martedì 8 gennaio 2019

Agricoltura: i gilet arancioni invadono Bari. Emiliano: "Urge decreto legge Governo"


BARI - Manifestazione a Bari dei Gilet arancioni, coordinamento che raggruppa le organizzazioni Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi agricoltori. I manifestanti sollecitano "il riconoscimento dello stato di calamità dopo le gelate di febbraio 2018, interventi mirati e decisi contro la Xylella, seguendo la scienza e non i santoni, lo sblocco delle risorse del Psr pugliese impantanato tra mille rivoli burocratici".

Alle 8.15 oltre cento trattori si sono radunati alla Stadio San Nicola, raggiungendo piazza Prefettura e il Lungomare fino al palazzo della Regione. Accanto ai Gilet Arancioni scenderanno in piazza i sindacati dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil), l'Anci, l'Ordine degli agronomi, il Collegio regionale dei periti agrari e rappresentanti di alcune forze politiche. Assente Coldiretti, che ha organizzato una autonoma manifestazione nazionale in programma a Roma martedì 8.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha incontrato oggi pomeriggio il Coordinamento Gilet arancioni e i sindacati presso la sede della Presidenza (Bari, Lungomare Nazario Sauro 33).

Losacco (Pd): "Protesta sacrosanta" - “Vicini ai gilet arancioni contro il disinteresse del Governo sulle difficili condizioni in cui versa l’agricoltura pugliese”. Così in una nota il deputato barese del Pd Alberto Losacco. “Con la legge di Bilancio, la manina leghista, quella che antepone gli interessi del Nord al resto del Paese, ha avuto la meglio. Altrimenti non si spiegherebbe come mai, nonostante promesse e rassicurazioni, non siano state inserite misure per l’agricoltura pugliese in ginocchio dopo i danni del maltempo dello scorso febbraio. Il comparto dell’olivocoltura, già segnato dalla Xylella, ha visto un milione di giornate di lavoro andate perse e una produzione d’olio per quest’anno pressoché inesistente. Quindi massima solidarietà ai gilet arancioni, con l’augurio che il Ministro leghista Centinaio voglia finalmente dedicare all’agricoltura pugliese l’attenzione che merita”, aggiunge Losacco.

Forza Italia Puglia in piazza: “Noi megafono della categoria” - “Gli agricoltori oggi hanno dato una grande lezione alla politica sorda del governo nazionale e della Giunta regionale che ha deciso di non ascoltare il loro grido di dolore: la straordinaria partecipazione alla manifestazione, a cui abbiamo convintamente preso parte, è il segno tangibile di una sofferenza forte del settore ma anche della determinazione di uomini e donne che rivendicano attenzione verso chi produce un bene essenziale come il cibo”. Lo dichiarano i consiglieri regionali di Forza Italia Nino Marmo, Giandiego Gatta e Domenico Damascelli, che hanno partecipato oggi alla manifestazione degli agricoltori a Bari. “Nessuna bandiera, nessuna divisione tra le varie organizzazioni di categoria, ma un coro unanime di lavoratori che hanno denunciato le omissioni, gli errori e le disattenzioni del governo giallo-verde e della Giunta Emiliano. Dalla gestione fallimentare del Piano di Sviluppo Rurale alla catastrofe della Xylella e alle gelate che hanno decimato le produzioni a fine febbraio 2018: sono questi i grandi pilastri della protesta. E sono anche i temi oggetto delle nostre battaglie quotidiane a tutti i livelli occupazionali, dalla Puglia al Parlamento: giova ricordare che siamo stati proprio noi di Fi a denunciare per primi il disastro del Psr e le inefficienze regionali sull’accertamento dei danni delle gelate. Forza Italia - concludono gli azzurri - è con gli agricoltori, che sono il motore economico ed occupazionale dell’economia pugliese, e continueremo a batterci per essere il megafono della categoria”.

Tateo (Lega): “Massima attenzione da parlamentari e governo, agricoltura Puglia valorizza il territorio” - “Noi parlamentari pugliesi della Lega siamo scesi in piazza insieme ai gilet arancioni perché siamo dalla parte dei tanti agricoltori che valorizzano il nostro territorio con il loro lavoro. Stiamo lavorando per fare in modo che la questione si risolva al più presto e nel migliore dei modi possibile, sia da parte nostra che da parte del Governo l’attenzione e la disponibilità sono massime. Sappiamo che il Ministro Centinaio da tempo si spende per la Puglia e che ha intenzione di passare dalle parole ai fatti molto presto.” Lo dichiara in una nota Anna Rita Tateo, deputata pugliese e della Lega.

Abaterusso (Leu): “Vicini a quanti oggi chiedono il rispetto di principi e diritti che nessuno può e deve calpestare” - “LeU/I Progressisti è al fianco degli agricoltori che oggi, a Bari, hanno messo in campo una protesta giusta e sacrosanta che pone all’attenzione della Regione e del Governo una situazione grave, non più trascurabile”. Lo afferma il presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti, Ernesto Abaterusso, esprimendo sostegno e vicinanza ai manifestanti. “Da tempo – prosegue Abaterusso – diciamo che ci vuole un’azione più incisiva e adeguata al dramma che gli agricoltori stanno vivendo. La Xylella avanza incontrastata, mettendo in ginocchio l’intero comparto agricolo. Prova ne è la produzione di olio quest’anno quasi del tutto inesistente”. “Si metta in campo una vera e propria azione straordinaria - aggiunge Abaterusso – per la ripresa del comparto agricolo in tempi brevi e in modo efficiente ed efficace. Noi non resteremo alla finestra a guardare e continueremo a batterci con tutte le nostre forze e con gli strumenti a nostra disposizione affinché sia rispettato un comparto strategico per l’economia pugliese e siano individuate soluzioni razionali e lungimiranti”. (V.F.)