a 3 km dall’arrivo mi sono staccato quando siamo rimasti in tre – ha spiegato Elettrico ai microfoni della RAI subito dopo il traguardo - nelle ultime centinaia di metri mi ha raggiunto anche Zen e ho concluso 4°».

Dalle immagini televisive si è potuto osservare che la pedalata di Elettrico si è improvvisamente appesantita sulle ultime rampe del Bondone. A spiegare come è andata è lo stesso alfiere della CPS: «Ho sprecato un po’ le energie sulla prima discesa del Bondone, siamo rimasti in tre con Zanetti e Nardecchia e abbiamo forzato una lunghissima fuga sino a quando, purtroppo, ci hanno ripresi poco prima di iniziare l’ascesa finale».

Tutto da rifare, dunque, e anche dopo la fuga il Principe non si è risparmiato, inserendosi in quello che si è rivelato l’allungo decisivo. Tuttavia nemmeno il supporto mentale della grande impresa di Charly Gaul è riuscito a sopperire alla stanchezza nelle gambe, dovute anche allo sforzo della Maratona e a una settimana poco incline al recupero, con i meritati festeggiamenti.

Un quarto posto di tutto rispetto, che conferma la grande condizione di forma di Tommaso Elettrico, in un mese di luglio che promette, e garantisce, scintille. #staytuned #stayelectric.

0 commenti:

Posta un commento