giovedì 5 luglio 2018

La Basilicata all’Ischia Film Festival. Giovani autori e tanto cineturismo



ISCHIA - Presenza significativa quella del mondo creativo e istituzionale lucano alla sedicesima edizione dell’Ischia film festival in corso di svolgimento dal 30 giugno al 7 luglio.

Sugli schermi della bella manifestazione che si svolge nel Castello aragonese dell’isola campana, il concorso ha selezionato le opere di Adelaide De Fino (che proprio ad Ischia aveva segnato il suo esordio con “Papaveri e papere) nell’emozionante e attuale “La Pace dannata” e l’esordio del regista lucano Delio Colangelo che con “Che fine ha fatto l’inciviltà” dimostra di avere buone prerogativa per proseguire su una strada che lo ha rivelato in diversi festival. Ad Ischia a parlare di cinema presentando il loro recente successo ai botteghini invernali, i vulcanici materani Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi che con “Metti la nonna in freezer” hanno dimostrato di essere eccellenti artigiani di una commedia che appassiona le generazioni più giovani.

Ad accompagnare gli artisti anche la Lucana Film Commission che avrà una sua finestra per illustrare gli ultimi provvedimenti di una regione che sempre più si caratterizza con lo slogan Basilicata terra di cinema.

E ad Ischia, dove il patron Michelangelo Messina ha coniato il neologismo e la materia del cineturismo, nell’annuale convegno dove si ritrovano i principali esperti e studiosi di materia, non mancheranno contributi che illustreranno le ultime significative novità che sono state avviate.

Il direttore della Lucana Film Commission Paride Leporace e Patrizia Minardi dirigente della Regione Basilicata avranno modo di illustrare la grande attenzione che ha ricevuto in varie parti del mondo il progetto Basilicata Movie Tourism, realizzato dalla Regione Basilicata - Ufficio Sistemi Culturali e Turistici, nell’ambito del Progetto di Eccellenza interregionale “South Culture Routes”, finanziato dall’Enit e cofinanziato dal MIBACT, che ha avuto già successo nelle tappe delle fiere internazionali del turismo di Monaco e Parigi e sarà presente a Astrakan in Russia e a Gorlitz in Germania a partire da settembre 2018.

Con Basilicata Movie Tourism sono stati catalogati e mappate le principali location di 68 film girati in Basilicata, creando cinque percorsi cinematografici ad alta intensità esperienziale e fruibili attraverso app, sito web, pannelli e movie map. I percorsi partono tutti da Matera. Il primo riguarda la città dei Sassi, il secondo è il percorso del film “Basilicata Coast to Coast” dallo Jonio al Tirreno e altri tre itinerari che partendo da Matera portano i visitatori a scoprire le Dolomiti Lucane, la costa jonica e l’area del Vulture.

Sarà anche proiettato il video – spot “Basilicata is more than a Film”; di Giuseppe Marco Albano, in cui sono protagonisti non solo i luoghi e i film girati in Basilicata, ma anche e soprattutto gli attori lucani come Dino Paradiso, Anna Rita Del Piano, Fabio Pappacena, Nando Irene, Giovanni Andriuoli, Antonio Andrisani, Pascal Zullino, Michele Russo, Erminio Truncellito, Simone Càstano, Nadia Kibout.

Un vero e proprio modello nazionale di offerta cineturistica quello della Basilicata che a Ischia schiera anche Leonardo Braico, presidente del Gal Start 2020 che, grazie alla visione progettuale del suo direttore Giuseppe Lalinga, ha già creato diverse proposte cineturistiche sperimentate e inserite, attraverso alcuni tour operators, nel mercato delle vacanze.

0 commenti:

Posta un commento